IL MIOOOO MONDO

Io lo so chi sono e cosa voglio............

 

MI PUOI ANCHE TROVARE SU: SUPERRAMY@HOTMAIL.IT immagine

 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Dicembre 2022 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31  
 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 1
 
immagine
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ULTIME VISITE AL BLOG

luisadelbuono1984AndrenewsMondo_di_Alicebabystar83l_eliminatore77lalla8521karolovelima
 
immagine
 

ULTIMI COMMENTI

Auguri per una serena e felice Pasqua...Kemper Boyd
Inviato da: Anonimo
il 23/03/2008 alle 13:00
 
Auguri di un felice, sereno e splendido Natale dal blog...
Inviato da: Anonimo
il 25/12/2007 alle 21:10
 
Buongiorno e buona domenica!
Inviato da: Anonimo
il 30/09/2007 alle 14:28
 
me ne ero completamente dimenticato!!!! non ho mai visto...
Inviato da: tonny88
il 09/08/2007 alle 20:16
 
Napoli Romantica e' on line...vi aspetto tutti!!!Kemper
Inviato da: Anonimo
il 11/03/2007 alle 02:03
 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

IL MIO CUCCIOLO

my pet! 
 

immagine
 
banner 180x60 by mondoglitter.it
 
immagine
 

 

« Messaggio #66SONO TORNATAAAAAAAA! »

Post N° 68

Post n°68 pubblicato il 22 Febbraio 2007 da babystar83

Prodi, il giorno più lungo  

immagine

 

E' stato un vero mercoledì delle ceneri per Romano Prodi, sconfitto al Senato sulla politica estera per soli due voti, e costretto dunque ad aprire una crisi al buio. Giorgio Napolitano non ha potuto che prendere atto della situazione che si era creata dopo lo scivolone in Senato sulla risoluzione in materia di politica estera. Del resto erano stati gli stessi Prodi e D'Alema a sostenere che su quei temi la maggioranza doveva dimostrarsi autosufficiente.

 

LE CONSULTAZIONI
Il Presidente della Repubblica avvierà le consultazioni e l'impressione è che l'Unione voglia puntare a Prodi-bis, sebbene si tratti di un deja vu come ha detto Marco Pannella: già nel 1997 il Professore era stato abbattuto dalla sinistra radicale e aveva dato vita ad un secondo governo, e il problema era sempre lo stesso, ossia il dialogo impossibile tra moderati e massimalisti. Tra l'altro, Massimo D'Alema - clamorosamente sconfessato dalla sua maggioranza - per coerenza con le proprie posizioni potrebbe non accettare una ricandidatura alla Farnesina: ciò indebolirebbe oggettivamente l'asse che finora ha sorretto l'esecutivo.

L'UNIONE
Il forte malumore verso l'area dell'antagonismo che serpeggia tra i riformisti ha due radici precise. Primo: i segretari della sinistra radicale non sono riusciti a convincere gli irriducibili, nonostante tutte le rassicurazioni fornite. Secondo: anche dopo il voto c'è chi a sinistra ha continuato a sottolineare il dissenso sull'Afghanistan, rendendo più complicata una ricucitura. A questo punto, a subire una battuta d'arresto è anche l'intero progetto politico del Partito democratico.

BERLUSCONI
Il leader di Forza Italia esclude qualsiasi appoggio al centrosinistra: è troppo tardi, fa sapere, adesso i sondaggi assegnano al centrodestra un largo vantaggio sul centrosinistra. E poi Prodi e D'Alema, argomenta Berlusconi, hanno esposto l'Italia a una brutta figura sul piano internazionale, dopo che la Cdl li aveva già salvati sui voti per il Libano e l'Afghanistan. Il teorema dell'autosufficienza li obbliga a trovare una soluzione senza contare su stampelle esterne.

LA LEGA
Il partito di Bossi punta senza esitazioni alle elezioni anticipate anche con questa legge elettorale. Ma si tratta di una scelta che implicitamente sconfesserebbe la stabilità del tanto decantato bipolarismo se si torna a votare dopo pochi mesi. E comunque, per ammissione dei suoi stessi collaboratori, Berlusconi non si sente ancora pronto: il rischio di vincere, ma in una situazione di ingovernabilità sostanziale, sarebbe comunque molto alto.

immagineCiò spiega perché i centristi, da Marco Follini all'Udc, ipotizzino una nuova fase poltica. Per ora non è chiaro in che cosa debba consistere: Sergio De Gregorio, ex dell'Italia dei Valori passato all'opposizione, suggerisce un governo di larghe intese guidato dal presidente del Senato Franco Marini per fare la riforma elettorale e pochi altri provvedimenti urgenti. Poi si dovrebbe tornare al voto. Ciò spiega perché l'Udc sia convinta di poter giocare un ruolo nella partita che si apre. Al Senato ha scelto di distinguersi dagli ex alleati astenendosi sulla mozione dell'Unione: un segnale alla maggioranza? Più probabilmente solo all'Udeur e ai moderati della Margherita che hanno sofferto finora la convivenza con l'estrena sinistra.

Si preparano nuovi scenari

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/ramytopsecret/trackback.php?msg=2326972

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
Nessun commento
 
 
 

INFO


Un blog di: babystar83
Data di creazione: 16/11/2006