Un blog creato da LadyMetal81 il 17/01/2008

Detto tra noi...

Pensieri volanti, magari inconcludenti

 
 
 
 
 
 

AREA PERSONALE

 
 
 
 
 
 
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Ottobre 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

FACEBOOK

 
 
 
 
 
 
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 4
 
 
 
 
 
 
 

 

 

Quanto cambia la vita in un anno...

Post n°72 pubblicato il 10 Giugno 2011 da LadyMetal81

Un anno fa, in questi giorni, ero in preda allo sconforto e allo stesso tempo ad una grande gioia e frenesia.. Concluso un rapporto di 6 anni e mezzo, con un anno di convivenza e iniziatone uno fresco con l'uomo che, oggi, è mio marito... Robe da non crederci...

Un momento assolutamente traumatico, non ero ne al settimo cielo per la nuova relazione ne coerentemente abbastanza triste con il distacco appena avvenuto.

Ora, a distanza di un anno, sono moglie e a settembre diventerò madre.

Sono felice, innamorata e determinata a perseguire tutti gli obiettivi che mi ero prefissata... L'essere moglie e madre innanzitutto, la laurea, non meno importante, ma sicuramente che diventa secondaria.. Cmq a dicembre arriverà anche la tanto sudata proclamazione a Dott.ssa!!!

Ed in tutto questo c'è lo zampino dell'uomo più dolce e meraviglioso del mondo, colui che ha saputo leggermi dentro e che mi ama e mi accetta per quella che sono, con i miei pregi ed i miei difetti... Con lui ho un dialogo splendido, non ci annoiamo mai perchè, anche nel silenzio, basta uno sguardo per capire a cosa stiamo pensando e trovarci in sintonia... Lui ha reso possibile la mia rinascita come donna, sotto ogni punto di vista e mi ha donato la goia più grande... la nostra piccola Matilde, che è già un terremoto e che non vedo l'ora di stringere forte.

So che quando arriverà il momento di cambiarle i pannolini storcerò il naso e, come Aldo del famoso trio, le chiederò "A colazione?! Topi morti!?"... Ma sarà la cacchina santa dell'amore della mamma ahahhaahhahahahahahaha.

Fantasticando su noi 3 insieme continuo con la tesi e che Dio ce la mandi buona!

 

 

 

 
 
 

Sai che c'č di nuovo?! Oggi ho deciso di sorridere nonostante gli imprevisti :D

Post n°71 pubblicato il 13 Novembre 2010 da LadyMetal81

- A ci no ghe piase el vin el Signor ghe cava l'aqua (Dio tolga l’acqua a chi non piace il vino)
- A torghene e no metarghene, ogni mucio cala (togliendo senza mettere, ogni mucchio cala)
- Al vento e ale done no se comanda (al vento e alle donne non si danno ordini)
- Amor, tosse e pansa no i se sconde (amore, tosse e pancia non si possono nascondere)
- Ani e goti mai contarli (gli anni e i bicchieri non si contano mai)
- A san Bartolomio, ogni fruto l’è compío (il giorno di san Bartolomeo, ogni frutto è maturo)
- A santa Toscana se maura l'ua Iuliana (a santa Toscana si matura l’uva Giuliana)
- A san Pelegrin, poca pàja e poco vin  (il giorno di san Pellegrino, poca paglia e poco vino)
- A Setèmbre se destàca tuto quel che pende (in settembre si stacca tutto quello che pende)
- A tòla no se vièn vèci (a tavola non si diventa vecchi)
- A trincar sensa misura, molto tempo no se dura (bevendo troppo non si dura a lungo)
- Avanti col Cristo che la processiòn l'è longa (avanti con il Cristo, che la processione è lunga)
- Beati i ultimi, se i primi gh'à creànsa (beati gli ultimi, se i primi hanno rispetto)
- Caval bianco e bela mojèr, da sempre pensier (cavallo bianco e bella moglie danno pensieri)
- Cése e ospedài, no i falisse mai (chiese e ospedali, non falliscono mai)
- Che la piasa, che la tasa e che la staga in casa (che piaccia, taccia e stia in casa (la moglie)
- Ci dise dona dise dano (chi dice donna, dice danno)
- Ci dise sposa dise spesa (chi dice sposa, dice spesa)
- Ci dispreza conpra (chi disprezza poi acquista)
- Ci g'a 'na bela mojèr no l'è tuta soa (chi ha una bella moglie, non è tutta sua)
- Ci magna da solo, el crepa solo (chi mangia da solo, muore da solo)
- Ci mal capisse péso risponde (chi male intende, peggio risponde)
- Ci massa se cucia mostra el cul (piegandosi troppo, si mostra il sedere)
- Ci no è bon de far, insegna (chi non sa fare, insegna (agli altri)
- Ci no g'à fame o l'è malà o l'a magnà (chi non ha fame è ammalato oppure ha mangiato)
- Ci laora gh'à na camisa e ci no laora do (chi lavora ha una camicia, chi non lavora due)
- Ci non g'à testa, g'à bone gambe (chi non ha testa, ha gambe buone)
- Ci rispèto vòl, rispèto pòrta (chi vuol’essere rispettatto deve rispettare)
- Ci se ama, se ròsega (chi si ama, si rode)
- Ci varda la luna casca in tel fosso (chi guarda la luna, cade nel fosso)
- Ci vol vaga, ci no vòl manda (chi vuole vada, chi non vuole mandi)
- Ci sbaja de testa paga de scarsela (chi sbaglia con la testa paga con la tasca)
- Con la pansa piena se rajona mèjo (con la pancia piena si ragiona meglio)
- Con le ciàcole no se inpasta fritole (con le parole non si preparano frittelle)
- Con l'età, l'omo fa pansa, la dona stomego (con l’età l’uomo fa pancia, la donna stomaco)
- Contro el cul, rason non conta (contro la fortuna, la ragione non serve)
- Contro Dio no se pol andar (non si può andare contro Dio (e i potenti)
- Costa pì on vìssio che diése fioi (costa più un vizio che dieci figli)
- Da 'n musso no se pol spetarse che peade (da un mulo bisogna aspettarsi solo pedate)
- De note leòni e de giorno còjoni (leoni di notte e scemi di giorno)
- De note tute le vache jè more (di notte tutte le mucche sono brune)
- De Setembre, dei fruti ghe n’è sempre (in settembre ci sono sempre frutti)
- Do omeni i ciàcola, tre done le fa mercà (due uomini parlano, tre donne fanno un mercato)
- Dopo on ano, on mese e on dì, so ci te si (dopo un anno, un mese e un giorno, so chi sei)
- Dopo siè giorni s'ha riposà anca 'l Signor (dopo sei giorni ha riposato anche Dio)
- El can de tanti paroni, el more de fame (il cane di tanti padroni, muore di fame)
- El costa come 'na pipa de tabaco (non costa nulla ...come una tirata di tabacco)
- El diaolo el fa le pignate ma no i quercioli (il diavolo fa le pentole, ma non i coperchi)
- El fero el va batùdo fin che l'è caldo (il ferro dev’essere battuto quando è caldo)
- El formaio pì bon l'è quel tacà la grosta (il formaggio migliore è quello vicino alla crosta)
- El gato sul fogolar l'è segno de miseria (il gatto sul fornello è segno di miseria)
- El laoro nobilita l'omo, ma lo fa simile a 'na bestia (il lavoro nobilita, ma ci rende animali)
- El lèto l'è el paradiso dei poaréti (il letto è il paradiso dei poveri)
- El va indrìo come un gàmbaro (va’ indietro come fanno i gamberi)
- El vin de casa no imbriàga (il vino bevuto a casa non ubriaca)
- El vin l’è bon vecio, ma le done zòene (il vino è buono vecchio, ma le donne giovani)
- El vin l'è el late dei vèci (il vino è il latte dei vecchi)
- El più bon dei rossi, l'à copà so pare (il più buono dei rossi, ha ucciso suo padre)
- Fiòi e nissòi, no ìè mai massa (figli e lenzuola, non sono mai troppi)
- Fiole da maridar, ossi duri da rosegar (le figlie da sposare sono ossi duri da rodere)
- Fin che dura i schei, i amiçi no i manca (fin che ci sono soldi, gli amici non mancano)
- Fin che ghe pan in convento, frati no manca (se c’è pane in convento, i frati non mancano)
- Fogo de paja e troto de vecia dura poco (fuoco di paglia e corsa di vecchia, durano poco)
- Fora el dente fora el dolòr (fuori il dente, fouri il dolore)
- Fumo e dona cativa fa scapar l'omo de casa (fumo e donna cattiva fanno scappare l’uomo)
- I cojoni dei cani e i schei dei puareti jè i primi isti (... e soldi dei poveri si vedono subito)
- I fasoi jè la carne dei poareti (i fagioli sono la carne dei poveri)
- I fioi i vien dal cor e 'l marì da la porta (i figli vengono dal cuore, il marito dalla porta)
- Impara l'arte e metela da parte (impara un mestiere e tienilo a mente)
- I schei vien de passo e i va al galopo (i soldi arrivano camminando e vanno via correndo)
- La neve dicembrina, la ven zò come la farina (la neve dicembrina, scende come la farina)
- L'è l'ultimo goto quel che imbriaga (è l’ultimo bicchiere quello che ubriaca)
- L'è mèjo 'n "to" che çento "te darò" (è meglio un “tieni” che cento “ti darò”)
- L’è péso che andar de note (è peggio che muoversi di notte)
- L'Epifanìa tute le feste la porta vìa (l’epifania tutte le feste si porta via)

 
 
 

Per il mio Signore e Amore.

Post n°70 pubblicato il 31 Ottobre 2010 da LadyMetal81

 

 

Prostrata voglio giacere
Nell' umiliazione
Aspettando il piacere
Del prossimo castigo.

 
 
 

Pasta risottata - Provata ieri sera.. Ottimerrima!

Post n°69 pubblicato il 23 Maggio 2010 da LadyMetal81

Ingredienti per 4 persone:
340 gr di pasta corta
1 litro di acqua
130 gr di pancetta
200 gr di Philadelphia
100 gr di parmigiano
1 bustina di zafferano
Sale, pepe

Procedimento:
In una wok abbastanza ampia far saltare la pancetta tagliata a cubetti con un filo d’olio.

Aggiungere ora la pasta, ricoprire con l’acqua, salare, pepare, mettere un coperchio e iniziare la cottura.

Dopo qualche minuto, non appena l’acqua inizierà a bollire, togliere il coperchio e girare la pasta, da lì continuare a controllare la cottura, rigirando di tanto in tanto aggiungendo altra acqua se si asciuga prima della cottura della pasta.
Nel frattempo amalgamare in una ciotola la metà del parmigiano, la philadelphia e lo zafferano aggiungendo un mestolo di acqua di cottura.

Mescolare fino a formare una crema.


Quando la pasta risottata sarà pronta, aggiungere la crema di philadelphia e zafferano e il restante parmigiano


Far saltare la pasta risottata philadelphia e pancetta un minuto a fuoco spento

Servire quindi la pasta risottata nei piatti

 
 
 

Amore

Post n°68 pubblicato il 02 Maggio 2010 da LadyMetal81

Lascia che il tuo amore suoni la mia voce 
e si posi sul mio silenzio.

Lascialo entrare, attraverso il mio cuore,
in tutti i miei movimenti.

Fa brillare il tuo amore come stelle
nell’oscurità del mio sonno
e fallo albeggiare al mio risveglio.

Fallo bruciare nel fuoco dei miei desideri,
e scorrere in tutte le correnti del mio amore.

Lasciami portare il tuo amore nella mia vita
come l’arpa porta la sua musica,
e lascia che io te lo ritorni
alla fine assieme alla mia vita.

 
 
 
Successivi »
 
 
 
 
 
 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

paolafrancesca.85IL.DUCA1francpolitano43beabeabea2avvDanielaEspositosogno6365xpannaxpietro.audidelyryanilsalo80caterinasidotiIlTuoLukaermanno_claypoolLadyMetal81rognonidimedetti
 
 
 
 
 
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 
 
 
 
 
 
 

CHI PUŅ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore puņ pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
 
 
 
 
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom