Blog
Un blog creato da zag.reus il 26/10/2008

zagreus_va

blog

 
 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Giugno 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 6
 

 

« LA CASA DELLA MADEMURO DI MARE, versi »

La gravità delle mollette, versi

Post n°124 pubblicato il 19 Aprile 2016 da zag.reus
 

Mollette, foto photo Mollette_zpsll7g6o4l.jpg

LA GRAVITÀ DELLE MOLLETTE

 

La gravità delle mollette

Sospende l’ammorbidente

E il tempo dei lenzuoli al vento

Al sole regge i polsi

E le asole delle camicie:

 

Rimedio unico del cuore

Per non volare in cielo

Oltre i sassi stanchi e l’eco

D’ali sulle Mura Aureliane

 

Buondì muti, profumati

Vapori ai fili tesi, ai caldi

Raggi dopo il fracasso

Buio delle centrifughe

 

La gravità delle mollette

Sdraia i nostri cenci

A un’aria verticale esotica

Di spiaggia caraibica

Giù per le facciate dei palazzi

 

Appende il pianto alla stella

L’abisso del domani a quello

Di un altro dopodomani

 

Stende bene gli sguardi

Sgualciti nel cestello

Li dispiega nel vuoto d’amore

Cucito tra i buchi dei bottoni

E l’orizzonte degli eventi

Dei gabbiani, degli aerei

Che solcano la pelle della volta

Dalla Croce del Sud a Focene

 

La gravità delle mollette

Le fa precipitare all’improvviso

Sul selciato disperato della mente

Che alla brezza di Ponente

Ha messo ad asciugare Roma

E l’ha chiamata Eterna

 

Zagreus_va

RT - 21 Marzo 2016 -
Giornata Mondiale della Poesia

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/zagreusva/trackback.php?msg=13389561

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
gaza64
gaza64 il 26/04/16 alle 16:16 via WEB
Appesi o precipitati, asciugati dal vento o bagnati dalla pioggia: saldamente ancorati fino alla fine del nostro "ciclo di lavaggio", oppure volando a raggiungere luoghi diversi, certe volte solo selciati.
Triste come dev'essere la poesia nel suo consapevole canto: strumento anch'essa dall'illimitato utilizzo.
 
 
zag.reus
zag.reus il 27/04/16 alle 00:37 via WEB
Hai ragione, gaza64, in fondo anche una poesia non è altro che una molletta che tiene appese le nostre parole al vento del ritmo e della metrica.
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ULTIME VISITE AL BLOG

costanzatorrelli46setacuoio.2008elektraforliving1963dddd.bbbbSky_EaglePatrick_Bateman27zag.reuslacey_munroLegalAlienmensy0Ru.Jastreet.hassleil_pabloRavvedutiIn2
 

ULTIMI COMMENTI

I più lo negano, Gaz, ma sognano solo delirio di potenza...
Inviato da: zag.reus
il 12/09/2016 alle 19:55
 
Molto carico...
Inviato da: gaza64
il 10/09/2016 alle 21:50
 
Sì, sprofonda, Gaz, si inabissa nel mare esterno ed...
Inviato da: zag.reus
il 02/05/2016 alle 14:02
 
Uno scontro mortale tra liquide esistenze che non...
Inviato da: gaza64
il 02/05/2016 alle 10:29
 
Hai ragione, gaza64, in fondo anche una poesia non è altro...
Inviato da: zag.reus
il 27/04/2016 alle 00:37
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.