Alessandra Mussolini e il pacco Leroy Merlin: «Pupazzo a testa in giù con scritta “fascista di m…”, chiesto il risarcimento»

Brutta sorpresa per Alessandra Mussolini nel suo pacco Leroy Merlin. L’ex parlamentare ha ricevuto insulti e minacce su un foglio che recava la scritta “fascista di mer**” e il disegno di un pupazzo a testa in giù. La nipote di Benito Mussolini era andata al centro commerciale Porta di Roma per acquistare alcuni mobili per il suo giardino e aveva chiesto la consegna a casa. Quando ha aperto il pacco ha avuto la sorpresa. È successo il 5 giugno.

5284065_1734_alessandra_mussolini_leroy_merlin_pacco_fascista_pupazzo

Il legale della Mussolini ha raccontato l’episodio a Repubblica spiegando di aver presentato una richiesta di risarcimento a Leroy Merlin per quanto accaduto. «All’interno di una delle scatole – spiega l’avvocato – La mia assistita ha trovato un foglio con la scritta ‘fascista di m…’ e un disegno con un pupazzo a testa in giù, un chiaro richiamo ai fatti di piazzale Loreto’».

«Subito dopo – continua – Mussolini è andata a sporgere denuncia ai carabinieri di piazza Bologna e sta procedendo per chiedere un risarcimento a Leroy Merlin per quanto accaduto». Contattata da la Repubblica, l’azienda ha fatto sapere che è dispiaciuta per quanto accaduto: «Condanniamo e ci dissociamo da questo increscioso episodio. Abbiamo già avviato un’indagine interna per ricostruire l’accaduto, individuare gli eventuali responsabili (siano interni o nostri partner) e nel caso applicare provvedimenti disciplinari in merito».

Alessandra Mussolini e il pacco Leroy Merlin: «Pupazzo a testa in giù con scritta “fascista di m…”, chiesto il risarcimento»ultima modifica: 2020-06-12T18:27:28+02:00da manuela_man27

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).
I campi obbligatori sono contrassegnati *.