Creato da monellaccio19 il 12/10/2010
scampoli, ritagli, frizzi e...lazzi

 

Archivio messaggi

 
 << Novembre 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30            
 
 

Area personale

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 169
 

Ultime visite al Blog

nuvolabianca_1968musa2005monellaccio19licsi35peALEKO64piagiudettiferrari181977lucia.romeimago1965ambradistelleprovetvdivinacreatura59Joker_Jolly2012adema6Vince198
 

Chi puņ scrivere sul blog

Solo l'autore puņ pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
 

Messaggi del 15/11/2020

LA CELATA FORZA DELLA GENTILEZZA

Post n°3731 pubblicato il 15 Novembre 2020 da monellaccio19
 
Foto di monellaccio19

 

 

 

Scioccamente non mi sono ricordato che venerdì scorso, è stata la "Giornata Mondiale della Gentilezza", nata nel 1998 e ricorrente ogni 13 novembre. In verità, sono stato attratto da un articolo che riguardava la gentilezza e mi sono attivato, per proporvi alcune considerazioni sulla festività che meriterebbe più attenzione: la gentilezza non ha mai ucciso nessuno, anzi, servirsene è una grande occasione sia per i destinatari che per i proponenti.  Eppure, sul sostantivo, vorrei proporvi quanto sia importante per tutti essere gentili e disponibili, specie i giovani che richiamati da tanti e ben altri interessi, non badano più alla bontà di un gesto o di una frase che compiacerebbe molto chi ne fosse beneficiario. Non si può pretendere da chi non sia stato educato e formato a rispettare il proprio prossimo con atti e parole gentili che nel procedere degli anni, possa badare alla gentilezza. Il massimo potrebbe essere la buona educazione, ma sappiate, nulla a che spartire con il garbo, la gestualità e le parole di chi voglia essere gentile oltre che educato. Mi fermo qui, perché non faccio catechesi su certi argomenti, tuttavia, l'articolo che abbia richiamato la mia attenzione, per suffragare la gentilezza di cui decantava tutti i pregi sia nel porgerla che nel riceverla, ha voluto mettere in evidenza una poesia molto indicativa e pregna di buoni insegnamenti proprio sulla gentilezza. "Peccato" che sia stata scritta dal grande Bukowski: parrebbe strano che il suo animo inquieto, maledettamente inquieto, abbia generato una poesia molto bella e significativa. Leggetela, vi stupirà e con pochi versi, Bukowski evidenzia l'ipocrisia che spesso annebbia i valori: anche da piccoli, ci insegnano qualcosa che in realtà, andava spogliata prima dalla falsità dell'animo umano ricco, spesso e volentieri, di un perbenismo che non fa parte del nostro essere uomini.



Sii Gentile


Ci viene sempre chiesto
di comprendere l’altrui
punto di vista,
non importa quanto sia
antiquato
stupido o
disgustoso.

Uno dovrebbe
guardare
agli errori degli altri
e alle loro vite sprecate
con
gentilezza,
specialmente se si tratta di
anziani.

Ma l’età è la somma
delle nostre azioni.
Sono invecchiati
malamente
perché hanno
vissuto
senza mettere mai a fuoco,
hanno rifiutato di
vedere.

Non è colpa loro?
Di chi è la colpa?
Mia?

A me si chiede di mascherare
il mio punto di vista
agli altri
per paura della loro
paura.

L’età non è un crimine
ma l’infamia
di un’esistenza
deliberatamente
sprecata
in mezzo a tante
esistenze
deliberatamente
sprecate lo è.

Charles Buokowski



 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso