Deianira Marzano a Pomeriggio 5: «Ho chiesto il Reddito di Cittadinanza per i miei tre figli»

«Dopo 8 anni di matrimonio ho concluso la relazione con un uomo che non era all’altezza di essere un buon padre e un buon marito», l’influencer Deianira Marzano inizia così a raccontare la sua storia durante il programma Pomeriggio 5. Madre di tre figli, ha lasciato un marito violento che la offendeva verbalmente dopo averlo anche denunciato.

4279814_1841_deianira_marzano_reddito_cittadinanza_pomeriggio5

«Poi – continua – è andato in Spagna e da allora non lo abbiamo visto e non ha passato gli alimenti. Sono fortunata perché mia madre è un dirigente medico e ci ha sempre aiutato, ma è giusto che questa persona dia ai figli quello che non gli ha mai dato. Lui mi ha sempre offeso verbalmente, quando ho visto che poteva alzare le mani l’ho lasciato». L’ex partecipante del programma “Saranno Isolani“, si è trovata così a dover crescere da sola i suoi tre figli che oggi vanno al liceo.

Deianira Marzano è salita alle cronache nazionali per aver lanciato per prima il gossip sul presunto tradimento del portiere Pierluigi Gollini ai danni di Giulia Provvedi quando quest’ultima si trovava all’interno della Casa del Grande Fratello Vip. Nonostante sia spesso invitata nel salotto di Barbara D’Urso e conti su più di 80mila followers su Instagram, sembra che versi in condizioni economiche molto difficili al punto da essere costretta a richiedere il reddito di cittadinanza. Per il momento la social card le è stata rinnovata per soli 4 mesi ed è necessario provvedere alla richiesta del nuovo provvedimento. Grazie alla social card Deianira riceve 461 euro al mese.

Deianira Marzano a Pomeriggio 5: «Ho chiesto il Reddito di Cittadinanza per i miei tre figli»ultima modifica: 2019-02-06T16:04:55+01:00da cristina_a2016

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).
I campi obbligatori sono contrassegnati *.