Creato da: Nuvik75 il 05/05/2006
Il viaggio...

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Settembre 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30      
 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 9
 

Ultime visite al Blog

Nuvik75poeta.72giuliocrugliano32raggi0dlunamanu.rossanacertenottiquicarrozzagiuseppe2unamamma1puce76susybitgreta.rossogeranioLuxxilOdile_Genetangy.saMarquisDeLaPhoenix
 

Chi pu˛ scrivere sul blog

Solo l'autore pu˛ pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
 

Contatta l'autore

Nickname: Nuvik75
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
EtÓ: 46
Prov: MI
 

 

 

e con questa sono tre!

Post n°119 pubblicato il 24 Aprile 2010 da Nuvik75

nel giro di un paio di mesi già tre "proposte editoriali"! ma neanche Stephen King...

peccato poi a scoprire, nel leggere fra le righe, che la fregatura esiste: nascosta all'inizio, ma poi arriva! ma andiamo per ordine, forse devo riprendere la storia un po' più dal principio...

tempo addietro, circa 10 anni fa, lavoravo alla Mondolibri e un anno conobbi una ragazza che mi aveva stregato... fin qui nessuna novità, direte voi, e non vi do tutti i torti visto che purtroppo non sono indifferente al fascino femminile...

per conoscerla iniziai timidamente a scriverle della mail... così diventammo amici, anche se io "ambivo" a qualcosina in più: ma anche in quel caso, ovviamente, la "regola dell'amico" ebbe la meglio...

ma al suo compleanno, dopo circa 6 mesi di e-mail e di rarissime uscite insieme dal lavoro, arrivò il suo compleanno: dovevo inventarmi qualcosa che la colpisse davvero... e così scrissi il mio "primo ed unico romanzo breve": una storia, la nostra, attraverso l'uso di un io narrante che ripercorreva la nostra "conoscenza" seguendo il racconto che sbocciava dall'intreccio delle mail che ci eravamo scambiati in quei mesi...

ne uscì un libercolo che stampai e feci rilegare in due copie: una la tenni ed una la regalai a lei con dedica...

da non più di un paio di mesi ho pensato: ma perchè non provare a pubblicare il romanzetto con qualche casa editrice minore?!  l'ho quindi inviato a tante case editrici.

Ed oggi la terza risposta: un'altra casa editrice che mi invia la proposta editoriale: peccato che per pubblicarlo debba pagare io, a loro, una quota da 1500 a 2000 euro circa! Per carità, è vero che a "che tempo che fa", ebbi modo di sentire che per la pubblicazione di "se questo è un uomo" Primo Levi dovette pagare la stampa delle prime copie al suo editore... ma io non credo di essere all'altezza di Primo Levi e quindi penso che attenderò ancora l'esito della lettura da parte di altre case editrici. Nel frattempo mi chiedo: ma non sarebbe meglio per tutti se si pubblicassero soltanto le cose pubblicabili senza illudere nessuno? se un giorno qualcuna delle case editrici alle quali ho inviato il mio manoscritto mi dicesse: "fa cagare", be' forse lì per lì ci resterei male, ma almeno gradirei a mente fredda la risposta sincera!

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

un annuncio

Post n°118 pubblicato il 23 Aprile 2010 da Nuvik75

Compagnia monzese di teatro amatoriale "Il volto e la maschera" ricerca attore minimo trentenne anche alla prima esperienza purchè amante del teatro.
Per informazioni telefonare al 3343370701.

 http://www.ilvoltoelamaschera.it/home.php

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

eros o cosa?

Post n°117 pubblicato il 21 Aprile 2010 da Nuvik75

non credo di essere un puritano e mentirei a me stesso ed a chi di voi continuerà a sfogliare queste pagine virtuali se dicessi che in vita mia non ho mai visto alcun filamto hard; certo posso dire con assoluta certezza di non aver mai visto un film per intero visto che dopo qualche scena la cosa diviene un po' ripetitiva e monotona!

detto ciò, ho appena visto sulle Iene un servizio su alcune "sexystar": una ragazza italiana che oggi non fa più film porno, ma che ha raccontato di averli fatti all'età di 17/18 anni, ha provato a raccontare perchè ha iniziato; dalle sue parole sentivo esplodere la sua "rabbia" per avere scelto questo mondo, che alla fine ti appaga solo per i soldi, ma ti svuota di tutto...

in parallelo hanno intervistato una ragazza rumena, di 21 anni, che raccontava a Schicchi, uno dei manager italiani più famosi del genere, che il suo sogno è entrare nel mondo del porno...

cosa può spingere una ragazza di quell'età, peraltro anche molto bella, a voler desiderare di entrare in un mondo come quello del porno che non credo che sia tutto così "rose e fiori"?!

non lo capirò mai, eppure quella ragazza rumena sembrava convinta e contenta della sua scelta almeno tanto quanto la ragazza italiana sembrava schifata dell'appartenere ad un mondo che ti svuota della tua femminilità, della tua possibilità di innamorarti, insomma della tua stessa anima...

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

bisogno d'affetto?

Post n°116 pubblicato il 19 Aprile 2010 da Nuvik75
Foto di Nuvik75

non so se lo faccia in modo inconscio perchè più volte mi è capitato di sentire che il cioccolato, fra le tante sue proprietà, possiede una qualche sostanza, della quale adesso mi sfugge il nome, che aiuta il buonumore o piuttosto se non sia proprio una sorta di richiamo da parte di questo delizioso elemento che in questo periodo è più cha abbondante nella mia dieta quotidiana.

Con il rischio, mai vorrei, che proprio in un momento in cui la mia vita appare sempre più solitaria, possa scatenarsi in me anche un principio di "ingrassamento" che penso sia l'ultima cosa che mi farebbe star bene in questo periodo.

Intandiamoci, non che abbia nulla contro le persone grasse o piuttosto quelle molto magre, anzi penso che, aldilà delle problematiche fisiche che l'eccesso dell'una o dell'altra può scatenare, sarebbe bello che ciascuno di noi riuscisse a sentirsi bene con se stesso... ma se io in questo momento dovessi rimettere su il pancione di quando ero ragazzino, sarebbe la fine! diventerei davvero un piccolo orso, non solo per il mio isolamento, ma soprattutto per la conformazione che andrei ad assumere!

Quindi deciso: appena avrò terminato le "scorte" in casa mai più, fino al prossimo autunno, cioccolato in casa, visto che proprio non riesco a limitarmi e faccio fuori tavolette da 100 grammi di continuo!

ce la farò? mah...

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

una pizza?

Post n°115 pubblicato il 16 Aprile 2010 da Nuvik75

non so perchè...

saranno forse state le due ore trascorse in auto per arrivare fin dal dentista a stordirmi o forse il fastidio provato durante la pulizia, ma sta di fatto che ho risposto "va be' se stiamo qua vicino e non facciamo tanto tardi..."

così io e mio padre stasera abbiamo cenato insieme: era da tanto tempo che non lo facevamo, noi due da soli intendo: si c'è stato il periodo dell'incidente in moto, ma all'epoca veniva a trovarmi quasi tutte le sere, perchè era preoccupato per la mia salute, quella fisica ovviamente...

era da tanto che non ci fermavamo un attimo a mangiare insieme, fuori dalle "circostanze obbligate"; stasera non so perchè ma gli ho risposto di sì...

forse sentivo il bisogno di parlare con qualcuno... ma io non ho mai parlato con mio padre! e soprattutto, il cenare con lui stasera, mi ha ricordato come spesso, prima della mia relazione durata tre anni, io e lui ci vedevamo al sabato mattino per andare al mercato insieme: pranzavamo e poi nel pomeriggio le nostre strade tornavano a dividersi...

così questa pizza a due mi ha bucato l'animo: un effetto devastante anche perchè sembrava una cena fra due persone che si conoscono appena, due persone che parlano del più e del meno, ma solo per evitare che il silenzio riempia l'aria fino a diventare assordante...

non è stata una buona idea e adesso mi sento da schifo e perdipiù, non ho nessuno con cui potermi sfogare... che brutta bestia la solitudine, quella vera intendo...

assaporo
attimi
ascoltando
attonito
nera moltitudine di
assenti

nessun
nemico
non-una
nuvola
silente penetra in me come fosse
nuova

scroscianti
sorrisi
semplicemente
stonati
vivo con acre dolcezza la mia
solitudine

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

un bimbo in macchina

Post n°114 pubblicato il 15 Aprile 2010 da Nuvik75

mercoledì 14 aprile: sono le 5.30 del mattino e un taxi scivola veloce verso l'aeroporto di Linate: il tratto è breve, pochi minuti di auto attraverso una periferia che dorme ancora, se si escludono le poche luci che già illuminano alcune finestre delle palazzine che costeggiano il parco Forlanini...

e mentre vedo scorrere queste immagini, per qualche istante, mi sento di nuovo bambino, e i ricordi dei viaggi in auto si affollano nella mente; ma non sono i viaggi fatti da adulto, bensì mi ricordo di quando era mio padre a guidare l'auto ed io non restavo mai fermo con lo sguardo, attratto dai paesaggi che si rincorrevano lungo la la strada aldilà del vetro...

mi viene da sorridere, perchè penso che è davvero passato tantissimo tempo, ma soprattutto perchè mentre rivedo alcune immagini mi viene la tentazione di dire al tassista di imboccare la tangenziale e di portarmi in giro, lontano, non so per quale meta, l'importante è iniziare di nuovo un viaggio... ma mentre il sorriso sboccia in me spinto da questo folle desiderio, il tassista mi chiede quale sia la compagnia aerea con la quale da lì a qualche istante sarei partito verso Napoli.

Così ripiombo nella realtà della giornata lavorativa, ma con un sorriso malinconico dolceamaro sulle labbra che mi accompagna...

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

c'Ŕ un tempo...

Post n°113 pubblicato il 13 Aprile 2010 da Nuvik75

per tutto nella vita, finchè c'è vita...

è difficile dimenticare, basta un niente e le difese che abbiamo costruito improvvisamente vengono rase al suolo da un onda di emozioni scatenata da un'immagine, da un ricordo, da un odore...

ma alla fine gioiremo di questa difficoltà: perchè in noi vivranno solo i ricordi, belli e brutti che siano, del tempo trascorso insieme a conoscerci, a riconoscerci ed assomigliarsi...

nulla si sarà sprecato: avremo comunque vissuto delle emozioni che ci porteremo nel cuore per sempre, aldilà del bene e del male...

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Carpe diem

Post n°112 pubblicato il 12 Aprile 2010 da Nuvik75

purtroppo non ho studiato latino, quindi il senso del titolo di questo post potrebbe essermi del tutto sconosciuto...

ma per mia fortuna non lo è: la vita mi ha insegnato all'età di 18 anni che sarebbe stato stupido perdere ulteriore tempo a riflettere nel momento in cui il cuore mi portava a fare determinate scelte...

certo, non sempre le scelte mi hanno condotto ai risultati sperati, ma comunque sia quando ho creduto in qualcosa sono andato fino in fondo

allora chi mi conosce - ma difficilmente chi conosce parte della mia storia si imbatterà mai fra le pagine di questo blog - potrebbe contraddirmi subito, perchè per esempio la mia ultima "storia" forse si è conclusa anche perchè non sono "andato fino in fondo"...

ma credo che andare fino in fondo voglia dire anche capire che se la persona che ami ha dei forti dubbi sul rapporto che sta vivendo con te e lasciare quindi che compia le sue scelte nel pieno della sua libertà e della sua consapevolezza, anche quando questa è opposta alla tua...

rimpianti? rimorsi?

non so ancora: certo adesso mi porto dentro il vuoto di una storia finita...

il vuoto di amicizie che sembravano vere che sono esplose come una bolla di sapone...

la solitudine insomma è di nuovo diventata la compagna della mia vita...

ma sono ancora vivo: è questo che devo dirme a me stesso quando mi sento giù! posso ancora sollevarmi, ancora una volta... una volta ancora...

il tempo sarà mio consigliere ed io non voglio restare all'angolo ad attendere che passi: continuerò ad affrontare i miei sentimenti, giorno dopo giorno... se sbatterò ancora il muso, bene, sarà il dolore a ridestarmi! se sorriderò ancora, sarà come aver dato un punto di sutura al mio cuore ferito...

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

EMERGENCY

Post n°111 pubblicato il 11 Aprile 2010 da Nuvik75
Foto di Nuvik75

ieri ho riaperto il mio blog ed ho ritrovato il piacere di scrivere per indagare fra le righe della mia vita...

nelle mie intenzioni dovevo riprendere in mano queste pagine soltanto per raccontare me stesso e le mie emozioni; ma se ho deciso, nel mio piccolo, di dare spazio ad un appello, quello di Emergency, l'ho fatto perchè consapevole del fatto che se solo abbiamo a cuore l'essere umano, indipendentemente ai colori che esso possa indossare, bene, allora non possiamo dimenticarci di associazioni umanitarie come queste che lottano sempre in primo piano prendendosi cura dell'altro, indipendentemente dal suo credo politico, religioso, dal colore della pelle e chi più ne ha più ne metta.

Così raccolgo a piene mani l'appello di Gino Strada e chiedo a chi si troverà a leggere queste righe, di fare come me, di firmare l'appello l'anciato da Emergency, per far capire loro che noi stiamo dalla loro parte.

Grazie a tutti

http://www.emergency.it/

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

da tanto tempo...

Post n°110 pubblicato il 10 Aprile 2010 da Nuvik75

all'improvviso è come ritrovare un vecchio baule, nascosto nel tempo dei ricordi e provare a riaprirlo per vedere cosa contiene...

e così per me che oggi riapro la mia "anima" su queste pagine virtuali sempre con lo scopo di cercare di non restare fermo a guardare.

Le mie giornate stanno diventando sempre più "silenziose": certo ci sono le relazioni sul lavoro, poi, ben diverse, quelle all'interno del gruppo di teatro e presto ci saranno quelle del corso di recitazione...

ma sento che in tutte quelle in corso manca qualcosa di vero, quel confronto che riesci a fare soltanto con un caro amico o una cara amica

oggi sono più solitario di un tempo: il mio anno romano prima e il distacco dalla mia ex da poco hanno totalmente distrutto la mia vita relazionale

persone che pensavo fossero dei veri amici sono scomparse dalla mia vita: si quando ci si separa, in amore o in amicizia, certamente la "colpa" se di colpa si può parlare, non sta mai da una parte soltanto... quindi certamente anche io avrò fatto qualcosa che ha scatenato la rabbia del mio più grande amico, tornato da poco dal Canada, che ha deciso, in questo momento, di lasciarmi da solo... si è vero: normalmente quando sono giù rifuggo dalla compagnia... ma una cosa è farlo perchè si sente il desiderio di "cuocere nel proprio brodo", una cosa è farlo senza la possibilità di dire ad un certo punto: ok alziamo la testa ed usciamo così parliamo un po'...

e così devo ricominciare da capo, partendo da me stesso, ancora una volta, dalle mie ceneri...

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso