Creato da Ladridicinema il 15/05/2007
Blog di cinema, cultura e comunicazione
 

 

ADDIO A GENE WILDER da ciak

Post n°13346 pubblicato il 30 Agosto 2016 da Ladridicinema
 
Tag: news, STORIA

L'attore americano di "Willy Wonka e la fabbrica di cioccolato" e "Frankenstein Jr" si è spento a 83 anni

Addio a Gene Wilder, l'attore feticcio di Mel Brooks, il dottor Frankenstein di Frankenstein Jr. e Willy Wonka nel primo, mitico Willy Wonka in Willy Wonka e la fabbrica di cioccolato del 1971. L'attore americano è morto a 83 anni: da tempo era affetto dal morbo di Alzheimer. Con i suoi occhi sgranati, i capelli biondi costantemente arruffati e un'imbattibile verve comica, però, resta uno dei volti più popolari del cinema anni '70 e '80.

Wilder era nato a Milwaukee l'11 giugno 1933 e aveva iniziato col cinema nel 1967, con un piccola parte in Gangster Story di Arthur Penn. L'incontro di svolta però era già avvenuto nel 1963 quando, grazie ad Anne Bancroft, sua collega in teatro, aveva conosciuto Mel Brooks, all'epoca fidanzato dell'attrice. L'anno dopo Gene è già nell'opera prima del regista, Per favore non toccate le vecchiette, e agguanta subito una nomination all'Oscar come migliore attore non protagonista. Se Per favore non toccate le vecchiette era stato un successo, Willy Wonka e la fabbrica di cioccolato invece andò male al botteghino e fu osteggiato sia dalla critica che dallo scrittore Roald Dahl, autore del romanzo dal quale il film è tratto. Uno "scult", insomma, destinato però a entrare nel cuore del pubblico soprattutto grazie alla televisione, che lo inserisce tra le programmazioni tradizionali del palinsesto natalizio.

L'idea di Frankenstein Jr., la parodia horror che nel 1974 invece sbancò i botteghini, fu proprio di Wilder, che lo propose a Mel Brooks mentre erano impegnati in un altro film, il westernMezzogiorno e mezzo di fuoco. E sarà sua anche l'idea di affidare al volto quasi picassiano di Marty Feldman il ruolo di Igor e suggellare la battuta di una delle scene comiche più esilaranti del cinema: "Lupo ululà, castello ululì". Wilder è stato anche regista: c'era lui dietro la macchina da presa di La signora in rosso, film icona degli anni '80, con Kelly LeBrock vestita di rosso che imita Marilyn facendo svolazzare la gonna sulla grata della metropolitana.

Wilder ha lavorato anche con Woody Allen, in Tutto quello che avreste voluto sapere sul sesso (ma non avete mai osato chiedere) nell'episodio Che cos'è la sodomia?, dove interpreta un uomo innamorato di una pecora, Stanley Donen (il piccolo principe), Sidney Poitier (Nessuno ci può fermare e Hanky Panky - Fuga per due) Arthur Hiller (in un altro cult: Non guardarmi: non ti sento dove l'attore e Richard Pryor interpretano un sordo e un cieco unici testimoni di un omicidio). E Wilder ha lavorato molto anche in televisione: il suo ultimo ruolo, coronato da un Emmy come miglior attore ospite in una serie o commedia, è in Will & Grace.

 
 
 

Following

Post n°13345 pubblicato il 30 Agosto 2016 da Ladridicinema
 

Un giovane disoccupato ed aspirante scrittore di nome Bill, ha una particolare ossessione: quella per gli estranei. Iniziando pericolosamente a pedinarle, spera di poter ottenere del materiale d'ispirazione per il suo romanzo. Le cose si complicano quando Bill incontra Cobb, ladro di professione, e viene catapultato nel suo mondo di furti d'appartamento. La situazione non sembra certo migliorare dopo che Bill decide di iniziare una liasion con una vittima dei suoi furti...

Lungometraggio noir d'esordio del 28enne Christopher NolanFollowing si presenta fin da subito come un vero e proprio diamante grezzo, carico di tutti i tratti distintivi della poetica del regista. La pellicola, realizzata nel modo più economico possibile perché finanziata dallo stessoNolan, che fino ad allora aveva girato solo alcuni cortometraggi, si caratterizza per la durata estremamente limitata (si tratta appunto di appena 69 minuti di film) e per la scelta fondamentale del bianco e nero.

L'intreccio della trama è tutto fuorché lineare, e pertanto richiede una certa attenzione nella visione: il protagonista, sottoposto ad un interrogatorio, con la narrazione della propria storia dà origine ad un vortice adrenalinico di flashback sparsi, vortice che contribuisce a rendere il tutto particolarmente coinvolgente nella sua caoticità. La narrazione in prima persona ci porta inevitabilmente ad assumere il punto di vista del protagonista, e sicuramente la scelta di non collocare le scene di flashback in ordine cronologico non aiuta alla comprensione immediata dell'intera vicenda: tale collocazione atipica dei flashback diventerà un topos nella poetica di Nolan, e sarà presente in altri lungometraggi successivi, specie nel meraviglioso Memento. Qui Bill, giovanissimo disoccupato ed aspirante scrittore, prova un interesse morboso per le persone, tanto da arrivare a pedinarle per scoprire informazioni su di loro e sperare di raccogliere materiale per il suo libro. Tale interesse però diventa ben presto pericoloso: uno sconosciuto si accorge di essere stato seguito, e lo ferma ad un bar. Egli rivela di chiamarsi Cobb, e di aver scelto d'essere un ladro di professione proprio perché, come lui, interessato alle persone e ad una vita adrenalinica.

Ben presto Bill si troverà totalmente assoggettato alla sua personalità carismatica e si lascerà trascinare in diversi furti d'appartamento: si può ben notare l'insicurezza dello scrittore e l'importanza conferita ai giudizi dell'amico/collega già nel momento in cui lo induce a svaligiare il proprio appartamento - ad insaputa di Cobb -, e questo si rifiuterà di continuare l'operazione, perché affermerà di non voler "succhiare il sangue ad un povero disoccupato sfigato." Perché, in effetti, i furti di Cobb sono decisamente anomali: ruba sì oggetti di valore, ma purché non diano troppo nell'occhio e siano facilmente trasportabili, e, soprattutto, è particolarmente interessato agli oggetti più intimi e personali delle sue vittime. La scena chiave dell'intero lungometraggio è proprio questa: Cobb mostra a Bill una scatola di oggetti di valore personale dei proprietari dell'appartamento e la svuota a metà, affermando che "quando sottrai, gli mostri quello che avevano."

Parallelamente ai flashback della vicenda del Bill scrittore, s'intreccia anche quella del Danny ladro, che altri non è se non lo stesso Bill. Lo vediamo però sbarbato, coi capelli tagliati, vestito elegantemente, e decisamente più sicuro di sè: offrendo da bere ad una signora in un bar, si presenta appunto come Danny. La donna, con cui Danny inizierà una liaison, si scoprirà essere piuttosto misteriosa. A Danny non sarà mai chiaro se lei abbia o meno una relazione con quello che lei dice essere il precedente compagno, un uomo molto pericoloso e invischiato in affari di droga e pornografia. Con successivi intrecci di flashback, veniamo a sapere che Bill s'è appropriato di una carta di credito appartenente ad un certo Danny (ecco il perché, dunque, del nome "nuovo"), e che, sotto suggerimento di Cobb, si decide a cambiare look e modo di fare: si assiste quindi alla scena del taglio di capelli e della rasatura della barba, scena che fa un po' da ricongiungimento della matassa nell'intreccio dei flashback. La trasformazione è dunque compiuta: Bill, da scrittore disoccupato, perdente ed insicuro, è diventato il carismatico Danny, un elegante ladruncolo sicuro di sè.

La mutazione di Bill in tutt'altra persona, Danny, non fa altro che rimarcare l'importanza della scena chiave della scatola: proprio come alle vittime dei furti venivano sottratti oggetti personali affinché soltanto con la loro assenza si accorgessero del loro valore, esattamente allo stesso modo Bill, privato della sua vita da disoccupato e aspirante scrittore, onesta e tranquilla, si trasforma in Danny, criminale ed assassino coinvolto in affari estremamente pericolosi, e si accorge di quello che ha perso, ovvero del valore della sua libertà, della sua ambizione, dei suoi sogni,solo nel momento in cui questo gli viene brutalmente sottratto (ed è perfino condannato al carcere). L'interesse per le ossessioni umane, così caro a Nolan, affezionato in generale all'esplorazione - se non all'esasperazione vera e propria - di aspetti tipici della psiche umana (quali quello dellla memoria in Memento, o quello dei sogni in Inception), qui è brillantemente sviluppato e narrato, e l'attenzione per una colonna sonora piuttosto semplice ma martellante ed incisiva, ricorda molto l'altrettanto ottimo thriller b/n "π - Il Teorema Del Delirio" di Aronofsky; il prodotto finale è un senza dubbio grezzo ma ottimamente prodotto lungometraggio di un giovanissimo regista (allora) in erba.

da storiadeifilm.it

 
 
 

LUPIN III - Green Vs Red da http://ilbuonaseradicarlo.blogspot

Post n°13344 pubblicato il 30 Agosto 2016 da Ladridicinema
 

Quanto segue non ha nulla a che fare con il tenore classico dei pezzi che inserisco quotidianamente su questo blog. E’ infatti una recensione di un film che ho visto di recente.

Lupin III – Green Vs Red. Un lungometraggio incredibilmente complesso e dalle molteplici chiavi di lettura. Da un lato, perciò, lo consiglierei ai soli fans del ladro gentiluomo, dall’altro però mi sentirei di invogliarne la visione anche a tutti coloro che amano i film un po’ particolari, filosofici (la trama parte infatti dall’assunto che non esista un unico Lupin, ma che diventi Lupin nel momento in cui chi ti conosce ti creda lui) e che ti spingono a rimetterti a guardarli non appena sono scorsi i titoli di coda per capire cosa sia veramente accaduto.
Insomma, nonostante sia un cartone animato, chi vuole guardarlo deve mettersi nell’ordine di idee che, per goderselo veramente, va seguito con attenzione dal primo all’ultimo minuto e che, probabilmente, andrà visto più volte per essere sicuri di averlo capito. Personalmente, credo di aver fatto un po' di chiarezza solo alla terza volta.

Premesso che possono esistere molteplici chiavi di lettura, nessuna necessariamente 'giusta' e 'sbagliata', penso che Green Vs Red possa essere interpretato anche così:

c’è un Lupin in giacca verde, misterioso e ombroso, che vive tra i ricordi de Il Castello di Cagliostro e vuole rubale l’Ice Cube, un oggetto misterioso che fa gola a molti. E’ il Lupin primordiale.

C’è un Lupin in giacca rossa, più divertente e scanzonato, che scopre che il Lupin in verde è l’unico alla sua altezza. Lo stesso Jigen lo dice e afferma che lavorare con lui è stato divertente quasi come lavorare con Lupin rosso. E’ il Lupin nato dopo.

Lo scontro è solo e soltanto tra loro due. Perché da quarant’anni i fans si dividono tra i sostenitori di Lupin verde e Lupin Rosso. Il primo però è Yasuo.
Per non dare torto a nessuno, infatti, gli sceneggiatori introducono Yasuo. Lui chi è? Non è né il Lupin verde, né il Lupin rosso.
E’ il nuovo Lupin.
Questo perché Lupin non vive più tramite le serie animate, ma solo attraverso gli special televisivi.
Dunque non si può certo affermare che il Lupin di oggi sia quello verde o rosso degli anni ‘70.
Yasuo è una terza risposta e tutti i gli altri (ovvero i Lupin sciocchi e maldestri che si fanno arrestare in massa) sono… i Lupin così come sono stati interpretati negli OAV a cadenza annuale. Forse da parte degli sceneggiatori c’è pure l’intenzione di affermare che molti dei lungometraggi prodotti sono qualitativamente scadenti ed hanno prodotto solo una gran quantità di “brutte copie”.
Yasuo diviene Lupin indossando la giacca verde per poi passare a quella rossa, seguendo quindi l’evoluzione del personaggio originale. Quasi volessero dimostrare che Lupin verde e rosso sono la stessa persona e sono contemporaneamente anche Yasuo, cioè il Lupin del futuro.
Alla fine, infatti, vince Yasuo, come se fosse una promessa: “Lupin tornerà grande come un tempo. Tuttavia non sarà il Lupin che conoscete. Sarà un Lupin moderno al passo con i tempi”.
Promessa purtroppo non mantenuta dall’ultimo special incentrato sulla lampada di Aladino, ma questa è un’altra storia…

Resta da capire chi sia e cosa significhi la figura del vecchio. E’ lui che sprona Yasuo a diventare Lupin. E’ lui che lo battezza. E’ il maggior esperto di Lupin eppure non si è mai visto prima. Vive in una piccola casa di color rosso. La stessa dove vive Lupin rosso. E Lupin è un mago dei travestimenti… che sia lo stesso Lupin rosso a passare il testimone a Lupin/Yasuo, allora?

L’Ice Cube? All’inizio mi sembrava una storia mal e poco sviluppata. Alla terza visione ho invece capito che potrebbe essere il pretesto che Lupin rosso usa per capire se Yasuo ha davvero le capacità per succedergli. Lupin rosso sa fin dall’inizio che non è un gioiello, tant’è che quando è alle strette gli punta contro la Walter P38. E’ insomma un oggetto inutile, però era super sorvegliato. La sfida ideale per capire anche chi dei due fosse il più intelligente.


Ciò detto, il mio giudizio personale:
Green Vs Red è un cartone incredibilmente poliedrico. Come Lupin. C’è tanta carne al fuoco e solo apparentemente sembra essere sconclusionato. Occorre guardarlo tante volte e ogni volta con la massima attenzione per capire che in realtà la trama è completa ed interessante. Riassume infatti tutta la quarantennale storia del ladro gentiluomo. Questo restando comunque nei canonici 90 minuti.
C’è la solita multinazionale senza scrupoli, l’eterna paura del Giappone di un futuro post-nucleare, il disprezzo comune, che unisce Lupin a Zenigata, nei confronti di qualsiasi stato, che sono visti come enti disposti a far del male ai propri cittadini pur di proteggere i propri interessi.
C’è Fujiko che come al solito gioca per conto suo, ci sono Jigen e Goemon che, anziché avere due squallide nemesi avversarie, tornano finalmente nell’originario ruolo di spalla. Si vedono poco, ma quel poco in cui compaiono piacciono.
Ci sono gli inseguimenti, ci sono le sparatorie, c’è un robottone che strizza l’occhio al regista Miyazaki (e al suo episodio della seconda serie Anche i ladri amano la pace), un Lupin folle che ride di continuo che ricorda il nemico pazzoide de L’Uovo di Colombo (anche lui compariva alla guida di un elicottero da combattimento ed aveva una risata insopportabile), e anche un Lupin dalla folta capigliatura che sembra quasi un tributo a Spike di Cow Boy Bebop, cartone incredibilmente carismatico che è a sua volta un tributo a Lupin.
C’è anche il solito Lupin che ruba il cuore alla ragazza di turno. Lo fa Yasuo con la sua bella. Arriva a travestirsi da Zazzà pur di farle capire che è bene che lasci perdere l’idea di amare un criminale. E c’è uno Zenigata alle prese con i noti dilemmi morali.
Insomma, di più non si poteva proprio chiedere.
E poi dove lo vogliamo mettere il disegno? Parlando del character design siamo dalle parti della prima serie, sapientemente mescolata però con quella della seconda. E’ persino più curato di Episodio 0 ed una spanna (anche due o forse tre) sopra gli ultimi prodotti (Un diamante per sempre, Le tattiche degli Angeli, Tutti i tesori del mondo, La lacrima della Dea…).
Infine le musiche. Anche sotto questo versante il prodotto può dirsi completo. Questa volta è la quarantennale carriera di Yuji Ohno (compositore della serie) a dipanarsi lungo i novanta minuti della pellicola. Il main theme è riprodotto varie volte nelle altrettanto varie versioni e remix di cui ha beneficiato in questi anni: jazz, pop, funky… Non poteva mancare “Love Squall” e drizzando le orecchie non mancano neppure i rimandi ai Lupin più giovani: nel negozio in cui un Lupin è sorpreso a taccheggiare, infatti, si sente diffuso per radio il tema finale del bel Lupin III - $1 Money Wars (Per un dollaro in più) del 2000. Apre e chiude il magico tema “Treasures of Time” de Il Castello di Cagliostro, ennesimo inchino nei confronti di Miyazaki.
Elencare tutti i rimandi, musicali e non, sarebbe impossibile.
Nonostante l’intelaiatura incredibilmente complessa, la visione risulta fluida e piacevole. Infilare tutto Lupin in soli novanta minuti è roba per pochi geni. Ma la missione può dirsi completata con successo. In più regala così tanti spunti filosofici che i più cerebrali si divertiranno nel trarre tutte le chiavi di lettura ipotizzabili.
Insomma: CA-PO-LA-VO-RO!
UPIN III - Green Vs Red
Quanto segue non ha nulla a che fare con il tenore classico dei pezzi che inserisco quotidianamente su questo blog. E’ infatti una recensione di un film che ho visto di recente.

Lupin III – Green Vs Red. Un lungometraggio incredibilmente complesso e dalle molteplici chiavi di lettura. Da un lato, perciò, lo consiglierei ai soli fans del ladro gentiluomo, dall’altro però mi sentirei di invogliarne la visione anche a tutti coloro che amano i film un po’ particolari, filosofici (la trama parte infatti dall’assunto che non esista un unico Lupin, ma che diventi Lupin nel momento in cui chi ti conosce ti creda lui) e che ti spingono a rimetterti a guardarli non appena sono scorsi i titoli di coda per capire cosa sia veramente accaduto.
Insomma, nonostante sia un cartone animato, chi vuole guardarlo deve mettersi nell’ordine di idee che, per goderselo veramente, va seguito con attenzione dal primo all’ultimo minuto e che, probabilmente, andrà visto più volte per essere sicuri di averlo capito. Personalmente, credo di aver fatto un po' di chiarezza solo alla terza volta.

Premesso che possono esistere molteplici chiavi di lettura, nessuna necessariamente 'giusta' e 'sbagliata', penso che Green Vs Red possa essere interpretato anche così:

c’è un Lupin in giacca verde, misterioso e ombroso, che vive tra i ricordi de Il Castello di Cagliostro e vuole rubale l’Ice Cube, un oggetto misterioso che fa gola a molti. E’ il Lupin primordiale.

C’è un Lupin in giacca rossa, più divertente e scanzonato, che scopre che il Lupin in verde è l’unico alla sua altezza. Lo stesso Jigen lo dice e afferma che lavorare con lui è stato divertente quasi come lavorare con Lupin rosso. E’ il Lupin nato dopo.

Lo scontro è solo e soltanto tra loro due. Perché da quarant’anni i fans si dividono tra i sostenitori di Lupin verde e Lupin Rosso. Il primo però è Yasuo.
Per non dare torto a nessuno, infatti, gli sceneggiatori introducono Yasuo. Lui chi è? Non è né il Lupin verde, né il Lupin rosso.
E’ il nuovo Lupin.
Questo perché Lupin non vive più tramite le serie animate, ma solo attraverso gli special televisivi.
Dunque non si può certo affermare che il Lupin di oggi sia quello verde o rosso degli anni ‘70.
Yasuo è una terza risposta e tutti i gli altri (ovvero i Lupin sciocchi e maldestri che si fanno arrestare in massa) sono… i Lupin così come sono stati interpretati negli OAV a cadenza annuale. Forse da parte degli sceneggiatori c’è pure l’intenzione di affermare che molti dei lungometraggi prodotti sono qualitativamente scadenti ed hanno prodotto solo una gran quantità di “brutte copie”.
Yasuo diviene Lupin indossando la giacca verde per poi passare a quella rossa, seguendo quindi l’evoluzione del personaggio originale. Quasi volessero dimostrare che Lupin verde e rosso sono la stessa persona e sono contemporaneamente anche Yasuo, cioè il Lupin del futuro.
Alla fine, infatti, vince Yasuo, come se fosse una promessa: “Lupin tornerà grande come un tempo. Tuttavia non sarà il Lupin che conoscete. Sarà un Lupin moderno al passo con i tempi”.
Promessa purtroppo non mantenuta dall’ultimo special incentrato sulla lampada di Aladino, ma questa è un’altra storia…

Resta da capire chi sia e cosa significhi la figura del vecchio. E’ lui che sprona Yasuo a diventare Lupin. E’ lui che lo battezza. E’ il maggior esperto di Lupin eppure non si è mai visto prima. Vive in una piccola casa di color rosso. La stessa dove vive Lupin rosso. E Lupin è un mago dei travestimenti… che sia lo stesso Lupin rosso a passare il testimone a Lupin/Yasuo, allora?

L’Ice Cube? All’inizio mi sembrava una storia mal e poco sviluppata. Alla terza visione ho invece capito che potrebbe essere il pretesto che Lupin rosso usa per capire se Yasuo ha davvero le capacità per succedergli. Lupin rosso sa fin dall’inizio che non è un gioiello, tant’è che quando è alle strette gli punta contro la Walter P38. E’ insomma un oggetto inutile, però era super sorvegliato. La sfida ideale per capire anche chi dei due fosse il più intelligente.


Ciò detto, il mio giudizio personale:
Green Vs Red è un cartone incredibilmente poliedrico. Come Lupin. C’è tanta carne al fuoco e solo apparentemente sembra essere sconclusionato. Occorre guardarlo tante volte e ogni volta con la massima attenzione per capire che in realtà la trama è completa ed interessante. Riassume infatti tutta la quarantennale storia del ladro gentiluomo. Questo restando comunque nei canonici 90 minuti.
C’è la solita multinazionale senza scrupoli, l’eterna paura del Giappone di un futuro post-nucleare, il disprezzo comune, che unisce Lupin a Zenigata, nei confronti di qualsiasi stato, che sono visti come enti disposti a far del male ai propri cittadini pur di proteggere i propri interessi.
C’è Fujiko che come al solito gioca per conto suo, ci sono Jigen e Goemon che, anziché avere due squallide nemesi avversarie, tornano finalmente nell’originario ruolo di spalla. Si vedono poco, ma quel poco in cui compaiono piacciono.
Ci sono gli inseguimenti, ci sono le sparatorie, c’è un robottone che strizza l’occhio al regista Miyazaki (e al suo episodio della seconda serie Anche i ladri amano la pace), un Lupin folle che ride di continuo che ricorda il nemico pazzoide de L’Uovo di Colombo (anche lui compariva alla guida di un elicottero da combattimento ed aveva una risata insopportabile), e anche un Lupin dalla folta capigliatura che sembra quasi un tributo a Spike di Cow Boy Bebop, cartone incredibilmente carismatico che è a sua volta un tributo a Lupin.
C’è anche il solito Lupin che ruba il cuore alla ragazza di turno. Lo fa Yasuo con la sua bella. Arriva a travestirsi da Zazzà pur di farle capire che è bene che lasci perdere l’idea di amare un criminale. E c’è uno Zenigata alle prese con i noti dilemmi morali.
Insomma, di più non si poteva proprio chiedere.
E poi dove lo vogliamo mettere il disegno? Parlando del character design siamo dalle parti della prima serie, sapientemente mescolata però con quella della seconda. E’ persino più curato di Episodio 0 ed una spanna (anche due o forse tre) sopra gli ultimi prodotti (Un diamante per sempre, Le tattiche degli Angeli, Tutti i tesori del mondo, La lacrima della Dea…).
Infine le musiche. Anche sotto questo versante il prodotto può dirsi completo. Questa volta è la quarantennale carriera di Yuji Ohno (compositore della serie) a dipanarsi lungo i novanta minuti della pellicola. Il main theme è riprodotto varie volte nelle altrettanto varie versioni e remix di cui ha beneficiato in questi anni: jazz, pop, funky… Non poteva mancare “Love Squall” e drizzando le orecchie non mancano neppure i rimandi ai Lupin più giovani: nel negozio in cui un Lupin è sorpreso a taccheggiare, infatti, si sente diffuso per radio il tema finale del bel Lupin III - $1 Money Wars (Per un dollaro in più) del 2000. Apre e chiude il magico tema “Treasures of Time” de Il Castello di Cagliostro, ennesimo inchino nei confronti di Miyazaki.
Elencare tutti i rimandi, musicali e non, sarebbe impossibile.
Nonostante l’intelaiatura incredibilmente complessa, la visione risulta fluida e piacevole. Infilare tutto Lupin in soli novanta minuti è roba per pochi geni. Ma la missione può dirsi completata con successo. In più regala così tanti spunti filosofici che i più cerebrali si divertiranno nel trarre tutte le chiavi di lettura ipotizzabili.
Insomma: CA-PO-LA-VO-RO!

 
 
 

Box office, L'era glaciale vince il weekend

Post n°13343 pubblicato il 30 Agosto 2016 da Ladridicinema
 

Box office Italia 
L'era glaciale: In rotta di collisione vince il weekend e il suo incasso totale tocca quota 3,7 milioni di euro. Il brand oramai è alla frutta, visto che nemmeno a livello mondiale ha superato i 400 milioni, ma dovrebbe riuscire a superare i 5 milioni nel nostro Paese. Sempre spettacolare invece è il successo riscontrato da Suicide Squad, che arriva a ben 9,3 milioni complessivi e si candida per un posto nella top ten finale di stagione: il superamento dei 10 milioni è cosa certa e il film potrebbe superare anche il "collega" Batman V Superman. In classifica la migliore new entry è quella di Paradise Beach, che dal giorno della release ha ottenuto 775mila euro e dovrebbe passare il milione nella settimana entrante. 3 milioni totali per Il drago invisibile, poco incisive le altre pellicole uscite in settimana fatta eccezione per Escobar. Otto film in arrivo questa settimana, che segna anche l'inizio del Festival di Venezia. L'uscita forte è ovviamente Jason Bourne, ma attenzione anche a Io prima di te, che potrebbe inserirsi nelle prime posizioni.

Box office USA
Negli States il weekend si chiude col botto di Don't Breath che parte fortissimo con 26 milioni di dollari, uno dei migliori incassi di esordio degli ultimi tempi per quanto riguarda una pellicola horror. Finisce così, dopo tre settimane di dominio incontrastato la leadership di Suicide Squad, che termina il weekend con 282 milioni complessivi in casa e ben 636 milioni di dollari a livello mondiale. Dalla terza alla settima posizione troviamo cinque film compresi in un delta inferiore a 1 milione di dollari, evento che a memoria non si era mai verificato prima nella top ten. Così capita che Kubo and the two Strings risalga di una posizione e centri il podio con 7,9 milioni di dollari e faccia meglio della new entry Mechanic: Resurrection che si ferma a 7,5, davanti a Il drago invisibile. Trafficanti perde invece quattro posizioni, ma il totale di 27 milioni non è disprezzabile. A picco Ben-Hur, già ultimo nella top ten con appena 19 milioni di incasso e ben 100 di costo: a naso, il peggior flop dell'estate 2016. Fuori dalle prime dieci posizioni si fermano Southside with you e Hands of Stone, le altre new entry settimanali. Il prossimo weekend, che pone fine ufficialmente all'estate americana, è anche il più povero dell'anno e infatti l'unica uscita di un certo rilievo, in appena 2000 sale è Morgan, thriller sci-fi con Kate Mara. Attenzione però anche a The Light Between Oceans col superterzetto composto da FassbenderVikander e Weisz

 
 
 

L'Era Glaciale: in rotta di collisione

Post n°13342 pubblicato il 30 Agosto 2016 da Ladridicinema
 

L'Era Glaciale: in rotta di collisione

Titolo originale: Ice Age: Collision Course

Poster

Sempre all'inseguimento della mitica ghianda, Scrat verrà catapultato nello spazio dove, accidentalmente, darà origine ad una serie di eventi cosmici che trasformeranno e minacceranno il mondo dell'Era Glaciale. Per salvarsi Sid, Manny, Diego e il resto del gruppo dovranno abbandonare la loro casa e intraprendere un'avventura ricca di comicità, viaggiando attraverso nuove terre esotiche e incontrando nuovi e coloratissimi personaggi.

 
 
 

Escobar

Post n°13341 pubblicato il 30 Agosto 2016 da Ladridicinema
 

Escobar

Titolo originale: Escobar: Paradise Lost

Poster

Nick pensa di aver trovato il paradiso quando raggiunge il fratello in Colombia. Una laguna turchese, una spiaggia d'avorio, onde perfette - è un sogno per questo giovane surfista canadese. Poi incontra Maria, una splendida ragazza colombiana. I due si innamorano follemente e tutto va benissimo fino a quando Maria presenta Nick a suo zio: Pablo Escobar.

 
 
 

Film nelle sale da ieri

Post n°13340 pubblicato il 26 Agosto 2016 da Ladridicinema
 


L'Era Glaciale: in rotta di collisione
Ice Age: Collision Course
  • DATA USCITA: 22/08/2016
  • GENERE: Animazione, Avventura, Family
  • NAZIONALITA': USA
  • ANNO: 2016
  • REGIA: Mike Thurmeier, Galen T. Chu
  • CAST: Claudio Bisio, Pino Insegno, Lee Ryan

Locandina: Escobar
Escobar
Escobar: Paradise Lost
  • DATA USCITA: 25/08/2016
  • GENERE: Thriller, Drammatico
  • NAZIONALITA': Francia, Spagna, Belgio
  • ANNO: 2014
  • REGIA: Andrea Di Stefano
  • CAST: Benicio Del Toro, Josh Hutcherson, Brady Corbet

Locandina: Il Clan
Il Clan
El Clan
  • DATA USCITA: 25/08/2016
  • GENERE: Drammatico
  • NAZIONALITA': Argentina, Spagna
  • ANNO: 2015
  • REGIA: Pablo Trapero
  • CAST: Guillermo Francella, Peter Lanzani

Locandina: Il diritto di uccidere
Il diritto di uccidere
Eye in the Sky
  • DATA USCITA: 25/08/2016
  • GENERE: Drammatico, Guerra, Thriller
  • NAZIONALITA': Gran Bretagna
  • ANNO: 2015
  • REGIA: Gavin Hood
  • CAST: Helen Mirren, Aaron Paul, Alan Rickman

Locandina: Ma Loute
Ma Loute
Ma Loute
  • DATA USCITA: 25/08/2016
  • GENERE: Commedia
  • NAZIONALITA': Germania, Francia
  • ANNO: 2016
  • REGIA: Bruno Dumont
  • CAST: Juliette Binoche, Valeria Bruni Tedeschi, Fabrice Luchini

Locandina: Mia madre fa l'attrice
Mia madre fa l'attrice
Mia madre fa l'attrice
  • DATA USCITA: 25/08/2016
  • GENERE: Commedia, Biografico
  • NAZIONALITA': Italia
  • ANNO: 2015
  • REGIA: Mario Balsamo
  • CAST: Silvana Stefanini

Locandina: Paradise Beach - Dentro L'Incubo
Paradise Beach - Dentro L'Incubo
The Shallows
  • DATA USCITA: 25/08/2016
  • GENERE: Drammatico, Thriller
  • NAZIONALITA': USA
  • ANNO: 2016
  • REGIA: Jaume Collet-Serra
  • CAST: Blake Lively, Óscar Jaenada

Locandina: Torno da mia madre
Torno da mia madre
Retour chez ma mère

  • DATA USCITA: 25/08/2016
  • GENERE: Commedia
  • NAZIONALITA': Francia
  • ANNO: 2016
  • REGIA: Eric Lavaine
  • CAST: Alexandra Lamy, Josiane Balasko, Mathilde Seigner

 
 
 

Suicide Squad

Post n°13339 pubblicato il 23 Agosto 2016 da Ladridicinema
 

Suicide Squad è un film che ha evidenti problemi di sceneggiatura e montaggio; ma allo stesso tempo è un film divertente, con una trama che sa appassionare e che punta tutto sui personaggi, o meglio sulle caratteristiche dei personaggi che dovrebbero essere cattivi ma non si sforzano più di tanto. Il Joker di Jared Leto è originale e terrificante, così come non può che sedurre la pazzia di Harley Quinn. L’intenzione degli autori è quella di voler ammiccare a quanti più ambiti possibili, alla ricerca di un pubblico ampio e variegato ma con il materiale a disposizione e l'interpretazione eccelsa dello stesso Will Smith nei panni di Deadpool siamo di fronte ad un'occasione mancata con i continui cambiamenti di ritmo e di stile che creano come risultato finale la mancata interazione tra mondo e personaggi. Ma forse è quello che si deve aspettare da un film "pazzo"..

 
 
 

Box Office, 1 milione di spettatori per Suicide Squad

Post n°13338 pubblicato il 23 Agosto 2016 da Ladridicinema
 

Box Office Italia
In Italia il weekend è dominato da Suicide Squad, il film arriva ad un ottimo totale di 6,6 milioni di euro con quasi un milione di spettatori. Dietro c'è Il drago invisibile, che tocca quota 2,4 milioni con quasi 400mila spettatori complessivi. Le due new entry settimanali seguono, ma a netta distanza: la migliore è New York Academy, che supera The Witch. In calo e ormai prossimi ad essere spazzati via dai tanti film che arriveranno in sala questa settimana Ghostbusters 3DThe Legend of Tarzan (ottimo con oltre 5 milioni di euro), Star Trek Beyond e La notte del giudizio - Election Year. Questa settimana il volto della classifica cambierà parecchio e si comincia già oggi, con l'arrivo de L'era glaciale: In rotta di collisione, mentre giovedì sarà la volta di EscobarParadise Beach - Dentro l'incuboIl clanIl diritto di uccidere e Torno da mia madre

Box Office USA
Negli USA ben sei film superano quota 10 milioni, ma le new entry non riescono ad incidere. In testa resta Suicide Squad, che incassa 20 milioni e tocca quota 262 milioni in casa e ben 572,7 a livello mondiale (dato che gli vale l'ottavo posto nella top ten 2016). Dietro resiste Sausage Party con 15,3 milioni ed un calo del 55%, un po' alto per un film di animazione, per quanto "particolare" come in questo caso. Dietro le new entry: la migliore è Trafficanticon 14,3 milioni, mentre Kubo e la spada magica si ferma a 12,6 milioni e Ben-Hur conferma le pessime attese della vigilia con 11,3 milioni (è costato 100 milioni). Netta discesa per Il drago invisibile e Jason Bourne, che perde quattro posizioni e si ferma a 140 milioni. Prossimo a salutare la top ten è Pets - Vita da animali, che arriva a 346 milioni e 674,5 a livello mondiale, settimo miglior film dell'anno. La migliore media per sala del weekend è di Hell or High Water, action drama con Jeff BridgesChris Pine e Ben Foster, che incassa 3,5 milioni e finisce dodicesimo con sole 472 sale a disposizione. L'estate americana volge al termine, la settimana prossima si chiude con Man in the DarkHands of Stone e Mechanic: Resurrection, nessuno dei quali ha le potenzialità per ottenere incassi particolarmente importanti. 

 
 
 

Diretta 21 agosto olimpiadi

Post n°13337 pubblicato il 23 Agosto 2016 da Ladridicinema
 
Tag: eventi, news

22:26: 96-66 è il punteggio finale che premia la nazionale americana contro la Serbia. Un successo strameritato che vale l’ennesimo successo olimpico per gli Usa.

22:22 Basket: 88-49 lo score con gli americani che ormai fanno quasi accademia, con giocatori che hanno visto meno il campo nel corso dei Giochi.

22:14 Basket: un po’ di tensione in campo con la Serbia che non ci sta ad essere semplicemente spettatrice del trionfo degli amerciani.

22:12 Basket: 84-43 coi due liberi di George ed i serbi spinti più dall’orgoglio che dall’organizzazione.

22:08 Basket: iniziano gli ultimi 10 minuti di gioco che sanno di passerella per Team Usa avanti 79-43 contro la malcapitata Serbia.

22:06 Basket: +36 al termine del terzo quarto ed un Kevin Durant formato “30 punti”. Uno show stelle e strisce e la Serbia non può fare altro che essere parte dello spettacolo…

21:58 Basket: Continua la marcia trionfale statunitense: 73-39 e fallo tecnico di Kalinic che lascia il campo gravato di 5 falli.

21:56 Basket: 69-37 per gli States, sembra ormai un match di esibizione questa finale olimpica. Troppa la differenza tra le due compagini.

21:53 Basket: 12-6 il parziale nel terzo quarto a favore degli Stati Uniti. 64-35 per gli Usa contro la Serbia ed un Jordan pazzesco per fisicità sotto canestro.

21:48 Basket: ci pensa Teodosic a sbloccare la Serbia da quota 31 (55-33)

21:45 Basket: inizia il terzo quarto ed sono subito 3 punti firmati Carmelo Anthony (55-31).

21:30 Basket: FINE SECONDO QUARTO. Finora avevano scherzato…29-52. Supremazia imbarazzante…Durant 24pti (5/8 da 3), Cousins 11; dall’altra parte, Teodosic 7pti / 3 assist e il vuoto…

21:25: Durant semplicemente stellare. Schiacciata imperiale per lui e 45-25 per gli Stati Uniti.

21:24: a 4’13” 43-22 per gli Usa con i serbi che non riescono più ad avvicinarsi al ferro.

21:23: 17esimo punto della partita di Duranti, letteralmente scatenato. 4/6 da tre punti per il nuovo giocatore dei Warriors (40-22).

21:20 basket: 33-22 per gli Usa, a 6′ del termine del quarto, con i serbi gravati di tanti falli, quasi indotti dalla maggiore fisicità degli americani

21:15 basket: otto punti consecutivi di Durant, semplicemente devastante!! 33-20 per gli Usa.

21:14 basket: ancora Kevin Durant, già a quota nove punti, con una tripla che vale il +11. (28-17)

21:10 basket: Stati Uniti che iniziano a far valere la loro fisicità in campo. 23-15 per gli americani e nuovo massimo vantaggio per la squadra di Mike Krzyzewski.

21:07 basket: finisce 19-15 nel primo quarto, grazie ad una tripla di Kevin Durant a 10″ dal termine. Al momento il vero fattore discriminante tra le due squadre sono i rimbalzi: 18-8 per gli Usa.

21:05 basket: ancora il giocatore dei Sacramento Kings a fare la differenza altri due punti portando gli States in vantaggio 16-14 a 40″ dal termine del primo quarto.

21:03 basket: a 2′ gli Usa pareggiano il conto 14-14 grazie a 2 punti di Cousins.

21:01 basket: 1/2 dalla lunetta per Cousins e Stati Uniti a -2 dalla Serbia (14-12). Grande pressione difensiva degli slavi che, al momento, non concedono spazi agli americani.

20:59 basket: i due liberi di Bogdanovic portano i serbi avanti 13-11. Usa che hanno esaurito il bonus di falli.

20:56 basket: inizio equilibrato tra le due compagini con i serbi che tengono botta: 9-9 a 4′ dal termine del quarto.

20:46 basket: ecco i due quintetti

Usa: Durant, Jordan, Irving, Thompson, Anthony

Serbia: Teodosic, Markovic, Kalinic, Raduljica, Macvan

20:45 basket: eccoci all’ultimo evento di questi Giochi Olimpici di Rio 2016, la finale per l’oro tra il Dream Team Usa e la Serbia, incantevole contro l’Australia nelle semifinale del torneo a Cinque Cerchi.

20:42 pugilato: vittoria del francese Tony Victor James Yoka, come da pronostico, che si aggiudica l’oro nei super massimi battendo il britannico Joe Joyce (30-27). Con questo successo la Francia sale a quota 10 ori nel medagliere con 42 allori totali. Un vero record.

20:31 pallamano: LA DANIMARCA E’ MEDAGLIA D’ORO!!! La Francia abdica dopo due edizioni! 28-26 il risultato finale

20:24 pugilato: vince il titolo olimpico dei pesi welter l’uzbeko Frazliddin Gaibnazarov che ha la meglio sull’azero Collazo Sotomayor al termine di un combattimento estremamente equilibrato. 29-28 per Gaibnazarov ed un oro olimpico pieno di significati.

20:18 pallamano: a 9′ dal termine della finale olimpica la Danimarca conserva un vantaggio di 4 reti sulla Francia. Il tabellone recita 26-22 per Hansen e compagni

20:09 pallamano: a 15′ dal termine è ancora la Danimarca a dominare la finale olimpica, con un vantaggio di 23-20 sulla Francia

19:59 pallamano: rientrano in campo le due squadre dopo l’intervallo. Il punteggio è sul 16-14 in favore della Danimarca sulla Francia

19.57 volley: Zaytsev murato. Il Brasile ha vinto le Olimpiadi. Netto 3-0 sull’Italia. Un peccato perché questo Brasile non era superiore all’Italia.

19.56 volley: primo tempo di Lucas. 24-25, altro match-point.

19.56 volley: Zaytsev lo annulla con un mani fuori. 24-24.

19.55 volley: niente da fare, incubo Wallace. Match-point Brasile.

19.55 volley: Zaytsev a segno in qualche modo. 23-23.

19.54 volley: Wallace sta giocando da solo. 22-23 Brasile.

19.53 volley: primo tempo di Buti, 22-22.

19.52 volley: Bruno di seconda, 21-22.

19.52 volley: pipe di Juantorena, 21-21. Ora o mai più ragazzi, siamo con voi!

19.51 volley: Zaytsev batte in rete. Non è lo stesso Zar della semifinale, purtroppo. 20-21.

19.51 volley: Felipe batte fuori. 20-20.

19.51 volley: Wallace incontenibile, 19-20.

19.50 volley: Lanza pareggia, 19-19.

19.49 volley: fallo in palleggio di Giannelli. Come sta rubando bene il Brasile….18-19. Impossibile vincere in questo modo.

19.48 volley: 18-18, Wallace.

19.48 volley: Zaytsev, 18-17. Dobbiamo lottare contro tutto, anche contro i furti!

19.46 volley: altro furto colossale! Ma gli arbitri cosa vedono con il check? 17-16, assurdo. Poi Giannelli e Birarelli non si capiscono e siamo 17-17. Pazzesco.

19.45 volley: muro di Zaytsev su Felipe. 17-15.

19.44 volley: invasione di Bruno dopo gran servizio di Giannelli. 16-15 Italia e time-out Brasile.

19.44 volley: mani fuori di Birarelli. 15-15.

19.43 volley: sentenza Wallace. 14-15.

19.42 volley: attacco di Zaytsev. 14-14.

19.42 Lotta libera: Il russo Soslan Ramonov ha sconfitto per 11-0 l’azero Toghrul Asgarov, aggiudicandosi la medaglia d’oro della categoria 65 kg. Oltre all’azzurro Frank Chamizo, sale sul terzo gradino del podio anche l’uzbeko Ikhtiyor Navruzov.

19.42 volley: muro di Giannelli su Lucarelli. 13-13.

19.41 volley: regalone di Souza, che attacca fuori. Poteva essere il +3. Invece 12-13.

19.39 volley: Lanza non tiene la ricezione, Souza ci castiga subito con un pallonetto. 11-13. Situazione disperata.

19.39 volley: errore in battuta per Zaytsev. 11-12.

19.38 Pallamano: Danimarca in vantaggio nel primo quarto d’ora, chiuso in vantaggio 9-8 contro la Francia nella finalissima del torneo olimpico

19.38 volley: primo tempo di Lucas, 10-11. Facciamo il solletico con la battuta…

19.37 volley: primo tempo di Birarelli, 10-10.

19.36 volley: attacco perfetto di Felipe. 9-10.

19.36 volley: non va il primo tempo di Birarelli, poi il capitano mette un muro. 9-9.

19.35 volley: Juantorena murato da Felipe dopo una brutta ricezione di Lanza. 8-9 Brasile.

19.35 volley: primo tempo di Souza che colpisce in pieno Giannelli. 8-8.

19.34 volley: Lucarelli batte in rete. 8-7. Dai ora!

19.34 volley: mani fuori di Wallace, 7-7.

19.33 volley: servizio out di Lanza. Il terzo dell’Italia in questo set. Poi Juantorena. 7-6. Signori, non è finita. Crediamoci fino alla fine. Fino all’ultimo pallone!

19.32 volley: fuori la pipe di Felipe. 6-5 Italia.

19.32 volley: 5-5 Lanza.

19.32 volley: Zaytsev batte in rete, quanti errori. Troppi. 4-5.

19.31 volley: primo tempo di Lucas, 3-4.

19.30 volley: Lanza attacca sulla linea. 3-3.

19.30 volley: attacco super di Wallace, passa sopra Lanza. 2-3.

19.29 volley: Zaytsev riceve malissimo, ma poi si riscatta in attacco. 2-2.

19.29 volley: battuta in rete di Giannelli, 1-2.

19.29 volley: 1-1, errore in battuta di Lucarelli.

19.28 volley: primo tempo Souza, 0-1.

19:25 Pallamano: Danimarca in vantaggio nel primo quarto d’ora, chiuso in vantaggio 9-8 contro la Francia nella finalissima del torneo olimpico

19.24 volley: ace di Souza, erroraccio di Lanza in ricezione. 26-28, 0-2 Brasile. Ora serve un vero miracolo.

19.23 volley: Zaytsev murato da Wallace. 26-27.

19.23 volley: sbaglia anche Giannelli, 26-26.

19.22 volley: errore Lucarelli, 26-25.

19.22 volley: Giannelli spreca, nooooo!!! Poi Wallace mani fuori. 25-25.

19.21 volley: muro di Juantorena!!! 25-24!

19.20 volley: pazzesco punto di Giannelli! 24-24! Si va ai vantaggi! Time-out Brasile.

19.19 volley: 23-24, errore al servizio del Brasile. Ora Sottile in battuta.

19.19 volley: attacca fuori Juantorena, 22-24. L’Italia spreca tutto.

19.18 Mountain bike: lo svizzero Nino Schurter ha vinto la medaglia d’oro con una splendida cavalcata solitaria nel finale. Alle sue spalle il ceco Jaroslav Kulhavy e lo spagnolo Carlos Coloma, rispettivamente argento e bronzo. Settima posizione per un ottimo Luca Braidot.

19.17 volley: Antonov soffre tanto in ricezione, Wallace ci castiga. 22-23 Brasile. Time-out Italia.

19.17 volley: mani fuori di Wallace, 22-22.

19.16 volley: mani fuori di Zaytsev, 22-21.

19.15 volley: Zaytsev attacca fuori, ma c’era il tocco! E gli arbitri non lo vedono con il check, che furto….21-21.

19.13 volley: ace di Zaytsev! Con l’aiuto del nastro! 21-20. Time-out Brasile.

19.12 volley: attacco difficile per Zaytsev. 20-20.

19.12 volley: Wallace ci fa male, 19-20.

19.11 volley: Antonov contenuto, poi Zaytsev. 19-19. Fatichiamo, ma siamo lì.

19.10 volley: niente da fare, mani fuori di Lipe. 18-19.

19.10 volley: punto di esperienza di Birarelli. 18-18. Proviamo a mettere la testa avanti ora!

19.09 volley: mani fuori di Felipe, 17-18.

19.09 volley: Lucarelli ci fa male col servizio, ma Birarelli mette giù un muro fondamentale. 17-17.

19.08 volley: primo tempo di Souza. 16-17.

19.08 volley: Juantorena, 16-16.

19.07 volley: Antonov batte in rete, 15-16.

19.07 volley: mani fuori di Antonov, 15-15.

19.06 volley: attacco di Lucarelli, 14-15 Brasile.

19.06 volley: pareggio, 14-14!

19.04 volley: aceeeeee dello Zar. 14-13

19.03 volley: Felipe costruisce il break al servizio. 14-11

19.01 volley: mette fuori la diagonale Pippo Lanza e siamo sotto 12-11

18.59 lotta: Frank Chamizo è di bronzo. Vittoria per 4-3 contro l’americano Molinaro

18.58 volley: murato lo Zar da Lucas. 9-9

18.57 lotta: Frank Chamizo è avanti 4-2 ad un minuto dalla fine

18.57 volley: Lucarelli mette out il servizio 9-7

18.55 volley: due grandissime difese dello Zar e poi Wallace spara fuori. 8-6

18.55 volley: l’Italia sbaglia l’azione di contrattacco e Wallace ci punisce. 7-6

18.53 volley: errori al servizio da entrambe le parti 6-4

18.52 volley: fuori il servizio di Felipe 5-3

18.52 volley: ancora strepitosa difesa di Sergio e poi Wallace trova il mani fuori. 4-3

18.51 volley: diagonale vincente di Wallace

18.51 volley: aceeeeee di Juantorena. 4-1

18.50 lotta: tra pochissimo c’è la finale di Chamizo per il bronzo

18.49 volley: mani fuori di Zaytsev. 2-0

18.48 volley: si riprende con l’ottima parallela di Juantorena.

18.44 volley: sbaglia il servizio Ivan. Il primo set è del Brasile 25-22

18.44 volley: diagonale vincente di Zaytsev

18.43 volley: ace purtroppo di Lucarelli. 24-21

18.43 volley: primo tempo di Mauricio. 23-21

18.42 volley: fuoriiiii la parallela di Wallace. 22-21. Bira al servizio

18.41 volley: viene murato purtroppo Pippo Lanza. 22-19

18.41 volley: out il servizio di Lucas

18.40 volley: diagonale perfetta di Lucarelli. 21-18

18.40 volley: invasione di Lucarelli a muro. 20-18

18.39 volley: sbaglia purtroppo Antonov, ma è stato bravo al servizio. 20-17

18.38 volley: Wallace out! 19-17

18.37 volley: muro di Birarelli che cancella Lucas. 19-16

18.37 volley: lo Zar senza muro ci fa respirare

18.36 volley: trova il tocco del muro Wallace. 19-14

18.35: ace di Wallace. 18-14. Sta scappando via il set

18.34 volley: sbaglia il servizio Pippo Lanza

18.34 volley: Juantorenaaaa e c’è il tocco del muro. 16-14

18.33 volley: primo tempo fondamentale di Buti. 16-13

18.32 volley: non si ferma il parziale brasiliano. Chiude con la diagonale Felipe. 16-12

18.31 volley: ace di Mauricio. L’Italia ha staccato la spina. Forza azzurri

18.31volley: altro muro subito dagli azzurri. Questa volta Lucas su Zaytsev. 14-12. Bisogna reagire

18.29 volley: è fuori purtroppo il muro di Giannelli. Sorpasso brasiliano 13-12

18.28 volley: Lucarelli sulle mani del muro dopo uno scambio incredibile. Pareggio Brasile 12-12

18.28 volley: brutto servizio per Ivan. 12-11

18.27 volley: lo Zar riprende subito il cambio palla. 12-10

18.27 volley: straordinario servizio di Lucarelli. Ace. 11-10

18.26 volley: prima il muro, ma poi anche l’errore al servizio di Birarelli. 11-9

18.26:Basket: il bronzo va alla Spagna dopo una battaglia stupenda! 88-89: Gasol 31, Mills 30. Sfida stellare tra i due, match indimenticabile per tutti..

18.25 volley: pipe di Felipe. 10-8

18.25 volley: altro scambio splendido e ancora chiuso da Juantorena. 10-7

18.24 volley: Juantorenaaaaaaa. Non sbaglia Osmany. Nuovo break azzurro 9-6

18.23 volley: arriva il muro di capitan Birarelli. 8-6

18.23 volley: risponde subito con la diagonale Juantorena

18.22 volley: ace di Felipe. Spreca anche un challenge l’Italia. 6-6

18.21 volley: si gioca sempre punto a punto. 6-5 Italia

18.21 lotta: Sarà lo statunitense Frank Molinaro ad affrontare Frank Chamizo nel match per il bronzo della categoria 65 kg. Il lottatore a stelle e strisce ha superato per 8-5 l’ucraino Andriy Kvyatkovskyy.

18.20 volley: ci pensa subito lo Zar 5-3

18.20 volley: Pippo Lanza mette out. 4-3

18.19 volley: sbaglia il servizio Zaytsev, ma abbiamo costruito il break 4-2

18.19 volley: il muro di Felipe è out. 4-1

18.18 volley: il primo break è azzurro. Pipe di Juantorena 3-1

18.17 volley: un errore per parte. Prima Wallace e poi Giannelli

18.16 volley: si comincia con Birarelli alla battuta

18.10 mountain bike: passano sul traguardo Schurter e Khulavy, quattro giri al traguardo. 8” di ritardo per lo spagnolo Coloma, 20” per Marotte, Fluckiger e Botero a 46”, mentre Braidot è con Absalon a 1′ di ritardo.

18.11 volley: ed ora atmosfera da brividi al Maracanazinho. Inno brasiliano

18.09 volley: risuona Fratelli d’Italia. I tifosi azzurri si fanno sentire nella torcida brasiliana

18.08 volley: manca davvero pochissimo all’inizio di Italia-Brasile.

18.04 mountain bike: Schurter e Kulhavy se ne vanno, Marotte ha passato Braidot.

18.01 mountain bike: Coloma, Schurter e Kulhavy davanti. Ha perso contatto Braidot che ora è nei pressi della quinta posizione.

18.00 basket: A 5′ dall’ultima sirena (che rischia di non essere l’ultima…), grande equilibrio e spettacolo per il bronzo olimpico! 77-78, Spagna avanti con enorme sofferenza

17.56 mountain bike: Coloma si è riportato su Schurter mentre Braidot è a pochi metri da Kulhavy che occupa la terza posizione.

17.52 mountain bike: altro allungo di Schurter! Alla sua ruota Braidot, poi Kulhavy, Coloma, Marotte e Absalon

17.49 Basket: Finisce un terzo quarto bellissimo e ricco di punti (ben 53 complessivi). Punteggio fissato sul 64-67 Spagna, con Mills (23) e Gasol (25) spaziali..

17.44 mountain bike: sia Sagan che Fontana si sono staccati dopo un ottimo primo giro, foratura per entrambi! CHE SFORTUNA Mentre il primo gruppo si sta ricompattando con moltissimi atleti. C’è Luca Braidot.

17.42 Basket: a metà terzo quarto, Australia 52 – Spagna 52. Gli oceanici sono partiti benissimo in questo parziale, ma hanno subito una grave perdita tecnica: Bogut out dopo appena due minuti per limite di falli.

17.41 mountain bike: prova a rientrare anche Kulhavy, mentre Absalon, tra i favoriti, è lontano dai primi.

17.39 mountain bike: Luca Braidot è attualmente decimo. Buona partenza anche per lui mentre l’israeliano Haimy si è riportato sulla testa della corsa.

17.37 mountain bike: si delinea la situazione. Al comando Schurter, Fontana, Sagan e Koretzky.

 17.35 mountain bike: provano a fare il vuoto in tre dopo soli 5′ di gara. Schurter, Sagan e Fontana! Si accodano anche altri due atleti.

17.34 mountain bike: Fontana sta già provando a fare il vuoto

17.31 mountain bike: Peter Sagan è già nelle prime 5 posizioni nonostante fosse partito in ultima fila!

17.30 mountain bike: iniziata la gara maschile. Fontana è primo nelle prime battute

17.28 ginnastica ritmica: Bulgaria 18.066, l’Italia è fuori dal podio per due decimi: amaro quarto posto. Oro alla Russia, argento alla Spagna, bronzo alla Bulgaria.

17.19 ginnastica ritmica: La Bielorussia ci sta dietro! 18.019, 35.299 il totale. Italia sempre al terzo posto! Ora la prova del Giappone che chiuderà nelle retrovie. Poi la Bulgaria: bronzo o quarto posto per le azzurre?

17.16 basket: a 6’12” dalla fine del secondo quarto 32-23 per la Spagna sull’Australia

17.08 ginnastica ritmica: Farfalleee superlativeeeeeeeeeee! 18.033 nell’esercizio misto! Il totale recita 35.549, terzo posto parziale! Solo la Bulgaria potrà superarci…

17.04 ginnastica ritmica: Russia da sballoooo! 18.633, punteggio fantascientifico che proietta le Campionesse Olimpiche a 36.233. L’oro è davvero al collo della squadra più forte. Ora l’Italia, si può lottare per un bronzo. Speriamo bene.

17.04 pallamano: MEDAGLIA DI BRONZO PER LA GERMANIA, che sconfigge 31-25 la Polonia nella finalina del torneo di pallamano maschile

17.03 basket: nella finale per il bronzo Spagna-Australia 18-11 a 1’39” dalla fine del primo quarto

16.55 ginnastica ritmica: 17.996 per la Spagna, mostruoso. 35.766 per il totale, medaglia d’oro quasi sicura.

16.50 ginnastica ritmica: rotazione finale con cerchi e clavette, inizia la Spagna che è in testa. Serve la rimonta per l’Italia.

16:45 pallamano: a 15′ dalla fine del match la Germania allunga sul 25-17 sulla Polonia, nella finale per il bronzo.

16.43 ginnastica ritmica: Spagna al comando dopo i nastri. Le iberiche sono davanti con 17.800, poi Bulgaria 17.700, Russia 17.600 e Italia 17.516. Siamo ancora in lotta per il podio, ma con cerchi e clavette ci vorrà una prova perfetta.

16.22 atletica: Kipchoge lanciato verso l’oro.16.40 atletica: Kipchoge oro nella maratona con 2:08:44, argento Lilesa (Etiopia), bronzo Rupp (USA).

16.30 atletica: vola Kipchoge, il keniano arriva ai 40 km. Sembra non far fatica. Lilesa e Rupp sono molto lontani, bella lotta tra Etiopia e USA per argento e bronzo.16.39 volley: dopo 3 match point si chiude una rimonta clamorosa da parte degli USA che battono per 3-2 la Russia e conquistano il bronzo.

16.20 atletica: il keniano Kipchoge stacca tutti. Lilesa ad inseguire, Rupp staccato.

16.19 ginnastica ritmica: 17.516 per l’Italia, meno di un decimo dietro la Russia. Circa 3 decimi dalla Spagna. Siamo in lotta per le medaglie.

16.18 volley: 25-19 nel quarto set per gli USA. Il bronzo si decide al tiebreak.

16.15 ginnastica ritmica: iniziata la sessione di nastri della finale della squadra. Clamoroso errore per la Russia, ora tocca all’Italia.

16.13 volley: gli USA si aggiudicano il terzo set, si decide al quarto.

16.13 lotta: La prima semifinale della categoria 97 kg è stata vinta dall’azero Khetag Goziumov per 11-0 sull’ucraino Valerii Andriitsev. In finale anche lo statunitense Kyle Snyder, che si è imposto per 9-4 sul georgiano Elizbar Odikadze.

16:09 pallamano: si chiude il primo tempo della finale per la medaglia di bronzo tra Germania e Polonia. Teutonici avanti 17-13

16.10 atletica: il keniano Kipchoge a tutta in testa, lo seguono l’americano Rupp e l’etiope Lilesa. Probabilmente si giocheranno le medaglie loro tre. Meno di 10 km al traguardo.

16.08 lotta: Nell’altra semifinale il russo Soslan Ramonov ha sconfitto l’uzbeko Ikhtiyor Navruzov per 18-7.

16.07 atletica: tre keniani, due etiopi, un ugandese e un americano in testa al gruppo.

15.57 atletica: restano in pochi davanti, tantissimi africani e due statunitensi.

15.54 lotta: Asgarov vince, Chamizo andrà a giocarsi il bronzo.

15.52 lotta: scade il tempo, c’è reclamo per l’Italia ma sembra esserci poco da fare.

15.52 lotta: due punti allo scadere per l’azero, 6-4 e mancano 15 secondi. Serve un’impresa.

15.50 lotta: 4-4 ora per uscita dal cerchio. Al momento in parità sarebbe successo per Chamizo. 1′ al termine.

15:49 pallamano: a metà primo tempo la Polonia è in vantaggio 8-5 sulla Germania nella finale per la medaglia di bronzo.

15.49 lotta: splendido attacco di Chamizo che si porta sul 4-3. Ora difendere il risultato.

15.48 lotta: si chiude il primo round sul 3-2 per l’azero, ora bisognerà rimontare.

15.47 lotta: due punti per l’azero che ribalta ancora e vola sul 3-2.

15.45 lotta: ottimo passaggio dietro di Chamizo che ribalta la situazione e si porta sul 2-1.

15.44 lotta: comincia l’incontro, Chamizo già sotto 1-0 per essere uscito dal cerchio di combattimento.

15.43 lotta: Tra poco la semifinale dei 65 kg tra l’azzurro Frank Chamizo e l’azero Toghrul Asgarov.

15.43 atletica: alla mezza maratona Pertile è 52mo e paga 20” dalla vetta.

15.32 atletica: chilometro 20, guidano gli africani in un gruppo ancora compatto. Pertile staccato.

15:30 pallamano: inizia la finale per la medaglia di bronzo tra Germania e Polonia.

15.27 volley: 25-21 per la Russia che si aggiudica anche il secondo set e si lancia verso il bronzo.

15.26 atletica: si stacca dal gruppo principale anche Ruggero Pertile.

15.21 lotta: L’ultimo semifinalista è l’uzbeko Ikhtiyor Navruzov, che ha sconfitto per 7-5 il portoricano Franklin Gómez. Il tabellone delle semifinali dei 65 kg: Navruzov-Ramonov e Asgarov-Chamizo

15.20 volley: Russia-Usa 20-17

15.16 atletica: il kenyano Kipchoge prova l’azione e stacca di 5″ il gruppo. Meucci ritirato

15.11 lotta: Successo per 6-0 del russo Soslan Ramonov sul mongolo Mandakhnaran Ganzorig.

15.10 atletica: si ferma Daniele Meucci per aggiustare una scarpa. Purtroppo gara già andata per l’azzurro.

15.04 atletica: passaggio al decimo chilometro, si inizia a far sul serio. 31:08 per l’eritreo Ghebreslassie, gruppo ancora folto, con gli azzurri nella parte centrale. Aumenta l’andatura in gruppo, si staccano gi azzurri.

15.03 volley: Russia-Usa 25-21 (1-0)

15.02 lotta: L’azero Toghrul Asgarov ha travolto per 10-0 lo statunitense Frank Molinaro, e sarà l’avversario di Chamizo in semifinale.

14.58 lotta: incredibile rimonta di Chamizo che, a 30″ dalla fine era sotto 0-3 e invece è in semifinale!!! 4-3 al georgiano Iakobshvili

14.58 lotta: presa alla gamba di Chamizo!!!! 4-3 per l’azzurro

14.55 lotta: ancora azione del georgiano: 1-3 sotto Chamizo, poi ancora azione dell’azzurro: 2-3

14.53 lotta: Il georgiano spinge l’azzurro fuori dalla zona di combattimento: alla fine della prima ripresa è 1-0 per Iakobishvili.

14.52 lotta: punto per il georgiano. Chamizo è sotto 0-1

14.50 lotta: iniziato il quarto di finale di Chamizo

14.48 lotta: Tra poco l’incontro dei quarti di finale di Frank Chamizo contro il georgiano Zurabi Iakobishvili.

14.44 atletica: il passaggio ai 5 km è 15’31”, ritmo elevato. Piove

14.38 volley: Russia-Usa 14-10

14.36 volley: Russia-Usa 8-6

14.30 atletica: partita la maratona uomini

14.30 lotta: Questo il quadro dei quarti di finale per la categoria 65 kg: Frank Chamizo (ITA) vs Zurabi Iakobishvili (GEO) Toghrul Asgarov (AZE) vs Frank Molinaro (USA) Ikhtiyor Navruzov (UZB) vs Franklin Gómez (PUR) Mandakhnaran Ganzorig (MGL) vs Soslan Ramonov (RUS)

14.26 atletica: sta per iniziare la maratona uomini. Tre gli azzurri al via: Meucci, La Rosa e Pertile

14.25 lotta: il principale avversario di Frank Chamizo nella corsa al titolo, il russo Soslan Ramonov ha sconfitto per 11-3 il cubano Alejandro Valdés Tobier.

14.24 volley: in campo Usa e Russia per la sfida che vale la medaglia di bronzo nel torneo maschile

14.22 lotta: Navruzov (Uzbekistan), Gomez (Portorico) e Ganzorig (Mongolia) si qualificano per i quarti di finale della categoria 65 kg

14.12 lotta: l’azero Asgarov e lo statunitense Molinaro superano il turno nei 65 kg e la vincente della sfida fra questi due atleti incontrerà in semifinale la vincente di Chamizo-Iakobishvili

14.07 lotta: Ai quarti di finale, Chamizo troverà il georgiano Zurabi Iakobishvili, che ha sconfitto per 2-1 il nigeriano Amas Daniel.

13.56 lotta: nella categoria 65 kg superano il turno anche Valdes Tobier /Cuba) e Ramonov (Russia)

13.52 lotta: Chamizo spinge con astuzia Safaryan fuori dalla pedana e va sul 3-1. Chamizo è nei quarti di finale grazie al successo in rimonta su Safaryan

13.51 lotta: manca un minuto alla fine. Chamizo è avanti 2-1

13.50 lotta: azione di Chamizo!!!! 2-1 per l’azzurro

13.48 lotta: si conclude la prima ripresa con Safaryan avanti 1-0

13.46 lotta: Chamizo sotto 0-1 con Safaryan

13.42: tutto pronto per il primo combattimento di Chamizo

13.39 lotta: primo turno superato da Novachkov (Bulgaria), Ganzorig (Mongolia) e il cinese Yeerlanbieke

13.30 lotta: prend eil via il torneo di lotta 65 kg. Grande attesa per l’azzurro Chamizo che è campione del mondo e tra poco affronterà per gli ottavi di finale l’armeno Safaryan

13.20: sta per iniziare l’ultima giornata di gare a Rio e ci sono tante speranze per gli azzurri. Chamizo, ginnastica ritmica, pallavolo, maratona. Seguiremo tutto minuto per minuto. Fatelo anche voi assieme a noi

 
 
 

Pallanuoto, Settebello vince il bronzo. Campagna: "Una Olimpiade da eroi"

Post n°13336 pubblicato il 21 Agosto 2016 da Ladridicinema

Il Settebello e' medaglia di bronzo alle Olimpiadi di Rio. Gli azzurri della pallanuoto hanno battuto il Montenegro 12-10. Per l'Italia e' la ventisettesima medaglia ai Giochi 2016; quella della pallavolo è certa, in attesa della finale per l'oro di domani contro il Brasile. "Non so che dire, è tutto bellissimo, siamo stati degli eroi, abbiamo incontrato tantissime difficoltà e le abbiamo superate alla grande. Lo dissi dopo l'Europeo, a Budapest, dopo avere ottenuto il bronzo, che questa era una squadra che avrebbe meritato l'oro, come lo meritavamo qui, a Rio. E' un risultato strepitoso, ottenuto da una squadra giovane, che è destinata a migliorare". Così Stefano Tempesti, portiere e capitano del Settebello, commenta il bronzo ottenuto ai Giochi di Rio. 

"La partita è stata bellissima, sempre condotta avanti, controllata nel gioco, al cardiopalmo. Abbiamo tenuto la calma, smontato il primo e il secondo portiere, tutti i ragazzi sono stati strepitosi, hanno disputato un torneo fantastico. Tutti sono stati eroici, anche gli infortunati. Un grazie di cuore a tutti loro, che mi hanno sopportato, ma hanno fatto una crescita esponenziale e di squadra". Così Sandro Campagna ha commentato il bronzo ottenuto dal Settebello, a Rio.

La partita - Montenegro subito a segno a inizio ultimo quarto ancora con Brguljan. Ma l'Italia c'è e si riporta a +3 con due reti in rapida successione di Christian Presciutti (poker per lui): Si porta a -1 il Montenegro con le reti di Ivovic e Radovic. Spegne le speranze del pari il gol di Aicardi. Finisce 12 a 10 (3-3 nell'ultimo quarto)

Anche il terzo quarto si apre con il pareggio del Montenegro a segno con Janovic, autore di una tripletta. Immediata replica azzurra con Christian Presciutti. L'Italia prova ad allungare con il gol di N. Presciutti (doppiette per i due fratelli) ma il Montenegro si mantiene in corsa con la rete di Klikovac. Azzurri avanti ancora con Nora, ma Montenegro torna a -1 con Misic. Poi la tripletta di Gallo riporta gli azzurri a +2. Finale quarto 9-7 per l'Italia (parziale 4-3 a favore degli azzurri nel terzo quarto).

Parte male il secondo quarto per gli azzurri con il pareggio del Montenegro con Janovic.  Immediata la replica azzurra: 3-2 con Gallo. Nuovo pareggio con Ivovic, ma Figlioli riporta avanti l'Italia. Nuovo pareggio con Brguljan. Ma gli azzurri tengono il vantaggio grazie ad una rete di Christian Presciutti. Il secondo quarto si chiude 5-4 per l'Italia (parziale secondo quarto 3-3) 

Nel primo quarto azzurri avanti con Gallo e Nicholas Presciutti. Accorcia per il Montenegro Janovic

 
 
 

diretta 20 agosto olimpiadi (seconda parte)

Post n°13335 pubblicato il 21 Agosto 2016 da Ladridicinema
 
Tag: eventi, news

05:01 volley: grazie ad un servizio velenoso di Hui, la Cina vince la medaglia d’oro chiudendo 25-23. Argento, dunque, ad una Serbia troppo discontinua nel gioco ma comunque degna di lode del torneo disputato. Ricordiamo che il bronzo è stato conquistato dagli Stati Uniti battendo l’Olanda 3 set a 1.

05:00 volley: l’errore in battuta di Rasic regala alla Cina un match ball sul 24-23.

04:55 volley: clamoroso errore in attacco di Xu che spara fuori una palla comoda. 20-20 nel quarto set.

04:53 volley: ritorno di fiamma della Serbia che non ci sta ad alzare bandiera bianca: 19-18 per la Cina.

04:52 volley: ottima giocata della Xu che, con un pallonetto beffardo, coglie di sorpresa il libero serbo, portando lo score 19-16.

04:48 volley: Attacco micidiale di Zhu che lavora un gran pallone mettendo in difficoltà la ricezione serba: 16-13 per la Cina.

04:46 volley: i tanti errori di Mihajlovic aiutano le cinesi a creare il primo gap: 13-11 per le orientali.

04:42 volley: grande efficienza al servizio per le due squadre che non sblocca l’equilibrio: 9-9.

04:36 volley: quarto set punto a punto in quest’inizio. 3-3 tra Cina e Serbia.

04:30 volley: nonostante lo sforzo immane delle serbe, sono le cinesi ad aggiudicarsi il set 25-22 grazie a due magie, in attacco ed al servizio, di Zhu.

04:28 volley: grandissima rimonta della Serbia che trascinata da una grandiosa Rasic si è rimessa in carreggiata. 22-21 per la Cina .

04:22 volley: continua la Cina a non concedere nulla: difesa e muro super efficienti. 19-11 per le orientali.

04:20 volley: prova a cambiare le carte in tavola Terzic sostituendo una spenta Stevanovic ed inserendo Veljkovic.

04:16 volley: altra murata della Hui che porta la Cina 15-10.

04:16 volley: 12-9 per le cinesi che sembrano avere qualcosa in più in ricezione ma guai a sottovalutare la Serbia.

04:12 volley: la Cina crea il primo break nel terzo parziale: 8-6 per le ragazze allenate da “Jenny” Lang Ping.

04:06 volley: Come da previsione, scambi punto a punto tra le due squadre e situazione 2-2 all’inizio del terzo set.

04:01 volley: Tutto da rifare. 25-17 per la Cina ed orientali che pareggiano i conti dei set con la Serbia. Si preannuncia una finale decisamente appassionante.

03:53 volley: Grande difesa della Cina in questo momento che riesce a tirar su tutti i palloni. 17-10 per le orientali.

03:46 volley: Cina che reagisce in questo secondo set con la Serbia in grande difficoltà in ricezione. 8-4 per le cinesi.

03:41 volley: nella finale per l’oro del torneo femminile una grande Serbia si è imposta nel primo set 25-19 contro la Cina nel corso del quale Rasic e Mihajlovic hanno fatto la differenza in battuta nei confronti delle orientali.

03:38 atletica: Vittoria degli Usa con 2’57″30, davanti a Giamaica (2’58″16), terzo posto per Bahamas (2’58″49), quarto il Belgio, battuto dalle Bahamas in volata, quinto il Botswana che per tre quarti ha gareggiato al livello degli Stati Uniti.

03:33 atletica: ultima gara del programma olimpico della disciplina regina dei Giochi, ovvero la 4×400 maschile. Ecco le otto squadre in finale: Brasile, Polonia, Giamaica, Belgio, Usa, Bahamas, Botswana, Cuba

03:32 taekwondo: L’Azerbaijan conquista l’ultima medaglia d’oro dellla disciplina:  Radik Isaev ha vinto la finale dei +80 kg sconfiggendo per 6-2 il nigerino Abdoulrazak Issoufou Alfaga, mentre sul gradino più basso del podio troviamo il sudcoreano Cha Dong-Rim ed il brasiliano Maicon Siqueira.

03:27 atletica: cambia sensibilmente la classifica dei 5000 metri con le squalifiche di Mohammed Amed, Paul Kipkemoi Chelimo, e Muktar Edris.

03:24 taekwondo: La cinese Zheng Shuyin conquista il titolo della categoria +67 kg battendo per 5-1 la messicana Maria Espinoza. Bronzi alla statunitense Jackie Galloway ed alla britannica Bianca Walkden.

03.19 atletica: vincono gli Usa con 3’19″16, seconda Giamaica con 3’20″34, terzo posto per la Gran Bretagna in 3’25″88, Italia sesto posto con 3’27″05, a un certo punto abbiamo creduto nel bronzo ma Grenot alla fine non ne aveva più.

03:11 atletica: medaglia d’oro per la Germania nel lancio del giavellotto grazie a Roholer (90.30 metri) davanti allo sfortunato keniano Jego (88.24 metri) ed al campione olimpico uscente Walcott (85.38 metri).

03:07 atletica: azzurre che partiranno dalla corsia 1 con questa formazione: Chigbolu, Spacca, Folorunso e Grenot.

03:06 atletica: queste le nazionali in gara oltre l’Italia: Australia, Gran Bretagna, Ucraina, Giamaica, Usa, Canada e Polonia

03:05 atletica: è tempo della finale 4×400 femminile con le nostre azzurre presenti per cercare di migliorare ulteriormente il record italiano.

2:58 atletica: grandissimo Rohler nel lancio del giavellotto che con 90.30 metri vola in testa alla classifica, nella penultima serie, scavalcando Julius Jego 88.24 metri che, infortunatosi alla caviglia, non può rispondere al tedesco. In terza piazza troviamo Walcott con 85.38 metri.

2.55 atletica: Beitia (Spagna) oro, Demireva (Bulgaria) argento, Vlasic (Croazia) bronzo. Quinta la nostra Trost.

2.54 atletica: sbaglia di pochissimo Vlasic il salto a 2 metri. Molto probabilmente sarà bronzo per lei.

2.53: Yego ancora in testa al giavellotto, anche se si fa male. Per lui potrebbe essere oro senza disputare le ultime prove.

2.52 atletica: Beitia sbaglia la terza prova a 2 metri. Se nessuna delle prossime tre atlete riuscirà a superare la misura, sarà oro Spagna.

2.50 atletica: non ne sbaglia una Mohamed Farah che agguanta l’ennesima doppietta 5000m e 10000m. Argento per l’americano Chelimo, bronzo per Gebrhiwet (Etiopia).

2.48 atletica: sbagliano tutte a 2 metri.

2.43 atletica: si inizia a saltare ai 2 metri. Sbaglia Beitia alla prima.

2.41 atletica: chiude al quinto posto Alessia Trost. Buon piazzamento per l’azzurra, anche se manca una misura che era fattibile per arrivare sul podio.

2.38 atletica: iniziata la finale dei 5000 m maschili. L’Etiopia a fare il ritmo, Farah ovviamente uomo da battere.

2.36 atletica: anche Lowe supera 1.97. Molto probabilmente saranno in quattro a giocarsi le medaglie.

2.36 atletica: sbaglia Trost che è quarta al momento ed eliminata.

2.33 atletica: ultimo tentativo a 1.97 per le atlete rimaste in gara, solo in tre sono riuscite a superare la misura. Molto probabilmente si giocheranno le medaglie.

2.27 atletica: Vlasic vola a 1.97, Trost passa al quarto posto.

2.26 atletica: niente da fare per Alessia Trost che non trova la rincorsa. Secondo errore.

2.22 atletica: anche la bulgara Demireva vola a 1.97 con il primato. Seconda posizione per lei alle spalle di Beitia.

2.20 atletica: Semenya dominante negli 800 con il tempo di 1:55.28. Oro Sudafrica, argento Nyonsaba per il Burundi, bronzo Kenia con Wambui.

2.19 atletica: bruttissimo tentativo a 1.97 di Alessia Trost.

2.18 atletica: iniziati gli 800 metri femminili, Semenya grande favorita.

2.15 atletica: Beitia mette già la sua firma per una medaglia saltando alla prima.

2.15 atletica: in 12 a 1.97, si comincia.

2.11 atletica: 87.40 per Rohler nel giavellotto, secondo.

2.10 atletica: Rossit purtroppo sfiora l’asticella ed è eliminata.

2.08 atletica: malissimo il keniano Kiprop, grande favorito dei 1500m. Oro a Centrowitz, statunitense, argento a Makhloufi (Algeria), bronzo a Willis (Nuova Zelanda).

2.08 atletica: 88.24 grandissimo lancio per il keniano Yego che vola in testa.

2.03 atletica: 85.32 per Vetter. Il tedesco in testa al giavellotto.

2.02 atletica: tra poco anche la finale dei 1500m maschili.

2.01 atletica: sbaglia ancora Desirée Rossit a 1.93.

1.59 atletica: iniziata anche la prova di giavellotto maschile.

1.58 atletica: solo in cinque hanno superato 1.93, in tre senza errori.

1.55 atletica: Beitia (Spagna), Lowe (USA) e Trost (Italia) le tre al comando per ora senza errori.

1.51 atletica: ALTISSIMA TROST! Siamo in gara alla grande! 1.93 alla prima.

1.50 atletica: brutto tentativo per Rossit.

1.49 atletica: già in tre a 1.93, ora tocca a Rossit.

1.44 atletica: con errori o meno, tutte le atlete saltano la misura d’ingresso. In 17 a giocarsi le medaglie. Ora si passa a 1.93.

1.42 atletica: ce la fa di misura anche Desirée Rossit. 1.88 saltato.

1.39 atletica: conclusa la prima serie di salti a 1.88. Sono sei gli errori su diciassette atlete in gara. Dovrà riprovarci anche la nostra Rossit.

1.37 atletica: sbagliano in tantissime, fino ad ora hanno saltato la misura solo in cinque.

1.36 atletica: va altissima Alessia Trost, tantissimo margine per l’azzurra. 1.88 superato facile.

1.35 atletica: sbaglia il primo tentativo a 1.88 Desirée Rossit.

1.31 atletica: si parte con 1.88 nell’alto femminile.

1.23 atletica: entrano in pista le protagoniste del salto in alto. Desirée Rossitt e Alessia Trost sognano una medaglia.

1.15: pochi minuti e partirà un’emozionante sessione di atletica leggera con l’Italia protagonista nell’alto con Rossit e Trost e nella 4×400 femminile.

1.10 calcio: il Brasile è medaglia d’oro! Neymar non sbaglia!

1.09 calcio: ecco l’errore di Pedersen, ora tocca a Neymar chiuderla.

1.08 calcio: gran bei rigori anche per Suele e Luan. Si va alla serie decisiva.

1.07 calcio: arriva il pareggio. Non sbaglia nessuno per ora.

1.06 calcio: Brandt sigla il 3-2. Per il Brasile Rafinha.

1.05 calcio: a segno anche il difensore del PSG.

1.05 calcio: non sbaglia neanche Gnabry per la Germania che si porta in vantaggio 2-1. Ora Marquinhos.

1.04 calcio: non sbaglia neanche Renato Augusto, 1-1.

1.02 calcio: si comincia con la Germania, primo a tirare Ginter. Non sbaglia.

00.57 calcio: La finale olimpica tra Brasile e Germania, nella bolgia del Maracanã, si deciderà ai calci di rigore.

00.40 calcio: 1-1 anche dopo il primo tempo supplementare nella finale olimpica tra Brasile e Germania. Zero occasioni, squadre molto stanche. Rigori in vista?

00.25 calcio: inizia il primo tempo supplementare.

00.19 calcio: saranno i supplementari a decidere (forse) la finale olimpica tra Brasile e Germania. 1-1 al 90′, a Neymar ha risposto Meyer.

00.06 pallanuoto: oro per la Serbia, 11-7 sulla Croazia.

23.51 pallanuoto: 11-6 Serbia, che se ne va.

23.46 calcio: 1-1 tra Brasile e Germania! Meyer risponde a Neymer al 59′! Tutto da rifare per il verdeoro in questa finale del Maracanà.

23.44 pallanuoto: 10-5 Serbia! Doppiati i campioni in carica della Croazia.

23.42: Il turco Taha Akgül ha conquistato la medaglia d’oro della categoria 125 kg della lotta libera superando per 3-1 l’iraniano Komeil Ghasemi. Medaglie di bronzo al georgiano Geno Petriashvili ed al bielorusso Ibrahim Saidau.

23.41 pallanuoto. 9-5 Serbia, oro a un passo.

23.33 pallanuoto: allunga la Serbia, 7-4 sui campioni in carica della Croazia.

23.32 calcio: Si ricomincia! Inizia il secondo tempo al Maracanà! 1-0 Brasile.

23.30 pallanuoto: 6-4 Serbia sulla Croazia nella finale per l’oro.

23.15 calcio: Fine primo tempo. Brasile avanti 1-0, decide una magia di Neymar su punizione, ma la Germania è in partita e ha colpito tre traverse nei primi 45′.

23.11: Lesun oro, secondo posto per l’ucraino Tymoschenko e terzo posto per il messicano Hernandez Uscanga. Solo quinto De Luca, arrivato stanco nel finale e incapace di battere il messicano in volata. Quarto posto per il francese Prades

23:07 pentathlon: Tre errori all’ultimo bersaglio lo hanno rallentato…E’ sesto,

23.04 pallanuoto: Serbia-Croazia 3-2

23.02 pentathlon: Lesun-Choong in testa, ma DE LUCA E’ GIA’ RISALITO IN SESTA POSIZIONEEEEE!!!

22.58 pallanuoto: Serbia-Croazia 3-1

22.56 pallanuoto: Serbia-Croazia 1-1

22.56 calcio: GOOOOOOOL BRASILE!!!!! PENNELLA DA CALCIO PIAZZATO NEYMAR! PUNIZIONE SOTTO L’INCROCIO! TRAVERSA E GOL! VERDEORO IN VANTAGGIO AL 26′!

22.55 pallanuoto: Serbia-Croazia 1-0

22.50 pallanuoto: Croazia e Serbia in vasca per la finale che vale l’oro di Rio 2016 nel torneo maschile

22.49 calcio: bell’avvio di Brasile-Germania. Traversa per i tedeschi e un paio di buone occasioni per i carioca. Al 20′ 0-0′

22.43 lotta: Il russo Abdulrashid Sadulaev si aggiudica il titolo della categoria 86 kg della lotta libera, battendo per 5-0 il turco Selim Yaşar. Medaglie di bronzo all’azero Sharif Sharifov ed allo statunitense J’Den Cox.

22.42 tuffi: clamoroso errore di Qiu Bo che scivola settimo! Solo 47.50 e con due errori il campione del mondo non sarà sul podio. Se lo giocano in 4: Chen Aisen (477.30), David Boudia (456.80), German Sanchez (44.150) e Benjamin Auffret (426.35). Che finale!

22.27 tuffi: ancora over 100 punti per Qiu Bo! 102.60, adesso è terzo! Chen Aisen rimane primo (371.85), Boudia secondo (354.20) ma il campione del mondo incalza a quota 346.35. Sbagliano i tedeschi. Sanchez è distante 5 centesimi da Qiu Bo per il bronzo.

22.22 calcio: tutto pronto al Maracana per la finale maschile: Brasile-Germania, la rivincita della semifinale del Mondiale 2014

22.20 Pentathlon: Solo sei pentatleti chiudono con il percorso netto (300pti) la prova dell’equitazione; tra questi il nostro Riccardo De Luca che, disponendo di un ottimo combined (corsa+tiro), ha riacceso le speranze di medaglia azzurra nello Sport del Soldato. Dopo un’equitazione da percorso netto (300 punti, impossibile fare meglio), s’è ritrovato 10° in classifica generale, a soli 18 secondi dal podio rappresentato in questo momento dall’egiziano Amro El Geziry. Appuntamento alle 23!!! Conclusione di gara imperdibile…!

22.15 tuffi: tre rotazioni andate. Che rimonta di Qiu Bo! Da ultimo a sesto: ha preso tutti 10! La classifica a metà gara vede Chen Aisen primo con 278.25, David Boudia secondo con 264.20 e Martin Wolfram terzo 262.

22.08 basket: Gli Usa vincono l’oro nelò torneo femminile: 101-72 alla Spagna in finale

22.01 tuffi: seconda rotazione e prime sorprese. Il tre volte campione del mondo, il cinese Qiu Bo, sbaglia nettamente la verticale e potrebbe avero perso il treno per l’oro. I primi tre dopo due tuffi: Boudia 182.60, Chen Aisen 175.65, Wolfram 166.80. Qiu Bo è ultimo!

22.00 pallamano: E’ DELLA RUSSIA LA MEDAGLIA D’ORO! Le ragazze di Yevgeni Trefilov si sono imposte sulla Francia 22-19. Medaglia di bronzo alla Norvegia

21.52 basket: Usa avanti 81-49 all’inizio dell’ultimo quarto

21.44 tuffi: prima rotazione e primi dieci. Il cinese Chen Aisen vola in testa con 96.90. Segue a 94.50 Qiu Bo mentre terzo per ora c’è il tedesco Wolfram con 90 punti!

21:40: a 15′ dal termine del torneo di pallamano femminile la Russia è avanti sulla Francia 14-13 nella finalissima per la medaglia d’oro

21.39: a 5’48” dalla fine del terzo quarto partita chiusa: Usa-Spagna 62-42

21.34 tuffi: iniziata la finale della gara regina, la piattaforma 10 metri maschile!

21.21 pallamano: inizia il secondo tempo della finalissima del torneo di pallamano femminile. Dopo i primi 30′ il punteggio recita 10-7 in favore della Russia sulla Francia

21.15 basket: alla fine del secondo quarto gli Usa sono avanti 49-32 sulla Spagna nella finale del torneo femminile

21.11 Pentathlon: percorso netto di Riccardo De Luca! L’azzurro tiene assolutamente in vita ogni discorso da podio! Con questi 300 punti risalirà sicuramente parecchie posizioni nella generale (c’è da aspettare che finiscano tutti la loro prova a cavallo) e non dimentichiamo che il “combinato” corsa-tiro è la sua specialità.

21:06 pallamano: si chiude la prima frazione della finalissima di pallamano femminile. La Russia è ancora in vantaggio con il punteggio di 10-7

21.04 basket: a 4’44” dalla fine del secondo quarto della finale donne: Usa-Spagna 37-24

21.03 Pentathlon: quattordici pentatleti hanno concluso le loro fatiche. Tre i percorsi netti fin qui realizzati (Iwamoto, Lanigan-O’Keeffe, Esposito); tra pochissimo toccherà al nostro Riccardo De Luca

 
 
 

diretta 20 agosto olimpiadi

Post n°13334 pubblicato il 21 Agosto 2016 da Ladridicinema
 
Tag: eventi, news

20.45 Pentathlon – Equitazione: 293 punti per il nostro Petroni (un ostacolo abbattuto); l’azzurro è secondo solo al giapponese Iwamoto dopo 7 binomi scesi in campo (ricordiamo che il percorso netto frutta 300 punti).

20.47 pallamano: a metà primo tempo della finalissima di pallamano femminile il punteggio recita 4-3 in favore della Russia sulla Francia

20:32 pallamano: Inizia la finale per la medaglia d’oro del torneo femminile, in campo Francia e Russia

20.28 taekwondo: Il cubano Arlen Lopez conquista il titolo olimpico dei pesi medi sconfiggendo per 3-0 l’uzbeko Bektemir Melikuziev

19.55 calcio: bronzo per la Nigeria! Battuto 3-2 l’Honduras con qualche rischio di troppo nel finale.

19.52 Volley: gli Stati Uniti conquistano la medaglia di bronzo. Sconfitta 3-1 (25-23; 25-27; 25-22; 25-19) l’Olanda

19.47 calcio: incredibile! Erroraccio in uscita di Daniel e Pereira di testa fa 3-2 all’86’! Finale infuocato per il bronzo

19.43 Pentathlon: Riccardo De Luca guadagna due punti di bonus nel supplementare round di scherma. Dovesse centrare una bella prova a cavallo, il carabiniere romano sarebbe ancora in piena corsa per il terzo posto generale, disponendo di un combined conclusivo davvero super.

19.37 taekwondo: Il cubano Robeisy Ramirez vince il titolo olimpico dei pesi gallo battendo per split decision lo statunitense Shakur Stevenson.

19.33 calcio: accorcia le distanze l’Honduras, incornata vincente di Lozano al 70′

19.24 Volley: gli Stati Uniti si portano sul 2-1 nella finale per il bronzo contro l’Olanda. 25-22 il terzo set in favore delle americane

19.21 Taekwondo: La britannica Nicola Adams si aggiudica il titolo olimpico della categoria 51 kg battendo ai punti la francese Sarah Ourahmoune.

19.16 calcio: 3-0 Nigeria, chiude la gara al 56′ ancora Sadiq Umar

19.13 Pentathlon: solo un punto bonus per Petroni, che batte il cubano Figueroa, ma perde subito dopo il lettone Nakonechnyi.

19.12 calcio: 2-0 Nigeria nella finale per il bronzo. Al 49′ ha raddoppiato Aminu Umar. Il primo gol di Sadiq Umar al 34′. Honduras quasi spacciato

19.09 BRONZOOOOOOOOOOOOOOO!!! 12-10 al Montenegro! Il Settebello torna sul podio dopo 4 anni! E’ di nuovo bronzo come ad Atlanta 1996!

19.09 Pentathlon: partito il bonus round di scherma. De Luca è 21° con 532 punti, Petroni 32° con 502 punti. Lesun guida con 592 punti, ma il podio è ancora raggiungibile per De Luca. Al momento, dista 35 punti, quindi al romano servirà un’equitazione positiva, prima di un super-combined alla sua maniera…

19.08 Pallanuoto: 16 secondi al termine, time-out Campagna. Ma ormai è fatta!

19.07 GOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOLLLLLLLLLLLLLLLLLLL!!! PAZZESCOOOOOOOOOOOOOO!!! COSA SI E’ INVENTATO AICARDIIIIIIIIIIIIIIIIIII!! QUASI DA META’ VASCA! 12-10, è bronzo!!!

19.06 Mountain bike: oro Rissveds, Wloszczowka argento e Pendrel bronzo. Eva Lechner 18esima a 8’30” dalla prima posizione

19.05 Pallanuoto: incredibile, altro gol fulmineo del Montenegro. 11-10. Partita apertissima a 1’57” dalla fine.

19.04 Pallanuoto: Ivocic in rete, 11-9. 2’19” al termine. C’è da lottare fino alla fine…

19.03 Golf femminile: oro per la sud-coreana Park, argento per la neozelandese Ko, bronzo per la cinese Feng. La Corea ci supera nel medagliere, ora siamo decimi. Ma domani possiamo tentare il controsorpasso.

19.01 Pallanuoto: non va la superiorità del Montenegro! 11-8 Italia a 3′ dalla fine!

18.59 Mountain Bike: la svedese ormai ha vinto ed è involata verso l’oro. Alle sue spalle è abbastanza sicura la polacca Wloszczowka mentre la canadese Pendrel deve difendere il podio dall’attacco della connazionale Batty.

18.59 PALO DI IVOVIC! Si resta 11-8!

18.58 Pallanuoto: subito un rigore per il Montenegro…

18.57 Pallanuoto: RETEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE!!! Ancora Christian Presciutti con l’uomo in più! Traversa-gol! 11-8, allunghiamo! 5’52” al termine, è ancora lunga.

18.56 Pallanuoto: gol importantissimo di Christian Presciutti! Altra palombella magistrale! 10-8! Dai Settebello!

18.55 Pallanuoto: subito Brguljan in superiorità numerica. 9-8. Gitto esce dopo la terza espulsione. Ora sarà una battaglia.

18.52 Pallanuoto: traversa clamorosa di Ivocic a 2 secondi dal termine. Il terzo quarto si chiude sul 9-7 per l’Italia sul Montenegro.

18.51 Pallanuoto: finalmente Tempesti! Si resta sul 9-7.

18.50 Ginnastica ritmica: le qualificate alla Finale sono: Spagna (35.749), Russia (35.516), Bielorussia (35.433), Italia (35.349), Giappone (35.149), Israele (34.883), Bulgaria (34.812), Ucraina (33.816).

18.49 Pallanuoto: altra superiorità per il Montenegro e time-out. Riusciremo a difenderla?

18.48 Mountain bike: attacca la Rissveds e se ne va da sola! ha messo il rapportone in salita e ha già preso un buon vantaggio.

18.48 Pallanuoto: ancora Gallo! Bene anche l’Italia con l’uomo in più in attacco! 9-7! Partita dai tanti gol.

18.47 Pallanuoto: niente da fare, subito 8-7. L’Italia non riesce a trovare le contromisure alla superiorità numerica avversaria.

18.45 Pallanuoto: NORA! 8-6 Settebello! Proviamo a difendere questo +2 ora.

18.45 Ginnastica ritmica: Spagna gigantesca! Le iberiche si issano al comando della classifica generale! Grazie a un superlativo 17.966 nell’esercizio misto, il totale recita 35.749! Due decimi in più della Russia, quattro di margine sulle azzurre che scivolano al terzo posto. Domani si azzererà tutto ma la Spagna può sognare in grande.

18.44 Mountain bike: Wloszczowka e Rissveds sono sempre al comando. Alle loro spalle, invece, la canadese Pendrel ha ripreso e superato la Neff, in netta crisi.

18.43 Pallanuoto: il Montenegro con l’uomo in più è una sentenza. 7-6.

18.42 Pallanuoto: GOGOGOGOGOGOLLL!!! Palombella perfetta dalla distanza di Nicholas Presciutti! 7-5 Settebello!

18.41 Pallanuoto: finalmente una parata di Tempesti, sin qui non decisivo.

18.40 Pallanuoto: l’Italia torna avanti con una carambola! Ancora Christian Presciutti, doppietta. 6-5 Settebello.

18.39 Ginnastica ritmica: il tabellone recita così prima dell’ingresso della Spagna sul quadrato: Russia 35.516, Bielorussia 35.433, Italia 35.349, Giappone 35.149. Più indietro la Bulgaria con il suo 34.812.
18.36 Strepitoso 17.850 per la Bielorussia che si issano a un totale di 35.433, davanti all’Italia solo per nove centesimi e alle spalle della Russia di 8 centesimi. Classifica cortissima!

18.38 Pallanuoto: Janovic indemoniato, già 3 gol per lui. 5-5.

18.36 Mountain bike: ormai fuori dalla lotta per la vittoria Jolanda Neff. Lechner 17esima a 4’18”.

18.34 Ginnastica ritmica: gravissimo errore della Bulgaria con le clavette e i cerchi! Solo 16.616 e complessivo 34.812, nettamente alle spalle di Russia, Italia, Giappone e Israele. Le Campionesse del Mondo 2014 non avranno comunque problemi a qualificarsi alla Finale, domani si ripartirà da zero. Ora il turno della Bielorussia.

18.31 Pallanuoto: gol! Christian Presciutti a 4 secondi dal termine del secondo quarto! 5-4.

18.30 Pallanuoto: Darko Brguljan pareggia subito con l’uomo in più. 4-4. L’Italia fatica a difendere in inferiorità numerica.

18.28 Pallanuoto: CHE SASSATA DI FIGLIOLI! 4-3 Italia!

18.28 Basket femminile: la Serbia conquista la medaglia di bronzo. Sconfitta la Francia 70-63

18.27 Pallanuoto: bordata di Ivocic. Pareggio del Montenegro, 3-3.

18.25 Mountain Bike: questa volta l’attacco della Rissveds ha successo, staccata la svizzera Neff!

18.23 Pallanuoto: Scepanovic para il tiro di C. Presciutti.

18.22 Pallanuoto: time-out Italia, Campagna vuole sfruttare al meglio un uomo in più.

18.21 Mountain Bike: attacca la svedese Rissveds che però non riesce a prendere margine. Lechner 17esima, ritardo ormai prossimo ai 3′.

18.20 Ginnastica ritmica: Italia matematica qualificata alla Finale. Domani, alle ore 16.00 italiane, le Farfalle lotteranno per le medaglie. Nella prossima mezzora conosceremo il piazzamento delle azzurre, al momento seconde in classifica a un decimo di distanza dalla Russia.

18.19 Pallanuoto: Gallo ci riporta avanti sfruttando una superiorità numerica. 3-2 Settebello.

18.18 Pallanuoto: Janovic ci fa ancora malissimo con l’uomo in più. 2-2. Il Settebello si è un po’ spento dopo un avvio entusiasmante.

18.17 Mountain bike: Neff, Rissveds e Wloszczowka hanno 15” sulle inseguitrici. La gara non è ancora chiusa quando le atlete ne hanno appena superato la metà.

18.16 Ginnastica ritmica: Giappone da urlo! Le asiatiche si esaltano come non mai e con i cerchi e le clavette ottengono addirittura un super 17.733, un solo decimo meno dell’Italia nel parziale. Le nipponiche chiudono la qualificazione con un complessivo 34.149, solo due decimi peggio dell’Italia. Saranno un avversario temibile per le medaglie.

18.14 Pallanuoto: Di Fulvio spreca una grande chance in controfuga. La nostra giovane stella deve scuotersi. Il primo quarto si chiude 2-1 per l’Italia.

18.11 Ginnastica ritmica: Russia imprecisa con l’attrezzo misto! Le Campionesse Olimpiche vengono punite con 17.233 e chiudono la qualificazione con 35.516, solo 16 centesimi in più dell’Italia!

18.10 Mountain Bike: nulla da fare, ripresa la Indergand che ora fatica a tenere le ruote di Neff, Rissveds e Wloszczowka. Lechner 16ma con oltre 2′ di ritardo.

18.09 Pallanuoto: almeno tre super-parate per Tempesti.

18.06 Mountain bike: nuovo allungo della Indergard, che ha ripreso una decina di secondi di margine. La insegue la sua compagna Neff, mentre la norvegese Dahle fa l’elastico dal gruppetto delle inseguitrici.

18.05 Pallanuoto: Janovic a segno in superiorità, 2-1.

18.04 Triathlon: i risultati delle azzurre. 17ma Bonin, 29ma Mazzetti.

18.03 Pallanuoto: 2-0! Controfuga bruciante e Nicolas Presciutti non sbaglia a tu per tu con il portiere avversario!

18.03 Pallanuoto: Settebello in vantaggio con Gallo! 1-0 sul Montenegro.

18.02 Golf femminile: la sud-coreana Park si avvia verso l’oro, 5 colpi di vantaggio sulla cinese Feng.

18.01 Pallanuoto: Di Fulvio tira fuoi, occasione con l’uomo in più mancato per l’Italia.

18.00 Mountain Bike: ripresa la svizzera Indegard, che guidava la prova. Ora con lei al comando la polacca Wloszczowska, la svizzera Neff e la svedese Rissveds.

17.59 Pallanuoto: ora Italia-Montenegro per il terzo posto. Forza Settebello!

17.58 Triathlon: oro per l’americana Jorgensen, 40 secondi davanti alla svizzera Spirig. Bronzo per la britannica Holland. Questo risultato è importante: l’Australia non ha preso medaglie e domani l’Italia è sicura di scavalcarla grazie al risultato della finale di volley di domani (oro o argento).

17.57 Pallamano femminile: bronzo per la Norvegia dopo la vittoria per 36-26 sull’Olanda.

17.55 Ginnastica ritmica: prestazione monstre dell’Italia che si scatena con i cerchi e le clavette toccando quota 17.833. L’Italia chiude la qualifica con 35.349, davanti a Israele di 0.566. Ottima prova per le azzurre che si lasciano dietro una diretta rivale e si qualificano alla Finale di domani. Si ripartirà da zero.

17.54 Triathlon: mancano solo due chilometri! Sempre Jorgensen-Spirig per l’oro e derby britannico Stanford-Holland per il bronzo. Gwen Jorgensen sta lentamente ma inesorabilmente staccando la svizzera…

17.50 Mountain bike: Eva Lechner paga già oltre 1’10” dalla leader svizzera Indergand. L’azzurra non è in lizza per le medaglie.

17.48 Pallanuoto: alle 18.00 la finale per il bronzo tra Italia e Montenegro.

17.45 Triathlon: importante aggiornamento ai 5 km dalla conclusione. Nicola Spirig in testa con Gwen Jorgensen, ma è la svizzera oro a Londra 2012 a dare sensazioni migliori (ha tentato anche un allungo sulla campionessa statunitense). Dietro di loro, si sono involate le due britanniche Stanford-Holland (23” di ritardo dalle prime). Saranno questi quattro nomi a giocarsi le medaglie.

17.43 Golf: la sud-coreana Park conserva 4 colpi di vantaggio sulla cinese Feng a 3 buche dal termine.

17.40 Mountain bike: la svizzera Indergand ha attaccato sin dai primi metri di gara e ha guadagnato una ventina di secondi sulle avversarie. Tutte le favorite della vigilia sono nel gruppo, Lechner 15esima a poco meno di un minuto.

17.38 Pentathlon: dopo le prime due prove (scherma e nuoto) al comando il russo Lesun con 592 punti, seguito dall’egiziano El Geziry (568) e dal britannico Choong (567). Riccardo De Luca è 21°: servirà una grande equitazione per tornare a sperare nel podio. Sogno ormai sfumato per Pierpaolo Petroni, 32°.

17.37 Tuffi: penultima rotazione della semifinale 10 metri maschile. Il cinese Chen Aisen ottiene 99.90 punti e vola a quota 468.10. Dietro di lui il connazionale Qiu Bo (412.20) e il messicano Ivan Garcia (412.05). Al momento classifica incredibile: sarebbero fuori dalla finale a 12 (stasera ore 21.30) sia il campione uscente David Boudia (370.15) che il britannico Thomas Daley (352.85). Ma con l’ultimo tuffo può ancora succedere di tutto!

17.36 Triathlon: Jorgensen-Spirig sempre in fuga, saranno la statunitense e l’esperta svizzera a giocarsi l’oro di Rio 2016. Moffat, Stanford, Riveros e Holland a 16”: verosimilmente uscirà fra queste quattro triatlete il bronzo olimpico.

17.33 Mountain bike: Eva Lechner si è già staccata dalle prime posizioni.

17.31 Pentathlon: De Luca terzultimo nel nuoto ma, ripetiamo, ha nuotato realizzato un tempo decisamente migliore ai proprio standard. 21° Petroni. Miglior crono per il britannico Cooke in 1’55″60, 2 decimi meglio dell’egiziano El Geziry.

17.30 Mountain bike: iniziata la gara femminile. Italia con Eva Lechner.

17.24 Triathlon: l’americana Jorgensen, grande favorita, scappa subito via. L’unica a rimanere in scia è la svizzera Spirig.

17.23 Triathlon: inizia la frazione podistica decisiva. 10 km per le medaglie. Bonin 18ma al cambio.

17.21 Mountain bike: sta per iniziare la gara femminile con Eva Lechner.

17.20 Tuffi: fine della quarta rotazione. Si riscatta il tre volte campione del mondo Qiu Bo, che con 102.60 punti torna al terzo posto (326.70) dietro al connazionale Chen Aisen (368.20, perfetto) e al messicano Ivan Garcia (332.10). Il britannico Thomas Daley invece rimane ultimo ma recupera 20 dei 50 punti che lo distanziavano dal 12° posto e potrebbe ancora farcela per la finale. Ma dovrà essere perfetto negli ultimi due tuffi.

17.17 Pentathlon. ottimo 2’05″51 nel nuoto per Pierpaolo Petroni, che risalirà qualche posizione dopo la deludente prova di scherma.

17.14 Pallamano femminile: Norvegia avanti 19-13 sull’Olanda nella finale per il terzo posto.

17.12 Basket femminile: Francia e Serbia sono sul 27-27 nel secondo quarto della finale per il bronzo.

17.10 Golf: la cinese Feng prova a riaprire tutto e si porta a 3 lunghezze dalla coreana Park a 6 buche dal termine.

17.08 Triathlon: sempre compatto il gruppo di testa, dove figura anche l’azzurra Bonin.

17.03 Pentathlon: buon 2’09″36 per Riccardo De Luca nei 200 sl di pentathlon. Un tempo migliore agli standard stagionali dell’azzurro, che dunque si è difeso abbastanza bene nella sua disciplina peggiore.

17.01 Tuffi: clamoroso quanto sta avvenendo nella semifinale dei 10 metri! Sbagliano il cinese Qiu Bo, che ora è decimo con 224.10 punti, e soprattutto il britannico Thomas Daley, che è ultimo con solo 179.65 punti! Deve recuperare 50 punti a sei atleti! Comanda il cinese Chen Aisen con 271. Quanti errori stamattina!

16:58 BASKET: Francia che si riprende e torna a -3 dalla Serbia (15-18) nel secondo quarto della finale del torneo femminile.

16:54 PALLAMANO: Norvegia che conferma il proprio dominio nella finale per il bronzo, contro l’Olanda, del torneo olimpico femminile. 16-8 lo score per le nordiche.

16.47 TRIATHLON:  Al terzo giro dei cinque previsti per la frazione in bici, sono rimaste in 18. Tra queste, la nostra Bonin e la strafavorita Jorgensen; se non staccano ora l’americana, sarà oro al 90%…

16:42 BASKET: Iniziata anche la finale per il bronzo del torneo femminile tra Serbia e Francia. Slave avanti nel primo quarto, piuttosto nettamente, 18-7.

16:39 PALLAMANO: Norvegia avanti 9-2 nella finale per il bronzo contro l’Olanda nel torneo olimpico femminile. Al momento, dunque, dominio della compagine scandinava.

16.38 TUFFI: seconda rotazione della semifinale da 10 metri. Primo il cinese Chen Aisen (182.80), seguono lo statunitense David Boudia (172.80) e il messicano Ivan Garcia (169.80). Quarto Qiu Bo che entra scarso in verticale (168). Incredibile Daley: il vincitore dell’eliminatoria è penultimo!

16:30 TRIATHLON:  Le gerarchie della gara, almeno per quanto riguarda il ciclismo, iniziano a delinearsi. Nel gruppo delle 22 che stanno prendendo il largo, c’è la nostra Bonin, non manca nessuna delle big più attese (Duffy, Jorgensen, Hewitt, Stanford, Spirig, Holland, Moffatt, Norden, Densham, ecc.).

16.26 TUFFI: dopo la prima rotazione della semifinale maschile da 10 metri guidano i cinesi Chen Aisen (91.80) e Qiu Bo (89.25), terzo il messicano Ivan Garcia (88.80).

16:22 TRIATHLON: Dopo la frazione di nuoto la nostra Charlotte Bonin è ottava nel gruppo delle migliori mentre più attardata la seconda azzurra Anna Maria Mazzetti, 35esima distante dalla vetta già 48″.

16.20 GINNATISTICA RITMICA: Le ginnaste torneranno in pedana alle 17.20 per la seconda e ultima rotazione. Saranno impegnate con cerchi e clavette. Le migliori otto squadre si qualificheranno alla Finale di domani.

16.17 GINNASTICA RITMICA:  Questa la classifica dopo la rotazione con i 5 nastri: Russia al comando con 18.283 che ha mezzo punto di vantaggio sulla Spagna (17.783), poi un trenino composto da Bielorussia (17.581), Bulgaria (17.566), Italia (17.516), Giappone (17.416), a loro volta inseguite da Israele (17.250).

16:16 BADMINTON: il cinese Long Cheng si è aggiudicato anche il secondo set per 21-18 e conquistando la medaglia d’oro battendo il malese Chong Lee (medaglia d’argento).

16:06 BADMINTON: il cinese Long Cheng è in vantaggio per un set a zero sul malese Chong Lee.

16:00 TRIATHLON: Partita la gara femminile. Due italiane al via, Anna Maria Mazzetti e Charlotte Bonin.

16:00 GINNASTICA RITMICA: Esercizio elementare degli USA con anche tanti errori: 13.908. Ora la Spagna, Campionessa Olimpica 20 anni: ha delle buone velleità, può puntare anche al podio.

15:54 GINNASTICA RITMICA: Anche la Bielorussia scavalca l’Italia: 17.583. Le azzurre scivolano al quarto posto ma sono tutte racchiuse in un fazzoletto a parte la Russia.

15:48 GINNASTICA RITMICA La Bulgaria commette un paio di sbavature ma scavalca di un soffio l’Italia: 17.566. L’Italia scivola al terzo posto ma la qualificazione alla Finale non dovrebbe essere un problema. Ora la Bielorussia, altra superfavorita per il podio.

15:44 GINNASTICA RITMICA L’Uzbekistan perde gli attrezzi: 14.416, addio sogni di finale. Ora tocca alla Bulgaria, già Campionessa del Mondo nel quadriennio. Favorite per le medaglie.

15:38 GINNASTICA RITMICA La Grecia fa cadere un attrezzo e si ferma a 15.000. Ora l’Uzbekistan che se la può giocare per la Finale.

15:34 GINNASTICA RITMICA Grandissimo Giappone: 17.416, solo un decimo peggio dell’Italia! Ora la Grecia senza particolari velleità.

15:30 GINNASTICA RITMICA Alcune sbavature per la Russia ma la musica scelta ha scaldato il pubblico. Per loro punteggio di di 18.283, l’Italia scivola al secondo posto. Ora il Giappone che può ambire alle posizioni di vertice.

15:30 BADMINTON Il cinese Chen è avanti di un set nella finale per l’oro contro il malese Lee (21-18).

15:24 GINNASTICA RITMICA La Cina non aveva velleità ed è ultima con 16.333. Ora la Russia, Campionessa Olimpica e del Mondo, superfavorita per l’oro.

15:19 GINNASTICA RITMICA Solo 16.950 per l’Ucraina. Aveva eseguito un buon esercizio, evidentemente non apprezzato.

15:18 CANOA Che spettacolo il K4 tedesco! Dominio della Germania che trionfa davanti a Slovacchia e Repubblica Ceca. Spagna quarta! Si conclude qui non solo il programma di giornata della canoa, bensì quello generale ai Giochi di Rio 2016.

15:14 GINNASTICA RITMICA Per l’Italia 17.516: punteggio buono in ottica qualificazione. Domani bisognerà ovviamente fare di più per provare a salire sul podio; oggi comunque bravissime, le Farfalle, con un esercizio davvero complesso e ricco di difficoltà.

15:09 CANOA Sesta piazza per il K4 1000 azzurro. Azzurri meno brillanti rispetto a ieri.

15:07 GINNASTICA RITMICA Italia in pedana! Cinque nastri per le azzurre di Emanuela Maccarani! Tutti con Marta Pagnini e compagne.

15:04 GINNASTICA RITMICA Il turno delle padrone di casa. Il Brasile si è qualificato esclusivamente come padrone di casa. Non ha velleità di Finale. 15.766.

15:02 GINNASTICA RITMICA Buon esercizio delle israeliane che hanno però avuto dei problemi con i nastri. SI fermano a 17.250. Ricordiamo che solo 8 formazioni sulle 14 partecipanti disputeranno la Finale di domani.

15:00 GINNASTICA RITMICA Inizia la gara. Parte subito Israele: è una delle favorite per le medaglie! L’Italia sarà impegnata tra circa una decina di minuti, sempre con i 5 nastri: azzurre terze nell’ordine di rotazione sulle 14 squadre in gara.

14:52 CANOA Ora finale B con il K4 1000 azzurro.

14:48 CANOA Ungheria, Germania e Bielorussia il podio del K4 500 femminile. Danuta Kozak cala il tris! Altra brutta notizia per il medagliere azzurro…

14:46 BADMINTON Il danese Viktor Axelsen si aggiudica il bronzo nel singolare maschile; battuto in tre set il cinese Dan Li. Tra pochissimo, la finale per l’oro tra il malese Lee e il cinese Chen.

14:38 GOLF Allungo in testa della coreana Park. -11 in leaderboard, per l’asiatica, seguita a quattro lunghezze dalla neozelandese Ko e dalla statunitense Piller. La top-10 nel medagliere dell’Italia è a serio rischio…

14:25 CANOA Straordinaria prova del C2 1000 tedesco che, con una progressione inarrestabile, nega l’oro al Brasile. Bronzo per l’Ucraina. Per Sebastian Brendel si tratta del secondo oro a Rio 2016.

14:22 BADMINTON Un set pari tra Lin e Axelsen; il bronzo del singolare maschile si deciderà al terzo set.

14:10 CANOA Non è partito benissimo, Manfredi; ma il futuro dello sprint italiano della canoa è suo, il bronzo è distante meno di 4 decimi… Bravo Rizza, onore al britannico Heath. Argento per il francese Beaumont, bronzo ex aequo per lo spagnolo Saul Craviotto e il tedesco Ronald Rauhe.

14:08 CANOA Sesto Rizza, peccato… Oro Gran Bretagna, argento Francia, bronzo Spagna-Germania.

14:07 CANOA Partiti a bomba!

14:05 CANOA Tra pochissimo si comincia! Manfredi Rizza in acqua 2, ricordiamo che è un velocista puro, il pavese…

14:05 BADMINTON Cina e Danimarca si stanno giocando il bronzo nel singolare maschile. Lin avanti di un set (21-15), Axelsen nettamente in vantaggio nel secondo (4-10). A seguire, Malesia-Cina per l’oro.

14:00 CANOA Grande attesa per l’atto conclusivo del K1 200m… I finalisti: Mark De Jonge, Manfredi Rizza, Ronald Rauhe, Maxime Beaumont, Liam Heath, Stephen Bird, Saul Craviotto, Aleksejs Rumjancevs. Non sarà facile, ma sognare è gratuito…

13:57 GOLF Partito anche l’ultimo gruppo con le tre giocatrici che al momento occupano le posizioni del podio: la sudcoreana Park, la neozelandese Ko e la statunitense Piller.

13:54 GOLF Raggiungono quota -2 di giornata anche la danese Nicole Broch Larsen e la messicana Gaby López.

13:46 GOLF Molinaro e Sergas iniziano con un par.

13:37 GOLF L’irlandese Leona Maguire raggiunge Thompson a quota -2 di giornata.

13:28 GOLF Le azzurre Giulia Sergas e Giulia Molinaro iniziano il loro ultimo giro.

13:17 GOLF Bogey per Thompson, che perde un colpo ed è ora a -2 di giornata.

13:05 GOLF La statunitense Lexi Thompson è sempre la migliore di giornata con tre birdie. Nella classifica generale, però, guida la sudcoreana Park In-Bee, con undici colpi sotto il par, davanti alla neozelandese Lydia Ko ed alla statunitense Gerina Piller, appaiate in seconda posizione a quota -9.

Ore 12,51 Golf: con la giapponese Nomura, la spagnola Munoz, e la cinese di Taipei Lu, iniziano i primi tee-shot di rilievo. Le tre giocatrici partono infatti da -3. Continua intanto la rincorsa di Thompson, -3 in tre buche per l’americana, che sale a -1.

Ore 12,30 Golf: finora ottima prova dell’americana Lexi Thompson. -2 dopo due buche per lei, ma in totale la statunitense è alla pari con il par.

Ore 12,14 Golf: la svedese Lindberg, l’israeliana Beck, e la canadese Sharp, impegnate alla 10. Tra circa un’ora inizieranno i tee shot più importanti. Ricordiamo che attualmente è in testa la coreana Park, seguita da vicino dalla neozelandese Ko e dalla statunitense Piller.

Ore 12,02 Golf: da pochi minuti sono impegnate le prime golfiste in gara in quest’ultimo e decisivo round. Si tratta dell’americana Thompson, della venezuelana Uribe, e dell’indiana Ashok. L’organizzazione ha deciso di dividere in due gruppi le atlete, metà partiranno dalla buca 1, l’altra metà dalla 10.

 
 
 

Rio 2016, pallanuoto: Setterosa d'argento, trionfano gli Usa

Post n°13333 pubblicato il 21 Agosto 2016 da Ladridicinema

Afp

E' amara la finale olimpica per ilSetterosa. La Nazionale azzurra allenata da Fabio Conti perde 12-5 contro gli Stati Uniti e chiude i Giochi di Rio 2016 con la medaglia d'argento. Contro le favoritissime americane – già campionesse olimpiche quattro anni fa a Londra - Tania Di Marioe compagne terminano il primo quarto in svantaggio 1-4 e, nonostante una prova coraggiosa, non riescono a rientrare. E nel finale gli Usa dilagano.

All'Olympic Aquatics Stadium si capisce fin dai primissimi minuti che per l'Italia la montagna da scalare è altissima. Di fronte ci sono le americane campionesse olimpiche in carica che da Sydney 2000, ovvero da quando la pallanuoto femminile è stata introdotta nel programma olimpico, sono sempre riuscite a salire sul podio. Mathewson sblocca subito il risultato, ma Federica Radicchi replica per il gol dell'1-1. Poi, però, gli Usa accelerano e per le azzurre sono dolori: il primo quarto finisce 4-1, ma il Setterosa non molla e - grazie alle reti di Radicchi e Bianconi - arriva a metà partita a -2 (5-3). 

La partita si decide nel terzo periodo, quando le americane piazzano un parziale di 3-1 che stronca qualsiasi speranza italiana. Le azzurre vanno a segno con la Emmolo, poi è Tania Di Mario - alla partita d'addio - a mettere la firma sull'ultimo gol del Setterosa ai Giochi di Rio 2016. Il 12-5 finale non lascia dubbi: l'oro va - con pieno merito - alle americane, ma l'argento dell'Italia resta comunque da incorniciare. E infatti il commissario tecnico Fabio Conti, a fine partita, non ha dubbi: "Chi capisce di pallanuoto sa che queste ragazze hanno compiuto un miracolo sportivo".

IL CT: "UN VERO MIRACOLO"

"Queste ragazze hanno fatto un miracolo sportivo, se ci avessero detto ad inizio torneo che avremmo vinto un argento olimpico ci avrebbero preso per matti". Nonostante la sconfitta nella finale contro gli Usa, il tecnico dell'Italia della Pallanuoto Fabio Conti è soddisfatto della prova del Setterosa: "Il risultato del campo è netto e complimenti agli Usa che sono una corazzata, noi ci abbiamo provato con tutte le energie e questo è quello che conta. In questo torneo siamo stati bravi a lasciarci dietro squadre come Australia e Spagna". Poi Conti analizza l'incontro: "Non dovevamo lasciarle andare via ad inizio partita ma non ci siamo riusciti, non abbiamo retto l'urto. Ad ogni modo capita poche volte di venirsi a giocare una finale olimpica e noi ci abbiamo messo tutto il cuore". Infine torna il sorriso per aver vinto comunque un argento olimpico:"Quando si perde una finale c'è sempre rammarico ma già tra dieci minuti, sbollita la rabbia, quando le ragazze saliranno sul podio tornenranno a sorridere" conclude Conti.

 
 
 

Diretta 19 agosto olimpiadi (seconda parte)

Post n°13332 pubblicato il 21 Agosto 2016 da Ladridicinema
 
Tag: eventi, news

4.45 PALLAVOLO: Brasile in finale con un facile 3-0. 25-17 l’ultimo set.

4.30 PALLAVOLO: Brasile avanti 17-13 nel terzo set.

4.10 PALLAVOLO: Il Brasile si prende anche il secondo set contro la Russia. 25-20 il punteggio.

3.55 Squalificata la staffetta statunitense! Il bronzo va al Canada.

3.50 ATLETICA Il podio del salto con l’asta femminile: oro per la greca Stefanidi, argento per la statunitense Morris e bronzo per la neozelandese McCartney.

3.47 PALLAVOLO Primo set Brasile nella seconda semifinale maschile. 25-21 Brasile-Russia

3.44 ATLETICA 37.27 per Bolt e compagni che precedono Giappone e Stati Uniti.3.45 Grandissima prova del Giappone che per 3/4 di staffetta tiene testa ai giamaicani.

3.42 ATLETICA GIAMAICAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA ORO NELLA 4X100

3.29 PALLAMANO: la Danimarca supera 29-28 la Polonia ai tempi supplementari. I danesi affronteranno la Francia nella finale per l’oro, mentre i polacchi se la vedranno con la Germania per il bronzo.

3.23 TAEKWONDO Resta in Corea del Sud il titolo dei -67 kg. Hyeri Oh batte in finale la francese Haby Niare.

3.20 ATLETICA Dalla corsia 1 gli Stati Uniti si prendono l’oro nella 4×100 femminile, Argento Giamaica e bronzo Gran Bretagna.

3.15 PALLAMANO Nella semifinale contro la PoloniaDanimarca avanti 29-28 nel primo tempo supplementare.

3.05 ATLETICA Sopra i 78 metri il martello di Nazarov! L’atleta del Tagikistan consolida la vetta.

3.01 PALLAMANO Si va ai supplementari tra Polonia e Danimarca! 25-25 alla fine dei tempi regolamentari.

2.58 ATLETICA Stefanidi supera 4.80 al secondo tentativo!

2.56 ATLETICA McCartney supera i 4.80 al primo tentativo.

2.55 ATLETICA Doppietta Kenya nei 5000 con Cheruiyot oro e Obiri argento, bronzo deludente per Ayana che ha perso smalto negli ultimi tre giri.

2.54 PALLAMANO 24-24 tra Polonia e Danimarca al 60′.

2.53 ATLETICA Ayana si è piantata, superata da Cheruiyot e Obiri.

2.50 ATLETICA Nazarov del Tajikhistan va in testa al martello con 78.07.

2.49 ATLETICA La cubana Silva è eliminata a 4.70 nell’asta.

2.48 ATLETICA Ayana ha già un vantaggio di 50 metri sul gruppo.

2.48 ATLETICA Nell’asta eliminata anche Strutz.

2.46 ATLETICA Eliminata nell’asta anche la campionessa olimpica uscente Suhr.

2.46 ATLETICA Accelerazione decisa di Ayana nei 5000.

2.46 PALLAMANO 22 pari tra Polonia e Danimarca al 53′.

2.44 ATLETICA Ritmo lento nei primi giri dei 5000, niente record del mondo.

2.42 ATLETICA Morris supera i 4.70 al secondo tentativo. Rischia l’eliminazione Silva, due errori.

2.37 ATLETICA Riuscirà Ayana a migliorare il record del mondo anche dei 5000? Tra poco lo saprem. Stanno per partire le protagoniste, fari puntati sull’etiope che cerca la doppietta.

2.36 ATLETICA Il messicano Del Real si inserisce al terzo posto del martello con 76.05.

2.35 ATLETICA McCartney e Buchler superano al primo tentativo i 4.70.

2.34 ATLETICA Squalificata la Gran Bretagna assieme all’India nella 4×400 Dentro il Brasile, prima squadra esclusa per i tempi.

2.33 ATLETICA Elseify con 75.40 si inserisce al terzo posto nel martello. Nazarov avvicina Tsikhan con 77.27 ma resta secondo.

2.31 ATLETICA Nell’asta Buchler e Strutz superano i 4.60, solo due eliminate finora, si sale a 4.70 già superato da Stefanidi e Bradshaw al primo tentativo.

2.28 ATLETICA Fra una decina di minuti il via dei 5000 femminili. Le protagoniste: Houlihan, Kuijken, Wellings, Teferi, Obiri, Hamblin, Can, Lacaze, Wenth, Uehara, Heiner Hills, Yeshaneh, Grovdahl, McColgan, Cherono, D’Agostino, Ayana, Cheuiyot.

2.25 PALLAMANO Sorpasso Polonia! 19-18 al 36′.

2.25 ATLETICA Queste le finaliste della 4×400: Giamaica, Usa, Botswana, Polonia, Gbr, Belgio, Bahamas e Polonia. Squalificata Trinidad e Tobago.

2.20 ATLETICA Al via la seconda semifinale della 4×400 uomini. In gara Gbr, Bahamas, Repubblica Dominicana e Belgio.

2.19 ATLETICA Il bulgaro Nazarov va in testa alla classifica provvisoria del martello con 76.16.

2.19 ATLETICA Nell’asta eliminate Sutej e Ahbe.

2.15 ATLETICA Tsikhan (Bielorussia) in testa al martello (da completare il primo turno di lanci) con 76.13.

2.13 ATLETICA La Giamaica vince la prima semifinale della 4×400 con 2’58″29 davanti a Usa e Trinidad e Tobago.

2.13 ATLETICA Bradshaw e Suhr superano 4.60 nell’asta.

2.10 ATLETICA Al via la prima semifinale della 4×400 uomini con Usa, Giamaica, Francia e Polonia.

2.10 ATLETICA Nell’asta McCartney e Boyd superano 4.60.

2.07 ATLETICA Iniziata la finale del martello uomini. I protagonisti: Tsikhan, Del Real, Pars, Lomnicky, Soderberg, Domingos, Marghiev, Elseifi, Kalamoyets, Nowicky, Vynoihradov, Nazarov.

2.03 ATLETICA Nell’asta Stefanidi e Morris superano al primo tentativo 4.60.

02.03 PALLAMANO Danimarca in vantaggio 15-14 contro la Polonia. Chi vince, si giocherà l’oro del torneo maschile con la Francia; chi perde, il bronzo con la Germania.

01.58 ATLETICA Queste le squadre qualificate per la finale della 4×400: Usa, Ucraina, Polonia, Giamaica, Gbr, Canada, Italia e Australia.

01.55 ATLETICA Italia in finale!!! Grande impresa delle azzurre che con 3’25″16 migliorano il record italiano e chiudono quarte ma sono ripescate per il miglior tempo.

01.50 ATLETICA Al via la seconda semifinale della 4×400. Per l’Italia Chigbolu, Spacca, Folorunso, Grenot.

01.43 ATLETICA In pista sono pronte le protagoniste della prima semifinale della 4×400 donne. Nella seconda ci sarà l’Italia di Libania Grenot. Ora, fra le altre, Usa, Francia e Polonia.

01.30 ATLETICA Inizia la penaultima sessione notturna dell’atlwetica leggera. Si parte con l’asta donne. Le protagoniste: Stefanidi, Bradshaw, Sutej, Rizih, Morris, Ahbe, Suhr, Strutz, Silva, McCartney, Boyd, Cuchler.

01.24 BASKET Di male in peggio…73-43 con sei minuti ancora da giocare prima della doccia.

01.22 BASKET Canguri annichiliti: Serbia 66 – 38 Australia. Mancano dieci minuti alla fine, ma Teodosic (stanotte immarcabili) e soci possono già concentrarsi sul Team Usa. In palio, l’oro olimpico.

01:08 BASKET A metà terzo quarto, Serbia a quota 46, Australia a 24. Un divario impensabile alla vigilia, viste le prestazioni degli australiani a Rio.

00:56 BASKET E’ ricominciata la seconda semifinale del torneo maschile. Chi vince, affronterà Team Usa nella finale per l’oro.

00:45 BASKET FINE SECONDO QUARTO: Serbia 35 – 14 Australia. La squadra allenata da Saša Đorđević sta dominando in ogni fondamentale. Teodosic (12pti) e Mills (5pti) i top scores delle due squadre.

00:34 BASKET A metà secondo quarto, serbi avanti di 14 (26-12). I Boomers sembrano solo la brutta copia di quelli ammirati fin qui.

00:21 BASKET FINE PRIMO QUARTO: Serbia 16 – 5 Australia. Europei perfetti in difesa, ricordiamo che gli Aussie sono la squadra con il maggior numero di punti all’attivo qui a Rio… alieni a stelle e strisce esclusi.

00:20 CALCIO Partita finita e la Germania si aggiudica il suo primo oro nel torneo olimpico di calcio femminile dopo i tre bronzi di Sydney, Atene e Pechino. Decisa Maroszan nel 2-1 finale dell’incontro con la Svezia, medaglia d’argento

00:16 BASKET A due minuti dalla prima sirena della partita: Serbia 14 – Australia 5. Grande inizio per le Aquile balcaniche e per due dei loro simboli più splendenti Teodosic-Raduljica.

00:10 BASKET Ha avuto inizio la seconda semifinale maschile tra Serbia ed Australia. In finale ci sono già gli Stati Uniti, che precedentemente hanno superato la Spagna per 82-76.

00:06 TUFFI Finita l’eliminatoria 10 metri maschile. Vince il britannico Thomas Daley con 571.85 punti: domani, se ripetuti, potrebbero valergli l’oro. Ma alle sue spalle incalzano i cinesi Qiu Bo (564.75) e Chen Aisen (545.35). Quarto il campione uscente, lo statunitense David Boudia (496.55). Non ci sono vittime eccellenti. Eliminato l’italiano Maicol Verzotto, 27° con 313.10 punti. Domani alle 16 italiane la semifinale, i primi 12 andranno in finale alle 21.30.

23:53 CALCIO La Svezia accorcia le distanze grazie a Blackstenius su assist dalla destra di Schough. 2-1 per la Germania.

23:49 TUFFI Chiude malissimo Maicol Verzotto, scarso in ingresso nel doppio e mezzo rovesciato. Parziale di 28.90, totale di 313.10.

23:47 CALCIO Raddoppio della Germania su autorete di Sembrant. La medaglia d’oro sembra indirizzata verso le teutoniche.

23:45 LOTTA L’iraniano Hassan Aliazam Yazdanicharati conquista la medaglia d’oro della categoria 74 kg superando in finale il russo Aniuar Geduev. Medaglie di bronzo all’azero Jabrayil Hasanov ed al turco Soner Demirtas.

23:36 TUFFI Penultima rotazione terminata per l’eliminatoria da 10 metri. Daley strappa ben tre 10 con il rovesciato e vola a 474.65 punti. Seguono sempre i cinesi Qiu Bo (464.85) e Chen Aisen (448.15). Oltre quota 400 anche il campione uscente Boudia (410.15). Ormai fuori Verzotto, 26°.

23:33 CALCIO Germania in vantaggio con uno splendido goal di Marozsan dal limite dell’area.

23:32 CALCIO Iniziato il secondo tempo della finale femminile tra Germania e Svezia, risultato sempre di 0-0.

23:31 PENTATHLON Ventiseiesimo posto per Claudia Cesarini.

23:30 PENTATHLON Alice Sotero chiude all’ottavo posto.

23:29 PENTATHLON Medaglia d’oro all’australiana Esposito, argento alla francese Clouvel, bronzo alla polacca Nowacka.

23:27 PENTATHLON Alice Sotero recupera l’ottava posizione.

23:26 PENTATHLON Nowacka viene superata da Esposito, al suo inseguimento la stessa polacca e Clouvel.

23:24 PENTATHLON Alice Sotero è in decima posizione dopo il terzo tiro.

23:23 PENTATHLON Siamo al terzo poligono. Nowacka commette alcuni errori ma ha sempre un netto vantaggio sull’australiana Esposito, che ha superato la francese Clouvel.

23:19 PENTATHLON Al secondo poligono allunga Nowacka sulla francese Clouvel. Sotero commette qualche errore ma mantiene una posizione tra le migliori sette.

23:17 TUFFI Quinto tuffo per Verzotto, triplo e mezzo indietro raggruppato. Ingresso molto abbondante. 56.10.

23:16 PENTATHLON Grande inizio per Alice Sotero, che non commette errori al poligono.

23:15 PENTATHLON Inizia la gara, al via la polacca Oktawia Novacka.

23:13 PENTATHLON Tra due minuti avrà inizio il combined event che assegnerà le medaglie femminili.

23:06 TUFFI Termina la quarta serie. Grandissimo Daley primo con 376.05, seguono sempre i cinesi Qiu Bo (366.05) e Chen Aisen (364.90). Staccatissima la concorrenza, ma è solo l’eliminatoria. Verzotto è 27° (228.10), 18° posto distante 30 punti.

23:04 CALCIO Dopo 35′, la finale femminile tra Svezia e Germania è ferma sul punteggio di 0-0.

22.48 tuffi: triplo e mezzo ritornato raggruppato per Verzotto, probabilmente ultima occasione per tornare in gara

22.45 tuffi: scarso in ingresso l’azzurro, 41.60 che sanno di sentenza.

22.43 lotta: Il georgiano Vladimer Khinchegashvili ha conquistato la medaglia d’oro della categoria 57 kg di lotta libera battendo per 4-3 il giapponese Rei Higuchi. Sul gradino più basso del podio troviamo l’azero Haji Aliyev e l’iraniano Hassan Sabzali Rahimi.

22.33 tuffi: metà gara per l’eliminatoria dei 10 metri maschili! Comanda Daley con 272.45 punti, alle sue spalle i due cinesi Chen Aisen (271.30) e Qiu Bo (263.45). Verzotto è scivolato in 23esima posizione (186.50) e il 18° dista oltre 20 punti.

22.30 hockey prato: nella finale femminile è in corso il secondo quarto: Gbr-Olanda 1-1

22.26 Pentathlon: prima del decisivo combined (corsa+tiro), Alice Sotero è sesta ex aequo con l’irlandese Coyle (803 punti). Conduce sempre la polacca Nowacka (847) seguita dalla francese Clouvel (835). Ricordiamo che i punti di distacco corrispondono a secondi di handicap con cui partire nella prova conclusiva. Cesarini lontana dalla zona-podio.

22.25 calcio: sta per iniziare la finale del torneo femminile tra Germania e Svezia

22.13 tuffi: verticale per Maicol Verzotto, 56 punti, ingresso piuttosto abbondante. A metà gara l’azzurro ha 186.50, non bene per sognare il passaggio del turno.22.15 Basket: gli Stati Uniti sono la prima finalista del torneo di basket alle Olimpiadi di Rio 2016. Sconfitta la Spagna 82-76. A mezzanotte l’altra semifinale tra Australia e Serbia

22.11 pentathlon: 279 punti per la nostra Alice Sotero. 21 punti di penalità inflitti all’astigiana (ostacoli), che può sorridere alla luce della pessima prova di Lena Schoneborn (quarta nella generale); l’azzurra è sempre al terzo posto e manca una sola prova, il combined… Nowacka 9^ e Clouvel 11^ nell’equitazione, restano loro le prime due in classifica.

22.06 pallamano: la Francia vola in finale al termine di un match enozionante. La rimonta della Germania si ferma sul 28-28, poi la rete di Narcisse allo scadere fa volare i transalpini in finale

22.02 tuffi: seconda rotazione dell’eliminatoria maschile da 10 metri. Il cinese tre volte campione del mondo Qiu Bo comanda con 176.25 punti, davanti al britannico Thomas Daley (176.20) e allo statunitense David Boudia (174.60). Segue l’altro cinese Chen Aisen (172.30): salvo colpi di scena saranno loro domani a giocarsi le medaglie. Maicol Verzotto, ultimo italiano in gara, è al momento 19° con 130.50, sarebbe il primo degli esclusi. A 70 centesimi c’è comunque il 18° posto del brasiliano Hugo Parisi.

22.02 Pentathlon: Brutta prestazione per Lena Schoneborn, che non ha concluso la prova. Ora tocca ad Alice Sotero: forza Alice!

22.00 Pentathlon: una delle vittime più illustri della prova a cavallo è stata la campionessa lituana Laura Asadauskaite, oro a Londra. Cinque i percorsi netti fin qui realizzati.

 
 
 

Diretta 19 agosto olimpiadi

Post n°13331 pubblicato il 21 Agosto 2016 da Ladridicinema
 
Tag: eventi, news

 

21.58 Pentathlon: mancano solo 5 pentatlete per concludere la prova di equitazione, terzo segmento della gara femminile che oggi assegna le medaglie. Una di queste sarà la nostra Alice Sotero, attualmente terza in classifica.

21.52 Basket: si chiude il terzo quarto con la schiacciata DeAndre Jordan ed è la fotografia di questo quarto dove il centro di Team USA ha dominato. Stati Uniti avanti 66-57

21.51 pallamano: a 7′ dalla fine torna sotto la Germania. Francia-Germania 27-25

21.46 tuffi: triplo e mezzo avanti carpiato per Maicol Verzotto nella seconda rotazione, 58.50. Sfavorito dal coefficiente, ingresso un filo scarso. Dopo un terzo di gara è a 130.50

21.45 Pentathlon: dopo 22 binomi su 36 che hanno concluso la prova di equitazione, quattro percorsi netti: Kim (Corea del Sud), Vega (Messico) e French (Gran Bretagna), che dunque si trovano in testa alla classifica di specialità con 300 punti. Cesarini 16^ (261), Sotero partirà fra una decina di minuti.

21.44 boxe: La francese Estelle Mossely si è aggiudicata il titolo della categoria 60 kg battendo per 2-1 la cinese Yin Junhua. Medaglie di bronzo alla finlandese Mira Potkonen ed alla russa Anastasiia Beliakova.

21.43 basket: Usa avanti 61-53 a 2’40” dalla fine del terzo quarto sulla Spagna nella semifinale del torneo maschile

21.41 pallamano: dominio Francia in semifinale del torneo maschile sulla Germania: 25-19 a metà del secondo tempo

21.37 Pallanuoto: arriva l’ultimo gol in azzurro di Tania Di Mario. Finisce 12-5 per gli Usa, oggettivamente superiori. Argento Setterosa.

21.36 Pallanuoto: altro gol Usa, 12-4.

21.34 Pallanuoto: sempre 11-4 Usa a 2′ dal termine.

21.30 tuffi: finisce la prima rotazione dell’eliminatoria maschile da 10 metri. Verzotto è 13° con 72 punti, il 18° dista meno di cinque lunghezze ma la gara è solo all’inizio. Davanti i big fanno già sul serio: Chen Aisen (Cina) 91.80 è davanti a David Boudia (Stati Uniti, 88.20) e a Thomas Daley (Gran Bretagna, 88).

21.30 Boxe femminile: la francese Estelle Mossely vince l’oro dei pesi leggeri. Sconfitta in finale per split decision la cinese Yin.

21.28 Pallanuoto: rigore trasformato dagli Usa. 11-4, punizione forse troppo severa ora.

21.27: Pentathlon: il punteggio di Claudia Cesarini è stato successivamente corretto! Nessun percorso netto per la romana, bensì un punteggio totale di 261, figlio di 27 punti di penalità per ostacoli abbattuti e 12 per aver oltrepassato il tempo limite.

21.25 Pallanuoto: 10-4, Fischer. Usa superiori.

21.22 Pallanuoto: terminato il terzo quarto, Usa-Italia 9-4.

21.21 Pallanuoto: Usa a segno in superiorità, 9-4. Forse è finita qui.

21.19 Basket: tra Team Usa e Spagna è 45-39 all’intervallo lungo. Partita bellissima ed equilibrata. Thompson (17) e Gasol (12) i migliori realizzatori di ciascuna squadra.

21.17 Pallanuoto: Giulia Emmolo accorcia, 8-4.

21.15 Pallanuoto: controfuga Usa e 8-3. Il Setterosa non sembra avere la forza di reagire contro la squadra più forte del torneo.

21.15 Boxe femminile: l’olandese Fontijn è in finale nei -75 kg contro l’americana Shields. Non una buona notizia per l’Italia in ottica medagliere.

21.14 Pentathlon: percorso netto anche per Claudia Cesarini nell’equitazione! Bravissima la romana in sella al suo Udanum Vila Fan; ora è al primo posto con la messicana Vega. Mancano 24 binomi alla conclusione.

21.13 pallanuoto: Bianconi sbaglia un rigore, non ci voleva. Si resta 7-3.

21.12 pallanuoto: 7-3 Usa, ora serve un miracolo al Setterosa.

21.10 tuffi: inizia l’eliminatoria di Maicol Verzotto, avvitamento indietro per lui. 72 punti! Ottimo avvio

21.09 Basket: C’è partita tra Team Usa e Spagna. A 180 secondi dall’intervallo lungo, gli statunitensi sono avanti di appena 6 punti (36-30).

21.07 Pallanuoto: ricominciata la finale e gol degli Stati Uniti con Fattal. 6-3

21.03: si chiude il secondo quarto nella pallanuoto. Il Setterosa è ancora li. 5-3 per gli USA

21.01 Atletica: il podio della 20 km femminile. Oro Liu (Cina), argento Gonzalez (Messico), bronzo Lu (Cina). Palmisano quarta a 28 secondi. L’azzurra ha dato tutto, brava lo stesso

20.59 Pallanuoto: Bianconiiiii! Il Setterosa è vivo. 5-3

20.57 Atletica: ultimo chilometro, serve un miracolo ora per l’azzurra.

20.56 Atletica: Palmisano perde terreno, purtroppo si profila un quarto posto

20.54 Atletica: Palmisano prova a non mollare, è quarto a 4 secondi dal terzetto di testa.

20.53 Pallanuoto: arriva il gol di Fattal. 5-3 USA

20.52 Atletica: vanno via Liu, Lu e Gonzalez.

20.51 Pallanuoto: gol di Federica Radicchi. Accorcia il Setterosa. 4-2

20.49 Atletica: si stacca Antonella Palmisano a 2 km dal termine

20.47 Pallanuoto: arriva anche il poker delle americane con Fisher. Finisce il primo tempo. 4-1 Stati Uniti

20.46 Atletica: ora Antonella Palmisano fa un po’ fatica, è l’ultima del gruppo. Bisogna stringere i denti!

20.45 Pallanuoto: terzo gol degli USA con Craig. 3-1 USA

20.43 Atletica: in cinque per le medaglia. Qieyang (Cina, Lu (Cina), Liu (Cina), Gonazalez (Messico) e Palmisano.

20.38 Pallanuoto: 2-1 Stati Uniti con la palombella di Neushul

20.37 Atletica: 6 km all’arrivo. In 6 nel gruppo di testa. Tre cinesi, Gonzalez (Messico), Palmisano e De Sena (Brasile)

20.37 Pallanuoto: Radicchiiiiiii! Pareggia subito il Setterosa

20.35 Pallanuoto: gol degli USA Mathewson

20.33 Pallanuoto: inizia la finale del Setterosa. Tutti con le azzurre

20.32 Atleitca: non molliamo! Ci resta Antonella Palmisano in lotta per il podio!

20.30 Atletica: arriva la squalifica per Anna Eleonora Giorgi. Ancora un volta l’azzurra non porta a termine una gara, come accaduto ai Mondiali e in Coppa del Mondo

20.29 Atletica: momento di difficoltà per Giorgi e Palmisano, teniamo duro ora!

20.29 Volley: BUTIIIIIIIIIIIIIIII IL MUROOOOOOOO. HA VINTOOOOOOO L’ITALIAAAAAAAAAA. SIAMO IN FINALEEEEEEEEE

20.27 Volley: Russell ooooooouuuut. 14-9. Cinque match point

20.26 Volley: puntooooooooo di Colaciiiiiiii. Incredibileeeeee punto su ricezione del nostro liberooooo. Succede di tutto 13-9

20.25 Atletica: Liu, Li, Gonzalez, Lesena, Palmisano e Giorgi nel gruppo di testa.

20.25 Volley: c’è il tocco del muro azzurro su Andersen. 12-9

20.25 Volley: aceeeeeeeeeeee di Juantorenaaaaaaa 12-8

20.25: Sandeeeeeers ouuuuut. 11-8 per gli azzurri

20.25 E’ una notte senza fine! Alle 20.30 Italia-Usa, finale del torneo di pallanuoto femminile!

20.24 Volley: muroooooooo di Giannelli. La palla è sulla riga. Siamo avanti 10-7

20.23 Volley: sbaglia purtroppo la battuta Buti,ma che lavoro al servizio del centrale azzurro

20.22 Volley: aceeeeeeee di Buti. 9-6. Forza azzurri.

20.21 Atletica: davanti restano in sei e ci sono anche le azzurre Giorgi e Palmisano.

20.20 Atletica: Elisa Rigaudo si stacca, ma la veterana azzurra è solita rinvenire forte nel finale…

20.20 Volley: ancoraaaaaaa lo Zaaaaar. Senza muro devastante Ivan. Grande merito anche alla battuta di Buti. 8-6

20.19 Atletica: le cinesi dettano il passo, Giorgi risponde bene.

20.19 Volley: Juantorenaaaaa di primaaaa. 7-6

20.19 Volley: servizio di Lanza che si ferma sul nastro. 6-6

20.19 Volley: Sanders out. Siamo avanti 6-5

20.18 Volley: difesa incredibile americana sulla pipe di Juantorena, ma poi ci pensa Pippo Lanza

20.17: sbaglia la battuta lo zar. 5-4 Usa

20.16 Atletica: ora Elisa Rigaudo fa un po’ di fatica.

20.16 Volley: prima una gran diagonale di Russell e poi Holt spara fuori il servizio. Ancora pari 3-3

20.15: lo zar senza muro. 2-2 Ci aggrappiamo ad Ivan

20.15 Volley: sbaglia la battuta Giannelli

20.15 Volley: ancora lo zar. 1-1

20.14 Volley: parallela out dello Zar, ma che difesa quella azzurra. 0-1

20.14 Atletica: azzurre nel gruppo di testa a metà gara

20.13 Volley: inizia il tiebreak. Ivan Zaytsev ci ha dato una chance. Sfruttiamola ragazzi

20.10 Volley: ancoraaaaaaaaa ancoraaaaaaaa lo zaaaaaaaaaaar. Ace di Zaytsev. Andiamo al tiebreak

20.09 Volley: ancoraaaaaaa lo zaaaaaaar. 24-22

20.08 Volley: aceeeeeeeee dello Zaaaaaaar. 23-22 per l’Italia

20.07 Volley: Andersooooon ouuut. 22 pari

20.05: Murooooo di Lanza

20.04 Volley: primo tempo di capitan Birarelli 21-19

20.03 Volley: il missile di Holt. 21-18

20.02: Lanza out. Era una palla da mettere giù. Gli Usa scappano nuovamente 20-18. Ora o mai più. Forza Italia

20.00 Volley: il primo tempo di Birarelli. 18-18

19.58 Pentathlon: Il bonus round ha regalato due ulteriori punti in classifica alla polacca Nowacka, uno alla francese Clouvel ed all’italiana Sotero (tre a Claudia Cesarini). Zero punti bonus per Lena Schoneborn (resta a 519), dunque, le prime tre posizioni rimangono invariate: 1. Nowacka 554; 2. Clouvel 542; 3. Sotero 524. Cesarini 25^ con 483 punti. Tra 40 minuti circa, l’equitazione.

19.57 Equitazione: Lo svizzero Steve Guerdat su Nino des Buissonnets sbaglia subito! Il campione di Londra 2012 non potrà ripetersi.
Il qatarino Sheikh Ali Al Thani su First Devision commette due errori ed è in terza posizione.

19.56 Calcio femminile:finita alla Corinthians Arena. Vince il Canada 2-1 contro il Brasile. Bronzo alle nordamericane

19.55 Volley: purtroppo tocco millimetrico del muro italiano 14-13

19.54 Volley: lo zaaaaaaaaar. Pareggio 13-13

19.53 Volley: scambio incredibile purtroppo chiuso dalla pipe fuori di Juantorena. Usa avanti 13-12

19.52 Equitazione: Il britannico Nick Skelton su Big Star mette a segno un netto in 42″82 nel barrage.

19.51 Volley: altro errore dell’Italia con Zaytsev. 12-9. Scappano via gli americani

19.49 Volley: purtroppo c’è l’invasione di Juantorena. Azzurri sotto 11-9. Dobbiamo stare li. Forza ragazzi

19.46 Bmx: arrivano i primi risconti. Mariana Pajon, Alise Poste, Stefany Hernandez, Manon Valentino, Laura Smulders, Brooke Crain, Elke Vanhoff e Yaroslava Bondarenko sono qualificate per la finale femminile.

19.45: prima Anderson e poi il muro subito da Buti. Siamo di nuovo sotto. 6-7

19.44 Volley: Anderson out. Siamo avanti 6-5

19.43 Volley: murooooo di Buti. Pareggio degli azzurri 5-5

19.43 Volley: Ace di Anderson. Forza ragazzi bisogna reagire subito

19.42 Volley: inizio combattuto del set 4-3 Usa

19:38 calcio femminile: Brasile che riapre la partita grazie a Beatriz che con una splendida giocata si libera del difensore realizzando l’1-2 contro il Canada

19.37 Equitazione: lo svedese Peder Fredricson su All In è il quinto a non commetere errori ed a qualificarsi per il barrage che assegnerà le medaglie.

19.36 Volley: 25-9 Usa, Italia indegna. Gli azzurri sono sotto 2-1. Se hanno un briciolo di orgoglio, è il momento di dimostrarlo.

19.34 Equitazione: lo statunitense Kent Farrington su Voyeur si aggiunge a coloro che si giocheranno le medaglie, doppio netto anche per lui.

19.33 Volley: 21-6 Usa. Si sta per concludere un set da horror per l’Italia.

19.31 Atletica: iniziata la 20 km di marcia.

19.31 torniamo a fare punto con Antonov. 5-18.

19.31 murato Vettori. 4-18. Ma la testa dov’è? Il cuore dov’è?

19.30 4-17. Azzurri completamente fuori dal match.

19.29 ancora Anderson, 4-16. Ora è umiliante.

19.29 murato Birarelli, 4-15. Non si può buttare una semifinale olimpica così.

19.28 4-14. Entrano Sottile e Vettori al posto di Giannelli e Zaytsev.

19.28 4-13. Non è possibile così, senza lottare. Non è possibile!

19.27 altro errore di Zaytsev. 4-12. Non è la vera Italia.

19.26 Zaytsev attacca fuori, siamo nel pallone. 4-11.

19.25 Volley: murato Juantorena, 4-10. Terzo set quasi in cassaforte per gli Usa.

19.24 Equitazione: il qatarino Sheikh Ali Al Thani su First Devision è il terzo binomio a realizzare un doppio percorso netto. Sono in tre al comando della classifica.

19.23 Russell, 3-8.

19.22 pipe di Sander. Si sta mettendo maledettamente male. 2-7 Usa.

19.21 Holt attacca in rete, 2-6.

19.21 non va il primo tempo di Buti, poi Russell. 1-6 Usa.

19.19 Equitazione: lo svizzero Steve Guerdat su Nino des Buissonnets pareggia il doppio netto di Skelton. Il campione di Londra resta in gara per un secondo titolo olimpico.

19.19 invasione di Zaytsev. 1-5 Usa. Ora è notte fonda.

19.18 Lanza attacca fuori. 1-4. L’Italia ha accusato il colpo, bisogna reagire subito.

19.17 Russell, 1-3. A muro stiamo faticando.

19.16 1-2, Lanza.

19.16 Lanza murato, 0-2.

19.16 volley, Anderson, 0-1 Usa.

19:14 calcio femminile: raddoppio del Canada con Sinclair su assist dell’onnipresente Rose al 55′. Canada 2 Brasile 0

19.13 Equitazione: Il britannico Nick Skelton su Big Star realizza subito un doppio percorso netto e si propone per la zona medaglie. L’olandese Jeroen Dubbeldam su Zenith commette una infrazione di tempo di due centesimi! E’ dunque secondo con una sola penalità.

19.12 Atletica: alle 19.30 via alla 20 km di marcia femminile con Giorgi, Palmisano e Rigaudo.

19.11 ace di Anderson. 28-26 per gli Usa. 1-1. Tutto da rifare.

19.11 out la battuta di Birarelli.

19.11 Holt sbaglia il servizio, 26-26.

19.10 Juantorena murato in pipe da Lee, 25-26.

19.10 Anderson, 25-25.

19.09 contrattacco incredibile di Lanza, 25-24 Italia. Juantorena al servizio…Dai Pantera.

19.09 Juantorena lo annulla, 24-24. Ancora vantaggi.

19.08 pallonetto di Anderson, 23-24. Set-point Usa.

19.08 Juantorena al terzo tentativo la mette giù. Ma ora stiamo faticando tantissimo. 23-23.

19.07 Giannelli prova il tocco di seconda e viene murato. Sorpasso Usa, 22-23.

19.06 il primo tempo di Holt è una sentenza. 22-22.

19.06 invasione Usa, 22-21. Juantorena è in difficoltà, si deve sbloccare assolutamente!

19.04 Holt blocca Juantorena. Parziale di 3-0 per gli Usa. 21-21. Ora sarà finale in volata. Time-out Italia.

19.04 Zaytsev murato. Si riapre tutto. 21-20.

19.03 Juantorena, noooo!!! Murata la Pantera. 21-19. Era importantissimo! Pensiamo alla prossima palla.

19.02 Russell batte in rete. 21-18.

19.02 Zaytsev attacca fuori. 20-18.

19.01 Anderson attacca fuori e ci grazia. 20-17. Ora gli occhi di tigre ragazzi!

19.01 azione lunga, poi Russell trova il tocco a muro di Lanza. 19-17.

18.59 Russell attacca fuori! 19-16. Time-out Usa.

18.58 pipe di Juantorena. 18-16.

18.57 17-16, invasione di Zaytsev. Non era andato giù il primo tempo di Birarelli. Time-out Italia. E’ una battaglia pazzesca, degna di una semifinale olimpica.

18.56 il solito primo tempo di Holt. 17-15.

18.56 attacco importantissimo di Zaytsev. 17-14.

18.55 incredibile difesa degli Usa e poi mani fuori di Sander. 16-14.

18.54 ancora Giannelli di seconda! 16-13.

18.53 Buti sbaglia il servizio, 15-13.

18.52 ACE! La battuta flottante di Buti cade in campo! 15-12! Time-out Usa.

18.52 Buti murato, copertura di Colaci e poi Giannelli di seconda. 14-12.

18.51 niente da fare, Anderson. 13-12.

18.51 volley: mani fuori di Lanza. 13-11. Dai un break adesso!

18:51 calcio femminile: termina il primo tempo tra Brasile e Canada, finale per il bronzo. In vantaggio le canadesi con rete di Rose al 25′.

18.50 azione lunghissima, Zaytsev viene murato. Non ci voleva. 12-11.

18.49 12-10, errore in battuta Usa.

18.48 grande difesa dell’Italia, ma Anderson chiude. 11-10.

18.48 Holt batte in rete, 11-9.

18.48 incubo Holt, incontenibile. 10-9.

18.47 10-8 Italia.

18.46 che sassata di Anderson, 9-8.

18.46 ECCOLO! Fallo in palleggio di Anderson! 9-7.

18.45 primo tempo di Birarelli. Ora servirebbe un breakkino…..8-7.

18.45 Holt è un incubot, 7-7. Ma prima o poi lo fermeremo…

18.44 Zaytsev colpisce in testa Lee! 7-6.

18.44 Lanza batte in rete, 6-6. Match equilibratissimo.

18.44 murone di Juantorena! 6-5 Italia.

18.43 cosa risolve Lanza, che mani fuori. 5-5.

18.43 mani fuori di Russell, 4-5.

18.42 primo tempo di Buti. 4-4.

18.42 ace di Anderson, 3-4 Usa.

18.41 3-3.

18.40 ancora Holt…2-2.

18.39 attacco di Juantorena, 2-1.

18.39 primo tempo di Holt, dobbiamo cercare di arginarlo. 1-1.

18.38 Volley: attacco di Juantorena, 1-0.

18.37 Volley: l’Italia era indietro di 6 punti, ha recuperato e vinto 30-28 il primo set. Avanti così!

18.38 Ginnastica ritmica: 17.516 il punteggio di Veronica Bertolini con il cerchio. L’azzurra al termine della seconda rotazione è 18ma nel parziale.

18:36 calcio femminile: al 25′ il Canada sblocca il risultato con un goal di Rose grazie ad uno splendido assist di Lawrence dall’out sinistra. Canada 1 Brasile 0.

18.34 Volley: ECCOOOOOLOOOOOOOOOOOOOOOO!!! ALTRO ACE DI BIRARELLI! 30-28, PRIMO SET ALL’ITALIA!

18.33 Volley: ace di Birarelli! 29-28 Italia! Dai ora, grande Bira, regalaci un altro ace!

18.32 Volley: Zaytsev la mette giù. 28-28. Facciamo un muro!!!!

18.31 Volley: pipe di Sander, 27-28. Gli Usa non sbagliano niente.

18.31 Volley: Juantorena ci tiene ancora aggrappati, 27-27.

18.30 Volley: ancora un primo tempo di Holt. 26-27.

18.30 Volley: mani fuori pazzesco e difficilissimo di Juantorena. 26-26.

18.29 Volley: primo tempo Holt, 25-26.

18.29 Volley: ZAYTSEEEEEEEEEEEVVV!!! Ma che difesa di Lanzaaaa! Era un punto perso, ma restiamo in piedi! 25-25! Lottiamo! Lottiamo con gli azzurri!

18.27 Volley: altra occasione persa, Juantorena murato!!! Cosa abbiamo sprecato! 24-25.

18.26 Volley: Zaytsev, 24-24.

18.25 Volley: nooooooooooooo!!! Lanza murato, era un pallone cruciale! 23-24 Usa.

18.25 Volley: Lanzaaaaaaa! Pareggio! 23-23!

18.24 Volley: ace di Zaytsev! 22-23!

18.23 Volley: mani fuori di Lanza, 21-23.

18.22 Volley: 20-23. Ora o mai più…

18.22 Pentathlon: dopo due prove (ranking round scherma e nuoto), le prime tre posizioni della graduatoria generale sono occupate rispettivamente da Oktawia Novacka (Polonia), con 552 punti, da Elodie Clouvel (Francia), con 541 punti, dalla nostra Alice Sotero, a quota 523 punti.

18.21 primo tempo Lee, 18-22. Non riusciamo a rientrare.

18.20 mani fuori di Juantorena. 18-21.

18.20 Volley: niente da fare, pipe di Sander. 17-21.

18.19 Volley: diagonale di Juantorena, 17-20. Ora bisogna fare break…

18.18 Volley: Sander attacca fuori, ma c’è il tocco del muro azzurro, che peccato. 16-20.

18.18 Volley: muro di Giannelli! 16-19! Dai, crediamoci!

18.16 Volley: Anderson, 14-19. Non funziona il muro azzurro per ora.

18.15 Volley: poi Zaytsev sbaglia il servizio successivo. Poi Lanza ci tiene in vita. 14-18. Proviamo a crederci! Forza!

18.14 Volley: ace di Zaytsev! 13-17.

18.14 Volley: Lanza, 12-17. Serve un break. Ora…

18.14 Volley: Christenson di seconda. 11-17.

18.13 Volley: Russell, Usa avanti 10-16 sull’Italia.

18.12 Volley: Russell attacca fuori, 10-15.

18.11 Volley: Holt ci sta facendo male al servizio, poi Zaytsev sbaglia. 8-15. Primo set ormai andato.

18.10 Volley: invasione di Zaytsev, 8-14. Time-out Italia, avvio davvero complicato. Gli azzurri si devono sciogliere.

18.10 Volley: sbaglia la battuta Giannelli, 8-13.

18.09 Volley: Zaytsev prova ad accorciare, 8-12.

18.08 Volley: Birarelli stringe i denti! Rientra e mette giù un primo tempo! 7-12.

18.07 Volley: Lanza sbaglia malamente un servizio, 5-11. Birarelli resta in panchina, infortunato.

18.06 Volley: l’Italia non c’è, 4-10 Usa. Primo set compromesso.

18.06 Volley: Buti accorcia in primo tempo, 4-8.

18.04 Volley: piove sul bagnato. Si infortuna Birarelli. E gli azzurri naufragano a -5. 3-8.

18.04  nuoto sincronizzato: terminato il nuoto sincronizzato a Rio 2016! La classifica finale della gara a squadre: Russia 196.1439, Cina 192.9841, Giappone 189.2056, Ucraina 188.6080, Italia 188.3809, Brasile 171.9985, Egitto 155.5505, Australia 149.5000.

18.03 Volley: doppio ace di Anderson. 2-6 Usa, avvio molto difficile per l’Italia.

18.02 Volley: Juantorena sbaglia la battuta, 2-4.

18.01 Volley: Zaytsev murato, primo allungo Usa. 1-3.

18.00 Volley: primo attacco di Russell, 0-1 Usa.

17.58 Volley: ci siamo, sta per iniziare la semifinale maschile tra Stati Uniti e Italia.

17.52 Pentathlon: nel nuoto Alice Sotero 7ma a pari merito con l’australiana Esposito (303 punti); Cesarini 26^.

17.51 Golf femminile: continua a dominare la sud-coreana Park, che ha 3 colpi di vantaggio sull’americana Piller. Non una buona notizia per l’Italia in chiave medagliere.

17.47 Lotta: la finale della categoria 74 kg della lotta libera metterà di fronte il russo Aniuar Geduev e l’iraniano Hassan Aliazam Yazdanicharati. Tra i 57 kg, invece, si affronteranno il giapponese Rei Higuchi ed il georgiano Vladimer Khinchegashvili.

17.46 Volley: alle 18 la semifinale Stati Uniti-Italia…

17:42 PALLANUOTO FEMMINILE La Russia si impone al termine di un rocambolesco 7-6 ai rigori sull’Ungheria e conquista la medaglia di bronzo.

17:41 NUOTO SINCRONIZZATO 99.1333! E’ un punteggio assurdo per la Russia che vincerà la medaglia d’oro! 196.1439 il totale.

17:39 PENTATHLON L’ultima batteria, quella con le pentatlete in possesso del miglior tempo d’ingresso, disegna la graduatoria definitiva del nuoto (seconda prova): 1. GUBAYDULLINA, Russia (317 punti); 2. CLOUVEL, Francia (315); 3. KOVACS, Ungheria (313).

17:32 BADMINTON Carolina Marin campionessa olimpica! Arriva il sesto oro per la Spagna!

17:32 PALLANUOTO FEMMINILE clamoroso pareggio all’ultimo secondo della Russia! Partita senza fine, si andrà ai rigo

 
 
 

Rio 2016, beach volley: argento per Lupo e Nicolai

Post n°13330 pubblicato il 19 Agosto 2016 da Ladridicinema

Sotta la pioggia di Copacabana l'oro ai brasiliani Bruno e Alison

19 Agosto 2016
Rio 2016, beach volley: argento per Lupo e Nicolai

Sotto la pioggia di Copacabana, la coppia azzurra formata daDaniele Lupo e Paolo Nicolai è stata sconfitta nella finale del torneo di beach volley maschile dai brasiliani campioni del mondo in carica Alison-Bruno per 2-0 (21-19, 21-17). Per l'Italia arriva quindi una medaglia d'argento che porta a 24 il bottino azzurro (8 ori-10 argenti -6 bronzi).

Foto 1

 

Una medaglia storica nel tempio del beach a Copacabana. Il Brasile questa volta non ha fallito, ma per l'Italia l'argento della coppia Lupo-Nicolai nella finale del torneo olimpico e' comunque un grande e insperato successo. 'O maestro', il professore, come e' stato ribattezzato Daniele Lupo nell'Arena di Rio i brasiliani, non e' riuscito a far piangere la torcida degli 12 mila accorsi sul lungomare piu' celebre del mondo, nonostante una pioggia incessante, per incitare il duo di casa Alison Cerruti e Bruno Oscar Schmidt. Il 25enne romano e Paolo Nicolai possono comunque abbracciarsi felici, mentre la coppia brasiliana fa godere il popolo carioca dell'Arena costruita a Copacabana, conquistando per due set a zero (21-19, 21-17) il primo oro olimpico della loro carriera, e riportando nella casa naturale del beach quel titolo che mancava da Atene 2004. 

"LORO SONO I PIU' FORTI"

Un pizzico di rammarico per il mancato ora, ma tanta gioia per la medaglia d'argento. E' lo stato d'animo di Daniele Lupo e Paolo Nicolai dopo la sconfitta nella finale del torneo olimpico di beach volley contro i brasiliani Alison-Bruno a Copacabana. "Abbiamo dato tutto. Loro sono sicuramente la coppia più forte del mondo e lo hanno dimostrato, complimenti a loro. Noi abbiamo fatto tutto quello che si poteva, poi non possiamo essere perfetti", argomenta Nicolai. "Eravamo qui con l'obiettivo di provare a fare una medaglia - prosegue l'abruzzese -, al colore non ci pensavamo. Quello era il nostro obiettivo, anche se prima di partire non eravamo sicuri di farcela". A fare la differenza anche la maggior esperienza dei brasiliani. "Loro sono giocatori abituati a giocare finali - dice ancora Nicolai -, sono campioni del mondo, hanno grande consapevolezza e sanno giocare a beach volley. Abbiamo provato a metterli sotto pressione, ma ne sono usciti da campioni. Speravo in un epilogo diverso, ma va bene così". Di poche parole ma dai concetti chiari Daniele Lupo. "Sono felice per la medaglia - racconta -, loro hanno giocato meglio mentre noi abbiamo sbagliato un po' troppo. Speriamo che questa medaglia faccia crescere ulteriormente il movimento italiano". Archiviata la finale persa, Lupo ritrova vigore parlando del futuro. "Ci riproveremo a Tokio", la promessa del 'maestro'. Musica per le orecchie degli appassionati.

 
 
 

diretta 18 agosto olimpiadi (seconda parte)

Post n°13329 pubblicato il 19 Agosto 2016 da Ladridicinema
 
Tag: eventi, news

5.23: la Cina è la seconda finalista del torneo femminile: 3-1 all’Olanda e andrà a giocarsi l’oro con la Serbia

5.45 beach volley: Alison/Bruno battono 21-19, 21-17 Lupo-Nicolai e conquistano l’oro. Storico argento per l’Italia.

5.22 beach volley: Alison/Bruno vincono il primo set 21-19 su Lupo/Nicolai

3.03 Atletica: Eaton vince l’oro con il terzo posto nei 1500 alle spalle di Bourrada e Taiwo. La classifica finale dice oro a Eaton (Usa), argento a Mayer (Francia) e bronzo al Canada con Warner

03.00 Pallamano: finale incredibile di partita tra Russia e Norvegia. Si va ai supplementari 31-31. Un gol allo scadere delle norvegesi allunga il match

2.54 Atletica: la croata Kolak con n66.18 prende decisamente il comando delle operazioni nel giavellotto!!! E’ prima!!!

2.50 Atletica: il giapponese Nakamura vince la prima serie dei 1500 del decathlon. Fra poco la gara decisiva per le medaglie

2.44 Atletica: Khaladovich (Bielorussia) si riprende il secondo posto nel giavellotto con 64.60

2.42 Atletica: si conclude il decathlon con i 1500 (ora la prima serie). Prima della gara finale Eaton è in testa con 8104, davanti al francese Meyer (8060), terzo Warner (Canada) con 7888

2.38 Atletica: Mitchell (Australia) si inserisce al secondo posto nel giavellotto con 64.36 davanti a Spotekova (Repubblica Ceca) terza a 63.73

2.35 Atletica: Semenya (Sudafrica) con 1’58″15 vince la terza semifinale degli 800 davanti a Sharp. Ripescate Grace (Usa) e Arzamazova (Bielorussia)

2.29 Atletica: ancora una doppietta Usa. Nel peso Crouser vince l’oro con 22.52, argento per il connazionale Kovacs (21.78), bronzo per il neozelandese Walsh con 21.36)

2.27 Atletica: dopo il primo turno di lanci nel giavellotto in testa c’è la sudafricana Viljoen con 64.92, davanti a Khaladovich e Andrejczyk

2.25 Atletica: la polacca Jozwik vince la seconda semifinale degli 800 con 1’58″93, seconda la canadese Bishop

2.23 Atletica: ancora un grande lancio di Crouser che con 22.52 (nuovo record olimpico) allunga nel peso. Terzo posto per Walsh che, con 21.32, supera Elemba

2.18 Atletica: Wambui (Kenya) vince la prima batteria in 159″21, secondo posto per Niyosaba (Burundi). Santiusti è settima in 2’00″80, eliminata

2.14 Atletica: c’è l’azzurra Santiusti nella prima semifinale degli 800 donne. Difficile ma non impossibile l’ìngresso in finale

2.03 Atletica: sta per iniziare la quarta rotazione di lanci nel peso. Situazione invariata con Crouser, Kovacs, Elemba, Walsh, Romani, Majewski, Storl e Richards

1.59 Atletica: Nella seconda semifinale dei 1500 metri passano il turno  KWEMOI (Ken), SOULEIMAN (Dji), CENTROWITZ (Usa), GREGSON (Aus) e ANDREWS (Usa).

1.53 Atletica: 22.6 m per CROUSER che si migliora di 4 centimetri. Nuovo primato personale per lo statunitense che rafforza la leadership.

1.49 Atletica: Qualificati alla finale  KIPROP (Ken),  MAKHLOUFI (Alg),  WILLIS (Nzl),  BLANKENSHIP (Usa) e  GRICE (Gbr). Ora la seconda semifinale.

1.46 Atletica: Intanto partite le semifinali dei 1500 metri.

1.45 Atletica: Getto del peso: super lancio dell’altro americano CROUSER che vola in testa con 22.22. Usa-Usa-Congo il podio momentaneo.

1.40 Atletica: nella finale del getto del peso va in testa lo statunitense KOVACS con 21.78. Secondo il congolese ELEMBA con 21.20.

01.35 Taekwondo: nei ripescaggi dei -68 kg, il venezuelano CONTRERAS batte 5-4 il turco TAZEGUL.

01.30 Basket femminile: Stati Uniti-Francia 86-67. Americane in finale.

01.10 Basket femminile: Usa-Francia 65-44 dopo tre quarti. Americane a un passo dalla finale.

00.45 Basket femminile: Usa-Francia 40-36 al termine del secondo quarto.

00.35 Lotta: nella categoria 75 kg si impone la canadese Erica Wiebe, che ha sconfitto per 6-0 la kazaka Guzel Manyurova. Medaglie di bronzo alla russa Ekaterina Bukina ed alla cinese Zhang Fengliu.

00.30 Basket femminile: Stati Uniti-Francia19-15 al termine del primo quarto.

00.15 Lotta: la cinse ZHANG si prende il bronzo dei 75 kg battendo 8-4 la bielorussa MARZALIUK.

00.08 Atletica: Giamaica, Stati Uniti, Germania, Gran Bretagna, Ucraina, Nigeria, Trinidad Tobago in finale nella 4×100 femminile.

00.02 Basket femminile: iniziata la semifinale tra Francia e Stati Uniti.

23.43 Atletica: è in corso di svolgimento la prova di giavellotto dell’eptathlon. In pedana il gruppo A.

23.34 Lotta: La giapponese Risako Kawai ha conquistato la medaglia d’oro della categoria 63 kg, superando per 6-0 la bielorussa Maryia Mamashuk. Salgono sul terzo gradino del podio la kazaka Yekaterina Larionova e la polacca Monika Ewa Michalik.

23.27 Hockey prato: l’Argentina è per la prima volta campionessa olimpica al maschile. Il Belgio ha dato tutto per andare a caccia della medaglia d’oro, rischiando anche il portiere di movimento, ma si è dovuto arrendere per 4-2.

22.57 Taekwondo: il giordano Abughaush batte lo spagnolo Gonzalez Bonilla 12-7 e vola in finale nei -68 kg

22.34 pallanuoto: Bidegas segna l’ultimo gol del match: Italia-Serbia 8-10 e serbi in finale

22.32 lotta: la statunitense Helen Maroulis si aggiudica a sorpresa la medaglia d’oro della categoria 53 kg, sconfiggendo per 4-1 la fuoriclasse giapponese Saori Yoshida,che andava alla ricerca del quarto titolo olimpico. La svedese Sofia Mattsson e l’azera Natalya Sinishin completano il podio

22.31 pallanuoto: Gallo rende meno pesante il passivo: Italia-Serbia 7-10

22.29 hockey prato: Terza rete dell’Argentina: Argentina-Belgio 3-1

22.28 pallanuoto: Italia-Serbia 6-10. Adesso l’Italia si è sbloiccata con la superiorità ma non serve più a nulla. Mancano 3’39”

22.27 pallanuoto: Italia-Serbia 5-10

22.27 pallanuoto: Italia-Serbia 5-9

22.25 pallanuoto: Velotto: Italia-Serbia 4-9

22.24 pallanuoto: Italia-Serbia 3-9

22.22 pallanuoto: Presciutti e Filipovic: Italia-Serbia 3-8

22.19 Hockey prato: Ortiz! Uno due micidiale dei leones. 2-1 Argentina Belgio

22.16 tuffi: la cinese Ren Qian domina e vince con 439.25! ARgento Si Yajie 419.40, bronzo per la canadese Benfeito 389.20.

22.16 Pentathlon: si è concluso il ranking round di scherma maschile. De Luca risale molte posizioni, dopo un inizio negativo; il carabiniere romano è ora 10° con 220 punti (20v-15s). Male Petroni, invece: 13v-22s il suo score, che vuol dire 32^ posizione in classifica. Il russo Lesun primeggia con 268 punti, nuovo record olimpico.

22.15 pallanuoto: Hockey prato: Ibarra pareggia i conti! 1-1 Belgio Argentina

22.13 pallanuoto: Nikic, Serbia più reattiva. Italia-Serbia 2-7

22.09 Hockey prato: finale uomini: Belgio subito in vantaggio al secondo minuto (1-0). Argentina costretta a inseguire.

22.08 pallanuoto: ancora una superiorità senza esito per gli azzurri: 2-6 Serbia

22.00 pallanuoto: Velotto Italia-Serbia 2-6 alla fine del secondo quarto. Italia inguardabile per 14′, poi piccola reazione ma difficile pensare di rientrare in gioco

21.58 pallamano: la Francia va in finale nella pallamano donne. Battuta all’ultimo respiro 24-23 l’Olanda

21.57 tuffi: ultima serie al via con questa classifica. Ren Qian (Cina, 348.05), Si Yajie (Cina, 333), Benfeito (Canada, 315.60).

21.56 pallanuoto: Gallo! Italia-Serbia 1-6 dopo 14′ di gioco

21.51 Golf: Inbee Park con il secondo -5 in due giornate si è portata al comando del torneo femminile quando siamo ormai a metà gara. Alle sue spalle, con un solo colpo di svantaggio, la statunitense Stacy Lewis mentre la britannica Hull e la canadese Henderson condividono la terza posizione a -8

21.53 pallanuoto Italia-Serbia 0-6. Italia disastrosa… Male in attacco, peggio in difesa

21.50 pallanuoto: Italia-Serbia 0-5

21.48 pallanuoto: Filipovic. Italia-Serbia 0-4. Azzurri annichiliti

21.46 pallanuoto: finito il primo quarto: 3-0 Serbia. Italia malissimo

21.44 tuffi: tre tuffi su cinque andati. Che spettacolo Ren Qian! Tutti 9.5 nel triplo e mezzo indietro raggruppato, fa 94.05 di parziale e vola verso l’oro con 256.85. Segue l’altra cinese Si Yajie (253.80), per il bronzo al momento è duello tutto canadese tra Benfeito (238.80) e Filion (233.70). Sbaglia la statunitense Parratto, fuori dai giochi per le medaglie. Due rotazioni tutte da vivere ora!

21.43 basket: la Spagna batte 68-54 la Serbia e va in finale nel torneo femminile

21.42 pallanuoto: l’Italia non sfrutta neppure la doppia superiorità numerica: 3-0 ma l’Italia deve cambiare ritmo

21.40 pallanuoto: Serbia-Italia 3-0, avvio disastroso per gli azzurri

21.39 pallamano: al minuto 46′ della semifinale femminile Francia-Olanda 23-21

21.39 pallanuoto: Nikic 2-0 Serbia

21.36 pallanuoto: due superiorità sprecate dall’Italia. Inizia meglio la Serbia, sempre avanti 1-0

21.32 tuffi: seconda rotazione. La Cina prova a scappare: Si Yajie 167.40, Ren Qian 162.80. Ma per il podio resistono le canadesi Benfeito (159.60) e Filion (157.20) e soprattutto la statunitense Parratto, terza (160.20).

21.32 pallanuoto: gol Serbia. Italia-Serbia 0-1

21.27 pallanuoto: tutto pronto per la semifinale di pallanuoto maschile: Italia-Serbia per conoscere l’avversaria della Croazia in finale

21.25 basket: tutto facile per la Spagna nella semifinale femminile contro la Serbia: spagnole avanti 56-40 a 7’24” dalla fine

21.15 tuffi: prima rotazione della finale femminile da 10 metri. Prima la canadese Benfeito con 81.60. Poi due 81, la sorprendente americana Parratto e la cinese Si Yajie. A 78 l’altra cinese, Ren Qian

21.14 pallamano: Francia avanti 17-13 sull’Olanda alla fine del primo tempo della semifinale

21.04 basket: Spagna avanti 39-28 sulla Serbia a 5′ dalla fine del terzo quarto

21.00: Vela – 49er FX: Conti-Clapcich terze nella Medal Race che chiude l’intero programma della vela olimpica. Addio amaro ai Giochi, per le azzurre, quinte. Oro al Brasile, argento alla Nuova Zelanda, bronzo alla Danimarca.

21.00 pallamano femminile: la Francia prova la fuga, 16-12 sull’Olanda.5.23: la Cina è la seconda finalista del torneo femminile: 3-1 all’Olanda e andrà a giocarsi l’oro con la Serbia

5.45 beach volley: Alison/Bruno battono 21-19, 21-17 Lupo-Nicolai e conquistano l’oro. Storico argento per l’Italia.

5.22 beach volley: Alison/Bruno vincono il primo set 21-19 su Lupo/Nicolai

3.03 Atletica: Eaton vince l’oro con il terzo posto nei 1500 alle spalle di Bourrada e Taiwo. La classifica finale dice oro a Eaton (Usa), argento a Mayer (Francia) e bronzo al Canada con Warner

03.00 Pallamano: finale incredibile di partita tra Russia e Norvegia. Si va ai supplementari 31-31. Un gol allo scadere delle norvegesi allunga il match

2.54 Atletica: la croata Kolak con n66.18 prende decisamente il comando delle operazioni nel giavellotto!!! E’ prima!!!

2.50 Atletica: il giapponese Nakamura vince la prima serie dei 1500 del decathlon. Fra poco la gara decisiva per le medaglie

2.44 Atletica: Khaladovich (Bielorussia) si riprende il secondo posto nel giavellotto con 64.60

2.42 Atletica: si conclude il decathlon con i 1500 (ora la prima serie). Prima della gara finale Eaton è in testa con 8104, davanti al francese Meyer (8060), terzo Warner (Canada) con 7888

2.38 Atletica: Mitchell (Australia) si inserisce al secondo posto nel giavellotto con 64.36 davanti a Spotekova (Repubblica Ceca) terza a 63.73

2.35 Atletica: Semenya (Sudafrica) con 1’58″15 vince la terza semifinale degli 800 davanti a Sharp. Ripescate Grace (Usa) e Arzamazova (Bielorussia)

2.29 Atletica: ancora una doppietta Usa. Nel peso Crouser vince l’oro con 22.52, argento per il connazionale Kovacs (21.78), bronzo per il neozelandese Walsh con 21.36)

2.27 Atletica: dopo il primo turno di lanci nel giavellotto in testa c’è la sudafricana Viljoen con 64.92, davanti a Khaladovich e Andrejczyk

2.25 Atletica: la polacca Jozwik vince la seconda semifinale degli 800 con 1’58″93, seconda la canadese Bishop

2.23 Atletica: ancora un grande lancio di Crouser che con 22.52 (nuovo record olimpico) allunga nel peso. Terzo posto per Walsh che, con 21.32, supera Elemba

2.18 Atletica: Wambui (Kenya) vince la prima batteria in 159″21, secondo posto per Niyosaba (Burundi). Santiusti è settima in 2’00″80, eliminata

2.14 Atletica: c’è l’azzurra Santiusti nella prima semifinale degli 800 donne. Difficile ma non impossibile l’ìngresso in finale

2.03 Atletica: sta per iniziare la quarta rotazione di lanci nel peso. Situazione invariata con Crouser, Kovacs, Elemba, Walsh, Romani, Majewski, Storl e Richards

1.59 Atletica: Nella seconda semifinale dei 1500 metri passano il turno  KWEMOI (Ken), SOULEIMAN (Dji), CENTROWITZ (Usa), GREGSON (Aus) e ANDREWS (Usa).

1.53 Atletica: 22.6 m per CROUSER che si migliora di 4 centimetri. Nuovo primato personale per lo statunitense che rafforza la leadership.

1.49 Atletica: Qualificati alla finale  KIPROP (Ken),  MAKHLOUFI (Alg),  WILLIS (Nzl),  BLANKENSHIP (Usa) e  GRICE (Gbr). Ora la seconda semifinale.

1.46 Atletica: Intanto partite le semifinali dei 1500 metri.

1.45 Atletica: Getto del peso: super lancio dell’altro americano CROUSER che vola in testa con 22.22. Usa-Usa-Congo il podio momentaneo.

1.40 Atletica: nella finale del getto del peso va in testa lo statunitense KOVACS con 21.78. Secondo il congolese ELEMBA con 21.20.

01.35 Taekwondo: nei ripescaggi dei -68 kg, il venezuelano CONTRERAS batte 5-4 il turco TAZEGUL.

01.30 Basket femminile: Stati Uniti-Francia 86-67. Americane in finale.

01.10 Basket femminile: Usa-Francia 65-44 dopo tre quarti. Americane a un passo dalla finale.

00.45 Basket femminile: Usa-Francia 40-36 al termine del secondo quarto.

00.35 Lotta: nella categoria 75 kg si impone la canadese Erica Wiebe, che ha sconfitto per 6-0 la kazaka Guzel Manyurova. Medaglie di bronzo alla russa Ekaterina Bukina ed alla cinese Zhang Fengliu.

00.30 Basket femminile: Stati Uniti-Francia19-15 al termine del primo quarto.

00.15 Lotta: la cinse ZHANG si prende il bronzo dei 75 kg battendo 8-4 la bielorussa MARZALIUK.

00.08 Atletica: Giamaica, Stati Uniti, Germania, Gran Bretagna, Ucraina, Nigeria, Trinidad Tobago in finale nella 4×100 femminile.

00.02 Basket femminile: iniziata la semifinale tra Francia e Stati Uniti.

23.43 Atletica: è in corso di svolgimento la prova di giavellotto dell’eptathlon. In pedana il gruppo A.

23.34 Lotta: La giapponese Risako Kawai ha conquistato la medaglia d’oro della categoria 63 kg, superando per 6-0 la bielorussa Maryia Mamashuk. Salgono sul terzo gradino del podio la kazaka Yekaterina Larionova e la polacca Monika Ewa Michalik.

23.27 Hockey prato: l’Argentina è per la prima volta campionessa olimpica al maschile. Il Belgio ha dato tutto per andare a caccia della medaglia d’oro, rischiando anche il portiere di movimento, ma si è dovuto arrendere per 4-2.

22.57 Taekwondo: il giordano Abughaush batte lo spagnolo Gonzalez Bonilla 12-7 e vola in finale nei -68 kg

22.34 pallanuoto: Bidegas segna l’ultimo gol del match: Italia-Serbia 8-10 e serbi in finale

22.32 lotta: la statunitense Helen Maroulis si aggiudica a sorpresa la medaglia d’oro della categoria 53 kg, sconfiggendo per 4-1 la fuoriclasse giapponese Saori Yoshida,che andava alla ricerca del quarto titolo olimpico. La svedese Sofia Mattsson e l’azera Natalya Sinishin completano il podio

22.31 pallanuoto: Gallo rende meno pesante il passivo: Italia-Serbia 7-10

22.29 hockey prato: Terza rete dell’Argentina: Argentina-Belgio 3-1

22.28 pallanuoto: Italia-Serbia 6-10. Adesso l’Italia si è sbloiccata con la superiorità ma non serve più a nulla. Mancano 3’39”

22.27 pallanuoto: Italia-Serbia 5-10

22.27 pallanuoto: Italia-Serbia 5-9

22.25 pallanuoto: Velotto: Italia-Serbia 4-9

22.24 pallanuoto: Italia-Serbia 3-9

22.22 pallanuoto: Presciutti e Filipovic: Italia-Serbia 3-8

22.19 Hockey prato: Ortiz! Uno due micidiale dei leones. 2-1 Argentina Belgio

22.16 tuffi: la cinese Ren Qian domina e vince con 439.25! ARgento Si Yajie 419.40, bronzo per la canadese Benfeito 389.20.

22.16 Pentathlon: si è concluso il ranking round di scherma maschile. De Luca risale molte posizioni, dopo un inizio negativo; il carabiniere romano è ora 10° con 220 punti (20v-15s). Male Petroni, invece: 13v-22s il suo score, che vuol dire 32^ posizione in classifica. Il russo Lesun primeggia con 268 punti, nuovo record olimpico.

22.15 pallanuoto: Hockey prato: Ibarra pareggia i conti! 1-1 Belgio Argentina

22.13 pallanuoto: Nikic, Serbia più reattiva. Italia-Serbia 2-7

22.09 Hockey prato: finale uomini: Belgio subito in vantaggio al secondo minuto (1-0). Argentina costretta a inseguire.

22.08 pallanuoto: ancora una superiorità senza esito per gli azzurri: 2-6 Serbia

22.00 pallanuoto: Velotto Italia-Serbia 2-6 alla fine del secondo quarto. Italia inguardabile per 14′, poi piccola reazione ma difficile pensare di rientrare in gioco

21.58 pallamano: la Francia va in finale nella pallamano donne. Battuta all’ultimo respiro 24-23 l’Olanda

21.57 tuffi: ultima serie al via con questa classifica. Ren Qian (Cina, 348.05), Si Yajie (Cina, 333), Benfeito (Canada, 315.60).

21.56 pallanuoto: Gallo! Italia-Serbia 1-6 dopo 14′ di gioco

21.51 Golf: Inbee Park con il secondo -5 in due giornate si è portata al comando del torneo femminile quando siamo ormai a metà gara. Alle sue spalle, con un solo colpo di svantaggio, la statunitense Stacy Lewis mentre la britannica Hull e la canadese Henderson condividono la terza posizione a -8

21.53 pallanuoto Italia-Serbia 0-6. Italia disastrosa… Male in attacco, peggio in difesa

21.50 pallanuoto: Italia-Serbia 0-5

21.48 pallanuoto: Filipovic. Italia-Serbia 0-4. Azzurri annichiliti

21.46 pallanuoto: finito il primo quarto: 3-0 Serbia. Italia malissimo

21.44 tuffi: tre tuffi su cinque andati. Che spettacolo Ren Qian! Tutti 9.5 nel triplo e mezzo indietro raggruppato, fa 94.05 di parziale e vola verso l’oro con 256.85. Segue l’altra cinese Si Yajie (253.80), per il bronzo al momento è duello tutto canadese tra Benfeito (238.80) e Filion (233.70). Sbaglia la statunitense Parratto, fuori dai giochi per le medaglie. Due rotazioni tutte da vivere ora!

21.43 basket: la Spagna batte 68-54 la Serbia e va in finale nel torneo femminile

21.42 pallanuoto: l’Italia non sfrutta neppure la doppia superiorità numerica: 3-0 ma l’Italia deve cambiare ritmo

21.40 pallanuoto: Serbia-Italia 3-0, avvio disastroso per gli azzurri

21.39 pallamano: al minuto 46′ della semifinale femminile Francia-Olanda 23-21

21.39 pallanuoto: Nikic 2-0 Serbia

21.36 pallanuoto: due superiorità sprecate dall’Italia. Inizia meglio la Serbia, sempre avanti 1-0

21.32 tuffi: seconda rotazione. La Cina prova a scappare: Si Yajie 167.40, Ren Qian 162.80. Ma per il podio resistono le canadesi Benfeito (159.60) e Filion (157.20) e soprattutto la statunitense Parratto, terza (160.20).

21.32 pallanuoto: gol Serbia. Italia-Serbia 0-1

21.27 pallanuoto: tutto pronto per la semifinale di pallanuoto maschile: Italia-Serbia per conoscere l’avversaria della Croazia in finale

21.25 basket: tutto facile per la Spagna nella semifinale femminile contro la Serbia: spagnole avanti 56-40 a 7’24” dalla fine

21.15 tuffi: prima rotazione della finale femminile da 10 metri. Prima la canadese Benfeito con 81.60. Poi due 81, la sorprendente americana Parratto e la cinese Si Yajie. A 78 l’altra cinese, Ren Qian

21.14 pallamano: Francia avanti 17-13 sull’Olanda alla fine del primo tempo della semifinale

21.04 basket: Spagna avanti 39-28 sulla Serbia a 5′ dalla fine del terzo quarto

21.00: Vela – 49er FX: Conti-Clapcich terze nella Medal Race che chiude l’intero programma della vela olimpica. Addio amaro ai Giochi, per le azzurre, quinte. Oro al Brasile, argento alla Nuova Zelanda, bronzo alla Danimarca.

21.00 pallamano femminile: la Francia prova la fuga, 16-12 sull’Olanda.

 
 
 

diretta 18 agosto olimpiadi

Post n°13328 pubblicato il 19 Agosto 2016 da Ladridicinema
 
Tag: eventi, news

 

20.59 taekwondo: il belga Achab vince 9-7 il quarto di finale contro il polacco Robak nella categoria -68 kg.

20.58 basket femminile: riprende la semifinale Spagna-Serbia, 35-28 nei primi due minuti dopo l’intervallo lungo.

20.55 Pentathlon: poco oltre metà gara, De Luca è 21° con 9 assalti vinti e 11 persi, Petroni è terzultimo (7v-12s).

20.51 pallamano femminile: 11-11 tra Olanda e Francia.

20.46 taekwondo: altro quarto di finale per i -68 kg. Il polacco Robak contro il belga Achab.

20.45 pallamano femminile: 9-8 Francia in questo momento.

20.41 basket femminile: 33-28 per la Spagna alla fine del secondo quarto contro la Serbia.

20.39 boxe: Il cubano Julio César La Cruz ha conquistato la medaglia d’oro dei pesi mediomassimi battendo per 3-0 il kazako Adilbek Niyazimbetov.

20.38 pallamano femminile. 5-5 per ora nella semifinale Francia-Olanda.

20.36 taekwondo: il russo Denisenko vince il quarto di finale dei -68 kg contro il turco Tazegul per 19-6.

20.33 boxe: terza e ultima ripresa per la finale degli 81 kg tra il cubano La Cruz e il kazako Niyazymbetov.

20.17: basket femminile: la Serbia si rifà sotto, 20-24 il punteggio adesso!

20.21 basket femminile: 20-9 Spagna a fine primo quarto. E’ la semifinale.

20.20 boxe: l’uzbeko Melikuziev accede alla finale della categoria pesi medi! Verdetto unanima dei giudici per battere il messicano Rodriguez.

20.18 Hockey prato: la Germania vince il bronzo nel torneo maschile. Sconfitta l’Olanda agli shoot-out

20.16 boxe: terzo e ultimo round tra il messicano Rodriguez e l’uzbeko Melikuziev (pesi medi 75 kg, semifinale)

20.16 basket femminile: 16-9 Spagna. Iberiche superiori finora, anche nel gioco e nella grinta.

20.14 Badminton: il Giappone vince l’oro nel doppio femminile. Matsumoto-Takahashi sconfiggono 18-21, 21-9, 21-19 le danesi Pederson-Rytter Juhl

20.14 Vela – classe 49er: oro Nuova Zelanda, argento Australia, bronzo Germania. Non c’erano italiani presenti nella Medal Race conclusiva. Tra un po’, il mesto addio ai Giochi delle nostre Conti-Clapcich (49er FX), che farà calare defintivamente il sipario sulla vela olimpica a Rio 2016.

20.12 boxe: iniziata la seconda semifinale pesi medi maschili (75 kg) tra il messicano Rodriguez e l’uzbeko Melikuziev.

20.11: Pentathlon: continua la serata-no di Petroni e De Luca, entrambi con uno score 2v-7s. Questo ranking round di scherma va raddrizzato al più presto…

20.09 basket femminile: scappa già la Spagna, 12-6.

20.06 basket femminile. Iniziata la semifinale Spagna-Serbia.

20:03 Pallavolo: La Serbia vola in finale!!! 15-13, prima finalista del torneo olimpico.

20:02 Pallavolo femminile: sbagliano sia Rasic che Adams e match ball per la Serbia

20:01 Pentathlon: brutta partenza per i nostri Pier Paolo Petroni e Riccardo De Luca, nel ranking round di scherma. 2v-5s e 1v-6s gli scores dei nostri portacolori, che si trovano ora in fondo alla classifica.

20:00: Pazzesca Rasic! Ace e 13-12 per la Serbia.

20:00: E arriva il 12-12, davvero incredibile. Errore di Adams e set nuovamente in parità.

19:59 Pallavolo femminile: Fast della Adams che vale il 12-10.

19:58 Pallavolo femminile: il festival degli orrori in ricezione da parte di entrambe le squadre e ci pensa Boskovic a mettere il pallone a terra, riavvicinando la Serbia. 11-10 per gli Usa.

19:57 Pallavolo femminile: eccezionale Lowe che con una murata conquista l’11-8 per gli States.

19:56 Pallavolo femminile: Rasic prova a riportare sotto la Serbia (9-7) col suo settimo muro.

19:53 Pallavolo femminile: ancora Lowe che scardina il muro avversario ed è 9-6 per gli Stati Uniti.

19:52 Pallavolo femminile: il muro di Adams porta al 6-4 nei tie-break per gli Usa.

19:50 Pugilato: Per i pesi gallo maschili, i finalisti saranno il cubano Robeisy Ramirez e lo statunitense Shakhur Stevenson. Medaglie di bronzo all’uzbeko Murodjon Akhmadaliev ed il russo Vladidmir Nikitin, che ha dovuto rinunciare alla semifinale con Stevenson, saliranno sul terzo gradino del podio.

19:43 Pallavolo femminile: Successo per gli States 25-16 e tie-break per decidere chi tra gli Usa e la Serbia sarà la prima finalista olimpica.

19:35 Pallavolo femminile: Lowe spara fortissimo contro il muro di Brakocevic e conquista il 21-14. Stati Uniti sempre più vicini alla vittoria del quarto set.

19:34 Pallavolo femminile: Prendono il largo gli Usa con 17-10 e troppi errori tra le fila serbe. Si prospetta il quinto set.

19:31 Pugilato: Nella categoria dei pesi mosca si sono qualificate per la finale la britannica Nicole Adams e la francese Sarah Ourahmoune. Medaglie di bronzo per la cinese Ren Cancan e la colombiana Ingrit Lorena Valencia Victoria.

19:30 Pallavolo femminile: 11-6 per gli Stati Uniti che in questo quarto set sono tornati sui livelli del primo parziale.

19:26 Pallavolo femminile: Iniziato il quarto set e gli Stati Uniti sembrano aver elevato le percentuali in ricezione. 6-4 per gli Stati Uniti.

19:20 Vela: E’ dell’equipaggio croato Sime Fantella/Igor Marenic  la medaglia d’oro della categoria 470 (maschili). L’argento è andato alla coppia australiana Matthew Belcher/Will Ryan e il bronzo l’ha conquistato il duo greco Panagiotis Mantis/Pavlos Kagialis.

19:18 Pallavolo femminile: su un errore in battuta di Dietzen che le serbe si aggiudicano il terzo set 25-20.

19:17 Pallavolo femminile: 24-20 per la Serbia grazie ad una strepitosa Mihajlovic.

19:15 Pallavolo femminile: Incredibilmente però gli Usa riescono a trovare grande spinta dal proprio attacco accorciando nuovamente le distanza sul 22-20.

19:14 Pallavolo femminile: continua a non funzionare la ricezione americana che favorisce gli attacchi della Serbia avanti 22-19

19:08 Pallavolo femminile: arriva il quinto muro di questa partita per Rasic e 16-11 per la Serbia.

19:07 Pallavolo femminile: 15-11 per la Serbia con un errore al servizio delle americane. Ci avviciniamo alla fase calda del set.

19:03 Pallavolo femminile. Serbia che, però, trascinata da Mihajlovic arriva al massimo vantaggio (11-6).

19:01 Pallavolo femminile: Serie di 4 punti per gli Stati Uniti che sul servizio della Dietzen rimontano parzialmente sul 8-5.

18:58 Pallavolo femminile: Usa in crisi nera. Altro muro subito dalla formazione americana ed 8-1 per la Serbia.

18:56 Pallavolo femminile: 5-1 per la Serbia con una murata spaziale di Mihajlovic, valsa il quinto punto serbo del terzo set.

18:54 Pallavolo femminile: grandissimi problemi in ricezioni tra le fila statunitensi e serbe che creano il primo break della terza frazione.

18:53 Pallavolo femminile: Si comincia col terzo set ed è subito Boskovic a martellare sulla difesa american (1-0)

18.49 nuoto sincronizzato: terminato il programma tecnico a squadre. Domani alle 17 quello libero che assegnerà le medaglie (i punteggi si sommeranno). La classifica:
1) Russia 97.0106
2) Cina 95.6174
3) Giappone 93.7723
4) Ucraina 93.4413
5) Italia 91.1142
6) Brasile 84.7985
7) Egitto 75.9838
8) Australia 74.0667

18:50 Pallavolo femminile: 25-17 per la Serbia che pareggia dunque il computo dei set, ora sul 1-1.

18:48 Pallavolo femminile: E’ una Serbia su livelli stellari. 24-15 e 9 set ball.

18:47 Pallavolo femminile: grande giocata di seconda Ognjenovic che coglie di sorpresa la difesa avversaria 22-15

18:43 Pallavolo femminile: Brutte notizie in chiave americana con la centrale Akirandewo, protagonista del primo parziale, in panchina col ghiaccio sul ginocchio.

18:41 Pallavolo femminile: ancora problemi in ricezione per gli Usa sulla battuta di Rasic che vale il punto alla Serbia (15-10).

18:40 Pallavolo femminile: 13-10 per la Serbia che in questo secondo set conduce sempre le danze grazie ad un atteggiamento in difesa molto più efficace. Arriva anche la stampata di Stevanovic e serbe ora sul 14-10.

18:37 Vela: medaglia d’oro per Hannah Mills/Saskia Clark nella categoria 470 davanti all’equipaggio neozelandese Jo Aleh/Polly Powrie ed al duo francese Camille Lecointre/Helene Defrance.

18:35 Pallavolo femminile: 9-6 per la Serbia con gli States che provano a rientrare in gioco, migliorando le proprie percentuali in ricezione.

18.32 Lotta femminile: dopo i tre titoli di ieri, altre due finali per l’oro per Il Giappone.

18:33 Pallavolo femminile: Ace di Rasic che fa volare la Serbia 7-3.

18:32 Pallavolo femminile: Qualche invasione di troppo in questo secondo set per gli Stati Uniti ed è 6-3 per la Serbia.

18.31 Hockey prato: Germania e Olanda sono agli shoot-out nella finale maschile per il bronzo.

18:30 Pallavolo femminile: gran attacco di Boskovic ed è 3-1 per la Serbia.

18.29 nuoto sincronizzato: 91.1142! Che punteggio per l’Italia! Secondo posto per ora.

18.29 Golf femminile: grande incertezza. Al comando l’americana Lewis con -7, una lunghezza di vantaggio su Skarpnord (Norvegia) e Larsen (Danimarca)

18:29 Pallavolo femminile: 2-1 per la Serbia all’inizio del secondo set ma le americane non lasciano scappare le avversarie.

18.27 Badminton: la finale del singolare femminile sarà tra la grande favorita spagnola Carolina Marin e l’indiana Sindhu Pusarla

18:27 Pallavolo femminile: grazie ad una fine di set devastante gli Usa si aggiudicano il primo set 25-20 contro la Serbia.

18:25: Croazia a valanga a 1’13” dal termine. 12-8 e poker di Sandro Buslje che praticamente fa volare i croati in finale.

18:23: ancora Setka a trafiggere il portiere montenegrino, concretizzando l’ennesima superiorità numerica. 11-8 per la Croazia a 2’20” dal termine.

18:22 Pallavolo femminile: La veloce dell’Akirandewo fa volare gli Stati Uniti 23-19 con la Serbia nel primo set. Un fattore il centrale americano in questa prima frazione.

18:20 Pallanuoto: Il Montenegro non molla e con Jokic sfrutta la superiorità numerica riportandosi a -2 a 3′ dalla fine del quarto quarto.

18:19 Pallanuoto: Una palombella spettacolare di Setka riporta la Croazia a +3 a 4′. Un goal che sa quasi di sentenza.

18:18 Pallanuoto: Reagisce subito il Montenegro con Brguljan che con un’autentica prodezza realizza il goal del 7-9 a 5′ dal termine.

18:17 Pallanuoto: grandioso Buslje che con una conclusione dalla distanza sorprende Scepanovic, realizzando la sua tripletta d è 9-6.

18:16 Pallanuoto: occasione in superiorità numerica non sfruttata dalla Croata. Troppo centrare il tiro di Sukno con la palla che si spegna tra le braccia di Scepanovic.

18:15 Pallanuoto: Pressing asfissiante della Croazia che non dà modo al Montenegro di trovare la via della porta difesa da Bijac.

18:14 Pallanuoto: iniziano gli ultimi otto minuti ed il primo possesso è croato.

18:12 Pallavolo femminile: un muro pauroso della Serbia riporta in parità il punteggio del primo set sul 12-12. Come era prevedibile, ci aspetta un match assai combattuto.

18:11 Pallanuoto: si conclude sul 8-6 il terzo quarto a favore della Croazia.

18:10 Pallanuoto: Ci prova ancora il Montenegro con Janovic ma è sempre lui Bijac ad opporsi.

18:09 Pallanuoto: Un fattore al momento, tra le fila croate, il portiere Bijac che sta davvero respingendo di tutto.

18:08 Pallavolo femminile: Iniziato anche la prima semifinale tra gli Usa e la Serbia con me americane avanti 10-8 ma tanto equilibrio in campo.

18:05 Pallanuoto: clamorosa occasione fallita di Ivovic che ai 2 metri fallisce un goal già fatto.

18:02 Pallanuoto: accorcia nuovamente le distanze il Montenegro con Ivovic che grazie ad uno splendido movimento si è liberato alla conclusione senza dare scampo al portiere croato. 8-6 per la Croazia a 4′ dallo scadere del terzo periodo.

18:00 Pallanuoto: Splendida beduina di Loncar che porta a +3 i croati all’inizio del terzo quarto (8-5).

17:57 Pallanuoto: riprende l’incontro tra Croazia e Montenegro, prima semifinale del torneo olimpico. Punteggio sul 7-5 a favore dei croati.

17.54 Pallanuoto: a metà gara è 7-5 per la Croazia. Il Montenegro comunque si tiene ancora in gara.

17.52 Triathlon: dominio Brownlee! Oro ad Alistair, argento a Jonathan. Terzo il sudafricano Schoeman, 14° Alessandro Fabian. 34° Uccellari

17.44 Triathlon: Alistair Brownlee primo con 15 secondi di vantaggio sul fratellino Jonathan; terzo il sudafricano Schoeman, 12° Fabian, 34° Uccellari.

17.30 Triathlon: A metà frazione di corsa (5 km dei 10 km totali), queste le prime 12 posizioni. Uccellari 34°. RANK BIB ATHLETE RESULTS 1 6 GBR BROWNLEE Jonathan 1:28:47 2 5 GBR BROWNLEE Alistair 1:28:48 3 2 RSA SCHOEMAN Henri 1:29:00 4 18 FRA LUIS Vincent 1:29:08 5 15 BEL VAN RIEL Marten 1:29:14 6 9 AUS ROYLE Aaron 1:29:36 7 20 SUI SALVISBERG Andrea 1:30:04 8 1 RSA MURRAY Richard 1:30:04 9 49 SVK VARGA Richard 1:30:04 10 11 POR PEREIRA Joao 1:30:04 11 56 ESP MOLA Mario 1:30:05 12 46 ITA FABIAN Alessandro 1:30:09

17.31 Pallanuoto: subito spettacolo nella prima semifinale. Croazia in vantaggio per 4-3 sul Montenegro sul finale di primo quarto.

17.30 Hockey prato: ancora sullo 0-0 l’incontro per il bronzo tra Olanda e Germania.

17.30 Pentathlon: a due assalti dalla fine del ranking round femminile, Sotero 5^ e Cesarini 17^

17.25 Triathlon: i fratelli Alistair e Jonathan Brownlee – come prevedibile – hanno subito “spezzato le gambe” al resto della compagnia. Henri Schoeman al terzo posto, Fabian 9°. Andatura pazzesca dei due britannici.

17.21 Golf: con un -5 di giornata e -7 totale la norvegese Skarpnord è al comando della prova di golf. Alle sue spalle l’indiana Ashok e l’australiana Lee in attesa che tutte le atlete arrivino verso le buche finali.

17.19 Triathlon: Iniziata l’ultima frazione! Le prime dieci posizioni al T2 (zona di cambio Ciclismo-Corsa) 1 49 SVK VARGA Richard 1:13:51 2 6 GBR BROWNLEE Jonathan 1:13:51 3 18 FRA LUIS Vincent 1:13:51 4 5 GBR BROWNLEE Alistair 1:13:52 5 15 BEL VAN RIEL Marten 1:13:53 6 2 RSA SCHOEMAN Henri 1:13:53 7 9 AUS ROYLE Aaron 1:13:55 8 20 SUI SALVISBERG Andrea 1:13:56 9 46 ITA FABIAN Alessandro 1:13:58 10 38 USA KANUTE Ben 1:13:58

17.06 Atletica: vittoria e medaglia d’oro per lo statunitense Kerron Clement in 47”73. Alle sue spalle Tumuti e Copello per argento e bronzo

17.02 Atletica: tutto pronto per la finale dei 400 ostacoli. I protagonisti: Magi, Copello, Culson, Barr, Clement, Whyte, Tumuti, Koech.

17.01 Triathlon: due giri di ciclismo al termine, Fabian sta correndo alla grande.

16.52 Pentathlon: risale Sotero (13v-12s, 14^), “galleggia” Cesarini (12v-12s, 18^).

16.43 atletica: gli USA vincono la prima semifinale della 4×100 maschile con 37″65, seconda Cina (37″82), terzo Canada (37″89).

16.45 triathlon: in dieci davanti dopo quattro giri di ciclismo. Fabian sta andando benissimo e si giocherà la top-10, visto che gli avversari seguono ad oltre un minuto.

16.44 atletica: CHE SALTO! Splendida Desirée Rossit che dopo aver rischiato più volte l’eliminazione trova il miracolo a 1.94 e si qualifica per la finale. Ci saranno due azzurre che si giocheranno le medaglie!

16.41 tuffi: finita la semifinale dei 10 metri femminili. Incredibilmente ci sarà solo un’europea in finale (stasera alle 21), la britannica Tonia Couch, decima con 318 punti. Eliminata (14esima) l’ucraina Yulia Prokopchuk, campionessa continentale in carica, 300.65. Quota qualificazione 306.45 – piuttosto bassa – con l’ultimo posto buono che va alla messicana Paola Espinosa (306.45). Le prime tre: Si Yajie (Cina, 389.30), Jessica Parratto (Usa, 367), Ren Qian (Cina, 362.40).

16.34 Triathlon: Sempre in 10 a guidare la gara (Alessandro Fabian c’è!). Già a 40 secondi il gruppo degli inseguitori (con Davide Uccellari).

16.33 atletica: secondo errore per Rossit a 1.94.

16.29 atletica: grave errore degli Usa nella 4×100 donne. Vince la Germania con 42″18, seconda la Nigeria con 42″55, terza Trinidad e Tobago con 42″62. Canada e Cina in finale con i migliori tempi.

16.25 triathlon: Dieci triatleti subito in fuga. I fratelli Brownlee a fare l’andatura (durissima). Fabian è lì con loro!

16.26 atletica: la Giamaica vince la prima semifinale della 4×100 femminile con 41″79, seconda la Gran Bretagna con 41″93, terza la Ucraina con 42″49.

16.24 atletica: sbaglia il primo Desirée Rossit. Deve assolutamente saltare 1.94

16.24 triathlon: al primo passaggio la classifica dice Varga (Slovacchia), Polyanskiy (Russia), Fabian (Italia), sono una ventina nel gruppo davanti all’inizio del ciclismo.

16.20 tuffi: fine della penultima serie. Prima la cinese Si Yajie (307.70) sulla statunitense Jessica Parratto (290.20) e sulla connazionale Ren Qian (280.80). Al momento sarebbe eliminata la campionessa d’Europa Yulia Prokopchuk, 14esima a due punti dall’ultima posizione buona per la finale, 12esima.

16.18 Triathlon: Primo cambio ormai all’orizzonte, 150 metri alla spiaggia di Copacabana. Sempre Varga-Igor Polyanskiy-Fabian in testa. Saranno loro i primi al T1!

16.16 Atletica: Trost c’è! 1.94 alla prima, l’azzurra è ufficialmente in finale.

16.16 Triathlon: Vargas (Slovacchia)-Igor Polyanskiy (Russia)-Fabian (Italia) i tre battistrada “acquatici”. Distacchi ancora minimi tuttavia.

16.14 Pentathlon: 8v-8s Cesarini (16^), 6v-9s Sotero (28^).

16.12 atletica: si passa a 1.94. Passarlo significherebbe entrare in finale.

16.08 atletica: sono 19 le atlete che hanno superato 1.92 al primo turno.

16.08 triathlon: è iniziata ufficialmente la prova maschile, siamo ovviamente nella frazione di nuoto. Subito davanti il nostro Alessandro Fabian.

16.01 tuffi: classifica della semifinale 10 metri femminile dopo 3 tuffi su 5. Sempre prima la cinese Si Yajie (238.40) incalzata dalla malese Pandelela Rinong Pamg (213.75) e dalla nordcoreana Kim Un Hyang (210.60). Con un errore l’altra cinese Ren Qian scivola al quinto posto.

16.00 Atletica: vola anche Desirée Rossit! E anche la misura di 1.92 è andata…

16.00 Pentathlon: 7v-6s Cesarini, 5v-8s Sotero.

15.55: Trost supera 1.92 al primo tentativo!!! La finale si avvicina…

15.52 Pentathlon: 6v-5s Cesarini, 4v-7s Sotero. In testa la cinese Chen (9v-2s).

15.48 Atletica: ripescati per le migliori misure nelle qualificazioni del getto del peso Majewski, Zunic, Birkinhead, Storl e Richards.

15.48 Atletica: sospiro di sollievo per Desirée Rossit e per tutti quanti noi… La giovane friulana supera con gran margine il metro e 89 centimetri precedentemente sbagliato due volte.

15.44 Atletica: Alessia Trost ha riordinato le idee…Va su bene al secondo tentativo a 1.89. Tra poco Rossit, già a rischio eliminazione.

15.43 Tuffi: dopo due rotazioni della semifinale femminile da 10 metri comandano le cinesi Si Yajie (153.60) e Ren Qian (153). Terza la canadese Meaghan Benfeito (142.40). La gara continua ora con altri 3 tuffi a testa. Le prime 12 in semifinale, al momento sarebbe fuori la campionessa europea Yulia Prokopchuk (Ucraina), già in difficoltà nell’eliminatoria di ieri.

15.43 Pentathlon: Sotero e Cesarini appaiate in classifica con lo score 3v-4s.

15.42 Atletica: malissimo Rossit. 2 tentativi su 3, alla modesta quota di 1.89, sono andati…

15.39 Atletica: anche Trost sbaglia nettamente il primo tentativo a 1.89.

15.34 Atletica: Rossit sbaglia nettamente il primo tentativo a 1.89.

15.34 Pentathlon: dopo sette assalti su trentacinque, la cinese Chen e la canadese McCann in testa con lo score 6v-1s.

15.30 Atletica: il neozelandese Gill (20.80), lo statunitense Kovacs (20.73) e il polacco Bukowiecki (20.71) si qualificano per la finale del peso.

15.30 Pentathlon: Claudia Cesarini esce sconfitta da due assalti “di livello”, contro le tedesche Schleu e Schoneborn; ora è sul 4v-3s, ma nulla è compromesso. Alice Sotero 3v-4s.

15.26 Atletica: Trost e Rossit superano l’1.85 al primo tentativo.

15.25 Atletica: lo statunitense Crouser (21.59), il neozelandese Walsh (21.03), il brasiliano Romani (20.94) si qualificano per la finale del peso.

15.25 Pentathlon: 4v-1s Cesarini, nel ranking round di scherma. La romana è in testa a pari merito con altre 10 atlete. Ricordiamo che gli assalti odierni saranno in totale 35 (girone all’italiana, tutte contro tutte, al meglio della stoccata secca, entro un minuto).

15.21 Golf: in testa, con il secondo giro del torneo femminile ancora in corso, la cinese di Taipei Lu e la thailandese Jutanugarn (-6). Lontanissime le azzurre Molinaro (+7) e Sergas (+8).

15.17 Atletica: anche Trost supera 1.80 senza problemi.

15.17 Pentathlon: la cinese Chen in testa dopo 4 assalti (4 vittorie – 0 sconfitte per lei); Cesarini 3-0, molto bene, Sotero 1-2, partita non benissimo.

15.12 Canoa: dominio assoluto dell’ungherese Kozak, che bissa l’oro di Londra 2012 nel K1 500 metri. Argento Jorgensen (Danimarca), bronzo Carrington (Nuova Zelanda). Non è una buona notizia per l’Italia, considerando che l’Ungheria sale a 7 ori nel medagliere e avrà ancora diverse carte a disposizione…

15.07 Atletica: Rossit entra in gara a 1,80 metri e supera la quota.

15.04 Taekwondo: ai quarti di finale dei -68 kg si affronteranno il turco Tazegul ed il russo Denisenko, due dei grandissimi favoriti.

15.03 Canoa: l’ultima finale di giornata sarà quella del K1 500 femminile.

14.57 Pentathlon: a breve inizierà il ranking round di scherma per la prova femminile.

14.49 Atletica: alle 15.00 inizieranno le qualificazioni del salto in alto femminile con Alessia Trost e Desirée Rossit.

14.48 Canoa: oro per la Spagna nel K2 200 metri con Craviotto-Toro. 5° oro a Rio per gli iberici. Argento per la Gran Bretagna, bronzo per la Lituania.

14.41 Canoa: quinto ed ultimo posto per Crenna e Ricchetti. Ora la finale A.

14.39 Canoa: ora la finale B del K2 200 metri con Crenna e Ricchetti.

14.31 Golf femminile: al comando la thailandese Jutanugarn con -7, una lunghezza di vantaggio sulla taiwanese Lu.

14.23 Canoa: trionfa l’ucraino Cheban, che bissa così l’oro di Londra 2012! Argento per Demyanenko (Azerbaijan), bronzo per Queiroz (Brasile). Solo quarto lo spagnolo Benavides.

14.21 Canoa: finale A del C1 200 metri. Lo spagnolo Benavides e il brasiliano Queiroz i favoriti.

14.18 Canoa: Tacchini chiude settimo, dunque 15° complessivo.

14.15 Canoa: tocca a Carlo Tacchini nella finale B del C1 200 metri.

14.11 Canoa: la Germania vince l’oro davanti a Serbia ed Australia. Tutto come nelle previsioni. Sesti Dressino-Ripamonti, mai davvero in corsa per il podio.

14.09 Canoa: Germania, Australia e Portogallo nell’ordine a metà gara. Italia sempre settima.

14.08 Canoa: Italia settima dopo 250 metri. Germania subito davanti.

14.06 Canoa: tocca a Dressino-Ripamonti nella finale del K2 1000. Germania e Serbia si giocano l’oro. Australia favorita per il bronzo, ma gli azzurri sognano il colpacci inaspettato.

13.57 Canoa: stanno per iniziare le finali. Subito alle 14.08 il K2 1000 metri con Dressino-Ripamonti.

13:50 GOLF Non manca molto al gruppo dell’azzurra Giulia Sergas.

13:42 GOLF Con un secondo birdie di giornata, l’indiana Aditi Ashok si è portata in seconda posizione con cinque colpi sotto il par.

13:33 GOLF Hanno realizzato un birdie anche l’australiana Su Oh e la norvegese Marianne Skarpnord.

13:25 GOLF Continua l’ottima prestazione di Teresa Lu, che si porta a quota -3 di giornata e -4 nella classifica generale.

13:21 GOLF Disastro della spagnola Carlota Ciganda, che dopo due buche si trova ad un +5 di giornata.

13:14 GOLF Anche Teresa Lu, la rappresentante di Taipei, mette il secondo birdie di giornata.

13:07 GOLF Ottimo inizio per la svizzera Albane Valenzuela, che ha già realizzato due birdie nelle prime due buche del percorso.

13:02 GOLF Birdie per la taiwanese Teresa Lu e per l’indiana Aditi Ashok. Quest’ultima si porta a -4.

12:59 GOLF Bogey della spagnola Carlota Cibanda, che ieri aveva chiuso in quarta posizione con quattro colpi sotto il par.

12:48 GOLF Il primo birdie di quest’oggi è quello della svizzera Albane Valenzuela.

12.40 GOLF Il giro di oggi è stato aperto dall’atleta di Cina Taipei, Teresa Lu.

12:35 GOLF Dopo la prima giornata, la classifica è guidata dalla thailandese Ariya Jutanugarn (-6) davanti alle due sudcoreane  Kim Sei-Young e Park In-Bee, appaiate a quota -5.

12:30 GOLF Ha inizio la seconda giornata del torneo di golf femminile.

12:15 MEDAGLIERE Il medagliere vede gli Stati Uniti saldamente al comando con trenta medaglie d’oro, mentre l’Italia occupa attualmente l’ottavo posto: clicca qui per il medagliere completo.

12:00 Buongiorno e benvenuti ad una nuova giornata di dirette per le Olimpiadi di Rio 2016. Il programma di oggi si aprirà con la seconda giornata del golf femminile.

 
 
 

Diretta 17 agosto olimpiadi (seconda parte)

Post n°13327 pubblicato il 18 Agosto 2016 da Ladridicinema
 
Tag: eventi, news

5.47: buonanotte a tutti gli sportivi. Appuntamento a domani per un’altra emozionante giornata olimpica da Rio!

5.46: beach volley: Ludwig e Walkenhorst sono campionesse olimpiche. Titolo per la prima volta in Europa. Battute Agatha/Barbara 2-0 (21-17, 21-14)

5.21 beach volley: Ludwig/Walkenhorst vincono 21-18 il primo set della finale per l’oro contro Agatha/Barbara

5.18 Basket: FINALE! 83-86. Serbia in semifinale contro l’Australia.

5.10 volley: Brasile in semifinale. Vince 3-1 (25-23 il quarto) la sfida con l’Argentina e supera il turno. Incontrerà la Russia

5.08 volley: Brasile-Argentina 23-23

5.06: Basket: 75-78 Serbia a 2′ dal termine. Sarà finale-thriller!

5.05: Brasile-Arg entina 21-19

4.48: Brasile-Argentina 3-6

4.41: volley: Brasile-Argentina 2-1 (25-20)

4.37 basket: FINE TERZO QUARTO. Incredibile +14 Serbia! Letale la terza frazione di match (14-34).

4.36 volley: sta per chiudere il terzo set, il Brasile (21-16).

4.25 volley: 13-6 Brasile.

4.22 basket: 40-41. Controsorpasso serbo. I ragazzi di Djordjevic piazzano un 9-2 di parziale in apertura di terzo quarto e si riportano in vantaggio.

4.16 volley: il Brasile parte subito forte in questo terzo set (5-1).

4.08 volley: Brasile-Argentina 17-25 (1-1).

4.04 volley: Brasile-Argentina 14-20.

4.03 basket: 38-32 Croazia all’intervallo lungo. Bogdanovic e Macvan i migliori realizzatori.

4.02 volley: Argentina perfetta fino a questo momento: 16-12 nel secondo set (0-1 Brasile).

3.58 atletica: tripletta statuintense nei 100 ostacoli. Vince Brianna Rollins con 12″48, davanti a Ali 12″59, terza Kristie Castlin.

3.56 beach volley: Walsh/Ross battono 15-9 Larissa/Talita e vincono il bronzo! Per Walsh si tratta della quarta medaglia olimpica consecutiva, leggenda!

3.52 lotta: il cinese Zhao Shuai ha conquistato la medaglia d’oro della categoria 58 kg battendo per 6-4 il thailandese Tawin Hanprab. Salgono sul gradino più basso del podio il dominicano Luisito Pie ed il sudcoreano Kim Tae-Hun.

3.51 basket: 25-26 a metà secondo quarto. Punteggio basso.

3.47 atletica: entrano in pista le protagoniste dell’ultima finale di oggi, i 100 ostacoli: Roleder, Porter, Ali, Seymour, Rollins, Castlin, Ofili, George

3.43 volley: Il Brasile vince 25-22 il primo set delkl’ultimo quarto di finale maschile contro l’Argentina: 25-22

3.42 beach volley: Walsh Ross vanno sotto e poi rimontano vincendo 21-17 il secondo set. Si va al tie break per l’assegnazione del bronzo

3.34 atletica: bis olimpico per la giamaicana Thompson che vince i 200 in 21″78, secondo posto per l’olandese Schippers con 21″88, la statunitense Bowie terza con 22″15

3.33 basket: 11 Croazia – 13 Serbia, a tre minuti dalla prima sirena.

3.31 atletica: è il momento della finale dei 200 donne. Le protagoniste: Stevens, Asher, Ta Lou, Schippers, Bowie, Thompson, Ahye, Lalova-Collio

3.26 atletica: si conclude la gara del lungo donne. Vince la statunitense Tianna Bartoletta con 7-17, davanti all’altra statunitense Reese (7.15), terzo posto perla serba Spanovic con 7.08

3.25 basket: iniziata Croazia-Serbia. Ci si aspetta una partita molto equilibrata, tesa, fisica, ma con enormi contenuti tecnici sul parquet. I quintetti di partenza: Simon, Saric, Ukic, Bilan, Bogdanovic (Croazia); Teodosic, Markovic, Kalinic, Raduljica, Macvan (Serbia). In palio la semifinale contro l’Australia.

3.23 beach volley: Larissa e Talita vincono il primo set 21-17. Iniziato il secondo parziale: 2-2

3.21 lotta: La sudcoreana Kim So-Hui si è aggiudicata la medaglia d’oro della categoria 49 kg superando in finale la serba Tijana Bogdanović con il punteggio di 7-6. Medaglia di bronzo all’azera Patimat Abakarova ed alla thailandese Panipak Wongpattanakit.

3.19 atletica: Edward vince la terza batteria dei 200 con 20″08 e clamorosamente Gatlin è fuori dai giochi con 20″13, sopravanzato da Marrtina con 20″10. Ripescati Gemili e Gulyiev

3.16 tennistavolo: Cina 4/4! Oro anche nel maschile a squadre, 3-1 in finale sul Giappone

3.15 atletica: Spettacolo!!!! Bartoletta con 7.17 torna in testa alla gara del lungo, emozioni a non finire prima dell’ultima serie di salti

3.15 atletica: bellissima gara del lungo: 7.08 per Spanovic che si inserisca al secondo posto alle spalle di Reese

3.14 atletica: la statunitense Reese con 7.09 vola in testa alla graduatoria del lungo. Mihambo fa 6.95 come Bartoletta e Spanovic ma è quarta

3.11: la statunitense Reese con 7.09 vola in testa alla graduatoria del lungo

3.08 atletica: Usain Bolt vince la semifinale con 19″78, De Grasse bravissimo con 19″80, record canadese

3.02 atletica: Merritt vince la prima batteria dei 200 in 19″94 davanti a un ottimo Lemaitre che fa 20″01

02.46 atletica: incredibile nel lungo femminile! La statunitense Bartoletta fa registrare al suo secondo tentativo la stessa misura della serba Spanovic (6.95); ora è lei prima in classifica, grazie alla seconda misura (Spanovic ha un nullo). Terza sempre la tedesca Malaika Mihambo (6.83)

02.31 atletica: Tianna Bartoletta arriva ad un solo centimetro dalla Spanovic! Al momento, è argento virtuale nel salto in lungo. Terza la tedesca Malaika Mihambo (6.83).

02.27 tennistavolo: Mizutani salva il match point contro Xu Xin e poi vince l’incontro! 1-1 tra Cina e Giappone.

02.26 atletica: la serba Ivana Spanovic subito in testa nel salto in lungo femminile con ottimo 6.95.

02.19 atletica: iniziate la finale del salto in lungo femminile e i 400 metri relativi al decathlon.

02.19 atletica: piovono gli over 83 metri, nel giavellotto maschile. Conquistano il minimo per l’ingresso diretto in finale: Vadlejch (Repubblica Ceca, 83.27), Kosynskyy (Ucraina, 83.23), Rohler (Germania, 83.01).

02.10 atletica: inizia il classico valzer delle premiazioni che interrompe il “corso delle cose” in pista, in pedana, ecc.; doveroso.

02.05 atletica: l’americana Castlin e la britannica Ofili conquistano la finale, arrivando prima e seconda nella terza semifinale.

01.57 atletica: il solo tedesco Weber ha fin qui centrato una misura utile (84.46) per accedere in finale.

01.56 atletica: Ali (Usa) e George (Canada) accedono alla finale dei 100 metri ostacoli.

01.45 atletica: conclusa la prima delle tre semifinali dei 100 metri ostacoli. Avanti la statunitense Rollins e la bahamense Seymour.

01.34 tennistavolo: Cina in vantaggio sul Giappone (1-0) nella finale a squadre maschile.

01.30 atletica: cominciata la qualificazione del lancio del giavellotto maschile. Non ci sono italiani in gara.

01.22 basket: finisce 105-78 tra Team Usa e Argentina. Statunitensi dominanti, ma ciò che tocca di più in questo momento sono le lacrime di Manu Ginobili e il tifo assordante del suo popolo…

01.18 basket: esce dal campo, sommerso dall’ovazione di tutto il palazzetto, il giocatore argentino più forte di tutti i tempi. Manu Ginobili, al suo addio alla Camiseta Albiceleste.

01.16 basket: 96-72. Aggiornamento “per dovere di cronaca”, a tre minuti dal termine di Usa-Argentina. Americani in semifinale contro la Spagna: ci sarà partita…?

01.10 atletica: KEMBOI SQUALIFICATO NEI 3000 M SIEPI! BRONZO A MEKHISSI

01.09 basket: 93-65 Stati Uniti. Non c’è più partita ormai da un bel po’, ma i cori del pubblico argentino, consapevole che siamo ai saluti di una generazione fantastica, vincente, probabilmente irripetibile, sono uno spettacolo nello spettacolo. Anche Team Usa sta tirando leggermente i remi in barca, c’è grande rispetto per Ginobili, Scola, Nocioni, Delfino e compagnia.

01.00 lotta libera: vi diamo i podi di nottata fin qui ufficiali.

48 KG FEMMINILE
1) Eri Tosaka (JPN)
2) Mariya Stadnik (AZE)
3) Sun Yanan (CHN)
3) Elista Atanasova Yankova (BUL)

58 KG FEMMINILE
1) Kaori Icho (JPN)
2) Valeriia Koblova-Zhobolova (RUS)
3) Sakshi Malik (IND)
3) Marwa Amri (TUN)

67 KG FEMMINILE
1) Sara Dosho (JPN)
2) Natalia Vorobeva (RUS)
3) Elmira Syzsykova (KAZ)
3) Anna Jenny Fransson (SWE)

00.55 basket: 87-61 alla FINE DEL TERZO QUARTO. Dispiace un po’ dirlo, ma la Generación Dorada dell’Argentina saluta qui.

00.51 basket: 83-58 a cento secondi dalla terza sirena. Durant (27 punti) devastante, Ginobili (13pti) e Nocioni (12) possono solo mettercela tutta. Ma stasera non basta, né basterà…

00.45 basket: inizia il terzo quarto tra Usa e Argentina.

00.30 basket: 56-40. E’ questo l’eloquente risultato a metà partita fra Usa e Argentina. E’ durata una manciata di minuti la Resistencia Argentina… Durant (18 e +22 di valutazione!), George e Cousins (9) sugli scudi; dall’altra parte il solo Campazzo pare ispirato stanotte (13 e +14 di valutazione). FINE SECONDO QUARTO

00.22 volley: ITALIA-IRAN 3-0! SIAMO IN SEMIFINALE!!!!!!

00.21 volley: 24-15 Italia. Abbiamo 9 palle match!

00.19: volley l’Italia va! 20-13. Siamo a cinque punti dalla semifinale.

00.18 basket: 47-27. A metà secondo quarto, il massimo vantaggio Stati Uniti. Parziale monstre di 22 a 6 per i Fenomeni.

00.14 volley: ACEEEE DELLO ZAAAAR! 16-10 ITALIAAAAA.

00.12 volley: 13-9 Italia!

00.12 basket: 00.09: ripartenza da incubo per l’Argentina…11-0 di parziale e forbice che già si sta allargando: 36-21 Usa.

00.08 volley: 9-7, Italia sempre davanti!

00.05 volley: 4-4 tra Italia e Iran nel terzo set. L’Italia conduce 2-0.

00.04 basket: 25-21 Team Usa. FINE PRIMO QUARTO

00.03 basket: 23-21. Primo vantaggio Usa, firmato Durant (13!). Da chi altro sennò?!

00.02 volley: parte il terzo set. Primo punto Italia. Siamo avanti 2-0 nei set.

23.58 volley: 25-19 ITALIAAAA! 2-0!

23.57 basket: 9-19 Argentina. La partita è stupenda, un vero piacere per occhi e cuori a spicchi.

23.57 volley: JUANTORENAAAA! 24-19, cinque set point per l’Italia!

23.56 volley: 21-17 Italia.

25.54: basket. 7-12 Argentina. Finora è Durant (7) contro l’Albiceleste

23.51 basket: 5-8 Argentina dopo 3′. E’ già una bellissima partita: non v’erano dubbi…

23.51: break azzurro, 18-15!

23.45 Occasione sprecata dall’Italia per ottenere il break, si rimane in parità 14-14

23.43 Ancora primo tempo di Biralelli, 11-11!

23.42 Biralelli sigla il 10-10!

23.41 Errore di Lanza al servizio, Iran avanti 9-8 nel secondo set

23.37 Pallavolo: molto equilibrato anche l’inizio del secondo set. 4-4 il punteggio.

23.37 Pallamano: Danimarca batte Slovenia 37-30. Nordici in semifinale.

23:31 Pallavolo: primo set azzurro 31-29. L’Iran alza bandiera bianca dopo una dura lotta. Ora secondo set!

MUROOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO ITALIAAAAAAAAAAAAAAAAAAA

23.30 Juantorena riporta avanti l’Italia 30-29.

23.30 L’Iran non trema, 29-29.

23.29 Buti al servizio.

23.28 DOPPIO PUNTO JUANTORENAAAAA ITALIA AVANTI 29-28

23.27 Brutto errore di Rossini in battuta, altro set ball Iran.

23.26 Ancora pari, sbaglia l’Iran in battuta.

23.25 25-25

23.24 MUROOOOOOOOOOOO DELLO ZAR! 25-24 ITALIA. Timeout Iran

23.23 Ancora lo zar! 24-24

23.23 Set ball Iran 24-23

23.22 Lo zar si prende il 23° punto. Ancora parità!

23.20 22-22 Italia-Iran

23.18 Continua il punto a punto tra Italia e Iran. 20-20

23.16 Birallelli riporta avanti gli azzurri 18-17

23.16 17-17 Itan, chiesto l’occhio di falco ma la palla azzurra è out.

23.15 Italia avanti 17-16

23.11: LO ZAR E’ CALDO! 12-12, due schiacciate di fila per il nostro opposto!

23.09: Italia molto fallosa in battuta, già cinque errori. 10-10.

23.05: 6-6, punto su punto finora Italia e Iran.

 
 
 
Successivi »
 

sito   

 

Monicelli, senza cultura in Italia...

 
 

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Agosto 2016 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 

tutto il materiale di questo blog può essere liberamente preso, basta citarci nel momento in cui una parte del blog è stata usata.
Ladridicinema

 
 

Contatta l'autore

Nickname: Ladridicinema
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 32
Prov: RM
 
Citazioni nei Blog Amici: 28
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

FILM PREFERITI

Detenuto in attesa di giudizio, Il grande dittatore, Braveheart, Eyes wide shut, I cento passi, I diari della motocicletta, Il marchese del Grillo, Il miglio verde, Il piccolo diavolo, Il postino, Il regista di matrimoni, Il signore degli anelli, La grande guerra, La leggenda del pianista sull'oceano, La mala education, La vita è bella, Nuovo cinema paradiso, Quei bravi ragazzi, Roma città aperta, Romanzo criminale, Rugantino, Un borghese piccolo piccolo, Piano solo, Youth without Youth, Fantasia, Il re leone, Ratatouille, I vicerè, Saturno contro, Il padrino, Volver, Lupin e il castello di cagliostro, Il divo, Che - Guerrilla, Che-The Argentine, Milk, Nell'anno del signore, Ladri di biciclette, Le fate ignoranti, Milk, Alì, La meglio gioventù, C'era una volta in America, Il pianista, La caduta, Quando sei nato non puoi più nasconderti, Le vite degli altri, Baaria, Basta che funzioni, I vicerè, La tela animata, Il caso mattei, Salvatore Giuliano, La grande bellezza, Indagine su di un cittadino al di sopra di ogni sospetto, Todo Modo, Z - L'orgia del potere

 

Ultime visite al Blog

il_pablosagredo58LadridicinemaplateflubopoElemento.Scostantesexydamilleeunanottemakavelikacar400psicologiaforensepaganigiovanni47sognami40latino6921gufo2005LolieMiu
 

Tag

 
 

classifica 

 

classifica 

 

FILM PREFERITI

Detenuto in attesa di giudizio, Il grande dittatore, Braveheart, Eyes wide shut, I cento passi, I diari della motocicletta, Il marchese del Grillo, Il miglio verde, Il piccolo diavolo, Il postino, Il regista di matrimoni, Il signore degli anelli, La grande guerra, La leggenda del pianista sull'oceano, La mala education, La vita è bella, Nuovo cinema paradiso, Quei bravi ragazzi, Roma città aperta, Romanzo criminale, Rugantino, Un borghese piccolo piccolo, Piano solo, Youth without Youth, Fantasia, Il re leone, Ratatouille, I vicerè, Saturno contro, Il padrino, Volver, Lupin e il castello di cagliostro, Il divo, Che - Guerrilla, Che-The Argentine, Milk, Nell'anno del signore, Ladri di biciclette, Le fate ignoranti, Milk, Alì, La meglio gioventù, C'era una volta in America, Il pianista, La caduta, Quando sei nato non puoi più nasconderti, Le vite degli altri, Baaria, Basta che funzioni, I vicerè, La tela animata, Il caso mattei, Salvatore Giuliano, La grande bellezza, Indagine su di un cittadino al di sopra di ogni sospetto, Todo Modo, Z - L'orgia del potere

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Archivio messaggi

 
 << Agosto 2016 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 

Contatta l'autore

Nickname: Ladridicinema
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 32
Prov: RM
 

Ultime visite al Blog

il_pablosagredo58LadridicinemaplateflubopoElemento.Scostantesexydamilleeunanottemakavelikacar400psicologiaforensepaganigiovanni47sognami40latino6921gufo2005LolieMiu
 

sito

 

blog.libero.it/cinemaparadiso 

 

 

 

 

Monicelli, senza cultura in Italia...