Al Puledro Impennato

La locanda più famosa di Brea

 

AREA PERSONALE

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

TAG

 
Citazioni nei Blog Amici: 5
 

ULTIME VISITE AL BLOG

sme92Partmarccomelunadinonsolopolandincsimovezzogiulia.coserpantani.paolaihdvaedmickeymouse18granchietta_CANADESEDave1997chiara68.cdario.rsrbrunoconti89Fessakkione
 
 

 

Post N° 49

Post n°49 pubblicato il 22 Marzo 2007 da Tinuviel89
 

immagine

 
 
 

Post N° 48

Post n°48 pubblicato il 19 Marzo 2007 da Tinuviel89
 

immagine

 
 
 

Post N° 47

Post n°47 pubblicato il 06 Gennaio 2007 da Tinuviel89
 
Tag: Libro..
Foto di Tinuviel89

"Era notte, e sedevo sulla sponda dell'Anduin nella grigia oscurità, sotto la giovane pallida luna, osservando l'eterno fluire delle acque, quella notte ogni cosa dormiva. Allora vidi, o credetti di vedere, una barca galleggiare sul fiume, grigia e scintillante, una piccola barca di forma strana e dalla prua alta, nella quale non c'era nessuno a remare o a dirigerla. Fui colto da profondo stupore, perchè essa irradiava una pallida luce. Mi alzai recandomi sino all'argine, irresistibilmente attratto. Allora la barca si volse verso di me, e rallentando galleggiò lenta sino a portata di mano; tuttavia non osai toccarla. Era profondamente immersa nei flutti, come se carica di un pesante fardello, e vedendola passare sotto i miei occhi, mi parve che fosse quasi piena di limpida acqua dalla quale emanava la luce. Avviluppato dall'acqua giaceva un guerriero dormiente.
Sulle sue ginocchia una spada rotta; sul suo corpo molte ferite. Era Boromir, mio fratello, morto. Riconobbi le sue vesti, la sua spada, il suo amato volto. Un'unica cosa mancava: il suo corno. Un'unica cosa tra quelle che aveva era a me ignota: una splendida cinta come di foglie d'oro intrecciate intorno alla sua vita."

 
 
 

Post N° 46

Post n°46 pubblicato il 05 Gennaio 2007 da Tinuviel89
 
Tag: Libro..
Foto di Tinuviel89

Rauros continuò a ruggire impassibile. Il Fiume si era preso Boromir, figlio di Denethor, e non lo rividero mai più a Minas Tirith, in piedi sulla Torre Bianca come soleva fare ogni mattino. Ma a Gondor, nei giorni che vennero, per lungo tempo si narrò che la barca elfica, oltrepassate le cascate e le acque spumeggianti, l'aveva portato attraverso Osgiliath, e al di là della foce dell'Anduin nel Grande Mare, di notte, al lume di stelle.

 
 
 

Post N° 45

Post n°45 pubblicato il 16 Dicembre 2006 da Tinuviel89
 
Foto di Tinuviel89

Gli Ent

 
 
 

La Foresta di Fangorn

Post n°44 pubblicato il 16 Dicembre 2006 da Tinuviel89
 
Foto di Tinuviel89

La Terra di Mezzo è ricca di foreste, ma nessuna è antica come quella di Fangorn. Situata a fianco dell'estremità meridionale delle Montagne Nebbiose e attraversata dai fiumi Entalluvio e Limterso, la foresta di Fangorn è la parte orientale che resta del gigantesco bosco che un tempo ricopriva l'intero Eriador. Vi renderete subito conto che si tratta di una foresta antica e selvaggia. Pochi sono coloro che osano addentrarvisi, e si narra che vi siano angoli dove la luce non ha mai spazzato la Grande Oscurità dei tempi remoti. Non appena farete pochi passi nel bosco, udirete sicuramente degli strani rumori intorno a voi: si tratta del lamento degli alberi e delle voci dei loro custodi. La foresta è infatti dominata dagli Ent, i pastori degli alberi, creature millenarie che hanno il compito di proteggere i boschi. La natura degli Ent è strettamente legata a quella degli stessi alberi: non solo l'aspetto è molto simile, ma lo scorrere del tempo può lentamente confonderli e trasformare gli Ent più anziani in alberi addormentati, che cessano pian piano di muoversi e di parlare. Oltre a nutrire una forte ostilità verso gli altri esseri viventi, gli Ent sono tormentati dal loro stesso futuro. Sono sempre in numero minore, e sono destinati a scomparire perchè ormai incapaci di riprodursi. Nel lontano passato gli Ent e le Entesse separarono le loro strade: le femmine attraversarono il fiume Anduin e si dispersero per le Terre Brune, per prendersi cura di piante, piccoli fiori, cespugli e alberi da frutta, mentre gli Ent preferirono gli alberi grandi e nodosi delle foreste. Gli Ent parlano molto lentamente (sono convinti che non valga la pena  di dire nulla se non ci si può prendere il tempo di dirla) ma si muovono in fretta. Consigliamo di pernottare appena al di fuori della foresta. Se proprio dovete accendere un fuoco da queste parti, usate solo rami secchi e già morti.

 
 
 

Alberi Mallorn

Post n°43 pubblicato il 21 Novembre 2006 da Tinuviel89
 

immagine

 
 
 

Lothlorien

Post n°42 pubblicato il 20 Novembre 2006 da Tinuviel89
 
Foto di Tinuviel89

Dopo il difficile attraversamento delle Miniere di Moria, ecco un luogo apparentemente più piacevole e accogliente, anche se non tutti potrebbero essere daccordo. Lorien è un regno elfico situato lungo il fiume Anduin, nel punto in cui si incontra con l'affluente Celebrant (Argentaroggia). A differenza di Gran Burrone, però, Lorien è molto più isolata e mantiene ben pochi contatti con il mondo esterno.
Per questo motivo non tutti i forestieri amano avvicinarsi ai suoi confini, nel timore dei grandi e misteriosi poteri di Dama Galadriel, che governa la regione insieme a suo marito Caleborn, proteggendone i boschi dorati dall'influenza degli esseri malvagi. Per questo motivo, Lorien è l'unico luogo in tutta la Terra di Mezzo dove domina ancora oggi la bellezza senza tempo dei Giorni Antichi.
Il regno è stato fondato dagli elfi silvani nella prima era, ma è stato poi modellato da Galadriel in ricordo del Doriath, un antichissimo regno elfico dei tempi perduti. La Dama piantò e fece crescere i grandi e splendidi alberi di mallorn, le cui foglie diventano dorate in autunno ma non cadono fino a quando non giunge la primavera. La capitale del regno è Caras  Galadhon, la "città degli alberi", e le residenze degli elfi sono costruite proprio sui mallorn che ricoprono l'intera collina. La dimora di Galadriel e Celeborn si trova sull'albero più grande di tutti, in cima alla collina, mentre ai confini della città, in una piccola conca dove scorre un ruscello, si trovano i giardini di Galadriel che ospitano anche il suo Specchio con il quale la Dama può leggere il futuro. La città è a sua volta circondata da un profondo fossato e da un sentiero di pietra che congiunge, in un semicerchio, l'ingresso settentrinale con il ponte a sud. La maggior parte di Lorien si estende a est del fiume Celebrant, in una regione chiamata Naith.
I giorni che trascorrete a Lorien vi sembreranno irreali e magici, proprio come in un sogno, e quando deciderete di ripartire, la Dama Galadriel non mancherà di farvi doni preziosi, grazie alla sua capacità di scrutare nell'animo delle persone che ha di fronte e di presagire il loro destino.
Alla confluenza fra il Celebrant e l'Anduin si trova un piccolo porticciolo, da dove potrete salpare con le agili barche che vi forniranno gli elfi e percorrere il Grande Fiume verso sud, fino alle Cascate di Rauros.

 
 
 

Post N° 41

Post n°41 pubblicato il 30 Ottobre 2006 da Tinuviel89
 

                immagine

 
 
 

Post N° 39

Post n°39 pubblicato il 25 Ottobre 2006 da Tinuviel89
 

immagine

 
 
 

Post N° 38

Post n°38 pubblicato il 25 Ottobre 2006 da Tinuviel89
 

La morte di Boromir

                    immagine

 
 
 

Sam

Post n°37 pubblicato il 25 Ottobre 2006 da Tinuviel89
 
Foto di Tinuviel89

Come suo padre e quasi tutti i suoi antenati, Sam era un giardiniere, professione tenuta in grande conto dagli Hobbit. I Gamgee non erano una famiglia benestante come i Baggins, nè importante e rispettata come i Tuc e i Brandibuck. Ciò nonostante, Sam godeva della stima e dell'amicizia di Frodo e amava ascoltare i racconti del vecchio Bilbo Baggins a proposito degli Elfi e delle sue avventure giovanili. A causa di questa sua curiosità per il mondo sterno, ma soprattutto per la sua lealtà e devozione verso Frodo, Sam fu scelto da Gandalf per accompagnare il suo "padrone" nel lungo viaggio verso il Monte Fato. Quando la Compagnia dell'Anello si separò a Parth Galen, Sam fu l'unico a seguire Frodo. I due hobbit furono guidati da Gollum fino a Cirith Ungol, dove Sam salvò Frodo dall'assalto di Shelob e dagli orchetti che custodfivano la torre. Dopo la distruzione dell'Anello e il ritorno nella Contea, Sam sposò Rosie Cotton dalla quale ebbe tredici figli. Da allora visse a Casa Baggins e venne eletto Sindaco per sette volte consecutive. In tarda età, dopo la morte di sua moglie, si recò ai Porti Grigi e attraversò il mare a bordo di una nave elfica, cosa che gli fu concessa perchè anche lui era stato per un brevissimo periodo di tempo un portatore dell'Anello.

 
 
 

Gran Burrone

Post n°36 pubblicato il 25 Ottobre 2006 da Tinuviel89
 
Foto di Tinuviel89

Gran Burrone, che in lingua elfica è chiamato Imladris, è l'ultimo rifugio accogliente prima di inoltrarsi nelle Terre Selvagge. Si tratta di una grande dimora costruita dagli Elfi in una profonda vallata in mezzo alle Montagne Nebbiose, al di là del fiume Bruinen. Per raggiungerlo bisogna superare il fiume al guado e poi risalire per una strada piuttosto tortuosa che si arrampica lungo una gola.
La casa di Elrond (sire di questo luogo), è quasi esclusivamente di legno e rispetta la natura, adattandosi agli alberi al punto che a volte è difficile distinguere quali parti della dimora sono state costruite e quali sono naturali. Con Elrond vivono i suoi figli: Elladan, Elrohir e Arwen, oltre a molti signori elfici di grandi poteri come Gildor e Glorfindel. La dimora è molto vasta e spaziosa e include numerose camere confortevoli per gli ospiti, collegate fra di loro attraverso ampie terrazze dove è possibile passeggiare in compagnia del dolce gorgogliare delle acque e dal canto degli uccelli. Il grande portico che guarda ad est, immerso nella calma e nella pace, viene usato da Elrond per radunare amici e alleati e tenere il suo consiglio quando vi è qualche importante questione di cui discutere. Se decidete di fermarvi per qualche giorno, sarete liberi di coltivare il vostro spirito per ritemprarvi dalle fatiche del mondo esterno, mentre la magia degli Elfi impedisce l'accesso alle forze del male.

 
 
 

Post N° 35

Post n°35 pubblicato il 29 Settembre 2006 da Tinuviel89
 
Tag: Film...

"Esiste un solo Signore dell'Anello, solo uno può piegarlo alla sua volontà, ed egli non divide il Potere!"

                      immagine

 
 
 

Post N° 34

Post n°34 pubblicato il 28 Settembre 2006 da Tinuviel89
 

         

 
 
 

Post N° 33

Post n°33 pubblicato il 28 Settembre 2006 da Tinuviel89
 

  

 
 
 

Post N° 32

Post n°32 pubblicato il 26 Settembre 2006 da Tinuviel89
 
Tag: Film...

Abbiamo solo del pollo freddo, qualche sottaceto... Uhm, qui c'è del formaggio! No no, non va bene, troppo rischioso... Abbiamo Marmellata ai Lamponi, Torta di Mele... Oh no, siamo a posto: ho trovato del Pan di Spagna... Ecco qua, per una piccola merenda, speriamo che basti. Posso farti delle uova se vuoi!

 
 
 

Galadriel

Post n°31 pubblicato il 25 Settembre 2006 da Tinuviel89
 
Foto di Tinuviel89

La Dama del bosco Dorato, moglie di sire Caleborn, è uno degli Elfi più antichi a vivere nella Terra di Mezzo, dove fondò Lorien. Principessa Noldorin, guidò un esercito Noldor per riconquistare i Silmaril, i gioielli rubati da Melkor.
Grazie al potere di Nenya, uno dei Tre Anelli degli Efli, Galadriel fece prosperare Lorien e riuscì a proteggere il suo popolo da Sauron.
La Dama aveva la capacità di indagare nelle menti di amici e nemici. Nei suoi giardini si trovava anche il magico Specchio: una vasca capace di mostrare il futuro.

 
 
 

Glorfindel

Post n°30 pubblicato il 24 Settembre 2006 da Tinuviel89
 

 
 
 

Post N° 29

Post n°29 pubblicato il 24 Settembre 2006 da Tinuviel89
 

 
 
 
Successivi »
 
 
 

INFO


Un blog di: Tinuviel89
Data di creazione: 12/06/2006
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Ottobre 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31  
 
 

FACEBOOK

 
 

I MIEI BLOG AMICI