ATTUALITA' E MISTERI

L'attualità: le news e le notizie magari più isolate e i misteri che ci avvolgono tutto questo in un unico blog

 

SKYPE

My status

Mi trovate su Skype sotto il nominativo di       francesco.papinutti

Mi trovate su Msn Messenger sotto la mail      francescopapinutti@hotmail.it

 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo i membri di questo Blog possono pubblicare messaggi e tutti possono pubblicare commenti.
 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: ufo91
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 28
Prov: UD
 

AREA PERSONALE

 

TAG

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Luglio 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

LINK PREFERITI

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 10
 

ULTIME VISITE AL BLOG

pino154daniele.dolfi2008piccirod0lceluigottini.massimomodolofab1974Fede.Parisavv.alessandrocalelaura.pengomaxix82nolsiggbeta580alexmilan94marsalmont
 

ULTIMI COMMENTI

Io, se lo mettono in offerta. Potrei farci un alberghetto.
Inviato da: exasimpol
il 15/09/2008 alle 03:45
 
l'aereo aveva avvistato un ufo che era stato raggiunto...
Inviato da: zeubunga
il 30/07/2008 alle 22:03
 
ciao ti ho inserito sul mio msn ... voglio parlarti di...
Inviato da: Anonimo
il 02/04/2008 alle 18:34
 
ho scoperto il tuo blog per caso... lo trovo molto...
Inviato da: Anonimo
il 02/04/2008 alle 18:30
 
Auguri per una serena e felice Pasqua...Kemper Boyd
Inviato da: Anonimo
il 23/03/2008 alle 15:42
 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo i membri di questo Blog possono pubblicare messaggi e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

AGLI AMICI VEGETARIANI UNA PICCOLA PARENTESI BIOLOGICA

Post n°39 pubblicato il 28 Marzo 2007 da ufo91

Allora..comincio...il nome proteine (dal greco proteios, "primo posto") suggerisce l'importanza di questa classe di macromolecole. Una proteina è un polimero biologico formato da monomeri di amminoacidi. Ciascuno di noi possiede decine di migliaia di differenti tipi di proteine, ognugna con un particolare struttura tridimensionale che corrisponde a una precisa funzione!! Ci sono diverse categorie di proteine:

1-Proteine STRUTTURALI, come la seta dei ragni, i peli dei mammiferi e le fribre che formano tendini e i legamenti

2-Proteine CONTRATTILI, tra cui la actina e la miosina che danno luogo ai movimenti muscolari

3-Proteine di RISERVA, come ad esempio l'ovalbumina, presente nel bianco dell'uovo che rappresenta una riserva di amminoacidi per l'embrione in via di sviluppo

4-Proteine di DIFESA, tra cui gli anticorpi del sangue che hanno il compito di combattere le infezioni.

5-Proteine di TRASPORTO, come l'emoglobina, ossia la proteina contenente ferro che è presente nel sague e trasporta l'ossigeno dai polmoni alle altre parti del corpo

6-Proteine REGOLATRICI, come alcuni ormoni, le sostanze che aiutano a coordinare le attività corporee agendo da messaggeri da una cellula alle altre. Un esempio è l'insulina che regola il metabolismo degli zuccheri

7-E quelle forse più importanti cioè le proteine dette ENZIMI. Un enzima è una proteina che ha la funzione di catalizzatore chimico, cioè un agente che modifica la velocità di una reazione chimica senza subire modificazioni di natura molecolare durante il processo. Gli enzimi fanno avvenire e regolano quasi tutte le reazioni chimiche delle cellule.

Se non arricchiamo il corpo quindi di tutte le proteine necessarie avviene l'incontrario di ciò che per natura dovrebbe avvenire..proseguo la spiegazione dopo i compiti che devo fare ciao!

 
 
 

MA COME E' POSSIBILE?

Post n°38 pubblicato il 23 Marzo 2007 da ufo91
Foto di ufo91

VIAGGIARE, O VIAGGIARE!! treno, macchina, aereo, motoscarpa, autobus, ciclette, pedalò..con un'infinità di mezzi possiamo spostarci. Ma focalizziamo la nostra attenzione sugli aerei quarant'anni fa chi si poteva permettere di solcare i continenti a bordo dei primi jet aveva sicuramente un reddito molto alto o era un politico in quanto volare costAVA. Bè dal 1903 quando i fratelli Writght fecero svolazzare per pochi metri il loro primo aereo ad una velocità pari al limite attuale sulle stradeurbane, in pochi anni siamo arrivati a aerei che sfrecciavano a 900 km/h, 6o anni dopo al Concorde il quale addirittura superava il muro del suono. Però i biglietti costavano!
Prima mi facevo un giretto, come solito, sui siti delle compagnie aeree, e sono capitato in quello della tuifly (sussidiaria della thomson fly)..pensate voi per una persona TASSE INCULUSE dall'aeroporto di venezia marco polo all'aeroporto di Moncao 4.99 EURO..ci sono rimasto male! :)..e certo le motivazione di fare prezzi bassi ci sono ma non pensate che ci possano rimettere qualche cosa anche le compagnie?

 
 
 

BRUTTA FIGURA NEGLI USA DA PARTE DI NOI EUROPEI!

Post n°37 pubblicato il 22 Marzo 2007 da ufo91
Foto di ufo91

Sicuramente avrete sentito parlare del nuovo gioiello dell'aeronautica europea l'Airbus A380; avete presente quel bestione di aereo con quattro motori, alto come un palazzo e lungo come una nave?..no no..non il Boeing 747, quello tutto europeo...l'A380!! Si si proprio quello! Giorni fa il carissimo aereo è arrivato all'aeroporto internazionale di Los Angeles per essere presentato a dei possibili clienti americani!! Interessante la faccenda vero? In EU ha già avuto un sacco di ordinazioni..bè..al momento dell'atterraggio ha sbandato per circa 5 metri a destra! Voi direte "embè"..e io vi rispondo "embè nulla:)"..se a bordo ci fossero stati i 516 o 850 passeggeri molti di questi ora sarebbero all'ombra dei cipressi; quindi ..una cattiva presentazione no? chi mai comprerebbe un aereo che sbanda?

Il video :
http://www.youtube.com/watch?v=8fZK_mPM6tw

 
 
 

IL PRIMO POST DI ATTUALITA'

Post n°36 pubblicato il 11 Marzo 2007 da ufo91

Siamo nel 2036!!! Che bello! E' il giorno di Pasqua, siamo il 13 Aprile! ehm..forse è meglio essere nel 2007 vero?
Vi chiederete il perchè; sazio subito la fostra fame di risposta a codesta domanda.
Semplicemente perchè probabilmente la Pasqua del 2036 sarà l'ultima nella quale potremmo gustare la nostra buona ciccolata al latte o fondente che sia! In quanto un sassolino di 390 metri di diametro alle 21.30 circa ci cadrà sopra la testa; no non sto scherzando aimè!! La zona prevista per l'impatto è o nelle zone limitrofe al MADAGASCAR o nelle coste difronte alla ricca California.

Qua sotto il prospetto nasa per questo evento:

Impact Probability: 2.2e-05

0.002200000% chance of Earth impact

Nel 2013 saremo più sicuri della nostra morte o no; nel 2029 saremo sicuri al 100% di morte o vita!

Che ne dite cari miei? (perdonate l'aria sarcastica ma è per sdrammatizzare)

 
 
 

UN MISTERO TUTTO ITALIANO

Post n°35 pubblicato il 02 Marzo 2007 da ufo91
Foto di ufo91

Uno dei pochi misteri italiani, il così chiamato Mistero di Ustica o la strage di Ustica. Siamo nel lontano 1980.
Il 27 Giugno dell'anno citato sopra il volo ITAVIA marche IH870 ovvero un veivolo DC-9 doveva compiere la tratta Bologna-Palermo.
Alle 20.08 il volo è partito dall'aeroporto di Bologna con due ore di ritardo destinazione Palermo; il volo si svolge secondo i parametri sino all'ultimo contatto con il controllore del traffico aereo di Roma alle 20.58. Sei minuti dopo ovvero alle 21.04 si procede con la comunicazione di discesa verso l'aeroporto di Palermo però non si ha risposta dall'aereo; si provano le comunicazioni sino alle 21.13 orario in cui l'aereo dovrebbe essere arrivato in Sicilia.Alle 21.25 il comando del Soccorso Aereo di Martina Franca assume la direzione delle operazioni di ricerca, allerta il 15° Stormo a Ciampino, sede degli elicotteri HH3F del Soccorso Aereo. Alle 21.55 decolla il primo HH3F e inizia a perlustrare l'area presunta dell'incidente.
Numerosi elicotteri, aerei e navi partecipano durante la notte alle ricerche nella zona. Solo alle prime luci dell'alba viene individuata da un elicottero, al largo di Ustica, una grossa chiazza di carburante e poco dopo, nei pressi, le prime vittime, bagagli e rottami galleggianti.
È la tragica conferma che il velivolo è precipitato in quella zona del Tirreno, dove la profondità supera i tremila metri.

Le seguenti sono le vittime dell'incidente:

  • Cinzia Andres
  • Luigi Andres
  • Francesco Baiamonte
  • Paola Bonati
  • Alberto Bonfietti
  • Alberto Bosco
  • Maria Vincenza Calderone
  • Giuseppe Cammarota
  • Arnaldo Campanini
  • Antonio Candia
  • Antonella Cappellini
  • Giovanni Cerami
  • Maria Grazia Croce
  • Francesca D'Alfonso
  • Salvatore D'Alfonso
  • Sebastiano D'Alfonso
  • Michele Davì
  • Giuseppe Calogero De Ciccio
  • Rosa De Dominicis
  • Elvira De Lisi
  • Francesco Di Natale
  • Antonella Diodato
  • Giuseppe Diodato
  • Vincenzo Diodato
  • Giacomo Filippi
  • Enzo Fontana
  • Vito Fontana
  • Carmela Fullone
  • Rosario Fullone
  • Vito Gallo
  • Domenico Gatti
  • Guelfo Gherardi
  • Antonino Greco
  • Berta Gruber
  • Andrea Guarano
  • Vincenzo Guardi
  • Giacomo Guerino
  • Graziella Guerra
  • Rita Guzzo
  • Giuseppe Lachina
  • Gaetano La Rocca
  • Paolo Licata
  • Maria Rosaria Liotta
  • Francesca Lupo
  • Giovanna Lupo
  • Giuseppe Manitta
  • Claudio Marchese
  • Daniela Marfisi
  • Tiziana Marfisi
  • Erica Mazzel
  • Rita Mazzel
  • Maria Assunta Mignani
  • Annino Molteni
  • Paolo Morici
  • Guglielmo Norritto
  • Lorenzo Ongari
  • Paola Papi
  • Alessandra Parisi
  • Carlo Parrinello
  • Francesca Parrinello
  • Anna Paola Pellicciani
  • Antonella Pinocchio
  • Giovanni Pinocchio
  • Gaetano Prestileo
  • Andrea Reina
  • Giulia Reina
  • Costanzo Ronchini
  • Marianna Siracusa
  • Maria Elena Speciale
  • Giuliana Superchi
  • Antonio Torres
  • Giulia Maria Concetta Tripliciano
  • Pierpaolo Ugolini
  • Daniela Valentini
  • Giuseppe Valenza
  • Massimo Venturi
  • Marco Volanti
  • Maria Volpe
  • Alessandro Zanetti
  • Emanuele Zanetti
  • Nicola Zanetti

Il tragico bilancio è 81 persone morte e solo 38 ancora in vita.
Ancora oggi non si sa con precisione chi o cosa abbia fatto precipitare il volo dell'Itavia.
Dopo la notizia del tragico evento una chiamata giunge in diretta ad una trasmissione RAI; una voce dice solamente che sono state occultate numerosissime cose, che altrettante sono tenute nascoste; la chiamata poi si interrompe.
Le ipotesi sono le seguenti: Collisione con aeromobile e/o razzo americano (in quel periodo si stavano facendo esercitazioni in zona di Ustica) Esplosione a bordo (sono state ritrovate tracce di dinamine T4 in cabina) Cedimento strutturale.

Per ora l'unica cosa certa è che l'aereo DC-9 Itavia marche IH870 è caduto portando con se più di cento persone nella zona fra Ustica e Ponza la sera del 27 Giugno 1980.

 
 
 

UN MISTERO NON MISTERO

Post n°32 pubblicato il 23 Dicembre 2006 da ufo91
Foto di ufo91

Un mistero non mistero e problema non problema è: come faremo senz'acqua? Bella domanda, gli scienziati puntano al 2020 il punto di non ritorno ovvero se dopo il suddetto anno si cercherà in un qualche modo di attuare dei procedimenti per salvare il nostro pianeta, sarà tutto inutile. La desertificazione aumenterà, l'acqua diminuirà e le popolazioni, piano piano, si sposteranno tutte nelle zone più a nord in cerca di refrigerio e di acqua. Come faremo a vivere senza acqua? che risorse dovremo utilizzare per vivere?

 
 
 

IL TRIANGOLO DELLE BERMUDA: UN MISTERO RISOLTO

Post n°31 pubblicato il 23 Dicembre 2006 da ufo91
Foto di ufo91

Il triangolo delle berumda ci ha da sempre incuriosito? Ebbene si, gli scienziati sono arrivati a capo della possibile sparizione di molte navi che passando per il triangolo soprese dalla canzone "Il triangolo no" colavano a picco! Ovviamente scherzo!
La soluzione è arrivata dal filmato di una piattaforma petrolifera in mezzo all'oceano che si è piegata su se stessa e inabissata a causa del foramento di una sacca contenente metano che quindi ha reso l'acqua più densa conseguendo il piegamento della stazione: così avveniva per le navi! (dicono, ma io ci credo) Siccome i fondali marini sono ricoperti di faglie tettoniche e cose del genere "terremoto"  quindi anche queste sacche di gas è probabile che le navi scomparse (navi merci) siano colate a picco a causa di un movimento tellurico che ha fatto rompere queste bolle con uscita di gas e sparizione misteriosa della nave; analoga può essere la spiegazione della scomparsa di piccoli aerei da turismo che magari incuriositi (i passeggeri, non gli aerei eheh) dall ribollir dell'acqua sono scesi di quota sino ad arrivare a pochi metri dalla zona misteriosa e, siccome l'aria soprastante è colma di metano quando avviene la rottura, il motore a scoppio dei piccoli aerei con una scintilla può aver causato la perdita, ora non più tanto misteriosa, di aerei!!!

VI HO SVELATO UN BEL SEGRETO EHEHEH!

P.S NON MI SONO INVENTATO IO! BUONE FESTE A TUTTI!

 
 
 

AREA 51

Post n°30 pubblicato il 19 Dicembre 2006 da ufo91

Interessante è osservare le foto della ormai nota Area 51 da Google Heart; da un'altitudine di circa 7 km dal suolo si notano inizialmente due piste per aerei molto lunghe (circa 4000m quando di norma si aggirano da 2500-3000) e poi uno spazio chiaro (probabilmente sabbia) localizzato a nord est delle due piste. Questa zona, per altro molto ampia, di sabbia presenta altre due piste per aeromobili posizionate a V. 

Sapete che anche noi abbiamo una simil aera 51 in Italia?
Proprio così cari amici, si trova nella mia amata regione: il Friuli. Sicuramente avrete sentito parlare della base militare USAF di Aviano; essa fu molto importante e fondamentale durante il periodo della guerra fredda e tutt'ora è sede del numeroso stormo di F-16 C-130 e molte volte si possono ammirare gli atterraggi di aerei md-11 per il rifornimento in volo ecc.ecc solamente però aeromobili americani;
La zona limitrofa alla base sembra la più tranquilla di codesto mondo ma...ma...ma sotto questa la terra è scavata in cunicoli, vie, gallerie sotterranee che percorrono per chilometri la zona sotto Aviano in provincia di Pordenone. Cosa troviamo dentro questo "piccolo" scantinato?? La bellezza di circa 5 testate nucleari /americane/ e dicono che dentro si localizzi una mini aerea 51 quindi con restidi dischi volanti, esseri alieni, testimonianze ecc.ecc tutto questo si può leggere nel libro "Ho le Prove" di Antonio Chiumento esimo professore nonchè insegnante di matematica in certe scuole superiori della provincia di Pordenone e insignito di numerosi riconoscimenti sul caso UFO.

 
 
 

IL MISTERO PIU' GRANDE

Post n°28 pubblicato il 05 Novembre 2006 da ufo91
Foto di ufo91

Il mistero più grande che ci attanaglia è:"da dove veniamo?"; ci ha creato Dio? ci siamo evoluti da elementi provenienti da una meteorite? o crediamo alla vicenda della storia che ci è stata raccontata sin dalle scuole medie ovvero quella del brodo primordiale?

Le basi per una risposta adeguata:
Il brodo primordiale era un comglomerato acquoso colmo di sostanze quali  e l'astmosfera era ricca di gas ora per noi mortali come azoto, ossigeno, metano ecc. un cocktayl per morire che invece ha dato vita a dei piccoli organismi grazie a delle scariche elettriche date dalle prime piogge (acide) che hano reazionato l'atmosfera e il brodo primordiale eccitato per le scariche elettriche e proprio da queste basi si pensa sia nata la vita! E' stato provato scientificamente questa probabile nascita della vita ottenendo il risultato che molto probabilmente colpì il nostro pianeta miliardi di anni fa.

Dio ha creato la vita? Per me è impossibile perchè è impensabile che una persona abbia potuto creare organismi così complessi come siamo noi ora.

La faccenda della meteora è un pò più plausibile di quella prima di queste anche se vedo impossible che un globo di roccia abbia portato dopo milioni di anni di viaggio sul nostro pianeta la vita.

DA DOVE VENIAMO QUINDI; GRAZIE A DIO, AL BRODO PRIMORDIALE O ALLA METEORITE?

 
 
 

11 SETTEMBRE QUAL'E' LA VERA VERITA'?

Post n°27 pubblicato il 14 Ottobre 2006 da ufo91
Foto di ufo91

Come ben sapete l'11 Settembre 2001 è successa una delle disgrazie più grandi dell'umanità. Quasi sicuramente le torri gemelle sono state colpite da due diversi aerei ma il pentagono è stato veramente colpito da un Boeing 757?

Secondo la storia ufficiale, come scritta nel New York Times (International Herald Tribune, 2001-10-17, p.8), il Boeing 757, AA Flight 77, che colpì il Pentagono eseguì una manovra di discesa a 270° per 7000 piedi a 500 mph sopra Washington. Si avvicinò al Pentagono su una traiettoria orizzontale (così da determinare maggior danno all’edificio), così in basso da tosare le linee elettriche della strada (ma in modo da infilarsi tra due pali distanti tra loro meno dell’apertura alare di un Boeing 757).

Ci hanno detto (e, naturalmente, si aspettano che noi ci crediamo) che questa manovra venne eseguita da un pilota Arabo, Hani Hanjour, che nell’Agosto 2001 venne giudicato dal capo degli istruttori di volo come uno che non aveva raggiunto le competenze necessarie a pilotare neppure un Cessna 172. (C’è qualcosa di poco credibile a questo proposito?)

Intendo dire che una persona che neppure ha le competnze necessarie per pilotare un aereo relativamente semplice come un Cessna 172 si sia cimentato nell'impresa di dirottare un Boeing 757.

Come è per voi la VERA versione della vicenda?

 
 
 

AGGIORNAMENTI 11 SETTEMBRE 2001

Post n°26 pubblicato il 12 Ottobre 2006 da ufo91
Foto di ufo91

I primi post del mio blog erano dediti a capire quale fosse la verità dell'11 Settembre; ho portato foto, testi e quant'altro che affermavano innanzitutto che sul poligono NON è caduto nessun aeromobile e, secondariamente, che era impossibile che le Torri Gemelle fossero crollate solamente con la forza degli aerei e con il calore del carburante. Giorni fa ho visto un video a proposito degli aerei che hanno attaccato le due torri simbolo di New York e si può notare che nel presunto aereo dell'American Airlines, che dovrebbe avere una livrea interamente in alluminio, presentava un colore grigio e che la sua "pancia" non era liscia come tutti i B767 (e ovviamente tutti gli altri aerei) ma presentava un'irregolarità dietro al carrello anteriore come se ci fosse un rilievo che rendeva assimetrico l'aeromobile...era un bimotore però...e aveva una scritta blu sul fianco...l'aero potrebbe essere stato quello nella foto. Cosa ne pensate voi? Era veramente un aereo dell'AA o semplicemente un aereo militare (vedi foto)?

 
 
 

AVVISTAMENTI IN ITALIA DAL 1900

Post n°25 pubblicato il 30 Settembre 2006 da ufo91

Da poco ho realizzato sul mio sito http://digilander.libero.it/ufo91 una pagina relativa ai vari avvistamenti in Italia dal 2002 al 2005 e poi una parte più specifica che segnala tutti gli avvistamenti regione per regione dal 1900 circa.

Per visionare tutti i dati raggiungete la pagina cliccando sul link seguente http://digilander.libero.it/ufo91/avvistamenti_in_italia.htm ... e magari se avete tempo visitate tutto il sito e lasciatemi pure un commento!!

Tanti saluti Francesco Papinutti

 
 
 

Il mistero di quella pioggia rossaE se arrivasse da mondi lontani?

Post n°24 pubblicato il 27 Settembre 2006 da ufo91
Foto di ufo91

"Non abbiamo mai visto nulla del genere prima d'ora"

ROMA - Ha il sapore della fantascienza lo strano fenomeno che si verificò nel luglio del 2001 a Kerala, in India e che si è ripetuto poche settimane or sono. E come tutte le storie strane il suo inizio passa quasi inosservato ai più. Cinque anni fa, per vari giorni, sulla città indiana era piovuto rosso. La gente era abituata a qualcosa del genere, quando le tante tempeste di sabbia che giungono dal nord si mescolano alle piogge locali. Ma a Godfrey Louis, fisico della Mahatma Gandhi University, quel fenomeno apparve molto strano. Non era come tutte le altre piogge frammiste a sabbia. E così raccolse alcuni campioni del materiale caduto ed iniziò uno studio che non è ancora terminato, ma che una parte dei risultati è apparsa sull'autorevole Astrophysics and Space Science, una rivista specializzata in astronomia e astrofisica. Negli ultimi mesi le ricerche vengono condotte anche dalla Corbell University (Usa) e dalla Sheffield University (Gran Bretagna).

Il mistero risiede nei globuli rossastri che compongono la pioggia. Essi hanno un diametro di circa 10 micron, poco più grandi di un globulo rosso che è di 7 micron. Louis sostiene di aver osservato 15 piccole cellule fuoriuscire da una cellula madre dando origine ad un chiaro processo di moltiplicazione. Ma questo fenomeno, per quanto avviene negli organismi terrestri, necessita della presenza di Dna. E qui sta il mistero o se si vuole il problema da risolvere. Louis infatti, non è riuscito a trovare il Dna. Per questo ha inviato il materiale ad altre università più attrezzate in questo tipo di ricerca. Spiega Chandra Wickramasinghe, della Cardiff University, che sta studiando il materiale di Kerala: "Non abbiamo mai visto nulla del genere prima d'ora. Non ci sono dubbi che questi globuli sono composti da idrogeno, silicio, ossigeno, carbonio e alluminio. Possiedono pareti molto spesse così che è difficile entrarvi o estrarre il materiale che vi è all'interno. Le analisi che abbiamo eseguito con il Dapi (la sostanza utilizzata dai biologi per mettere in luce la presenza di Dna all'interno delle cellule viventi) ha dato risultati contrastanti".


Nonostante le ricerche fin qui condotte, non si riesce a capire cosa produca il colore rosso ai globuli in questione. I ricercatori vorrebbero rompere le pareti delle cellule per studiare ciò che vi è all'interno, ma l'operazione risulta estremamente complessa perché le pareti sono molto spesse e risulta difficile romperle senza disperdere il contenuto. "Forse - ostiene Louis- le pareti spesse servono a quegli organismi per sopravvivere nello spazio, al di fuori dell'atmosfera terrestre".

Il ricercatore indiano infatti, ipotizza che la pioggia rossa sia composta da organismi di origine extraterrestre giunti fin sulla Terra. Spiega Louis: "La caduta di materiale extraterrestre sulla Terra può essere spiegato se si ipotizza che all'origine della pioggia vi sia stata una piccola cometa che si è scontrata con il nostro pianeta, i cui frammenti sono precipitati nell'atmosfera terrestre proprio sopra Kerala". A sostegno di questa ipotesi vi è il fatto che poco prima della pioggia rossa del 2001 vennero udite delle esplosioni del tutto simili a quelle che producono le meteoriti quando esplodono nell'atmosfera. Se l'ipotesi dovesse trovare conferma, secondo Louis, il corpo cometario che incrociò la Terra avrebbe dovuto possedere al suo interno almeno 50.000 chilogrammi di tale materiale. Alcune settimane or sono la pioggia rossa è tornata su Kerala.

La ripetizione del fenomeno è spiegabile con l'ipotesi extraterrestre? "Si - ostiene Louis- perché è possibile che dopo 5 anni la Terra sia entrata nell'orbita della cometa che impattò con il nostro pianeta nel 2001". Un po' quel che succede quando in agosto si hanno le stelle cadenti. Ma possibile che la pioggia cada solo su Kerala? "Sono abbastanza sicuro che essa sia caduta anche da altre parti, ma nessuno ci ha fatto caso", continua il ricercatore.

Cosa pensano altri scienziati sull'ipotesi extraterrestre della pioggia rossa? Secondo David Lloyd, direttore della Cardiff University, i "globuli rossi" potrebbe essere una forma di vita ancora in parte sconosciuta, ma del tutto terrestre che si è sviluppata nelle nubi sopra Kerala. Ma possibile che sia caduta solo nel 2001 e nel 2006? "A questo non so rispondere", replica Lloyd. Conclude Louis: "Il primo ad essere scettico sull'ipotesi dell'ipotesi extraterrestre delle piogge rosse sono io stesso, tuttavia al momento rimane la spiegazione più semplice e ovvia e corroborata da un insieme di prove. Sarò il primo a ritrattarla, tuttavia, se qualcuno dimostrerà che quelle particelle hanno un'altra origine". La sfida, per trovare la soluzione ad uno dei più affascinanti e misteriosi fenomeni degli ultimi anni, è lanciata.

di LUIGI BIGNAMI

 
 
 

UFO IN SIBERIA

Post n°23 pubblicato il 17 Settembre 2006 da ufo91

Nel cratere Potomski, Siberia, qualcosa c'è e non è spuntata dal nulla ma è arrivata dal cielo.
Il diametro è piuttosto ampio, 34-40 metri, è di un metallo caratterizzato da un'anomalia magnetica; per scoprire qualcosa in più dovremo purtroppo attendere la prossima estate, 2007, quando una spedizione verrà mandata a trivellare il cratere (che poi cratere proprio non è ma viene chiamato così).
Sul luogo del ritrovamento aleggia una leggenda che sà di maledizione. Nel 1908 nelle vicinanze a 8 chilometri dal suolo c'è stata la famosa esplosione provocata da qualcosa di ancora sconosciuto; si ipotizzò che fosse una cometa, poi un asteroide roccioso, poi ancora un'astronave aliena. Fatto stà che devastò 2.150 Km di foresta... altre vicende simili si intrecciano in questa strana storia. Dulcisinfundo lo scorso anno furono i russi ad organizzare una spedizione ma il capo dell'impresa morì d'infarto a pochi chilometri dal luogo.
Ufoogia.ner

 
 
 

UFO SU CIVITAVECCHIA

Post n°22 pubblicato il 29 Luglio 2006 da ufo91

Due oggetti circolari di grandi dimensioni e luminosissimi avvistati sul cielo di Civitavecchia questa mattina attorno alle 6:00

CIVITAVECCHIA - Oggetti volanti non identificati. Sono quelli in cui stamattina si sono imbattuti una coppia di civitavecchiesi residenti nel quartiere Faro che, alle prime ore del mattino, affacciandosi dalla finestra della loro cucina in direzione S. Marinella, sono stati attirati da due grandi forme circolari che emanavano una luce molto intensa. Stando al loro racconto gli oggetti, apparentemente fermi, sono stati visibili per oltre dieci minuti. Non si sarebbe trattato quindi di una apparizione fugace o di un gioco di luci istantaneo, dal momento che la coppia ha avuto anche il tempo di impugnare un canocchiale per tentare di comprendere esattamente l'entità degli oggetti avvistati evidenziandone ulteriori dettagli che potevano facilitare l'intuizione della loro origine. <Pur utilizzando un binocolo l'unica cosa che siamo riusciti a decifrare è stata la fortissima luminosità dei due oggetti caratterizzati da una luce bianchissima, come forse mai mi è capitato di vedere. Proprio il bianco abbagliante dei due oggetti mi ha impressionato di più – ha raccontato uno dei due testimoni, il Sig. Giacomo Catenacci - E' stata mia moglie a farmi notare il primo fascio luminoso; poi, poco dopo, mi sono accorto che un po' più lontano, circa all'altezza del porticciolo Riva di Traiano, ne brillava un altro, di dimensioni più piccole. Posso dire con sicurezza, avendoli guardati sempre dalla stessa posizione e con gli stessi riferimenti, che questi due punti luminosi sono rimasti immobili per tutto il tempo che è stato possibile osservarli. Certo è impossibile dire di che cosa si sia trattato effettivamente. Molto probabilmente non potevano essere né stelle, visto che quella porzione di cielo a quell'ora non ne raccoglie di particolarmente luminose, nè aerei, di cui conosciamo bene sia la luminosità che la forma. Fatto sta che all'improvviso, e senza alcun movimento, i due punti luminosi sono contemporaneamente spariti, rendendo così ancora più misteriosa la loro apparizione>.
Scartando seriamente a priori l'ipotesi di ufo, extraterrestri o marziani verdi dalle grandi orecchie in visita sulla Terra, rimane comunque da chiarire l'entità dei due oggetti. Come per gli “avvistamenti” di questi giorni a Milano, l'ipotesi che appare più probabile è quella di palloni sonda in orbita nell'alta atmsfera.

fonte: centumcellae

 
 
 
Successivi »
 
 
 

INFO


Un blog di: ufo91
Data di creazione: 27/05/2006