Creato da vanderdecker il 11/08/2009

Caffè Letterario

Raccontarsi e Raccontare

 

 

...campi d'orzo...

Post n°192 pubblicato il 28 Aprile 2012 da vanderdecker
 

Ho sognato immense distese di campi dorati, d'orzo e di grano, e tu ne porti ancora il profumo...

 

Mi ricorderai quando il vento d’ovest si muove
Sui campi d’orzo
Dimenticherai il sole nel suo cielo geloso
Mentre camminiamo in campi d’oro
Così lei prese l’amore per fissarsi un po’
Sui campi d’orzo
Cadde fra le sue braccia e i capelli scesero
Fra i campi d’orzo

Starai con me, sarai il mio amore
Fra i campi d’orzo?
Dimenticheremo il sole nel suo cielo geloso
Distesi su campi d’oro
Guarda muoversi il vento d’ovest,come fa un’amante
Sui campi d’orzo
Senti salire il suo corpo, quando le baci la bocca
Fra i campi d’orzo

Non ho mai fatto una promessa alla leggera
E ce ne sono state alcune che non ho mantenuto
Ma giuro, nei giorni che ancora rimangono
Cammineremo in campi d’orzo
Cammineremo in campi d’orzo

Sono passati molti anni da quei giorni d’estate
Fra i campi d’orzo
Guarda I bambini correre al calare del sole
Frai campi d’oro
Mi ricorderai quando il vento d’ovest si muove
Sui campi d’orzo
Puoi raccontare il sole nel suo cielo geloso
Quando abbiamo camminato sui campi d’oro
Quando abbiamo camminato sui campi d’oro
Quando abbiamo camminato sui campi d’oro

 




 
 
 

l'appuntamento....

Post n°191 pubblicato il 22 Aprile 2012 da vanderdecker
 

Quante volte mi sono indugiato a immaginare il nostro appuntamento! Ricordo che ho esercitato le mie braccia per sapere come avrei avvolto i tuoi fianchi. Ho immaginato i miei occhi che si calavano nei tuoi, allenandosi a salire dalla terra alla montagna. E la tua bocca stupenda che avrebbe raccolto i miei baci, a placare una sete antica e bruciante. Tutto il resto del corpo era come paralizzato, tranne l'orecchio, pronto a sentire i tuoi passi in lontananza e ad ascoltare il sangue accelerare nelle vene, quando il mio cuore avrebbe esclamato: eccola!

 

 

Accosto la fronte alla tua, si toccano,

dico: “è una frontiera”.

Fronte a fronte: frontiera,

mio scherzo desolato, ci sorridi.

Col naso ci riprovo, tocco il naso,

per una tenerezza da canile:

e questa è una nasiera” , dico

per risentire casomai

un secondo sorriso, che non c'è.

Poi tu metti la mano sulla mia

ed io resto indietro di un respiro.

E questa è una maniera”, mi dici.

Di lasciarsi?” , ti chiedo “Sì, così”.

 

Erri De Luca

 

 


 
 
 

...Come Steve McQueen...

Post n°190 pubblicato il 19 Aprile 2012 da vanderdecker
 

Guardo l'ultimo sole di questa giornata che s'acquieta nel mare e copre, con il silenzio, pensieri nascosti che la mente si diverte a sbirciare nell'anima, da un lembo scostato da mani fatte di parole dolci come il miele, di sogno condiviso. Ho tra le mani un libro di poesie e vi leggo con occhi incantati e avidi: cerco altri sogni da condividere, profumi di viole, terra umida di bosco, azzurro che, attraverso gli occhi, mi prenda alla gola, odori della notte, cose semplici, da tenere a mente, per le risposte alle domande di domani. Prima o poi, lo so questo, arriverò in un porto, ma da naufrago. E continuo a percorrere la mia strada, incrociando uomini che non sanno, o fanno finta di non sapere, che potrebbero essere me ed io loro. Ci sono momenti in cui ti abbandoni al pensiero, come in un abbraccio, di voler vivere una vita diversa, discorde, nei modi e nei fatti, dalla tua; di mettere da parte quella pacatezza che, agli occhi degli altri, può apparire impaccio o timidezza. E c'è, pure, una forma di infelicità che è legata al nostro passato, a ciò che abbiamo fatto passare senza dargli valore, che avevamo sotto mano e non abbiamo saputo goderne. Vieni, dolce Vania, smettiamo di filosofare e andiamo al bar del porto a bere un bel whisky. Intanto, dedico a te questi versi e a me la canzone: stasera, voglio diventare come Steve McQueen. (Vander)


Un gesto di zafferano

appoggi appena sulle labbra,

un'attitudine senza redenzione.

Mentre un urlo sale dal profondo

scuotendo la terra cava, canaglia

come diavolo o divorzio. E' l'anima.

Non so bene spiegarti

ma se guardi per terra vedrai queste vene muoversi

come radici, qui dove le lettere si sciolgono

per disegnare il limite del bosco,

lì dove abbandonammo l'anima al silenzio.


Alberto Pellegatta

 

 


 

 


 
 
 

Donna Agata.....

Post n°189 pubblicato il 10 Aprile 2012 da vanderdecker
 

Depressione, (s.f.)

In psichiatria: deviazione del tono dell’umore, avvilimento, prostrazione ovvero agitazione. Le prime due manifestazioni colpiscono più frequentemente le donne. Ad esempio, per una battuta di caccia all’uomo risoltasi nel nulla, oppure nel vedere la propria immagine nello specchio senza apprezzabili risultati , nonostante il secchio di prodotti di bellezza usati senza risparmio giorno e notte, o ancora, nel sapere la propria migliore amica, ancorché più sgraziata, corteggiatissima. L’agitazione, invece, pare colpisca di più l’uomo. Come avvenne quando quel santo e onest’uomo dell’abate Du Parquet, fece una visita di cortesia a Donna Agata Nadine, signora d’Esclaponville, nota bacchettona e presidentessa dell'associazione “contrite e scalze”. Egli,invitato dalla stessa nella sua tenuta di campagna per ammirare una rarissima collezione di farfalle del Venezuela, s’accorse che, sul comodino, la signora teneva seminascosto, sotto il libro Le confessioni di S.Agostino, una copia del famoso libro “La filosofia nel boudoir” , del marchese de Sade. Lo “sturbo” fu tale che ci volle tutta la maestria del cerusico di casa per farlo rinvenire. Il giorno dopo non si parlava d'altro e la cosa giunse anche alle orecchie del barone Alfred Marie de Sauvignon, che tutti sapevano avere un debole per la signora d'Esclaponville. Il pover'uomo cadde in una profonda depressione e per la vergogna scappò dalle sue terre trovando rifugio a Parigi, ove, tuttora, lo si può vedere cantare e suonare l'organetto sugli scalini di Notre Dame de Paris.

Lauren Schaunard**  “Le confessioni di Belfagòr Arcidiavolo”.

Lauren Schaunard è un mio pseudonimo che ho dovuto usare per sfuggire al riconoscimento di amici e di Donna Agata.

 


 


 

 
 
 

Animale di luce.....

Post n°188 pubblicato il 27 Marzo 2012 da vanderdecker
 

Sono in questo infinito senza solitudine

un animale di luce incalzato

dai suoi errori e dal suo fogliame:

ampia è la selva: i miei simili qui

pullulano, retrocedono o trafficano,

mentre io mi ritiro accompagnato

dalla scorta che il tempo determina:

onde del mare, stelle della notte.


E' poco, è ampio, è scarso ed è tutto.

Tanto i miei occhi han visto altri occhi

e la mia bocca tanto fu baciata,

tanto ho inghiottito il fumo

di quei treni scomparsi:

le vecchie stazioni spietate

la polvere d'incessanti librerie,

che l'uomo io, il mortale, s'è stancato

d'occhi, di baci, di fumo, di strade,

di libri più compatti della terra.


Oggi nel fondo del bosco perduto

ode il rumore del nemico e fugge

non dagli altri ma da se stesso,

dalla conversazione interminabile,

dal coro che cantava con noi

e dal significato della vita.


Perché una volta, perché una voce, perché una

una sillaba o il trascorrere di un silenzio

o  il suono insepolto dell'onda

mi lasciano faccia a faccia alla verità,

e non c'è null'altro da decifrare,

null'altro da dire: questo era tutto:

si son chiuse le porte della selva,

circola il sole aprendo il fogliame,

sale la luna come frutto bianco

e l'uomo si rassegna al suo destino.

 

Pablo Neruda

 

 

 
 
 

L'assurdo è la lucida ragione

che constata i suoi limiti.

(A. Camus)

 

 

AREA PERSONALE

 

TAG

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Febbraio 2023 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28          
 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 14
 

ULTIMI COMMENTI

Impegnatevi di più con i post non posso essere l'unico...
Inviato da: cassetta2
il 23/09/2020 alle 09:53
 
Ciao Vander..... :) giulia
Inviato da: kiku0
il 14/01/2016 alle 18:12
 
E' sempre un piacere leggerti , sono passata a...
Inviato da: sfingerossa6
il 31/01/2015 alle 20:57
 
"per sempre" è un'emozione che mi scalda il...
Inviato da: rebecca150
il 05/12/2013 alle 13:42
 
***stupenda... non c'è altro d'aggiungere o...
Inviato da: lucia1958
il 03/12/2013 alle 17:48
 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

se_forse_maicassetta2sohbrosfingerossa6solo_nei_tuoi_occhivanderdeckercloto61piolino5nafsha19kiku0giulianoalunnirebecca150erbaverde749Gauvain
 
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Febbraio 2023 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28