X Factor 2020, Emma Marrone in lacrime difende Casa di Lego contro il body shaming: «Vorrei prestarti i miei occhi»

X Factor 2020, Emma Marrone in lacrime difende Casa di Lego contro il body shaming: «Vorrei prestarti i miei occhi». La giovanissima cantante di Teramo, aveva ammesso di soffrire molto per icommenti sul suo aspetto fisico che legge sui social dopo le performance.

Casa di Lego ha solo 17 anni ed è la più giovane concorrente di questa edizione di X Factor 2020. Durante il daily aveva confessato al suo giudice, Hell Raton, di soffrire nel leggere i commenti sui social a proposito del suo aspetto fisico. Un vero e proprio body shaming su una ragazza dal talento innegabile.

emma

Durante la seconda puntata a chiudere l’ultima manche di X Factor 2020 è stata proprio Casa Di Lego che ha cantato in modo magistrale “Sunny “di Billie Eilish. «Cosa posso dire senza essere di troppo – commenta Manuel Agnelli – abbiamo trovato un talento vocale che ha bisogno di essere protetta, è una cosa rara».

E’ il turno di Emma Marrone che non si limita al semplice commento sulla performance, in lacrime parla con il cuore in difesa di Casa Di Lego e contro il bodyshaming: «Vorrei prestarti i miei occhi per farti vedere quanto è bello vedere una cosa così bella, non omologata a tutto quello che ci stanno propinando su instagram, twitter, tiktok tutta la me*da. Ti auguro di avere sempre la luce di vedere le mani giusti in quali stare. Ti auguro di finire sempre nelle mani giuste».

X Factor 2020, Emma Marrone in lacrime difende Casa di Lego contro il body shaming: «Vorrei prestarti i miei occhi»ultima modifica: 2020-11-06T19:01:01+01:00da manuela_man27

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).
I campi obbligatori sono contrassegnati *.