Creato da monellaccio19 il 12/10/2010
scampoli, ritagli, frizzi e...lazzi

Archivio messaggi

 
 << Luglio 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 

Area personale

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 168
 

Ultime visite al Blog

ioosvaldotujanemonellaccio19Michepgicavallidirossprolocoserdianatpugliese2009mariateresa.savinodivinacreatura59Jhon_Cfrancescoroselli46nina.monamourNuvola_volalascrivanadavide.russielloe_d_e_l_w_e_i_s_s
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I messaggi sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
 

Messaggi del 22/06/2019

VU' CUMPRA' ?

Post n°3254 pubblicato il 22 Giugno 2019 da monellaccio19
 
Foto di monellaccio19

 

 

Ieri sono stati festeggiati i 244 anni dalla fondazione della "Guardia di Finanza" italiana. Solito rituale, soliti discorsi e solite parate: in questo paese almeno sul lavoro delle forze di polizia, dei carabinieri e dei finanzieri, siamo tutti d'accordo e stretti intorno a questi uomini che badano alla gente e a prevenire e reprimere i reati commessi da chi non si convince che l'onestà è un valore per un popolo e per la nazione che rappresenta. Nel contesto della manifestazione di ieri, sono stati snocciolate le cifre per tirare le somme sul consuntivo generale del lavoro svolto: in un anno e mezzo circa 13.000 evasori totali sconosciuti al fisco, sono stati identificati ed è risultata evasa la somma di 5 miliardi e ottocentomila euro solo di IVA. Una cifra immane alla quale se si aggiungesse quanto sia stato evaso sul reddito di ciascuno, arriveremmo a coprire una manovra finanziaria rispettabile e congrua. Vi ho citato solo questa cifra per non annoiarvi su un problema che ci trasciniamo da sempre e che mai nessuno è riuscito a risolvere usando la legge e la legalità. Il massimo che si è potuto fare nel tempo passato (come oggi del resto), sono i famosi condoni: ossia:  "Non mi dare quel che mi spetta..." dice lo stato: "...ma dammi quel poco che mi serve per tirare a campare!". Funziona così da noi e non esiste altra possibilità: se potessero rientrare tutti i soldi dovuti dagli evasori italiani, non avremmo più bisogno di fare manovre per anni e anni. Così invece, si aiutano i furbi, si offendono i fessi che hanno sempre pagato bofonchiando e le casse dello stato piangono lacrime amare...tanto saremo sempre noi a coprire i buchi, mica i politici. Le accise che Salvini avrebbe voluto toglierci per fare lo sborone, oggi hanno procurato alla stato il 60% di 23 miliardi di pieni di benzina fatti in questi ultimi mesi. Insomma, tra evasione che si perde e che si recupera in parte, tra balzelli vari e accise che spennano i contribuenti, siamo proprio alla frutta. Non ci possiamo permettere "lussi" di questo genere, essere severi e puntuali, precisi e inesorabili, ha da essere regola incontrovertibile e applicata. Altro che finanziarie, sarebbero soldi legittimi e buoni per provvedere ai nostri bisogni. Ecco il perché della foto in alto: si chiude un occhio, si gira la testa dall'altra parte, si fa finta di niente perché magari piccole evasioni, come il commerciante che salta un paio di scontrini al giorno. E' vero, bisogna prendere i grossi evasori e no....lo spicciolame, ma per amor di giustizia e  di rispetto per chi lavora onestamente, ognuno sia colpito secondo il suo reato. 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso