Creato da monellaccio19 il 12/10/2010
scampoli, ritagli, frizzi e...lazzi

Archivio messaggi

 
 << Dicembre 2022 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31  
 
 

Area personale

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
Citazioni nei Blog Amici: 176
 

Ultime visite al Blog

g1b9laurydgl11monellaccio19DanielaBelleggiamiss.sorriso.candyReCassettaIIgianor1diego2020200elyravcassetta2OgniGiornoRingraziobionda66monellaccio_19madultamici.futuroieri
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
 

 

« DA DOVE VENIAMO? E DOVE ...UNA PICCOLISSIMA SERENAT... »

ADDIO "PICCOLA PIUMA"...RIP

Post n°4377 pubblicato il 04 Ottobre 2022 da monellaccio19
 
Foto di monellaccio19

 

 

"Piccola Piuma" è deceduta per un cancro al seno, all'età di settantacinque anni. Esponente genuina di tutti i nativi americani (indiani), si è sempre battuta per i loro diritti e perché fosse riconosciuta la loro dignitosa sovranità su quelle natie terre che nel tempo furono loro espropriate,  per raccoglierli tutti in riserve dove erano più facilmente controllabili. Gli indiani, fieri e difensori strenui delle loro tradizioni e dei loro territori, si batterono contro gli stereotipi e i luoghi comuni dei tanti film western prodotti in USA: la loro vita, la loro sorte, fu stravolta dalla storia manipolata nei film e alterata nella verità. Erano i cattivi, mentre gli altri erano i buoni e le sconfitte subite dalla cavalleria americana, li costrinsero a ritirarsi nelle riserve con i loro diritti quasi azzerati. Nel 1973 Marlon Brando vinse un Oscar per il film "Il Padrino", lo rifiutò apertamente e non si presento nemmeno a Hollywood. Condividendo la posizione politica degli indiani tutti, invitò la sua amica "Piccola Piuma" a ritirare il premio per suo conto, ma era tutta una messa in scena: sul palco dinanzi alla numerosa platea, l'indiana che si presentò in abito tradizionale del suo popolo, mentre l'attore Roger Moore si accingeva a porgerle l'Oscar, alzò leggermente la mano rifiutando la statuetta. Moore fece un passo indietro con la collega al suo fianco, e "Piccola Piuma" (allora ventiseienne) si accostò al microfono e lesse per 60 secondi, il tempo concessole, il suo messaggio politico. Fu subito portata via da uomini della sicurezza e non poté dire molto. Fu la sua fine professionale poiché lavorando nel cinema, le fu alienata ogni partecipazione e quindi fu estraniata dall'ambiente e posta fuori da ogni collaborazione. Anni bui all'epoca, non la sopportavano evidentemente per le...verità che la giovane manifestava ovunque potesse. L'accademia degli Oscar, ci ha messo 50 anni per porgere le scuse, esattamente il 17 settembre scorso, le ha pubblicamente presentate l'ex presidente della Accademia David Rubin. Intanto, "Piccola Piuma"  era già pronta per intraprendere il suo ultimo viaggio.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
Vai alla Home Page del blog