«Cerco una Barbie… o un uomo». Rodrigo Alves, 58 operazioni per diventare il “Ken umano”

3244989_1751_kenROMA – «Ho fatto 58 operazioni, sono state tutte importante. Le più difficili sono state l’addominoplastica e il lifting facciale». Rodrigo Alves, businessman, balzato sulla pagine di cronaca come “Ken umano”, dopo essere entrato nel Guinness World Records, ha scelto Domenica Live per raccontare la sua storia.
«Tutto il mio corpo è stato completamente rifatto, dalla punta dei capelli alla punta dei piedi, quindi non dovete credere a niente di quello che vedete perché è tutto falso. Sono molto felice. Le parti che mi piacciono di più sono addominali e glutei. Mi piace tutto. bisogna amare se stessi, altrimenti nessuno potrà amarci».
Gli ospiti in studio sono perplessi dai tanti interventi ma riconoscono la sua simpatia e intelligenza.
«Parlo cinque lingue, ho diversi master. E se assomiglio a Barbie – dice, rispondendo a chi lo accusa – chissà magari un giorno potrò diventare una donna. Nella vita dobbiamo assolutamente essere quello che vogliamo essere».
Mancano ancora due operazioni.
«Farò un altro trapianto di capelli, già ne ho fatti due, si tratta solo di un trapianto, non è chirurgia plastica».
Rodrigo sostiene che anche la D’Urso abbia fatto qualche ritocco e, quindi, la conduttrice lo invita ad avvicinarsi e controllare.
«È tutta vera», conclude Alves.
Poi si passa a parlare di relazioni.
«Sto cercando una Barbie o magari un Ken, magari qui in Italia».
Poi chiede un minuto per lanciare un messaggio importante.
«Quando la gente mi guarda, rimane scioccata per il mio aspetto, sono molto di più della mia immagine, ho sangue che pompa fino al cuore e un cervello. Sono più umano di quanto si possa immaginare. La mia storia nella chirurgia plastica è molto lunga, ho scritto un libro su questo, ma è solo un terzo di quello che sono e della mia vita».

«Cerco una Barbie… o un uomo». Rodrigo Alves, 58 operazioni per diventare il “Ken umano”ultima modifica: 2017-09-17T23:03:22+02:00da cristina_a2016

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).
I campi obbligatori sono contrassegnati *.