Quali sono le differenze essenziali tra essere salvato e ottenere la piena salvezza?

Share via emailSubmit to redditShare on Tumblr
la fede in Dio Onnipotente

Immagine della Chiesa di Dio Onnipotente

 ultimo messaggio di gesù  Quali sono le differenze essenziali tra essere salvato e ottenere la piena salvezza?

Versetti biblici di riferimento:

In verità, in verità vi dico che chi commette il peccato è schiavo del peccato. Or lo schiavo non dimora per sempre nella casa: il figliuolo vi dimora per sempre” (Giovanni 8:34-35).

Non chiunque Mi dice: ‘Signore, Signore’, entrerà nel Regno dei Cieli, ma chi fa la volontà del Padre Mio che è ne’ cieli” (Matteo 7:21).

Poiché Io sono Jahvè che vi ho fatti salire dal paese d’Egitto, per essere il vostro Dio; siate dunque santi, perché Io son santo” (Levitico 11:45).

E cantavano un cantico nuovo davanti al trono e davanti alle quattro creature viventi ed agli anziani; e nessuno poteva imparare il cantico se non quei centoquarantaquattromila, i quali sono stati riscattati dalla terra. Essi son quelli che non si sono contaminati con donne, poiché son vergini. Essi son quelli che seguono l’Agnello dovunque vada. Essi sono stati riscattati di fra gli uomini per esser primizie a Dio ed all’Agnello. E nella bocca loro non è stata trovata menzogna: sono irreprensibili” (Apocalisse 14:3-5).

Parole di Dio attinenti:

Benché Gesù compia molte cose tra gli uomini, ha soltanto completato la redenzione di tutta l’umanità, Si è sacrificato per il peccato dell’uomo e non ha liberato l’uomo dalla sua indole corrotta. Salvare completamente l’uomo dall’influenza di Satana non solo ha comportato il fatto che Gesù Si facesse carico dei peccati dell’uomo come sacrificio per i peccati, ma ha anche richiesto che Dio compisse un’opera maggiore per liberare completamente l’uomo dalla sua indole corrotta da Satana. E perciò, dopo che all’uomo sono stati perdonati i peccati, Dio Si è nuovamente incarnato per condurlo verso l’età nuova, e ha iniziato l’opera di castigo e giudizio, e quest’opera ha introdotto l’uomo in un regno più elevato. Tutti coloro che ubbidiscono al Suo dominio godranno di una verità superiore e riceveranno maggiori benedizioni. Vivranno realmente nella luce e guadagneranno la verità, la via e la vita.

dall’Introduzione a La Parola appare nella carne

La prima incarnazione servì a redimere l’uomo dal peccato attraverso la carne di Gesù, cioè Egli salvò l’uomo dalla croce, ma l’indole satanica corrotta rimase ancora nell’uomo. La seconda incarnazione non è più destinata a fungere da sacrificio per il peccato, bensì a salvare pienamente coloro che sono stati redenti dal peccato. Ciò si compie cosicché coloro che sono stati perdonati possano essere liberati dai loro peccati e resi pienamente puri e conseguire un cambiamento di indole, liberandosi così dall’influenza satanica delle tenebre e tornando davanti al trono di Dio. Solo in questo modo l’uomo può essere pienamente santificato.

da “Il mistero dell’incarnazione (4)” in La Parola appare nella carne

Alcuni pensano sempre: “Credere in Dio non è semplicemente una questione di frequentare le riunioni, cantare, ascoltare la parola di Dio, pregare e adempiere qualche dovere? Non è di questo che si tratta?”. A prescindere da quanto tempo credete in Dio, ancora non avete raggiunto una comprensione profonda del significato della fede in Lui. In realtà, il significato della fede in Dio è talmente profondo che le persone sono incapaci di coglierlo. Alla fine, gli aspetti presenti nelle persone e appartenenti a Satana e gli aspetti della loro natura devono cambiare e diventare compatibili con le prescrizioni della verità; solo in questo modo si può ottenere veramente la salvezza. Se, come eri solito fare quando eri dentro la religione, ti limiti a declamare qualche parola di dottrina o a urlare slogan e poi compi alcune buone azioni, mostri un comportamento un po’ migliore e ti astieni dal commettere qualsiasi peccato evidente, questo ancora non significa che tu abbia imboccato il giusto cammino del credere in Dio. Essere in grado di attenerti alle regole è forse segno che stai percorrendo il giusto cammino? Significa forse che hai scelto correttamente? Se gli aspetti della tua natura non sono cambiati e alla fine tu ancora opponi resistenza a Dio e Lo offendi, è questo il tuo problema più grande. Se nella tua fede in Dio non risolvi questo problema, ti puoi considerare salvato? Che cosa intendo dicendo questo? Intendo far capire a tutti voi, nel vostro cuore, che la fede in Dio non può essere separata dalle Sue parole, da Dio o dalla verità. Devi scegliere bene il tuo cammino, profondere impegno nella verità e nelle parole di Dio. Non devi raggiungere soltanto una conoscenza fumosa oppure ottenere più o meno di una conoscenza e poi pensare di aver finito; se ti illudi così, farai soltanto del male a te stesso. Le persone non dovrebbero deviare nella loro fede in Dio; alla fine, se non hanno Dio nei loro cuori e si limitano a tenere in mano un libro dandovi un’occhiata di sfuggita, ma non lasciano spazio a Dio nei loro cuori, allora è finita. Qual è il significato delle parole: “La fede dell’uomo in Dio non può essere separata dalle parole di Dio”? Contraddice forse le parole: “La fede in Dio non può essere separata da Lui”? Come puoi avere Dio nel cuore se nel cuore non ci sono le Sue parole? Se credi in Dio ma il tuo cuore non serba né Lui, né le Sue parole, né la Sua guida, sei completamente finito.

da “Chi ha perduto l’opera dello Spirito Santo è più a rischio” in Registrazione dei discorsi di Cristo

Il senso della fede in Dio è essere salvati, dunque qual è il senso di essere salvati? “Essere salvati”, “liberarsi dall’influsso oscuro di Satana”: le persone parlano spesso di questi argomenti, ma non sanno cosa significhi essere salvati. Come saranno esattamente gli uomini quando saranno salvati? Questo riguarda la volontà di Dio. Detto con parole semplici, essere salvati significa poter continuare a vivere ed essere riportati in vita da Dio. Dunque prima di questo, quando riesci a parlare e a respirare, sei morto? (Lo spirito è morto.) Perché si dice che le persone sono morte se il loro spirito è morto? Qual è il fondamento di questo detto? Prima di essere salvate, le persone vivono sotto l’influsso di Satana, secondo la loro natura satanica, e sono piene di indole satanica corrotta. Dal punto di vista di Dio, l’intero essere degli uomini è morto, compresa la carne e tutti gli altri aspetti come l’anima e i pensieri. In apparenza, sembra che tu stia respirando, sbattendo le palpebre e pensando, ma l’unica cosa cui pensi costantemente è il male; pensi a cose che sfidano Dio e che si ribellano contro di Lui, cose che Egli detesta, odia e condanna. Ai Suoi occhi, tutte queste cose appartengono non solo alla carne, ma totalmente anche a Satana e ai diavoli. Dunque cosa sono gli uomini agli occhi di Dio? Esseri umani? Dio li vede come diavoli, come animali e come Satana viventi! Gli individui vivono secondo l’essenza di Satana e, agli occhi di Dio, sono Satana viventi vestiti di carne umana. Dio definisce tali uomini cadaveri viventi, persone morte. Compie la Sua attuale opera di salvezza per prendere tali persone, questi cadaveri ambulanti che vivono secondo la loro indole ed essenza sataniche corrotte. Prende questi cosiddetti morti e li trasforma in vivi. È questo che significa essere salvati.

Lo scopo della fede in Dio è raggiungere la salvezza. Essere salvati implica una trasformazione da morto a vivo. In altre parole, il tuo respiro si ravviva e tu sei vivo; apri gli occhi e vedi Dio, riesci a riconoscerLo e sei in grado di inchinarti per adorarLo. In cuor tuo non hai ulteriore resistenza contro di Lui; non Lo sfidi più, non Lo attacchi o non ti ribelli contro di Lui. Solo gli uomini di questo tipo sono davvero vivi ai Suoi occhi. Se qualcuno si limita a dire di riconoscere Dio e in cuor suo crede che esista un Dio, che Egli domini su tutte le cose e decida il destino dell’umanità, se crede che le persone siano guidate da Lui per tutta la vita, che Egli può cambiarne il destino e guidarle sulla via che hanno davanti, con questo tipo di fede è uno dei vivi oppure no? (No, non lo è.) Allora quale genere di persone sono i vivi? Quale tipo di realtà possiedono? La realtà in base alla quale tutto ciò che rivelano, pensano e fanno, riverisce Dio e fugge il male. Per dirlo in modo più appropriato, ogni tua azione e ogni pensiero non sono condannati, detestati o rifiutati da Dio; anzi, sono da Lui approvati e lodati. Questo è ciò che i vivi fanno e anche ciò che dovrebbero fare.

da “Solo la vera obbedienza è fede reale” in Registrazione dei discorsi di Cristo

Coloro che vivono sotto l’influenza delle tenebre, vivono nella morte e sono dominati da Satana. Senza essere salvati, giudicati e castigati da Dio, gli uomini non sono in grado di sfuggire all’influenza della morte e non possono diventare vivi. Questi morti non possono rendere testimonianza a Dio, ed Egli non può avvalerSi di loro; tantomeno possono entrare nel Regno. Dio desidera la testimonianza dei vivi, non dei morti, e desidera operare attraverso i vivi, non attraverso i morti. “I morti” sono coloro che si oppongono e si ribellano a Dio, coloro che sono intorpiditi nello spirito e non comprendono le Sue parole, coloro che non mettono in pratica la verità e che non mostrano la minima fedeltà nei confronti di Dio, coloro che vivono sotto il dominio di Satana, il quale li sfrutta. I morti si rivelano opponendosi alla verità, ribellandosi a Dio e comportandosi in modo miserabile, spregevole, malvagio, brutale, ingannevole e insidioso. Anche se persone simili si nutrono delle parole di Dio, non sono in grado di viverle; vivono, ma sono morti viventi, cadaveri che respirano. I morti sono totalmente incapaci di compiacere Dio né, tantomeno, possono davvero obbedirGli. Sanno soltanto ingannarLo, bestemmiarLo, tradirLo, e tutto quello che vivono rivela la natura di Satana. Se le persone desiderano diventare esseri viventi per rendere testimonianza a Dio e avere la Sua approvazione, devono accettare la Sua salvezza, sottomettersi di buon grado al Suo giudizio e al Suo castigo e accettare con gioia la Sua potatura e il Suo trattamento. Solo allora saranno in grado di mettere in pratica tutte le verità richieste da Dio, di ottenere la Sua salvezza e diventare realmente creature viventi. I vivi sono salvati, giudicati e castigati da Dio, sono disposti a dedicare loro stessi e sono lieti di offrirGli e di dedicarGli la loro vita. Solo quando i vivi rendono testimonianza a Dio, Satana può essere umiliato, soltanto i vivi possono diffondere l’opera di evangelizzazione di Dio, solo chi è vivo è in sintonia con il Suo cuore ed è una persona vera. In origine, l’uomo creato da Dio era vivo, ma a causa della corruzione di Satana ora vive sotto il giogo della morte e sotto l’influsso di Satana; è quindi diventato un morto senza spirito, un nemico che osteggia Dio e uno strumento e un prigioniero di Satana. Tutte le persone viventi create da Dio sono diventate morte e così Egli ha perso la Sua testimonianza e il genere umano che Egli Stesso aveva creato, l’unica cosa che possiede il Suo respiro. Se Dio deve riprenderSi la Sua testimonianza e coloro che sono stati creati dalle Sue Stesse mani, ma che sono stati imprigionati da Satana, Egli dovrà farli risorgere perché diventino creature viventi e riscattarli affinché vivano nella Sua luce. I morti sono coloro che non hanno spirito, che sono estremamente insensibili e si oppongono a Dio. Inoltre, sono quelli che non Lo conoscono. Queste persone non hanno la minima intenzione di obbedire a Dio, vogliono soltanto ribellarsi e opporsi a Lui e non dimostrano la minima lealtà nei Suoi confronti. I vivi sono invece coloro il cui spirito è rinato, coloro che sanno obbedire a Dio ed esserGli fedeli. Essi possiedono la verità e la testimonianza, e solo queste persone sono gradite nella Sua casa.

da “Sei diventato vivo?” in La Parola appare nella carne

A prescindere da ciò che Dio fa o dai mezzi tramite i quali lo fa, a prescindere dal costo, o dal Suo obiettivo, lo scopo delle Sue azioni non cambia. Il Suo scopo è di elaborare nell’uomo le Sue parole, i Suoi requisiti, e la Sua volontà per l’uomo; in altri termini, elaborare nell’uomo tutto ciò che Egli ritiene positivo in conformità ai Suoi passi, consentendo all’uomo di capire il Suo cuore e di comprendere la Sua sostanza, e permettendogli di obbedire alla Sua sovranità e alle Sue disposizioni, consentendogli così di raggiungere il timore di Dio e il rifiuto del male, visto che tutto questo è un aspetto dello scopo di Dio in tutto ciò che Egli fa. L’altro aspetto è che, poiché Satana è il contrasto e l’oggetto utile nell’opera di Dio, spesso l’uomo è consegnato a esso; questo è il mezzo che Dio utilizza per consentire alle persone di vedere la malvagità, la grande cattiveria e la spregevolezza di Satana in mezzo alle sue tentazioni e ai suoi attacchi, facendo così in modo che le persone lo odino e sappiano conoscere e riconoscere ciò che è negativo. Questo processo consente loro di liberarsi gradualmente dal controllo di Satana, dalle sue accuse, dalle sue interferenze e dai suoi attacchi, fino a quando, grazie alle parole di Dio, alla loro conoscenza di Dio, alla loro obbedienza, alla loro fede e al loro timore nei Suoi confronti, essi trionfino sugli attacchi di Satana, e sulle sue accuse; solo allora saranno completamente liberati dal dominio di Satana. La liberazione delle persone significa che Satana è stato sconfitto, che esse non sono più pane per i suoi denti, che invece di ingoiarseli, egli li ha abbandonati. Questo perché tali persone sono rette, hanno fede, obbedienza e timore nei confronti di Dio, e hanno rotto definitivamente con Satana. Esse svergognano Satana, lo rendono un codardo e lo sconfiggono completamente. La loro convinzione nel seguire Dio, la loro obbedienza e il loro timore nei Suoi confronti sconfiggono Satana, e fanno sì che egli rinunci a essi completamente. Solo le persone di tal fatta sono state veramente guadagnate da Dio, e questo è il Suo obiettivo fondamentale nel salvare l’uomo. Se desiderano essere salvati e guadagnati completamente da Dio, tutti coloro che Lo seguono devono affrontare tentazioni e attacchi grandi e piccoli da parte di Satana. Coloro che emergono da queste tentazioni e da questi attacchi e sono in grado di sconfiggere completamente Satana sono coloro che sono stati salvati da Dio. In altre parole, i salvati da Dio sono quelli che sono stati sottoposti alle Sue prove, tentati e attaccati da Satana un indicibile numero di volte. Coloro che sono stati salvati da Dio comprendono la Sua volontà e i Suoi requisiti, sono in grado di obbedire alla sovranità e alle disposizioni di Dio e, in mezzo alle tentazioni di Satana, non abbandonano la via del timore di Dio e del rifiuto del male. Coloro che sono stati salvati da Dio sono onesti, gentili, distinguono l’amore dall’odio, possiedono un senso di giustizia, sono ragionevoli, e sanno prendersi cura di Dio e fare tesoro di tutto ciò che è Suo. Tali persone non sono legate a Satana, sorvegliate, accusate o maltrattate da esso, sono completamente libere, completamente liberate e rilasciate.

da “L’opera di Dio, l’indole di Dio e Dio Stesso II” in La Parola appare nella carne

Fonte: La Chiesa di Dio Onnipotente

Quali sono le differenze essenziali tra essere salvato e ottenere la piena salvezza?ultima modifica: 2018-09-20T10:32:48+02:00da RobertoOrlandini2017

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).
I campi obbligatori sono contrassegnati *.