Memory!!

Unforgettable!!

 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Novembre 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30  
 
 

 

« ...... »

....

Post n°19 pubblicato il 25 Dicembre 2010 da Ama_my1

sogno di Natale..

che giornata…
cielo grigio e senza luce, piove ...
e le gocce che si rincorrono a rompicollo giù per i vetri han davvero poco di giocoso…
sembrano piuttosto gli schizzi dell' onde che infuriano…
attorno al vascelletto sballottato nell'exvoto ...
per questo forse oggi sarò inseguita da melanconie...
e da riti mancati…
però, se "leggersi" ...
insomma sapere che c'è qualcuno da qualche parte…
e che l'incrociarsi delle parole non è dunque un solitario…
allora si….che fulmini e tuoni là fuori!...
Micio, si sarebbe accovacciato sulle mie gambe dalla paura!..
ma poi subito tranquillizzato, sentendo il tepore della mia calma…
Cosa sarà??..forse…
MI "ringhiano" dietro "le occasioni perdute"??
No,no ... direi piuttosto che com-portano una sorta di "struggimento"…
sì, struggimento…
non so come voi usate questa parola…
- del resto anche qui è caduta in disuso –
e perciò non so se riesco a spiegare ...
Tu non ci pensi mai?....
Non ricordo che poeta dedica dei versi all'incontro con l'amore quando meno te l'aspetti…
e/o nelle situazioni più diverse o comuni e quotidiane…
a rappresentare l'accostamento fra li piccolo e modesto (che so, grattarsi il naso)…
ed il grande e straordinario, appunto l'amore ...
Ma tutta la vita non è un po' così?..
una scelta, una decisione neppure tanto meditata o addirittura una dimenticanza…
e la vita prende un altro corso, attraverserà altri territori…
disegnerà altre ansa, precipiterà in altri salti ...
magari sfocerà in un altro mare...
Hai svoltato a destra invece che a sinistra…
hai detto no invece di sì, non ti sei voltato indietro ...
Già voltarsi indietro...
in uno scritto un uomo ed una donna costruiscono due loro vite che non si incontreranno mai più, perché lui una volta non si è voltato indietro...
gli è mancato un semplice "voltarsi" ed ha perso l'occasione di ricucire come lei era pronta a fare.. e saranno due vite affaticate e grigie…
mentre forse sarebbero potute essere luminose e piene di gioia ...
Naturalmente so bene che ieri sarei potuta uscire di casa mezz'ora prima e finire sotto un tir ... Insomma, so bene che c'è sempre anche il rovescio della medaglia, ma perché non dovrei soffermarmi su quel che mi interessa di più??...

............................................

Sentivo da un pezzo sul capo inchinato tra le braccia come l'impressione d'una mano lieve, in atto tra di carezza e di protezione. Ma l'anima mia era lontana, errante pei luoghi veduti fin dalla fanciullezza, dei quali mi spirava ancor dentro il sentimento, non tanto però che bastasse al bisogno che provavo di rivivere, fors'anche per un minuto, la vita come immaginavo si dovesse in quel punto svolgere in essi.

Era festa dovunque: in ogni chiesa, in ogni casa: intorno al ceppo, lassù; innanzi a un Presepe, laggiù; noti volti tra ignoti riuniti in lieta cena; eran canti sacri, suoni di zampogne, gridi di fanciulli esultanti, contese di giocatori... E le vie delle città grandi e piccole, dei villaggi, dei borghi alpestri o marini, eran deserte nella rigida notte. E mi pareva di andar frettoloso per quelle vie, da questa casa a quella, per godere della raccolta festa degli altri; mi trattenevo un poco in ognuna, poi auguravo:

- Buon Natale - e sparivo...

Luigi Pirandello "sogno di Natale"

 
 
 
Vai alla Home Page del blog
 
 

INFO


Un blog di: Ama_my1
Data di creazione: 02/04/2010
 

Un bel di vedremo
"Puccini"

................

Un bel dì, vedremo
levarsi un fil di fumo
sull'estremo confin del mare.
E poi la nave appare.
Poi la nave bianca
entra nel porto,
romba il suo saluto.

Vedi? È venuto!
Io non gli scendo incontro. Io no.
Mi metto là sul ciglio del colle e aspetto,
e aspetto gran tempo
e non mi pesa,
la lunga attesa.

E uscito dalla folla cittadina,
un uomo, un picciol punto
s'avvia per la collina.
Chi sarà? chi sarà?
E come sarà giunto
che dirà? che dirà?
Chiamerà Butterfly dalla lontana.
Io senza dar risposta
me ne starò nascosta
un po' per celia
e un po' per non morire
al primo incontro;
ed egli alquanto in pena
chiamerà, chiamerà:
"Piccina mogliettina,
olezzo di verbena"
i nomi che mi dava al suo venire.

Tutto questo avverrà,
te lo prometto.
Tienti la tua paura,
io con sicura fede l'aspetto.