Blog
Un blog creato da Zorba_non_greco il 14/05/2012

Mente & Anima

sulle tracce di me stesso

 
 

...

Tutto il materiale scritto presente in questo blog, ove non sia riportato il nome dell'autore, è di mia creazione e non può essere copiato, neanche in parte, da terzi, ai sensi e per gli effetti tutti di cui alla Legge n. 675 del 1996 sulla tutela della privacy ed al D.L.vo n. 196 del 30.06.2003. Qualsiasi abuso sarà denunciato alla Polizia Postale e perseguito a norma di legge.

 
Citazioni nei Blog Amici: 10
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Settembre 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30      
 
 

AREA PERSONALE

 

 

...

Post n°93 pubblicato il 26 Maggio 2013 da Zorba_non_greco

...dedicato a chi non smette di crederci,

da uno che da troppo tempo non sa se crederci ancora...

 
 
 

...

Post n°92 pubblicato il 17 Maggio 2013 da Zorba_non_greco

...esistono persone che sanno

diventare uniche...

...esistono Donne che lo sono...... 

 
 
 

...

Post n°91 pubblicato il 14 Maggio 2013 da Zorba_non_greco

...solo amore...

 
 
 

Auguri... alla Mia e a tutte le Mamme

Post n°90 pubblicato il 12 Maggio 2013 da Zorba_non_greco

E Dio creò la mamma

di Erma Louise Bombeck

Il buon Dio aveva deciso di creare la mamma... Ci si arrabattava intorno già da sei giorni, quand'ecco comparire un angelo che gli fa: "Questa qui te ne sta facendo perdere di tempo, eh?". E Lui: "Sì, ma hai letto i requisiti dell'ordinazione? Dev'essere completamente lavabile, ma non di plastica... avere 180 parti mobili tutte sostituibili... funzionare a caffè e avanzi del giorno prima... avere un bacio capace di guarire tutto, da una sbucciatura o una gamba rotta ad una delusione d'amore... e sei paia di mani". L'angelo scosse la testa e ribatté incredulo: "Sei paia?!". "Il difficile non sono le mani - disse il buon Dio - ma le tre paia di occhi che una mamma deve avere". "Così tanti?" si stupì l'angelo. Dio annuì. "Un paio per vedere attraverso le porte chiuse quando domanda: "che state combinando lì dentro, bambini", anche se lo sa già. Un altro paio dietro la testa, per vedere quello che non dovrebbe vedere, ma che deve sapere. Un altro paio ancora per dire tacitamente al figlio che si è messo in un guaio: "capisco e ti voglio bene lo stesso"".

"Signore - fece l'angelo sfiorandogli gentilmente un braccio - va' a dormire. Domani è un altro...", "Non posso - ripose il Signore - ho quasi finito ormai. Ne ho già una che guarisce da sola se è malata, che può preparare un pranzo per sei con mezzo chilo di carne tritata e che riesce a tenere fermo sotto la doccia un bambino di nove anni". L'angelo girò lentamente intorno al modello di madre, esaminandolo con curiosità: "E' troppo tenera", disse poi con un sospiro. "Ma resistente! - ribatté il Signore con foga - Tu non hai idea di quello che può fare o sopportare una mamma!". "Sa pensare?". "Non solo, ma sa anche fare un ottimo uso della ragione e venire a compromessi", ribatté il Creatore. A quel punto l'angelo si chinò sul modello di madre e le passò un dito su una guancia: "Qui c'è una perdita", dichiarò. "Non è una perdita - lo corresse il Signore - è una lacrima". "E a che serve?", "Esprime gioia, tristezza, delusione, dolore, solitudine e orgoglio". "Ma sei un genio!", esclamò l'angelo. Con sottile malinconia Dio aggiunse: "A dire il vero, non sono stato io a mettercela quella cosa lì...".

 
 
 

...

Post n°89 pubblicato il 10 Maggio 2013 da Zorba_non_greco

...momenti assoluti d'infinito incanto

io desidero desiderando te...

strazio di fame e sete inesauribili

io voglio volendo te...

in un altrove solo nostro

che abbia l'odore della tua pelle

cambiato dopo i miei baci

come cambia l'odore dell'erba

quando è tagliata...

la luce del tuo sguardo

io sogno sognando te...

dei tuoi occhi che mi sorridono

inondandomi il cuore

mentre mettono tra le mie mani forti

le tue paure, la tua malinconia, la tua carne,

la tua voglia spudorata e segreta

di essere nuova, antica, eterna...

il confine del dolore

io cerco cercando te,

e linfa

per ridare vita alla mia anima di pietra...

d.

 
 
 
Successivi »
 
 
"Il dubbio non è piacevole, ma la certezza è ridicola."
Voltaire
 
"Solo due cose sono infinite: l'universo e la stupidità umana e non sono sicuro della prima."
Albert Einstein
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ULTIME VISITE AL BLOG

inestricabile0pa.olettakora69mariholmesgio.tremoladagaza64martina60_4emozionisfumate1io_ballonudamauafelmargherita.22blaisemodestyxantia_2015blanche.f
 

CHI PUŅ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore puņ pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom