Creato da Ladridicinema il 15/05/2007
Blog di cinema, cultura e comunicazione
 

 

Renato Zero Tour 2016: tappe ufficiali dei concerti e possibili date a Roma, Milano, Firenze e Bologna da confemaufficiale

Post n°13244 pubblicato il 20 Luglio 2016 da Ladridicinema
 

Pubblicato il 29 Giu 2016 - 8:00pm di Patrizia Monaco

Tappe ufficiali del Tour 2016 di Renato Zero nei palasport italiani. Possibili date a Roma, Milano, Bologna e Firenze a partire da novembre.

Renato Zero

Dopo il successo del triplo live all’Arena di Verona, Renato Zero annuncia un tour nei palasport

Con il suo ritorno live all’Arena di Verona, risalente agli inizi di giugno, Renato Zeroha dimostrato non solo di essere in forma, ma di volere più che mai abbracciare i propri sorcini, ancora ed ancora. Tre date nell’incantevole cornice dell’anfiteatro veneto, divenute sold out nel giro di pochi minuti dalla messa in vendita dei biglietti, capaci di riunire nella città di Giulietta migliaia di persone provenienti da tutta Italia. Non potevano mancare i veterani zerofolli, cresciuti con il mito diRenato Zero, a tal punto da aspettarlo all’esterno della sua casa in zona CamillucciaRoma. Ed ora eccoli lì, con tanto di famiglia a seguito, in fila per assistere all’ennesimo concerto di colui che rappresenta non solo un artista ma anche e soprattutto un compagno di viaggio, attraverso la cui voce poter condividere le emozioni di un’intera esistenza. Una trasferta ripagata da Renato Zero a suon di momenti toccanti ed irripetibili, che solo i tanti accorsi all’Arena di Verona hanno avuto la fortuna di vivere.

Tappe ufficiali della tournée in partenza a novembre 2016: date a Roma, Milano, Bologna e Firenze

Per tutti coloro che non erano presenti a Verona però, giungono in queste ore buone notizie. Renato Zero ha infatti annunciato una tournée in riferimento ai mesi invernali che lo porterà a toccare l’intera penisola italiana per la promozione del suo ultimo album  Alt. Pubblicato lo scorso 8 aprile, e certificato oro dopo appena due settimane, il disco ha rappresentato il trampolino di lancio sul mercato italiano per i due singoli Chiedi e Rivoluzione, emblema dell’intero progetto discografico, ovvero una vera e propria carta dei diritti e del valore spirituale proprio di ogni singolo uomo. Inutile sottolineare però quanto, non solo i sorcini militanti da anni ma anche i neofiti del magico mondo di Zero, abbiano necessità e voglia di riascoltare dal vivo brani storici del passato, appartenenti alla prima metà della fortunata carriera del cantautore romano.

Un repertorio pregno di perle musicali, capace di rendere arduo anche un compito apparentemente semplice come la scelta della setlist. In occasione del triplice concerto all’Arena di VeronaRenato Zero ha scelto di proporre al proprio pubblico oltre trenta brani, ripescati non solo dai suoi esordi discografici ma anche a lavori più recenti, compreso, ovviamente, l’album Alt. Facile intuire quindi che, anche per quanto riguarda i futuri concerti invernali del cantautore, la scaletta dei live show sia la seguente:

Non dimenticarti di me – Vivo – Chiedi – Figli della guerra – In questo misero show – Una magia – La lista – Il cielo è degli angeli – Voyeur – Mentre aspetto che ritorni – Il tuo sorriso – Cercami – Inventi – Voglia d’amare – Figaro – Più su – Spiagge – Per sempre –Magari – Perché non mi porti con te – I nuovi santi – La voce che ti do – Sesso o esse – Gesù – Galeotto fu il canotto – In apparenza – Rivoluzione – Amico – Alla tua festa – Gli anni miei raccontano – I migliori anni della nostra vita – Il cielo

Renato Zero

Come accennato in precedenza, in queste ore Renato Zero ha annunciato ai microfoni di Radio Subasio, la scelta di tornare ad esibirsi dal vivo nei prossimi mesi. Un tour nei palasport quello previsto per il cantautore romano, pronto a girare l’Italia, a cominciare dalle prime sei tappe inserite in calendario. Si partirà daBologna, probabilmente l’Unipol Arena di Casalecchio di Reno, per poi proseguire con il Palalottomatica di Roma, il Mediolanum Forum di Assago, il Nelson Mandela diFirenze, il Pala Alpitour di Torino ed il Kioene Arena di Padova. Al momento, a rimanere a digiuno è il sud Italia, ma non si esclude affatto l’aggiunta di nuove date per quanto concerne il meridione.

L’inizio del Tour è previsto per il mese di novembre, probabilmente a cavallo con dicembre, accompagnando i sorcini verso le festività natalizie. Nella città di Roma poi, Renato Zero potrebbe tenere un doppio concerto, considerata la massiccia presenza di zerofolli nella città eterna, e la vicinanza della stessa dal sud e dunque possibile meta dei tanti seguaci di Renato Zero presenti al meridione. Nei prossimi giorni infine, saranno rese note le modalità d’acquisto dei biglietti per assistere alTour 2016 di Renato Zero.

 
 
 

George R.R. Martin avrebbe terminato The Winds of Winter da justnerd

Post n°13243 pubblicato il 20 Luglio 2016 da Ladridicinema
 

  • Stando a quanto riportato da yibada George R.R. Martin avrebbe terminato The Winds of Winter, e il romanzo potrebbe essere pubblicato “già” a Gennaio del 2017.

The Winds of Winter è l’attesissimo romanzo dello scrittore responsabile della saga de Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco, conosciuta dai più per essere stata la saga di romanzi che hanno dato vita ad una delle serie televisive più famose di tutti i tempi, Il Trono di Spade di HBO. La notizia in realtà si tratta solamente di un rumor e, considerata la fama di Martinnell’essere lo scrittore di successo più lento della storia, noi non ci crederemo finché non vedremo il libro sugli scaffali delle librerie. The Winds of Winter sarà il sesto capitolo della saga e narrerà quanto visto nella sesta stagione di Game of Thrones, ma anche quanto accadrà nella settima stagione.

La stesura del libro era iniziata già nel 2010, quando lo scrittore affermò di averne scritto quattro capitoli. Negli ultimi anni tuttavia, e dopo molti rinvii, numerosi fan avevano espresso la loro preoccupazione sull’eventualità che George R. R. Martin potesse morire (a causa dell’età dello scrittore che oggi va per i 70 anni..) prima di aver completato la storia. Ora la speranza è che il rumor sia fondato, e che lo scrittori si butti a capofitto nella scrittura dell’ultimo romanzo che dovrebbe concludere Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco, A Dream of Spring.

 
 
 

Vasco, Zucchero, Renato Zero, Laura Pausini, Pooh: tutta la musica che vedremo in tv da rockol.it

Post n°13242 pubblicato il 20 Luglio 2016 da Ladridicinema
 
Tag: musica, news, tv

Vasco, Zucchero, Renato Zero, Laura Pausini, Pooh: tutta la musica che vedremo in tv

Non solo Mina e Celentano: ci sono anche Vasco, Zucchero, Renato Zero, Laura Pausini, i Pooh e tanti altri protagonisti della musica italiana. Sia RAI che Mediaset, per la prossima stagione televisiva, che prenderà il via a settembre, hanno deciso di puntare su serate-evento dedicate alle stelle della musica italiana.

I dirigenti della RAI hanno scoperto le carte nella giornata di ieri, martedì 28 giugno, durante la conferenza stampa di presentazione dei palinsesti per la stagione autunnale 2016/2017. Il 17 settembre Rai1 trasmetterà una prima serata dedicata a Renato Zero, proponendo la registrazione video di uno dei tre concerti tenuti dal cantautore romano all'Arena di Verona all'inizio di giugno con ospiti Emma, Francesco Renga ed Elisa. Sempre su Rai1, Massimo Giletti condurrà due serate dedicate a Mogol e a Zucchero che saranno probabilmente costruite sul modello della serata speciale dedicata a Lucio Battisti nel 2012 e più volte riproposta nel corso degli ultimi anni: non dovrebbero dunque mancare alcuni ospiti speciali e cantanti chiamati a reinterpretare i brani più celebri tra quelli scritti da Mogol e quelli portati al successo da Zucchero. Sempre su Rai1, il prossimo novembre, verrà riproposta la serata unica dedicata alla selezione finale dei Giovani di Sanremo 2017, con la conduzione di Carlo Conti. Infine, il 5 dicembre la rete "ammiraglia" della tv di Stato festeggerà l'uscita del nuovo album di Mina e Celentano (prevista per lo stesso giorno) con "Mina e Celentano - L'evento", una serata speciale con molte sorprese: "in qualche modo ci saranno anche loro", hanno fatto sapere i dirigenti della RAI.

Su Rai2, a settembre, andrà in onda una prima serata dedicata a Vasco e realizzata per il ciclo "Unici": si tratta di uno speciale nel corso del quale verranno riproposti i momenti migliori dei quattro concerti tenuti dal rocker di Zocca allo Stadio Olimpico di Roma il 22, 23, 26 e 27 giugno. E non mancheranno interviste e contributi dei fan dello stesso Vasco Rossi.

Mika sarà invece al timone di uno show che verrà trasmesso sulla seconda rete RAI e che vedrà la partecipazione della comica Virginia Raffaele in qualità di ospite fissa.

Tornerà nel palinsesto di Rai2 anche un talent show, ma non è ancora stato confermato The Voice of Italy (che secondo alcune indiscrezioni, dopo l'insuccesso dell'ultima edizione, potrebbe passare a Tv8). Ilaria Dallatana, direttrice di Rai2, ha detto:

"Nella Rai2 che ho in mente io un talent ci deve essere. La prossima settimana incontreremo i produttori di The Voice per decidere quale strada intraprendere. Non so se sarà The Voice of Italy o tornerà con un altro nome".

Anche il palinsesto autunnale di Mediaset sarà per lo più incentrato su grandi eventi musicali, come recentemente anticipato dal direttore di Canale 5 Giancarlo Scheri in un'intervista concessa a La Stampa. Sarà proprio la rete ammiraglia Mediaset a trasmettere queste prime serate: si partirà a settembre con uno speciale tv dedicato ai concerti negli stadi italiani di Laura Pausini. Poi toccherà ai Pooh, per i quali si è pensato ad una serata-evento dedicata ai 50 anni di carriera della band. E poi ancora: i Modà (anche in questo caso la prima serata dovrebbe essere uno speciale dedicato ai concerti estivi negli stadi), Biagio Antonacci e Il Volo (Canale 5 trasmetterà in differita la serata-evento del 1° luglio a Firenze,omaggio a Domingo, Carreras e Pavarotti).

Alessandra Amoroso, Emma ed Elisa dovrebbero essere protagoniste di un'unica serata a loro dedicata. Quanto al talent, tornerà anche quest'anno Amici: Maria De Filippi ha infatti rinnovato il suo contratto e resterà legata in esclusiva a Mediaset per i prossimi 5 anni.

 
 
 

Film usciti giovedi scorso

Post n°13241 pubblicato il 20 Luglio 2016 da Ladridicinema
 

Locandina: Bastille Day - Il colpo del secolo
Bastille Day - Il colpo del secolo
Bastille Day
  • DATA USCITA: 13/07/2016
  • GENERE: Azione, Thriller
  • NAZIONALITA': USA, Francia
  • ANNO: 2016
  • REGIA: James Watkins
  • CAST: Idris Elba, Richard Madden, Kelly Reilly

Locandina: Cell
Cell
Cell
  • DATA USCITA: 13/07/2016
  • GENERE: Horror, Thriller
  • NAZIONALITA': USA
  • ANNO: 2016
  • REGIA: Tod Williams
  • CAST: Samuel L. Jackson, John Cusack, Isabelle Fuhrman

Locandina: D.A.D.
D.A.D.
D.A.D.
  • DATA USCITA: 14/07/2016
  • GENERE: Fantascienza, Thriller
  • NAZIONALITA': Italia, Svizzera
  • ANNO: 2016
  • REGIA: Marco Maccaferri
  • CAST: Stefano Annoni, Luca Bastianello, Giovanni Battaglia

Locandina: Sneezing Baby Panda
Sneezing Baby Panda
Sneezing Baby Panda - The Movie
  • DATA USCITA: 14/07/2016
  • GENERE: Avventura, Commedia, Family
  • NAZIONALITA': Cina
  • ANNO: 2016
  • REGIA: Lesley Hammond, Jenny Walsh
  • CAST:

Locandina: The Legend of Tarzan
The Legend of Tarzan
The Legend of Tarzan
  • DATA USCITA: 14/07/2016
  • GENERE: Azione, Avventura
  • NAZIONALITA': USA
  • ANNO: 2016
  • REGIA: David Yates
  • CAST: Alexander Skarsgård, Margot Robbie, Samuel L. Jackson

Locandina: Una spia e mezzo
Una spia e mezzo
Central Intelligence

  • DATA USCITA: 14/07/2016
  • GENERE: Azione, Commedia
  • NAZIONALITA': USA
  • ANNO: 2016
  • REGIA: Rawson Marshall Thurber
  • CAST: Dwayne Johnson, Kevin Hart, Ike Barinholtz

 
 
 

Film nelle sale da domani

Post n°13240 pubblicato il 20 Luglio 2016 da Ladridicinema
 


Top Cat e i gatti combinaguai
Don Gato: El Inicio de la Pandilla
  • DATA USCITA: 20/07/2016
  • GENERE: Animazione, Family
  • NAZIONALITA': Messico
  • ANNO: 2016
  • REGIA: Andrés Couturier
  • CAST:

Locandina: Mr Cobbler e la bottega magica
Mr Cobbler e la bottega magica
The Cobbler
  • DATA USCITA: 21/07/2016
  • GENERE: Commedia, Drammatico, Fantasy
  • NAZIONALITA': USA
  • ANNO: 2014
  • REGIA: Thomas McCarthy
  • CAST: Adam Sandler, Dan Stevens, Steve Buscemi

Locandina: Quel venerdi 30 dicembre
Quel venerdi 30 dicembre
Quel venerdi 30 dicembre
  • DATA USCITA: 21/07/2016
  • GENERE: Commedia
  • NAZIONALITA': Italia
  • ANNO: 2016
  • REGIA: Dario Germani, Tonino Abballe
  • CAST: Tonino Abballe, Maria Tona, Claudia Salvatore

Locandina: Star Trek Beyond
Star Trek Beyond
Star Trek Beyond

  • DATA USCITA: 21/07/2016
  • GENERE: Azione, Avventura, Fantascienza
  • NAZIONALITA': USA
  • ANNO: 2016
  • REGIA: Justin Lin
  • CAST: Chris Pine, Zachary Quinto, Zoe Saldana

 
 
 

Box Office, The Legend of Tarzan stravince il weekend

Post n°13239 pubblicato il 20 Luglio 2016 da Ladridicinema
 

Box Office Italia
In Italia pronostici rispettati, con The Legend of Tarzan che stravince il weekend e che dal giorno della sua release è stato capace di raccogliere quasi 1,4 milioni di euro, un incasso se non "invernale", sicuramente interessante. Molto staccato è Tartarughe Ninja - fuori dall'ombra che riesce però a tenere a distanza l'altra new entry della settimana, la commedia action Una spia e mezzo con The Rock, che deve accontentarsi di finire sul gradino più basso del podio con un incasso complessivo, dal giorno della release, di appena 300mila euro (forse anche meno di quanto fosse lecito aspettarsi). Briciole per tutti gli altri film in classifica, questi sì veramente "estivi", con il soloIt Follows a dare segni di una certa vitalità. Questa settimana tocchiamo il record negativo delle uscite settimanali, con solo 4 pellicole: l'unica capace di entrare in classifica è ovviamente Star Trek Beyond, mentre poche possibilità hanno Top Cat e i gatti combinaguaiMr Cobbler e la bottega magica e Quel venerdì 30 dicembre

Box Office USA
In America il duello del weekend lo vince Pets - Vita da animali che, grazie agli incassi di sabato e domenica, riesce a ribaltare lo scenario di venerdì e a mantenere la prima posizione del box office americano con 50,5 milioni contro i 46 milioni di Ghostbusters 3D, che da par suo non può nemmeno lamentarsi troppo, visto le fosche previsioni della vigilia. Certo, recuperare i 140 milioni e rotti spesi per la produzione del film non sarà facile per Sony. Gli animaletti di Universal invece sono già in attivo da un pezzo e toccano quota 203 milioni in America e 253 a livello globale. Reggono bene The Legend of Tarzan, che arriva a quota 103 milioni, e Alla ricerca di Dory che consolida il primato americano con ben 445 milioni (721 a livello mondiale), dato che porta il film al 95esimo posto della classifica all time a stelle e strisce, vicinissimo ad altri superclassici quali Toy Story 3 - La grande fuga,Aladdin e Mrs. Doubtfire (mammo per sempre), che verranno superati in settimana. Da segnalare infine l'ottavo posto di The Infiltrator e l'eccellente performance di Cafè Society, il nuovo film di Woody Allen, che apre 18esimo con la spettacolare media per sala di oltre 70mila dollari. La prossima settimana gran bagarre con l'arrivo in contemporanea di L'era glaciale: In rotta di collisione, l'horror Lights Out - Terrore nel buio e Star Trek Beyond

 
 
 

Box Office Usa, un weekend da $ 100.000.000 per Pets

Post n°13238 pubblicato il 13 Luglio 2016 da Ladridicinema
 

Box Office Italia
Contrariamente a quello americano, che ha fatto segnare parecchie novità, il box office italiano dell'ultimo weekend non ha offerto particolari spunti di riflessione. L'unico film degno di nota, quanto a incassi, è stato Tartarughe Ninja - Fuori dall'ombra, che ha chiuso con un incasso di circa mezzo milione di euro e di 678mila complessivi dal giorno della release sul mercato italiano. Poi, il nulla, visto che sia The Conjuring - Il caso Enfield che Cattivi vicini 2 si sono attestati su cifre dimezzate rispetto alla settimana scorsa e che It Follows non è andato oltre i 200mila euro complessivi dal giorno della release. Ritmi compassati quindi, che potrebbero essere smossi questa settimana dall'arrivo di The Legend of Tarzan e Una spia e mezzo, che negli States stanno andando benissimo. 

Box Office USA
Weekend da record in America: Pets - Vita da animali polverizza tutte le previsioni degli analisti e chiude un weekend da 103 milioni di dollari, dato che rappresenta il miglior esordio di sempre per un film d'animazione (battuti nettamente sia Inside Out che Zootropolis che avevano ottenuto rispettivamente 90 e 75 milioni di dollari). È il primo grande successo Universal dopo i fasti dell'anno scorso. Il film è il sesto esordio superiore ai 100 milioni del 2016, anno che grazie a questo exploit viaggia con un miglioramento del 2,5% rispetto al 2015. 
Resiste sul podio e diventa migliore incasso dell'anno Alla ricerca di Dory, che guadagna altri 20,3 milioni e tocca un totale di 422 milioni (a livello mondiale il film è a quota 642,8 milioni ma deve ancora aprire in molti paesi, tra cui il nostro). Resiste bene The Legend of Tarzan, che mantiene la seconda posizione con 81 milioni complessivi, un dato ottimo, ma che non garantisce la profittabilità del film, visti i suoi elevatissimi costi di produzione (180 milioni di dollari). Buon esordio per la commedia Mike & Dave: Un matrimonio da sballo che apre con 16 milioni. Crollo per La notte del giudizio - Election Year, già comunque in enorme attivo e per Independence Day - Rigenerazione, non proprio un flop assoluto ma una delle maggiori delusioni, in tutti i sensi, dell'estate americana 2016. Ottima tenuta per Una spia e mezzo, che supera quota 100 milioni. Da segnalare infine l'eccellente partenza di Sultan, che fa segnare la seconda miglior media per sala del weekend. La prossima settimana arriva uno dei film più discussi dell'estate, il reboot al femminile di Ghostbusters - Acchiappafantasmi

 
 
 

Film nelle sale da domani

Post n°13237 pubblicato il 06 Luglio 2016 da Ladridicinema
 

 

 
 
 

Box Office USA, il trionfo di Alla ricerca di Dory

Post n°13236 pubblicato il 06 Luglio 2016 da Ladridicinema
 

 

Box Office Italia
In Italia si chiude, in ottica completamente speculare rispetto agli USA, il weekend più povero dell'anno. Alla fine la spunta ancora The Conjuring - Il caso Enfield, che però ha perso la forza propulsiva del lancio e va avanti grazie ad un valido passaparola. Deludenti le new entry settimanali: dal giorno della release la migliore è, a sorpresa, My Bakery in Brooklyn - Un pasticcio in cucina, che chiude con 178mila euro complessivi nella settimana e fa meglio di Cattivi vicini 2 che si ferma a 173mila, poco più di La Battaglia degli imperi - Dragon Blade. Sostanzialmente inconsistenti sia Ratchet & Clank che American Ultra. E adesso? Luglio è il mese peggiore dell'anno per il box office italiano, ma qualche botto sta per arrivare: questa settimana, dopo un anno di ritardo arriva finalmente l'horror It Follows, assieme alle Tartarughe Ninja - Fuori dall'ombraThe Legend of Tarzan arriva il 14 assieme a Una spia e mezzo, il 21 è previsto Star Trek Beyond, mentre il 28 si chiude ufficialmente la stagione con Ghostbusters 3D e La notte del giudizio - Election Year.

Box Office USA
In America il weekend più importante dell'anno, almeno per il box office, quello del Giorno dell'Indipendenza, si chiude con il trionfo di Pixar e di Alla ricerca di Dory, che resistono agli assalti di ben tre nuove entrate. Alla ricerca di Dory ottiene 41 milioni e vola a 372 milioni solo in America, dato che lo porta ad essere nettamente il miglior film di animazione degli ultimi anni ed il migliore Pixar in assoluto, almeno per quanto concerne i giorni passati da quello delle release. Il film occupa il 140esimo posto nella classifica americana di tutti i tempi che considera anche l'inflazione e già oggi supererà il primo Toy Story - Il mondo dei giocattoli (mentre entro la settimana diventerà il numero uno del 2016, superando Captain America: Civil War). Disney ha 4 film nei primi 5 posti dei film più visti dell'anno in America. 
Tra le new entry molto bene The Legend of Tarzan (38 milioni, ma è costato un sacco, oltre 180) e il terzo capitolo La notte del giudizio - Election Year, che con 30,8 milioni è uno dei pochi sequel del 2016 ad essere partito meglio degli episodi precedenti (e ha la migliore media per sala della top ten). Male invece Spielberg, il suo Il GGG - Il Grande Gigante Gentile si ferma a 19 milioni, pochi viste le ambizioni del film. Perdita notevole perIndependence Day - Rigenerazione che arriva a 72 milioni totali e potrà gioire se passerà i 100 (il primo ne aveva fatti quasi 600), mentre tengono botta Una spia e mezzo e Paradise Beach - Dentro l'incubo, entrambi in ampio attivo rispetto ai costi di produzione. La settimana prossima arriva il cartoon estivo della Universal, Pets - Vita da animali che sicuramente detronizzerà Alla ricerca di Dory dal primo posto. In arrivo anche la commedia Mike & Dave: Un matrimonio da sballo: l'estate americana continua... 

 
 
 

"Ho saputo della morte di Bud Spencer nello stesso posto in cui l'ho conosciuto" da today

Post n°13235 pubblicato il 01 Luglio 2016 da Ladridicinema
 
Tag: news, STORIA

Il ricordo commosso di Terence Hill ai funerali dell'attore da poco scomparso: "Ho capito che nulla avviene per caso, che la vita è eterna e che per questo Bud la viveva con gioia"

In prima fila nella Chiesa degli artisti, in piazza del Popolo a Roma, per l’ultimo saluto al gigante buono del cinema italiano c'era ovviamente anche Terence Hill, il compagno di sempre.

Il feretro di Bud Spencer, al secolo Carlo Pedersoli, è sfilato tra due ali di folla. Una dimostrazione d’affetto commovente, così come commovente è stato il ricordo di Terence Hill.

"Bud – ha detto l’attore – ripeteva sempre una frase, ‘ma non abbiamo mai litigato’, e la ripeteva continuamente. Era la dimostrazione che noi ci rispettiamo e ci amiamo".

Poi ha rivelato un aneddoto curioso e quasi mistico: "Quando Giuseppe (il filio dell'attore, ndr) mi ha comunicato che Bud era andato via ero ad Almeria, in Spagna, nello stesso punto dove ci siamo incontrati la prima volta, per girare il nostro primo film. E dopo la confusione, il dispiacere, il dolore, è arrivata una sensazione di calma, quasi di gioia: ho capito che niente avviene a caso, che la vita è eterna e che per questo Bud la viveva con gioia. Sono certo che quando lo incontrerò mi verrà incontro con la sua sella in spalla e mi dirà 'ma non abbiamo mai litigato'". 

 
 
 

Cinema, Ŕ morto Bud Spencer, il gigante buono del cinema italiano da la repubblica

Post n°13234 pubblicato il 01 Luglio 2016 da Ladridicinema
 
Tag: news, STORIA

 

Insieme a Terence Hill ha scritto momenti diversi e importanti di alcune tra le stagioni più felici della produzione italiana: dalla serie indimenticabile degli 'Spaghetti western', all'avventura comica, dal cinema di qualità come un indimenticabile protagonista per Ermanno Olmi, alle produzioni internazionali di intrattenimento

 

E' morto a Roma l'attore Carlo Pedersoli, meglio conosciuto come Bud Spencer. Aveva 86 anni. Lo ha annunciato il figlio Giuseppe Pedersoli: "Papà è volato via serenamente alle 18.15. Non ha sofferto, aveva tutti noi accanto e la sua ultima parola è stata 'grazie". Era nato a Napoli il 31 ottobre del 1929.
 
“Quando il Padreterno mi chiamerà, voglio andare a vedere che cosa succede. Perché se non succede niente, m’incazzo. M’hai fatto alzare ogni mattina per ottantasette anni per non andare, alla fine, da nessuna parte? Io, di fronte a tante cose enormi che non comprendiamo, mi posso attaccare solo a lui. E sperare che quando mi chiamerà, mi si chiarirà tutto. Perché oggi, mi dia retta, non si capisce proprio più niente”. Era già un Carlo Pedersoli affaticato, ma sempre combattivo, spiritoso, loquace quello che ci raccontava, pochi anni fa, cosa pensava del momento in cui sarebbe stato chiamato “dall’altra parte”. Una curiosità perfino eccessiva per l’uomo che, sempre, aveva professato - e vantandosene - il “futteténn’” come filosofia di vita. Forse per via di quelle radici napoletane dalle quali non s’era mai staccato, classe 1929, mamma Rosa e papà Alessandro, rione di Santa Lucia, a scuola con il vicino di casa Luciano De Crescenzo. “Cosa ricordo di Napoli? Le bombe. Sa, c’era un po’ di guerra…. Ero cresciutello e me la ricordo bene”.Video
 
Da Napoli a Roma, dove il padre è costretto a trasferirsi per motivi di lavoro all’inizio degli anni Quaranta e dove Carlo entra in un club di nuoto, i primi sentori di quello che, per un abbondante pezzo di strada, sarebbe stato il suo destino. Ma è ancora il lavoro del padre che lo allontana dalle cose alle quali si sta legando: stavolta lontano parecchio, in Sudamerica, dove tutta la famiglia Pedersoli resterà fino alla fine degli anni Quaranta, fra il Brasile e l’Argentina. Al rientro in Italia Carlo viene tesserato dalla società sportiva Lazio Nuoto, si afferma nello stile libero e nelle staffette miste, macina campionati, entra nella storia come il primo italiano a infrangere la barriera del minuto netto, per l’esattezza 59”5 (nel 1950 a Salsomaggiore e poi a Vienna). Il nuoto ormai è il suo presente e il suo futuro, viene convocato per la Nazionale, partecipa agli Europei di Vienna, vince due medaglie ai Giochi del Mediterraneo del 1951 in Egitto.Video
Quel fisico gli permette di cimentarsi anche con il rugby. Torna all’università, lasciata ai tempi del trasferimento in Sudamerica, frequenta sia Giurisprudenza che Sociologia, non porta a termine nessuna delle due ma comincia ad avvicinarsi al mondo del cinema. Sono gli anni della Hollywood sul Tevere, delle grandi produzioni internazionali che scelgono Roma come quartier generale ed è con Quo vadis? che debutta sul grande schermo, anche se solo nei panni di una guardia dell’Impero romano.
 Ma il 1952 è alle porte e con esso le Olimpiadi di Helsinki. Vi partecipa con i colori dell’Italia, poi insieme ad altri atleti viene inviato alla Yale University, per alcuni mesi vive in America, continua con i Giochi, da quelli del Mediterraneo a Barcellona alle Olimpiadi di Melbourne. Ma qualcosa si spezza. La dedizione allo sport, gli studi, la bella vita non gli bastano, o forse sono troppo e gli fanno perdere di vista quello che sta cercando. “Ero stanco della vita ai Parioli” dirà, prima di fare una scelta radicale. Torna in Sudamerica e si mette a lavorare alle dipendenze di un’impresa Usa impegnata nella costruzione della Panamericana, la strada di collegamento fra Panama e Buenos Aires. Poi lavora anche all’Alfa Romeo di Caracas, dove resta fino al 1960. E’ l’anno delle Olimpiadi di Roma alle quali partecipa perché lui s’è voluto allontanare dallo sport ma lo sport non l’ha mai voluto abbandonare. Né lo ha lasciato Maria, la compagna conosciuta quindici anni prima e che finalmente Carlo sposa. Diventando genero di Peppino Amato, uno dei più noti proprietari di sale cinematografiche nonché produttore, ma pure padre di Giuseppe, il primogenito, al quale seguiranno Christiana, nel 1962, Diamante nel 1972. 
 Fra un contratto discografico con la RCA e l’attività di produttore di documentari per la Rai, Pedersoli torna a frequentare i set. La svolta arriva con Dio perdona… io no!: è il 1967, quel set segna l'incontro con Mario Girotti, il suo futuro, inseparabile compagno. Ma data l’esterofilia in voga all’epoca, anche a loro - come a tanti altri - viene consigliato di cambiare nome: nascono Bud Spencer e Terence Hill, coppia d’oro del botteghino grazie a film come Lo chiamavano Trinità (1970), un successo di portata europea seguito da …continuavano a chiamarlo Trinità.Video

A Spencer/Pedersoli non serve sperimentare altri generi cinematografici. La sua partecipazione a Quattro mosche di velluto grigio di Dario Argento (1971) e al film drammatico, di denuncia, Torino nera diretto da Carlo Lizzani (1972) non gli danno il successo che invece ottiene in coppia con il sodale Hill/Girotti. Successo anche come solista, con la tetralogia di Piedone: Piedone lo sbirroPiedone a Hong Kong,Piedone l’Africano e via elencando, mentre continua il sodalizio con Terence, celebrato dal trionfo ai botteghini di Più forte ragazzi (1972), Altrimenti ci arrabbiamo (1974), Porgi l’altra guancia (1974). L'invenzione del "western comico" fa centro, i due piacciono perché sono una specie di cartone animato. Grande e grosso e a far la parte del cattivo Spencer, scattante e belloccio ma senza crederci troppo Hill, i due portano sul grande schermo storie in cui la fanno da padrone le scazzottate fragorose, grottesche ma mai violente, le sparatorie con le pallottole che fischiano, film per tutti che li trasformano in idoli anche dei bambini. Perché nessuno si fa mai male davvero, nessuno muore, tutti quelli che cadono si rialzano.Video
Sarà la televisione a separarli consensualmente, regalando a ciascuno dei due ancora grandi soddisfazioni. Bud Spencer conquisterà il pubblico con alcune serie, da Big Man (1988) a Detective extralarge (1991-1993), Terence Hill con la fiction che gli permetterà di diventare un “eroe” degli ascolti record, soprattutto con la “saga” diDon Matteo. Nonostante tutto, Pedersoli non si monta la testa. Resta sempre con i piedi per terra, lontano dall’idea di “star”. “Per me nella vita vale sempre una parola sola: la decenza. Non devi mai credere di essere uno che può spaccare tutti, devi avere la decenza di capire che domani mattina puoi incontrare due-tre personaggi che ti fregano tutto quello che hai fatto. Succede, perché è la vita. E questo me l’ha insegnato lo sport”. 
 
“Nella mia vita ho fatto di tutto - raccontava - ma proprio di tutto. Solo due cose non ho potuto fare: il ballerino classico e il fantino”. In compenso, dalla metà degli anni Settanta fino agli anni più recenti, parallelamente all’attività cinematografica e televisiva trovò il tempo di conseguire la licenza di pilota di elicottero, lanciare una linea di jeans, fondare una compagnia aerea, la Mistral, scrivere alcune canzoni, pubblicare la propria biografia, Altrimenti mi arrabbio: la mia vita, dilettarsi - altra sua passione - con la filosofia, mangiare (arrivò a pesare 156 chili) e mai mettersi a dieta, una battaglia durata tutta la vita.FotoCinema, è morto Bud Spencer, il gigante buono del cinema italianoFieramente di destra, candidato nel 2005 alle Regionali nel Lazio con Francesco Storace, aveva trasmesso l’interesse per la politica anche alla figlia Christiana, che si era candidata a sua volta nel 2013 alle Comunali di Roma con il Popolo delle libertà. Ma nonostante le molte esperienze, e un curriculum di circa 130 film (nel 2003 anche con Olmi in Cantando dietro i paraventi), le conquiste più importanti per Pedersoli rimasero sempre quelle sportive. “Perché il successo, in tutto il resto, è il pubblico che lo decreta. Quando invece vinci nello sport, quella è tutta roba tua, e nessuno te la può togliere”. 
 
 
 
 

Funerali Bud Spencer a Roma, l'addio al gigante buono del cinema da ansa

Post n°13233 pubblicato il 01 Luglio 2016 da Ladridicinema
 
Tag: news, STORIA

Aveva 86 anni. Fu protagonista di alcune tra le stagioni più felici della produzione italiana

Un grandissimo applauso ha salutato l'ingresso del feretro alla Chiesa degli Artisti a Piazza del Popolo a Roma ai funerali di Carlo Pedersoli, l'attore Bud Spencer. Una grande folla si è radunata e una banda ha suonato la musica dei suoi film. Tra i primi ad arrivare, anche Terence Hill entrato da una scala laterale per evitare l'assedio delle telecamere .

Commosso, è entrato in silenzio non rispondendo ai giornalisti. Tra gli altri Dario Argento, Nino Benvenuti, Giovanna Ralli e i fratelli Vanzina. "Bud Spencer era un gentiluomo napoletano, un uomo buono e di grandissimo talento", ha detto Enrico Vanzina. Franco Nero lo ricorda come "una persona di grande umiltà e solare, mentre Fulvio Lucisano, che ha prodotto alcuni dei suoi film, tra i quali 'Dio perdona io no', ne sottolinea la disponibilità, "era una bravissima persona". All'interno della chiesa, addobbata con fiori bianchi e azzurri e dove c'è la famiglia di Bud Spencer, sotto l'altare sono stati posti i gonfaloni del Coni e del Comune di Roma.

Bud Spencer (SCHEDA ANSA CINEMA) per tutti era il gigante buono che menava sganassoni sempre in coppia con l'amicoTerence Hill (SCHEDA ANSA CINEMA). L'omone barbuto degli spaghetti western degli anni '70, quelli che hanno conquistato generazioni di ragazzini innamorati dei due scanzonati protagonisti di Lo chiamavano Trinità

Ma Carlo Pedersoli, classe 1929, per tutti Bud Spencer è stato in realtà protagonista di una carriera lunga e poliedrica nella quale, accanto ai film più popolari, c'è stato spazio per il thriller (diretto da Dario Argento in Quattro mosche di velluto grigio), per il cinema d'autore con Ermanno Olmi e persino per il dramma di denuncia civile con Torino nera di Carlo Lizzani. Tante esperienze, tanti successi, e anche un po' di amarezza per non essere abbastanza considerato da quel mondo del cinema in cui era entrato un po' per caso finendo per dedicargli la vita: "In Italia io e Terence Hill semplicemente non esistiamo - si lamentava negli ultimi anni - nonostante la grande popolarità che abbiamo anche oggi tra i bambini e i più giovani. Non ci hanno mai dato un premio, non ci invitano neppure ai festival"

(LE LOCANDINE DEI FILM . GUARDA)

Clip da Altrimenti ci arrabbiamo VIDEO

 

L'ultima apparizione in tv era stata nel 2010 con I delitti del cuoco, fiction di Canale 5. E l'anno scorso era stato festeggiato a Napoli con una medaglia e una targa per la sua lunga carriera che gli aveva consegnato il sindaco De Magistris a Palazzo San Giacomo in nome della sua città.

Insieme o separati, Bud Spencer e Terence Hill hanno scritto momenti diversi e importanti di alcune tra le stagioni più felici della produzione italiana: dalla serie indimenticabile degli 'Spaghetti western' (un genere declinato a modo loro, fino a farne un marchio di fabbrica), all'avventura comica (altro genere in cui si sono diversamente specializzati), dal cinema di qualità (Spencer e' stato anche un indimenticabile protagonista per Ermanno Olmi), alle produzioni internazionali di intrattenimento.

 

Carlo Pedersoli nasce a Napoli (quartiere Santa Lucia) il 31 ottobre del 1929. Il padre è un uomo d'affari bresciano e il lavoro lo porta lontano dal Golfo quando Carlo ha appena 11 anni e tutta la famiglia si trasferisce a Roma (quartiere Parioli) nel 1940. Lasciati gli amici di scuola (tra cui Luciano de Crescenzo), il ragazzo si iscrive al liceo e a un corso di nuoto, risultando brillante in entrambi i casi, tanto che arriva all'università (corso di chimica) ad appena 17 anni. A guerra finita, pero', la famiglia cambia nuovamente città, i Pedersoli finiscono a Rio de Janeiro e Carlo deve abbandonare gli studi.

Farà l'operaio, il bibliotecario, il segretario d'ambasciata come nelle leggende delle star americane. Tornato a Roma, può riprendere gli studi ma soprattutto l'attività in piscina dove si segnala presto come un vero asso. Continua anche a studiare (questa volta giurisprudenza, laurea che porterà a buon fine nonostante gli exploit sportivi) e viene notato dal cinema nel pieno della stagione di Hollywood sul Tevere. Grazie al fisico scultoreo, viene scritturato come comparsa in 'Quo Vadis?' e poi finisce sul set di 'Annibale' dove non incontra mai il giovane attore Mario Girotti - Terence Hill- che diverrà il suo partner d'eccellenza pochi anni più tardi. Tocca a Mario Monicelli affidargli il primo, vero ruolo, quello del manesco Nando in 'Un eroe dei nostri tempi' (1955). Chiuderà col nuoto dopo i Giochi di Roma del 1960 e tornerà in Sud America per una lunga parentesi lontano dai suoi interessi.

 

Rientrato in Italia apre una propria società, sposa Maria Amato (la figlia del grande produttore Peppino Amato), mette al mondo i primi due figli, scrive canzoni ottenendo un discreto successo. Con il cinema la gavetta è lunga e Bud Spencer conquista il ruolo di protagonista nel western 'Dio perdona io no' soltanto nel 1967 grazie a Giuseppe Colizzi. Prima rifiutato per le richieste economiche ma poi arruolato perché risulta il solo adatto alla parte di gigantesco e minaccioso partner del protagonista, Pedersoli incontra qui di nuovo Mario Girotti.

I due decideranno, alla fine del film, di cambiare i propri nomi sui manifesti per attrarre il pubblico e Pedersoli sceglierà il suo in omaggio alla birra Bud e all'adorato Spencer Tracy. Il successo del film è più che lusinghiero, ma sarà l'episodio successivo, 'Lo chiamavano Trinità' (E.B. Clucher, 1970) a consacrare il successo personale del duo. Un vero e proprio colpo di fulmine con il pubblico che si ripeterà, infallibile, per altre 16 volte in tutto. Il cliché del personaggio e' sempre lo stesso e Spencer lo riutilizzerà anche da solo: un gigante dal cuor d'oro che mena sganassoni, sorride sempre come un bambino, ristabilisce i torti e si gode la vita. Cow boy o investigatore (la serie di Steno 'Piedone lo sbirro'), avventuriero o buon padre di famiglia, Bud Spencer mette perfino a punto un tipo di pugno a martello che lo renderà inconfondibile.

 

 
 
 

Film nelle sale da ieri

Post n°13232 pubblicato il 01 Luglio 2016 da Ladridicinema
 

Locandina: Nahid
Nahid
Nahid
  • DATA USCITA: 27/06/2016
  • GENERE: Drammatico
  • NAZIONALITA': Iran
  • ANNO: 2015
  • REGIA: Ida Panahandeh
  • CAST: Sareh Bayat, Pejman Bazeghi

Locandina: A Dragon Arrives!
A Dragon Arrives!
A Dragon Arrives!
  • DATA USCITA: 28/06/2016
  • GENERE: Avventura, Horror
  • NAZIONALITA': Iran
  • ANNO: 2016
  • REGIA: Mani Haghighi
  • CAST: Amir Jadidi, Ehsan Goodarzi, Homayoun Ghanizadeh

Locandina: Il piano di Maggie
Il piano di Maggie
Maggie's Plan
  • DATA USCITA: 29/06/2016
  • GENERE: Commedia
  • NAZIONALITA': USA
  • ANNO: 2016
  • REGIA: Rebecca Miller
  • CAST: Greta Gerwig, Ethan Hawke, Julianne Moore

Locandina: Ratchet & Clank - Il film
Ratchet & Clank - Il film
Ratchet & Clank
  • DATA USCITA: 29/06/2016
  • GENERE: Animazione, Avventura, Azione, Commedia
  • NAZIONALITA': Hong Kong, Canada, USA
  • ANNO: 2016
  • REGIA: Kevin Munroe, Jerrica Cleland
  • CAST: FaviJ, Greta Menchi

Locandina: A Girl Walks Home Alone at Night
A Girl Walks Home Alone at Night
A Girl Walks Home Alone at Night
  • DATA USCITA: 30/06/2016
  • GENERE: Drammatico
  • NAZIONALITA': Iran
  • ANNO: 2016
  • REGIA:
  • CAST: Sheila Vand, Arash Marandi, Marshall Manesh

Locandina: American Ultra
American Ultra
American Ultra
  • DATA USCITA: 30/06/2016
  • GENERE: Commedia, Azione
  • NAZIONALITA': USA
  • ANNO: 2015
  • REGIA: Nima Nourizadeh
  • CAST: Kristen Stewart, Jesse Eisenberg, Walton Goggins

Locandina: Cattivi vicini 2
Cattivi vicini 2
Neighbors 2: Sorority Rising
  • DATA USCITA: 30/06/2016
  • GENERE: Commedia
  • NAZIONALITA': USA
  • ANNO: 2016
  • REGIA: Nicholas Stoller
  • CAST: Seth Rogen, Zac Efron, Rose Byrne

Locandina: La battaglia degli imperi  - Dragon Blade
La battaglia degli imperi - Dragon Blade
Tian jiang xiong shi
  • DATA USCITA: 30/06/2016
  • GENERE: Azione, Arti-marziali, Avventura, Storico
  • NAZIONALITA': Cina, Hong Kong
  • ANNO: 2015
  • REGIA: Daniel Lee
  • CAST: Jackie Chan, John Cusack, Adrien Brody

Locandina: My Bakery in Brooklyn - Un pasticcio in cucina
My Bakery in Brooklyn - Un pasticcio in cucina
My Bakery in Brooklyn
  • DATA USCITA: 30/06/2016
  • GENERE: Commedia, Sentimentale
  • NAZIONALITA': Spagna, USA
  • ANNO: 2016
  • REGIA: Gustavo Ron
  • CAST: Aimee Teegarden, Linda Lavin, Josh Pais

Locandina: Tokyo Love Hotel
Tokyo Love Hotel
Sayonara Kabukicho

  • DATA USCITA: 30/06/2016
  • GENERE: Drammatico, Sentimentale
  • NAZIONALITA': Giappone
  • ANNO: 2016
  • REGIA: Hiroki Ryuichi
  • CAST: Shota Sometani, Atsuko Maeda, Lee Eun-woo

 
 
 

Film nelle sale da giovedi

Post n°13231 pubblicato il 25 Giugno 2016 da Ladridicinema
 


I miei giorni più belli
Trois souvenirs de ma jeunesse
  • DATA USCITA: 22/06/2016
  • GENERE: Drammatico
  • NAZIONALITA': Francia
  • ANNO: 2016
  • REGIA: Arnaud Desplechin
  • CAST: Quentin Dolmaire, Lou Roy-Lecollinet, Mathieu Amalric

Locandina: Cinque tequila
Cinque tequila
En el último trago
  • DATA USCITA: 23/06/2016
  • GENERE: Commedia, Drammatico
  • NAZIONALITA': Messico
  • ANNO: 2016
  • REGIA: Jack Zagha Kababie
  • CAST: José Carlos Ruiz, Luis Bayardo, Eduardo Manzano

Locandina: Güeros
Güeros
Güeros
  • DATA USCITA: 23/06/2016
  • GENERE: Commedia
  • NAZIONALITA': Messico
  • ANNO: 2014
  • REGIA: Alonso Ruizpalacios
  • CAST: Tenoch Huerta, Sebastián Aguirre, Ilse Salas

Locandina: Jem and the Holograms
Jem and the Holograms
Jem and the Holograms
  • DATA USCITA: 23/06/2016
  • GENERE: Avventura, Fantasy, Musicale
  • NAZIONALITA': USA
  • ANNO: 2016
  • REGIA: Jon M. Chu
  • CAST: Aubrey Peeples, Molly Ringwald, Juliette Lewis

Locandina: Kiki & I Segreti del Sesso
Kiki & I Segreti del Sesso
Kiki, el amor se hace
  • DATA USCITA: 23/06/2016
  • GENERE: Commedia
  • NAZIONALITA': Spagna
  • ANNO: 2016
  • REGIA: Paco León
  • CAST: Natalia de Molina, Alex Garcia, Candela Peña

Locandina: La canzone del mare
La canzone del mare
Song of the Sea
  • DATA USCITA: 23/06/2016
  • GENERE: Animazione, Family, Fantasy
  • NAZIONALITA': Irlanda, Belgio, Danimarca, Lussemburgo, Francia
  • ANNO: 2014
  • REGIA: Tomm Moore (III)
  • CAST:

Locandina: Mother's Day
Mother's Day
Mother's Day
  • DATA USCITA: 23/06/2016
  • GENERE: Commedia
  • NAZIONALITA': USA
  • ANNO: 2016
  • REGIA: Garry Marshall
  • CAST: Julia Roberts, Jennifer Aniston, Britt Robertson

Locandina: Passo falso
Passo falso
Piégé
  • DATA USCITA: 23/06/2016
  • GENERE: Thriller
  • NAZIONALITA': Francia
  • ANNO: 2016
  • REGIA: Yannick Saillet
  • CAST: Pascal Elbé, Laurent Lucas, Arnaud Henriet

Locandina: Segreti di famiglia
Segreti di famiglia
Louder Than Bombs
  • DATA USCITA: 23/06/2016
  • GENERE: Drammatico
  • NAZIONALITA': Norvegia, Francia, Danimarca, USA
  • ANNO: 2015
  • REGIA: Joachim Trier
  • CAST: Jesse Eisenberg, Isabelle Huppert, Gabriel Byrne

Locandina: The Conjuring - Il caso Enfield
The Conjuring - Il caso Enfield
The Conjuring 2: The Enfield Poltergeist
  • DATA USCITA: 23/06/2016
  • GENERE: Horror, Thriller
  • NAZIONALITA': USA
  • ANNO: 2016
  • REGIA: James Wan
  • CAST: Vera Farmiga, Patrick Wilson, Frances O'Connor

Locandina: Un mercoledì di maggio
Un mercoledì di maggio
Chaharshanbeh, 19 Ordibehesh
  • DATA USCITA: 23/06/2016
  • GENERE: Drammatico
  • NAZIONALITA': Iran
  • ANNO: 2016
  • REGIA: Vahid Jalilvand
  • CAST: Niki Karimi, Amir Aghaei, Shahrokh Forootanian

Locandina: Lo scambio
Lo scambio
Lo scambio

  • DATA USCITA: 26/06/2016
  • GENERE: Drammatico
  • NAZIONALITA': Italia
  • ANNO: 2016
  • REGIA: Salvo Cuccia
  • CAST: Filippo Luna, Barbara Tabita, Paolo Briguglia

 
 
 

Box office, Warcraft - L'inizio da record in Cina

Post n°13230 pubblicato il 16 Giugno 2016 da Ladridicinema
 

Cominciamo l'analisi del weekend con la notizia più importante, ossia i 155 milioni di dollari incassati da Warcraft - L'inizio in Cina, dato che fa segnare un nuovo record per quanto concerne un film occidentale in quel paese (battuto Fast & Furious 7): è un bene per i produttori perchè altrove il film, come dire, non sta entusiasmando. 


Box office Italia
In Italia vince il weekend Now You See Me 2, che supera di un soffio il milione di euro grazie ad un'ottima domenica da oltre 300mila euro. Sul podio salgono anche Warcraft - L'inizio e Alice attraverso lo specchio, anche se il dato di quest'ultimo è, come in tutto il resto del mondo, nettamente inferiore al predecessore, che aveva incassato da noi oltre 30 milioni di euro. Sempre in palla La pazza gioia e si difendono bene anche L'uomo che vide l'infinito e The Nice Guys. Pessimi dati invece per i due horror: La morte ha il tuo profilo si sgonfia subito mentre The Neon Demon è una catastrofe e nonostante le molte sale a disposizione non riesce nemmeno ad entrare nella top ten. Questa settimana arrivano Angry BirdsConspiracyGli invisibiliThe Boss e Tutti vogliono qualcosa

Box office USA
Se in Cina ha fatto il botto, in America Warcraft - L'inizio è un flop. Il film, con 24,5 milioni, viene superato da The Conjuring 2, che esordisce con lo stesso incasso che aveva ottenuto il predecessore, poco più di 40 milioni di dollari e stacca di pochissimo Now You See Me 2, che parte (piano) con 23 milioni. Tutti gli altri film perdono percentuali importanti, a parte The Angry Birds Movie che contiene le perdite entro il 35%. Captain America: Civil Warnon riesce a passare quota 400 milioni, fermandosi a 396 milioni e Alice attraverso lo specchio terminerà la sua corsa americana a quota 70 milioni (a livello mondiale il film Disney è fermo a quota 213 milioni, dodicesimo film dell'anno). Ottima performance invece per Il Libro della Giungla, che tocca quota 909 milioni worldwide. La prossima settimana arriva uno dei film più attesi dell'anno, nonché l'ennesimo titolo "da miliardo" per Disney: Finding Dory, sequel della pellicola Pixar di maggiore successo in assoluto. Probabile un weekend d'apertura da oltre 100 milioni di dollari. A fare da sparring partner ci sarà la commedia action Central Intelligence con The Rock

 
 
 

Film nelle sale da oggi

Post n°13229 pubblicato il 16 Giugno 2016 da Ladridicinema
 

Locandina: Angry Birds
Angry Birds
Angry Birds
  • DATA USCITA: 15/06/2016
  • GENERE: Animazione, Commedia, Azione
  • NAZIONALITA': USA, Finlandia
  • ANNO: 2016
  • REGIA: Clay Kaytis, Fergal Reilly
  • CAST: Maccio Capatonda, Alessandro Cattelan, Chiara Francini

Locandina: Conspiracy - La cospirazione
Conspiracy - La cospirazione
Misconduct
  • DATA USCITA: 15/06/2016
  • GENERE: Drammatico, Thriller
  • NAZIONALITA': USA
  • ANNO: 2016
  • REGIA: Shintaro Shimosawa
  • CAST: Anthony Hopkins, Al Pacino, Josh Duhamel

Locandina: Gli invisibili
Gli invisibili
Time Out of Mind
  • DATA USCITA: 15/06/2016
  • GENERE: Drammatico
  • NAZIONALITA': USA
  • ANNO: 2014
  • REGIA: Oren Moverman
  • CAST: Richard Gere, Jena Malone, Danielle Brooks

Locandina: Calcolo infinitesimale
Calcolo infinitesimale
Calcolo infinitesimale
  • DATA USCITA: 16/06/2016
  • GENERE: Drammatico
  • NAZIONALITA': Italia
  • ANNO: 2016
  • REGIA: Roberto Minini-Meròt
  • CAST: Stefania Rocca, Luca Lionello, Manuela Tadini

Locandina: Il nostro ultimo
Il nostro ultimo
Il nostro ultimo
  • DATA USCITA: 16/06/2016
  • GENERE: Drammatico
  • NAZIONALITA': Italia
  • ANNO: 2016
  • REGIA: Ludovico Di Martino
  • CAST: Fabrizio Colica, Guglielmo Poggi

Locandina: La casa delle estati lontane
La casa delle estati lontane
Rendez-vous à Atlit
  • DATA USCITA: 16/06/2016
  • GENERE: Commedia, Drammatico, Fantasy
  • NAZIONALITA': Francia, Israele
  • ANNO: 2016
  • REGIA: Shirel Amitay
  • CAST: Géraldine Nakache, Yaël Abecassis, Judith Chemla

Locandina: Laurence Anyways
Laurence Anyways
Laurence Anyways
  • DATA USCITA: 16/06/2016
  • GENERE: Drammatico, Sentimentale
  • NAZIONALITA': Canada, Francia
  • ANNO: 2012
  • REGIA: Xavier Dolan
  • CAST: Melvil Poupaud, Suzanne Clement, Nathalie Baye

Locandina: Ma Ma - Tutto andrà bene
Ma Ma - Tutto andrà bene
Ma Ma
  • DATA USCITA: 16/06/2016
  • GENERE: Drammatico
  • NAZIONALITA': Spagna, Francia
  • ANNO: 2015
  • REGIA: Julio Medem
  • CAST: Penélope Cruz, Silvia Abascal, Luis Tosar

Locandina: The Boss
The Boss
The Boss
  • DATA USCITA: 16/06/2016
  • GENERE: Commedia
  • NAZIONALITA': USA
  • ANNO: 2016
  • REGIA: Ben Falcone
  • CAST: Melissa McCarthy, Kristen Bell, Peter Dinklage

Locandina: Tutti vogliono qualcosa
Tutti vogliono qualcosa
Everybody Wants Some!!

  • DATA USCITA: 16/06/2016
  • GENERE: Commedia
  • NAZIONALITA': USA
  • ANNO: 2016
  • REGIA: Richard Linklater
  • CAST: Blake Jenner, Tyler Hoechlin, Wyatt Russell

 
 
 

Film nelle sale da oggi

Post n°13228 pubblicato il 09 Giugno 2016 da Ladridicinema
 

Locandina: Friend Request - La morte ha il tuo profilo
Friend Request - La morte ha il tuo profilo
Friend Request
  • DATA USCITA: 08/06/2016
  • GENERE: Thriller
  • NAZIONALITA': Germania
  • ANNO: 2016
  • REGIA: Simon Verhoeven
  • CAST: Alycia Debnam-Carey, William Moseley, Connor Paolo
Locandina: Now You See Me 2: I maghi del crimine
Now You See Me 2: I maghi del crimine
Now You See Me: The Second Act
  • DATA USCITA: 08/06/2016
  • GENERE: Azione, Commedia, Thriller
  • NAZIONALITA': USA
  • ANNO: 2016
  • REGIA: Jon M. Chu
  • CAST: Daniel Radcliffe, Mark Ruffalo, Woody Harrelson
Locandina: The Neon Demon
The Neon Demon
The Neon Demon
  • DATA USCITA: 08/06/2016
  • GENERE: Thriller, Horror
  • NAZIONALITA': USA, Francia
  • ANNO: 2016
  • REGIA: Nicolas Winding Refn
  • CAST: Elle Fanning, Jena Malone, Bella Heathcote
Locandina: Ciao Brother
Ciao Brother
Ciao Brother
  • DATA USCITA: 09/06/2016
  • GENERE: Comico, Commedia
  • NAZIONALITA': Italia
  • ANNO: 2016
  • REGIA: Nicola Barnaba
  • CAST: Pablo , Pedro , Benedicta Boccoli
Locandina: Cristian e Palletta contro tutti
Cristian e Palletta contro tutti
Cristian e Palletta contro tutti
  • DATA USCITA: 09/06/2016
  • GENERE: Commedia
  • NAZIONALITA': Italia
  • ANNO: 2016
  • REGIA: Antonio Manzini
  • CAST: Libero De Rienzo, Pietro Sermonti, Rocco Ciarmoli
Locandina: In nome di mia figlia
In nome di mia figlia
Au nom de ma fille
  • DATA USCITA: 09/06/2016
  • GENERE: Drammatico
  • NAZIONALITA': Francia, Germania
  • ANNO: 2016
  • REGIA: Vincent Garenq
  • CAST: Daniel Auteuil, Sebastian Koch, Marie-Josée Croze
Locandina: L'uomo che vide l'infinito
L'uomo che vide l'infinito
The Man Who Knew Infinity
  • DATA USCITA: 09/06/2016
  • GENERE: Biografico, Drammatico
  • NAZIONALITA': Gran Bretagna
  • ANNO: 2016
  • REGIA: Matt Brown
  • CAST: Dev Patel, Jeremy Irons, Toby Jones
Locandina: Un americano a Parigi
Un americano a Parigi
An American in Paris
  • DATA USCITA: 09/06/2016
  • GENERE: Musicale, Sentimentale
  • NAZIONALITA': USA
  • ANNO: 1951
  • REGIA: Vincente Minnelli
  • CAST: Gene Kelly, Leslie Caron, Oscar Levant
 
 
 

Box office, Zootropolis Ŕ il secondo film miliardario del 2016

Post n°13227 pubblicato il 07 Giugno 2016 da Ladridicinema
 

Box Office Italia 
La notizia più importante del weekend, che avevamo anticipato ieri, è che Zootropolis è diventato ufficialmente il secondo film miliardario del 2016, avendo raggiunto la cifra "tonda tonda", un successo clamoroso, specie se si pensa che il film è un brand totalmente nuovo e non un sequel, remake o reboot di una saga celebre: dopo Frozen è il film di animazione con l'incasso maggiore degli ultimi anni e conferma lo strapotere di Disney in un settore dalla concorrenza agguerrita. 
Ieri in Italia è continuato il testa a testa tra Alice e Warcraft e anche stavolta l'ha spuntata la prima, che ha superato il rivale per poche migliaia di euro (358mila a 303). Il dato complessivo di Warcraft è però molto buono con 1,8 milioni di euro complessivi dal giorno della sua release, non male per un titolo tratto da un videogioco, per quanto celebre. Bene anche La pazza gioia, oramai prossimo a passare quota 5 milioni di euro e The Nice Guys, che sta crescendo, lentamente, grazie al passaparola. Poche novità nel resto della top ten, con i mutanti che perdono quota e Julieta e Pelè a contendersi le posizioni ai piedi del podio. Piccolo boost per Civil War, che ora è a una manciata di euro da Zootropolis: forse alla fine arrivierà il sorpasso tra pellicole Disney, che varrà ai supereroi l'ottavo posto nella classifica italiana generale di stagione. 

Box Office USA
In America vince il weekend Teenage Mutant Ninja Turtles: Out of the Shadows, che porta a casa 35 milioni di dollari, più che sufficienti per scalzare X-Men: Apocalypse che perde ben il 66% rispetto alla settimana scorsa e che tocca quota 116 milioni, un dato non proprio esaltante. Il film sta andando benino all'estero (benissimo in Cina, dove ha aperto con ben 60 milioni di dollari) e il suo totale è di 402 milioni, ma è chiaro che arrivare in sala dopo due colossi come Batman vs Superman e Civil War non ha aiutato. Ottimo dato per Me Before You con 18 milioni, mentre Alice attraverso lo specchio cala anch'esso vistosamente e tocca quota 50 milioni: per Disney è il primo flop dell'anno. Poco mosso il resto della classifica con The Angry Birds Movie e Captain America: Civil War (a quota 388 milioni) che tengono abbastanza bene e la new entry Popstar: Never Stop Never Stopping che floppa pesantemente con appena 4 milioni di dollari. La prossima settimana arrivano Warcraft, che a livello mondiale è già a quota 70 milioni, e i sequel di Now you see me e The Conjuring

 
 
 

X-MEN: APOCALYPSE - WOLVERINE AVEVA UN RUOLO CENTRALE, POI RIDOTTO da movieplayer

Post n°13226 pubblicato il 06 Giugno 2016 da Ladridicinema
 

In una delle prime versioni del concept, Hugh Jackman sarebbe dovuto comparire in quasi tutte le scene.

Prima dell'uscita di X-Men: Apocalisse, i fan si sono posti numerosi quesiti sulla presenza di Wolverine e sullo spazio assegnato al personaggio fi Hugh Jackman. L'iconico Wolverine è apparso in ogni pellicola della saga degli X-Men e Bryan Singer aveva anticipato il suo ritorno in una criptica dichiarazione al San Diego Comic-Con. Adesso sarebbero stati rivelati nuovi dettagli sul ruolo di Jackman nel film.

X-Men: Apocalisse, gli artigli di Wolverine

La presenza di Wolverine in X-Men: Apocalisse è stata confermata nel terzo trailer diffuso da Fox; nella parte finale del promo compaiono gli iconici artigli di adamantio di Logan. Nel film Logan interviene per aiutare i giovani X-Men dopo essere stato rilasciato dal programma Weapon X, ma il produttore Simon Kinbergha confessato che in una versione precedente dello script Logan era presente quasi in ogni scena.

 

"Abbiamo sempre voluto Wolverine nel film. Volevamo trovare un modo per inserirlo, anche perché io e Bryan Singer adoriamo Hugh Jackman. Amiamo il personaggio, è un ingrediente essenziale del franchise. Abbiamo discusso a lungo su come farlo apparire e scomparire nella storia. A un certo punto volevamo farlo apparire a metà e fargli prendere il controllo del team dei giovani mutanti. Ma in questo caso la sua presenza avrebbe cozzato con quella di Jennifer."

Hugh Jackman tornerà a indossare i panni di Wolverine per l'ultima volta in Wolverine 3, attualmente il lavorazione. Ma il regista Bryan Singer ha anticipato la volontà di riunire il cast al completo in futuro, sempre che il franchise prenda la direzione da lui sperata.

 
 
 

The martian

Post n°13225 pubblicato il 06 Giugno 2016 da Ladridicinema
 

Locandina Sopravvissuto - The Martian

L'equipaggio della missione Ares 3 sul suolo di Marte si trova nel mezzo di una tempesta che non lascia scampo. Il botanico Watney viene colpito da un detrito: credendolo morto, il comandante Lewis ordina alla squadra di abortire la missione e tornare sulla Terra. Ma Watney è vivo e, mentre cercherà di prolungare il più possibile la sua sopravvivenza sul Pianeta Rosso, la Nasa ricorrerà a ogni stratagemma per provare a riportarlo a casa.
Hanno detto che Sopravvissuto - The Martian rimette la "sci" in sci-fi, ovvero pone l'accento sulla "scienza" di fantascienza. E non sono andati lontani dal vero. Ridley Scott, alle prese con uno script non suo - autore il Drew Goddard della scuderia Joss Whedon - e tratto dal meticoloso romanzo di Andy Weir, un ingegnere informatico reinventatosi scrittore, si dimentica di essere il profeta dei futuri distopici di Alien e Blade Runner. E si limita a fare quel che gli riesce meglio, ossia rendere cinematografica materia che tale non è. Concedendo qualcosa al 3D ma il minimo indispensabile alla computer graphics, Scott consegna la sua epica alle riprese in esterni della desolazione marziana. Le passeggiate di Matt Damon sul suolo di Marte, a bordo del suo rover, ricordano tanto le cavalcate fordiane nella Monumental Valley che gli orizzonti infiniti diLawrence d'Arabia. E non casualmente, visto che quest'ultimo è stato girato in luoghi vicini al deserto della Giordania scelto per The Martian. La visione di Scott e il suo racconto di un'odissea in cui Ulisse e Robinson Crusoe trovano un ideale punto d'incontro procede in parallelo con i teoremi infallibili di Weir, che vede nel suo protagonista l'ingegnere perfetto, un MacGyver di Marte pronto a elaborare modalità di sopravvivenza sempre nuove in un pianeta ostile. Rosso, brullo e indomabile, il quarto pianeta viene privato della allure che lo ha accompagnato in un tutt'altro che brillante passato cinematografico, attraverso l'espediente di ipotetiche civiltà pre-terrestri (Mission to Mars) o alieni belligeranti (La guerra dei mondi). E presentato per ciò che è, un gigantesco e suggestivo ostacolo alla vita. Solo con la forza dello humour da middle-class americana di Damon-Watney e con il pragmatismo della Nasa (collaboratrice e sponsor del film) il racconto regge per la sua lunga durata, avvince e infine porta all'immedesimazione con il protagonista. E pur trattandosi questi, ancora una volta, di un Matt Damon da salvare (Salvate il soldato Ryan) per il bene dell'America e del mondo, lo script spinge il minimo indispensabile sul pedale di un enfatico patriottismo; scegliendo anzi, con un'inattesa svolta narrativa, di ridimensionare il ruolo statunitense di superpotenza infallibile. Il futuro non è mai parso più verosimile di così, divaricando ulteriormente le due storiche branche della fantascienza: da un lato una space opera sempre più assetata di effetti speciali e meraviglie, dall'altro la controparte pseudo-scientifica, con i piedi ben piantati per terra, nonostante gli occhi osservino il cielo. Con buona pace di chi cerca una sua personale terza via, come il Nolan di Interstellar. Resta da domandarsi, visto il palesato intento di promozione a un rilancio dei viaggi aerospaziali della Nasa, se si tratti di uno spot centrato o controproducente. Proprio in virtù della stretta aderenza ai fatti di The Martian, infatti, Marte come meta non è mai parsa meno allettante di così. Omini verdi malvagi con i laser compresi.

 
 
 
Successivi »
 

sito   

 

Monicelli, senza cultura in Italia...

 
 

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Luglio 2016 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Chi pu˛ scrivere sul blog

Solo l'autore pu˛ pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 

tutto il materiale di questo blog può essere liberamente preso, basta citarci nel momento in cui una parte del blog è stata usata.
Ladridicinema

 
 

Ultimi commenti

Ci sono artisti che nascono con doti incredibili Ŕ giÓ nei...
Inviato da: Mr.Loto
il 12/05/2016 alle 09:25
 
Un caro saluto da lampedusa appartamenti
Inviato da: lampedusa.lampedusa
il 22/02/2016 alle 11:29
 
mi fa piacere, torna a trovarci
Inviato da: Ladridicinema
il 14/01/2016 alle 21:36
 
sono pienamente d'accordo
Inviato da: Ladridicinema
il 14/01/2016 alle 21:35
 
Senza nulla obiettare - e ci mancherebbe pure - sulla...
Inviato da: il_parresiasta
il 09/01/2016 alle 10:37
 
 

Contatta l'autore

Nickname: Ladridicinema
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
EtÓ: 32
Prov: RM
 
Citazioni nei Blog Amici: 27
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

FILM PREFERITI

Detenuto in attesa di giudizio, Il grande dittatore, Braveheart, Eyes wide shut, I cento passi, I diari della motocicletta, Il marchese del Grillo, Il miglio verde, Il piccolo diavolo, Il postino, Il regista di matrimoni, Il signore degli anelli, La grande guerra, La leggenda del pianista sull'oceano, La mala education, La vita è bella, Nuovo cinema paradiso, Quei bravi ragazzi, Roma città aperta, Romanzo criminale, Rugantino, Un borghese piccolo piccolo, Piano solo, Youth without Youth, Fantasia, Il re leone, Ratatouille, I vicerè, Saturno contro, Il padrino, Volver, Lupin e il castello di cagliostro, Il divo, Che - Guerrilla, Che-The Argentine, Milk, Nell'anno del signore, Ladri di biciclette, Le fate ignoranti, Milk, Alì, La meglio gioventù, C'era una volta in America, Il pianista, La caduta, Quando sei nato non puoi più nasconderti, Le vite degli altri, Baaria, Basta che funzioni, I vicerè, La tela animata, Il caso mattei, Salvatore Giuliano, La grande bellezza, Indagine su di un cittadino al di sopra di ogni sospetto, Todo Modo, Z - L'orgia del potere

 

Ultime visite al Blog

enzo.regaLadridicinemabioproddesaix62by_soulstreet.hasslepepedgl16piterx0generazioneottantarobi19700tobias_shufflepsicologiaforenseStolen_wordselektraforliving1963dmgm.info
 

Tag

 
 

classifica 

 

classifica 

 

FILM PREFERITI

Detenuto in attesa di giudizio, Il grande dittatore, Braveheart, Eyes wide shut, I cento passi, I diari della motocicletta, Il marchese del Grillo, Il miglio verde, Il piccolo diavolo, Il postino, Il regista di matrimoni, Il signore degli anelli, La grande guerra, La leggenda del pianista sull'oceano, La mala education, La vita è bella, Nuovo cinema paradiso, Quei bravi ragazzi, Roma città aperta, Romanzo criminale, Rugantino, Un borghese piccolo piccolo, Piano solo, Youth without Youth, Fantasia, Il re leone, Ratatouille, I vicerè, Saturno contro, Il padrino, Volver, Lupin e il castello di cagliostro, Il divo, Che - Guerrilla, Che-The Argentine, Milk, Nell'anno del signore, Ladri di biciclette, Le fate ignoranti, Milk, Alì, La meglio gioventù, C'era una volta in America, Il pianista, La caduta, Quando sei nato non puoi più nasconderti, Le vite degli altri, Baaria, Basta che funzioni, I vicerè, La tela animata, Il caso mattei, Salvatore Giuliano, La grande bellezza, Indagine su di un cittadino al di sopra di ogni sospetto, Todo Modo, Z - L'orgia del potere

 

Ultimi commenti

Ci sono artisti che nascono con doti incredibili Ŕ giÓ nei...
Inviato da: Mr.Loto
il 12/05/2016 alle 09:25
 
Un caro saluto da lampedusa appartamenti
Inviato da: lampedusa.lampedusa
il 22/02/2016 alle 11:29
 
mi fa piacere, torna a trovarci
Inviato da: Ladridicinema
il 14/01/2016 alle 21:36
 
sono pienamente d'accordo
Inviato da: Ladridicinema
il 14/01/2016 alle 21:35
 
Senza nulla obiettare - e ci mancherebbe pure - sulla...
Inviato da: il_parresiasta
il 09/01/2016 alle 10:37
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Archivio messaggi

 
 << Luglio 2016 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

Contatta l'autore

Nickname: Ladridicinema
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
EtÓ: 32
Prov: RM
 

Ultime visite al Blog

enzo.regaLadridicinemabioproddesaix62by_soulstreet.hasslepepedgl16piterx0generazioneottantarobi19700tobias_shufflepsicologiaforenseStolen_wordselektraforliving1963dmgm.info
 

sito

 

blog.libero.it/cinemaparadiso 

 

 

 

 

Monicelli, senza cultura in Italia...