la creativita'

spazio di riflessione sul mondo interiore creativo e spirituale delle persone e la relazione con la societa' ed i problemi della vita

 

1° COLLOQUIO GRATUITO DI COUNSELING VIA SKYPE

 

CONTATTI X INCONTRI DI COUNSELING TRANSPERSONALE

 

PAGINA AUTORE SU GOODREADS

Guida al counseling transpersonale : una sintesi dei problemi di vita superabili con la creatività umana

 

CERCA TAG NEL BLOG CON GOOGLE

 

LIBRI GUIDA AL TRANSPERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Dicembre 2018 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            
 
 

 

blog search directory

 

 

BlogNews

 
 

 

Counseling transpersonale e mentalità flessibile del cliente

Post n°189 pubblicato il 27 Novembre 2018 da relavita
 
Foto di relavita

Negli incontri di counseling transpersonale è necessario valutare il grado di flessibilità della mente di un cliente. Nella mentalità del cliente dovrebbero esserci determinati livelli di autonomia ed indipendenza dalle figure genitoriali o dai loro sostituti nella vita odierna. Un datore di lavoro, un insegnante, un familiare, un politico, un dirigente oppure un'istituzione possono infatti irrigidire la mentalità delle persone. Il cliente può essere circondato da persone con menti rigide nell'ambiente di lavoro, familiare e sociale che cercano di sopprimere la propria ed altrui natura spirituale. Nel counseling transpersonale il professionista solitamente aiuta il proprio cliente a resistere alle sollecitazioni repressive dell'ambiente di vita e lavoro e valuta il grado di flessibilità mentale allo scopo di determinare l'idoneità di una persona alla crescita spirituale interiore. Il cliente privo di flessibilità mentale cercherà infatti di sabotare il proprio percorso di evoluzione allo scopo di evitare la fatica e l'impegno necessari per superare l'incomprensione ed il disconoscimento dell'ambiente di lavoro, sociale e familiare. Il cliente con una mentalità flessibile dimostrerà invece di attingere alle proprie risorse interiori creative ed umane per superare i vari ostacoli posti dalla società alla propria crescita spirituale. La mentalità flessibile aiuta il cliente anche nei momenti della vita in cui gli amici, i familiari o le istituzioni disapprovano i cambiamenti creativi e sani della professione o dell'ambiente in cui vivere. Il cliente con una scarsa flessibilità mentale cerca invece l'approvazione delle persone che lo circondano nella vita lavorativa, sociale e relazionale. Questo tipo di cliente è inadatto al counseling transpersonale perché teme la propria originalità e creatività umana. Il cliente con una mente rigida tende inoltre ad accusare ed incolpare il mondo esterno perché è incapace di leggere la realtà ed i fatti senza interpretazioni o distorsioni e di superare i problemi della vita attraverso lo slancio creativo. Il cliente con una mente flessibile è invece riflessivo nei confronti dei problemi della vita e cerca i percorsi di evoluzione che rispettano la vita altrui ed evitano l'inibizione creativa, umana e spirituale delle persone.

 
 
 

La mente capace di sintesi

Post n°188 pubblicato il 11 Ottobre 2018 da relavita
 
Foto di relavita

La scuola e le organizzazioni pubbliche o private ed anche le istituzioni manifestano principalmente una mentalità di tipo analitico e pertanto inibiscono nei dipendenti o studenti lo sviluppo della mente capace di sintesi. La mente analitica aiuta a misurare, ordinare e formare il mondo materiale ma rimane vincolata alle esigente di base o meno evolute dell'essere umano. La scuola solitamente tende a soffocare lo sviluppo di idee originali provenienti dalla mente sintetica dei giovani o dei docenti. La scuola predispone le persone a gestire la burocrazia ma con una capacità ridotta di affrontare e superare i problemi professionali, sociali e relazionali o di favorire l'evoluzione sana della società. La formazione universitaria solitamente lascia la mente degli studenti arida e quindi incapace di integrare la creatività, l'umanità, la sapienza e la saggezza nonché le idee originali in futuri ruoli dirigenziali o di responsabilità sul lavoro e nell'ambito sociale e relazionale. Le organizzazioni ed istituzioni spesso cercano di bloccare le persone dotate di una mente capace di sintesi a causa di una mentalità tendente al dominio, al controllo ed allo sfruttamento del lavoratore. Le persone con una mente capace di sintesi sono naturalmente oneste ed equilibrate e pertanto le strutture di potere spesso le percepiscono come soggetti scomodi e da emarginare per evitare che emergano i vizi delle organizzazioni. Le istituzioni ed organizzazioni spesso ignorano che le persone con una mente sintetica sono in grado di apportare ad ogni attività professionale la creatività, l'umanità, la saggezza e sapienza che contraddistingue la loro tipologia caratteriale. Queste persone hanno un'autonomia ed indipendenza che prescinde dai titoli di studio conseguiti nel corso della loro vita. Le persone con una mente sintetica sono pertanto inadatte come subordinati o dirigenti nelle organizzazioni ma possono diventare particolarmente utili in qualità di consulenti-supervisori creativi ed esterni dei problemi e delle realtà lavorative, sociali, relazionali o familiari.

 
 
 

Libro-Guida al counseling transpersonale-Finalità

Post n°187 pubblicato il 05 Settembre 2018 da relavita
 
Foto di relavita

Il libro-Guida al counseling transpersonale è stato scritto al fine di aiutare le persone a riconoscere i problemi principali della società che ostacolano lo sviluppo creativo ed umano dell'individuo. Nella società odierna i cittadini sono spesso inconsapevoli oppure complici delle azioni compiute dai sistemi di potere per limitare la libertà creativa ed umana delle persone o dei gruppi sociali. I cittadini complici delle istituzioni pubbliche e/o private intenzionate a ridurre la creatività nella società spesso sono inclini a deridere o calunniare le persone oneste che cercano di migliorare la qualità di vita di una comunità. Questi cittadini e le istituzioni da cui "dipendono" credono che la qualità di vita possa essere acquistata con il potere a causa della propria ignoranza. Il libro-Guida al counseling transpersonale aiuta il lettore più acuto a riflettere sulle proprie potenzialità interiori utili a sviluppare gradualmente la qualità della propria vita senza dipendere dalle strutture di potere. Il lettore acuto, dopo la lettura del libro, può individuare un nuovo percorso di sviluppo per la propria vita professionale, sociale e privata. Gli incontri di counseling transpersonale possono fornire gli altri strumenti che aiutano la persona a sviluppare una natura creativa ed umana. La società odierna purtroppo tende ad ostacolare questi percorsi di vita originali generati dallo sviluppo integrale delle potenzialità interiori di una persona. Il libro-Guida al counseling transpersonale aiuta il lettore più intuitivo a comprendere anche quali siano le potenzialità interiori da riconoscere ed utilizzare per diventare persone equilibrate, armoniche, sagge e sapienti ed orientate al miglioramento delle condizioni di vita della società. Il libro-Guida al counseling transpersonale stimola il lettore ad evolvere interiormente e pertanto è possibile considerarlo uno strumento terapeutico attraverso la lettura ovvero una sorta di biblio-terapia. Il lettore più attento potrà trovare nel libro gli stimoli necessari a dare un senso ed uno scopo evoluti alla propria vita ed a scegliere senza dipendere dai pareri o dalle imposizioni dei gruppi sociali, delle comunità od istituzioni, delle famiglie oppure della scuola.

 
 
 

Capacità individuale e progetto di vita-creativa.

Post n°186 pubblicato il 23 Luglio 2018 da relavita
 
Foto di relavita

Le persone che vogliono impostare un progetto di vita-creativa hanno bisogno di sviluppare le capacità individuali necessarie per affrontare gli ostacoli posti dalla società di oggi alla loro evoluzione. Nelle famiglie ed alle scuole secondarie oppure all'università i giovani apprendono delle nozioni che li aiuteranno principalmente a svolgere una professione in cui sono richieste competenze tecniche e scientifiche e la razionalità oppure il rispetto e l'adattamento a regole e sistemi di vita presenti nella propria comunità. Le capacità individuali necessarie per sviluppare un progetto di vita-creativa vengono ignorate o represse dalla società per indirizzare i giovani verso i ruoli professionali, sociali e familiari accettati dalla comunità. Nella società odierna persistono molteplici carenze istituzionali, sociali, aziendali, scolastiche e familiari che spesso impediscono ai giovani di sviluppare una vita originale attraverso le proprie capacità creative ed umane. I giovani di buona volontà debbono impegnarsi e faticare duramente se intendono sviluppare le proprie capacità individuali, superare l'ignoranza e l'ottusità presenti nella società e riuscire a progettare una vita-creativa. I giovani solitamente devono impiegare molteplici energie psico-fisiche e psico-spirituali per studiare e ricercare i vari modi e metodi adatti al proprio temperamento ed utili per sviluppare la creatività nella vita quotidiana. I giovani possono sviluppare le proprie capacità anche attraverso molteplici esperienze professionali od interpersonali ed un contatto genuino ed onesto con il mondo interiore transpersonale e spirituale. Nel percorso di sviluppo di queste capacità individuali i giovani avranno bisogno dell'aiuto e sostegno di persone già impegnate da decenni nello sviluppo di una vita creativa ed umana. I giovani che credono di riuscire a procedere nell'evoluzione creativa ed umana contando solo su sé stessi sono spesso persone sprovvedute ed illuse. La persona dotata di una spiccata intelligenza intrapersonale-interpersonale innata può procedere nello sviluppo delle capacità individuali con un ottimo grado di autonomia ed indipendenza mentre per gli altri giovani il percorso è arduo ed equivale a scalare una montagna alta per la prima volta senza essere affiancati da una guida esperta. I giovani privi di umiltà, onestà ed equilibrio possono solo ingannare sé stessi se sperano di sviluppare le proprie capacità creative ed umane attraverso un facile self-help oppure acquisendo nozioni od una formazione superficiale in qualche corso o seminario full-immersion per impiegati, quadri o dirigenti di organizzazioni pubbliche e private.

 
 
 

Evoluzione individuale e rendimento scolastico.

Post n°185 pubblicato il 19 Giugno 2018 da relavita
 
Foto di relavita

Nella scuola secondaria e nelle università di oggi il rendimento scolastico degli studenti viene valutato senza tenere in considerazione l'evoluzione individuale. Lo studente spesso deve svolgere e rispondere da conformista alle interrogazioni, ai test e compiti assegnati durante il percorso di studio senza avere l'opportunità di integrare la cultura derivata dall'evoluzione personale. Le università valutano gli studenti ignorandone la personalità e le attitudini sviluppate nella scuola secondaria. Il rendimento scolastico dello studente dipende invece anche dal grado di sviluppo dell'intelligenza e carattere innati che può essere favorito o limitato dalla cultura sociale, familiare e scolastica. Lo studente più evoluto può subire un calo del rendimento scolastico causato proprio dall'influenza della cultura sociale, familiare e scolastica. Lo studente evoluto viene spesso etichettato come una persona che impegna poche energie e tempo nello studio dei libri e nell'apprendimento delle lezioni dei docenti. Questa tipologia di studenti spesso è considerata distratta ed incapace di apprendere nei dettagli le nozioni a causa dell'ignoranza diffusa nelle strutture scolastiche ed università di oggi. Lo studente evoluto viene anche percepito come un soggetto che vive in un proprio mondo perchè i docenti ed i compagni di classe sono privi di capacità empatiche sufficienti ad entrare in contatto con persone anticonformiste. Questo studente spesso è disinteressato alle nozioni proposte dalla scuola e dalle università perchè vorrebbe apprendere attraverso sistemi più intelligenti delle conoscenze approfondite ed essenziali. Lo studente evoluto può essere perciò oggetto di pregiudizi e preconcetti che causano un calo del rendimento scolastico e provocano sofferenze interiori. Uno studente giovane e ricco di talenti può quindi decidere di abbandonare gli studi dopo la maggiore età per lavorare in proprio oppure avviare un'attività imprenditoriale innovativa. La scuola secondaria e le università perdono così l'opportunità di valorizzare gli studenti evoluti e proporli al mondo del lavoro ed alle istituzioni come futuri dirigenti capaci di innovare. La società odierna spesso causa danni notevoli a sé stessa perchè si priva di persone in grado di innovare e contribuire al miglioramento delle condizioni di vita dei cittadini.

 
 
 
Successivi »
 
 
 

INFO


Un blog di: relavita
Data di creazione: 01/04/2012
 

 

TRADUTTORE

 

LIBRO-GUIDA AL COUNSELING TRANSPERSONALE

 

CONTATTA L'AUTORE

 

ARGOMENTI DEL BLOG

 

INFORMATIVA SULLA PRIVACY

 

LA CREATIVITA' - DOMANDE E RISPOSTE

SEGUI CREATIVITA` IN TWITT

 

ULTIME VISITE AL BLOG

relavitasurfinia60odi_et_amo0Elemento.Scostantemlr777ciaobettina0LadyDark38fugadallanimatempestadamore_1967Coralie.frIrrequietaDacer.250L0RD_BLAKchiarasany
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

 

centro assistenza

 

Blogstreet

 

 
 

Blogarama - Relationships Blogs