Creato da semplicepensa il 06/11/2007

Accòmodati

o scappa...

SEMPLICEMENTECOMPLIC

AREA PERSONALE

 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 4
 

ULTIME VISITE AL BLOG

microttolacarmespo10semplicepensamadis3aforseancoradimartinogiuseppe67Sibilla650scaladisolsemplicementecomplicveronica651SEBASTIANartelunagiallablubisou_fatalIl_Signore_R0ssophiIalethes
 

ULTIMI COMMENTI

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
 

 

«  Fascinazione »

Sentire

Post n°3 pubblicato il 10 Novembre 2007 da semplicepensa

 

 

Il "sentire" è una dimensione pressocchè inesplorabile che non ha un linguaggio conclamato ed è avvalorata dal percorso soggettivo.
In quanto "sentire"e in quanto "inesplorabile" ha come confronto altri "sentire"...che non avendo in eugual modo voce articolata in suoni (se non metaforicamente)...ha un cammino tortuoso, talvolta doloroso, in quanto contiene una sua esigenza di realizzazione che placa in parte le sue insofferenze soltanto nel confronto verbale..umanizzandosi rozzamente però e perdendo parte della sua intensità.

"Quando il sentire è dono e grazia e si manifesta in fluidità
Quando le ansie s'alzano in picchi e il sentire in fluidità consente gli stessi picchi
Quando la reale reciprocità del sentire non consente equivoci
perchè il sentire fluido si amalgama in spontaneità concedendo in eugual modo benessere e malessere"

*

Perché anche i desideri espressi in maniera uguale, col verbo concesso...sono tutti diversi...e forse... non sono neppure desideri,

ma leggère respirabili verità.

L.P.

 

 

 

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/semplicepensa/trackback.php?msg=3563358

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
La_FigliaDelCapitano
La_FigliaDelCapitano il 10/11/07 alle 10:20 via WEB
Sentire e nonlogica. Sentire ed emozioni. Percezione del pericolo prima che accada...o dell'evento positivo. Negli animali non umani (quindi sprovvisti di logica) è molto presente.....fa parte integrante del comportamento. "Sentire" prima della tempesta, del terremoto..... "Ascoltare" o "ascoltarsi"...... e non tentar di capire a tutti i costi (argomento che sembra allacciarsi in qualche modo al tuo primo post) Prender contatto col proprio istinto..... così, naturalmente...... facendo a meno degli schemi. Mi piacciono gli argomenti che poni. Riflessioni non facili, che portano ad aprire al mente. Buon sabato, Cristina
 
cuoredigabbiano
cuoredigabbiano il 12/11/07 alle 06:59 via WEB
E' vero il sentire spesso non ha voci, è difficile comunicare verbalmente il nostro sentire con la stessa intensità con cui esso si manifesta in noi... eppure va esternato, doloroso e gioioso che sia, va condiviso con altri. Intense riflessioni le tue che riesci a verbalizzare con uguale intensità. Ecco è qui che ti avevo letta, grazie. Ciao.
 
legs_68
legs_68 il 12/11/07 alle 16:17 via WEB
leggendo, mi è venuto in mente un film visto tanti, ma proprio tanti anni fa, "figli di un dio minore" lei era sordomuta e chiede a lui di spiegarle a gesti la musica classica che stata ascoltando...ti bacio, pat
 
phiIalethes
phiIalethes il 26/11/07 alle 16:55 via WEB
tutto ciò che è non è, anche se fosse, non sarebbe dicibile
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.