Viola Arcobaleno

Un Ponte fra me e il Cielo

 

LETTERA D'AMORE

 

AREA PERSONALE

 
IL MAESTRO E' CON TE

Quando senti che tutti sono contro di te
Quando ti senti rompere dentro
Quando senti che la vita ti sta ferendo a morte
Ricorda, il Maestro con te.
Quando pensi che tutto il mondo ti sia nemico
Quando pensi che la tua anima non abbia pi luce
Quando pensi che la paura sia tua compagna
Ricorda, il Maestro con te.
Quando deciderai di finirla con questa vita
Quando camminando per la strada,
non vedrai il volto della gente
Quando camminando nella natura non troverai la luce
Ricorda, il Maestro con te.
Quando diventerai cieco, sordo e muto
Quando il tuo corpo non avr
pi vita
Ricorda, il Maestro con te.
 

TAG

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Agosto 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 30
 

 

« buon compleanno Italo!meditazione »

una storia vera

Post n°335 pubblicato il 22 Gennaio 2010 da unpontetrameeilcielo

LO SMERALDO E L’AMORE

 

E la fanciulla andò a trovare la vecchia fata dei boschi…

 

Centenaria, piccola, arzilla, con delle lunghe gonne scure  e uno scialle sulle spalle.. Il viso scavato, rotondo, con una raggiera di rughe, gli occhi furbi, lo sguardo dolce,  il naso importante , i capelli candidi ad incorniciare il viso, raccoglieva le erbe e curava gli animali. era la fata, più dolce del bosco.

Veronica la vedeva bellissima  con gli occhi dell’amore.

… e così  quel giorno andò a farle visita.

“Zia ho incontrato un giovane,  mi sono sposata…”

“… Mi fai felice, avrai un bambino tutto d’oro con gli occhi color del lago.”

“io sono vecchia ormai  e voglio che tu abbia  questo dono. E’  un vecchio anello, di poco conto ma vedi questo smeraldo, è il colore del cuore, dell’amore, proprio un pezzetto di lago di montagna. Il colore verde  è il colore dell’amore  è il colore che apre alla compassione, alla tenerezza è un abbraccio infinito. Ogni volta che  vedrai questo cristallo,  penserai a me, un pezzetto del mio cuore tra le tue mani”

E così  la giovane  ebbe il suo anellino con il cristallo del cuore.

 

Nacque il bambino tutto d’oro e i suoi occhi erano davvero color del lago, color smeraldo come il pezzetto di cuore.

 

Con il tempo però, l’anellino  perse di importanza  agli occhi di Vera, presa dalla vertigine della vita e venne riposto e dimenticato insieme agli altri oggetti, anche preziosi , in un cassettino. Qui vi rimase fino a che  un ladro non si intrufolò nella casa  facendo razzia di tutto quanto trovò.

 

Veronica  ogni volta che trovava una scheggia  di vetro color verde ricordava la fata, il cuore… e raccontava al suo bambino d’oro, di quel pezzetto di lago e come per incanto il loro cuore diventava sempre più grande e l’amore e la compassione  si aprivano alla luce come la corolla di un fiore  che sboccia.

Il bambino ascoltava attentamente, e incominciò a  mettere da parte i  frammenti di vetro come se fossero state davvero delle vere pietre preziose.

 

Veronica un giorno fece una bella  azione e come ricompensa  le venne dato un  dono e guarda un po’, era un miniscolo smeraldo, questa volta senza il cerchietto d’oro.

Veronica lo guardava incantata e lo mostrava  come fosse la cosa più preziosa del mondo, le ricordava un altro pezzetto di cuore, poi lo riponeva dentro la vetrina,  senza pensare che chiunque avrebbe potuto prenderlo.

Ma poiché se non si imparano le lezioni le cose accadono nuovamente, anche questo pezzetto di lago venne rubato e Veronica incolpò il suo bambino di averlo preso e magari barattato con qualche pezzetto di coccio.

Il bambino  pianse  dicendo che non era stato lui  e negli anni che venirono continuò  a ripetere che non era stato lui a prendere il piccolo smeraldo

 

Succede che a vita  spazza  gli animi e a volte spazza  anche l’esistenza delle persone  e il bambino dorato  tornò al Sole da dove era venuto senza che la sua mamma avesse potuto dirgli che si, gli credeva, che lo amava che importante era proprio questo.

La tristezza e il rimpianto rimasero nel suo cuore.

 

Ma il mondo di Veronica  era sempre costellato di fate, un bel giorno una  meravigliosa  fata  bionda apparve davanti a lei, le aprì la mano e le  mise una scatolina sul palmo dicendo: “Non  ha importanza il suo valore, questo è il pezzettino di cuore che ti manda il tuo figliolo”.

Dentro quella scatolina, c’era  un piccolo pezzetto di lago, uno piccolo smeraldo verde. La pietra meravigliosa che porta armonia e apre  il centro  del  cuore.

Veronica non aveva parole  per ringraziare e preferì tacere ma scrisse questa favola perché anche gli altri possano capire che non bisogna mai lasciare i pezzetti di cuore incustoditi, che non bisogna aspettare domani per trasmettere i nostri sentimenti, potrebbe essere troppo tardi e che le fate  possono apparire in ogni attimo della nostra vita.

 

                                                                                                               Viola

 

 
 
 
Vai alla Home Page del blog
 
 

INFO


Un blog di: unpontetrameeilcielo
Data di creazione: 31/08/2007
 

ULTIME VISITE AL BLOG

mariarosacapristomariomancino.mstefyqueenAlbiFixdott.raffaelerusso0mr3pppeloisa1952chicca.prn_i_n_f_e_aferri66alf.cosmoscara.callabagninosalinaroSeria_le_Ladystevol63
 

ULTIMI COMMENTI

 

CHI PU SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore pu pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom