**TEST**

Sceno blog 3:16

Ho sognato che,non so dove, c'è una nuova terra e sta aspettando me. Là la gente mia, quando passerò mi saluterà dicendo: "questa è casa tua".E' una meta che, ce la posso fare, io raggiungerò, io ce la farò. E ogni ostacolo che supererò sarà come un colpo d'ali e là io volerò. E ora tocca a me, ce la devo fare. Non m'importa se è impossibile, ma io scoprirò la mia verità finalmente io saprò volare e volerò. Niente al mondo ormai, mi potrà fermare. Io combatterò tutto e tutti e poi, e ritornerò come un dio all'Olimpo, finalmente a casa perché è qui che resterò! (Disney Hercules)

 

AREA PERSONALE

 

TAG

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Febbraio 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29  
 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 5
 

EUROPE

CAAAARRIE!!!CAAAREEI!!
Una delle Song più belle degli ultimi 20 anni...


 

GROSSO & DEL PIERO....CARESSA SHOW

 

COSA E' AUSTIN 3:16

                          

"You sit there and you thump your Bible, and you say your prayers, and it didn't get you anywhere. Talk about your Psalms, talk about John 3:16... Austin 3:16 says I just whipped your ASS!"
Con queste parole, nel corso della cerimonia di premiazione del torneo, Austin fa nascere "Austin 3:16" che diventerà a breve un'icona per i suoi fans.

 

 

 

21 Febbraio 1999

Post n°294 pubblicato il 21 Febbraio 2009 da scenographer3.16

Da un po’…ho abbandonato lo ScenoBlog….non so perché…ma non ne avevo voglia…sono fatto così…parto in quarta poi pian piano scendo fino alla prima…per poi mettere a folle…e fermarmi.

 

Oggi però è il 21 Febbraio…data che credo non dimenticherò mai…data che odierò per tutta la mia vita….

Facciamo un salto nel passato…

Di ben 10 anni

 

Bari

21 Febbraio 1999

Ore 23:30

Sono in casa….dormo sotto le coperte, dorme anche mio padre,….suonano alla porta…mi sveglio…mio padre ancora assonnato va ad aprire….vedo nella penombra, entrare nella stanza mia zia… mio zio…poi Rosaria (mia cugina)….vedo mio padre sedersi sul letto e lo vedo che inizia a piangere…penso  incredulo “La mamma è morta”, viene Rosaria che cerca di abbracciarmi, io mi nascondo sotto le coperte….mi sembrava un incubo…mi volevo svegliare….ma era la realtà…

Mia madre è morta di cancro quel giorno, dopo due anni di agonia e dolori….di sorrisi e pianti.

Peccato….in quei due anni, ci sono stati dei giorni in cui ho creduto che potesse guarire…e credo anche lei l’abbia pensato….

Peccato….non avergli dato l’ultimo saluto, peccato non avergli detto per l’ultima volta “Ti voglio bene”, peccato…che non l’abbia più abbracciata forte a me…già peccato…

La penultima volta che l’ho vista era sul letto di casa, con una vestaglia bianca…stanca, forse dormiva, era mattina…gli ho detto: “Mamma io vado a scuola…ciao..”…non mi ha risposto...

L’ultima volta che l’ho vista era nel letto di un ospedale…ma ormai non mi sentiva in più…ormai stava per andare via…

Il giorno dopo la sua morte…un altro momento che non dimenticherò mai…è quando ho dato la notizia al mio migliore amico Claudio.

 

Ore 8:20.

22 Febbraio…Lunedì..

 Lo chiamo al telefono… “Claudio….io non vengo a scuola…è morta la mia mamma….” Claudio mi risponde: “Come è morta? Stai scherzando?” “No Claudio è vero…è morta ieri sera…” non mi voleva credere..gli passo Rosaria piangendo…e Rosaria piangendo gli da la conferma…

Tanti ricordi tremendi e dolorosi, che però non voglio dimenticare…..

Come non dimenticherò, le lacrime che ho versato, quando aprivo dopo la sua morte, il suo armadio e vedevo i suoi vestiti, la sua vestaglia rossa…le sue camicie, le sue gonne…cercavo di sentire forse per l’ultima volta il suo odore…che ora non posso più sentire…

 

Ritorniamo al presente.
21 Febbraio 2009

Sono passati 10 anni…..tanti…ma mi sembra che sia passato al massimo solo un anno da quella data stregata…

In questi 10 anni ne ho passate e combinate tante…

Mi sono diplomato, ho frequentato l’Accademia di Belle Arti, mi sono laureato, innamorato per ben 4 volte…trasferito a Milano, lavorato in un call center, ho realizzato Scenografie, conosciuto Sonia, Teacher…e tanti altri pazzi amici….che in questi dieci anni hanno dato fin troppo per me…tanto..e che io vorrò sempre bene…anche se a volte mi fanno arrabbiare…ma fa parte del gioco….

Ogni tanto mi chiedo: “Chissà cosa pensa di me la mamma, se da lassù mi segue….mi vede…se sarà orgogliosa di me….se sarà delusa….io da parte mia cerco sempre di mettercela tutta per renderla orgogliosa…spero magari di farla sorridere per i casini che a volte combino…”

Ti scrivo un pensiero cara mamma…

Mi piace immaginare che lassù dove sei ora, avete internet…magari con l’ADSL (e sono convinto che da lassù va da Dio la linea…vero?) e così potrai leggere cosa ti sto scrivendo…

Oltre questa sciocchezza che ho appena scritto ti voglio dire che mi manchi…tanto…e che ho paura di dimenticare il tuo viso, la tua voce…

Ti voglio fare tante domande…come stai? Cosa hai fatto in questi dieci anni, se stai seguendo la nostra amata Juventus…se anche lassù i giocatori dell’Inter segnano con un braccio e il gol viene assegnato, se stai con i nonni…se sei felice….se ogni tanto fai venire i fischi agli orecchie alla strega Agnese….tante domande ti vorrei fare…

Ogni tanto ti sogno….ora è da un bel po’ che non lo faccio più…e questo un po’ mi allarma…

Ogni tanto, quando sono solo, ti penso e piango…ti ho detto tante volte che quei pianti mi piacciono tanto perché mi fanno sentire la tua presenza al mio fianco, e credimi ne ho tanto bisogno…

Ho bisogno dei tuoi consigli, del tuo affetto…della tua presenza…

Io, mamma, voglio diventare qualcuno, voglio diventare il numero uno in ogni cosa che faccio, ma è tanto dura essere i numeri uno oggi.

Il mio sogno come credo che sai è la Disney,…o diventare un affermato Scenografo..ma è dura e non so se c’è la farò….per questo tu mi devi da lassù dare la forza per far proseguire i miei sogni…darmi la speranza e dirmi che tutto andrà bene…vorrei tanto sentire la tua voce, solo ancora una volta….e io dirti per l’ultima volta: “Ti voglio bene…”

Ultima cosa….che forse ti farà sorridere….

Come ben sai…dopo che sei volata in cielo…ho smesso di credere nella religione cristiana…

Credo che sai delle mie teorie che mi son fatto su ste cose…

Però ti dico che ci ho ripensato…

Ho visto un Film che mi ha fatto ragionare…(Tu ora starai pensando “Perché ti serviva vedere un film per ragionare su questo tema così delicato?”) bè…si…

Il Film si chiama “7 km da Gerusalemme”.

Sono sicuro che lo avrai visto, perché dove ti trovi è impossibile che non lo hanno dato al Cinema…c’è protagonista Gesù….

Cmq, in caso non l’hai visto, parla di un uomo che sente di partire per Gerusalemme, dopo alcuni tragici eventi ….e a Gerusalemme incontra un uomo..appunto Gesù.

I due toccano vari argomenti…tra cui quello della morte dei cari e ci sono alcuni dialoghi che mi hanno fatto ricredere su quello che forse egoisticamente pensavo….

Forse era troppo facile scaricare tutte le colpe della tua morte verso loro…(credo sai di chi parlo…),

la vita la decidiamo noi…e purtroppo può succedere di ammalarsi o di morire improvvisamente…

Ora, un attimo mamma, con questo non voglio dire che andrò ogni domenica in Chiesa…o altro…però nel mio cuore…nel mio cuoricino..un po’ di spazio per “Loro” c’è…se poi siano esseri sovrannaturali o alieni….non importa…

TI VOGLIO BENE…non dimenticarlo mai.

Tuo unico figlio

Vito….

 

 

 
 
 

Ultimi giorni

Post n°293 pubblicato il 12 Settembre 2008 da scenographer3.16
 
Tag: amici

Come ben si sa…tutto ha un inizio e tutto ha una fine….

Ormai la mia avventura al Grand’Hotel RosaMarina sta per finire…ormai mancano pochi giorni…
Mi viene da ridere pensare che i primi giorni che sono arrivato in villaggio, volevo scappare…mollare tutto e ritornare nella mia Bari..

Ora invece è il contrario…ho tanto dispiacere lasciare questo posto…lasciare gente che forse non rivedrò mai più…

E’ stata una bell’esperienza…ho trovato una splendida equipe (nota a parte il CapoVillaggio) sempre pronti a coccolarmi e ad aiutarmi se c’era bisogno…

Come posso non citare in primis Gianluca, Ciro, Ciccio, Bergamo, Chiara, Pandistelle, Katia, ecc…
In questo momento non so se ripeter quest’esperienza oppure trovare una nuova strada…
Da una parte ho voglia di rimettermi in gioco, di dimostrare di essere il migliore nel campo della Scenografia…di dimostrare a “Grandi Viaggi” che forse qualcosina in più meritavo sul compenso (anche perché se rivedo le scenografie dello scorso anno…bah!)  dall’altra parte passare lontano il Natale da Bari è triste…molto triste…

Non so cosa farò…dipende da molte cose….dipende dal mio ritorno a Bari….dai casini che combinerò (in questo sono un Maestro)…io alla fin fine chiedo solo un po’ di sincerità…ma alcuni o non hanno le palle o forse non l’hanno ancora capito….bah…vedremo….
Ho in mente di sperimentare una cosa nuova in campo lavorativo…un’idea che qualche settimana fa mi diede Teacher...anche qui vedremo.

Che altro dire…

Cara Equipe vi voglio bene….

By ScenoKing

 

 
 
 

La Matita....

Post n°292 pubblicato il 25 Agosto 2008 da scenographer3.16
 
Tag: amici

Il bambino guardava la nonna che stava scrivendo una lettera.
Ad un certo punto, le domandò: "Stai scivendo una cosa che è capitata a noi?
E che magari parla di me.
La nonna interruppe la scrittura, sorrise e disse al nipote:
"E' vero, sto scrivendo qualcosa di te.
Tuttavia, più importante delle parole, è la matita con la quale scrivo.
Vorrei che la usassi tu, quando sarai cresciuto.
Incuriosito, il bimbo guardò la matita, senza trovarvi alcunchè di speciale.
"Ma è uguale a tutte le matite che ho visto nella mia vita!"
Dipende tutto dal modo in cui guardi le cose.
Questa matita possiede cinque qualità: se riuscirai a trasporle nell'esistenza,
sarai sempre una persona in pace con il mondo.
" Prima qualità: puoi fare grandi cose, ma non devi mai dimenticare
che esiste una Mano che guida i tuoi passi."
"Seconda qualità: di tanto in tanto, devo interrompere la scrittura
e usare il temperino.
E' un'azione che provoca una certa sofferenza alla matita ma,
alla fine, essa risulta più appuntita."
Ecco perchè devi imparare a sopportare alcuni dolori:
ti faranno diventare un uomo migliore.
"Terza qualità: il tratto della matita ci permette di usare
una gomma per cancellare ciò che è sbagliato."
Correggere un'azione o un comportamento non è necessariamente
qualcosa di negativo: anzi,
è importante per riuscire a mantenere la retta via della giustizia.
"Quarta qualità: ciò che è realmente importante nella matita
non è il legno o la sua forma esteriore,
bensì la grafite della mina racchiusa in essa
."
Dunque, presta sempre attenzione a quello che accade dentro di te.
"Ecco la quinta qualità della matita: essa lascia sempre un segno.
Allo stesso modo, tutto ciò che farai nella vita lascerà una traccia:
di conseguenza, impegnati ad avere piena coscenza di ogni tua azione."


di Paulo Coelho (dal libro "Sono come il fiume che scorre")

 
 
 

Gli Angeli....

Post n°291 pubblicato il 20 Agosto 2008 da scenographer3.16
 
Tag: amici

Gli angeli spesso non li troviamo perchè non li cerchiamo laddove essi sono.
Quando invece li incontriamo per strada li ignoriamo anche se ci chiamano o ci prendono per mano, magari solo perchè ci siamo messi in testa che devono avere le ali!!!
O forse non li vediamo solo perchè non sono vestiti di un bianco sfolgorante o magari perchè non scendono da una nuvola ma solo da un tram...


 
 
 

MALEDETTI INCANTESIMI!!

Post n°290 pubblicato il 22 Giugno 2008 da scenographer3.16
 
Tag: amici

E si è arrivati al ventesimo giorno in Villaggio…

Per fortuna la giornata passa in fretta per il tanto lavoro da fare…

Per fortuna ScenoKing s’inizia ad abituare alla routine quotidiana…e ad affezionarsi alla gente che lo circonda…

Di certo certi suoi pensieri gli rimangono impressi per bene nel suo cuore…

La mattina e il pomeriggio, mentre crea la sua ScenoArt, la passa ad ascoltare canzoni di Favole Disney, dove principi sposano principesse, rompendo “incantesimi”, per poi vivere per sempre felici e contenti…

Chissà se lui risuscirà mai a rompere certi “incantesimi”…

L’impegno c’è, e anche tanto…ma la storia non cambia mai…
Forse non si riesce perché le favole appunto sono solo favole….

Ma perché non si può vivere in una favola?
Leggo i vari Blog dei miei cari amici….sono contento per una persona in particolare….finalmente per lui è ritornato il “Sereno”….mentre per altri sudditi, ….leggo che sono tutti un po’ in crisi…tutti intrappolati in questi malefici “incantesimi”
Maledetti “incantesimi”…Ma come si fa a romperli?

Chiudo citando “Cenerentola”…

I sogni son desideri
di felicità.
Nel sonno non hai pensieri
Ti esprimi con sincerità.
Se hai fede chissà che un giorno
La sorte non ti arriderà.
Tu sogna e spera fermamente
Dimentica il presente
E il sogno realtà diverrà…

Che dire..speriamo e sogniamo, tanto non costa niente…
Mai mollare, finchè la “Favola” non ha il lieto fine…
By ScenoKing

 

 
 
 
Successivi »
 
 
 

INFO


Un blog di: scenographer3.16
Data di creazione: 08/08/2007
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ULTIME VISITE AL BLOG

comet9IoTiSorridomickey.mouse86KondolisaAc.Tatianasavernafedehornali_rhcpsimone.sironispatagnakcri8888bosco_maritzaross7878raffaella.fotinickgiuliano
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi e commenti in questo Blog.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

IO E MICKY

Uno dei momenti più belli della mia vita...la foto con uno dei miei miti, che fin da piccolo disegno...il grande Micky Mouse.