Prato, parroco di 40 anni arrestato: «Don Francesco con i soldi delle offerte comprava cocaina e “droga dello stupro” per festini hard»

Arrestato per spaccio di stupefacenti a Prato, un sacerdote, don Francesco Spagnesi, coinvolto in un’indagine della polizia su feste a base di cocaina e di Gbl, la cosiddetta “droga dello stupro”. Il parroco, 40 anni, è stato messo agli arresti domiciliari dal gip Francesca Scarlatti che ha accolto la richiesta di misura cautelare presentata dalla procura.

x6195239_1319_don_francesco_spagnesi_50.jpg.pagespeed.ic.bLE9T3ecbh

Le accuse sono di spaccio e importazione di sostanze stupefacenti. Il sacerdote da pochi giorni ha lasciato gli incarichi nella Parrocchia dell’Annunciazione nel quartiere pratese della Castellina.

Secondo quanto ricostruito dalla squadra mobile di Prato, il parroco don Francesco Spagnesi avrebbe importato dall’estero, nel corso del tempo, quantitativi di Gbl (la droga dello stupro) compresi tra mezzo litro e un litro per volta assieme ad un complice, Alessio Regina, di 40 anni. Proprio grazie all’individuazione dell’attività criminale di quest’ultimo e al suo arresto avvenuto a fine agosto per importazione di droga dall’Olanda, gli inquirenti hanno scoperto il coinvolgimento del sacerdote. Secondo la polizia la droga sarebbe stata pagata con le offerte dei parrocchiani e destinata a persone contattate tramite siti di incontri sessuali.

Prato, parroco di 40 anni arrestato: «Don Francesco con i soldi delle offerte comprava cocaina e “droga dello stupro” per festini hard»ultima modifica: 2021-09-14T18:58:06+02:00da manuela_man27

2 thoughts on “Prato, parroco di 40 anni arrestato: «Don Francesco con i soldi delle offerte comprava cocaina e “droga dello stupro” per festini hard»

  1. FINO A UN PAIO DI ANNI FA’,SVARIATE “BIZZOCHE” E’ “RAGGIRATI CREDULONI”, FACEVANO VOLENTIERI LE OFFERTE,MENTRE DA UN PO’ DI TEMPO,HANNO “ACCLARATO” CHE LE LORO OFFERTE,I PRETI LI REGALAVANO A “D………-…..PER….”. COSI’ HANNO INIZIATO A SMETTERE. CON L’AUGURIO CHE MAN,MANO CHE SI ACCLARANO ALTRE SVARIATE “ANOMALIE,ILLEGALITA’ECC.,ECC.”,TUTTI CI RIBELLIAMO E’ SEGNALANO TUTTE LE “BRUTTURE'” SUBITE,E’ SUBENDO DA CERTI SOGGETTI PRIVI DI SALE NEL CERVELLO,E’I FUNZIONARI DELLE ISTITUZIONI ABILITATE,”INDAGANO” DETTAGLIATAMENTE LE “MALEFATTE” SEGNALATE,E’ DENUNCIATE” DAI CITTADINI DA PARTE DI TUTTI PRETI SEGNALATI. AGGIUNGO;MI AUGURO CHE SIA LA VOLTA BUONA,AFFINCHE’ LE ISTITUZIONI ABILITATE DEL GARGANO FACCIANO IL LORO DOVERE NEI CONFRONTI DELLA CRICCA DI MALAFFARE DI CUI HA CAPO C’E’ DON “MICHELE BUENZA”,LA COLLABORATRICE ANNA GIOVANNA MARRUCCHELLI,E’ SVARIATI SOGGETTI DI OGNI CETO SOCIALE,DIM CUI HO SEGNALATO SVARIATE VOLTE “L’ILLEGALIT’,ATTI FALSIFICATI, FIRME FALSIFICATE,APPROPRIAZIONI INDEBITE,ILLEGALITA’,VILLANIA,TENTATA AGGRESSIONE,DIFFAMAZIONE,ECC.,ECC.”,IN TANTI SONO A CONOSCENZA DI TANTI REATI PENALI,LE INDAGINI SONO ANCORA IN CORSO,E’ NON ESSENDO “ANCORA” STATO PUNITO,DA LTRE “CINQUE ANNI” HANNO FATTO IL “LAVAGGIO DEL CERVELLO” ANCHE AL DIRETTORE “ALFONSO MOLINATO”DELLA SEDE PROVINCIALE INPS DI FOGGIA/SAN SEVERO (FG),DI CUI DA OLTRE “CINQUE ANNI” TRAMITE “FALSITA'”,PRIVA DI PLAUSIBILI MOTIVI NON MI EROGA LA PENSIONE “ISTIGANDOMI” A MORIRE DI FAME E’ DI FREDDO IL PERIODO INVERNALE,IL TUTTO NONOSTANTE LE MIE SACRO SANTE RAGIONI E’ LA VENERANDA ETA’ DI “ULTRA77ANNI”. PER TANTO,PREGO VIVAMENTE LE ISTITUZIONI COMPETENTI,DI PRENDERE SERI “PROVVEDIMENTI” PER SALVARE I DIPENDENTI DELLA SEDE INPS PREDETTA.IN FEDE CECILIA LOLIVA PINTO STUDENTE DETECTIVE

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).
I campi obbligatori sono contrassegnati *.