Creato da KARATEKID5 il 20/04/2010
Karate e Formazione

Area personale

 

Tag

 

Archivio messaggi

 
 << Settembre 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30      
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 

FACEBOOK

 
 

Ultime visite al Blog

luigi.vitulanoKARATEKID5Lalla3672orchidea74263mauronexcaliennotizianamaria.cristallinoprofilo_in_scioperogradiva1940giocom1960MarquisDeLaPhoenixa.amato_2011aras08spesdossi78
 

Ultimi commenti

Napolitans do it better.
Inviato da: bahkty
il 13/05/2011 alle 11:48
 
BUON INIZIO SETTIMANA !!! BACETTI E SORRISI ! ^______^...
Inviato da: hengelucedivita
il 26/04/2010 alle 14:39
 
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

Post N° 77

Post n°77 pubblicato il 24 Marzo 2013 da KARATEKID5
 
Tag: .gg
Foto di KARATEKID5

In attesa del ripristino del blog ...  
48^ CAMPIONATO ITALIANO ASSOLUTO ---------------- SOLO CINTURE NERE: TANTA CAMPANIA ;-)

Società 1° Classificata SHIRAI S. VALENTINO TORIO(SA) M° Antonio Califano punti 34
-2° ClassificataUNIVERSAL CENTER (Na) M° Lello Andreozzi e Ciro de Francescopunti 25
- 3° ClassificataCHAMPION CENTER (Na) M° Massimo Portoghese e G. Casabruri punti 25 
LE SOCIETA’ CUGINE DI CAMPANIA AVEVANO TUTTE 5 ATLETI PARTECIPANTI SU UN TOTALE SOCIETA’ DI 111. Da evidenziare che fino a qualche anno fa i gruppi sportivi militari la facevano da padrone, e che la federazione ha trasmesso le finali in diretta streaming allestendo un canale apposito su youtube. Ci limitiamo al terzo posto per gli individuali, per gli appassionati in cerca di ulteriori informazioni e statistiche:http://www.fijlkam.it/contenuti/eventi/2013/03/1929_ku%20ass%20m.pdf

KG 60 : 1°VASTOLA ANTONIO –SHIRAI S. VAL.(SA) -2° MARESCA LUCA- WELLNESS NAPOLI -3° CRESCENZO ANGELO SHIRAI
KG 65: 1°DE VIVO GIANLUCA-SHIRAI(SA)-2° SERINO SALVATORE c.s.ESERCITO (proviene dall’Universal Center Napoli e quindi è frat’ a nuje!!!)- 3°ALTAMURA CRISTIANO CHAMPION CENTER (NA)
KG 70 1° IOVINE GIANLUCA FFOO (anch’egli figlio di Universal Center e nostro conterraneo)
Kg 76 2° SARNATARO EMANUELE -CHAMPION CENTER (NA)
Kg 83 2° VALENTINO FIORAVANTE- UNIVERSAL CENTER (NA)
KG 90 1° ERNANO LORENZO UNIVERSAL CENTER – 2° WIERDIS WILLIAM CHAMPION CENTER

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

5° BUDO DAY SPORTIVART

Post n°76 pubblicato il 20 Marzo 2013 da KARATEKID5
 
Foto di KARATEKID5

Napoli 16/03/2013 - a cura di Luca Cornero - Addetto Stampa SportivArt Oltre 150 appassionati praticanti di Arti Marziali, hanno affollato i tappeti del Pala Argine di Ponticelli (Na) per partecipare alla quinta edizione del BUDO DAY, Stage non agonistico di Judo Jujitsu e Karate organizzato dalla ASD SportivArt presieduta dalla dott.ssa Angela Ricciotti e diretta dal dr. Lucio Maurino, pluricampione mondiale di Karate WKF e neo Allenatore della Nazionale di Kata giovanile della FIJLKAM. Assistere agli insegnamenti dei Maestri 6^ Dan della Commissione Tecnica SportivArt, che annovera tra le sue fila docenti del calibro di Sandro Piccirillo, commissione nazionale attività giovanile FIJLKAM per il Judo, Mario dell’Aquila, docente nazionale e fiduciario regionale Campania FIJLKAM per il Jujitsu e Domenico Maurino, docente nazionale FIJLKAM per il Karate, significa pratica di alta qualità ma soprattutto socializzazione con persone di altre discipline per scoprire i vantaggi di una conoscenza profonda del mondo delle Arti Marziali. Ogni praticante, infatti, ha avuto la possibilità di provare anche discipline diverse dalla propria comprendendone non solo le differenze ma anche le similitudini praticando in un ambiente ben organizzato e con un clima completamente sereno. Tutto questo rientra fra i compiti di ogni organizzazione sportiva che si rispetti e che abbia un serio programma di promozione e sviluppo. A giudicare dai volti dei convenuti gli obiettivi didattici proposti per l’evento, basati sullo studio dei principi delle azioni di difesa/attacco e squilibrio/controllo nel combattimento, sono stati perfettamente realizzati e apprezzati. << L’importanza dell’allenamento e della conoscenza delle tecniche di discipline da combattimento diverse da quella praticata può ampliare il bagaglio di competenze di ogni marzialista. Ad esempio nell’applicazione (Bunkai) dei Kata di Karate sono fondamentali le cadute e le leve. Questi ultimi aspetti nella parte agonistica hanno un approccio minimale e spesso poco curato. Dobbiamo sforzarci di “riscoprire” il gusto di una pratica più profonda e ampliata. I programmi futuri della SportivArt prevedono anche eventi inerenti l’Aikido che insieme a Judo, Karate e Ju Jutsu, amplia il panorama delle discipline di cultura tradizionale giapponese presenti nei programmi federali ai quali da sempre ci ispiriamo >>. Queste le parole del direttore tecnico/organizzativo dr. Lucio Maurino, un professionista affermato a livello mondiale che dopo una fulgida carriera agonistica conclusa con il Mondiale di Parigi 2012, si dedicherà in maniera più intensa all’insegnamento e all’attività di docente tecnico nazionale azzurro. Sul sito www. sportivart.com, sulla pagina Facebook Sportivart e sul canale Youtube SPORTIVART sono visionabili le foto e i video di questa fantastica serata dedicata alle arti marziali nonché tutti i ricordi degli eventi passati e i programmi delle prossime manifestazioni che si svolgeranno nelle settimane a venire.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Memorial Iodice 2013

Post n°75 pubblicato il 18 Febbraio 2013 da KARATEKID5
 
Foto di KARATEKID5

Grande affluenza e karate di qualità all'edizione 2013 del Memorial Iodice che anche quest'anno ricorda la figura del papà' del M* Franco,resp.regionale Campania degli arbitri AICS. Proprio quest'importante ente di promozione sportiva firmatario della convenzione con la Fijlkam, che annovera fra le sue fila dirigenti nazionali come il M° Lello Andreozzi, insieme al settore karate del comitato regionale campano e all'amministrazione comunale di Casagiove hanno patrocinato l'evento e sostenuto gli organizzatori che hanno brillantemente ospitato nell'efficiente impianto di Via s. Fortuna gli oltre 800 atleti,provenienti da tutte le provincia campane e da numerose regioni viciniori.

Il programma della gara riservata ai preagonisti ( fino a 11 anni) al sabato e kata(forme) e Kumite (combattimento) alla domenica per tutti gli altri, non ha smentito le aspettative dei numerosi tifosi presenti sugli spalti, tante foto e molti applausi per tutti. In realtà' questa gara da' inizio alla stagione agonistica del karate nostrano ed è' divenuta nel corso degli anni "la classica di inizio anno" che consente a tecnici ed atleti di testare le condizioni fisico-tattiche per affrontare al meglio la stagione. Ancor di più' importante per allevare una nuova leva di ufficiali di gara, compito questo, affidato al Resp. Regionale Fijlkam karate Campania Antonio Lallo e al suo staff di cui anche Iodice fa' parte.

"Tanti volti noti e tanti nuovi arrivi sono un indicatore importante per l'attività' del karate della Campania, siamo soddisfatti di queste gare organizzate bene nel rispetto degli standard imposti dal comitato" sono le parole del V. Presidente M* Nicola Mirabella sempre presente per testimoniare la presenza della Federazione.

Ospite d'onore il vice-campione Europeo di Kumite cat. -78 kg Emanuele Sarnataro che la settimana scorsa in Turchia ha difeso i colori dell'Italia,della ns. regione e del suo club. Il diciannovenne di scampia combatte per il Champion Center Napoli dei M* Portoghese e Casaburi che lo allevano da quando aveva sei anni.

"Il sogno di tutti questi ragazzi  di vedere il karate alle Olimpiadi e' anche il nostro e chissà' che un domani uno di queste giovani promesse non possa diventare protagonista di una medaglia tricolore nel karate. La nostra nazione ormai deve vincere solo quella; per il resto siamo da anni sulla vetta del mondo" ci dice Alessandro Iodice figlio d'arte e Pluricampione di Kata che la settimana prossima sarà' impegnato in un'agguerrita finale dei Campionati Italiani che si svolgeranno ad Ostia(Rm). In bocca al lupo e intanto aderiamo alla campagna di sensibilizzazione per il karate olimpico the K is on the way http://www.thekisontheway.com/
Addetto Stampa fijlkam karate dr. Giuseppe Gendolavigna

www.fijlkamcampania.it

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Fijlkam campania karate e Clima Organizzativo

Post n°74 pubblicato il 13 Giugno 2012 da KARATEKID5

In attesa della pubblicazione ufficiale del calendario del secondo semestre 2012 rendiamo note alcune date che ormai sembrano definitive. Il 7 Luglio 2012 presso il Centro Sportivo Moscati di Gragnano si terrà l’ultima lezione pratica del semestre per i candidati aspiranti allenatori 2012. Nella stessa data verranno rese note le date per le lezioni teoriche che si svolgeranno di sabato mattina presso il Coni Napoli.

Visto che le notizie sembrano molto importanti per una <<corretta programmazione ed una efficace pianificazione nelle palestre>>(PAF ed. 2012) partiamo a ritroso:L’OPEN CAMPANIA INTERNAZIONALE DI KARATE si svolgerà nel fine settimana 15. 16 dicembre 2012 sempre a Monteruscello poichè nel week-end 8.9 sono previsti gli OPEN D’AUSTRIA che vedranno impegnate le nostre squadre CTR a difendere le posizioni conquistate nella scorsa edizione.

-Novembre: Corso Formazione e Aggiornamento Ufficiali di gara e finali nazionali a squadre Assoluti e Giovanili

-Ottobre: Karate All Star con la presenza di numerosi ospiti stranieri info:www.sportivart.com

-22/23 Settembre presso il Complesso l’Agave http://www.agavehotel.it/it/ si svolgerà il Corso d’Aggiornamento per Insegnanti Tecnici annunciata la presenza del Prof. Giuseppe Pellicone. V. Presidente Fijlkam e membro d’onore dell’Unione delle Federazioni del Mediterraneo della European Karate Federatione e della WKF. Il mito!!!

23.24 Giugno Coppa nazionale ASI Karate di Kata, Kumite e Gran Premio Giovanissimi

Ma facciamo ancora un passo indietro. Sabato 9 Giugno presso la palestra Life Champion di Maddaloni (Ce) il M° Domenico Doria, Responsabile CTR Kata, nell’ambito del Corso per Insegnanti Tecnici Aspiranti Allenatori, ha effettuato una interessantissima lezione sulle posture del karate. La platea degli astanti, numerosa ed eterogenea è stata condotta con grande sapienza nel panorama delle numerose posizioni specifiche dei kata del karate, con la spiegazione di esercizi e metodologie per l’acquisizione di questi particolari schemi motori codificati. La bravura del moderno insegnante risiede nel saper donare quanto gli allievi possono apprendere, con professionalità e modulando con sagacia i registri comunicativi e gestuali. Da quanto abbiamo visto e dai commenti degli intervenuti questa lezione di Mimmo Doria è perfettamente riuscita ed insieme a quella effettuata la settimana scorsa dal M° Salvatore Nastro costituiscono un vero esempio di quello che gli studiosi della pedagogia chiamano “Learning by Doing”( imparare mentre si pratica) che riprende un vecchio adagio di Aristotele: “Ciò che dobbiamo imparare a fare lo impariamo facendolo” .

I programmi della Fijlkam prevedono n° 18 ore di parte generale con anatomia,teoria dell’allenamento etc. ma anche 30 ore di parte specifica con tecnica, tattica e arbitraggio. E a questo proposito il M° Nicola Mirabella proprio a proposito di un clima organizzativo che volge al bello, con grande democraticità consultava il gruppo su disponibilità e orari preferiti stante la possibilità di scelta resa dal Coni Napoli per le lezioni di teoria. Tutti contenti, fiduciosi e armati di spirito collaborativo senza il quale è impossibile ogni forma di apprendimento si optava per i sabati mattina(cosi si potrà anche fare allenamento di pomeriggio nevvero?).

Attualmente l a teoria più in voga sulla Formazione, Gestione e Sviluppo delle Risorse Umane è quella dell’Analisi di Clima Organizzativo. Per capire il clima organizzativo, bisogna immaginarlo come prodotto da una serie di fattori la cui conoscenza dello stato medio, permette di prevedere il comportamento delle persone che compongono una determinata organizzazione.

Il successo delle organizzazioni è basato sulle capacità e competenze delle persone che vi lavorano ed <<è fondamentale favorire la crescita e l’espressione delle potenzialità di ogni componente>> (Lewin,1973). Il clima favorevole allo sviluppo è costruito sul coinvolgimento, la fiducia ed una sana dose di autocritica poiché la “Conoscenza” di se stessi e del mondo è costruita attivamente dagli individui nel corso della loro interazione con gli altri visti come Attori Sociali protagonisti e immersi in una Relazione.

In questo storico laboratorio che è il comitato regionale karate dove da sempre si sono sperimentate le moderne metodologie per l’allenamento sul tatami, nessuno è attaccato alla poltrona e si punta sempre al rinnovo generazionale, stiamo assistendo ad uno storico cambio di paradigma che vede protagonista una nuova fascia di utenza sempre più scolarizzata e alla quale vanno fornite precise indicazioni metodologiche frutto di una serie di misurazioni empiriche e scientifiche.

Il comportamento umano (C), risulta una funzione (f) della persona (P) con le sue caratteristiche e dell’ambiente (A) in cui la persona agisce.>> (Kurt Lewin,1951). I mutati scenari socio-economici impongono a tutte le organizzazioni un ripensamento sul proprio agire. All’interno di questa nostra società ormai centrata sulla conoscenza, diviene essenziale il collegamento tra dimensione cognitiva e dimensione comportamentale, tra momento conoscitivo e momento operativo, nell’intesa che l’azione stessa è fonte di conoscenza. Le organizzazioni mature (la grande squadra della Fijlkam Campania cioè tutti noi!) impegnate in processi di innovazione e miglioramento devono il proprio successo ad una intelligente gestione del clima aziendale e delle risorse umane perché anche le persone sono cambiate: oggi chiedono più informazioni, maggior partecipazione e possibilità di sviluppo professionale. E quale comitato riesce a mettere in pratica tutto ciò se non quello guidato da Nicola Mirabella e del suo fortunato staff, consulta, amici e collaboratori?

Facciamo notare ai più distratti che oltre 40 nuovi candidati allenatori sono da considerarsi un vero successo dell’organizzazione Karate Campania che coordina oltre 80 società e più di 3000 tesserati e che rastrella risorse ( anche disumane … ) da queste e altre iniziative che consentono di garantire il prosieguo dell’attività istituzionale stante il taglio dei contributi Coni. Come tutta la grande rete di esperienza della ns. centenaria Federazione questa bella realtà dello sport italiano è un sistema aperto che ha bisogno di consolidare le proprie competenze con l’auspicio di conservare la leadership conquistata a tutt’oggi, fuori e sopra i tatami. Per farlo dobbiamo continuare a remare tutti nella stessa direzione.

Trovano grande applicazione anche nel nostro settore: qualità della ricerca e un aggiornamento senza fine. Da sempre il karate in campania è stato votato all’integrare modernità e tradizione. Questo binomio, e il motto “Ludere non Leadere “(giocare senza offendere) “modella” il karate a seconda della platea di utilizzatori.

Karate-Sport per le fasce giovanili e per gli atleti che intendono gareggiare, Karate-do per coloro i quali sentono l’esigenza di un cammino anche filosofico e Karate-Jutsu destinato alla fascia di adulti che intende approfondire l’aspetto applicativo delle tecniche. Proprio in quest’ultimo segmento di praticanti si evidenzia una sostanziosa richiesta di attenzione che richiede un preciso programma didattico fondato sull’ Andragogia (Pedagogia per Adulti).

L’obiettivo potrebbe essere il “valorizzare ciò che abbiamo” nella consapevolezza che “lavorare con gli adulti non è scrivere su una tabula rasa” dal momento che ogni individuo possiede un naturale “patrimonio dinamico di risorse personali” . In tutte le discipline sportive l ‘Istruttore/Insegnante/ Docente diffonde cultura che oggi significa << quel bagaglio di conoscenze e di pratiche acquisite ritenute fondamentali e che vengono trasmesse di generazione in generazione>>(fonte: wikipedia) ma che in origine significava coltivare. Secondo me l’insegnante del 3° millennio deve saper coltivare la relazione sociale a 360° poiché egli oltre a confrontarsi all’interno della propria società sportiva se la deve vedere con le istituzioni (Federazioni, Eps,Coni, scuola) e sopratutto con la concorrenza. Essere “formati”ad affrontare una situazione così articolata,”significa quindi essere in grado di far fronte a situazioni complesse, mobilitando e fondendo in maniera pertinente una grande quantità di risorse personali, sociali oltre che a risorse del tipo tecnico specialistiche” (Intelligenza Emotiva). Speriamo di poter offrire il nostro contributo, come regione, al dibattito sul riposizionamento delle discipline marziali da tatami all’interno del vasto panorama degli sport da combattimento. La nostra storia parte da lontano.

Gli storici stages con il prof. Aschieri hanno fatto decollare generazioni di tecnici ed atleti che tutta la nazione ci invidia ma una cosa è conquistare e un’ altra è conservare… Farlo capire a tutti diventa impresa ardua senza una massiccia dose di motivazioni. Quest’ultimo concetto è usato in modo vario e applicato a situazioni eterogenee. Per alcuni è solo una “spinta” a soddisfare certi bisogni. Noi crediamo che le motivazioni siano determinate anche da fattori cognitivi (credenze, aspettative) ed emotivi (percezione di sé) da qui l’esigenza del ricorso ad una chiave di lettura psicologica come fatto nelle passate edizioni dei Corsi (D.ssa Tonia Bonacci e staff).

Non è pensabile attivare un individuo su piani differenti, per parti, ad esempio escludendo il piano emotivo da quello cognitivo. La formazione è un’ esperienza totalizzante. Non può esistere l’insegnamento “astratto” dai bisogni dell’allievo si procede con un continuo adattamento. IL PROCESSO DI FORMAZIONE parte con logica sequenziale e si trasforma in un circolo virtuoso: 1)Analisi dei bisogni 2) 3)Progettazione dell’intervento 4)Attuazione intervento 5)Valutazione dei risultati

La consapevolezza di avere non più e non solo bisogno di conoscenze tecniche, ma tipi di informazioni complesse,(quali quelle sui gusti/scelte e sulle preferenze del pubblico dei potenziali utenti-consumatori o quelle sulle tecnologie di mercato) lascia aperti molti interrogativi nel gruppo dirigente di questo comitato, da sempre aperto a nuove sfide.

Con un bilancio magro ci salva solo la nostra grande passione e la voglia di far sapere a tutti che il karate è una grande disciplina che allena il corpo e la mente, una filosofia di vita che aiuta a superare le incertezze e un percorso di studio per trovare il proprio essere noi stessi.

Le moltissime attività che organizziamo qui, quasi nel profondo sud sin dalla fondazione della Fitak, sono sia di tipo agonistico che di ordine culturale e collaterale, e hanno reso appetibile la partecipazione alla vita federale campana anche per molti praticanti delle regioni viciniori che da sempre ci onorano della loro presenza. Molti nostri conterranei si sono allontanati alla ricerca di evanescenti carriere, altri continuano a saltellare nei vari enti alla ricerca di gloria ( manchi tu nell’aria…). Noi crediamo che il karate e il suo futuro siano saldamente nelle mani del presidente della FIJLKAM Matteo Pellicone che lo scorso marzo firmando un protocollo d’intesa con la FIKTA ha messo fine ad una serie discussioni sulla morfologia del karate, durate troppi anni. La presenza e la firma del M° Hiroshi Shirai fanno sperare in una soluzione definitiva e condivisa.

Precipitiamoci sulla cronaca dopo questa ampia e doverosa divagazione… Le affermazioni e le attestazioni di stima delle ultime settimane ci confermano l’ottimo momento che vivono i karateka della ns regione con la straordinaria performances dello Shirai S. Valentino prima società agli Open di Toscana con la Fijlkam karate Campania e tutte le sue altre società al secondo posto. Il grande successo di sempre, in quella grande kermesse di primavera che è il Memorial Bracciante che si tiene a Salerno. Le altre gare promozionali che con il patrocinio del Comitato garantiscono un alto livello di fruibilità e ottima organizzazione. Giochiamo Insieme (Csi), Memorial Carola( Aics Caserta), I Giochi della Provincia di Salerno organizzati dal Coni, le manifestazioni e i camp estivi della Sportivart e di numerose altre società sportive ed enti firmatari della convenzione federale, sono gli esempi più evidenti del grande fermento che il karate campano riesce a creare. Un movimento di donne, di uomini che credono nei valori dello sport, dell’amicizia e del sano agonismo.

Durante i periodi di grandi cambiamenti come quello a cui stiamo assistendo, un’attenta gestione e valorizzazione delle Risorse Umane si rivela una condizione imprescindibile per raggiungere e conservare il vantaggio competitivo che il confronto impone. La valorizzazione delle Risorse Umane e l’Analisi di Clima sono mezzi di rilevazione e riflessione e, allo stesso tempo, sono potenti strumenti di ricerca e di intervento che consolidano la “cultura organizzativa” . Essa è l’insieme delle ipotesi di base che un certo gruppo ha inventato, scoperto o elaborato nel corso del suo processo di apprendimento sul come affrontare i suoi problemi di adattamento esterno e di integrazione interna.

Questo è Campania Fijlkam Karate, e questo è il movimento spoerivo di cui ti appresti a fare parte aspirante allenatore…per cui studia e consulta almeno 3 volte a settimana il sito. www.fijlkamcampania.it e il profilo facebook pena un grande iniezione di … sfortuna…sai che scherziamo…nevvero?
P.S: le parti evidenziate sono tratte dalla serie di lezioni per Insegnanti Tecnici, Istruttori e collaboratori queli Aics, Fijlkam Campania Karate, Sportivart, Volontari Caravita, Nippon Club Napoli, ConSport

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Karate Campania News,soliti noti

Post n°73 pubblicato il 17 Maggio 2012 da KARATEKID5
 
Tag: .dr gg

ok Ancora belle notizie per l’attività del karate campano. Dopo i bei risultati dei 47^ Campionati Europei tenutisi dal 10 al 13 Maggio 2012 a Tenerife(Spa) dove i nostri conterranei Lucio Maurino e Ciro Massa hanno tenuto alto il nome delle proprie società di appartenenza, dell’Italia e della Campania (c’era anche Mauro Scognamiglio che ha subito un grave infortunio) passiamo ad elencare i prossimi appuntamenti che vedranno impegnati i karateka campani. Ma prima una breve panoramica su quanto accaduto alla gara continentale più importante di questo semestre: -Maurino Lucio, Medaglia d’oro a squadre di Kata (forme). L’atleta di terra di lavoro cresciuto nella società Athlon Maurino di Portico (Ce) diretta dal papà M° Domenico,in forza alle Fiamme Gialle, conquista per la nona volta il titolo continentale(sesta volta consecutiva) entrando nella storia della Federazione Italiana Judo, Lotta, Karate e Arti Marziali e della World Karate Federation, insieme ai compagni di team Vincenzo Figuccio e Luca Valdesi. Quest’ultimo ha vinto anche il titolo individuale regalando all’Italia il primo posto nella classifica per nazioni (fonte: www.fijlkam.it ) - Massa Ciro, Medaglia di Bronzo categoria 67 kg di Kumite (combattimento). La forza di volontà e la classe dello scugnizzo di Castellammare (Na) sono le caratteristiche che hanno fatto dell’atleta delle Fiamme Oro un fuoriclasse della disciplina. Allievo del M° Salvatore Nastro del Centro Sportivo Moscati Gragnano (Na) ha superato brillantemente un recente infortunio che non gli ha impedito di contribuire al successo della Nazionale Italiana che riconosce alla Campania il ruolo indiscusso di fucina di grandi campioni. Come ormai scritto negli annali sportivi ( senza tema di smentita …) la nostra regione è in vetta alle classifiche di entrambe le specialità (combattimento e forme). Nel rispetto della mission federale che si impone di coniugare tradizione e modernità e di “Ludere non Leadere” lo staff del Comitato Regionale Karate Fijlkam Campania oltre alla parte riservata all'agonismo organizza Stages e Corsi di Formazione e Aggiornamento per Insegnanti tecnici e Arbitri e si distingue per l’organizzazione di grandi eventi sportivi. L’Open Campania di Karate che questo comitato organizza a Dicembre di ogni anno a Pozzuoli(Na) riesce a coniugare sport e turismo, proponendo agli atleti e al nutrito gruppo di accompagnatori al seguito, di scoprire le bellezze dei Campi Flegrei e di Napoli a ridosso delle festività natalizie. L’ottima posizione geografica garantisce l’opportunità di organizzare visite guidate negli altri straordinari siti della nostra regione come Pompei e la costiera Amalfitana e altro ancora. Open Internazionale Campania di Karate: un evento unico nel suo genere. La partecipazione all’attività federale è una cosa che va pianificata con attenzione e che i karateca campani programmano con grande professionalità, a tutti i livelli. Gli atleti, le società i tecnici e anche i genitori/tifosi sono il grande movimento che riesce a rispettare un ruolino di marcia invidiatoci da tutta la nazione, sempre. Anche nei fine settimana da brivido (…) come questo. Vediamo perché. Al Palafijlkam di Ostia (Roma), è in programma sabato e domenica 19.20 maggio, il 18° Campionato Italiano Esordienti “B” di kumite maschile e femminile. Alla gara potranno partecipare esclusivamente gli Atleti qualificati in finale, appartenenti alla classe Esordienti “B”, età dal 14° al 15° anno (1997-96), graduati come cintura marrone e nera. In Sicilia invece, si svolgerà la venticinquesima edizione del Campionato Nazionale Universitario (CNU), organizzato quest’anno dal CUS Messina, che vedrà impegnati gli atleti universitari di numerosi sport. Per quanto riguarda le discipline federali, le competizioni di Judo e Karate si svolgeranno sabato 19 e domenica 20 maggio, mentre al Criterium di Lotta è riservato il weekend del 27 e 28 maggio (clicca qui per il programma delle gare). Alla prestigiosa manifestazione sportiva, organizzata sotto l’egida del CUSI (Centro Universitario Sportivo Italiano), possono partecipare come da regolamento firmato con la Fijlkam, gli Atleti di qualsiasi nazionalità, di età tra i 18 e i 28 anni che frequentino l’università secondo le modalità prescritte. Le discipline ammesse ai Campionati, i programmi di gara, gli impianti, le sistemazioni logistiche sono visionabili nel sito del CNU www.cnumessina2012.it. Questi gli atleti selezionati per rappresentare i diversi centri sportivi organizzati per aree geografiche e specialità CUS Napoli - Kata femminile: -Ammendola Jessica -Caldo Serena -Calienno Angela - Kata Maschile:-Iodice Alessandro - Kumite femminile: -Viglione Fulvia - Kumite maschile: -Panaro Lorenzo -Loffredo Gennaro -Sorrentino Pietro - Minervino Giuseppe -De Vivo Gianluca -Strano Giuseppe -Coda Francesco - Cappuccio Cristian -Milione Carmine. Responsabile M° Salvatore Tamburro. CUS Salerno: - Longobardi Adriano –Ingenito Carmine – Viviano Joseph –Esposito Ciro – Scarpitta Natale – Ansalone Domenico. Responsabile M°Luigi Di Maio CUS Caserta: Palmiero Umberto – Fusco Mariella Responsabili M°Domenico Maurino e All. Cornero Arianna Gli atleti più in forma verranno invitati alle selezioni per l’8^Campionato del Mondo Universitario che si svolgerà a luglio in Slovacchia (http://www.wkf.net) Addetto Stampa Fijlkam Campania Karate: Dott. Giuseppe Gendolavigna gendolavigna@alice.it www.fijlkamcampania.it

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso