Pippe and the city

Onanismo mentale per una vita che non si concede mai !!!

 

ULTIMI COMMENTI

ciao Simoooo !!! ti auguro un buon fine settimana...un...
Inviato da: patrizia112
il 21/11/2008 alle 12:36
 
un bacio e un sorriso... con simpatia Patrizia... ciao...
Inviato da: patrizia112
il 09/09/2008 alle 09:22
 
ciao Simoneeeeeeeee....
Inviato da: patrizia112
il 05/08/2008 alle 11:52
 
dolcissimi sorrisi da Patrizia... ciao Simoneeee !!!
Inviato da: patrizia112
il 16/07/2008 alle 11:32
 
ciaooo !!! buona giornata !!!
Inviato da: patrizia112
il 27/06/2008 alle 10:26
 
 

FACEBOOK

 
 

AREA PERSONALE

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

 

Il Sorriso è vita

Post n°5 pubblicato il 06 Giugno 2008 da simon.say

Non ho problemi a parlare sul tema del sorriso e della sua importanza per me, lo potete dedurre anche dal tono goliardico e ridanciano del mio blog, con il quale tento di trattare dei rapporti interpersonali tra i sessi con l’occhio di una persona normale con tutti i sui difetti. (Ho volutamente omesso i pregi per non far torto alla mia autostima)
E’ proprio da questo essere “ordinari” che nasce poi di riflesso il sorriso, data la nostra naturale impossibilità a mascherare tutte le incertezze e goffaggini nel modo di relazionarsi.Questo è ancor di più enfatizzato dal fatto che oggi nessuno sembra aspirare a questo status, ne è dimostrazione la mole di VIP che si aggirano nel mondo, con gli sguardi torvi e fascinosi dei belli e dannati, sempre incazzati e per niente sorridenti.Ho anche ricevuto delle critiche sul fatto che non mi prendo troppo sul serio, ma secondo me c’è una bella differenza tra essere seri e seriosi, io sono per la coerenza nei fatti il resto è di conseguenza.Il fatto che io mi muova nella vita con un passo leggero, non significa che non lasci impronte, di sicuro cammino più veloce e faccio molta più strada.Sono d’accordo che esistono le cose brutte e ve ne evito l’elenco, ma pensate solo se al mondo fosse possibile eliminare la polemica che secondo me alla base di molte discussioni inutili che ci rendono astiosi.Cosa mi fa sorridere, direi tutto la vita in se è comica ed ironica per molti versi e elencare una serie di cose è un po’ riduttivo.Una bella giornata di sole sembra un buon motivo per sorridere, ma anche stare nel letto mentre fuori c’è tempesta non mi sembra male.Un bambino intento nei suoi giochi con le mani goffe e il visetto furbo, ma anche un anziano al parco seduto su una panchina con lo sguardo perso nelle sue esperienze.Sorridere è la cosa più democratica che esiste, non ha età, ne sesso, ne censo, nessuno può dire a chi è concesso o meno e se anche ti viene vietato, ma ne senti l’impulso, lo puoi fare nella tua testa, perché quando sorridi senti che non è solo il corpo a gioire ma anche qualcosa infondo all’anima.

http://www.comicomix.com/Sorriso_per_un_anno.asp

 
 
 

Sono un pirata e un signore ....

Post n°4 pubblicato il 27 Maggio 2008 da simon.say

Salve !!! Non vi illudete non sono il mitico Julio, sono sempre io sciapo come pochi e fiero di raccontarvi il mondo visto con gli occhi di un emerito cretino. Visto che autostima ! ! ! Se cercate un uomo vero vi consiglio di cambiare direzione perché da queste parti sono finiti nel ‘70. Accumulando una serie di appuntamenti più o meno fortunati mi sono chiesto da quando era diventato cosi difficile per un uomo essere galante. Al giorno d’oggi offrire a una gentil pulzella, che ne so, un'orzata o un karkadè magari con due biscotti allo zenzero è quasi impossibile. Spesso quando si esce per un incontro anche non marcatamente interessato, mi sento orfano della mia possibilità di fare il gentiluomo e magari pagare il conto del bar. Quant'è ? 2 euro e 30 (orca miseria mo come faccio !!!) Eh no ! Dividiamo ! Alla romana eh ! Vada che una cena di pesce mette ko anche il portafoglio di Lapo. Ohi ma un caffè !! E se è corretto poi è un affronto da femministe riunite. Allora, o è un modo per metterci alla prova e fare la spunta sulla casella “tirchio impenitente” o è della serie : “Ti aspetto al passetto quando me la chiedi”. Vorrei puntare l’attenzione sul fatto che, per qualche uomo venuto dal passato, le cui abitudini gentili e romantiche sorreggono il suo orgoglio di maschio, non è facile interfacciarsi con una donna in maniera forte e sicura se non gli si tributa un minimo di potere. Lo so che il punto è tutto li, la parità ci a reso vanamente uguali e confusi sui ruoli. Ci forziamo in atteggiamenti di dubbia accondiscendenza nel tentativo di non sembrare dinosauri ma in fondo siamo uomini e donne con usi e necessità diverse per genetica e per compensazione. Vi è piaciuto Piero Angela ? Comunque è cosi che la penso. Signore mie questa è una preghiera che mi nasce dal cuore, fateci essere cortesi almeno nelle piccole cose che in quelle grosse ci pensiamo già da soli a fare le nostre belle figuracce.

 
 
 

Le Figure Mitologiche : IL TROMBO AMICO

Post n°3 pubblicato il 21 Maggio 2008 da simon.say

Va premesso che, pur non essendo un bacchettone, io provengo da una storia molto lunga e stabile finche è durata ed è per che questo mi stupisco come un bimbo al circo, di fronte ad alcune novità della vita a me completamente ignote. Mi sono immesso sul mercato delle relazioni come un prodotto un po' datato o come si dice oggi "Vintage", per scoprirmi unico esponente di uno "Sturm und Drang" che non esiste più. Sono bene accetto e faccio la mia bella figura, come un mobile in arte povera, ma sto sempre in un angolo e con il centrino all’uncinetto in testa. Allora cerco di darmi una regolata frequentando in punta di piedi il mondo femminile e scoprendo cosi tutto un sotto bosco di figure mitologiche di cui se ho tempo e voglia vi andrò a parlare. Il " TROMBO AMICO " è quella più ricorrente e fastidiosa di solito bello e dannato, scostante e un po’ artista molto uomo e aggiungerei, fetente e bastardo. Esso si muove nella società con la sicurezza di un giaguaro, sinuoso e con passo felpato e ogni donna se non ce l’ha, ne ha già adocchiato un modellino da accoppiare alla borsetta e alle dècolleté di vernice. Gran frequentatore di discoteche e balere, ha sempre la battuta pronta e sa sempre dove mettere le mani. ATTENZIONE, se la vostra compagna/o vi intima una uscita con “gli amici del Latino” non è certo per andare a fare una rimpatriata con i compagni del ginnasio, perché quando torna a casa con la gonna tutta stropicciata e il rossetto sbaffato è troppo tardi. Circospetto, furbo e viscido come un serpente manba, il " TROMBO AMICO " salta fuori non appena le storie si fanno un tantino più serie, per insidiarle per poi sparire nella foresta dopo averle mandate a gambe per aria. Esso si nutre di sensazioni forti e di sesso fatto bene, sia esso uomo o donna è sempre migliore dell'attuale compagno, più o meno come l'erba del vicino che, oltretutto, è sempre sintetica e fa figura solo da lontano. Spero di non essere risultato invidioso nei confronti di questa creatura, ma dovendo subirne i danni non sono certo un suo fan. Forse se qualche donna mi adottasse potrei cambiare il mio punto di vista. Va bene dai è primavera lasciatemi passare questa cavolata incoerente, sono gli ormoni che parlano. Ogni tanto non sentite anche voi quella vocina che vi dice : “Memento mori “ (Ricordati che devi morire) , è un bello sprone a fare meglio e di più, e quando è tanto che non si accede alle grazie di una gentil pulzella … Salve sono il tuo “T.A” !!! (meglio l’acronimo) Interessa ? No ? Peccato a me si !!! (me so risposto da solo). Ps. Mi merito tutta l’ignominia e gli epiteti che vi so venuti in mente

 
 
 

Single è bello ???

Post n°2 pubblicato il 19 Maggio 2008 da simon.say

Stasera mi sento prolifico e parlo di un argomento che mi prende sul vivo.
Essere single è bello ??
Sta domanda mi perseguita quale esponente "di ritorno" della categoria.
Lo so che pensavate che fossi arrivato vergine alla tenera età di 38 anni e invece vi devo deludere, ebbene si, ho avuto anch'io le mie storie.
Storie, storielle, storiacce non rinnego nulla, ma ogni volta che mi ritrovo da solo a fare la contabilità dei costi benefici di ogni rapporto la domanda mi sorge spontanea : "Ma sarà meglio che rimango da solo ? ".
Tanto ho il mio bel da fare già così, mi ci manca pure tutto il coinvolgimento emotivo che una storia seria comporta.
Per amore ho spesso sopportato situazioni al limite dell'aberrazione, attendere una donna per un appuntamento senza un buon libro o la settimana enigmistica ti mette in contatto con la tua parte omosessuale.
Poi arrivando tirate a lucido come un'auto uscita dal concessionario hanno anche il coraggio di dirti che per loro sei solo un buon amico ...
Scusate ma se me lo dite in felpa e scarpe da tennis siete leggermente più credibili e soprattutto meno bastarde, io mi appellerei alla "Convenzione di Ginevra" che vieta la tortura in ogni sua forma.
Scherzi a parte ( e voi uomini sapete che c'è poco da scherzare ) un rapporto serio con una donna, e viceversa, è una cosa che va valutata con molta cura.
In prima persona conosco quella pulsione che ti porta a decidere in maniera affrettata e superficiale sulla questione, la solitudine se prolungata porta inevitabilmente a scelte più di tipo logistico che di reale coinvolgimento affettivo.
Io da parte mia mi so risposto nella maniera più logica possibile per me (sapete so capricorno e so fissato con l'organizzazione e i numeri) conoscere gente, aspettare e pregare dio che me la mandi bona e ... il resto lo sapete.

ps. Vi avevo avvertito che io sto fuori e so per certo che per adesso non rientro ahahahaha !!!!

 
 
 

Blog ... cominciamo poi si vedrà

Post n°1 pubblicato il 18 Maggio 2008 da simon.say

A dispetto delle mie capacità di scrivere e di dire qualcosa di interessante, apro questo blog con la certezza che vi racconterò una marea di cavolate dove a caso inserirò anche qualcosa di vero e personale. Lascio a voi l'arguzia di capire il fatto dalla facezia, ammesso che ve ne freghi qualcosa. Da pazzo compulsivo quale sono mi abbandono facilmente alle emozioni, svariando spesso tra felicità e profonda tristezza, vi risparmierei volentieri i miei malumori ma perché me li devo sorbire tutti da solo. Commentate pure se ne avete voglia, sono sempre disposto a farmi due risate con chi tenta di farmi capire quanto sono sciocco. Vi risparmio la fatica di chi combatte con i mulini a vento, lo so già di essere scemo e ripetermelo può solo rafforzare la mia convinzione. Odio la banalità, ma nel tentativo di regalare al mondo la panacea per tutti i mali, sarò banale e scontato come un 3x2 del supermercato. Vi chiederete dopo tutto questo chi me lo fa fare, bè volete mettere il gusto di rompervi un po' le scatole via web. Comunque per vostra tranquillità, mi dichiaro profondamente pigro e incapace di portare a termine qualsiasi cosa io incominci, perciò non vi sarà difficile sopportarmi.

Il motto della casa dice :Simone dice che non è impossibile (simon say)