Creato da patronato_caf il 13/05/2009

NEWS Patronato Caf

CENTRO ASSISTENZA FISCALE AL SERVIZIO DEI CITTADINI -Centro Servizi - SPORTELLO PATRONATO - CAF - PER QUALSIASI INFORMAZIONI POTETE CONTARE IL NUMERO tel. 063047133 -

ONLINE

 

AREA PERSONALE

 

FACEBOOK

 
 

FACEBOOK

 
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Ottobre 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31  
 
 

 

ULTIME VISITE AL BLOG

missxenyanicki1953carminedemarco_1962ninny52keerencristina_esposi_1985patronato_cafdonnabea00emilianolatanzascripaiosonounlabirintoIo.Marc0mgf70MarquisDeLaPhoenix
 

ULTIMI COMMENTI

Grazie!
Inviato da: Bbs, le blog
il 03/09/2013 alle 10:24
 
Le informiamo che noi non abbiamo una sede a via Percoto,...
Inviato da: patronato_caf
il 08/01/2013 alle 15:25
 
vorrei dire alla signora che si trova al Caf di via...
Inviato da: emi
il 18/09/2012 alle 12:05
 
 

SERVIZI PATRONATO

  •  Pratiche di pensioni I.N.P.S. - I.N.P.D.A.P.
  •  Verifica estratto conto I.N.P.S.
  •  Verifiche delle posizioni assicurative
  •  Pratiche assegni familiari
  •  Assegno sociale
  •  Indennità di maternità
  • Indennità di accompagnamento
  •  Indennità varie di disoccupazione
  •  Invalidità civile
  • Rendita infortuni e malattie professionali
 

SERVIZI CAF

  • Compilazione Mod. 730 e mod. Unico
  • Certificazione I.S.E. - I.S.E.E. (prestazioni sociali - asilo nido - agevolazioni tasse universitarie)
  • Modello R.E.D. - I.N.P.S. - I.N.P.D.A.P.
  • Dichiarazione e versamenti I.C.I.
  • Pratiche di successione
  • Certificati e visure catastali
  • Contributo di affitto
  • Contratti di locazione agevolati
  • Contabilità Artigiani
  • Contratti e tenuta contabilità
  • Trasmissioni di documenti verso enti previdenziali
  • Consulenze varie

 

CERTIFICATI

  • Tribunale
  • Catasto urbano e terreni
  • INAIL e INPS
  • Ispettorato del lavoro
  • Camera di commercio
  • Ufficio IVA
  • Vidimazione libri sociali
  • Ufficio del registro
  • Ufficio imposte
  • Direzione generale delle entrate Comune
  • Conservatorie
 

RECAPITO LEGALE

  • Infortunistica stradale
  • Controversie di lavoro
  • Consulenza matrimoniale
  • Consulenza di contratti
  • Recupero crediti
  • Risarcimento danni
  • Locazioni e sfratti
  • Recapito notarile
  • Ufficio vertenze
  • Conteggi liquidazione
  • Successioni
 

STUDIO TECNICO

  • Impresa Edile
  • Progettazioni
  • Ristrutturazioni
  • Pratiche catastali
  • Perizie semplici e giurate
  • Legge 626/94
  • Legge 155/97
 

 

« ASSEGNO AL NUCLEO FAMILIARESuccessioni Ereditarie »

Imu 3 rate

Post n°32 pubblicato il 26 Aprile 2012 da patronato_caf
 

I correttivi Imu sono legge. Il Senato ha infatti approvato nella giornata di martedì (24 aprile) il decreto fiscale che introduce novità significative in tema di Imposta municipale unica. Una su tutte la possibilità, valida solo per le abitazioni principali, di versare la tassa in due o tre rate, come anche l’utilizzo dei bollettini postali in alternativa al modello F24. Il testo, poi, fornisce anche i primi chiarimenti sugli immobili delle coppie separate e sulle ex prime abitazioni di anziani o disabili trasferiti in strutture di ricovero.

PRIME CASE: VERSAMENTO A RATE –
 Ma andiamo con ordine. L’Imu sulle prime case, cioè quelle dove il possessore ha stabilito la residenza anagrafica e la dimora abituale, potrà essere dilazionata, a scelta del contribuente, in due o tre rate. Nel primo caso gli appuntamenti saranno il 18 giugno per il versamento dell’acconto (vale a dire il 50% dell’imposta dovuta), calcolato sulla base dell’aliquota standard del 4 per mille, e il saldo finale entro il 17 dicembre, questa volta in funzione delle aliquote ufficiali deliberate dai singoli Comuni. Nel secondo caso, invece, l’acconto sarà spalmato in due rate al 33% dell’imposta dovuta (calcolata sempre sulla base del 4 per mille), le cui scadenze saranno il 18 giugno e il 17 settembre, mentre il restante 33% andrà a saldo sulla base delle nuove aliquote. È chiaro, quindi, che a partire dalle seconde case in su l’Imu andrà versata obbligatoriamente in due rate: l’acconto di giugno più il saldo. Ad ogni modo, al momento del saldo, il contribuente dovrà ricalcolarsi l’imposta sottraendovi l’importo già pagato in acconto: la differenza, a questo punto, darà la cifra residua da pagare.

ALIQUOTE “BALLERINE” – 
Proprio sulle aliquote, però, si addensano alcune delle ombre non ancora schiarite sull’Imu. Quello che si annuncia, infatti, è un percorso a dir poco “ballerino” che vede una prima scadenza fissata al 30 settembre 2012, termine entro il quale i Comuni dovranno deliberare le singole aliquote su tutte le tipologie di immobili. Aliquote che successivamente potrebbero subire nuove modifiche da parte degli stessi Comuni entro il 30 novembre, e ancora più in là (entro il 10 dicembre) da parte del ministero dell’Economia, qualora si presentino esigenze di bilancio tali da mettere in dubbio, sulla base dei versamenti in acconto, l’incasso Imu preventivato per il 2012. Va infine ricordato che a fronte del gettito derivante dalle prime abitazioni (incassato interamente dai Comuni), quello proveniente da tutti gli altri immobili sarà spartito al 50 e 50 fra Stato e Comuni. La suddivisione, però, dovrà essere fatta dagli stessi contribuenti, che in acconto calcoleranno le rispettive porzioni sulla base dell’aliquota standard al 7,6 per mille, mentre al momento del saldo il 50% di competenza dei Comuni verrà ricalcolato sulla base dell’aliquota comunale, e l’altro 50% per lo Stato resterà calcolato sulla base del 7,6 per mille.

BOLLETTINO POSTALE – 
Quanto alle modalità di versamento, in alternativa all’F24 è stata introdotta l’opzione del caro vecchio bollettino postale, che tuttavia potrà essere utilizzato solo per il saldo di dicembre. Di conseguenza per le due rate (o l’unica rata) di acconto ci sarà l’obbligo di pagare tramite F24. “Il doppio passo – commenta un servizio del Sole 24 Ore– è dettato dal fatto che l’F24 permette di sorvegliare con puntualità il gettito effettivo e in un panorama di stime così claudicanti il Governo non se l’è sentita di rinunciare a questo punto di riferimento”.

COPPIE SEPARATE –
 Ulteriori conferme di novità introdotte alla Camera riguardano la situazione delle coppie separate o dei coniugi che vivono in dimore differenti. Nel primo caso, infatti, come già accennato nella news del 17 aprile, l’Imu sull’ex casa coniugale continuerà a essere a carico (per intero) della persona che resta a vivere nell’immobile, a prescindere da chi ne sia il proprietario; mentre per le coppie che abitano in appartamenti separati le agevolazioni potranno essere applicate su entrambe le unità, a condizione però che queste siano ubicate in Comuni diversi. Ciò significa che nel caso in cui i due coniugi stabiliscano la dimora abituale e la residenza anagrafica in stabili differenti, ma situati nello stesso Comune, le agevolazioni potranno essere applicate soltanto su uno di questi immobili.

CASE DISTRUTTE –
 Un’ultima novità riguarda le case colpite dal terremoto del 2009 in Abruzzo. Sarà infatti stabilita l’esenzione totale, non solo dall’Imu, ma anche dall’Irpef e dall’Ires, per i fabbricati distrutti o dichiarati inagibili a seguito del sisma. Al contrario, per tutti gli altri immobili distrutti o inagibili, l’esenzione varrà solo sul 50% della base imponibile.

ANZIANI E DISABILI IN CASA DI CURA – Tutto resta com’è, invece, sulle abitazioni di anziani o disabili trasferiti in strutture di ricovero. Il Governo, infatti, non ha inserito nessuna norma a livello nazionale che istituisca agevolazioni per questa particolare casistica. In questo senso, gli unici eventuali sconti potranno essere istituiti dai Comuni, che avranno così la possibilità di assimilare le case di questi contribuenti a vere e proprie abitazioni principali, a patto però che non risultino già locate.

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/patronatocaf/trackback.php?msg=11262412

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
Utente non iscritto alla Community di Libero
emi il 18/09/12 alle 12:05 via WEB
vorrei dire alla signora che si trova al Caf di via Percoto...di stare calma e tranquilla e, forse non lo sa, ma questo lavoro non fa per lei.....la signora tenuta a rispondere a tutte le domande che le vengono poste, senza fare commento alcuno...deve stare calma e rispondere.. anche se le domande sono 100...inoltre a na certa bisognerebbe ritirarsi e dedicarsi ai nipotini, al ricamo, alla cucina...cos ci si stressa di meno e si efficenti nel proprio lavoro...e cara signora non mi stata affatto di aiuto sono dovuta ricorrere ad internet per avere le risposte che avrebbe dovuto darmi lei...la prossima volta mi risparmio un viaggio!
 
 
patronato_caf
patronato_caf il 08/01/13 alle 15:25 via WEB
Le informiamo che noi non abbiamo una sede a via Percoto, per quanto la questione non ci riguarda.
Grazie
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Bbs, le blog il 03/09/13 alle 10:24 via WEB
Grazie!
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 
 

PER MUOVERSI NEL BLOG
UTILIZZARE IL MENU A DISCESA
QUI SOTTO
(I TAG)

 

TAG

 

SEDI & ORARI

SPORTELLO PATRONATO - CAF - 
centro servizi

Per comunicazioni tel. 063047133  patronato-caf@libero.it    

sede ROMA:
Via Anguillarese, 260 Roma 00123

(Zona Osteria Nuova)
lun.     chiuso         -  15.00/19.00
mar   10.00/12.30  - 14.00/16.30
mer.  10.00/12.30  - 14.00/16.30
gio.   10.00/12.30  - 14.00/16.30
ven.  10.00/12.30  -   chiuso

sede Anguillara Sabazia: 
presso il centro anziani
giovedi dalle 15.00/17.30

sede ROMA : Via Orrea, 26: 
(presso il centro anziani) zona Cesano di Roma  
Martedi 15.00/17.00  (ultimo martedì del mese)

 

PRESTAZIONI SU APPUNTAMENTO

Telefonare per appuntamento

Studio Legale - Avvocato ogni primo martedi del mese, ore 15.30
Lavoro - Consulente del Lavoro - secondo martedi del mese ore 15.30
Medicina - Medico Legale - ultimo giovedi del mese ore 10.00
Studio Tecnico - Successioni, Catasto, Pratiche Comunali, Condoni ... 

Si comunica che la "COMPILAZIONE" delle seguenti domande, sono riservate ai SOLI SOCI dell'Assocazione Per Pratiche di: 

- Maternità
- Permessi /Congedi legge 104
- Disoccupazione (aspI /mini-AspI)
- Assegno del nucleo familiare
- Autorizzazione Assegno al nucleo familiare

 

CHE COS' LA TRASMISSIONE TELEMATICA?

Il nostro CAF consente l'invio telematico di tutte le tipologie delle dichiarazioni fiscali, tra cui la scelta dell'8xmille, con l'unico obbligo che le dichiarazioni siano predisposte direttamente dal contribuente
 
Citazioni nei Blog Amici: 1
 

LINK UTILI

PATRONATO ACAI 

CAF ACAI

 

 

I MIEI BLOG AMICI

LINK UTILI

 

CHI PU SCRIVERE SUL BLOG

Solo i membri di questo Blog possono pubblicare messaggi e tutti possono pubblicare commenti.