Creato da pierrde il 17/12/2005

Tracce di Jazz

Mondo Jazz diventa il blog del portale Tracce di Jazz . Il Jazz da Armstrong a Zorn. Notizie, recensioni, personaggi, immagini, suoni e video.

IL NUOVO PORTALE DEL JAZZ

 

 

 

http://www.traccedijazz.it/

https://www.facebook.com/traccedijazz

https://plus.google.com/105671541274159478209/posts

 

 

 

IL JAZZ SU RADIOTRE

 

martedì 21 aprile 2015 20.30

Locandina

IL CARTELLONE

UMBRIA JAZZ WINTER

Fabrizio Bosso Quartet

Fabrizio Bosso tromba Nicola Angelucci batteria Luca Alemanno contrabbasso Julian Oliver Mazzariello pianoforte

Registrato il 30 dicembre 2014 a Orvieto, Palazzo del Popolo

------------------------------------------------------------------

TORINO JAZZ FESTIVAL

Mauro Ottolini Sousaphonix musicano il film “Le sette probabilità” di Buster Keaton

Mauro Ottolini trombone, arrangiamenti, composizioni, direzione; Vanessa Tagliabue Yorke voce Vincenzo Vasi voce, theremin, strumenti giocattolo, effetti speciali Dan Kinzelman sax tenore, clarinetto basso Guido Bombardieri clarinetto, sax contralto Paolo Degiuli cornetta Paolo Botti viola, dobro Enrico Terragnoli banjo, chitarra, podofono Roberto Denittis armonio a pedali, pianoforte Danilo Gallo contrabbasso Zeno De Rossi batteria

Registrato il 27 aprile 2014 all’Auditorium Rai Arturo Toscanini, Torino

 

 

 

BATTITI RADIOTRE: QUESTA NOTTE

Sabato 18 Aprile

 

La musica dal vivo è sempre stata una sfida importante per i musicisti. Fondamentale è il rapporto col pubblico: stabilire un'intimità e una complicità particolari con chi ascolta rende spesso i musicisti più liberi di esprimersi. È così che si sentivano la maggior parte degli artisti del Village Vanguard di New York, uno dei nightclub più "hip" della città, come direbbe Cannonball Adderley. Lì Coltrane nel '61 ha deciso di registrare il suo primo disco dal vivo, la stessa esperienza l'aveva già fatta Sonny Rollins nel '57 e poi ancora Bill Evans, Rahsaan Roland Kirk, Earl Hines, Betty Carter, tutti accolti dalla fresca curiosità del fondatore Max Gordon. La tradizione continua ancora oggi con musicisti come Brad Mehldau e Marc Ribot. Questa notte ci immergeremo in quella atmosfera…

 

MONDO JAZZ SU FACEBOOK E SU TWITTER

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

RASSEGNA STAMPA

 

 

UbuWeb Rari filmati, anche scaricabili, dell'avanguardia artistica in ogni campo

Point of departure a on-line musical journal

New York Jazz Guide

Jazz Colours una e mail-zine di jazz italiana !

Bells

 

 

 

 

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Aprile 2015 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30      
 
 

JAZZ DAY BY DAY

 

 

L'agenda quotidiana di

concerti rassegne e

festival cliccando qui

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

I PODCAST DELLA RAI

Dall'immenso archivio di Radiotre č possibile scaricare i podcast di alcune trasmissioni particolarmente interessanti per gli appassionati di musica nero-americana. On line le puntate del Dottor Djembč di David Riondino e Stefano Bollani. Da poco č possibile anche scaricare le puntate di Battiti, la trasmissione notturna dedicata al jazz , alle musiche nere e a quelle colte. Il tutto cliccando  qui
 

Messaggi del 15/08/2012

ADDIO VONSKI

Post n°2354 pubblicato il 15 Agosto 2012 da pierrde

Si è spento sabato a Chicago dove sempre è vissuto il sassofonista Von Freeman, ottantotto anni, da uno gravemente malato.

Un ricordo sintetico ma pieno di stima e considerazione da parte di Sean Carroll:

Von was absolutely unique, as a saxophonist and as a person. As a musician he managed to intermingle an astonishing variety of styles, from classic ballads to bebob all the way to free jazz, with more than a few things you would never hear anywhere else. Some thought that his playing was an acquired taste, full of skronks and trills and lighting-fast tempo changes. But once you “got it,” you could hear something in Von that you just couldn’t hear anywhere else.

This isn’t just formerly-local pride talking; when John Coltrane left Miles Davis’s band in the 1950′s, Miles tried to get Von to replace him. But Von never left Chicago for more than a few days at a time. As a person, Von was charming, roguish, stubborn, warm, irascible, and utterly compelling. Sometimes on stage he would get in the mood for talking instead of playing, and honestly it was hard to tell which you preferred. The wisecracks, the wisdom, the Billie Holiday stories, all mixed with the smoke and the cheap beer to create an unforgettable atmosphere.

La biografia di Freeman su Wikipedia: 

http://en.wikipedia.org/wiki/Von_Freeman

L'articolo di A Blog Supreme:

http://www.npr.org/blogs/ablogsupreme/2012/08/13/158729811/saxophonist-von-freeman-a-chicagoan-from-beginning-to-end#more

 
 
 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

voceribellelorisscLORD_DEVID_2013giaz63pierrdepietrofgentleman_onelacky.procinomi.descrivoantropoeticoAndreaDozilookdgl9dr.strange61anna1952b
 

ULTIMI COMMENTI

Sono stato al Jazz Club di Ferrara. Il posto č molto bello,...
Inviato da: lorissc
il 12/04/2015 alle 07:32
 
Vero, negli ultimi anni di jazz ne passava poco....
Inviato da: pierrde
il 11/04/2015 alle 22:10
 
Non mi pare ci fosse molto jazz alle Scimmie negli ultimi...
Inviato da: lorissc
il 11/04/2015 alle 15:46
 
un bel pesce d'aprile!!!
Inviato da: lorissc
il 01/04/2015 alle 12:59
 
Come si puo' vedere in questo...
Inviato da: giaz63
il 31/03/2015 alle 15:28
 
 

Seguimi su Libero Mobile

 

TAG

 

CONTATTI:

pierrde@hotmail.com
 

FACEBOOK

 
 

AREA PERSONALE

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

JAZZ E FOTOGRAFIA : HERMAN LEONARD

Una sequenza delle piů celebri fotografie di Herman accompagnate dalla voce inimitabile di Ella Fitzgerald.

 

ARTE E MUSICA

 

500 Years of Female Portraits in Western Art

Music: Bach's Sarabande from Suite for Solo Cello No. 1 in G Major, BWV 1007 performed by Yo-Yo Ma

collected some paintings by Gogh ...
Enrico Pieranunzi's melancholy music ( Canto Nascosto )

Henri Matisse paintings with Miles Davis composition "Generique"

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom