**TEST**
Creato da paoloalbert il 20/12/2009

CHIMICA sperimentale

Esperienze in home-lab: considerazioni di chimica sperimentale e altro

 

 

« Buon Natale 2019Indice 1 - 100 »

Finalino della commedia

Post n°429 pubblicato il 05 Gennaio 2020 da paoloalbert

Eh sì, non c'è nulla che non abbia un termine, ed anche questo blog ovviamente ce l'ha.
Da quando è iniziato sono passati giusto dieci anni e ormai è giunta l'ora di chiudere bottega.
Ho avuto parecchi affezionati lettori, che ringrazio della fiducia e della benevolenza; del resto sul Web si trovano infinite cose da leggere... una più una meno poco cambia. Giusto?
[A proposito: talvolta mi sono imbattuto in Rete in frammenti dei miei lavoretti "copiati e incollati" da qualche altra parte. Ringrazio anche i copiatori: di solito non si copia ciò che non si apprezza]

Termino per due fondamentali motivi:

MOTIVO PRIMO

Le sintesi chimiche possibili in home lab sono ovviamente tante ma non infinite; molte le potrei ancora fare, ma continuare a portarne avanti di INEDITE (e a questo ci tengo categoricamente) è diventato via via troppo costoso.
Come ho già detto altre volte fare nuove sintesi presuppone l'acquisto reiterato di sempre nuovi costosi reagenti.
Costosi non tanto in senso assoluto, ma nel senso di pessimo investimento economico... e mi spiego con un esempio:

-Facciamo finta che abbia trovato sfogliando il Vogel la bellissima sintesi X, che mi intriga particolarmente per i miei motivi.
Per poterla fare mi devo procurare una confezione da 100 g dei due reagenti Y1 e Y2 al prezzo Z1 e Z2.
Di Y1 ne uso 15 g e me ne rimangono 85... idem esattamente per Y2.
(E' un esempio: il principio non cambia anche dal punto di vista quantitativo!).
Con buona probabilità gli 85 + 85 g rimanenti rimarranno inutilizzati a far compagnia alle tante altre bottigliette del lab.
La resa economica di questa sintesi X è stata del 15% per la sostanza Y1 e del 15% per Y2.
La resa economica totale è calcolata quindi come 0,15 * 0,15 * 100 = 2,25%
(Il rendimento globale di un sistema è dato dal prodotto dei rendimenti di ciascuna fase).
Ho speso Z1+Z2 e ho avuto meno del due e mezzo percento di resa economica globale.
E questo solo acquistando due nuovi reagenti!
Si capisce facilmente che non è possibile continuare a lavorare in home-lab con questi rendimenti.

MOTIVO SECONDO

L'altro motivo altrettanto importante per la decisione di chiudere i battenti è che è venuto meno l'interscambio di esperienze con altri hobbisti sperimentali.
E mi spiego: qualche anno fa (diciamo fino al 2015) i chimici sperimentali che presentavano sintesi non banali attivi in Italia (fra i quali molto immodestamente mi metto) stavano come numero sulle dita di due mani... ed eravamo nel periodo d'oro della sperimentale home-lab!
[ATTENZIONE: insisto a parlare di sperimentale hobbistica e non di quella istituzionale, che non ha valore per questo discorso!]

Al giorno d'oggi tutti hanno tirato i remi in barca (per molti motivi che non sto qui a considerare) e nessuno più partecipa ai forum chimici, che si sono praticamente autoestinti.
[Esisteva un tempo un bel ex-forum chimico italiano, piacevole, vivace e assai attivo, ma di quel forum e delle antiche glorie è rimasto oggi solo un patetico ectoplasma che vivacchia di ricordi... (e di noiosissimi esercizi per gli esami)].
Il bello della chimica sperimentale hobbistica praticata ad un livello non terra-terra è anche (e soprattutto!) la condivisione giocosa delle proprie esperienze, i commenti costruttivi dei vari "competitors", che fino a qualche anno fa facevano a gara per intervenire con le proprie idee.
Se questa piacevole e sana condivisione viene a mancare, la mia pur bellissima sintesi X di cui sopra rimane incollata a me stesso, diventa fine a se stessa e non ha più senso.
Ora è appunto questa "condivisione giocosa e costruttiva" che è venuta a mancare completamente, come sono venuti a mancare i giocatori.
E' morta prima la gallina o si è rotto prima l'uovo?
Come il solito non si sa, ma è pacifico che si è verificata una reazione autocatalitica al rovescio, portando al crash.

Ci sono molti altri motivi, anch'essi importanti, che hanno determinato il tracollo della sperimentale home-lab, ma bastano i due citati per spiegare il fenomeno... ed eccoci qua, arrivati al traguardo.

Mi è stato giustamente suggerito di mettere un indice al blog, come fosse un libro a capitoli o un diario personale tematico (e lo è!); metterò quindi quest'indice per comodità di chi, capitando qui per caso, volesse leggersi qualche riflessione specifica in questo mio ludico teatrino non solo di chimica.

 
 
 
Vai alla Home Page del blog

ULTIME VISITE AL BLOG

giuseppebimbiolgy120Cirullifrascivolare.sultuovisoDeixaGiraAGirarpaoloalbert1paoloalbertalogicozifromoschettiere62solosorrisominolinoNoRiKo564lorismenghschiro.giacomo
 
 

I MIEI LINK PREFERITI

AREA PERSONALE