Creato da da_ni_sa il 29/12/2006

Sahaja Yoga Ostia

Yoga ad Ostia Lido : Meditazione attraverso il risveglio della Kundalini, corsi gratuiti

 

Tutte le novità sulle nostre attività

Post n°56 pubblicato il 17 Novembre 2016 da da_ni_sa
 
Foto di da_ni_sa

Questo sito non è più aggiornato, a causa di molteplici e valide motivazioni. Tutte le novità sulle nostre attività sono a questi links:

 

www.sahajayogaostia.it

http://nirmalayoga.wordpress.com/

www.sahajayogaostia.wordpress.com

http://yogarmony.wordpress.com/

 

Diario facebook

https://www.facebook.com/massaggioarmonico

https://www.facebook.com/danilosalvati59

https://www.facebook.com/yogaostia.tibetanbowls

https://www.facebook.com/shantiomroma?pnref=friends.search


Pagine


https://www.facebook.com/massaggioarmonicoostia

https://www.facebook.com/Nirmalaostia

https://www.facebook.com/naturaebenessereOstia

https://www.facebook.com/DaniPrivato59

https://www.facebook.com/NirmalaYoga/?ref=page_internal

 

 

 
 
 

MEDITArraneo 2015

Post n°55 pubblicato il 16 Giugno 2015 da da_ni_sa
Foto di da_ni_sa

YogAmare - MeditAzione LiberaMente
Evento Facebook https://www.facebook.com/events/1640345252853797 
Dal 18 giugno al 10 settembre ogni giovedì ore 18.30
A cura dell'Ass. Cult . Natura Armonia E Benessere

Programma
Introduzione ed esperienza di meditazione spontanea.
Il nostro corpo sottile energetico (Chakras e Nadis).
Lavoro vibratorio su Chakras e canali energetici (Nadis) attraverso l'uso degli elementi.
Canto di Bhajans (canti devozionali semplici) e Mantras cantati.
Bija Mantras (monosillabici) e Mantras più complessi. 

 
 
 

Nirmala Yoga Ostia 2015

Post n°54 pubblicato il 04 Gennaio 2015 da da_ni_sa
Foto di da_ni_sa

Nuovi Corsi Nirmala Yoga 2015
Annunciamo con piacere che è stato stabilito per Giovedì 5 Marzo alle 18:30 l'inizio dei nuovi corsi di MEDITAZIONE Yoga 2015 , presso l'ormai sede storica di NIRMALA YOGA, la LIPU OSTIA - CENTRO HABITAT MEDITERRANEO. E' possibile iscriversi sin da ora e/o contattarci al 328 8652379
Seguiranno incontri settimanali stessa sede e stesso orario. L'iscrizione all'Associazione Culturale "Natura Armonia e Benessere" è gratuita. Per gli incontri di meditazione l'ingresso è libero. Verrà offerto alla fine di ogni lezione materiale didattico cartaceo e su disco ad offerta libera. I contributi saranno volti esclusivamente all'autofinanziamento dell'iniziativa stessa. I contenuti saranno esposti in 12 lezione che costituiranno la prima parte del Primo corso. La seconda parte del corso si svolgerà a seguire.
Programma
Introduzione ed esperienza di meditazione spontanea.
Cenni storici sul Guru Shri Mataji.
Il nostro corpo sottile energetico (Chakras e Nadis).
La kundalini e significato della meditazione.
Lavoro vibratorio su Chakras e canali energetici (Nadis).
Uso degli elementi.
Canto di Bhajans (canti devozionali semplici) e Mantras cantati.
Bija Mantras (monosillabici) e Mantras più complessi.
Musica Indiana, suoni e musicoterapia.
Canto delle note della scala musicale Indiana abbinate a Chakras corrispondenti.
Uso delle Campane Tibetane e loro effetto su corpo fisico ed energetico.

 
 
 

NIRMALA YOGA 2015 DA Marzo

Post n°53 pubblicato il 02 Settembre 2014 da da_ni_sa

Nuovi Corsi Nirmala Yoga 2015

Annunciamo con piacere che è stato stabilito per Giovedì 5 Marzo alle 18:30 l'inizio dei nuovi corsi di MEDITAZIONE Yoga 2015 , presso l'ormai sede storica di NIRMALA YOGA, la LIPU OSTIA - CENTRO HABITAT MEDITERRANEO. E' possibile iscriversi sin da ora e/o contattarci al 328 8652379

Seguiranno incontri settimanali stessa sede e stesso orario. L'iscrizione all'Associazione Culturale "Natura Armonia e Benessere" è gratuita. Per gli incontri di meditazione l'ingresso è libero. Verrà offerto alla fine di ogni lezione materiale didattico cartaceo e su disco ad offerta libera. I contributi saranno volti esclusivamente all'autofinanziamento dell'iniziativa stessa. I contenuti saranno esposti in 12 lezione che costituiranno la prima parte del Primo corso. La seconda parte del corso si svolgerà a seguire.

Programma

Introduzione ed esperienza di meditazione spontanea.
Cenni storici sul Guru Shri Mataji.
Il nostro corpo sottile energetico (Chakras e Nadis).
La kundalini e significato della meditazione.
Lavoro vibratorio su Chakras e canali energetici (Nadis).
Uso degli elementi.

Canto di Bhajans (canti devozionali semplici) e Mantras cantati.
Bija Mantras (monosillabici) e Mantras più complessi.
Musica Indiana, suoni e musicoterapia.
Canto delle note della scala musicale Indiana abbinate a Chakras corrispondenti.
Uso delle Campane Tibetane e loro effetto su corpo fisico ed energetico.

 

 
 
 

Corsi 2014 : Meditazione Yoga ad Ostia

Post n°52 pubblicato il 07 Maggio 2014 da da_ni_sa
Foto di da_ni_sa


Per  l'estate ogni Martedì  ed ogni Giovedì h. 18,00  presso la nostra sede sociale in via delle Azzorre 272. In più appuntamenti personali in sede per primo contatto ed informazioni.

Non abbiamo nulla da spartire con altri gruppi di Ostia o Dragona che dicono di fare Sahaja Yoga o che si spacciano per gruppi simili al nostro.

Potete chiamare per gli incontri di meditazione Yoga in qualsiasi momento, per partecipare ai nuovi corsi e per avere un primo contatto. Si può prendere informazioni presso la nostra sede. Gli incontri nella nostra sede (in via delle Azzorre 272, primo piano, int. 4) sono a richiesta, per appuntamento. Stiamo cercando di fare un nuovo gruppo con solo persone nuove. Potete chiamarci al 328 8652379. Il corso , ogni martedì, è a contributo libero per autofinanziamento, in cambio di materiale didattico cartaceo e CD, dai 3 ai 5 euro per chi può. Previste altre modalità.
Tel. 328 8652379 - Email dharma21@alice.it

Siti :  www.sahajayogaostia.wordpress.com

www.nirmalayoga.wordpress.com

www.sahajayogaostia.it  (Sito Ufficiale)

 

 
 
 

Corsi 2014 : Meditazione Yoga ad Ostia

Post n°51 pubblicato il 18 Dicembre 2013 da da_ni_sa

Per  l'estate ogni Martedì  h. 18,30  presso la nostra sede sociale in via delle Azzorre 272 

In più appuntamenti personali in sedeper primo contatto ed informazioni Non abbiamo nulla da spartire con altri gruppi di Ostia o Dragona che dicono di fare Sahaja Yoga o che si spacciano per gruppi simili al nostro.

A tutte le persone di Ostia e dintorni: potete chiamare per gli incontri di meditazione Yoga in qualsiasi momento, per partecipare ai nuovi corsi e per avere un primo contatto. Si può prendere informazioni presso la nostra sede. Gli incontri nella nostra sede (in via delle azzorre 272, primo piano, int. 4) sono a richiesta, per appuntamento. Stiamo cercando di fare un nuovo gruppo con solo persone nuove. Potete chiamarci al 328 8652379. Il corso , ogni martedì, è a contributo libero per autofinanziamento, in cambio di materiale didattico cartaceo e CD, dai 3 ai 5 euro per chi può.
Tel. 328 8652379 - Email dharma21@alice.it

 

 
 
 

A SETTEMBRE 2013 NUOVI INCONTRI DI MEDITAZIONE

Post n°50 pubblicato il 06 Agosto 2013 da da_ni_sa

OGNI MARTEDÌ ore 18,30 e DOMENICA ORE 17,00 nella sede della nostra associazione Natura, Armonia e Benessere. Telefonare per appuntamento 328 8652379 oppure 389 5090618. Sahaja Yoga Ostia - La meditazione spontanea tramite il risveglio della Kundalini alla portata di tutti. Un rivoluzionario metodo di Shri Mataji per il benessere dell'essere umano.
www.sahajayogaostia.it
Sahaja Yoga La meditazione spontanea tramite il risveglio della Kundalini alla portata di tutti. Un rivoluzionario metodo di Shri Mataji per il benessere dell'essere umano

 

 
 
 

Inizio degli incontri di Meditazione spontanea Yoga

Post n°48 pubblicato il 21 Settembre 2012 da da_ni_sa
Foto di da_ni_sa

 

OGNI MARTEDÌ ore 18,30 , GIOVEDÍ ore 14,30 e  DOMENICA ORE 17,00

ad Ostia , Ostia Antica , Isola Sacra

Ass. Cult. Natura, Armonia e Benessere

Telefonare per appuntamento

328 8652379    oppure  389 5090618

www.sahajayogaostia.it

Nirmala Yoga Ostia - La meditazione spontanea tramite il risveglio della Kundalini alla portata di tutti. Un rivoluzionario metodo di Shri Mataji per il benessere dell'essere umano

 

 

Nirmala Yoga Ostia è un nuovo gruppo di Sahaja Yoga (Meditazione Spontanea) che conserva ma espande le attività consuete di Sahaja Yoga, per dare così un'immagine più gioiosa ed attiva, riflettendo quello che realmente sono Sahaja Yoga ed il messaggio della nostra Guru Shri Mataji.

La nostra nuova Associazione propone l'iscrizione ai nuovi corsi che partiranno il prossimo anno. Con l'iscrizione si acquisisce il diritto a ricevere materiale didattico ed a frequentare il corso che durerà tre mesi circa. 
Il tutto con un contributo volontario che serve esclusivamente come contributo spese, ed è un contributo per tutto il corso. Nessuna persona fisica o giuridica guadagnerà un solo centesimo!
Il materiale didattico è cartaceo : 92 pagine rilegate eaudio video: 7 CD + 1 DVD.
La sede del corso e gli orari sono ancora da stabilire.
Questo Yoga consiste in una serie di tecniche meditative messe a punto da Shri Mataji Nirmala Devi, che ci permettono di constatare autonomamente l'efficacia del metodo stesso. L'effetto più immediato della meditazione è un senso di piacevole calma e benessere interiore. Durante l'orario di lezione, si fanno esercizi pratici di meditazione, comodamente seduti, anche su una sedia. Gli esercizi non comportano alcuno sforzo fisico e sono pertanto accessibili a tutti. 
In dettaglio ecco le pratiche che esporremo e sperimenteremo:
Risveglio dell'energia Kundalini e conseguente meditazione spontanea
Ascolto di musica classica Indiana da meditazione (Ragas) 
Uso di Bija Mantras e Mantras più complessi in lingua Sanskrita 
Canto di Bhajans (canti devozionali semplici) e Mantras cantati
Canto delle note della scala musicale Indiana abbinate a Chakras corrispondenti
Lavoro vibratorio su Chakras e canali energetici (Nadis)
Uso delle Campane Tibetane e loro effetto su corpo fisico ed energetico
In riferimento al materiale didattico cartaceo ed audio video, anticipiamo che conterrà lezioni sui vari aspetti vari aspetti di Nirmala Yoga. 
Il materiale audio video conterrà musica Hindustani per la meditazione, Bhajans cantati, 
mentre il materiale video conterrà delle istruzioni video per l'uso dei mantra e degli interventi del nostro Guru Shri Mataji.
Gli argomenti del materiale didattico cartaceo del corso iniziale riguarderanno:
Introduzione a Nirmala Yoga ed alla meditazione spontanea
Cenni storici sul Guru Shri Mataji (fondatrice di Sahaja yoga)
Il nostro corpo sottile (energetico)
La kundalini e significato della meditazione
Uso dei Mantra 
Uso degli elementi
Musica Indiana, suoni e musicoterapia con Nirmala Yoga
A seguire ci sarà un corso di approfondimento di ulteriori tre mesi che introdurrà alla conoscenza dei Chakra e dei canali energetici (Nadis).

 

 

 

 
 
 

Settembre alla Grande!

Post n°47 pubblicato il 18 Luglio 2012 da da_ni_sa
Foto di da_ni_sa

Nirmala Yoga Ostia è un nuovo gruppo di Sahaja Yoga (Meditazione Spontanea) che conserva ma espande le attività consuete di Sahaja Yoga, per dare così un'immagine più gioiosa ed attiva, riflettendo quello che realmente sono Sahaja Yoga ed il messaggio della nostra Guru Shri Mataji.

La nostra nuova Associazione propone l'iscrizione ai nuovi corsi che partiranno a Settembre. Con l'iscrizione si acquisisce il diritto a ricevere materiale didattico e cartaceo per il corso che durerà tre mesi circa.
Il tutto con un contributo volontario (minimo € 60,00, € 40,00 per studenti e disoccupati) che serve esclusivamente come contributo spese per tutto il corso. Nessuna persona fisica o legale guadagnerà un solo centesimo!
In questo prezzo è incluso il materiale didattico (cartaceo : 92 pagine rilegate ; audio video: 7 CD + 1 DVD ) !
Come nostra tradizione , la sede del corso è la LIPU Ostia, al Centro Habitat Mediterraneo, al Porto di Ostia, ogni martedì dalle 18,30 alle 20,30.
Probabilmente altri incontri saranno allestiti anche in un teatro in zona Porto, ma dobbiamo ancora definire.
Nirmala Yoga consiste in una serie di tecniche meditative messe a punto da Shri Mataji Nirmala Devi, che ci permettono di constatare autonomamente l'efficacia del metodo stesso. L'effetto più immediato della meditazione è un senso di piacevole calma e benessere interiore. Durante l'orario di lezione, si fanno esercizi pratici di meditazione, comodamente seduti, anche su una sedia. Gli esercizi non comportano alcuno sforzo fisico e sono pertanto accessibili a tutti.
In dettaglio ecco le pratiche che esporremo e sperimenteremo:
Risveglio dell'energia Kundalini e conseguente meditazione spontanea
Ascolto di musica classica Indiana da meditazione (Ragas)
Uso di Bija Mantras e Mantras più complessi in lingua Sanskrita
Canto di Bhajans (canti devozionali semplici) e Mantras cantati
Canto delle note della scala musicale Indiana abbinate a Chakras corrispondenti
Lavoro vibratorio su Chakras e canali energetici (Nadis)
Uso delle Campane Tibetane e loro effetto su corpo fisico ed energetico

In riferimento al materiale didattico cartaceo ed audio video, anticipiamo che conterrà lezioni sui vari aspetti vari aspetti di Nirmala Yoga.
Il materiale audio video conterrà musica Hindustani per la meditazione, Bhajans cantati,
mentre il materiale video conterrà delle istruzioni video per l'uso dei mantra e degli interventi del nostro Guru Shri Mataji.
Gli argomenti del materiale didattico cartaceo del corso iniziale riguarderanno:
Introduzione a Nirmala Yoga ed alla meditazione spontanea
Cenni storici sul Guru Shri Mataji (fondatrice di Sahaja yoga)
Il nostro corpo sottile (energetico)
La kundalini e significato della meditazione
Uso dei Mantra
Uso degli elementi
Musica Indiana, suoni e musicoterapia con Nirmala Yoga

A seguire ci sarà un corso di approfondimento di ulteriori tre mesi che introdurrà alla conoscenza dei Chakra e dei canali energetici (Nadis).
CONSIGLI PER PRINCIPIANTI di Shri Mataji Nirmala Devi

La meditazione non è facile da padroneggiare, ma preserva e può rivelarsi la cosa più gratificante che possiate fare mai per voi stessi. Ci vuole pratica per raggiungere uno stato pacifico dell'essere e non c'è dubbio che la pazienza è una componente chiave del nostro progresso attraverso la meditazione. Qui abbiamo raccolto 10 grandi suggerimenti che possono essere molto utili per le vostre meditazioni quotidiane.
1 Stabilite una pratica regolare. Realizzate l'importanza della vostra meditazione quotidiana e abbracciatela pienamente mentalmente ed emotivamente: "... E 'per il mio vantaggio; che sia un piacere e una cura per il mio cuore, la mia mente, il mio corpo e la mia anima. Io gioisco di più e la rispetto". Stabilite una pratica regolare e rimanete pazienti; sentirete come la meditazione diventa più forte con la ripetizione. Potete essere flessibili con il tempo, ma fate in modo di avere 15 minuti al giorno per "incontro con me stesso". Pensate a questo: come possiamo perdere facilmente 15 minuti al giorno .. per quanto riguarda il salvataggio - e ancor più - di investire, questa volta?
2 Iniziare la giornata con una breve meditazione del mattino. Iniziando la giornata in uno stato di pace e silenzio, tutta l'intera giornata andrà meglio. Troverete molto facile andare in consapevolezza senza pensieri e sentire le vibrazioni, se ci si alza presto la mattina e meditate per 10 minuti. Troverete che la maggior parte dei vostri chakra si pulirà nella meditazione del mattino.
3 Apritevi durante la meditazione, permettete a voi stessi di essere un sistema aperto. Ricevete e date energia. Stabilite una comunicazione completa attraverso tutto il vostro essere con le palme aperte.
4 Stabilite la qualità del perdono dentro di voi. Se ancora vengono i pensieri alla vostra attenzione dite: "Io perdono, perdono". Quando dite questo, aiutate la Kundalini a tenere i pensieri lontano per voi. Ricordate! Il perdono è la porta di consapevolezza senza pensieri.
5 Uso di candela e musica di meditazione. Per cominciare usate degli aiuti come la candela o la musica meditativa per aiutare a stabilizzare la vostra attenzione.
6 La meditazione è lasciar andare. La meditazione non è concentrazione, ne focalizzazione, ne visualizzazione o cercare di fermare i vostri pensieri. E' solo lasciarsi andare e abbandonarsi al silenzio interiore.
7 Cercate di fare pediluvi con acqua e sale regolari nelle vostre meditazioni serali, prima di andare a dormire, e sentirete la differenza. Questa semplice pratica è uno dei metodi più potenti che possiate usare per aiutare la vostra meditazione e la maggior parte delle persone quando la provano segnalano risultati sorprendenti in quanto dormono meglio e comunque si risvegliano più svegli e riposati.
8 Parlate con la vostra Madre Kundalini per entrare in uno stato d'animo meditativo. La meditazione può anche essere una parte della vostra vita quotidiana; ogni volta che durante il giorno sentite di farla (la meditazione) si può andare a uno stato d'animo meditativo se, mentre si lavora davanti al computer o guidate l'auto ... comunicate con la Kundalini (mettete l'attenzione sulla kundalini), entrate in uno stato d'animo meditativo - e Le permetterete di portarvi in consapevolezza senza pensieri. La Kundalini è il Potere che viene attivato dall'energia del nostro Puro Desiderio. Lei agisce quando Le chiediamo l'Evoluzione, l'Equilibrio / l'Evoluzione spirituale. Nella meditazione, parlate con la vostra Madre Kundalini, chiedeteLe di salire dentro voi e di collegarvi con l'universo.
9 Lasciate tutte le vostre preoccupazioni alla vostra Madre Kundalini. Durante la meditazione, ogni pensiero o preoccupazione vi sia venuta, basta abbandonarla alla vostra Kundalini, lasciatele a Lei. Lasciate che Lei cancelli i vostri problemi. Potete dire: "Madre Kundalini, mi arrendo a Te. Lascio tutte le mie preoccupazioni a Te."
10 Imparate ad usare il vostro Sahasrara (area limbica) come il 6° senso. Cercate di ricordarvi del vostro Sahasrara durante tutta la giornata; controllate le vibrazioni sopra la testa di tanto in tanto, e vedrete che la vostra attenzione si stabilisce al di là della vostra mente, nel Sahasrara. Imparate a precepire qualunque cosa vedete o sentite dal vostro Sahasrara e come reagisce con brezza fresca o calda? Imparate ad usare l'area limbica come il vostro 6° senso.
Shri Mataji Nirmala Devi
UN GURU, UNA MADRE, UNA LUCE NEL MONDO

SHRI MATAJI NIRMALA DEVI nacque a Chindwara, nello stato indiano del Maharastra il 21 Marzo 1923.
Già nella sua infanzia era consapevole di avere particolari poteri spirituali, ed era discendente di una antica dinastia indiana, Shalivahan, che in tempi antichi regnò in India a lungo.
Da giovane soggiornò, insieme agli altri membri della sua famiglia, nell'Ashram del Mahatma Gandhi, che spesso la consultava su temi di natura spirituale.
Divenne presto una leader del movimento giovanile per la liberazione dell'India. Studiò medicina per alcuni anni, prima di essere imprigionata dai dominatori inglesi, e sposò in seguito Mr. C.P. Shrivastava, per molti anni Segretario Generale degli Affari Marittimi dell'ONU.
Shri Mataji ha avuto due figlie dal suo matrimonio. Cresciute le figlie, come suo dovere di madre, nel 1970, resa possibile l'apertura del Sahasrara a livello di massa, iniziò la Sua vera missione nel mondo, e da allora è stata completamente dedita alla divulgazione di Sahaja Yoga.
Viaggiava ininterrottamente nei cinque continenti, a proprie spese, per portare il Suo gioioso messaggio e donare la Realizzazione del Se (il risveglio della Kundalini) a tutti coloro che lo desideravano, senza alcun fine di lucro.
Ha ricevuto innumerevoli riconoscimenti, e per due volte è stata candidata dall'India a premio Nobel per la pace.
Shri Mataji ha giocato un ruolo fondamentale nell'evoluzione contemporanea dell'essere umano. E' stata però innanzi tutto una Madre (in sanscrito 'Mata'), e come tale manifestava ai suoi figli il Potere dell'Amore Divino, che non potendo avere prezzo, può soltanto essere donato.

Dopo più di 40 anni di insegnamenti ed intenso lavoro spesso senza pausa, mercoledì 23 Febbraio 2011, a mezzogiorno, Shri Mataji ha lasciato il Suo corpo fisico, per continuare ad assisterci seguendoci dall'alto.

"L'uomo, nella sua ricerca di gioia e fèlicità, si allontana dal proprio Sé che è l'unica fonte di gioia.
H.H. Shri Mataji Nirmala Devi

 

 
 
 

Appuntamenti di Sahaja Yoga Ostia (meditazione spontanea) www.sahajayogaostia

Post n°46 pubblicato il 15 Marzo 2012 da da_ni_sa
Foto di da_ni_sa

OGNI MARTEDÌ ore 18,30 alla LIPU - Centro Habitat Mediterraneo (Porto di Ostia)

e OGNI DOMENICA ORE 18,30 nella sede della nostra associazione
Natura, Armonia e Benessere (Via delle Azzorre 272)
Telefonare per appuntamento 328 8652379 oppure 389 5090618


Sahaja Yoga Ostia - La meditazione spontanea tramite il risveglio della Kundalini alla portata di tutti. Un rivoluzionario metodo di Shri Mataji per il benessere dell'essere umano

www.sahajayogaostia.it
Sahaja Yoga La meditazione spontanea tramite il risveglio della Kundalini alla portata di tutti. Un rivoluzionario metodo di Shri Mataji per il benessere dell'essere umano.

Questi le nostre attività:

Meditazione tramite il risveglio dell'energia Kundalini
Campane tibetane
Bija Mantras, suoni monosillabici specifici per rinvigorire e purificare i centri energetici (Chakras)
Note musicali per ogni Chakra e canto dei Bhajans 

 

 

 

 
 
 

www.sahajayogaostia.it - info@sahajayogaostia.it

Post n°42 pubblicato il 02 Novembre 2011 da da_ni_sa
Foto di da_ni_sa

 www.sahajayogaostia.it      sito ufficiale

 

Su FACEBOOK

http://www.facebook.com/Sahajaostia?sk=wall 

 

New ENTRIES !!!!!!!!!

http://sahajayogaostia.altervista.org/ 

http://ostiabenessere.altervista.org/ 

 

Ogni martedì ore 18,30 

presso LIPU Porto di Ostia 

 
 
 

Nuovi corsi alla LIPU di Ostia dal 18 Settembre ogni martedì ore 18,30

Foto di da_ni_sa

Sahaja Yoga consiste in una serie di tecniche meditative messe a punto da Shri Mataji Nirmala Devi, che ci permettono di constatare autonomamente l’efficacia del metodo stesso. L’effetto più immediato della meditazione è un senso di piacevole calma e benessere interiore. Durante l'orario di lezione, si fanno esercizi pratici di meditazione, in posizione comoda, da seduti, anche su una sedia. Gli esercizi non comportano alcuno sforzo fisico e sono pertanto accessibili a tutti. A volte si fa lavoro vibratorio sul corpo sottile (Chakras e canali energetici), spieghiamo gli argomenti del giorno, e quando è possibile vediamo dei filmati in cui Shri Mataji ci parla dell'argomento specifico. Sono previsti uso di Mantras (suoni che attivano energie particolari) e canti devozionali (Bhajans). La semplicità del metodo, specialmente rapportato alle difficoltà ed alle pretestuose complicazioni della vita moderna, inducono a pensare che Sahaja Yoga sia una cosa da poco, ma se si avrà il piacere di dare un po' di spazio a Sahaja Yoga,e quindi al nostro benessere,  si potrà scoprire in pochi mesi la sua maestosa potenzialità, e si  avranno molti benefici.

 

I CORSI DI SAHAJA YOGA , SONO GRATUITI DA SEMPRE,

PER VOLERE DI SHRI MATAJI NIRMALA DEVI .

 

I soci dell’Ass. Vishwa Nirmala Dharma si auto tassano per diffondere Sahaja Yoga, con un versamento  mensile.  La persona che frequenta, in maniera facoltativa può contribuire o meno, per partecipare alle spese di gestione (affitto sale, copia dispense con il contenuto delle lezioni, CD per coaudiuvare la meditazione, spese pubblicitarie, ecc.), lasciando un piccolo contributo al termine della lezione settimanale. Senza peraltro screditarli, non sono previsti esercizi fisici in Sahaja Yoga, in quanto esso ci permette di arrivare direttamente allo stadio di Meditazione chiamato Nirvichara Samadhi, consapevolezza senza pensieri, e successivamente al Nirvikalpa Samadhi, consapevolezza senza dubbi.

 

ORARI SETTIMANALI DEI CORSI (dal 18 settembre 2012)


Martedì ore 18,30 alla LIPU - Centro Habitat Mediterraneo - Porto di Ostia

entrata lato sud Via dell’Idroscalo (dopo il benzinaio,

seconda rotatoria a sinistra poi subito a destra, di fronte al parcheggio).

Su internet è possibile fare l’esperienza del risveglio della Kundalini, ed ottenere altre informazioni su Sahaja Yoga e Shri Mataji. Ecco alcuni links di Sahaja Yoga Ostia:

http://blog.libero.it/SatChitAnanda      http://blog.libero.it/Sushumna/     

www.sahajayogaostia.it 

Da questi blogs è possibile accedere ai siti  italiano ed internazionale di Sahaja Yoga.

Sahaja Yoga è infatti seguito da più di un milione di persone in più di 100 nazioni del mondo.

Sahaja Yoga è soprattutto un metodo collettivo, ed è nella collettività che realmente funziona.

 

 Infoline:       OSTIA            dharma21@alice.it      Cell.  328 8652379 (Danilo)
                               
   

LINKS PER LA MEDITAZIONE CON SHRI MATAJI 

Realizzazione del Sé  Milano 1999 :  http://www.youtube.com/watch?v=K2vlktnywQo

Roma 1985 Intervista a Shri Mataji :parte1  http://www.youtube.com/watch?v=1xnHJkGDPeYparte2 http://www.youtube.com/watch?v=F80rQ5lz9e0&feature=relatedShri Mataji - Intervista in Versilia http://www.youtube.com/watch?v=Xayv7v5p05A

 

 
 
 

Come iniziare a meditare

Post n°37 pubblicato il 31 Luglio 2011 da da_ni_sa
 
Tag: Yoga
Foto di da_ni_sa

Meditazione con Shri Mataji a questi indirizzi:

 

Realizzazione del Se (Kundalini) - Milano 1999

http://www.youtube.com/watch?v=K2vlktnywQo

 

Shri Mataji introduce Sahaja Yoga

http://www.youtube.com/watch?v=G5k7E7qwKUU

ShriMataji conduce l’esperienza del risveglio della Kundalini

http://www.facebook.com/video/video.php?v=2079211633619

 

La Grande Madre

http://www.youtube.com/watch?v=wfxhQNfAqKE&feature=related 

 

La meditazione

http://www.youtube.com/watch?v=BdjT70QBuJ8&feature=related

 

La Kundalini

http://video.google.com/videoplay?docid=-2100166987372944621

 

Roma 1985 Intervista a Shri Mataji parte1

http://www.youtube.com/watch?v=1xnHJkGDPeY                                                                              Roma 1985 Intervista a Shri Mataji parte2

http://www.youtube.com/watch?v=F80rQ5lz9e0&feature=related

 

Shri Mataji - Intervista in Versilia

http://www.youtube.com/watch?v=Xayv7v5p05A

 

 1° Chakra (Mooladhara)                                                       http://www.youtube.com/watch?v=kQyjAcj17Q0

 
 
 

Lo stato meditativo

Post n°35 pubblicato il 09 Marzo 2011 da da_ni_sa
Foto di da_ni_sa


Sydney,Australia 14/3/1983

A questo punto avete tutti realizzato che dentro di noi dimorano la pace, la bellezza e la gloria del nostro Essere; ce n’è un oceano! Non possiamo trovarlo fuori, ma dobbiamo andare “dentro”. Nel cosiddetto “stato meditativo” voi cercate quest’oceano, e ne gioite. È come quando siete assetati: andate al fiume, oppure nell'oceano, cercando di placare la sete. Neanche l’oceano, però, vi potrà dare acqua potabile. Come può, dunque, qualsiasi cosa esteriore darvi quel qualcosa di profondo che è dentro di voi? Voi cercate questo ‘qualcosa’ all'esterno, dove in effetti non c’è. È dentro di voi, al cento per cento. È così semplice, perché vi appartiene per davvero. Finora non avete fatto altro che proiettarvi all'esterno di voi stessi per trovare la gioia, la cosiddetta gioia, la felicità e la gloria dei poteri e dei possessi terreni. Dovete rovesciare l'intera cosa e indirizzare la vostra attenzione dentro di voi. L'averla finora proiettata all'esterno non è stata una cosa né giusta né sbagliata. Non dovreste sentirvi dispiaciuti per quello che avete fatto fino ad oggi, anche se, comunque, non era la maniera giusta per raggiungere la vera gioia della vita, la vera gloria del vostro Essere.Com’è successo a tante altre persone, anche voi siete ora entrati in una sfera di comprensione più sottile. Alcune persone sono solamente a un livello mentale, ma non importa. Altri, magari, non vanno oltre il livello fisico. Pazienza. Voi, invece, siete sulla strada giusta, e seguite l'esatta direzione.Cercate di meditare. Meditate di più, per poter raggiungere l’Essere Interiore, quel vasto Oceano di Beatitudine che esiste in ciascuno di noi. È quell'immenso flusso di luce che inonda la bellezza interiore di ciascuno. Per poterlo avvicinare dovete, dunque, andare dentro di voi, rifiutando tutto ciò che ostacola questo cammino.A volte il vento contrario può essere talmente forte da farvi dimenticare che la gloria di Dio è dentro. Tornate, dunque, sui vostri passi, e ricordate ogni momento che la vostra attenzione deve essere indirizzata all'interno. Quando questo movimento è verso l'interno, dimenticate l’idea di glorie esteriori. L'uomo di natura bassa pensa che se fa un sacco di soldi raggiungerà la gioia. Questo, invece, non accade, e quando s’incontrano persone di questo tipo, sembrano le creature più infelici del mondo. Si preoccupano delle più piccole cose della vita. Dovreste aver sentito dire che certe persone ricchissime soffrono di cleptomania. Sono molto avare e si danno pensiero persino per uno spillo. Manca qualcosa d’insignificante? Si turbano. Hanno cosi tante abitudini da non poterne più fare a meno. La ricchezza, dunque, ha sempre portato con se una specie di maledizione che si abbatte sugli esseri umani. Quelli che cercano solo la ricchezza, va a finire che non possono godersela. Certa gente, poi, è ancora peggio: pensa di poter raggiungere un'altissima posizione nella vita dominando gli altri e ottenendo più potere. Come sapete, anche loro falliscono. Avete visto cosa accade loro? La gente non ne vuole neppure parlare. Ci sono altri, invece, che si attaccano a qualcuno, a una persona o alla famiglia, ai figli e ai parenti. In India è una cosa molto comune. Anche questo non è il modo di giungere a Dio, è un atteggiamento molto limitato che vi porta a gironzolare attorno ad alcune persone, sprecando completamente tutta la vostra energia. Quando, però, entrate totalmente dentro il vostro essere, allora tutte queste cose acquistano un tale significato! Se possedete infatti qualcosa, o se siete una persona che in teoria dovrebbe essere possessiva, in effetti non possederete niente, sarete distaccati. Sarete distaccati. Non sarete mai possessivi, ma avrete un tale distacco! Grazie a questo potrete anche giocare, recitare la parte come in una commedia, giocare con le cose che sono in vostro possesso, e impartire molte lezioni alla gente. La persona che ha raggiunto questo stato è così distaccata, così generosa! Gode della sua generosità. Tutto diventa così differente e dinamico! Tutta la bellezza creata dagli esseri umani per il semplice desiderio di possesso viene smascherata ai vostri occhi. Cominciate così a godervi le cose senza possederle, capendo a fondo cosa sia il “mito del possesso”.

SHRI MATAJI NIRMALA DEVI

 
 
 

Shri Mataji ha lasciato il Suo corpo fisico

Post n°34 pubblicato il 24 Febbraio 2011 da da_ni_sa

Ieri pomeriggio, mercoledì 23 Febbraio 2011 Shri Mataji ha deciso di lasciare il Suo corpo fisico, e continuare ad assisterci seguendoci dall'alto.Sentiamo molto e molto più forte la sua presenza accanto a noi, nonostante il susseguirsi di sentimenti come smarrimento, dolore, ma anche serenità, per qualcosa che doveva compiersi affinchè altro possa avvenire.Venerata da più di un milione di persone nel mondo come incarnazione dell'Adi Shakti, il Potere Primordiale che ha profuso l'Energia Divina per la Creazione dell'Universo, Shri Mataji lascia all'umanità ilsuo messaggio di Pace ed Amore Universale, attraverso i suoi discorsi di insegnamento, da noi fedelmente conservati. In un momento di totale confusione nel mondo, la nostra speranza è cheil suo Amore possa avvolgere l'intera umanità. Jay Shri Mataji

 
 
 

Gli otto stadi dello Yoga

Post n°33 pubblicato il 07 Febbraio 2011 da da_ni_sa
Foto di da_ni_sa

Patanjali, uno dei piùriveriti santi indiani, è ritenuto il massimo studioso dello Yoga, sentiero perraggiungere l'unione con Dio. La sua data di nascita non è certa, alcuni espertiritengono che sia vissuto circa 10.000 anni prima della nascita di Cristo.Patanjali mise in forma scritta insegnamenti che fino ad allora erano statitramandati oralmente, e per questo viene considerato il fondatore

delloYoga. Il suo insegnamento è contenuto in una serie di aforismi che spieganocome, con il controllo del Sè, la padronanza della mente e della sua attitudine(vritti), si possa arrivare all'intima unione con il Divino. Patanjali indicaal praticante 8 stadi dello Yoga, cioè gli otto passi che conducono all'unionecon il Paramatma.

 

1)         Yama sono i comandamentimorali universali. Sono i cinque "freni" del l'etica dello Yoga:

·Ahimsa: non-violenza,astensione dall'infliggere a qualsiasi essere vivente qualunque tipo di male,sia esso fisico, o psicologico.

·Aparigraha: distacco,non-attaccamento, astensione dalla bramosia del possedere.

·Asteya: onestà,astensione dalla cupidigia, liberazione dall'avidità.

·Brahmacharya: castità (intesaanche come purezza morale).

·Sathya: verità, aderenzaal vero, sincerità (soprattutto con se stessi).

 

2)        Con Niyama si intendono leregole dell'autopurificazione.

·Saucha: pulizia, salutefisica, purezza;

·Santosa: appagamento,felicità della mente, l'accontentarsi;

·Tapas: fervore nellavoro, desiderio ardente di evoluzione spirituale, anche penitenza;

·Svadhyaya: studio di séstessi, ricerca interiore;

·IshvaraPranidhana:abbandonarsialla Divinità, la resa al Signore di tutte le nostre azioni.

 

3) L'asanaper Patanjali è la posizione seduta per meditare. Patanjali dedica tre solisutra agli asana. Ne riportiamo uno, Sutra (II.46): “Sthira sukhamasanam”: la postura deve essere stabile e comoda. L’asana è stabilitànel benessere. Queste āsana, (posizioni oposture), sono utilizzate in particolare nello Hatha Yoga. La funzione delleasana è volta, attraverso l'assunzione di diverse posizioni del corpo, adottenere un beneficio psico-fisico. Le asana conosciute sono alcune migliaia;ciascuna di esse porta un nome derivato

dallanatura (soprattutto animali), o dalla mitologia induista. Il testo tecnico edettagliato che si occupa

delleasana é lo Hatha-Yoga Pradipika dove però troviamo come premessa:"l'Hatha Yoga è la scala per il Raja Yoga", è unapreparazione alla meditazione.

 

4)         Il Pranayama (controllo del respiro) èil quarto stadio dello Yoga, secondo lo Yogasutra di Patanjali. Insieme aPratyahara (ritiro della mente dagli oggetti dei sensi), questi due stati delloYoga sono conosciuti come le ricerche interiori (antaranga sadhana) edinsegnano come controllare la respirazione e la mente, quale mezzo per laliberare i sensi dalla schiavitù degli oggetti di desiderio. La parolaPranayama è formata da Prana (respiro, vita, energia, forza) e da Ayama(lunghezza,controllo, espansione). Il suo significato è quindi di controllo edestensione del respiro (energia vitale).

 

5)Per Pratyahara si intende l'emancipazione della mente, il suo ritirodagli oggetti dei sensi. La ritrazione dei sensi si ottiene distaccandol'attenzione dall'ambiente esterno dirigendola verso l'interno.

 

6)Dhyāna è un terminesanscrito che letteralmente significa meditazione. Dallatraslitterazione della

parolaDhyāna nell'ambitodelle Filosofie orientali derivano i termini Chan, in cinese e Zen,in giapponese.

Alprincipio, quando avete iniziato la ricerca, rivolgete l'attenzione versol'oggetto della vostra venerazione.

Questomodo di agire è chiamato “Dhyana”.

7)Il termine Dharanaindica la capacità di attenzione, diventare tutt'uno con quello che si stafacendo, con

unoggetto esterno o interno. Requisito indispensabile per i passi successivi. IlDharana è il passo

successivoin cui si mette in azione tutto il proprio sforzo; si concentra ogni sforzo.Proprio questo è il

drammadelle persone che non sono realizzate. Per loro è una specie di faticosotentativo, mentre per

un'animarealizzata è una realtà. Dunque, all'inizio ci deve essere questo primo passo,Dhyana. Qualcuno lo

farivolgendo la propria attenzione a ciò che ha forma.

8)Per Samadhi si intende uno stato di coscienza superiore: è l'unione conParamatma, l'unione dell'anima

individualecon l'Anima universale. Si può individuare con uno stato d'essere equilibrato,raggiungimento

delbenessere totale, tramite un percorso che porta ad uno stato di profondarealizzazione. Per fortuna

SahajaYoga è una cosa così grande che vi porta subito al massimo livello; si evitatutto il resto e si

raggiungequel che si chiama Samadhi.

 

 
 
 

Shri Mataji : La sua vita

Post n°19 pubblicato il 01 Giugno 2008 da da_ni_sa

Shri Mataji Nirmala Devi è nata a mezzogiorno del 21 marzo 1923 a Chindwara, nel centro dell'India, in una famiglia cristiana che discende direttamente dalla dinastia Shalivahan, e che in passato a lungo regnò nello stato indiano del  Maharastra. Vedendo la bellezza di questa bambina che era nata con una luminosità senza macchia, i genitori la chiamarono Nirmala, che significa “immacolata”. Più tardi divenne nota ai più con il nome di Shri Mataji Nirmala Devi, la venerata Madre, nata con la completa Realizzazione del Sé, con la comprensione fin dalla più tenera età del proprio dono, e con l’impegno di metterlo a disposizione di tutta l'umanità. Sua madre Cornelia fu la prima donna in India a ricevere una Laurea Summa cum Laude in Matematica.

Suo padre, Shri Prasad Rao Salve, era un avvocato di successo, aveva padronanza di quattordici lingue e tra le altre cose tradusse il Corano in hindi. Insieme alla sua famiglia è stato molto attivo nella lotta per la liberazione dell'India, e più tardi divenne l'unico membro cristiano del Central Legislative Assembly. Vicino al Mahatma Gandhi, fu un membro dell'Assemblea costituente dell'India e contribuì a scrivere la prima costituzione dell'India libera.

Shri Mataji fin dalla più giovane età, essendo già consapevole dei Suoi particolari poteri, ha avuto una grande influenza spirituale sulle persone intorno a Lei. Da bambina passava le vacanze con Gandhi, nel suo ashram. Qui il Mahatma ebbe occasione di riconoscere la sua innata saggezza, e la consultava spesso in materia spirituale. Gandhi comprese la saggezza di questa bambina che era solito chiamare “la sua Nepali", a causa dei tratti Nepalesi del suo viso.

La partecipazione di Shri Mataji alla lotta per la libertà fu notevole. Fu molto coraggiosa e svolse un ruolo audace come leader giovanile. Come membro del "Movimento di liberazione dell'India" annunciato da Gandhi nel 1942, fu persino arrestata e imprigionata con altri combattenti a causa della sua forte partecipazione attiva. Fu infine anche espulsa dall'università.

Shri Mataji è nata con una comprensione completa del sistema nervoso umano e delle relative corrispondenze energetiche. Per conoscere il vocabolario scientifico associato a questi soggetti, ha studiato medicina e psicologia al Christian Medical College di Lahore.

Nel 1947 si è spostata con C.P. Srivastava, membro del Dipartimento Amministrativo Indiano (Indian Administrative Service), il quale sarebbe poi diventato segretario del grande statista e primo ministro indiano Lal Bahadur Shastri. Shastri stesso fu un modello ideale di primo ministro nella storia politica dell'India.

E' madre di due figlie, nonna di quattro nipoti e moglie perfetta. Ha sostenuto silenziosamente suo marito quando fu promosso e infine eletto, per quattro volte consecutive, Segretario Generale dell'Organizzazione Marittima Internazionale delle Nazioni Unite (IMO). Sir C.P. Srivastava ha ricevuto onorificenze da quasi tutte le nazioni, compresa quella di Cavaliere della Regina d'Inghilterra (è stato il primo indiano a ricevere tale onore dopo l'Indipendenza dell'India), ottenuta poco prima di andare in pensione.

Nel 1961 Shri Mataji ha fondato in India la "Società della Gioventù per i Film", il cui scopo era quello di favorire e propagare spettacoli sani e significativi con l'obiettivo di infondere valori nazionali, sociali e morali nella gioventù attraverso l'intrattenimento, in particolare attraverso il potente mezzo che sono i film. Ha anche fatto parte della commissione indiana di censura sui film. Pur essendo consapevole della propria coscienza spirituale non sapeva però come presentarla alla gente di questi tempi moderni. Era anche consapevole dei problemi che avevano incontrato le personalità spirituali venute precedentemente su questa terra come Gesù, Maometto, Buddha ed altre, specialmente nel comunicare la Verità direttamente alla gente. Mentre ponderava sui multiformi problemi degli esseri umani, il 5 maggio 1970, su una spiaggia solitaria di Nargol (circa 150 chilometri da Mumbai) una particolare esperienza spirituale divina ha riempito il Suo essere.

Ha così scoperto lo storico processo della Realizzazione del Sè di massa, grazie al quale migliaia di persone hanno potuto ottenere il collegamento del proprio Spirito allo Spirito Onnipervadente, e la relativa trasformazione interiore. Sahaja (spontaneo) Yoga (unione con il Sè) era nato.

Dopo aver constatato in prima persona come i "guru" commerciali traviavano e imbrogliavano i veri ricercatori sulla strada della Spiritualità, ha deciso di iniziare il suo vero lavoro, che consiste nell'insegnamento del semplice metodo per ottenere una vera pace interiore attraverso il risveglio dell'energia spirituale resuiduale, che gli Hindu chiamano Kundalini, i musulmani Ruh, e che è descritto nella Bibbia come Spirito Santo. Lo provò in primo luogo sulla gente vicino a lei, e notò la loro trasformazione a livello fisico, mentale e spirituale. Scoprì che soltanto questo processo era la soluzione potenziale per tutti i problemi umani e quindi decise di diffonderlo a livello di massa. Investì il proprio tempo ed il proprio denaro per comunicare con la gente e fornire loro la chiave del proprio potere spirituale. Quei pochi che iniziarono a percepire questo potere spirituale (all’inizio erano solo 12), rimasero completamente sorpresi dal suo funzionamento. Una brezza fresca fluiva sopra il loro intero corpo, particolarmente sui palmi delle mani e in cima alla testa (intorno alla zona dell'osso della fontanella). Sebbene discutessero fra loro in modo controverso, non potevano non credere alla propria esperienza. Seguendo le istruzioni di Shri Mataji provarono a dare questo potere ad altri, e ciò diede loro la fede che questa era la vera esperienza spirituale profetizzata in ogni religione.

Cominciando così con una manciata di persone in India, ed in seguito in Inghilterra (successivamente alla nomina di suo marito alla sede centrale dell'IMO a Londra), ha lavorato instancabilmente per diffondere questa nuova scoperta, viaggiando senza sosta in tutto il mondo, quasi esclusivamente a proprie spese. Si è preoccupata personalmente di ciascuna delle persone che si sono rivolte a lei per cercare una reale pace interiore. "Come una candela può accenderne un'altra, una persona può passare questo risveglio ad un'altra".

E' in questo modo che l'insegnamento di Sahaja Yoga si è sparso in quasi tutte le nazioni del globo. Nella sua patria, Shri Mataji viene acclamata come la più grande Santa indiana vivente, nonchè come Incarnazione Divina. In Russia, Sahaja Yoga è stato accettato dal governo centrale, e le è stato assegnato il proprio rango. Shri Mataji infatti è stata eletta Membro Onorario dell'Accademia Petrovskaya di Scienza ed Arte a S. Pietroburgo. In Romania le è stata accordata nel 1995 una Laurea ad Honorem in Scienze Cognitive dall'Università Ecologica di Bucarest. L'Ecoforum per la Pace, un'organizzazione bulgara riconosciuta dall'ONU, le ha accordato una medaglia d'oro per i suoi contributi alla pace mondiale. Nel 1986 è stata eletta "Personalità dell'anno" dalla stampa italiana. Per il Suo contributo alla pace e all'evoluzione spirituale dell'uomo, Shri Mataji ha ottenuto riconoscimenti nei principali paesi del mondo.

Successi e riconoscimenti internazionali

Come ospite ufficiale della ex Unione Sovietica, ha permesso a più di 100.000 persone di ottenere la Realizzazione del Sè. Ha parlato per molti anni a platee di 10.000 - 20.000 persone nelle nazioni dell'ex Europa dell'Est ed ha riempito anno dopo anno la Royal Albert Hall a Londra con le sue conferenze su Sahaja Yoga. Shri Mataji ha tenuto migliaia di conferenze, moltissime interviste televisive e radiofoniche, ed è stata oggetto di centinaia di articoli da parte della stampa mondiale. Ella è la fondatrice e unico leader di Sahaja Yoga o "Vishwa Nirmala Dharma", un'organizzazione senza scopo di lucro presente in molti paesi del mondo.

Shri Mataji è stata riconosciuta da parecchie prestigiose istituzioni nel mondo per il suo lavoro altruista e per gli straordinari risultati dei suoi insegnamenti spirituali. Nel 1994, il sindaco di San Paolo ha accolto Shri Mataji all'aeroporto, presentandole le chiavi della città e ha patrocinato tutti i suoi programmi. Nel 1995 il governo indiano ha prodotto una serie televisiva su Shri Mataji della durata di un'ora per puntata, trasmessa sulle reti nazionali in prima serata. Durante lo stesso anno, Shri Mataji è stata ospite ufficiale del governo cinese invitata a parlare al Congresso Internazionale delle Donne a Pechino, dove ha dato un'impressione tale per cui è stata invitata a ritornare dal governo cinese. È stata riconosciuta e accolta dai sindaci di parecchie città in America del Nord (Yonkers, NY, 1994 e 1996, Los Angeles, 1993 e 1994, Colombia britannica, 1994, Cincinnati 1992, Filadelfia 1993, Berkeley, 1997). È stata oggetto di una proclamazione del congresso degli Stati Uniti nel 1997 verbalizzata sui registri congressuali.

 

Altri riconoscimenti

·        Medaglia delle Nazioni Unite per la Pace

·        Una delle 12 persone al mondo elette come membro onorario dell'Accademia delle Arti e delle Scienze di S. Pietroburgo

·        Attribuzione a Roma del Premio Internazionale per la Pace "La Plejade" (Montecitorio, 2   maggio 1996)

·        Saluto onorifico del Congresso americano (giugno 2000)

·        Consegna delle chiavi della città di Brasilia

·        Attestati vari da parte dei Sindaci di Vancouver e Toronto, di Sydney e Newcastle (Australia)

·        Candidata due volte al “Premio Nobel per la Pace”

·         

Organizzazioni non governative fondate da Shri Mataji Nirmala Devi

Nella sua estrema compassione e preoccupazione di alleviare le sofferenze umane, Shri Mataji ha fondato un buon numero di ONG (organizzazioni non governative) per risolvere i problemi più immediati del mondo negli ultimi 25 anni. Alcune tra queste:

  1. Un ospedale internazionale a Mumbai (Bombay) per dare la possibilità ai pazienti di tutto il mondo di curarsi con i metodi di Sahaja Yoga. Questo ospedale sta fornendo buoni risultati nel trattamento di un certo numero di malattie incurabili come cancro, epilessia, sclerosi a placche ecc.
  2. Un centro internazionale di ricerca sul cancro a Mumbai per studiare gli effetti dei metodi Sahaja Yoga nel trattamento di varie malattie, comprese le malattie psicosomatiche.
  3. Una scuola internazionale di musica a Nagpur per promuovere musica classica.
  4. Una casa di carità per i poveri a Delhi, per fornire riparo alla gente indigente e senza casa e per aiutarli con il processo di Sahaja Yoga a trasformarsi in individui migliori. 

 Conclusione

Shri Mataji Nirmala Devi ha dedicato la sua vita ad innescare l'ascesa spirituale dell'umanità attraverso la Realizzazione del Sè, reclamando il ruolo della donna nello sviluppo spirituale, e spingendo l'umanità a correggere gli odierni dilemmi morali. Sembra che la visione di Gandhi sia in via di compimento grazie a questa grande donna, venerata come compassionevole Madre Divina dai suoi seguaci, come "Messaggero di pace" dall'Ayatollah Rouhani, come un Avatar dell'era moderna da Claes Nobel, nipote di Albert Nobel (il creatore della fondazione Nobel) e Presidente dell’associazione internazionale “Terra Unita”.  Shri Mataji gioca un fondamentale ruolo nell’evoluzione contemporanea dell’essere umano. E’ però innanzi tutto una Madre (in sanscrito “Mata”), e come tale manifesta ai suoi figli il Potere dell’Amore Divino, che non potendo avere prezzo, può soltanto essere donato.

 
 
 

Un messaggio di Shri Mataji

Post n°2 pubblicato il 29 Dicembre 2006 da da_ni_sa
Foto di da_ni_sa

PROGRAMMA  PUBBLICO  

VENEZIA  7 Maggio 1986 

Shri Mataji Nirmala Devi

 

 

Mi inchino a tutti i ricercatori della Verità.

E’ stata una grande gioia per Me ritornare qui a Venezia per incontrarvi di nuovo. So che ci sono molti ricercatori in questa città, che stanno cercando la Verità, senza però trovarla. Ma senza trovare la Verità, non si può neanche parlare di pace. La pace risiede dentro di noi, e gli esseri umani che sempre parlano di pace, non l’hanno dentro di loro. Come si può dare la pace ad altri, se non siamo noi stessi la pace? Per trovare la Verità, pensiamo che dobbiamo fare uno sforzo. Poiché siete ricercatori, e state cercando disperatamente la Verità, andate ad ogni tipo di comportamento estremo. Alcuni passano attraverso l’uso di droghe, altri attraverso falsi guru, o qualsiasi altra cosa un essere umano possa fare.

Ma Io sono però qui per dirvi che non c’è nessun bisogno che facciate niente di tutto questo. Così come siete diventati esseri umani, partendo dallo stato di ameba, allo stesso modo, in maniera spontanea e naturale, potete diventare lo Spirito. Non c’è niente di artificiale che possa procurare questo. Colui che ci ha creati, ha già pianificato tutto per la nostra ascesa. Con tutto l’amore e l’attenzione possibili, ha provveduto a creare questi bellissimi Chakras dentro di noi.

Con la nostra consapevolezza umana, non comprendiamo cosa esiste dentro di noi, ma sappiamo solo quali organi particolari esistono nel nostro corpo, e finchè , per esempio, non avvertiamo del dolore, non siamo consapevoli della loro esistenza. Allo stesso modo, non siamo consapevoli di questi centri sottili, ne possiamo sentire la loro sofferenza dentro di noi. Ciò accade perché essi sono sottili, e se vogliamo avvertirne la presenza, dobbiamo anche noi diventare sottili.

Ma attraverso le proiezioni mentali, non possiamo diventare sottili, proiettandoci verso l’esterno non possiamo diventare sottili. Se invece ci proiettiamo verso l’interno, le cose possono cambiare. Ora per esempio tutti stanno rivolgendo la propria attenzione verso di Me, ma se Io vi dicessi di mettere l’attenzione interiormente, nessuno sarebbe in grado di farlo. Per fare questo, l’avvenimento del “Risveglio della Kundalini” deve avere luogo.

La Kundalini è in verità il potere che può darci, finalmente, la “Realizzazione del Sé”. Essa è in ognuno di noi la vera Madre Individuale, perché è proprio la Kundalini che ci può dare la nostra seconda nascita. Lei sa tutto di noi, ed è molto ansiosa di germogliare, di salire e passare attraverso il nostro ultimo Chakra. Questo avvenimento è il nostro vero Battesimo, non è qualcosa di artificiale. Non si può battezzare qualcuno semplicemente mettendogli le mani in testa. L’autorità di fare questo deve venire direttamente dal Divino. La persona che fa questo deve essere già connessa col Divino.

Ora, questo Potere Divino, il Potere dell’Amore Divino, è Onnipervadente ed Onnipresente. E’ stato descritto dai più Grandi Santi in tutte le più Grandi Scritture, però non possiamo sentirlo. Vediamo per esempio dei fiori diventare frutti sopra gli alberi. Ma chi è che fa questo lavoro? Chi è che fa pompare il nostro cuore, chi è che mette in opera la nostra digestione? La scienza definisce questi processi autonomi, ma chi è questo “auto”? Se chiamiamo una macchina automobile, cos’è “auto”, chi è la macchina, e chi è il conducente? Nel nostro caso il conducente è lo Spirito, che osserva e testimonia quello che noi facciamo.

La Kundalini è invece quella cosa che una volta risvegliata, passa attraverso sei Chakras, ed attraverso l’Osso della Fontanella  ci connette con questo “auto”. Lei è il Potere del Puro Desiderio. Ma che cos’è il Potere del Puro Desiderio? Qualcuno vorrebbe avere una bella macchina, poi una bella casa, poi un elicottero e così via. In linea generale, realizzare tutti i nostri desideri non ci appaga, perché essi non sono puri. Finchè non abbiamo un desiderio che una volta appagato ci mette in condizione di non avere nessun altro desiderio. Questo è il Puro Desiderio. Questo Puro Desiderio è la Kundalini, è il desiderio di conoscere la Verità attraverso l’unione con il Divino. Nel cuore risiede il riflesso di Dio Onnipotente, mentre invece la Kundalini è il riflesso dell’Energia di Dio.

 

E’ uno strano concetto, quello di avere un Dio Padre, un Dio Figlio, e non un Dio Madre.

Come è possibile che ci sia un figlio senza che ci sia una madre? La madre è così importante. E dunque quando affermiamo che esiste lo Spirito Santo, esso non è altro che la Madre Primordiale, che è riflessa dentro di noi come Kundalini, e che ci può dare la “Realizzazione del Sé”.

Nella nostra ricerca della Verità, passiamo attraverso dei precisi concetti della nostra mente. Alcuni ci sono stati tramandati da generazioni e generazioni, altri ci fanno addirittura pensare che noi stessi abbiamo concepito qualcosa, ma le idee ed i concetti sono tutte cose artificiali. Supponiamo che Io sia in un posto in India, e che invece cominci a pensare di essere seduta in un posto qui a Venezia. Questa non può essere la realtà, deve esserci una realtà. La Verità deve essere conosciuta nella realtà. E come, noi esseri umani possiamo conoscere la realtà? Attraverso il nostro sistema nervoso centrale, attraverso i nostri nervi , non certo attraverso il nostro cervello.

Supponiamo che qualcuno affermi che questo sia marmo, e qualcun altro invece dica di no. Guardandolo posso dire che è marmo, perché vengo da un paese dove il marmo c’è. Ma in condizioni normali, se sentiamo che è freddo, possiamo affermare che è marmo, mentre invece se fosse caldo, potrebbe essere plastica. Questo potete sentirlo grazie al vostro sistema nervoso centrale. Allo stesso modo, dopo aver ottenuto la Realizzazione, nel momento in cui la Kundalini passa attraverso l’Osso della Fontanella, sentite la “Brezza Fresca” delle Vibrazioni attraverso il vostro sistema nervoso centrale. Questa è la Brezza Fresca dello Spirito Santo, o come diciamo noi, la Brezza Fresca dell’Adi Shakti. Tutti quelli che hanno parlato di questo, o delle Incarnazioni, non erano persone disoneste.

Ma nel momento in cui noi trasformiamo in concetti tutto ciò che è stato detto dai Grandi Santi e dalle Incarnazioni, allora tutto diventa fuorviante, e viene trasformato nei templi e nelle chiese, in diverse ideologie o religioni. Ma la Verità è solo una, non può avere diverse versioni.

In questi tempi moderni, tramite Sahaja Yoga, siamo in grado di sentire sulla punta delle dita questi centri chiamati Chakras. Ci sono molte cose che non sono spiegate nella Bibbia, nel Corano, nei Purana, o in altre scritture indiane, e finchè non siete persone realizzate non potete capire certe cose. Maometto ha detto : “Al tempo della Resurrezione le vostre mani parleranno”. Egli ha parlato della Resurrezione molto più che della distruzione, ed invece i responsabili dei movimenti religiosi parlano solo della distruzione, per spaventare la gente e ricavarne denaro. Ma logicamente dovremmo capire che Dio ci ha creati con tanta cura e tanto amore, e perché dunque ci dovrebbe portare ad uno stato di distruzione, anziché di Resurrezione? Qualunque tipo di concetto deve essere messo da parte, per far sì che possiamo con mente aperta, come degli scienziati, affrontare questa realtà. Potete leggere migliaia di libri, ed imparare a memoria tutte le Sacre Scritture, ma finchè non diventate un’anima realizzata non potete carpire l’essenza di quello che leggete. Se qualcuno parla del fiore, o del miele, se qualcuno parla della forma o del Senza Forma, sono semplicemente parole, solo parole. Dovete diventare un’ape per conoscere il miele. Tutto è stato predisposto all’interno di voi. Così come il seme, che possiede dentro di sé tutto il potenziale per far crescere il futuro albero, allo stesso modo dentro di noi esiste questo seme che deve germogliare. Ma continuiamo a vivere in questi limiti che sono il nostro “ego” ed i nostri “condizionamenti”, e così si forma come una buccia d’uovo (che chiude il Sahasrara Chakra, il punto di contatto con il Divino). Pertanto, bisogna che questo uovo si trasformi in uccello, affinchè avvenga questa nostra “Resurrezione”. In questi tempi tutto è pronto, in modo che molti possano ottenerla. Questo è ciò che significa “seconda nascita”, ed avviene in modo molto facile, non c’è niente che dovete fare. Come potreste pagare per questo. Quanto dovreste pagare alla Madre Terra per far germogliare un seme?  Non potete  pagare per l’Amore Divino, perché Dio non comprende il denaro. Quello che dovete fare è semplicemente prendere la Realizzazione, che è un qualcosa che avviene in maniera “Sahaja”, cioè spontaneo, in modo naturale. E’ lo Yoga, cioè l’unione con il Divino, e questo è un vostro diritto, e non ci sono altri modi per averlo. Molte persone pensano che facendo esercizi fisici o qualcosaltro, stiano facendo dello Yoga, ma non è così. Se leggete gli “Shastra di Patanjali”, vi accorgerete che in un volume così grande, solo una parte molto ristretta parla di esercizi fisici. Tutto il resto tratta invece di “Samadhi”, ed il primo gradino che si deve raggiungere è quello della consapevolezza senza pensieri, definito “Nirvichara Samadhi” .

 

 

Quando invece arrivate al secondo gradino, ottenete “Nirvikalpa Samadhi”, che significa consapevolezza senza dubbi, ed allora le vostre mani iniziano a fare miracoli, e siete completamente in pace con voi stessi e gli altri. Emettete pace, emettete auspichevolezza, ed anche un semplice sguardo di una tale personalità può far “risvegliare” un’altra persona. Nei tempi moderni non è difficile da ottenere, ma molte persone non vogliono credere che sia qualcosa di spontaneo, naturale. In effetti è qualcosa di così semplice! Come una candela che accende un’altra candela. L’unica cosa in cui dovete intervenire, è nel mantenere accesa la candela, ma anche questo, è possibile impararlo nel giro di un mese, e potete diventare così esperti, che anche voi stessi dopo un certo tempo, potete operare questi miracoli a livello fisico, psichico e mentale. Potete confortare le persone che sono malate, potete consigliarli, come dei grandi saggi. Abbiamo avuto in tutto il mondo dei Grandi Santi, che non sono mai stati all’università, eppure avevano una così grande conoscenza! Dunque acquisite una conoscenza nuova, completa, che è la conoscenza della realtà, e che viene emessa da voi. Diventate persone dinamiche, e tutti i vostri problemi vengono presi in cura dagli angeli, ma in questo paese, ed in tutto l’occidente, le persone sono un po’ ingenue a tale proposito. Esse detengono la conoscenza dell’albero, ma non quella delle radici. Io credo che i Santi conoscono molto di più sul Cristo, rispetto a coloro che parlano del Cristo. Dunque voi diventate la conoscenza, diventate la gioia e la pace, e diventate coloro che redimono gli altri. Così come nel processo evolutivo, prima un pesce è uscito dall’acqua, poi due e poi migliaia, allo stesso modo oggi migliaia di persone nel mondo stanno ricevendo la loro realizzazione. La sola cosa che vi chiedo è di ricevere questo risveglio e di stabilizzarvi. Non avete più bisogno di chiedere altro ad altri guru, o ad altre persone, tutto ciò non ha più motivo di esistere. Diventate voi stessi un guru. Io non sono un guru, sono una Madre, e sono venuta qui per darvi quello che voi già avete. Tutto questo vi appartiene e probabilmente devo solo consegnarvene le chiavi. Diventate voi stessi i vostri propri guru, ed i guru di migliaia di persone, diventate dei veri guru, “Satguru”.

 

CHE DIO VI BENEDICA TUTTI, MOLTE GRAZIE A TUTTI!

 

 

Dopo l’esperienza della “Realizzazione del Sé”, è più facile capire le cose. Se i nostri occhi sono chiusi, non possiamo vedere niente; è meglio aprirli, e rendersi conto da se stessi delle cose.

Qualcuno ha descritto in passato il risveglio della Kundalini,  come qualcosa di pericoloso. Io non riesco proprio a capire cosa ci sia di pericoloso. Quando siete nati, vostra madre ha preso su di se tutto il peso, il dolore e la responsabilità della vostra nascita. Alla stessa maniera, la Kundalini, che è la vostra Madre da così tanto tempo, non vi procurerà nessun fastidio. Ma dovete sapere, che dovete rispettare la vostra “Realizzazione del Sé”, dovete rispettare voi stessi, perché non è rimasto molto tempo da sprecare, dovete entrare nel “Regno di Dio”, per gioire della vita.

 

CHE DIO VI BENEDICA TUTTI.

 
 
 

Sahaja Yoga: alcune informazioni introduttive

Post n°1 pubblicato il 29 Dicembre 2006 da da_ni_sa
Foto di da_ni_sa


Shri Mataji ci dice SAHAJA significa “nato con”. YOGA significa unione con il Potere Onnipervadente dell’Amore Divino. Questo della nostra ascesa in uno stato di consapevolezza più elevato è un argomento sottile, assolutamente valido, che può essere provato”.

Il cosiddetto SISTEMA SOTTILE comprende la Kundalini, sette Chakras e tre Nadis, o canali.

Kundalini significa spira, e si riferisce ad un’energia che risiede nell’osso sacro, avvolta in tre spire e mezzo. Ecco un commento di Shri Mataji al riguardo:

“Come è detto nelle Scritture, c’è un Potere Onnipervadente dell’Amore Divino, chiamato Paramchaitanya. E’ un potere sottile, che fa tutto il lavoro vivente, e che non può essere percepito a livello della consapevolezza umana. Per connetterci a questa Energia, che pervade ogni atomo ed ogni molecola, usiamo il Potere del Puro Desiderio, che risiede nell’osso sacro di ogni essere umano, ed è chiamato Kundalini. Il fatto che i Greci abbiano dato a quest’osso il nome “Osso Sacro”, significa che nell’antichità era conosciuto il Potere Sacro e Divino della Kundalini. Quando essa si risveglia, anche in parte, l’essere umano è connesso al Paramchaitanya, il Potere Onnipervadente”.

Le tre Nadis, sono descritte come segue da Shri Mataji:

“Tra i tre canali, quello centrale è chiamato Sushumna Nadi, e nutre il sistema nervoso parasimpatico. Il canale di sinistra è chiamato Ida Nadi, e nutre il sistema nervoso simpatico di sinistra, mentre il canale di destra, chiamato Pingala Nadi, si prende cura del sistema nervoso simpatico di destra. I canali di destra e di sinistra s'incrociano a livello dell’Agnya Chakra. Finora la scienza non è stata ancora in grado di prendere coscienza che i sistemi nervosi di sinistra e di destra sono contrapposti, con funzioni completamente opposte.

Il canale di sinistra, detto anche canale lunare, è connesso alle parti destra e posteriore del cervello, e si prende cura del nostro passato e della nostra vita emotiva. La mente subconscia riceve le informazioni da questo canale. Aldilà della nostra mente subconscia vi è il subconscio collettivo, che affonda le sue radici nel passato più remoto. Tutto ciò che è scomparso dal processo evolutivo è accumulato qui.

Il canale di destra, detto anche canale solare, è collegato alle parti anteriore e sinistra del cervello. Sul lato destro c’è la mente sopraconscio, che crea il nostro futuro. Qualsiasi cosa pensiamo in chiave futura, è registrata sul lato destro, aldilà del quale c’è il sopraconscio collettivo, nel quale si accumula tutto ciò che è uscito dal ciclo evolutivo per troppa ambizione, aggressività o pianificazione, sia che si tratti di piante, di animali o di personalità.

Risvegliandosi, la Kundalini, attraversa tutto il canale centrale. Essa sale fino all’apice della nostra testa (detta in occidente area della fontanella), il Brahmarandra, e ci unisce all’energia sottile del Potere Onnipervadente, cioè all’inconscio collettivo. Questa è la REALIZZAZIONE DEL SE’. La brezza fresca dello Spirito Santo è percepita sulla punta delle dita e sulla testa, in corrispondenza del Brahmarandra. Per la prima volta si percepisce l’esistenza del Potere Onnipervadente. In questo stato si vive in tempo presente”.

Continuando il viaggio nel nostro corpo sottile, incontriamo i sette Chakras, che rappresentano le pietre miliari nell’evoluzione dell’essere umano. Chakra è una parola sanskrita che significa ruota, e di seguito riportiamo una loro prima descrizione fatta da Shri Mataji:

“Il primo centro è chiamato Mooladhara Chakra, ha quattro petali (subplessi), e si trova immediatamente sotto l’osso sacro. A livello fisico è responsabile della manifestazione del plesso pelvico, il quale controlla tutte le nostre escrezioni, compresa l’attività sessuale. L’osso sacro stesso, che si trova immediatamente sopra il Mooladhara Chakra, è detto Mooladhar. Quando la Kundalini sale, queste funzioni vengono tutte abbandonate, e l’unica funzione rimanente è quella di sostenere l’ascesa della Kundalini. Sebbene la Kundalini attraversi solo gli altri sei centri, è il primo, il Mooladhara, che protegge la purezza e la castità della Kundalini al momento del suo risveglio.

Lo Swadhistan Chakra ha sei petali, nutre a livello fisico le funzioni del plesso aortico, e ci fornisce l’energia della creatività, del pensare e dell’essere futuristici. Inoltre esso procura energia al cervello, trasformando le cellule di grasso in cellule cerebrali.

Il Nabhi Chakra o Manipura, ha dieci petali e si trova dietro l’ombelico. Ci dà il potere di sostenere qualcosa dentro di noi. A livello fisico esso nutre le funzioni del plesso solare o celiaco.

L’Anahat Chakra o Hriddaya è il centro detto anche “Chakra del cuore, ed a livello fisico nutre le funzioni del plesso cardiaco. Esso ha dodici petali e si trova nella colonna vertebrale, dietro lo sterno.

Fino all’età di dodici anni circa, l’Anahata Chakra, attraverso il timo, una ghiandola situata tra il cuore ed i polmoni, produce gli anticorpi, che circoleranno in tutto il corpo, per essere pronti, eventualmente, a combattere qualsiasi tipo di malattia. Se si è attaccati, questi anticorpi sono informati dallo sterno stesso, che opera come una centrale d'informazione.

Il quinto centro è chiamato Vishuddhi Chakra. Esso si trova alla base del collo, ha sedici petali, ed è responsabile della comunicazione con gli altri. A livello fisico, esso nutre le funzioni del plesso cervicale, e gli organi interessati sono, fra gli altri, il naso, la bocca, i denti, le orecchie, e tutti gli organi che ci permettono di parlare o comunicare.

Il sesto centro è detto Agnya Chakra, ed ha soltanto due petali. Questo centro si trova a livello del chiasma ottico, dove s'incrociano i due nervi ottici. Nutre le ghiandole pituitaria e pineale, che a livello fisico, corrispondono ai nostri ego e superego.

Ultimo centro è il Sahasrara Chakra, che per Sahaja Yoga è il più importante, ha mille petali, e corrisponde all’area limbica del nostro cervello. In effetti, ci sono un migliaio di nervi in quest’area, e se la sezionassimo, potremmo osservare queste strutture che hanno una forma simile ad un loto di mille petali.

Prima della Realizzazione del Sé, questo centro, copre l’area limbica come un bocciolo chiuso, e sopra ancora si trovano due strutture simili a palloni, l’ego ed il superego. Subito dopo la nostra nascita esse si uniscono, e l’osso della fontanella si calcifica, rendendoci una personalità chiusa, come un uovo.