Creato da valentina_2007 il 05/07/2007
quando il fumetto diventa realtà...

Area personale

 
 
 

Tag

 
 

Archivio messaggi

 
 
 << Settembre 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30      
 
 

Cerca in questo Blog

 
  Trova
 

FACEBOOK

 
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 4
 

Ultime visite al Blog

 
paolo.catpilbarbisaroberto.desantisferMaurospeziasimo91.scsctex.willer13simone.sitranaseo2Club_amici_del_cavamariagraziabuonfrategiuseppe_liberatialtieriv.avlucianopaesanomarco12180ninoaromino
 

Chi pu scrivere sul blog

 
Tutti gli utenti registrati possono pubblicare messaggi e commenti in questo Blog.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

 
« Che serata!! Grazie Vale!!Messaggio #64 »

dimenticanze

Post n°63 pubblicato il 21 Gennaio 2008 da sexyboyfree

Scendo dalla macchina.
- Il pieno -
- Ecodiesel? -
"Porc..il portafoglio!"
- Che ci metto??-
- Niente!-

Torno di volata in ufficio. Cazzo, gi ho finito tardi, dimmi te se mi devono far rivedere il progetto alle 6...va b, poi lascio il portafoglio nel cassetto, son proprio scemo! Con cosa la pago la benza eh?Col sangue??B, visto il costo..
Gli uffici sono spenti da un p, non eravamo rimasti in tanti alle 7, io, Stefano di l, qualche ragazza dell'amministrazione, tra cui quella splendida mora, una nuova, pi o meno nuova..era l gi da un mesetto e mezzo, ma con le mie trasferte l'avr vista, quanto, 10 giorni? Il tempo di scambiare due chiacchere alla macchinetta, di guardarle un p quel fantastico culo..avevo sentito anche il suo profumo la volta che ci siamo quasi scontrati in archivio."Scusa", "Scusa tu", poi quel neo vicino alle labbra rosse, carnose, occhi scuri, castani mi pare; avrei voluto proprio metterle una mano tra le tette...eccolo qui il portafoglio!
Esco dall'ufficio controllando se mi erano rimasti almeno 10 euro dentro, quando dalle scale sento passi veloci.
- Ciao! -
- C..ciao Valentina! -
- Portafoglio in ufficio?-
- S, tu?-
- Chiavi di casa!-
- Forse peggio-
..bella battuta, bravo! che ridere....
- Senti, mi aspetti, non mi piace scendere nel parcheggio da sola!-
- Certo!. Ti accompagno anche in ufficio, non vorrei ci fosse il tipo dei computer!- (il solito occhialone scaricaporno!)
Ride.
- Ma dove cavolo..- dice chinandosi a frugare nei cassetti. Oh, che bel culo, che bel culo!
- Ehi! che guardi?!-
Divento viola..supercappellata!
- Ehm, ti davo una mano..-
-Mi sembrava pi un occhiata che una mano!-
E le tette? Ma come sono ste tette..
- Oh cavolo!-
- Cosa?- dico io
- Ti venuto duro!- e lo addita
Doppia figura per me...prima da guardone, poi da adolescente col pisello duro al minimo accenno di curva
- Prendilo come un complimento!- "l'ho detto veramente? ma veramente?
- Ma veramente?-
- Cosa? -
- Prenderlo..-
Non vero, non sta succedendo.
Mi avvicino.
- Prendilo- voce sicura, sguardo deciso....mi faccio un p impressione
Lo stringi con la mano
-Ancora non duro come dovrebbe- e cos dicendo lo diventa ancora di pi
- Mmm, meglio-
Inizia ad accarezzarlo sopra i jeans mentre la mia mano sale dal collo ai capelli. Ci baciamo. La sua lingua morbida, calda, ma non invadente, mi riempie e mi cerca..io la stuzzico un p, mi avvicino e mi allontano sfiorandole le labbra..se le morde..mi d una bella stretta
- Non provocarmi..-
- Pi di cos? -
- Pi di cos c' altro..- Me li slaccia e mette una mano nei miei slip. L'uccello mi si irrigidisce subito.
- Parecchio altro- mi dice. Si inginocchia e inizia a leccarmi l'asta. Dalle palle fino alla cappella, con una lingua meravigliosamente vellutata. Le mie palle sono nella sua mano destra mentre con l'altra mi spinge le chiappe in modo da comandare lei l'ingresso nella sua bocca.
La lingia continua a scivolare sul cazzo, bagnandolo fino alle palle, la sua saliva viene sparsa dalla sua mano calda...si ferma sulla cappella e la fa girare vorticosamente... fantastica.

Si ferma di botto

Si siede sulla scrivania, apre le gambe e alza la gonna. Sposta il perizoma e iniza a masturbarsi. Io mi avvicino pronto per entrare.
- Fermo-
Fissa il mio cazzo duro e bagnato, quasi in trance. Il rumore del suo ditalino si fa sempre pi bagnato. Sento come degli schiocchi ogni volta che entra ed esce dalla fica con due dita, mentre col pollice si gira il clito.
Me lo prendo in mano ed inizio ad accarezzarlo. Manca veramente poco.
- Dai, segati per me- e mi mette le sue dite fatte di fica in bocca.
Lo muovo forte e piano, come anni di esperienze mi avevano insegnato
-Mica male come segaiolo!-
-Mica male come pompinara!-
-Mi sa che una gara dura!-
Sento la cappella che sta per esplodere. -Vengo..-
- Anch..ahh..sss-

La mia venuta l sul pavimento. La sua tra le sue mani.
- Certo che voi uomini sporcate proprio tanto!- e con le mutande in mano te ne vai via dal'ufficio.
A me le gambe ancora tremano.
Mi rivesto. Vorrei raggiungerti per avere almeno il numero di telefono. Esco dalla porta, faccio il corridoio.
-Sera!-donna delle pulizie, beeeella!
"Appena in tempo!"e cos pensando accelero il passo, come se potesse ancora vedermi.
Esco su piazzale che sei gi in auto, passi davanti a me con un sorriso.
"A, ti piaciuto per eh...quel sorrisetto malizioso, un p contento un p furbetto..come se mi avessi fregato, come se...noooo, come se avessi lasciato ancora il portafoglio nell'ufficio!! Sporco tra l'altro!

Con la donna delle pulizie l!

Domani passo in farmacia. Fosforo a colazione!

 
 
 
Vai alla Home Page del blog