la creativita'

spazio di riflessione sul mondo interiore creativo e spirituale delle persone e la relazione con la societa' ed i problemi della vita

 

CONTATTI SUL MIO SITO PER INCONTRI DI COUNSELING

 

PAGINA AUTORE SU GOODREADS

Guida al counseling transpersonale : una sintesi dei problemi di vita superabili con la creatività umana

 

CERCA TAG NEL BLOG CON GOOGLE

 

LIBRI GUIDA AL TRANSPERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Agosto 2018 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
 
 

 

blog search directory

 

 

BlogNews

 
 

 

Capacità individuale e progetto di vita-creativa.

Post n°186 pubblicato il 23 Luglio 2018 da relavita
 
Foto di relavita

Le persone che vogliono impostare un progetto di vita-creativa hanno bisogno di sviluppare le capacità individuali necessarie per affrontare gli ostacoli posti dalla società di oggi alla loro evoluzione. Nelle famiglie ed alle scuole secondarie oppure all'università i giovani apprendono delle nozioni che li aiuteranno principalmente a svolgere una professione in cui sono richieste competenze tecniche e scientifiche e la razionalità oppure il rispetto e l'adattamento a regole e sistemi di vita presenti nella propria comunità. Le capacità individuali necessarie per sviluppare un progetto di vita-creativa vengono ignorate o represse dalla società per indirizzare i giovani verso i ruoli professionali, sociali e familiari accettati dalla comunità. Nella società odierna persistono molteplici carenze istituzionali, sociali, aziendali, scolastiche e familiari che spesso impediscono ai giovani di sviluppare una vita originale attraverso le proprie capacità creative ed umane. I giovani di buona volontà debbono impegnarsi e faticare duramente se intendono sviluppare le proprie capacità individuali, superare l'ignoranza e l'ottusità presenti nella società e riuscire a progettare una vita-creativa. I giovani solitamente devono impiegare molteplici energie psico-fisiche e psico-spirituali per studiare e ricercare i vari modi e metodi adatti al proprio temperamento ed utili per sviluppare la creatività nella vita quotidiana. I giovani possono sviluppare le proprie capacità anche attraverso molteplici esperienze professionali od interpersonali ed un contatto genuino ed onesto con il mondo interiore transpersonale e spirituale. Nel percorso di sviluppo di queste capacità individuali i giovani avranno bisogno dell'aiuto e sostegno di persone già impegnate da decenni nello sviluppo di una vita creativa ed umana. I giovani che credono di riuscire a procedere nell'evoluzione creativa ed umana contando solo su sé stessi sono spesso persone sprovvedute ed illuse. La persona dotata di una spiccata intelligenza intrapersonale-interpersonale innata può procedere nello sviluppo delle capacità individuali con un ottimo grado di autonomia ed indipendenza mentre per gli altri giovani il percorso è arduo ed equivale a scalare una montagna alta per la prima volta senza essere affiancati da una guida esperta. I giovani privi di umiltà, onestà ed equilibrio possono solo ingannare sé stessi se sperano di sviluppare le proprie capacità creative ed umane attraverso un facile self-help oppure acquisendo nozioni od una formazione superficiale in qualche corso o seminario full-immersion per impiegati, quadri o dirigenti di organizzazioni pubbliche e private.

 
 
 

Evoluzione individuale e rendimento scolastico.

Post n°185 pubblicato il 19 Giugno 2018 da relavita
 
Foto di relavita

Nella scuola secondaria e nelle università di oggi il rendimento scolastico degli studenti viene valutato senza tenere in considerazione l'evoluzione individuale. Lo studente spesso deve svolgere e rispondere da conformista alle interrogazioni, ai test e compiti assegnati durante il percorso di studio senza avere l'opportunità di integrare la cultura derivata dall'evoluzione personale. Le università valutano gli studenti ignorandone la personalità e le attitudini sviluppate nella scuola secondaria. Il rendimento scolastico dello studente dipende invece anche dal grado di sviluppo dell'intelligenza e carattere innati che può essere favorito o limitato dalla cultura sociale, familiare e scolastica. Lo studente più evoluto può subire un calo del rendimento scolastico causato proprio dall'influenza della cultura sociale, familiare e scolastica. Lo studente evoluto viene spesso etichettato come una persona che impegna poche energie e tempo nello studio dei libri e nell'apprendimento delle lezioni dei docenti. Questa tipologia di studenti spesso è considerata distratta ed incapace di apprendere nei dettagli le nozioni a causa dell'ignoranza diffusa nelle strutture scolastiche ed università di oggi. Lo studente evoluto viene anche percepito come un soggetto che vive in un proprio mondo perchè i docenti ed i compagni di classe sono privi di capacità empatiche sufficienti ad entrare in contatto con persone anticonformiste. Questo studente spesso è disinteressato alle nozioni proposte dalla scuola e dalle università perchè vorrebbe apprendere attraverso sistemi più intelligenti delle conoscenze approfondite ed essenziali. Lo studente evoluto può essere perciò oggetto di pregiudizi e preconcetti che causano un calo del rendimento scolastico e provocano sofferenze interiori. Uno studente giovane e ricco di talenti può quindi decidere di abbandonare gli studi dopo la maggiore età per lavorare in proprio oppure avviare un'attività imprenditoriale innovativa. La scuola secondaria e le università perdono così l'opportunità di valorizzare gli studenti evoluti e proporli al mondo del lavoro ed alle istituzioni come futuri dirigenti capaci di innovare. La società odierna spesso causa danni notevoli a sé stessa perchè si priva di persone in grado di innovare e contribuire al miglioramento delle condizioni di vita dei cittadini.

 
 
 

Il transpersonale ferito.

Post n°184 pubblicato il 10 Maggio 2018 da relavita
 
Foto di relavita

I sistemi di potere diffusi nella società odierna possono causare ferite profonde alla sfera transpersonale dei cittadini. Le persone solitamente ignorano gli effetti prodotti dalle ferite interiori alla propria sfera transpersonale. Questa tipologia di ferite della sovracoscienza si rendono visibili alla persona soltanto dopo aver compiuto dei progressi nel percorso evolutivo verso il livello spirituale. Le ferite transpersonali, analogamente ad una invalidità fisica, limitano la libertà e l'espressione degli esseri umani nella vita professionale, sociale e privata. Le persone ferite nell'anima e nello spirito sono dominate e sottomesse più facilmente dai sistemi di potere perché interiormente sussistono dei blocchi che impediscono l'emancipazione. Il transpersonale ferito determina nella persona un'impossibilità di formare nuove abilità e capacità utili per superare i problemi della vita e contemporaneamente mantenere la libertà creativa ed umana. Il transpersonale ferito causa ad ogni persona un comportamento inibito ed intimorito nel rapporto con le organizzazioni, istituzioni e strutture di potere. La persona ferita nel transpersonale tende a diventare un adulto che ha bisogno di referenti sul lavoro, in famiglia e nell'ambito sociale per scegliere cosa fare nella vita quotidiana. Il transpersonale dovrebbe invece aiutare la persona a divenire un adulto capace di compiere scelte di vita creativa ed umana con un grado elevato di indipendenza ed autonomia. I cittadini feriti nel proprio transpersonale spesso si accontentano di diventare degli esecutori di ordini impartiti dalle istituzioni od organizzazioni anziché dare un contributo all'evoluzione ed al miglioramento delle condizioni di vita della società. Le persone ferite nel transpersonale riproducono gli errori ed i danni compiuti dai loro referenti o superiori nella società senza prendere coscienza delle lesioni procurate alla propria vita professionale, sociale e privata. Nell'ambito della psicoanalisi si pensa che le ferite sedimentate nell'inconscio inferiore possano causare limitazioni alla vita normale e razionale della persona. Nell'ambito del counseling transpersonale si ritiene che le ferite sedimentate nella sfera del sacro possano causare limitazioni alla vita creativa, umana ed evoluta di una persona.

 
 
 

Crescita spirituale ed austerità.

Post n°183 pubblicato il 03 Aprile 2018 da relavita
 
Foto di relavita

La crescita spirituale viene spesso associata dai cittadini ad una sorta di vocazione interiore che arriva alla persona e la induce a trascorrere una vita austera nei monasteri o conventi, nella comunità spirituale o nelle strutture appartenenti alla chiesa. L'austerità della persona spirituale viene spesso suggerita o stimolata dalla mentalità pseudoreligiosa diffusa nella società odierna. La crescita spirituale di una persona è invece una naturale propensione di ogni essere umano che accetta di diventare completamente adulto dopo la maggiore età. L'austerità dovrebbe quindi rientrare tra i molteplici atteggiamenti evoluti della persona realmente adulta e spirituale che contribuiscono alla riduzione dell'avidità ed avarizia nelle comunità. L'austerità può caratterizzare temporaneamente lo stile di vita di una persona impegnata in un faticoso percorso di crescita spirituale. Le persone dedite a questo percorso evolutivo hanno meno energie psicofisiche da destinare ad una vita frenetica e consumistica e perciò a causa della mentalità pseudoreligiosa diffusa nella società possono subire una riduzione del proprio reddito. I cittadini e le classi dirigenti infatti tendono a premiare l'efficenza e la produttività delle persone e mortificano la loro evoluzione spirituale anche se può contribuire allo sviluppo ed all'umanizzazione della società. La vita delle persone impegnate in un percorso di crescita spirituale può diventare austera anche per anni a causa della carenza di altruismo della società. Le classi dirigenti con una mentalità pseudoreligiosa credono infatti che un percorso di crescita spirituale della persona debba essere vissuto al di fuori degli ambienti di lavoro, familiari e sociali perchè temono la perdita del proprio potere. Le persone spirituali sono infatti in grado di mettere in discussione la disonestà diffusa tra le classi dirigenti e di costituire un ostacolo allo sviluppo costante della loro avidità ed avarizia. Le persone spirituali possono sostenere la crescita sana, creativa ed umana delle organizzazioni, di famiglie e gruppi sociali o delle istituzioni.

 
 
 

Stress, frenesia e sviluppo delle qualità umane.

Post n°182 pubblicato il 19 Febbraio 2018 da relavita
 
Foto di relavita

Lo stress derivato dalla frenesia delle persone nella società odierna costituisce spesso l'ostacolo principale allo sviluppo di diverse qualità umane interiori. Nelle organizzazioni la produzione frenetica sul lavoro determina spesso un incremento dello stress nei dipendenti e della superficialità ed approssimazione del loro operato. Questi dipendenti tendono a ridurre il proprio livello di onestà, l'empatia e la capacità di creare molteplici rapporti di lavoro nell'organizzazione e nel mondo esterno. Nelle famiglie i figli incentivati a superare rapidamente gli esami all'università sviluppano tensioni emotive interiori che possono impedirgli di sviluppare la propria sapienza e di apprendere in modo originale attraverso l'utilizzo delle risorse interiori. Nelle relazioni sociali o di amicizia la frenesia può incrementare il livello dell'emotività ed attenuare la vitalità interiore delle persone e la volontà di esprimersi con altruismo nella società. Nei rapporti di coppia la frenesia sviluppa tensioni e stress e può ridurre la capacità di gioire insieme, la volontà di conoscersi profondamente e la fiducia generata dalla comunione di progetti, esperienze ed eventi della vita. L'atteggiamento di frenesia diffuso nella società impedisce inoltre ai cittadini di trovare gli spazi sufficienti per sviluppare le qualità umani interiori utili anche per ridurre i problemi ed i mali presenti negli ambienti di lavoro, sociali e familiari. Le organizzazioni in cui domina la frenesia nell'operato dei dipendenti falsificano maggiormente i dati e la realtà, frammentano l'attività lavorativa ed i rapporti interpersonali, riducono la qualità del lavoro ed incrementano gli sprechi ed i costi. Nelle famiglie in cui i figli studiano con frenesia l'apprendimento è spesso finalizzato soltanto ad ottenere rapidamente la laurea che ovviamente diventa un bagaglio di nozioni anzichè uno strumento per lo sviluppo di abilità innate e dell'intelligenza creativa dello studente. Nei rapporti sociali e di amicizia la frenesia impedisce alle persone di approfondire la relazione con sé stesse e di trovare successivamente un modo per essere umane ed amorevoli nel mondo e creare legami felici. Nei rapporti di coppia la frenesia porta spesso le persone a diventare infelici ed incapaci di amarsi nel rispetto del proprio temperamento innato e di costruire il legame anche con molteplici esperienze e scelte volute e vissute insieme.

 
 
 
Successivi »
 
 
 

INFO


Un blog di: relavita
Data di creazione: 01/04/2012
 

TRADUTTORE

 

LIBRO-GUIDA AL COUNSELING TRANSPERSONALE

 

CONTATTA L'AUTORE

 

ARGOMENTI DEL BLOG

 

sito internet

 

INFORMATIVA SULLA PRIVACY

 

LA CREATIVITA' - DOMANDE E RISPOSTE

SEGUI CREATIVITA` IN TWITT

 

ULTIME VISITE AL BLOG

anima_on_linezanzibardgl13ImmaginiOriginaliamorino11relavitasurfinia60cuspides0severusfLa_gallina_ina_inafalco1941costanzatorrelli46cherrycocoalaska_iceLSDtrip
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
forum
 

sito

 

centro assistenza

 

Blogstreet

 

 
 

Blogarama - Relationships Blogs