Creato da nina.monamour il 11/06/2010
 

Il Diavolo in Corpo

Di tutto e di piu'.....

 

 

Dritta per la mia strada..

Post n°8315 pubblicato il 19 Febbraio 2018 da nina.monamour

 

 

Vedi, ci sarà un giorno in cui dovrai davvero fare una scelta, e il confine fra te e la caduta sarà fragile e quasi invisibile. Dovrai scegliere chi sei, non chi vorrai essere, e a cosa sei pronto a rinunciare.
A chi.
Deluderai qualcuno e devi capire se potrai convivere con questa colpa, o se invece non reggerai il peso.
Forse sarà una amica, forse tutti quelli che ti conoscono, o ancora tua madre, le persone a cui devi più di quanto tu possa esprimere, magari
Farai saltare in aria dei piani, perchè per quanto uno dica di avere un sogno, ce ne sono altri mille intorno a lui e dentro il suo cuore. Alcuni li si perde, altri li si incontra, altri ancora ti verranno a trovare di notte anche anni dopo. Saranno fantasmi, perciò assicurati di non averne paura.

E vedi, io sono qui a chiedermi se non avrei potuto fare di più prima, prima dei casini, delle colpe, delle litigate. Perchè lui non saprà ascoltare, ma io non so parlare. Mai imparato a esternare i sentimenti, mi nascondo dietro sorrisi di circostanza e sarcasmo. Mi sto chiedendo se sarebbe cambiato qualcosa se avessi fin da subito fatto chiarezza con me stessa e con chi sono.

Se, forse, in fondo, avrebbe avuto il tempo per venirne a patti prima che io fossi pronta a prendere la mia strada, ad andamene e mollare tutto. Perchè avrò chiuso la valigia ma non avevo fatto i conti con quello che non ci sarebbe entrato.
Sono anni che pianifico e organizzo, e sono anni che mi tengo a distanza dalle persone che so non reggerebbero, che io non reggerei.

So chi sono, l'ho sempre saputo.
Sono una stronza, ambiziosa, pronta a calpestare (spesso ma non sempre) gli altri per raggiungere i propri scopi. Però sono anche gentile, mi rimbocco le maniche e lavoro sodo. Non ho paura di lavorare, di stare sveglia venti ore di fila per finire un progetto e so riconoscere i meriti quando sono degli altri e ne sono felice, anche se un pizzico di invidia non me la leva nessuno.
Ho un cuore grande, anche se sono analfabeta per quanto riguarda i sentimenti il più delle volte.
So chi sono, l'ho sempre saputo.
Ma non basta.

Vedi, ogni tua scelta si riercuote su qualcun altro, l'avevo pure studiato in Filosofia si chiama, se non ricordo male, teoria delle costellazioni familiari.
Quando tu prepari una valigia e parti non sei solo tu ad andartene, ti porti dietro pezzi di vita, echi di ricordi, pagine che non saranno scritte, giorni vuoti.
Allora, vedi, dovrai sapere chi sei per reggere il colpo. Ed essere un pà egoista, perchè agli altri devi molto a volte, ma non il tuo futuro, quello è tuo. E non te lo deve levare nessuno.

Perciò, chi sei?
Tu, chi sei?


 
 
 

Ma che bella giornata..

Post n°8314 pubblicato il 19 Febbraio 2018 da nina.monamour

 

 

C'è il sole ma tanto vento..

Avete visto cosa fa
 la natura in Inverno?
Il vento prepara la trama
e crea sugli alberi
dei mervigliosi macramè

Buon inizio di settimana


 
 
 

Il nigeriano e il buonista..

Post n°8311 pubblicato il 18 Febbraio 2018 da nina.monamour


L'immagine può contenere: una o più persone, persone in piedi, folla e spazio all'aperto


PRIMO E SECONDO!

Il primo è un nigeriano, il secondo è un buonista.
Il primo è un criminale, il secondo è un idiota.
Il primo fa lo spacciatore, a volte il ladro e forse anche l’assassino e il macellaio sui corpi di povere ragazze.
Il secondo fa il politico di sinistra, l’intellettuale impegnato, il volontario delle Ong con i soldi di Soros, il fighetto radical-chic con il culo degli altri.
Il primo è un nigeriano, il secondo è un buonista.
Il primo è un criminale, il secondo è un idiota

Il primo è un immigrato irregolare con precedenti penali che gira libero per le nostre città a spacciare e a delinquere come se niente fosse.
Il secondo è un italiano regolare a cui dell’Italia non frega nulla ma grazie alle sue idee sballate, alla sua ipocrisia pelosa, ci sta riempiendo di rifiuti umani che vengono a distruggere la nostra già difficile convivenza civile.

Il primo, il nigeriano, è scappato dal suo Paese a causa della guerra, ci dicono. Ma da che mondo è mondo dalle guerre scappano le donne e i bambini mentre lui è un uomo di 28 anni. E francamente è strana questa immigrazione che porta in Europa masse di giovani sani di corpo e di mente e lascia sotto le bombe e le persecuzioni i più indifesi.
Il secondo, il buonista, vive da sempre qui, gode della libertà e della sicurezza che gli sono garantiti ed è così stupido da convincersi che facendo entrare tutti, lui faccia il bene di queste persone e di se stesso, mentre fa solo il bene dell’élite globalista che pilota questo esodo di nuovi schiavi.

Il nigeriano, quello che si traveste da profugo, da povero, da diseredato, è solo uno schifoso delinquente che si approfitta della possibilità che noi diamo a lui per farsi manovalanza delle organizzazioni criminali, in cambio di facili guadagni.
Il buonista, quello che si veste di solidarietà, è solo uno schifoso schiavista, uno di quelli che è convinto che gli immigrati ci pagheranno le pensioni o che è meglio farli entrare tutti così li mettiamo a raccogliere i pomodori come dice Emma Bonino (e questo solo perché in Italia non coltiviamo cotone come nella Virginia del XIX secolo).

Il nigeriano non è solo il nigeriano; è anche il tunisino, il marocchino, il bosniaco insomma è tutti quelli che chiamiamo clandestini e che una volta in Italia si mettono a rubare, stuprare, spacciare, assassinare, rafforzando la già folta fauna di delinquenti nativi.
Il buonista non è solo il buonista, è anche l’antirazzista, il progressista, il catto-comunista, l’umanitarista, il prete arcobaleno, la femminista, insomma tutta quella poltiglia di retorica ed ipocrisia che alimenta una sottocultura che sta mandando in malora la nostra Nazione.

Sia chiara una cosa, il nigeriano e quelli come lui non hanno nulla da spartire con gli stranieri che in Italia vengono a lavorare, che rispettano le leggi e che magari sognano un giorno di diventare cittadini di questo Paese. A loro va il nostro aiuto e la nostra vera amicizia.

Mentre al contrario, il nigeriano e il buonista, l’irregolare e il suo complice italiano, il criminale che abusa della nostra libertà e l’idiota che lo legittima e lo fa entrare, rappresentano la feccia di questo Paese.

Entrambi vanno messi nella condizione di non nuocere, il primo, il nigeriano, ficcandolo in galera il tempo che occorre e poi rispedendolo a casa sua a calci nel sedere. Il secondo, il buonista, impedendogli democraticamente di continuare a governare questo Paese e a perpetrare i danni fin qui fatti.

Nonostante tutto....




 
 
 

Fredda come una lapide..

Post n°8310 pubblicato il 17 Febbraio 2018 da nina.monamour

 

 

Godetevi le persone care finché avete la possibilitè di farlo, perché poi la vita diventa fredda come il marmo di una lapide.
Il mio messaggio è rivolto a chi ha ancora la fortuna di poter fare due chiacchiere con la propria madre, col proprio padre o con un fratello (e nonostante tutto spesso non si rende conto dell'enorme fortuna che ha sotto il naso ogni giorno)..

Il mio messaggio è rivolto a chi ha ancora la possibilità di un abbraccio




o di una parola di conforto, sfruttate tutte le possibilità in vostro possesso, perché davanti a quel muro pieno di rimpianti non c'è pietà per chi resta e ogni frase non detta diventa un macigno che non smetterà mai di pesare sulla vostra vita.


 
 
 

Spes ultima dea..

Post n°8309 pubblicato il 17 Febbraio 2018 da nina.monamour





La spranza è l'ultima a morire..

Quante volte abbiamo sentito o ripetuto questo detto popolare?

La sua origine non è ben nota, sappiamo che i nostri antenati latini solevano affermare che "la speranza è l'ultima dea". Ed è forse da qui che l'aforisma odierno prende spunto.

I latini usavano la frase "Spes ultima dea" per significare che la speranza è l'ultima dea che siede al capezzale del morente, con riferimento al mito greco della dea Speranza che resta tra gli uomini a consolarli, anche quando tutti gli altri dèi abbandonano la terra per l'Olimpo. Viene ripresa da Foscolo nei Sepolcri, "Anche la speme, ultima dea, fugge i sepolcri".

Secondo altre fonti, l'aforisma fa riferimento al mito greco del vaso di Pandora, esso, secondo la mitologia, contiene tutti i mali del mondo. Venne donato da Zeus a Pandora, con la precisa indicazione che non doveva essere aperto. Pandora, però, a causa della sua smodata curiosità, disubbidì alle indicazioni del padre degli dei dell'Olimpo. Liberò, così, tutti i mali del mondo.

Sul fondo del vaso rimase soltanto la speranza (Elpis), che non fece in tempo ad uscire prima che il vaso venisse richiuso. Dopo l'apertura del vaso il mondo divenne un luogo desolato ed inospitale finché Pandora lo aprì nuovamente per far uscire anche l'ultima, la speranza, che sarà anche poi l'ultima a lasciare gli uomini.

I cugini francesi d'oltralpe rendono l'aforisma come "on vive que avec l'espoir" (più o meno "non si vive se non con la speranza") o "L'espoir fait vivre" ("la speranza fa vivere"): forse rendono meglio il senso "speranzoso" dell'aforisma.

 

 


 
 
 
Successivi »
 

ULTIME VISITE AL BLOG

tiffanpldiogene51NonnoRenzo0woodenshipnagi51olgy120nina.monamourgiuliocrugliano32Semplicegeishachiccakbxfatenzaghdoudibrizolatcarlodri0902albertocalizzanoTerzo_Blog.Giusgimalu_2007
 
Citazioni nei Blog Amici: 177
 
 

BUON ANNO

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

ULTIMI COMMENTI

M rendo conto che è un po' poco un saluto, ma non...
Inviato da: diogene51
il 19/02/2018 alle 23:47
 
Ti lascio un caro saluto, Nina!
Inviato da: diogene51
il 19/02/2018 alle 23:40
 
Si è quello che si è...nulla può cambiare la nostra indole...
Inviato da: NonnoRenzo0
il 19/02/2018 alle 22:53
 
Prendere decisione...chiudere definitivamente il portone...
Inviato da: nagi51
il 19/02/2018 alle 22:04
 
Buona serata Nina!
Inviato da: olgy120
il 19/02/2018 alle 20:54
 
 

             

 

 

 

 

 

 

         

 

 

 

 

           

 

AREA PERSONALE

 

 

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Febbraio 2018 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28        
 
 

 Immagine precedente  Immagine successiva  Pagina indice

 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 
Template creato da STELLINACADENTE20