Community
 
anna_ticino...
   
 
Creato da anna_ticinofelino il 01/07/2007

1Blog che fa le fusa

giorno per giorno, qualcosa di me, e un piccolo vademecum per i gatti veri... i gatti randagi!

 

 

« Addio povero picchio...Una cuccia spaziale! »

Come gestire i gatti randagi...

Post n°10 pubblicato il 04 Luglio 2007 da anna_ticinofelino
 

1° DARE IL CIBO REGOLARMENTE gatto_scodella

Quando è possibile, al mattino in modo che, durante il giorno il gatto non sia costretto a cercare il cibo fra i pericoli della strada.

2° RESTARE SUL POSTO MENTRE MANGIANO mici_cesta

Se si usa un contenitore per ogni gatto, bastano pochi minuti di attesa; si può iniziare poco alla volta ad abituare i gatti a mangiare in presenza delle persone, lasciando il cibo a disposizione per tempi sempre più brevi; di solito entro 10 gg circa i gatti, anche i più paurosi, capiscono che devono mangiare con noi presenti, altrimenti non troveranno più cibo.



3° TOGLIERE TUTTI I CONTENITORI

Lasciare solo la ciotola dell'acqua, non lasciare mai cibo avanzato che si deteriora e attira insetti nocivi alla salute del gatto, in estate in particolare, le mosche iniziano subito a deporre orribili larve che entro sera sono già vermetti...
Bisogna conoscere i gatti a cui si dà il cibo, potrebbero esserci femmine non sterili, e quindi cuccioli che erroneamente pensiamo "abbandonati", ma che sono invece nati da gatte che stazionano lì da mesi senza che ce ne accorgiamo. In questo caso bisogna cercare di prendere il nuovo gatto, fargli gli esami, sterilizzarlo, cercare di inserirlo. E non da ultimo (e chiunque abbia già seguito delle colonie feline sa di cosa parlo...) il cibo avanzato e i contenitori sparsi in giro, sono il motivo principale per il quale la gente cattiva e intollerante resta infastidita e con la scusa dello sporco maltratta i gatti e chi dà loro da mangiare!!


LA STERILIZZAZIONE E' UN ATTO D'AMORE micio_bacio
I gatti sterilizzati hanno minori probabilità di contrarre malattie, i maschi non si allontanano in cerca di femmine e non ritornano feriti o malati, non si altera la loro natura, la colonia rimane più serena e compatta!  
E' importante far passare il messaggio sull'importanza della sterilizzazione, prevenire l'abbandono , migliorare l'habitat, trovare casa ai gatti cuccioli o ai gatti che, per anzianità o per malattie croniche, non possono più vivere all'aperto. I rifugi traboccano di gatti in cerca di casa, farne venire al mondo altri per mancanza di controlli, per mentalità all'altica o per venderli, è un gesto incivile e crudele! Diciamo sempre un chiaro NO agli allevamenti e al commercio di tutti gli animali! Gli esseri viventi non si comprano...

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
http://blog.libero.it/AnnaTicinofelino/trackback.php?msg=2941746

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
Massimo_2987
Massimo_2987 il 26/03/09 alle 17:10 via WEB
Andrebbero sterilizzati gli esseri umani sopratutto le donne che pretendono, di segrecare in casa un felino assolutamente autosufficente in natura, un gatto può vivere benissimo senza il vostro "amore" cerca le persone semplicemente perché si rende conto che è più facile procurarsi il cibo ma se vivrebbe da solo in natura non ci sarebbe bisognio di sterilizzarlo perché di 4 o 6 cuccioli ne sopravviverebbero 1 o 2 quindi il problema non sono mai gli animali in questo pianeta ma noi esseri umani che con la nostra logica pretendiamo di modificare tutto a nostro piacimento ma prima o poi madre natura farà la sua buona selezzione naturale anche per l'uomo è solo questione di tempo altro che sterilizzazione.
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 

AREA PERSONALE

 

SOUNDTRACK

 
 

IN QUANTI SIAMO NEL BLOG?

tracker
 

ULTIME VISITE AL BLOG

bsxbonopugliaco_monicagabriposmaria.fisioco00074manuelsabaventiduepiuventitreerix68annalisa949290uominividetestotumbulinfiordloto2003sona75erniainguinaleAvvTode
 

SITI PREFERITI



 

NON COMPRARE ANIMALI



 

TAG

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Settembre 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30          
 
 

PERCHÉ SONO VEG?

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 16
 

COSA VEDO DALLA MIA FINESTRA


 

FARFALLE SULLA MIA LAVANDA

 

APRI BENE GLI OCCHI

I test sugli animali introdotti da una Direttiva CCE del 1976, invece di garantire la sicurezza dei consumatori, si sono rivelati inattendibili oltre che crudeli; negli anni poi sono state perfezionate tecniche alternative alla sperimentazione sugli animali assai più efficaci e sicure delle assurde prove di laboratorio che si celano dietro diciture come "testato dermatologicamente" o "testato clinicamente". Ma anche la dicitura "non testato su animali" non sempre garantisce garanzie assolute. Infatti può verificarsi che il prodotto finale finito non sia stato sperimentato sugli animali, ma che lo siano stati alcuni suoi ingredienti. E' quindi indispensabile avere a disposizione il maggior numero d'informazioni per poter scegliere quelle ditte che realizzano i loro prodotti senza provocare inutili ed atroci sofferenze agli animali.
Clikka QUI per visualizzare la lista delle imprese che nonostante l'evidenza ancora si ostinano a compiere questi test crudeli e inutili, e boicotta i loro prodotti. Ragiona con la tua testa, non essere un burattino senza cervello nelle loro mani piene di soldi...

 
 

IMMAGINI CARINE