Creato da unariaemezza il 16/12/2004

pulse effect

l'ultimo pensiero prima di dormire: i 5 minuti più lucidi della giornata

 

 

« il tempo che passamattina presto »

oggi è venerdì

Post n°257 pubblicato il 09 Giugno 2006 da unariaemezza

torno qui, come se tornassi in un luogo silenzioso, fresco e solitario.
per pensare. per capire.

dal 2 dicembre è il casino sentimentale. e lavorativo.

chiuderò il mio studio. ci siamo guardati negli occhi. e nelle tasche. 5 anni di lavoro meraviglioso. e gratificante. ma non ci sono soldi. e 33 anni cominciano a pesare.
che infinita tristezza.
che voglia di starmene qui e semplicemente piangere. finchè ho voglia di piangere. sui sogni infranti. sulle fatiche inutili. sulle scelte sbagliate. sul futuro impossibile. per ora sento solo la sconfitta. non ditemi: la crescita, la mutazione, la flessibilità... sono molto molto triste.

e poi ho messo in piedi un guazzabuglio di amori così incasinato che ora è davvero la fine.

c'è stato p. sposato, 2 figlie. grandissima affinità intellettuale. e nel sentire la vita. dopo 4 mesi sono scappata. non volevo essere la fidanzata di un amante. non volevo che a un certo punto scegliesse me. non si rassegna. sono sparita. totalmente. stronza. mi sento in colpa.

c'è stato l. un'infatuazione letteraria, fidanzato. di pancia e di testa, poteva essere. non abbiamo voluto che fosse. meno male.

c'è stato r. una relazione creativa e silenziosa, fatta di messaggi. nemmeno un aperitivo. nemmeno un pomeriggio sul terrazzo al sole.

c'è ora m. l'esplosione della gioia di vivere, il mio sole, la salute e la giovinezza, scald il cuore. il primo che si è fermato a casa mia, senza che questo mi turbasse. che mi ha accompagnato al matrimonio di d. e averlo al mio fianco era la cosa più bella di tutte, non si è stancato di me, dei miei ricordi infantili. mi guarda e mi sorride. lo guardo, gli sorrido. gli dico che lo amo e questo non mi spaventa. per la prima volta guardo le sue spalle, desidero suo figlio.

e torna f.
il mio amato buco nero, che succhia la mia energia e la mia autostima, per cui ho pianto mille lacrime, per cui ho dovuto faticare e faticare per essere capace di risorgere dalle ceneri in cui mi aveva bruciata. torna e impone il suo amore per me. lavora sul mio senso di colpa. distrugge l'immagine di m. con parole affilate. sa come fare. sa le mie debolezze. sa che esiterò.

mi trattiene sulla soglia.
m. abbracciami, portami con te.

 
 
 
Vai alla Home Page del blog

AREA PERSONALE

 

FACEBOOK

 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

thejumpingSilentvoidorganizzoiounariaemezzatornaestasifabry8csughruevirgola_dfamico_sessualedairydaisyblanche_revenantgennie17beppe71ccrocodile6gervasidora
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom