Creato da Not.Found il 12/05/2007

PENSIERI DIGITALI

diario di un web designer

 

 

 
 

Gli elefanti hanno buona memoria

Post n°245 pubblicato il 15 Ottobre 2009 da Not.Found
 

Quando si dice che una persona gode di una memoria da elefante, si vuole indicare l'ottima capacità di ricordare gli avvenimenti a distanza di tempo.
Sembra, infatti, che gli elefanti dimentichino raramente un torto subito anche a distanza di anni.

L’animale più grande del mondo dunque conserverebbe nella propria memoria tutti gli sfruttamenti e i maltrattamenti subiti dall’uomo. E al momento giusto si vendicherebbe.

Così gli scienziati hanno potuto spiegare alcuni attacchi improvvisi degli elefanti agli esseri umani, apparentemente senza motivo. La vendetta dell’elefante è molto lenta. Ma a quanto pare efficace: quando l’uomo meno se l’aspetta lui si vendica per una botta data sulla testa o per una frustata.


...


Cazzi vostri

Memoria da elefante

 
 
 

Pensavate fossi morto?

 

 

Da oggi, in città, c'è un nuovo supereroe...il suo nome è:



SUPER SPIDER NOT FOUND!!!



...no, cioè volevo dire:



SUPER NOT SPIDER FOUND!!!



...no vabbè, il nome esatto è:



SPIDER FOUND SUPER NOT!!!



...no cazzo, mi sono confuso ancora, in realtà sarebbe:



SPIDER NOT SUPER FOUND!!!



...vabbè non è nemmeno questo che avevo in mente...



ok ok...sul nome devo ancora lavorarci un pò...non siate i soliti pignoli, andate a

rompere da un'altra parte che vi faccio un culo così...io c'ho i super poteri che

credete??...COGLIONI!!!

 

 

 

Super Notty

 

 
 
 

32 gradi, tasso d'umidità 70% temperatura percepita 37 gradi

Tutto sommato sto bene, è solo quella lieve sensazione di bagnato che mi infastidisce un pochino...

liquefatto

 
 
 

Il genio della lampo

Post n°242 pubblicato il 23 Giugno 2009 da Not.Found
 

Ci sono momenti nella vita di un uomo che nemmeno un genio sa come risolvere, in quell'attimo allora bisogna solo cercare di sopportare il dolore che ti trapassa, sperando che il tempo faccia la sua parte il prima possibile.

Porca troia che doloreeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee!

 

 


 

Genio della lampo

 
 
 

Io sono io e voi non siete un cazzo

Post n°241 pubblicato il 21 Giugno 2009 da Not.Found
 

Tante volte, forse tropo mi sono sentito dire che ho la testa tra le nuvole, che sono un sognatore e che non riesco a concretizzare niente di buono nella vita per via della mia mancanza di praticità e di azione, d'altronde il mondo pare sia fatto solo  per i furbi, da quelli scaltri, che sanno amministrare le loro finanze alla perfezione, cha magari hanno l'amico broker o consulente finanziario che gli ha consigliato il giusto investimento, perchè loro hanno solo amici che contano, che sanno vedere lontano e non come te, che mentre te ne stai ore a fissare uno splendido cielo azzurro illuminato dal sole intanto perdi soldi che non sai nemmeno di possedere. Magari ti guardano anche con occhi di commiserazione e con un sorrisino ironico quasi a dire "guarda, io ho la casetta al mare con il pratino all'inglese e tu, tu cos'hai?".
Ecco, vorrei dire a queste persone che rincorrono tutta la vita il successo personale e i loro fottuti traguardi, che sia la casa in città o al mare, che sia il far fruttare il conto in banca o comprarsi un abito nuovo a settimana, che sia l'ennesimo cellulare o la macchina nuova o la barca a vela, che sia tirare coca a tutte le ore o presenziare a qualsiasi evento mondano della città con l'aperitivo in una mano e la sigaretta sempre accesa nell'altra, che sia avere mille puttane al loro fianco o il magnate over 50 con la pillolina blu nel taschino per farglielo venire duro, a queste persone mi sento solo di dire dal profondo del cuore: andate a farvi fottere!
Siete solo dei piccoli vermi arroganti che si cibano di carogne e per questo siete più morti delle stesse carogne che state divorando, credete di essere i migliori, di sapere tutto della vita e per questo cercate di calpestare il prossimo senza scrupoli e con ogni mezzo per soddisfare i vostri bisogni in maniera del tutto egoistica, vi affannate a rincorrere miseramente la felicità quando in realtà non l'avrete mai perchè siete persone perennemente insoddisfatte e inaridite che necessitano sempre di nuovi stimoli per sentirsi vivi, troppo poco attenti per notare ed apprezzare quello che avete intorno e per questo vi illudete che attraverso tutte le vostre cose, i vostri possedimenti, potete affermare il vostro povero ego che è già alla deriva da un pezzo.
In fondo un pò mi fate sorridere, ma allo stesso tempo mi procurate nausea, perchè la puzza della vostra anima marcia invade i miei polmoni impedendomi di respirare liberamente l'aria che mi avvolge in questa splendida giornata.
Mi distendo nuovamente e ritorno a fissare il cielo continuando a sognare, quello non costa niente per fortuna e voi non potete comprarlo ne capire di cosa parlo, perchè io sono io e voi non siete un cazzo.

nuvole

 
 
 

Bisogna sempre seguire le proprie aspirazioni...

Post n°240 pubblicato il 29 Maggio 2009 da Not.Found
 

Ieri mattina ero in macchina e mentre ascoltavo la radio passa lo spot con la notizia che finalmente è in vendita la compilation delle veline, un cd che racchiude tutte le musiche e gli stacchetti usati dalle veline nel programma Striscia la Notizia.
E così le vostre figlie, sorelle, fidanzate, amanti, amiche e perchè no anche neomamme potranno allenarsi a casa, al riparo da occhi indiscreti, nell'intimità delle loro camarette o nel tepore delle loro cucine a suon di musica ed aspirare all'ambito ruolo che potrebbe consacrarle a veline.
Aspirare, si è un verbo interessante ora che ci rifletto, chissà quante cose interessanti si troverrano a fare queste giovani fanciulle ai provini, chissà quante aspirazioni potranno colmare...queste si che sono soddisfazioni!

 

 

 


Veline

 
 
 

Nuoto

Post n°239 pubblicato il 26 Maggio 2009 da Not.Found
 

Mi è sempre piacuto il nuoto, lo trovo uno sport completo ed in passato l'ho anche praticato ma da quando ho cambiato abitazione l'ho abbandonato come tante altre cose, un pò per il lavoro, un pò perchè non sono mai riuscito ad integrarmi nella provincia in cui attualmente abito e un pò per pigrizia.
La settimana scorsa però ho preso il coraggio a quattro mani e mi sono iscritto nella piscina della mia zona, l'ambiente a dire il vero non è male, la vasca è grande e poco affollata, adiacente ad essa c'è anche un bel solarium dove è possibile abbronzarsi su dei comodi lettini e socializzare con le ragazze che praticano il corso di acquagym, insomma c'è anche l'aspetto ludico che non guasta mai!
L'allenamento è abbastanza duro soprattutto all'inizio, senti i muscoli di tutto il corpo attivarsi, anche quelli che avevi dimenticato o che credevi di non possedere, fortunatamente però la mia familiarità con l'ambiente acquatico mi ha dato un grosso vantaggio nella pratica, ottenendo subito delle discrete performance e i complimenti dell'istruttore.
Vi assicuro che sono delle soddisfazioni enormi.

 

 

 

 

 

 

 

 

 


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Lezioni di nuoto


Stronzoni non ridete che nuoto da Dio!

 

 


 
 
 

Colpo di fulmine

Ho sempre manifestato una certa avversione per Facebook ma devo dire che negli ultimi tempi, tra una pernacchia virtuale ed un poke, che non so ancora cosa sia, qualche volta mi vengono notificate delle comunicazioni interessanti come nel caso di Alessia che dice di aver avuto un colpo di fulmine per me...dinnanzi ad un viso così carino e ad un paio d'occhi così espressivi, come faccio a dire di no? Voi mi capite vero?

lo so, sono un ipocrita, è da ieri che me lo ripeto.


Colpo di fulmine su FB

 
 
 

Leggero con brio!

Post n°237 pubblicato il 11 Maggio 2009 da Not.Found
 

78 kg., altri due chili che volano via, sono quasi vicino al peso forma e devo dire che ogni giorno che passa il mio corpo mi regala sorprese inaspettate. In questo periodo mi sento particolarmente bene, vivo e con tanta voglia di fare ed è per questo che assecondo ogni mio desiderio, ma d'altronde me lo merito perchè sto riconquistando il mio benessere e la mia salute con un duro impegno quotidiano.
Alzo dunque il calice e brindo a me stesso, alla mia rinascita e al mio ridente futuro con le persone di sempre e a quelle nuove, che hanno deciso di stare al mio fianco accompagnandomi nel mio cammino, bisogna andare avanti con slancio ed io lo sto facendo alla grande.

A tutto il resto fanculo.


...e venerdì sera tutti al ristorante giapponese!

 

 

 

 

 


 

Pattinaggio

 
 
 

Bang Bang (My Baby Shot Me Down)

Post n°236 pubblicato il 06 Maggio 2009 da Not.Found
 

"Mi piace pensare che tu sia abbastanza lucida persino ora da sapere che non c'è nulla di sadico nelle miei azioni. Forse nei confronti di tutti quegli altri, di quei buffoni, ma non con te. No bimba in questo momento sono proprio io all'apice del mio masochismo."

Kill Bill vol.1

 
 

Bang

Sono la pietà, la compassione, il perdono che mi mancano... non la razionalità

 
 
 

Era un giorno buio e tempestoso...

Post n°235 pubblicato il 28 Aprile 2009 da Not.Found
 

Stamane il mio animo era perfettamente in linea con il tempo, mentre veniva giù una pioggia incessante le lacrime solcavano il mio viso ed una malinconia infinita pervadeva tutto il mio essere, straziato da questo dolore insopportabile l’unica alternativa possibile era quella di amalgamarmi con l’ambiente circostante e così, di punto in bianco, sono sceso da casa, ho preso la mia macchina fotografica ed ho raggiunto quella che per me, in quel momento, rappresentava la meta ideale, ovvero una spiaggia desolata dominata dal mare in tempesta e dai gabbiani che banchettavano soddisfatti, gli unici a tenermi compagnia…


mareggiata

mareggiata

Non mi dite che c’avete creduto veramente? Ma no, non è andata affatto così!!!

Cioè a piovere pioveva, ma la giornata si prospettava tutt’altro che triste, visto che ormai era una settimana che si progettava (io e le mie due compagne di merenda) una gita fuori porta per far visita ad un nostro caro amico, che non vedevamo da tempo causa incidente motociclistico (Davide qui ti ho veramente trattato!).

Così, dopo aver recuperato le dolci pulzelle alla stazione centrale, ci siamo diretti con la mia auto a Castellammare di Stabia dove abita il maldestro guidatore di motocicli che ci aspettava a stampelle incrociate…

David

Dopo baci, abbracci e ricchi cotillons, tra una chiacchiera e l’altra, un caffettino e le deliziose sfogliatelle mignon portate dalla sapiente Nadia, ci siamo appropinquati verso il ristorante nel quale si è consumato un pranzetto davvero gustoso arricchito dall’allegria e dalla spensieratezza del momento.

Tavolo...

E così abbiamo iniziato con un antipastino di salmone marinato e gamberi avvolti nello spek e fritti in pastella, una vera delizia del palato!

Salmone

Gamberi

A seguire un bel primo di “paccheri” ai frutti di mare accompagnati da una deliziosa falanghina del beneventano.

Paccheri

Davide pare abbia gradito assai questo momento di aggregazione…

David

Non poteva mancare certo il dolce che per me è consistito in una bella fetta di crostata ai frutti di bosco, per gli altri invece di ricotta e pera (loro sono più raffinati…)

Dolce

Ma il pezzo forte è stato un inaspettato e apprezzato liquore alla mela servito ghiacciato in una simpatica bottiglia a forma di…provate ad indovinare…non c’arrivate? Vabbè ve lo dico io: di mela! E’ inutile dire che è stato sterminato nel giro di pochissimo…

Idromele!

Cristina ha capito tutto della vita, il vero frutto dell’amor non è la banana ma la mela, diglielo Cris!

Cris e la mela del peccato

Come due padrini diamo la benedizione a questo pranzo che ci ha permesso di ritrovarci e di farci divertire come matti in una giornata che all’apparenza poteva sembrare davvero lugubre.

Padrini

Il caffè e la sigaretta li abbiamo consumati in un bar sul lungomare dove ho scattato le foto d’apertura.

La vita è come la si vuol vedere, basta ribaltare i punti di vista e cambiano radicalmente gli scenari.

Ragazzi vi voglio un mondo di bene.


p.s. tutte le foto, senza censura, le metto poi su faccia di libro non preoccupatevi, contenti vero?


 
 
 

A proposito di leggerezza...

Post n°234 pubblicato il 25 Aprile 2009 da Not.Found
 

Dieta bilanciata, tennis, corsa e sane passeggiate all'aperto mi hanno permesso di bruciare sei chili in meno di due mesi. Altri cinque chili e arriverò grossomodo al peso forma e allora ecco che dovrò drasticamente rinnovare il guardaroba... e vai con lo shopping selvaggio!!!

 

è meglio che vada a nascondere la carta di credito, potrebbe estinguersi insieme ai miei chili residui...

 

Bilancia

 
 
 

Essere come autenticità

Post n°233 pubblicato il 21 Aprile 2009 da Not.Found
 

Poche persone nella nostra cultura hanno il coraggio di essere se stesse, la maggior parte interpreta un ruolo, gioca un gioco, assume una maschera, si nasconde dietro una facciata.
Non credono che il loro Io autentico possa essere accettato, come non lo fu dai genitori. I nostri corpi sono plasmati dalle forze sociali esistenti nella famiglia, che formano il nostro carattere e determinano il nostro fato... che sarà di cercare di piacere agli altri per ricevere amore e approvazione.
Ma ciò non avviene: né allora, né oggi. L’amore non può essere conquistato o guadagnato, poiché è un’espressione spontanea di affetto e di calore in risposta all’esistenza di un’altra persona. “Io ti amo”, non: “Amo ciò che fai”. L’amore implica accettazione, che fu negata al bambino. Una volta abbandonata l’autenticità del nostro Io per recitare una parte, siamo destinati ad essere rifiutati da soli.
Purtuttavia cerchiamo di migliorare il nostro ruolo, sperando di vincere il nostro fato, ma ne siamo sempre più coinvolti. Siamo presi in un circolo vizioso, che ci tiene prigionieri, alterando la nostra vita e il nostro essere. Perché allora non cessiamo il gioco e non gettiamo via la maschera? La risposta è che non siamo consapevoli della mancanza di autenticità del nostro aspetto e del nostro comportamento. La maschera o la facciata sono parte di noi; il ruolo è una seconda natura e abbiamo dimenticato la nostra vera natura, siamo talmente identificati al ruolo e al gioco, che non possiamo concepire un’esistenza diversa.
Il problema dunque è la paura di essere se stessi, la paura che il proprio Io sia malato, inadeguato, inaccettabile. Questa paura costringe a nascondere i propri veri sentimenti, a mascherare la propria espressione e ad accettare il ruolo che gli altri richiedono. La maggioranza della gente vive con la convinzione che la vita sia un gioco e che, per avere successo, bisogna saperlo giocare.
Grazie a questo atteggiamento si è pronti a modificare un ruolo, ma non a smettere il gioco e a diventare pienamente se stessi. Ciò sembra far paura, tuttavia se non si affronta il proprio carattere, non si può evitare il destino da esso determinato.
E’ per questo che oggi ho deciso di intraprendere la mia battaglia e riconquistare l’autenticità perduta.

Estratto e riadattato da Paura di vivere di A. Lowen

 

a Margherita, senza la quale, non avrei potuto vedere tutto questo

 


IMG_1501-003

 
 
 

Uno sguardo dalle colline del Vomero

Post n°232 pubblicato il 17 Aprile 2009 da Not.Found
 

Sono particolarmente affezionato alla zona del Vomero perchè oltre ad aver vissuto la mia gioventù e aver instaurato le amicizie più care, è uno dei quartiere collinari di Napoli che, per la sua posizione strategica, offre un panorama davvero splendido di tutta la city, ad avvalorare questo spettacolo della natura c'è il meraviglioso Castel Sant'Elmo che domina tutta la collina ed il pregiovele Museo di San Martino che rappresentano le mete più ambite dai turisti e non solo.

E' da sottolineare che il Castel Sant'Elmo, adibito a museo permanente, è anche sede di varie fiere e manifestazioni, tra cui il Napoli Comicon che vi si svolge ogni anno in primavera e rappresenta una cornice davvero suggestiva per tutti gli appassionati del genere.

Inoltre antistante al piazzale del Museo di San Martino è presente un complesso sistema di discesa a gradinate chiamato Pedamentina (le scale che si vedono nell'ottava foto), esso è composto da 414 gradini e collega la certosa di San Martino al centro storico di Napoli.
Lungo il tragitto sono sparsi numerosi Bed & Breakfast che offrono stanze confortevoli e romantiche immerse nella tranquillità di un panorama straordinario che sicuramente vi lascerà senza fiato.

Ieri avevo voglia di essere un pò turista e perchè no, di tuffarmi anche in dei piacevoli ricordi che conservo nel cuore con particolare affetto.

 

SanMartino-01

SanMartino-01-bis

SanMartino-02

SanMartino-02-bis

SanMartino-03

SanMartino-04

SanMartino-05

SanMartino-06

SanMartino-07

SanMartino-08

SanMartino-09

SanMartino-10

SanMartino-10-bis

 
 
 

Ti voglio bene ma non ti amo più.

“Ti amo ma non sono innamorato di te” è, attualmente il problema di relazione più diffuso. Non siamo più disposti ad accontentarci di relazioni comode, ma ci aspettiamo che siano completamente soddisfacenti.
L’amore è divenuto il collante che tiene unite le relazioni, ma la nostra cultura lo ha considerato come un soggetto troppo grande o troppo mistico perché possa essere definito con precisione, misurato e capito.
Non esiste mito della nostra società più forte di quello secondo cui “L’amore vince tutto”. Questa, però, è solo una verità parziale, la decisione, il coraggio e il tempo investito sono egualmente importanti, ma poiché tendiamo a non indagare la vera natura del loving attachment, non possiamo coglierne la complessità.
E’ impossibile avere una relazione pienamente soddisfacente e senza conflitti; evitare le discussioni può impedirci di amare veramente. L’alternativa è la disperazione e l’impotenza di un: “Mi spiace, tesoro, non sono più innamorato”.
L’ILYB (I Love You But = ti amo, ma…) può essere evitato e, con maggiore conoscenza dell’amore e del modo in cui cambia nel corso del tempo, la passione ritornerà insieme a una relazione davvero soddisfacente.

Questo è quanto recita un dei libri che ho comprato stamane da Fnac mentre ero a cazzeggio per distendere la tensione accumulata nei giorni scorsi, ed è un interessantissimo saggio scritto da uno stimato terapista della coppia che aiuta ad analizzare gli elementi critici legati alle modalità di comunicazione, di litigio e di espressione dei sentimenti, e propone dei passi ben precisi per cercare di superarli. Ci spiega quali sono le responsabilità di ciascuno, quando bisogna cedere e quando è giusto imputarci, quale strada intraprendere per migliorare la conoscenza reciproca e per rinnovare un legame rendendolo più forte e riscoprendo la passione.

Un elemento che ho trovato piacevolmente sorprendente di questo libro è ad esempio un capitolo dedicato ad accentuare le positività. In generale è più facile dire quello che non vogliamo piuttosto che dire quello che vogliamo. Ecco perché, quando si cerca di migliorare la situazione con il partner, si finisce per lamentarsi o per descrivere semplicemente il problema. Esaminando alcune tipiche lamentale è possibile trasformarle in un enunciato positivo che ha decisamente un impatto diverso dal solito, ad esempio:


La smetti di trattarmi male?
Positivo: mi piace quando mi accarezzi con dolcezza.
Obiettivo concreto: mi faresti un massaggio alla schiena?

Quanto al sesso, non prendi mai l’iniziativa.
Positivo: mi era piaciuto molto quella volta che mi hai sedotto/a.
Obiettivo concreto: smetterò di chiedertelo e aspetterò finchè non sei pronto/a.


Insomma questo chiaro ed esaustivo libro ci permette di capire come dovrebbero essere affrontate determinate situazioni ribaltando a nostro favore quelle che poi diventano delle fratture insormontabili fatte di incomprensione, rabbia e frustrazione.

D’altronde qualcuno si chiederà a cosa serve un libro che affronta le dinamiche di coppia se si è da soli, la risposta è semplice: è un primo passo per capire dove si è sbagliato prendendo consapevolezza dei propri errori, e soprattutto è uno stimolo per migliorarsi e cercare di correggere certi comportamenti in modo da non ripeterli più in futuro, evitando così di attentare alla felicità di una successiva e duratura relazione.

vaffanculo!

 
 
 

Tesoro cosa dicevi a proposito della piscina?

Post n°230 pubblicato il 08 Aprile 2009 da Not.Found
 

 

 

 

 

 

Crack

 
 
 

Non solo i sogni restano nel cassetto

Post n°229 pubblicato il 06 Aprile 2009 da Not.Found
 

Sono anni che mi domando, senza peraltro avere una risposta certa, perché una determinata categoria di donna ama crogiolarsi in situazioni sentimentali particolarmente strazianti, dove, prima che sopraggiunga una decisione determinante e risolutiva per la stessa, è più probabile che ci si estingua.

Apparentemente incapace di fare una scelta importante che possa segnare il suo futuro amoroso e quello dell’uomo che ha accanto, questo tipo di donna, dinnanzi ad una responsabilità del genere, preferisce fuggire demandando inevitabilmente al partner ogni decisione, che una volta presa, nel bene o nel male, verrà chiaramente disapprovata e/o criticata in quanto ritenuta errata.

Questo comportamento è in assoluto quello che mi fa infuriare più di tutto, perché dimostra palesemente che l’altra parte non accetta di rischiare ne di mettersi in discussione al 100%, la sua posizione semplicemente è quella di non prendere una posizione, offrendoti solo un ventaglio di dubbi, di incertezze e di instabilità tale da logorarti anima, mente e corpo.

Nella mia vita, ho avuto la fortuna di innamorarmi diverse volte, il contraltare è stato che tutte queste storie erano abbastanza complesse da richiedere decisioni forti, uniche, irrevocabili, talvolta dolorose, e al momento di scegliere queste donne, che tante volte hanno affermato di amarmi, si sono tirate indietro ripiegando su soluzioni “di comodo” e di certo poco apprezzabili.

Ma che amore può essere se tu, che dovresti rappresentare per l’altro la persona che non si può immaginare di perdere, dinnanzi ad una seria difficoltà vieni invece messo da parte perché l’altro è incapace di assumersi le dovute responsabilità nei tuoi confronti?
Deve essere necessariamente un amore prudente, che ha delle riserve, che non ha il coraggio di gridare la sua esclusività, che ha paura di pensarsi per sempre, che è fragile, malaticcio, viziato, il contrario di ciò che invece dovrebbe essere e cioè generoso, ardente, puro e pronto al sacrificio.

Perciò care amiche, anche se geneticamente non siete state equipaggiate di quegli attributi che a noi maschietti sono invece in dotazione fin dalla nascita, sforzatevi per il futuro di essere più coraggiose, più determinate e soprattutto sincere verso voi stesse per esserlo poi nei confronti di chi vi è vicino, per poter scegliere ogni giorno, con serenità e senza rimorsi, di amare il vostro uomo in maniera esclusiva e duratura.


p.s. se cercate bene, un paio di palle nel cassetto le trovate sempre.

Palle nel cassetto

 
 
 

I buchi neri

Post n°228 pubblicato il 03 Aprile 2009 da Not.Found
 

Certe volte mi sento sprofondare dinnanzi alla natura umana delle persone che mi circondano, sono come degli enormi buchi neri pronti ad assorbirti, ad ospitarti nel loro accogliente oblio, un caos fatto di parole e concetti senza senso, di continue contraddizioni, di egoismo e ipocrisia, di incoerenza e intransigenza, di arroganza e intolleranza verso il prossimo, di rabbia e di violenza tale da dilaniare la corazza più resistente.
Talvolta provi a contrastarli, anzi cerchi di aiutarli tendendogli la mano, offrendogli una via d'uscita, ma loro non ti danno retta perchè sono troppo impegnati ad alimentare questo delirio e corri soltanto il rischio di finirci dentro con le spiacevoli conseguenze che voi tutti immaginate.
Allora non resta altro da fare che mettersi in disparte e poggiarsi sul bordo di questa enorme cono senza fondo con la speranza di intravedere, prima o poi, una luce che indichi l'uscita, perchè solo in quel preciso istante potrò tuffarmici dentro ed avere la certezza di ritrovare dall'altra parte quell'umanità perduta e non più confusa.

 

 

 

 

 

Il buco nero

 
 
 

1 Aprile

Post n°227 pubblicato il 01 Aprile 2009 da Not.Found
 

Pesce d'aprile...

 
 
 
Successivi »
 

PERSONE CHE IN QUESTO MOMENTO MI STANNO COPIANDO

who's _nline   Messaggi in arrivo   Messaggi inviati
real time web stats
 

AREA PERSONALE

 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: Not.Found
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 40
Prov: NA
 

FACEBOOK

 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

dpatatinabigmamy77antoniodot82luisa.bettiolenzobuonvisoedoros75renato.deltorocasalauracilentor.cuccaresefuganelbluPinkturtlegeoterstudioel.santerosatur_2013egreis1
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

TAG

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Novembre 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
 
 

IN QUESTO BLOG È VIETATO COPIARE!



Page copy protected against web site content infringement by Copyscape

Creative Commons License

Free site counter

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom