Creato da tulipanodgl8 il 01/06/2006

DEDICATO

a G.

 

 

« A mio padreMessaggio #200 »

Post N° 199

Post n°199 pubblicato il 29 Marzo 2007 da tulipanodgl8

Poesie e

Osservazioni

 

 

 

 

Ode al Gatto
Pablo Neruda

Gli animali furono
imperfetti, lunghi
di coda, plumbei
di testa.
Piano piano si misero
in ordine,
divennero paesaggio,
acquistarono in grazia, volo.
Il gatto, 
soltanto il gatto apparve completo
e orgoglioso:
nacque completamente rifinito
cammina solo e sa quello che vuole.

L'uomo vuol essere pesce e uccello,
il serpente vorrebbe avere le ali, 
il cane è un leone spaesato,
l'ingegnere vuol essere poeta,
la mosca studia la rondine,
il poeta cerca di imitare la mosca,
ma il gatto
vuole esser solo gatto
dai baffi alla coda,
dal fiuto al topo vivo,
dalla notte fino ai suoi occhi d'oro.

Non c'è unità come la sua,
non hanno 
la luna o il fiore
una tale coesione:
è una sola cosa
come il sole o il topazio,
e l'elastica linea del suo corpo,
salda e sottile, è come
la linea della prua di una nave.
I suoi occhi gialli
hanno lasciato una sola
scanalatura
per gettarvi le monete della notte.

Oh piccolo
Imperatore senz'orbe,
conquistatore senza patria,
minima tigre da salotto, nuziale
sultano del cielo
delle tegole erotiche,
il vento dell'amore
nell'aria aperta
reclami
quando passi
e posi
quattro piedi delicati
sul suolo,
fiutando,
diffidando
di ogni cosa terrestre,
perché tutto 
è immondo
per l'immacolato piede del gatto.

Oh fiera indipendente
della casa, arrogante
vestigio della notte,
neghittoso, ginnastico
ed estraneo,
profondissimo gatto,
poliziotto segreto
delle stanze,
insegna
di un
irreperibile velluto,
probabilmente non c'è
enigma
nel tuo contegno,
forse non sei mistero,
tutti sanno di te ed appartieni
all'abitante meno misterioso,
forse tutti si credono
padroni,
proprietari, parenti
di gatti, compagni,
colleghi,
discepoli o amici
del proprio gatto.

Charles Baudelaire

Il Gatto

Vieni bel gatto, vieni sul mio cuore amoroso;
Trattieni i tuoi artigli
Ch'io mi sprofondi dentro i tuoi begli occhi d'agata e metallo.
Quando a bell'agio le mie dita a lungo
Ti carezzan la testa e il dorso elastico,
E gode la mia mano ebbra al toccare il tuo corpo elettrico,
Vedo in spirito la mia donna:
Profondo e freddo come il tuo, il suo sguardo, bestia amabile,
Penetra tagliente come fosse una freccia,
E dai piedi alla testa
Una sottile aria, rischioso effluvio,
Tutt'intorno gira al suo corpo bruno.

Leonardo da Vinci

"Il capolavoro più completo della Natura."

Guillaume Apollinaire

"Vorrei avere nella mia casa:
una donna ragionevole
un gatto che sfiora i libri
amici in ogni stagione
senza i quali non posso vivere."

Marion Garretty

"I poeti generalmente amano i gatti,
perché i poeti non nutrono dubbi sulla propria superiorità.

 
 
 
Vai alla Home Page del blog

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: tulipanodgl8
Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
Età: 55
Prov: RM
 

    

gatti

 

AREA PERSONALE

 

Di rado gli appartenenti

ad una famiglia crescono

sotto lo stesso

tetto.                                

 
 

AREA PERSONALE

 

TAG

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Ottobre 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

FACEBOOK

 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

wolfangievolafarfallina1991WIDE_REDbal_zacunamamma1la.romanaRiko74mirko1986.madoro_il_kenyapsicologiaforensedifeomauriziopgvenezianiramarro0strong_passionviolette51
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 15
 

ANIMA

mai e sempre

mai,io pero' potro' smettere di amarti. e bada sempre ti portero' nel cuore come il mio unico tu sei il mio unico unico amore ritrovato riconosciuto devotamente amato della mia vita su questa terra. ma seppure il mio cuore sara' tuo per sempre io mai tornero' da te. accetto il distacco poiche' ci sono avverbi eterni "sempre e mai" che oggi il mio cuore sente fino in fondo e la mia mente venera ma che la tua miseria sentimentale il tuo povero disadorno cuore la tua anima ingenerosa, l'ingiuria delle tue radici crudeli, malate delle tue piaghe aperte, delle tue cattive intenzioni non mi permettono ne' di condividere me' di rispettare. cosi' il mai ti riguarda, mentre il mio "per sempre" e' a senso unico. e' una generosita', un dono, un assoluto canto del quale non potrai piu' usufruire per umiliarmi, per torturarmi, per farmi piangere, per vedere la disperazione nei miei occhi, per farmi pagare la colpa di avermti amato per infliggermi il danno che a te fu inflitto per ricattarmi per negarmi, ancora. tu non meriti l'intimita' di v edermi invecchiare accamto a te, ma pure tu sarai sempre con me ogni volta che io pensero', dialoghero', guardero' il tramonto e diro' "mai e sempre" al mio cuore. perche' io ti amo con la parte migliore e con la parte peggiore di me stessa. perche' io mi riconosco grazie all'amore e al dolore che provo per te. perche' io quando me ne andro' da questa terra sono certa di trovarti nel tempo e nello spazio d'ogni amore "per sempre" ad attendermi. e mentre vivo faro' dono dell'amore che ho per te a tutti quelli che coperta d'amore non hanno mai avuta. che non hanno stelle ne' ricordi ne' baci ne' sussurri che non hanno ne' mai ne' per sempre. che hanno bisogno di un cuore che tu hai riempito di attese. un cuore che non appartiene a nessuno che batte per tutti e che sa cosa significa non soltanto esistere, ma esere l'amore.