« Un vecchio scrittoVIA MONTENAPOLEONE (di C... »

Due di due

Post n°567 pubblicato il 28 Aprile 2022 da charlize77

 

Sì, proprio il libro di Andrea De Carlo. Lo sto rileggendo in questi giorni, in realtà l'ho quasi finito, dopo che lo avevo letto per la prima volta circa a metà degli anni 90.
La copia è la stessa di allora, cosa che mi provoca una certa emozione, il riprendere in mano fisicamente lo stesso libro, pagina per pagina, pensando a che facevo e a che pensavo, in che momento di vita ero quando lo lessi l'altra volta. Forse anche per questo che da un pò di anni a questa parte, nelle ultime pagine ora scrivo una cosa del tipo "letto aprile 2022"... perchè penso che magari un giorno moloti dei miei libri magari li prenderà in mano mia figlia e  sarà carino per me e per lei che ci sia riportato la data di quando io lo lessi...
Che poi magari lei avrà gusti completamente diversi dai miei o magari, banalmente, non sarà una gran lettrice.

Tornando a Due di due. Lo trovo un buon libro, era di ambientazione vintage già quando uscì, e non è invecchiato male. Come al solito, esattamente come coi film quando li riguardi dopo parecchi anni, sposti l'attenzione ad altro. A vent'anni mi rivedevo nei protagonisti vent'enni, ora trovo più curiosità su loro cresciuti. Come coi film.... da adolescente ad es ne "Il tempo delle mele"  mi focalizzavo sui ragazzini ora inevitabilmente mi focalizzo sui loro genitori e sulle dinamiche coi figli. 
E' anche interessante tutto ciò perchè la seconda rilettura (o visione in caso di film) dà nuovi spunti di riflessione.

Uno di questi è che ad esempio trovo che  Due di due abbia una forte vocazione cinematografica e mi domando come mai questo best seller non sia mai diventato un film. Era un'occasione ghiotta negli anni '90 un film su Due di due. Voglio dire... all'epoca non si negava un film a nessun scrittore di moda... come dimenticare "Branchie" tratto da Ammaniti? No forse meglio dimenticarlo. O "Jack Frusciante è uscito dal gruppo" di Brizzi. Persino Lucarelli, quello di Blu notte ebbe un film (Almost blue). Un po tutti ecco... Ma De Carlo no. Perché?
Mi son fatta la personalissima idea che Andra De Carlo debba essere un gran rompicoglioni e che probabilmente qualche tentativo ci sia stato da parte di case di produzione cinematografica ma che alla fine  non sia stato trovato l'accordo. 

Oggi come oggi più che al cinema lo vedrei molto bene trasposto in una mini serie tipo in sei puntate. Essendo anche un romanzo di formazione che abbraccia un arco temporale lungo e svariate location, l'economia cinematografica di un paio di ore scarse non credo renderebbe giustizia all'evoluzione dei due protagonisti.

Credo lo guarderei "Due di due". 

 

Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/sweetjenny/trackback.php?msg=16209151

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
 
Nessun Trackback
 
Commenti al Post:
Nessun Commento
 
 
 
 

Archivio messaggi

 
 << Febbraio 2023 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28          
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 16
 

Ultime visite al Blog

je_est_un_autrecharlize77ociblu77cassetta2Signorina_GolightlybirbomikCherryslen_travestiMaryluuuONLYONEMAN1venere_privata.xossimoraStrong_EmotionMaybeYou75
 

Chi puņ scrivere sul blog

Solo l'autore puņ pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom