Ovvio e dintorni 2

Questo blog è nato come raccolta di poesie di Anonimo Procidano, ora in uscita il libro che che contiene alcune delle poesie del blog più altre inedite. Ma quest'anno il blog è aperto un po' a tutto e tutti, non solo poesie ma anche pensieri e articoli e chiunque può scrivere non solo commenti ma anche postare ciò che preferisce, che sia un immagine, un pensiero o altro. Buona lettura!

 

DOVREBBERO SORRIDERE SEMPRE COSÌ...

 

NON VOLTIAMOCI DALL'ALTRA PARTE

 
Citazioni nei Blog Amici: 14
 

AREA PERSONALE

 

TAG

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Settembre 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30  
 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 14
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Settembre 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30  
 
 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

« Una lunga assenza.Buongiorno!!!! »

Il re è ridicolo

Post n°113 pubblicato il 26 Gennaio 2011 da andreamoccia77

Nella millenaria storia dell’umanità, scritta a più mani da civiltà e culture, etnie e religioni e ideologie, diverse tra loro e spesso tra loro nettamente contrapposte, c’è una lacuna legislativa che le accomuna tutte.

I codici laici e religiosi di ogni tempo e luogo hanno sempre mancato di contemplare , questi un peccato e quelli un reato, che, ritenendolo banale, hanno reso banalmente ineluttabile gran parte del male che da sempre gli uomini si provocano vicendevolmente .

Il reato  e il peccato in questione, sono nient’altro che la “mancanza di senso del ridicolo”.

Di primo acchito, ritenere che la mancanza di senso del ridicolo debba considerarsi un peccato o addirittura un reato , sembra già denotare una mancanza di senso del ridicolo. A rifletterci però, così non è .A quanti non è capitato, leggendo la storia marcata da re e sovrani, imperatori e despoti, capi religiosi  e capi tribù che sono vissuti e hanno agito in un contesto storico, sociale e culturale lontano dal nostro, di considerare molti di quei re e sovrani, imperatori e despoti, capi religiosi e capi tribù, nient’altro che dei personaggi ridicoli, delle vere e proprie “macchiette”?

Eppure, una vasta moltitudine di uomini e donne, hanno loro consentito di governarli, di prevaricarli, di intimarli, di opprimerli, di mandarli a morire spesso solo per soddisfare la propria vanagloria. Col senno di poi, a quanti tristi e tragici personaggi è stato addebitato di tutto: voglia di potere, mancanza del senso della morale, mancanza di senso della giustizia, mancanza di senso della libertà ma , mai e poi mai, si è addebitato loro la mancanza di senso del ridicolo.

Ad essere sinceri e senza temere di apparire giudici severi, bisognerebbe addebitare anche a quei fedeli che si sono lasciati governare da governanti ridicoli, la mancanza di senso del ridicolo.

Troppo spesso, quei fedeli, si sono comportati come i soldati che nella famosa fiaba, magnificavano la bellezza della veste del re che però “sfilava” nudo tra la folla plaudente. Nella fiaba, l’innocenza di un bimbo gli fece gridare “ Il re è nudo!”. La verità che svelava la nudità del re, svelava al tempo stesso la mancanza di senso del ridicolo che aveva contagiato un intero popolo.

Purtroppo ai bambini non è dato di avere per dono naturale la      del senso del ridicolo. Da essi perciò gli adulti non possono aspettarsi nessun aiuto a  riguardo.

Il senso del ridicolo non appartiene alla sfera delle emozioni né può essere colto dai cinque sensi. Appartiene alla sfera della razionalità. Per questo, il senso del ridicolo fa il paio col senso di responsabilità.

La mancanza di senso del ridicolo è un peccato, anzi, un vero e proprio reato verso se stessi e le generazioni future, che la maggior parte degli italiani sta commettendo da molti anni a questa parte.

Da quasi un ventennio, siamo governati da un uomo che si copre e ci copre di ridicolo senza che i più sappiano cogliere appieno la gravità di ciò.

Lo si accusa di tutto, tranne che della mancanza di senso del ridicolo. Quest’ultima però può essere colta solo dalla sfera razionale. Essa non suscita sentimenti di reazione come l’odio, il rancore, la ribellione violenta.

La mancanza di senso del ridicolo può addirittura essere soporifera e a volte madre di un contagioso cinismo qualunquista.

La mancanza di senso del ridicolo rimpolpa la storia dei rotocalchi rosa, mentre disossa impunemente la Storia di un popolo.

C’ è un solo modo per liberarsi di un governante che non ha o ha perso il senso del ridicolo. Questo modo è quello di vederlo finalmente ridicolo come “forse” lo hanno visto alcune ragazze.

Che si alzi una voce , e poi se ne alzino dieci, cento e mille e milioni e dicano :” Il re è ridicolo!”

Ai fedeli che hanno permesso a dei dittatori sanguinari di governarli a lungo, si concedono molte attenuanti …

A un popolo che ha permesso di essere governato da un privo del senso del ridicolo, i posteri non concederanno nessuna attenuante.

Prima lo capiamo, meglio è per il bene di tutti.

Perciò diciamo tutti :” Il re è ridicolo!! Il re è ridicolo!!!” Passa parola. “Il re è ridicolo!”.

 

 

 

 

 

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
http://blog.libero.it/anonimo1/trackback.php?msg=9805835

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
Roby2312
Roby2312 il 27/01/11 alle 07:31 via WEB
buon girno Cristina felice che sei rientrata, una poesia un po politica, un rientro audace!!??? non credi, anche se tante cose e pensieri, sono giusti/e direi metterli su un blog è politica e non va bene... questo io lo vedo come distrazione e...!!??? roby un sorriso per te
 
 
andreamoccia77
andreamoccia77 il 27/01/11 alle 11:27 via WEB
Ciao Roby, felice di ritrovarti! Nessuna distrazione, come puoi vedere e leggere nella presentazione del blog, quest'anno il blog stesso cambia un po' stile, le poesie ci saranno comunqeu ma è anche aperto a chiunque voglia postare articoli, immagini, pensieri o anche solo un saluto. La raccolta di poesie di ovvio e dintorni è stata pubblicata, e in serbo ce ne sono delle nuove per cui aprirò unh sito e un piccolo blog a parte per quelle, ma poichè su Ovvio e dintorni ho già molti amici della community con cui è stimnolante commentare chiacherare, come te appunto, aprire un blog nuovo ora mi sembrava inopportuno. Quindi anno nuovo nuovo blo. Un abbraccio.
 
   
andreamoccia77
andreamoccia77 il 27/01/11 alle 11:29 via WEB
Ps perdonate gli errori di distrazione nel digitare, ma con questo netbook nn mi ci trovo molto!
 
     
Roby2312
Roby2312 il 28/01/11 alle 10:47 via WEB
ciao Cri sono contento che sei rientra e mi fa piacere leggerti, le poesie sono bellissime meno quelle con sfondo politico, questo era un mio pensiero, tu/e puoi mettere quello che desideri, sei molto cara se apri un altro sito scrivilo sui messaggi tanto sei capace ahahahah roby
 
     
andreamoccia77
andreamoccia77 il 28/01/11 alle 11:17 via WEB
Ah ah ah ...dici che sono capace!!!?? Vabbè ci proverò dai sennò mi aiuti tu! Comunque sì ci sto pensando ad aprire un blog diciamo di politica e altro, sono ancora in forse per il titolo, nn saprei, consigli? Però se ci fai caso, le poesie di Anoimo Procidano hanno molto spesso a che fare con attualità e politica, in effetti nn so' se tra quelle pubblicate ce ne sono ancora sul blog, credo di sì , devo dare una scorsa ai vecchi post. Diciamo che spesso si è portati a scrivere di getto ciò che più ci colpisce in un determinato momento, e , anche se ormai tutti dicono tutto e il contrario di tutto, concedimi di lasciare spazio a considerazioni piuttosto che a una poesie, perchè a volte proprio nn se ne può più di tutto ciò che si vede, si legge e si sente. E un po' mi fa paura il mondo in cui stanno crescendo i nostri figli, un mondo in cui sembra che si possa fare tutto, nn si sa più se ci sono dei valori, valori poi!? ricordiamo quali sono questi valori?!
 
     
Roby2312
Roby2312 il 28/01/11 alle 17:51 via WEB
hai raggione, il periodo della barselletta più che di poesia, ma tu/e sei in un lembo ancora bello nella tua isola..... qualche valore in più sicuramente c'è, sei molto cara e sono contento di averti fatto accennare un sorriso!!!!??? è la prima volta roby
 
andreamoccia77
andreamoccia77 il 28/01/11 alle 11:24 via WEB
Qui nn si tratta solo della moralità, ognuno faccia un po' come meglio crede secondo coscienza, ma è il messaggio che è sbagliato. L'essere ridicoli e mettersi sotto i piedi la dignità, fare oramai solo hard gossip, e dimenticare la storia del nostro paese, l'importanza della vita, il rispetto della vita stessa....nn può essere la consuetudine...nn deve esserlo. Diceva S. Agostino " Se nn riuscite ad essere casti siate almeno cauti" E questo nn vuol dire fai qualunque fetenzia ma falla di nascosto, bensì cerca a lmeno di preservare la tuas dignità, e soprattutto se sei una personba in vista ....beh...insomma...
 
 
andreamoccia77
andreamoccia77 il 28/01/11 alle 11:29 via WEB
....nn possiamo far credere ai nostri figli che nn ci sono limiti a nulla . Da ragazzi a chi nn capita di fare cose assurde? Poi divienbi genitore e metti paletti e regole. Sai che spesso tuo figlio nn le rispetterà, ma devono esserci. E se magari fai qualcosa di nn proprio corretto cerchi di salvaguardare tuo figlio dai tuoi errori, perchè ahimè puoi dire qualunque cosa, ma l'esempio è ciò che i figli seguono di più. Se vuoi che non fumi,non puoi fumargli davanti!!!! Magari fuma di nascosto e cerca di smettere pure tu!!!! Se vuoi che nn dica parolacce nn le dire,m almeno provaci davanti a lui...e via dicendo... Questo è unh mio pensiero...se diamo la possibilità a tutto questo marasma di divenire la normalità nn ci lamentiamo poi se i nostri figli vivranno la vita seguendo questa "normalità"!!!
 
 
Roby2312
Roby2312 il 28/01/11 alle 17:56 via WEB
hai raggione anche in questo, ma secondo me sono anche invidiosi, sopratutto, perchè a tutto forse lo inseguirebbero anche sulla luna, per tirar fuori righe e righe di gossip, comunque gli altri non fanno niente, per mensinare qualuque cosa per il paese, solo che lui cada, si dimetta ecc... roby
 
 
Roby2312
Roby2312 il 28/01/11 alle 18:03 via WEB
% la risposta di sotto per questa è vero ache questo non devi fare quello che non vuoi sentire dai propri cari, ma è dura con questo andamento, solo e solo avere, non rinunciare a niente, l'esempio si è andato a far friggere CRI ma è ancora più dura riadrizzare la situazione!!??? roby
 
 
Roby2312
Roby2312 il 28/01/11 alle 18:08 via WEB
hai raggione anche in questo, ma secondo me sono anche invidiosi, sopratutto, perchè a tutto forse lo inseguirebbero anche sulla luna, per tirar fuori righe e righe di gossip, comunque gli altri non fanno niente, per mensionare qualuque cosa per il paese, solo che lui cada, si dimetta ecc... roby p.s. e fanno peggio di lui, parecchi diversi ecc...
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Luna caprese il 28/01/11 alle 15:15 via WEB
Bellissimo questo articolo che ha dato voce ai nostri pensieri, siamo un gruppo di ragazzi di Capri, stiamo cercando nuove idee per un sito dove aprire forum e confrontarci su tutto. E chiediamo se possiamo usare il vostro articolo per aprire un primo dibattito. Siete garndi.
 
 
andreamoccia77
andreamoccia77 il 28/01/11 alle 15:28 via WEB
Grazie ragazzi, e grazie anche per la mail che ho molto apprezzato. Usate pure l'articolo, ma inviatemi il nome del sito o blog che avete così che lo linko dal mio blog. Grazie e a presto.
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 
 
 

INFO


Un blog di: andreamoccia77
Data di creazione: 30/01/2009