Blog
Un blog creato da nuvoleinasia il 03/08/2006

TRA NUVOLE E MARE

lasciati volare...

 
 

LA MIA TERRA

  immagine

LAGHETTI DI MARINELLO

immagine

         I TEMPLI

immagine

LE SALINE DI TRAPANI

 

PENSIERO PER NON DIMENTICARE

ULTIMI COMMENTI

Ciao :o)
Inviato da: Sky_Eagle
il 01/09/2011 alle 17:12
 
L’aspetto generale che ipocritamente ci lascia dire a tutti...
Inviato da: presente1957
il 08/04/2010 alle 13:19
 
spero che tu stia bene Nuvola...era da un bel pò che non...
Inviato da: scricciolina71
il 02/07/2008 alle 21:17
 
Auguri di Buona Pasqua ^____^
Inviato da: mariano6
il 21/03/2008 alle 09:47
 
Ciao, stiamo divulgando questa petizione...
Inviato da: nalya
il 05/01/2008 alle 11:25
 
 

L'INFANZIA LA PASSAVO COSÌ...

   

immagine

"Sono ormai all'eta' in cui si tirano le somme e non ho fatto nulla.
Sarei potuto diventare un grande attore, e invece su cento e piu' film che ho girato, ve ne sono di degni non piu' di cinque.
Ma anche se fossi diventato un grande attore ,cosa sarebbe cambiato?
Noi attori siamo solo venditori di chiacchiere .
Un falegname vale certo piu' di noi:
almeno il tavolino che fabbrica resta nel tempo ,dopo di lui"

Antonio de Curtis 'Totò'

 

BENVENUTA PRIMAVERA!!!!

 

« A volte ritornano...Lavori in corso.... »

Una storia straordinaria

Post n°156 pubblicato il 13 Giugno 2007 da nuvoleinasia
 

L'autore:

Carl-Johan Vallgren, musicista e scrittore svedese, è nato nel 1964 e ha esordito come scrittore nel 1987. Ha pubblicato due raccolte di racconti e cinque romanzi; nel 2002, con Storia di un amore straordinario, ha vinto in Svezia il prestigioso August Prize.

La trama:

Una notte di neve e tempesta a Königsberg, Prussia Orientale, nell'inverno del 1813. Un medico chiamato d'urgenza per assistere a due parti contemporanei, nella casa d'appuntamenti più frequentata ed elegante della città. Due neonati, un maschio e una femmina: lei sana, dal viso angelico, lui affetto da deformità che sembrano pregiudicarne la sopravvivenza. Si apre così, con una scena notturna e gotica che cita i grandi romanzi d'appendice, Storia di un amore straordinario (Longanesi), il romanzo che ha fatto del suo autore, il quarantenne Carl-Johan Vallgren, una star letteraria nella nativa Svezia dove il libro ha venduto ben 250.000 copie.

Una storia che di straordinario, oltre al titolo, ha il protagonista: Hercule Barfuss, l'indomito personaggio creato da Vallgreen, è infatti assai diverso dai giovani di belle speranze e di bell'aspetto che solitamente popolano i libri d'amore. Deforme fin dalla nascita, sordomuto, il piccolo Hercule cresce allevato da un gruppo di prostitute insieme ad Henriette, la bambina nata il suo stesso giorno. Poi una serie di eventi improvvisi e terribili li divide: Hercule finisce prima in manicomio, poi in un convento. Qui i monaci si rendono conto che quel ragazzo dall’aspetto così singolare è dotato di una mente fuori dal comune: sa leggere la mente degli uomini, comunicare con loro attraverso il pensiero, dirigere i loro atti e vedere il loro futuro. Un dono che per Hercule presto si rivelerà un ulteriore marchio di sfortuna: con l'inganno verrà portato a Roma, dove la Santa Inquisizione, di nuovo all'opera dopo il congresso di Vienna, non vede l'ora di mettere le mani su un tale subdolo figlio del demonio.

Hercule scappa, attraversa una Roma papalina e popolare vividamente descritta da Vallgreen (che di Roma parla come di una straordinaria “macchina del tempo”), gira l’Europa con un circo, per poi approdare in Germania, dove fortuitamente ritrova Henriette. La simbiosi infantile si trasforma in amore adulto, ma la crudeltà degli uomini non dà pace ai due amanti. Solo tardivamente Hercule troverà la serenità al di là dell'Oceano, sulla piccola isola di Martha's Vineyard, dove sordomuti e non vivono in armonia usando il linguaggio dei segni come un potente, meraviglioso linguaggio universale.

Appassionante anche se a tratti sovraccarico e quasi barocco, Storia di un amore straordinario si ispira ai grandi romanzi d'amore ottocenteschi nei luoghi e nelle atmosfere: carrozze nella neve, bordelli arredati con ricchi velluti, giovani e sfortunate prostitute, vecchie e disoneste nobildonne si incontrano nelle pagine di Valgreen in uno scatenato girotondo. Raccontano una storia che non è semplicemente d'amore ma anche di rivincita, con spirito molto contemporaneo: quella del diritto alla felicità di chiunque, al di là di ogni presunta normalità.

A mio parere:

Appunto come dice il titolo è una "storia straordinaria" quella che leggiamo tra le righe di questo romanzo, inverosimile a tratti, e quasi reale in altri, soprattutto per il senso di normalità che l'autore cerca di trasmettere nella descrizione colorita del suo personaggio, "il mostro" così lo chiama svariate volte, ma proseguendo nella lettura non si riesce veramente ad immaginare quest'ometto nelle vesti di un mostro, piuttosto un fenomento scientifico appunto da studiare, molto belli i riferimenti all'inquisizione. Questo libro si legge tutto d'un fiato, poetico, incantevole ed incantatore, come le favole dai risvolti macabri che finiscono sempre con la principessa ed il principe "felici e contenti per sempre..."

 
 
 
Vai alla Home Page del blog
 

ULTIME VISITE AL BLOG

familysaccodanyepatrypsicologiaforenseescapefromthepassionciracomedcavellini65bergaminivalentinabal_zacstrong_passionmanuacamhotel.sangabrieleconcettabiamontestefania.bellomo70certegiornateamareTheEnchantedSea
 

STO LEGGENDO

 

 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: nuvoleinasia
Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
Età: 40
Prov: CT
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Dicembre 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

ARTE- SALVADOR DALI'

immagine

 

DEDICATO A LUI...PER SEMPRE

Solo per te
convinco le stelle
a disegnare nel
cielo infinito
qualcosa che
somiglia a te
Solo per te
io cambierò pelle
per non sentir
le stagioni passare
senza di te
Come la neve non sa
coprire tutta la città
Come la notte
non faccio rumore
se cado è per te
Come la neve non sa
coprire tutta la città
Come la notte
non faccio rumore
se cado è per te 
E' per te
è per te
è per te
Come la notte
non faccio rumore
se cado è per te
Come la notte
non faccio rumore
se cado è per te
Come la notte
non faccio rumore
se cado è per te
Come la notte
non faccio rumore
se cado è per te

 

FACEBOOK

 
 

FACEBOOK

 
 

NUVOLE MUSICA DI FABRIZIO DE ANDRÉ

"Vanno,  vengono ogni tanto si fermano
e quando si fermano sembrano nere come il corvo...
Sembra che ti guardano con malocchio...
Certe volte sono bianche e corrono
e prendono la forma dell'airone o della pecora
 o di qualche altra bestia...
Ma questo lo vedono meglio i bambini
che giocano a corrergli dietro per tanti metri...
Certe volte ti avvisano con rumore prima di arrivare
e la terra si trema e gli animali si stanno zitti...
certe volte ti avvisano con rumore...
Vengono vanno ritornano
e magari si fermano tanti giorni
che non vedi più il sole e le stelle
e ti sembra di non conoscere più il posto dove stai...
Vanno vengono per una vera mille sono finte
e si mettono lì tra noi e il cielo
per lasciarci soltanto una voglia di pioggia"

ASCOLTA.....

 
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 13