Creato da KARATEKID5 il 20/04/2010
Karate e Formazione

Area personale

 

Tag

 

Archivio messaggi

 
 << Settembre 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30      
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 

FACEBOOK

 
 

Ultime visite al Blog

luigi.vitulanoKARATEKID5Lalla3672orchidea74263mauronexcaliennotizianamaria.cristallinoprofilo_in_scioperogradiva1940giocom1960MarquisDeLaPhoenixa.amato_2011aras08spesdossi78
 

Ultimi commenti

Napolitans do it better.
Inviato da: bahkty
il 13/05/2011 alle 11:48
 
BUON INIZIO SETTIMANA !!! BACETTI E SORRISI ! ^______^...
Inviato da: hengelucedivita
il 26/04/2010 alle 14:39
 
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

« Karate per tuttiKarate campania »

Open Campania Internazionale di Karate 2012

Post n°79 pubblicato il 19 Aprile 2013 da KARATEKID5

n virtù delle nuove norme di pubblicazione per la rivista federale ATHLON, le cronache regionali devono essere inviate attraverso i Comitati. In attesa delle decisioni degli organismi competenti  e poiché il "pezzo" è ormai datato  vogliamo comunque offrire a coloro che hanno voglia di seguirci una descrizione di quanto successo. Dott. Giuseppe Gendolavigna Addetto Stampa Fijlkam Karate Campania

4^ Open Campania Internazionale di Karate di Giuseppe Gendolavigna foto estratte da Facebook

Pozzuoli(Na) 15.16/12/2012

Due bellissime giornate di sport in terra campana a ridosso delle festività natalizie anche in presenza di  una situazione meteo incerta, hanno consentito agli oltre 1200 partecipanti, da Esordienti A fino a Master, con il folto gruppo di accompagnatori al seguito, di godere delle bellezze del Golfo di Napoli. 

La quarta edizione dell’Open Campania intitolata alla memoria del Maestro Cesare Baldini ha determinato l’aggiornamento delle classifiche per l’accesso all’Attività Internazionale della Nazionale giovanile di Karate Fijlkam che vedrà protagonista al 40^ Campionato Europeo Cadetti, Juniores & Under 21 in Turchia a febbraio, la pattuglia agguerrita dei  campioni di casa nostra.

Il livello di qualità raggiunto dai nostri giovani consente di essere ottimisti per il futuro. Molti hanno confermato il podio e l’ottimo momento di forma: Chiara Zuanon, Sara Ballerini, Nicole Forcella, Angelo Crescenzo, Luca Maresca, Vincenzo Acerbo, Giuseppe Cartelli, Antonio Vastola, Emanuele Sarnataro e nel kata Terryana D’Onofrio, Serena Bonuccelli, Chiara Masnata, Michaela Di Desiderio,  Alessandro Iodice e Gabriele Petroni sono solo alcuni dei protagonisti di queste due belle giornate di sport e di amicizia.

La città di Pozzuoli (Puteoli), territorio nel quale insiste il Palabutangas di Monteruscello (Na) ha origini antichissime e nei precedenti articoli ne abbiamo esaltato le bellezze termali. La storia di questa comunità  è legata ai traffici mercantili provenienti dall’Egitto e prima che fosse completato il porto di Ostia, era una delle porte dell’impero romano che ha lasciato anche qui antiche vestigia, tra le quali ricordiamo il Tempio di Serapide (Macellum) e l’Anfiteatro Flavio. Nel nuovo testamento negli Atti  (23,13-14;) S. Paolo proveniente da Reggio giunge a Pozzuoli con alcuni fratelli  per poi proseguire per Roma. Noi proseguiamo nella cronaca della gara.

La Commissione Attività Giovanile al completo, con il Coordinatore Vito Simmi, i componenti Santo Torre e Gennaro Talarico con gli onnipresenti Tiziana Costa e Vincenzo D’Onofrio, osservava e pregustava il sapore delle prossime vittorie.
Pianificare il lavoro dentro e fuori la palestra oggi per molti insegnanti della Fijlkam è diventata un’ attività primaria e tanti vivono proprio di karate. Queste scelte determinano aspettative che possono e devono essere realizzate con elevati livelli di professionalità. Studio e pratica senza fine è il segreto per fare del buon karate. I Maestri di queste giovani promesse sono esperti della materia …
I
l V. Presidente Mirabella e la Consulta ancora una volta per organizzare degnamente l’Open Campania Internazionale di Karate, hanno chiesto e ottenuto i patrocini dell’Amministrazione puteolana, della Regione Campania, della Fijlkam e della Unione delle Federazioni di Karate del Mediterraneo rispondendo ai criteri di qualità richiesti da questo genere di eventi.
Ovviamente c’è sempre da migliorare ma quest’anno che è stato veramente vissuto a 300 km all’ora ci ha regalato  grandi soddisfazioni sia per le vittorie sportive, sia per il grande lavoro di squadra che abbiamo ancora una volta saputo mettere in campo. Grazie a tutti i componenti degli staff che come sempre hanno lavorato per la riuscita di questa gara che è di tutti i karateka campani.

Lo sport non è un episodio. Nella parte agonistica si enfatizza l’impegno fisico ma “Sport” è anche cultura. La FIJLKAM ha puntato tutto sulla formazione dei quadri tecnici sia in veste di insegnanti tecnici che in quella di ufficiali di gara. Possiamo affermare che i numeri di oggi sono frutto delle scelte oculate di ieri. La pratica deve essere supportata da un sapiente lavoro per innalzare il livello di conoscenza degli associati e il numero di ore richieste per ottenere le qualifiche della Fijlkam sono in linea con il piano di formazione dei tecnici emanato dal Coni.

Consentiteci di esaltare due tecnici della nostra regione che in questo quadriennio hanno veramente vinto di tutto e che tutta la nazione ci  invidia: Massimo Portoghese e Antonio Califano. Il primo, con la sua creatura Champion Center (Na),  ha vinto la classifica per società del quadriennio 2009/2012. Il secondo con il suo Shirai S.Valentino Torio (Sa) si è classificato al 1° posto per società nel 2012 creando i presupposti per una scia di successi guadagnati con anni di sacrificio.

La fine del 2012  ha portato alle elezioni per il rinnovo del Consiglio Federale che è composto dal neoeletto Roberto D’Alessandro dalla Puglia, e i riconfermati Pietro Zaupa dal Veneto, Salvatore Nastro dalla Campania e Sergio Donati dalla Toscana. Questi ultimi due erano presenti insieme al neo Presidente Onorario delle Fijlkam Prof. Giuseppe Pellicone in rappresentanza della Federazione e hanno augurato a tutti Buone Feste a  nome del Presidente Dott. Matteo Pellicone. Erano inoltre presenti i V. Presidenti del settore Karate del Comitato Calabria Gerardo Gemelli, Puglia Sabino Silvestri e Lazio Giuseppe Della Lama da sempre amici della ns. regione.

A dispetto di alcuni cali di tensione elettrica, quella che non è mai calata è la tensione agonistica che ha caratterizzato la prestazione delle categorie di giovani ma anche dei Master che hanno sfoderato tutta la loro esperienza per primeggiare e farsi onore perché in questa formula di gara si privilegiano <> (M.Pellicone Athlon Luglio/Agosto 2012 pag. 6).
A proposito di Master uno storico Maestro della Campania, Mario Massimiano ha deciso di concludere la propria attività di insegnante dopo anni impiegati per la diffusione della disciplina nell’area di Sapri (Sa). Il Comitato Regionale campano ha inteso onorare l’annuncio con una targa alla carriera. Il Prof. Giuseppe Pellicone incaricato della premiazione ha comunicato che nel prossimo Consiglio di Settore sarà richiesto al Presidente Matteo Pellicone di conferire il 5° Dan Motu proprio al M° Massimiano per l’impegno nella diffusione delle discipline Fijlkam.

La medaglia d’oro coniata in occasione del 4^ Open Campania, ad opera della famiglia Baldini anche quest’anno presente alla cerimonia di apertura, è stata conferita ad un altro storico pioniere delle Arti Marziali al quale di recente è stato conferito l’ottavo dan di judo: il Presidente del Comitato Regionale Aldo Nasti.
Un particolare ringraziamento agli Ufficiali di Gara che hanno lavorato con grande professionalità, riuscendo a valutare con  equilibrio e duro sacrificio specie al sabato.

I due componenti della Commissione Francesco Rizzuto e Roberto Tanini hanno assicurato il necessario raccordo fra i 7 tatami ed è doveroso ringraziarli per questi 4 anni di grande lavoro nell’ombra in un settore che tempo fa era sempre pronto a surriscaldarsi. Oggi non più!!! Era presente anche il M°Giuseppe Zaccaro membro della Commissione Arbitrale Mondiale WKF e numerosi arbitri internazionali. Il giusto plauso anche alle gentili Presidentesse di Giuria coordinatrici D.ssa Raffaella Lauciello e Antonella Carillo

Nelle discipline di combattimento organizzate dalla Fijlkam le componenti di aggressività sono sublimate, spostate in maniera da rendere poco invasivo l’attacco sull’altro, attraverso l’uso di regolamenti studiati in funzione della Psicologia dello Sviluppo dei praticanti. Solo in questo modo la proposta sportiva potrà essere offerta in maniera diffusa per rispondere in maniera efficace alle richieste della società civile che chiede alle Arti Marziali di essere parte del movimento sportivo italiano che continua ad avere successo non solo in termini di medaglie ma anche per il grande valore morale che solo esse sanno dare.
All’interno della famiglia CONI,  la FIJLKAM dal 1902, è leader delle discipline da tappeto. Una grande organizzazione che nel rispetto di valori millenari di cui le Arti Marziali sono portatrici, adegua la proposta formativa adattandola ai tempi. Dopo Parigi 2012 il Karate Italiano è al 3° posto nel ranking mondiale.

Questo  quadriennio ha regalato un altro record alla FIJLKAM: le 1000 medaglie(L.Toschi Athlon 2012, Mag/Giu pag. 9). La nostra  Federazione è ancora impegnata sia come direzione centrale che come organismi periferici  in eventi agonistici e formativi per consolidare le posizioni raggiunte.
Da un analisi dei dati e tenuto conto dei principi della Psicologia delle Organizzazioni possiamo affermare che il “sistema” FIJLKAM  è efficiente poiché il rendimento è al massimo delle possibilità stante le risorse impiegate. Inoltre le decisioni della Federazione si rivelano  efficaci visto che le scelte hanno determinato i risultati desiderati.

Questa è l’eccellenza e come dichiarato dal Presidente Federale Matteo Pellicone <<…I Tecnici si formano ad ogni livello di dirigenza in quella grande fucina che è costituita dai Comitati Regionali. Lì ogni giorno si fa esperienza sul campo a contatto con la  base che è composta da volontari che operano a titolo gratuito. La forza del ns. sport è seguire la via italiana che ci ha consentito di essere presi ad esempio>> (Athlon Maggio/Giugno 2012 pg.6,par 3).

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
Vai alla Home Page del blog