Creato da Raf_ADMOpiemonte il 13/06/2007

Non siamo isole

Storia di un seme che morendo fa nascere un grande albero

 

« Le parole di un papàEmanuela »

I giovani di oggi mi piacciono

Vent'anni fa avevo la loro età e stavo vivendo esperienze che avrebbe impresso una certa piega a tutta la mia vita. Ed è anche per questo che i messaggi che mi scrivono i ragazzi, a seguito di un incontro nella loro scuola, mi piacciono tutti: sono veri, semplici e diretti, mi danno tanta speranza! Da quarantenne posso non condividere la scelta di chi dice di "no, non me la sento". Ma da ex-ventenne la capisco e la accetto con serenità.

Ciao!!!! si, voglio continuare e infatti attendevo la mail. Comunque ci sono per continuare con ADMO e attendo ulteriori informazioni! Sascia

Guardi grazie per l'informazione ma per il momento non sono intenzionato a donare il midollo magari più avanti se troverò il coraggio! Luca

La mia posizione riguardo alla possibilità di diventare un potenziale donatore di midollo è rimasta del tutto invariata nel corso di questi anni e pertanto è con piacere che accolgo la sua proposta. Attendo dunque sue precise istruzioni. Claudio

In questo periodo ho riflettuto molto su quell'incontro e devo ammettere che ciò che avete raccontato mi ha colpita molto. Mi piacerebbe finalmente procedere con le "pratiche" per poter diventare potenziale donatrice. Giulia

Buongiorno! sono Elena, mi scuso se le rispondo solo ora ma sono stata molto impegnata in questo periodo e volevo risponderle con calma. Ho pensato seriamente a questa donazione, ma mi sono resa conto che forse a oggi non sono ancora pronta, non dal punto di vista fisico ma da quello della "coscienza e responsabilità". Le dico anche che finalmente sono diventata una donatrice di sangue, e questo mi ha fatto sentire molto realizzata! però la differenza tra donazione di midollo o di sangue è proprio questa.. se il sangue posso donarlo quando voglio (o quasi) per il midollo non è così..metti che mi chiamano quando sono impegnata a fare qualcosa di importante..non me la sento ora di dire sì e poi magari cambiare idea all'ultimo facendo perdere le speranze a qualcuno..e soprattutto avrei i sensi di colpa per tutta la vita! Però credo che tra qualche anno ci risentiremo, magari quando avrò qualche certezza in più della mia vita (università, lavoro ecc..) Nel frattempo la ringrazio moltissimo, ci risentiamo presto!

Ciao,  ho 18 anni, ho assistito al vostro dibattito nella mia scuola e sono rimasto molto colpito, soprattutto dalla storia del tuo caro cugino! Mi ci rispecchio molto nella tua storia. Nel giugno 2009 toccò anche a me salutare il mio cugino... Lui era il mio più grande riferimento, come un fratello, come un maestro e pur troppo adesso mi tocca viaggiare nella mia vita con lui che è dall'altra parte del cammino! Dovevamo anche noi provare il trapianto di midollo ma ormai si era fatto troppo tardi. I miei genitori sono a conoscenza della mia decisione e ovviamente ne sono d'accordo. Credo che mio cugino con il vostro incontro mi abbia voluto far capire quanto sia importante aiutare le persone che combattono contro queste malattie. Attendo vostre notizie! Grazie di cuore... L.

 

Ciao, aspettavo vostre notizie da un po' =)
Ovviamente sono ancora disponibile per la donazione, ho fatto un po' di ricerche per conto mio, e fondamentalmente non mi costa nulla farlo.
Se non altro, è una buona azione in mezzo a tutti gli sbagli che si possono commettere.
Quindi rimango in attesa di sapere quando si farà il test di idoneità =)
Ciao! Luca

 Penso che diventare donatore di midollo osseo sia un gesto di grande umanità. Io sono pronta per affrontare eventualmente questo percorso, cosciente del fatto che ciò significa salvare una vita. Il fatto che ci possano essere dei rischi non mi impedisce comunque di prendere questa decisione perchè le probabilità che possano esserci delle complicazioni sono sicuramente più basse delle probabilità che la persona che ha bisogno del mio midollo osseo possa morire.
Perciò inviami pure il modulo.
Un saluto, Sabrina.


Fra queste righe c'è il lavoro di un'associazione, l'ADMO, che guarda al futuro. Perché il Registro Italiano dei donatori di midollo/cellule staminali sta invecchiando: un numero sempre maggiore di donatori saranno presto cancellati per superamento del limite d'età di 55 anni; la prospettiva tra il 2011 e il 2020 è di chiudere il bilancio delle entrate/uscite di donatori italiani sempre più in passivo.
La sfida di oggi è coinvolgere i più giovani non solo emotivamente, per evitare che, smorzato l'entusiasmo inziale, sul più bello -nel momento cruciale in cui potranno salvare una vita umana- dicano: "Ora non me la sento più".

Parlare loro del significato della solidarietà è anzitutto un viaggio dentro a noi stessi. Quando ti ascoltano seri, essi si aspettano sincerità e condivisione di valori che possano farli sentire parte della comunità degli adulti, in cui stanno muovendo i primi passi da pari a pari.

Vi è mai capitato di condividere i vostri valori in pubblico? Come avete vissuto quell'esperienza? 

 
Commenta il Post:
* Tuo nome
Utente Libero? Effettua il Login
* Tua e-mail
La tua mail non verrà pubblicata
Tuo sito
Es. http://www.tuosito.it
 
* Testo
 
Sono consentiti i tag html: <a href="">, <b>, <i>, <p>, <br>
Il testo del messaggio non può superare i 30000 caratteri.
Ricorda che puoi inviare i commenti ai messaggi anche via SMS.
Invia al numero 3202023203 scrivendo prima del messaggio:
#numero_messaggio#nome_moblog

*campo obbligatorio

Copia qui: