Creato da Web_London il 15/04/2015

Note a margine

A volte di vince, a volte si perde ma la lotta è sempre impari

 

« Niente di più, niente di menoAttese e disattese »

Quando lasci andare ...

Post n°879 pubblicato il 11 Marzo 2024 da Web_London

 

"Quando lasci andare,
crei lo spazio necessario
per far entrare cose migliori nella tua vita.
Non puoi inspirare aria nuova,
fino a quando non espiri quella vecchia"

Trovata in giro

...

E' vero, in questa citazione, chiunque l'abbia fatta, mi ci ritrovo dentro.
In tutte le cose della nostra vita è così.
Non posssiamo contenere l'infinito nè tenere i piedi su dieci scarpe diverse, possiamo solo fare delle scelte, ragionate o no possiamo fare solo quello.
Io ho spesso voluto provarci a tenere tutto ma non ha funzionato, delle scelte le devi fare per forza.

In questo momento sto ascoltando un pezzo dei Dream Theater nel punto in cui John Petrucci parte con l'assolo di chitarra e penso che nemmeno lui può metterci tutto quello che sa in quel minuto di pura magia.
Fa delle scelte, toglie qualcosa per dar risalto a qualcos'altro.
Non potrebbe far tutto, qualcosa deve togliere per metterci dentro dell'altro.

Che c'entra? Boh, credo niente e non so nemmeno se l'esempio sia azzeccato o meno ma quando ascolto cosa riesce a fare con la chitarra faccio fatica a restare lucido.
Evabbè dai, oggi è martedì e la giornata è stata lunga.

L'altro giorno è stato il compleanno di una mia amica che non vedo molto spesso. Le ho mandato gli auguri e verso l'ora di pranzo mi ha chiamato per ringraziarmi.
"Grazie per gli auguri Web"
"Di niente, figurati"
"Lo sai che ti vedo quasi ogni giorno vicino a dove lavori?"
"Ma dai, ma lavori anche te in zona?"
"Si, io sono dietro le poste"
"Non lo sapevo"
"Ti vedo sempre incravattato e ingiacchettato"
"Avvicinati per un saluto se mi vedi, io non me ne sono mai accorto"
"Sei sempre con i tuoi colleghi"
"Avvicinati pure che ti offro un caffè al volo"
La telefonata per me era finita lì fino a quando mi dice una cosa a cui lì per lì non ci faccio caso se non dopo che la telefonata è finita.
"Lo sai che mi ricordo ancora di quando incontravo al supermercato il tuo papà?"
"Ma dai, sul serio?"
"Si e mi raccontava che non stava tanto bene e che si stava facendo delle cure"
"Si, è vero"

E chi se lo immaginava che da un semplice augurio di buon compleanno potesse tornare alla mente un ricordo di tanti anni fa con mio papà?
Strana la vita a volte.

Oggi mi è piaciuto un appuntamento con una persona.
Verso le nove è arrivato un uomo, un giovane rampante sui 40 anni che assomiglia in modo incredibile a Cristiano Ronaldo. Se si leccasse un po' di più i capelli, si sbiancasse i denti e si abbronzasse il viso sarebbe lui, identico e sputato.
Quando è entrato dalla porta era baldanzoso e allegro, quando è uscito lo stesso ma nel durante non lo so, temo di no.
Appena seduto gli ho detto serio: "Senti, io e te dobbiamo parlare su sta cosa che vuoi fare, ci penso da ieri e non sono molto d'accordo sul modo"
"Perchè no?"
"Mi ascolti un momento?"
"Si"
"Senti qua, io farei così ...."

Per il resto, va così, potrebbe andare meglio, ci vorrebbe poco perché peggio di così non riesco ad immaginarlo.
A pranzo ho preso un panino, topolini li chiama il barista, ma ad essere sincero mi sto stufando anche di quelli.
Ogni tanto cambio, ma poi mi rendo conto che in questo periodo "i topolini" son comodi e veloci, il bar è sotto i portici e a dove lavoro e in dieci minuti, caffè compreso, me la cavo.

Ogni giorno c'è qualcuno che mi chiede se c'è qualcosa che non va e io non so che rispondere.
Rispondo che va tutto bene anche se non lo so nemmeno io se e quando le cose miglioreranno.
So che la vita ci riserva sempre delle sorprese e delle prove che non ci aspettavamo e che facciamo una fatica boia ad affrontare ma so anche che  non bisogna mai mollare la presa da quello a cui vogliamo bene anche perchè spesso è l'unica scelta che ci resta.

Pensavo di distrarmi con la politica ma da quel che vedo abbiamo raggiunto un limite oramai insopportabile per chiunque.
Penso poi a quello che sta succedendo in giro per il mondo e quel vergognoso massacro a cui stiamo assistendo.
Insopportabile.
Io non lo so chi ha ragione e chi no ma mi rendo conto che quella di sparare con i cannoni a dei disperati che non hanno nulla, nè un posto dove andare nè un pezzo di pane per sfamare i loro figli, non è la soluzione e che oggi con queste scelte aberranti si stanno piantando i semi per un altro mezzo secolo di guerra e di terrore.

Farnetico lo so, scrivo quel che mi passa per la testa senza pensarci più di tanto.
Non che sia una brutta cosa, anzi, ma a volte mi rendo conto che dovrei contare fino a dieci prima di aprire bocca.
Come l'altro giorno, stavo andando a fare una fotocopia quando incontro una mia collega, una di quelle super riservate che non danno mai spazio alle confidenze, specialmente della loro vita privata.
Era mattna presto e le ho detto: "Ciao e buongiorno"
"Ciao Web"
"In che stato d'animo sei oggi?"
le chiedo
"Perfetto"
"Perfetto? Come mai?"
"Così"
A quel punto, senza pensarci, mi è uscito dalla bocca:"Hai fatto l'amore?"
Apriti cielo, si è tutta irrigidita, mi ha prima fissato sgranando gli occhi, il suo viso non sapeva più da che parte guardare e mi sono accorto che stava pensando a una rispostaccia, tipo che pensassi ai cazzi miei e che non mi permettessi più di farle una domanda del genere.
Invece, inaspettatamente, si è limitata a dire:
"Ma perchè Web, se uno sta bene è solo perché ha fatto l'amore?"
"Beh, a volta aiuta"
Non ha replicato ed ho pensato allo scampato pericolo di una mega scenata rendendomi immediatamente conto anche di un'altra cosa, non aveva fatto l'amore!

Sto andando alla cazzo e quel che è peggio è che me ne sto rendento conto. Meglio che mi fermi qui.

 
Rispondi al commento:
Estelle_k
Estelle_k il 12/03/24 alle 19:20 via WEB
Sono d'accordo con la riflessione delle scelte Web, ma talvolta bisognerebbe anche imparare a contare fino a dieci di fronte a una collega riservata (ma ti immagini la rispostaccia che ti avrei dato io...)? ___*
 
* Tuo nome
Utente Libero? Effettua il Login
* Tua e-mail
La tua mail non verrà pubblicata
Tuo sito
Es. http://www.tuosito.it
 
* Testo
 
Sono consentiti i tag html: <a href="">, <b>, <i>, <p>, <br>
Il testo del messaggio non può superare i 30000 caratteri.
Ricorda che puoi inviare i commenti ai messaggi anche via SMS.
Invia al numero 3202023203 scrivendo prima del messaggio:
#numero_messaggio#nome_moblog

*campo obbligatorio

Copia qui:
 

ULTIME VISITE AL BLOG

SoloDaisyQuartoProvvisoriobluiceeecassetta2moon_Iper_letteranadiaemanumaresogno67Arianna1921aldebaran630Web_Londonlisa.dagli_occhi_blugiovanni.franconeEstelle_k
 

ULTIMI COMMENTI

Ci sono situazioni per qui non puoi far niente, come per...
Inviato da: Mat
il 27/03/2024 alle 09:27
 
Vivere nell'attesa o nell'attesa vivere? Un caro...
Inviato da: SoloDaisy
il 23/03/2024 alle 22:36
 
Se provo immaginare gia m'inquieto ^_^
Inviato da: Web_London
il 12/03/2024 alle 21:30
 
No, non si finisce mai
Inviato da: Web_London
il 12/03/2024 alle 21:28
 
Sono d'accordo con la riflessione delle scelte Web, ma...
Inviato da: Estelle_k
il 12/03/2024 alle 19:20
 
 

_____________________________

 

 

_____________________________

 
 

_____________________________________

 
 
 

© Italiaonline S.p.A. 2024Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963