I VERDETTI DELLA DOMENICA

Post n°331 pubblicato il 20 Maggio 2007 da capuozzotoni
Foto di capuozzotoni

Nel girone H risultati importanti nelle gare di spareggio. L'Aversa supera nei tempi supplementari un ostica Barletta che ha venduto cara la pelle. Il risultato finale di 3 a 2 per gli aversani la dice lunga sulla difficoltà di metch spettacolare. L'Aversa dunque si è qualificata per le succevi fasi della speciale competizione. In zon play out questi i risultati. Finisce in parità Sporting Genanzo - Bitonto (0 a 0), mentre il Lavello supera per 2 a 1 l'Ebolitana. Per i risultati definitivi occorrerà aspettare la sfida di ritorno.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

AVERSA - BRINDISI SU STUDIO 100 Tv (925 di SKY)

Post n°330 pubblicato il 12 Maggio 2007 da capuozzotoni

Studio 100 trasmetterà in diretta televisiva terrestre e satellitare l’ incontro di calcio Aversa – Brindisi, primo turno dei play-off di serie D, in programma domenica 13 maggio (ore 15.00) .

Il collegamento televisivo comincerà alle 14.50. La telecronaca, curata da Fabrizio Caianiello, sarà diffusa integralmente sulle frequenze terrestri di Studio 100 TV (esclusivamente per la zona di Brindisi) ed in eurovisione sul canale satellitare Studio 100 SAT (ch.925 della piattaforma SKY). Un’occasione unica per i tifosi delle due squadre sparsi in ogni parte d’Italia e d’Europa.

Inoltre gli editori di Studio 100 ringraziano il Comitato Interregionale della FIGC e la società Aversa Normanna nella persona del Presidente Giovanni Spezzaferri per la straordinaria collaborazione offerta per la realizzazione del servizio.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

STAGIONE FINITA, ECCO IL BILANCIO

Post n°329 pubblicato il 09 Maggio 2007 da capuozzotoni
Foto di capuozzotoni

E’ finita. Di calcio giocato se ne riparlerà il prossimo agosto. Nessuna gara, nessun spareggio. La stagione per il Sant’Antonio Abate finisce qui. Al settimo posto. Nel gruppone. Nella pancia di un raggruppamento equilibrato e capace di capovolgimenti anche clamorosi. Come un ciclista mestamente raggiunto a metà della salita. Proprio quando occorreva sferrare il più poderoso attacco. Una posizione anonima, dunque, che mette la parola fine ad un campionato che lascia l’amaro in bocca. E’ inutile girarci intorno. Sarà anche una matricola. Sarà anche l’inesperienza. Sarà anche la sfortuna. Il Sant’Antonio Abate chiude mestamente un campionato dominato a metà. E lo chiude nel peggiore dei modi e non solo per quello che si è visto in campo nel girone di ritorno. Troppe le brutte sconfitte inanellate. Il titolo di campione d’inverno conquistato con merito lascia spazio ad un 2007 maledetto. Ma non è solo il campo a determinare il fallimento di una stagione programmata per essere vincenti. Vivo e costante è l’impegno della società, che ha operato non sempre agevolmente. Avrà commesso anche i suoi errori ma può essere ampiamente giustificata dall’inesperienza in Interregionale (ritrovata dopo 19 anni). Il vero fallimento di quest’anno è quello dei tifosi. Capace di nascondere la debacle del campo. Giù il cappello a quanti ogni domenica, sugli spalti hanno incoraggiato e spinto la propria squadra del cuore. Onore e merito ai tantissimi appassionati, giovani e meno giovani, che durante la settimana hanno dato calore e stima alla squadra. Apprezzamento puro a coloro che si sono definiti ultrà, e che lo hanno fatto nel modo più civile e rispettabile possibile. Tra folklore e passione. Ma non possono accettarsi gli incidenti verificatisi durante la stagione. Prima la squalifica del campo dopo la gara casalinga con l’Ippogrifo Sarno, alla 15° di andata, poi la pioggia di sanzioni pecuniarie ed infine la vile aggressione alla terna arbitrale al porto di Ischia. Un episodio gravissimo, punito con la squalifica del Comunale fino al 2007. Un Comunale che era divenuto la casa di tutti gli abatesi. Di quelli che vivevano tra folklore e passione. La giustizia ordinaria farà il suo corso nei confronti dei pochi, isolati responsabili, ma resta l’amaro in bocca. E’ stato questo il vero fallimento, in una stagione programmata per vincere. Per sorridere. Per assaporare il vero gusto dello sport. Per provare a trasformare il sogno in realtà. Vanificati tutti gli sforzi fatti dalla società e compromettendo anche il prossimo anno. Già, la prossima stagione sarà tutta da programmare. Magari partendo proprio dal ricostruire un ambiente che si è spaccato già troppe volte. Diviso. Lacerato. Anche dilaniato. C’è tempo e modo per programmare ma occorre farlo subito e con attenzione. Ogni dettaglio non può e non deve essere più trascurato. E’ questo l’arduo compito di una società che dovrà anche saper assumere decisioni impopolari. Perché quanto accaduto possa servire da lezione. Tutto, purché si possa rivive il calcio a Sant’Antonio Abate, in quel Comunale che, purtroppo, resterà chiuso a lungo. Per tornare a respirare il calcio, con una nuova e maturata convinzione sportiva. Per tornare a tifare per i colori giallorossi tra folklore e passione.

Antonio Cavallaro

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

VERTOLOMO: "STO PENSANDO DI LASCIARE"

Post n°328 pubblicato il 08 Maggio 2007 da capuozzotoni

“Per un punto Martin perse la cappa” - recita il proverbio – e per un punto il Sant’Antonio Abate non accede ai play – off togliendo così lustro ad un campionato che pure l’aveva visto protagonista per tre-quarti del torneo.
Sul campo neutro di Città S.Angelo i giallorossi non sono riusciti ad andare oltre il pareggio contro un Bitonto che comunque non è riuscito ad evitare la lotteria dei play-out e si è visto scavalcare anche da Barletta e Brindisi che ora andranno a disputarsi gli spareggi in compagnia dell’Aversa e del sorprendente Grottaglie.
Davvero un peccato perché fino a pochi minuti dalla fine il Sant’Antonio Abate era in vantaggio grazie ad un gol di Capuccilli giunto al quarantesimo minuto ma proprio allo scadere un gol di Laviano ha spento le residue speranze degli abatesi condannandoli ad una classifica bugiarda rispetto a ciò che si è visto per buona parte del campionato. Del resto però l’ambiente non aveva più motivazioni. I fatti di Ischia e la conseguente squalifica del campo hanno finito di abbattere un ambiente già demoralizzato da parecchie settimane, deluso per una stagione che avrebbe potuto regalare qualche soddisfazione in più e contestato dagli stessi tifosi che avrebbero sperato in colpo d’orgoglio della squadra in queste ultime partite. Il colpo d’orgoglio però non c’è stato. Il Sant’Antonio Abate chiude il campionato con il magro bottino di un solo punto nelle ultime quattro partite ed il rimpianto di aver gettato via un campionato che sarebbe stato da considerare positivo in caso di raggiungimento dei play-off ma che diventa negativo soprattutto in seguito al danno d’immagine dovuto ai recenti fatti di Ischia. “E’stato un pareggio doloroso ma tutto sommato giusto” – ha dichiarato a fine gara il presidente Raffaele Vertolomo – “E’ stata una partita equilibrata dove entrambe le squadre meritavano di vincere. Anche il Bitonto ha avuto parecchie occasioni. Certo fa male essere raggiunti nel finale perdere i play-off ma il calcio, si sa, è così. A questo punto il bilancio della stagione diventa negativo. Ci eravamo illusi di poter vincere il campionato e poi anche di poter accedere ai play-off che non sono arrivati. La mazzata è arrivata con la lunga squalifica del campo che condizionerà moltissimo i nostri programmi futuri. Abbiamo presentato il ricorso dal quale ci aspettiamo uno sconto anche modesto in quanto la pena che ci è stata inflitta mi sembra eccessiva. Dal suo esito dipendono molto i nostri programmi futuri e le nostre ambizioni”. Sulle voci che parlano di un suo possibile abbandono il presidente Vertolomo dichiara: E’ vero, sto pensando di abbandonare il calcio. Quasi sicuramente l’anno prossimo il Sant’Antonio Abate dovrà fare a meno di me”


Vincenzo Basso (dal "Corriere del pallone del 8/5/2007

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

IL DS GALASSO: LAVOREREMO PER FAR GRANDE IL S.ANTONIO

Post n°327 pubblicato il 07 Maggio 2007 da capuozzotoni

E' un Galasso molto amareggiato quello che ci offre le sue considerazioni sulla partita di quest'oggi contro il Bitonto e sulla mancata qualificazione ai play-off: "Siamo tutti molto dispiaciuti per quanto è accaduto quest'oggi. Pensevamo di avere la vittoria in pugno ed invece tutto è svanito a pochi secondi dal termine dell'incontro. Meritavamo noi di vincere, soprattutto se si pensa che poco prima del loro goal avevamo avuto anche l'opportunità di raddoppiare. Il calcio è davvero uno sport strano, non sempre vince il più forte. Adesso, però, bisogna ricominciare con la stessa forza d'animo e cercare di far ritornare grande il Sant'Antonio. Lo dobbiamo ai tifosi e a tutti quelli che ci sono stati vicini in quest'ultimo tribolato periodo."

(Gennaro Santarpia - www.tifosiabatesi.it)

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

ZOOM SULLE GIOVANILI: PAREGGIANO I MINI ALLIEVI

Post n°326 pubblicato il 07 Maggio 2007 da capuozzotoni

Gamba-S. A Abate 1 - 1

GAMBA: Troise, Buono, Urso, Vollero, D’Isanto,  lubrano, Coppola, Lucignano, Chiavo, Ciotola, Castaldo,:  A disp: D’Avino

All.Marigliano

AC.  S. ANTONIO ABATE: Battaglia; Esposito(De Martino)  ,Vitello(Santarpia); Alfano(Scarpa); Langella, De Riso; Ingenito Arpaia(Paolino) Aprea (Palomba), Circiello(Previdera); Cascone

all Minichini                                               

Reti:APREA.Lubrano

Monteruscello: il Gamba con una buona prestazione costringe al pari la più tecnica formazione giallo rossa. Il S.A.Abate comincia col piede giusto l’incontro e dopo appena 7’ Aprea con un secco sinistro trafigge Troise. Gli ospiti dopo la traversa piena presa da Circiello, pensando di essere ormai padroni della partite, si concedono un gioco molto fraseggiato e lezioso che alla fine finisce per favorire il Gamba che conquista il centrocampo con il suo gioco duro e aggressivo. Al 20 su calcio d’angolo Lubrano insacca di Testa. Nel secondo tempo i Giallorossi mettono una marcia in più costringendo i locali a difendersi, ma gli innumerevoli attacchi  non vengono concretizzati anche per la bravura della difesa avversaria. Al 35 l’ L’arbitro Ciotola, Ottima tra l’altro la sua prestazione, su un fallo di mano in piena area di rigore, nega un calcio di rigore al S.A.Abate, che poteva premiare la meritata supremazia tecnica e tattica della squadra ospite.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

SCAFATESE IN C2, GLI AUGURI DEL SANT'ANTONIO ABATE

Post n°325 pubblicato il 06 Maggio 2007 da capuozzotoni

L'A.C. Sant'Antonio Abate formula i più sentiti auguri per la promozione della Scafatese Calcio tra i professionisti. Il ritorno in C2 della squadra salernitana rappresenta sicuramente un traguardo ambizioso ma pienamente meritato in relazione agli sforzi profusi. Un esempio da seguire per essere vincenti. Allo staff dirigenziale, tencico, ai calciatori e ai tifosi canarini vanno i migliori auguri ed un forte in bocca al lupo per la prossima stagione.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

QUESTI I VERDETTI NEL GIRONE H

Post n°324 pubblicato il 06 Maggio 2007 da capuozzotoni

Promossa in C2 il Noicattaro;
Play off (primo turno domenica 13 giugno): Aversa - Brindisi e Grottaglie - Barletta;
Play out (domenica 20 giugno): Bitonto - Sporting Genzano e Ebolitana - Lavello;
Retrocedono in Eccellenza: Leon. Altamura e Petacciato

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

SANT'ANTONIO ABATE - BITONTO LIVE

Post n°323 pubblicato il 06 Maggio 2007 da capuozzotoni
Foto di capuozzotoni

Parziale fine primo tempo 0-0

Primi 45 minuti di parità nella gara che si disputa sul neutro di Città Sant'Angelo. Buona prestazione dei giallorossi. Da annotare il palo colpito intorno alla mezz'ora dal centravanti Gallicchio.

FINALE DELLA GARA 1-1

Finisce in parità la sfida tra Sant'Antonio Abate ed il Bitonto. Al 40' st porta in vantaggio i suoi Capuccilli. Risponde in pieno recupero il Bitonto con Laviano.
La squadra abatese esce dai play off e chiude il campionato di serie D al 7° posto. Per il Bitonto la sfida con lo Sporting Genzano per i play out.

LA GARA

SANT'ANTONIO ABATE: Vitale; Battinelli, D'Aniello, Pisano, De Girolamo; Rufini (13' s.t. Somma), Ferraioli (23' st Bizzari), Manzo; Gallicchio, Martone (16' s.t. Tortora), Capuccilli. A disp.: D'Auria, Calabrese, Del Sorbo, Mazzariello. All.: Gargiulo.

BITONTO: Montagna; Ronzullo, Camasta, Zaccaro, Pellegrino (39' s.t. Buonaventura); Pascalicchio (28' s.t. Cantatore), Dentamaro, Cimadoro, Buttazoni (35' s.t. Fumai); Laviano, Tenzone. A disp.: Lacchello, Raimondi, De Sario, Suriano. All.: La Cava.

ARBITRO: Giallanza di Catania

RETI: 40' s.t. Capuccilli (S), 47' Laviano (B)

Città Sant'Angelo - Il pareggio di Città Sant'Angelo condanna il Bitonto a giocarsi la salvezza nella lotteria dei play-out con lo Sporting Genzano. Di fronte c'era un S. Antonio Abate motivato (costretto a vincere per approdare ai play-off, poi sfuggiti). La prima emozione arriva al 9' quando Tenzone non inquadra di poco lo specchio della porta. Al 10' la risposta dei campani con Capuccilli che sfiora il palo. Al 21' il Bitonto ha l’occasionissima per passare in vantaggio, ma Laviano spreca. Al 28' i padroni di casa gridano al gol, ma la conclusione di Gallicchio è alta. Al 31' pareggio nel computo dei legni. Punizione di Cimadoro dalla destra e palla in area per Pascalicchio che in spaccata anticipa tutti, mandando la palla ancora sulla traversa. Al 35' ancora Cimadoro protagonista. Questa volta la conclusione del talentuoso centrocampista pugliese finisce sull'esterno della rete. L’ultimo acuto del primo tempo arriva al 44' quando Camasta va vicinissimo al vantaggio. Tante emozioni anche nella ripresa. Al 12' ci prova Capuccilli che impegna a terra Montagna. Il Bitonto cresce e cerca di stringere i tempi. Al 27' Butazzoni crossa in area per Laviano che arriva però in ritardo. Non sbaglia, invece, Capuccilli imbeccato dal neo entrato Tortora. Il Bitonto accusa il colpo ma reagisce. Al 36' Ronzullo lancia Tenzone che in area tira a colpo sicuro, ma Vitale salva. Al 46' il Bitonto rischia il ko. Tortora in contropiede si presenta di fronte al portiere Montagna che salva porta e risultato. Al 48' all’ultimo assalto il Bitonto pareggia con Laviano, freddo in area di rigore. Ma non è finita, visto che al 50' lo stesso Laviano a porta vuota colpisce il palo.

Paolo Renzetti - La Gazzetta del Mezzogiorno - www.soccerpuglia.it

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

SANT'ANTONIO, IN ABRUZZO PER PUNTARE ALLA VITTORIA

Post n°322 pubblicato il 04 Maggio 2007 da capuozzotoni

Mano pesante per non dire pesantissima del Giudice Sportivo sul Sant’Antonio Abate. A seguito dei vergognosi fatti di Ischia dove, si ricorda, è avvenuto un tentativo di aggressione ai danni del direttore di gara Cafari Panico, Il Giudice Sportivo ha inflitto ben 2000 euro di ammenda alla società giallorossa e, ben più grave, la squalifica del campo fino al termine del 2007 con obbligo di disputare a porte chiuse tutte le relative gare giocate in campo neutro.
La durezza della decisione è stata motivata dal fatto che già al Sant’Antonio Abate era stata comminata una sanzione di questo tipo e soprattutto dal fatto che l’aggressione alla terza arbitrale sarebbe avvenuta nella totale indifferenza dei tesserati del Sant’Antonio Abate che secondo il comunicato ufficiale avrebbero addirittura incitato i tifosi alla violenza.
Ma la società giallorossa non ci sta. E’ già stato presentato ricorso contro una decisione che sempre sproporzionata considerando il fatto che non è vero che il fatto è avvenuto nella totale indifferenza dei tesserati che anzi si sarebbero prodigati per evitare maggiori danni alla terna arbitrale. Il ricorso, presentato per mano dell’Avv. Chiacchio, sarà esaminato nei prossimi giorni. Ci si aspetta uno sconto di pena che se anche fosse modesto sarebbe comunque salutato con soddisfazione.
Se la decisione fosse confermata infatti il danno sarebbe enorme per non dire incalcolabile. Per quasi tutto il girone di ritorno la società abatese non potrà contare sulle entrate economiche derivate dalla vendita dei biglietti delle singole partite, per non parlare poi degli abbonamenti che potrebbero anche non essere emessi. In più c’è da aggiungere le spese che comporterebbe il fatto di giocherà in trasferta ogni domenica per quasi quattro mesi. Tutto questo si rifletterà sulla possibilità di spesa della società in sede di campagna acquisti, il livello della squadra potrebbe non essere all’altezza della situazione e ciò costringerebbe il Sant’Antonio Abate ad un campionato nei bassifondi della classifica.
Intanto domani il Sant’Antonio Abate giocherà l’ultima gara della stagione regolare contro il Bitonto. Si giocherà a Città S.Angelo cittadina abruzzese a pochi chilometri da Pescara che la Lega Nazionale Dilettanti ha scelto come sede della gara. Bisogna necessariamente vincere per raggiungere i play-off ma la condizione psicologica della squadra in seguito alle tre sconfitte consecutive ed in più alla mano pesante del Giudice Sportivo non fanno sperare nulla di buono. In più c’è da aggiungere il fatto che il Bitonto non è ancora matematicamente salvo e ciò rappresenta un problema in più per gli uomini di Gargiulo che avrebbero preferito trovare sul proprio cammino una squadra più arrendevole.
Gargiulo non potrà disporre dello squalificato Galasso, Per questo motivo è possibile che Gargiulo scelga di giocare con una difesa a quattro con Pisano e D’Aniello centrali a meno che non preferisca utilizzare Di Riso, giovane difensore mai utilizzato fino a questo momento. Mancherà anche Spicuzza, anch’esso fermato dal Giudice Sportivo; al suo posto il giovane Vitale.


Vitale, Bizzarri, De Girolamo, Pisano, D’Aniello, Battimelli, Somma, Rufini, Capuccilli, Gallicchio, Tortora. All. Gargiulo


Vincenzo Basso ( "dal Corriere del pallone" del 5/5/2007)

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

SARA' GIALLANZA AD ARBITRARE IL MATCH

Post n°321 pubblicato il 04 Maggio 2007 da capuozzotoni
Foto di capuozzotoni

Sarà il Sig. Giallanza della sezione di Catania ad arbitrare il match tra Sant'Antonio ABate ed il Bitonto. A coadiuvare l'arbitro siciliana ci saranno il Sig. Razzovaglia ed il Sig. Grisci entrambi della sezione di Tivoli. La gara si svolgerà sul neutro di Città Sant'Angelo in provincia di Pescara.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

SANT'ANTONIO - BITONTO A CITTA' SANT'ANGELO

Post n°320 pubblicato il 03 Maggio 2007 da capuozzotoni

Comincia il lungo esilio della formazione abatese. Domencia prossima, gli uomini di mister Gargiulo dovranno recarsi in Abruzzo, esattamente a Città Sant'Angelo, a pochi chilometri da Pescara. Mano pesante, dunque, da parte del Comitato che aveva come soluzioni città ben più vicine. Il tutto per le conseguenze della maxi squalifica del Comunale di Sant'Antonio fino al 31/12/07.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

IL SANT'ANTONIO PRESENTERA' RICORSO

Post n°319 pubblicato il 01 Maggio 2007 da capuozzotoni

Con riferimento al C.U. del 30/04/07 n. 176, con cui il Giudice Sportivo ha inflitto a questa società la “squalifica del campo di gioco fino al 31/12/07 a porte chiuse e campo neutro con decorrenza immediata ed 2000 euro”, l’A.C. Sant’Antonio Abate annuncia che, ritenendo eccessivamente afflittivi i provvedimenti assunti, sarà proposto ricorso nei termini di 7 giorni, così come prevede il codice di giustizia sportiva. Interpellato l’Avv. Edoardo Chiacchio, per la tutela, nelle sedi competenti, delle proprie buone ragioni.

Inoltre si precisa quanto segue:

-          alcuni tesserati di questa società, più immediatamente prossimi al luogo dell’aggressione, hanno fatto il possibile per placare l’ira di un ristretto numero di tifosi abatesi, poi identificati dalle forze dell’ordine. Il disinteresse nell’aiutare l’Assistente Arbitrale colpito, da parte dei dirigenti e dei calciatori, così come descritto nel C.U. n. 176, non trova riscontro con quanto effettivamente accaduto, tant’è che i referti (sia dell’Arbitro che degli Assistenti Arbitrali) non coincidono nella descrizione dei fatti. 

-          condanna i fatti accaduti, e si dichiara disponibile a qualsiasi tipo di iniziativa da parte degli organi competenti al fine di contribuire alla lotta alla violenza e all’emarginazione dei soggetti coinvolti.

(Comunicato Stampa)

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

SQUALIFICATO IL COMUNALE PER TUTTO IL 2007

Post n°318 pubblicato il 01 Maggio 2007 da capuozzotoni


Squalificato il Comunale fino al 31 dicembre 2007, con obbligo di disputa delle gare in campo neutro e a porte chiuse. Queste le motivazioni esposte nel comunicato del Giudice Sportivo:
Per avere un proprio sostenitore a fine gara, rivolto all'Arbitro espressione offensiva mentre lo stesso, a bordo dell’auto di un Assistente Arbitrale, lasciava l'impianto sportivo. Successivamente, la terna arbitrale dopo aver raggiunto il porto di Ischia per imbarcarsi con l'autovettura in direzione Napoli, numerosi sostenitori, riconosciuti dal Commissario di Campo "in quanto durante l'incontro seguivano la gara dalla tribuna laterale", veniva accerchiata ed al loro indirizzo rivolte espressioni gravemente offensive. In tale frangente un facinoroso colpiva un Assistente Arbitrale con un forte pugno alla nuca dietro ad un orecchio procurandogli leggero stordimento che perdurava sino a tarda sera. L'aggressore, nonostante fosse stato allontanato, tentava nuovamente di colpirlo senza, tuttavia, riuscirvi. Successivamente altri tre sostenitori tentavano di aggredire il medesimo Assistente Arbitrale e l'Arbitro con calci costringendo gli Ufficiali di gara a fuggire in direzioni opposte inseguiti dai suddetti sostenitori senza, tuttavia, essere raggiunti. L'Assistente Arbitrale dopo aver scavalcato un cancello, si rifugiava in una casa privata nascondendosi dietro ad un muro in attesa che arrivassero i soccorsi sollecitati telefonicamente. In occasione di tale aggressioni, la dirigenza della società ed i calciatori presenti sul luogo dell'accaduto, invece di tutelare l'incolumità degli Ufficiali di gara, alla richiesta di soccorso da parte degli stessi rispondevano " Ma quali aiuti? Fanno bene, fanno bene, ve lo meritate". L'Assistente Arbitrale tornato sul luogo dell'aggressione riconosceva il soggetto che lo aveva precedentemente colpito il quale veniva identificato dalla Forza Pubblica e condotto al Commissariato. Anche l'altro Assistente Arbitrale veniva inseguito da un sostenitore, ma riusciva a rifugiarsi all'interno di un bar da dove richiedeva l'intervento della Forza Pubblica. Gli Ufficiali di gara, l'Osservatore Arbitrale ed il Commissario di Campo, grazie all'intervento della Forza Pubblica, potevano finalmente imbarcarsi su un traghetto in direzione Pozzuoli e non Napoli onde evitare di effettuare il viaggio con la tifoseria del S.Antonio Abate. I fatti sopra descritti sono di rilevante gravità e vanno sanzionati adeguatamente. L'incolumità degli Ufficiali di gara è stata posta in serio pericolo e tenuto conto, altresì, della totale indifferenza dei dirigenti e calciatori della società. Sanzione così determinata tenuto conto, altresì, della precedente squalifica del campo per una gara effettiva comminata con C.U. n° 81 del 13/12/2006. (R A - R AA AA - R CdC).

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

GRAGNANO - SANT'ANTONIO APERTURA DI PACE

Post n°317 pubblicato il 30 Aprile 2007 da capuozzotoni

Prima della gara tra il Gragnano ed il Vico Equense è stato osservato un minuto di silenzio, scandito da un lungo applauso, per le vittime dello scoppio della fabbrica di fuochi d´artificio. Inoltre i tifosi del Gragnano hanno apprezzato e ringraziato i tifosi del Sant´Antonio Abate che domenica scorsa, durante la gara di campionato, esposero uno striscione unendosi al dolore che ha colpito la cittadina gragnanese. "Nessun rancore, solo amicizia" hanno replicato i supporter del Gragnano; non si esclude, inoltre, l´organizzazione di una amichevole tra le due squadre in onore delle vittime dello scoppio.

(di Crescenzo Amodio)

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

GARGIULO: ARBITRAGGI A SENSO UNICO

Post n°316 pubblicato il 30 Aprile 2007 da capuozzotoni
Foto di capuozzotoni

“Rispetto il lavoro della terna arbitrale ma grido a gran voce che siamo stati penalizzati”. Così ha commentato a fine gara l’allenatore Catello Gargiulo. “Ci devono far sapere se dobbiamo scontare qualche colpa, perché non è possibile che nelle ultime partite abbiamo dovuto giocare anche contro gli arbitri. Sicuramente sono degli uomini e possono sbagliare ma non possono andare a senso unico. Allora se c’è un piano premeditato per fermarci che ce lo dicano, ne prendiamo atto e tutti ci apparirà più chiaro”. Parole pesantissime, quelle dell’allenatore Gargiulo.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

SANT'ANTONIO, GARA CONDIZIONATA DALL'ARBITRO

Post n°315 pubblicato il 30 Aprile 2007 da capuozzotoni
Foto di capuozzotoni

Finisce male il derby tra l’Ischia ed il Sant’Antonio Abate. Gli isolani hanno la meglio sugli abatesi grazie alla complicità della terna arbitrale che ha concesso un rigore dubbio sull’uno pari e condizionato l’andamento della gara con segnalazioni sicuramente discutibili. Ma andiamo per ordine. Il Sant’Antonio, scende in campo senza lo squalificato Bizzarri. L’Ischia deve fare a meno di Coppola. Il primo tempo è di marca isolana. Al 28’ l’azione più nitida, con l’ischitano Manzo che stampa sulla trasversale una punizione dal limite. Al 40’ miracolo di Spicuzza in uscita bassa su Capuozzo. Ma è solo il preludio al gol con lo stesso Capuozzo che in sospetta posizione di offside trafigge in diagonale l’estremo abatese. Nel secondo tempo è tutta un altra partita. Il Sant’Antonio è più manovriero e riesce a mettere sotto i padroni di casa. Così al 18’ arriva il meritato pari. Martone beffa Mancino in uscita con un preciso pallonetto. La gara viaggia su un buon ritmo. Il Sant’Antonio da l’impressione di poter portare a casa l’intera posta in palio. Fino al 36’ quando l’arbitro Cafari Panico vede una trattenuta in area di d’Aniello su Capuozzo. Il penalty è trasformato da Manzo. Poi passano sessanta secondi e l’Ischia trova il tris con Capuozzo che mette dentro su respinta di Spicuzza. Al 42’ altro penalty. Ciocia è investito da Spicuzza in uscita, per lui anche l'espulsione. Proprio Ciocia batte Pisano che aveva indossato la casacca del portiere giallorossi. Finisce tra le contestazioni il derby napoletano.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

ISCHIA, CAPOLINEA ABATESE

Post n°314 pubblicato il 30 Aprile 2007 da capuozzotoni
Foto di capuozzotoni

ISCHIA - SANT'ANTONIO ABATE 4-1
ISCHIA: Mancino, Di meglio, Accurso, Manzo, Mattera Giuseppe, Castaldo, Tessitore (14’ st Mattera Gianfranco), Formidabile, Capuozzo (39’ st Esposito), Pescatore, Musella (20’st Ciocia). All: Impagliazzo
SANT’ANTONIO ABATE: Spicuzza, Mazzarello, (1’st Ferraioli), Pisano, Rufini, D’Aniello, Galasso, Battinelli (1’st Gallicchio), Manzo Vincenzo, Martone (35’st Tortora), Capuccilli, De Girolamo. All: Gargiulo
ARBITRO: Cafari Panico di Cassino
MARCATORI: 41' pt e 37' st Capuozzo, 18' st Martone, 36' st Manzo (rig.), 42' st Ciocia (rig.)
AMMONITI: D’Aniello, Manzo Vincenzo, Capuozzo, Galasso
ESPULSI: 42’st Spicuzza per fallo da ultimo uomo
RECUPERO: 1+3
SPETTATORI: 1200

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

SANT'ANTONIO ABATE, IL FILM DELLA GARA

Post n°313 pubblicato il 26 Aprile 2007 da capuozzotoni
Foto di capuozzotoni

“Gragnano: Il rancore ci divide, ma siamo vicini al vostro dolore”. Recita così lo striscione affisso dagli Ultras della Curva Sud del “Comunale” e indirizzato alla popolazione di Gragnano colpita nella giornata di lunedì dalla tragica espolsione di una fabbrica di fuochi artificiali che ha causato la morte di tre persone.La sensibilità mostrata dai tifosi abatesi nei confronti dei “rivali” gragnanesi è però l’unica cosa da salvare di una partita assolutamente vietata agli amanti dello spettacolo, dove la noia ha fatto da padrone ed utile solo alla Viribus Unitis che grazie al gol di Sansone, giunto in pieno recupero, ha conquistato tre punti decisivi per l’ormai matematica salvezza. Gargiulo rinuncia a Pisano e manda in campo la coppia centrale D’Aniello – Galasso. In attacco c’è Gallicchio al fianco di Tortora. La Viribus schiera invece Branicki e Scarpa mentre Allocca è inizialmente in panchina. C’è una buona cornice di pubblico al “Comunale” nonostante il giorno infrasettimanale, ma si capisce subito che c’è malumore tra la tifoseria in seguito alla sconfitta di Sarno che ha messo in dubbio anche la partecipazione ai play-off. Al 2’ combinazione Tortora – Gallicchio, quest’ultimo ci prova dal limite dell’area ma il portiere blocca la conclusione centrale dell’attaccante abatese. Dopo trenta secondi Gallicchio ci riprova ma il tiro finisce sull’esterno della rete. Al 12’ Capuccilli batte un calcio di punizione dalla sinistra diretto al centro dell’area; Tortora devia in rete ma con la mano. L’arbitro vede tutto ed annulla rete dell’attaccante giallorosso che viene anche ammonito. Un minuto più tardi Manzo lancia Somma sulla sinistra. Il centrocampista prova una conclusione da posizione decentrata che sfiora i legni della porta avversaria. Al 18’ il Sant’Antonio Abate costruisce un’altra occasione. Con un cross dalla destra Capuccilli pesca al centro dell’area Gallicchio che però di testa colpisce male e manda alto. Nei primi venti minuti il Sant’Antonio Abate sembra essere superiore dal punto di vista del gioco, costruisce delle buone occasioni da rete ma le spreca tutte in maniera molto banale. Anche la Viribus Unitis non sembra sentire molto la gara, lascia il pallino del gioco all’avversario e costruisce poco. Al 19’ i vesuviani restano addirittura in dieci uomini. L’attaccante polacco Branicki mette a terra Capuccilli con una spinta tanto veniale quanto inutile. L’arbitro vede il fallo e lo ammonisce ma il giocatore non cista ed inveisce contro il direttore di gara che lo manda anzitempo sotto la doccia estraendo direttamente il cartellino rosso. Nonostante la superiorità numerica la musica in campo non cambia. I ritmi sono lenti e le squadre molto distratte con i giocatori che a volte sbagliano anche le cose più elementari. Per vedere altre occasioni da rete bisogna aspettare oltre un quarto d’ora. Al 33’ Capuccilli, servito da Battimelli, manda a lato un colpo di testa. Al 41’ Tortora manda oltre la traversa un cross dello stesso Battimelli. Finisce così il primo tempo. I primi dieci minuti della ripresa riprendono la falsariga del primo tempo. Scarsa concentrazione da parte di entrambe le squadre e nessuna conclusione verso la porta. Al 13’ però c’è la prima vera conclusione nello specchio della porta. Battimelli ci prova da venticinque metri ma il portiere Allocca respinge con un intervento plastico. Da questo momento in poi il Sant’Antonio Abate comincia a costruire delle buone occasioni che però vengono tutte puntualmente sprecate per la scarsa lucidità degli attaccanti. Al 16’ su cross dalla sinistra di Capuccilli, Tortora da pochi passi conclude di testa con potenza ma centralmente; il portiere d’istinto si rifugia in angolo. Al 20’ Bella azione sulla sinistra di Gallicchio che salta facilmente due avversari e poi mette al centro per Tortora. L’attaccante non è lesto nella conclusione e la sua girata, deviata da un difensore, viene facilmente bloccata dal portiere. Il pubblico rumoreggia e contesta la prestazione della squadra. Al 35’ su di un’azione di contropiede della Viribus Galasso appoggia all’ indietro al portiere Spicuzza che blocca con le mani causando un calcio di punizione in area per la squadra ospite. La conseguente conclusione di Grillo è respinta dalla barriera; ci prova il neo-entrato Allocca che manda alto. Non accade più nulla fino al 46’ quando De Girolamo perde palla in fase difensiva favorendo la fuga sulla destra di Ciniglio il quale serve al centro per Sansone che con preciso diagonale rasoterra infila Spicuzza mandando la palla nell’angolino basso alla destra del portiere. Al fischio dell’arbitro c’è malumore tra il pubblico abatese per una sconfitta che mette seriamente in dubbio la partecipazione ai play-off. Perde l’Ischia, ma Barletta e Turris si avvicinano pericolosamente. Domenica c’è la trasferta sull’isola verde. Tra dieci giorni l’ultima di campionato contro un Bitonto non ancora salvo.

(Articolo di Vincenzo Basso)

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

SANT'ANTONIO ABATE, SCONFITTO ANCHE IN CASA

Post n°312 pubblicato il 25 Aprile 2007 da capuozzotoni

SANT'ANTONIO ABATE - VIRIBUS UNITIS 0-1

SANT’ANTONIO ABATE: Spicuzza, Bizzarri, De Girolamo, Manzo (14’ st Martone), D’Aniello, Galasso, Battimelli, Somma, Tortora, Capuccilli, Gallicchio. A disp Vitale, Di Riso, Pisano, Petrillo, Mazzariello, Del Sorbo. All. Gargiulo

VIRIBUS UNITIS: Allocca L., Marino, Martino, Topa, Galliano, Speranza, Sansone (47’ st Gaveglia), Grillo, Branicki, Pappacena (1’ st Ciniglio), Scarpa (20’ st Allocca F.). A disp. Indolfi, Cicino, Ronca, Iovane. All. Cimmino

ARBITRO: D’Ascoli di Arezzo

RETE: 46’ st Sansone

NOTE: Espulso al 19’ pt Branicki per proteste. Ammoniti Tortora, Topa, Bizzarri, Gallicchio. Spettatori 400 circa. Angoli 3 a 1 per il Sant’Antonio Abate. Recuperi 1’ pt e 3’ st.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
 

Archivio messaggi

 
 << Luglio 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
 
 

34° GIORNATA

Noicattaro - Francavilla 3-2
Grottaglie - Sarno 4-2
Aversa - Ischia 2-0
Ebolitana - Altamura 6-2
Lavello - Petacciato 3-0
Barletta - Genzano 2-0
Brindisi - Turris 4-1
Matera - Viribus Unitis 5-4
S.A.Abate - Bitonto 1-1

 

LA CLASSIFICA FINALE - D/H

Noicattaro 66
AversaNorm. 65
Grottaglie 64
Barletta 55
Brindisi 55
Ischia 55
San Antonio Abate 54
Turris 53
Viribus Un. 48
Ippogrifo 47
Francavilla Pz 46
Matera 45
Bitonto 44
Ebolitana 41
Lavello 35
Sp. Genzano 31
Leon. Altamura 17
Petacciato 5

 

GLI SPAREGGI

Play off

Aversa - Brindisi

Grottaglie - Barletta

Play out

Bitonto - S. Genzano

Ebolitana - Lavello

 

RISULTATI IN REAL TIME

SERIE D - Risultati in tempo reale da datasport.it

http://www.datasport.it/pbpds/seried/temporeale21.asp

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 

Ultimi commenti

E KI SONO QUESTI? TUTTI RAGAZZINI HANNO PRESO.MAH...
Inviato da: Anonimo
il 26/07/2007 alle 14:14
 
ma ke state dicendo e la società dietro ke rovina il saa se...
Inviato da: Anonimo
il 25/07/2007 alle 14:16
 
E' vero. Vertolomo fa il ragioniere ed il presidente...
Inviato da: Anonimo
il 23/07/2007 alle 21:20
 
FORZA SANT'ANTONIO NON MOLLARE...
Inviato da: Anonimo
il 23/07/2007 alle 16:29
 
se siamo nelle mani del sindaco è finita. Però la società...
Inviato da: Anonimo
il 23/07/2007 alle 15:03
 
 

Ultime visite al Blog

lgariboldimarcomax68doarkidantuonovincmariogiordanofvaurant36giantilersimone1881chieticalcio2010affascinante40.smaniaopassionedgl4ibrarinhopaolaferrigatofaam83