Sesso via chat tra ragazzini di 13-14 anni: «Foto porno per 5 euro, pagavano via PayPal»

Facevano sesso virtuale in chat, scambiandosi foto hard in cambio di piccole somme di denaro: la Polizia di Mantova ha scoperto strani giri di immagini a sfondo sessuale tra ragazzini di 13-14 anni, che si scambiavano soldi in cambio di prestazioni sessuali virtuali. Alcuni dei partecipanti sono già stati identificati e la Polizia sta verificando che non ci fossero adulti a gestire le chat.

ricatti-sessuali-web-835286

I primi ragazzini individuati sono mantovani ma non è escluso che il giro abbia coinvolto persone in altre province. Le indagini non sono infatti ancora state completate: per il momento pare che i giovanissimi studenti si limitassero a scambiarsi foto porno in cambio di 5-10 euro, ma mai in contanti bensì col sistema PayPal. Si sta verificando, inoltre, se i contatti si siano tradotti anche in appuntamenti reali.

L’accaduto è stato spiegato in una conferenza stampa in Questura convocata «per sensibilizzare i genitori su quello che potrebbe succedere ai loro figli». «A giorni – hanno spiegato l’ispettore Luca Zardi, responsabile della polizia postale, e Gianna Adami, dirigente delle Volanti – nelle scuole mantovane, dalle quinte elementari alle medie e superiori, si terranno incontri con gli esperti per mettere in guardia i ragazzi».

Sesso via chat tra ragazzini di 13-14 anni: «Foto porno per 5 euro, pagavano via PayPal»ultima modifica: 2019-10-20T11:46:21+02:00da cristina_a2016

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).
I campi obbligatori sono contrassegnati *.