La clamorosa gaffe della giornalista del Corriere della Sera ad Agorà: «Non so se sia peggio essere laziale o fascista»

Probabilmente voleva essere una battuta spiritosa. Il risultato che ne è uscito è stato – però – di cattivo gusto. Questa mattina la giornalista del Corriere della Sera Maria Teresa Meli era ospite di Agorà, la trasmissione della mattina di Rai Tre. Durante la discussione la giornalista ha espresso una battuta che – per un attimo – ha creato il gelo nello studio.

1582202492691

Parlando del saluto fascista fatto dall’istruttore di Olimpia, l’aquila che vola intorno all’impianto prima delle partite della Lazio, al pubblico dello stadio Olimpico dopo la partita tra Lazio e Inter, Maria Teresa Meli ha affermato: «Dal mio punto di vista non so se sia peggio essere laziale o fascista». Dopo un lungo momento di silenzio, arriva la risata, fuori luogo anche questa, della conduttrice del programma Luisella Costamagna.

Probabilmente un modo – goffo e offensivo per i tifosi della Lazio – di proclamare la propria fede calcistica giallorossa. Un derby sempre presente nella Capitale quello tra Roma e Lazio, ma che stavolta ha portato la famosa giornalista ad un gaffe molto poco apprezzata dai tanti tifosi biancocelesti che hanno espresso la propria rabbia sui social network e nei forum.

La clamorosa gaffe della giornalista del Corriere della Sera ad Agorà: «Non so se sia peggio essere laziale o fascista»ultima modifica: 2021-10-21T18:54:02+02:00da manuela_man27

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).
I campi obbligatori sono contrassegnati *.