Creato da nagel_a il 27/12/2008

la finestra

gli scenari dell'anima

 

« Caro istantelista »

silenzi

Post n°506 pubblicato il 04 Marzo 2013 da nagel_a

 

Ineluttabile corso della corrente
come disperazione sotto pelle
come inesorabile scorrere del sangue
contro la luminosità di un sole ingannevole
contro il chiarore di una giornata che finge primavera
contro i puntelli della ragione e la clausura dei sensi.

Struggenza che avvolge che soffoca che riempie
struggenza che pelle assorbe
struggenza che arrugginisce pensieri
convitato di pietra al banchetto di giuda
che offusca sensi e ragione.

 

 
 
 
Vai alla Home Page del blog

ULTIME VISITE AL BLOG

boezio62falco20050nagel_acassetta2PerturbabiIeNarcyssemariomancino.mPlastycoInabbordabileRosecestlaviedulotzil_giovanewertherlesaminatoreCLOW_N
 

AREA PERSONALE

 

ULTIMI COMMENTI

IL REGNO DEL SENSO PROFONDO

"Oltre alla realtà empirica e banale c'era l'ambito dell'immaginazione, costituito da quello stesso mondo percepibile grazie alla vista, al tatto e all'odorato, ma con in più le schiere infinite degli spiriti e delle ombre. [...] Allora non mi capacitavo del fatto che la maggioranza assoluta dell'umanità appartiene al regno del senso profondo non in virtù del proprio sapere - dono assai raro -  bensì della vita, della raggiante, viva sostanza, e che, dunque, accusarli di ignoranza era sciocco e assurdo. Invece di interrogatori, inquisizioni e tormenti, avrei dovuto osservarli e comprenderli. Osservarli con tenerezza e comprenderli con intelligenza"
A. Zagajewski - Due città

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Ottobre 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31