Creato da monellaccio19 il 12/10/2010
scampoli, ritagli, frizzi e...lazzi

Area personale

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
Citazioni nei Blog Amici: 176
 

Ultime visite al Blog

Sono44gattinfilax6.2surfinia60monellaccio19Arianna1921Vince198apungi1950cassetta2hesse_fOgniGiornoRingrazioelyravAlfe0Sassar0ligianor1alf.cosmosbubriska
 
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 

 

« AMA VA E...FINISCE BENE!LA MUSICA CHE GIRA INTORNO »

DALLA PRIMA LETTERA DI MONELLACCIO AGLI ITALIANI

Post n°4870 pubblicato il 12 Aprile 2024 da monellaccio19
 
Foto di monellaccio19

 

 

 

 

 

Fratelli carissimi, saldo nella fede e certo di trovarvi sempre raccolti nelle vostre esperienze nel culto del vostro Dio, sono ancora preso dalla dipartita del beato Silvio Berlusconi. Ormai, il tempo ci conduce verso nuovi orizzonti e dovremmo aprirci al domani e al nuovo che avanza. Penso che per evitare la sue celebrazioni e le commemorazioni audaci e insistenti, dovremmo pregare il Santo Padre, affinché provveda a proporre la Santità per quest'uomo che nella sua lunga vita ha, alla pari dei tanti Santi ormai nel regno dei cieli, provveduto essenzialmente al benessere del suo prossimo: opere immense e grandiose, opere per le quali  ancora oggi si ricordano le sue gesta. Ci mancava il film della sua vita, riproposto perché nessuno dimentichi il suo operato e come se non bastasse, affinché la memoria resti sempre viva in tutti noi, un film su Doris suo compagno sin da giovane e  socio in affari: due occasioni che rinnovano la conoscenza della sua lunga vita professionale e politica. Ebbene, mi auguro che tra trent'anni, quando verrà a mancare il fido Confalonieri, non si produca un film sulla sua vita. Sono i benvenuti, ma servono non solo a ricordare i grandi uomini che sono stati, bensì a richiamare sempre Silvio e le sue immense imprese. Pertanto prego il Papa perché provveda subito a nominarlo Santo: solo così potremmo tentare di dimenticare questo grande uomo e non subire la celebrazione e la commemorazione insistente e ambita da parte della sua famiglia, da parte dei suoi cari, delle sue care e di tutto il popolo dei beniamini sparsi sul globo. La pace sia con tutti voi! 

 



 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
Vai alla Home Page del blog
 

© Italiaonline S.p.A. 2024Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963