MAD LAZIO EVENTI 2019 Sermoneta Il Museo borgo

MAD

MADMAD

 R_1841.sized

 

 Atteso ritorno dell’arte contemporanea nelle strade, nelle piazze e nei palazzi e la  metamorfosi del linguaggio nelle moderne arti visuali.

Sermoneta si trasforma in museo open air  per l’intero mese di giugno con  MAD museo Arte diffusa  e EVENTI 2019 iniziativa giunta alla ottava edizione, curata da Vincenzo  Scozzarella e inaugurata il primo giugno con grande affluenza di pubblico a Porta del Pozzo.

Interamente in pietra bianca Sermoneta è un esempio unico del geometrico  fronte bastionato di difesa del castello Caetani, qui 38 artisti  – 49 compresi quelli del MAD curato da Fabio d’Achille – , con dipinti, sculture, installazioni, arazzi, e fotografie dialogano con i siti più simbolici del Borgo per suscitare nel visitatore una nuova visione dell’architettura, dell’urbanistica e del territorio che la ospita.

Da Porta del Pozzo e la Torretta alla medievale Chiesa di S. Michele Arcangelo, da Palazzo Caetani alla Loggia dei mercanti e Piazza San Lorenzo e il Belvedere di via della Valle, la Via dell’arte contemporanea si snoda tra le strutture antiche medioevali e gotico rinascimentali.

In una piccola scuderia restaurata in piazza San Lorenzo espone il suo percorso artistico Carlo Marchetti, in una nicchia di sapore personale, come una nuova DOMUS Opera, cui l’artista è già tendenzialmente affezionato nella ricerca della dimensione Uomo Artista di Se Stesso. Un vademecum espositivo con i tasselli della sua arte, legati a mo’ di rebus temporale,  in una sequenza primigenia all’ultima opera in legno e fagotti di stoffa. Una piroga squadrata. Un cassetto navale, simbolico, che tenta e ammette l’ordine di arrivo della presenza umana  dal segno archetipico di partenza, il taglio, il secco e  il seme, al ciclo vitale circolare sotto la tutela del geko, il messaggero vitale e la conoscenza, rappresentata nella sua scatola votiva.

In una navata laterale della chiesa di Michele Arcangelo, proprio sopra la cripta e l’oratorio dei Battenti vestiti con il tipico sacco bianco, scalzi e incappucciati, espone invece  Giorgio Galli, sull’altare. Nella chiesa medioevale restaurata, il telo “Nec Spe Nec Metu” del 2002 (Né con speranza, né con timore), sincopato: nec – nec spe – mutu (metu),  è bandiera vissuta, stendardo logoro di tempo e stanchezza, mai abbandonato, e pur ancora mostrato. Prende posto nella pala centrale sprovvista del santo a cui era dedicata. Titola l’opera dell’artista che rimanda con i sacchi non più bianchi, legati, intrisi di rosso sangue e goffrati di sigle, alle trincee di guerra e alla liturgia umanitaria.

Fabio Masotti e le sue forme del cuore: con cinghie smalti e chiodi,  l’icona pop più declinata di ogni tempo, porta ancora al centro del percorso l’uomo e la sua spiritualità.

Carlo De Meo giocoso al limite, il labirinto di sfere l’installazione, site-specific, SUPERGIÙ A CALCIAR LE STELLE MI RITROVAI invadendo lo spazio del cortile del palazzo Caetani …e il “cameo” di sapore dei sessi e delle lingue di Carol Rama.

Ancora tra gli altri Claudio Marini con 2 opere del 2014 dal titolo “Mediterraneo” già presentate al museo Bilotti nella mostra “salvarsi dal naufragio” .

 

 

Tutto il programma Presso la Torretta converserà con le antiche mura un’installazione di Emiliano Recchia. Nello storico Palazzo Caetani saranno visibili le opere di Carlo De Meo, Fernando Falconi, Venera Finocchiaro, Giorgio Fiume, Roberto Mannino, Marilena Scavizzi; sempre a Palazzo Caetani vi sarà una sezione dedicata al ricordo degli artisti Natale Agostini, Sergio Ban, Ezio Colosimo, Tonino D’Erme, Giovanni Monti, Addis Pugliese. La quattrocentesca Loggia dei mercanti ospiterà un’installazione di Marcello Trabucco e la contigua Piazza San Lorenzo un’opera di Carlo Marchetti. Presso il Belvedere di via della Valle le creazioni Toni Bellucci e Fausto Roma si relazioneranno con il paesaggio pontino. L’antica chiesa di S. Michele Arcangelo accoglierà il dialogo con la sacralità di Enzo Angiuoni, Mario Boldrini, Eugenio Carmi, Lamberto Correggiari, Laura De Carli, Ermelindo Fiore, Giorgio Galli, Biagio Iadarola, Emilia Isabella, Riccardo Licata, Alfredo Malferrari, Venanzio Manciocchi, Claudio Marini, Fabio Masotti, Luigi Menichelli, Massimo Palumbo, Massimo Pompeo, Vincenzo Pennacchi, Michele Peri, Mario Velocci, Manfred G. Vogt

SITNEWSFEEL

MAD LAZIO EVENTI 2019 Sermoneta Il Museo borgoultima modifica: 2019-06-03T09:25:17+02:00da Dizzly

← Previous post

Next post →

4 Comments

  1. Grande arte !!!! Complimenti !!!

  2. Grazie per questo articolo su questa importante manifestazione di arte contemporanea, l’ottava edizione di EVENTI 2019 SERMONETA – LT

  3. Grazie per aver lasciato un segno d’autore su questi spazi!

Lascia un commento