Creato da principessa_143 il 15/02/2011

Tulle&Organza

Ho smesso di descrivere i miei spazi, perché voglio conoscerne di diversi.

 

Sentirsi soli.

Post n°16 pubblicato il 28 Gennaio 2012 da principessa_143

Oggi mi sento sola. Molto sola.

Non ne avrei nessun motivo davvero, e di solito non soffro mai la solitudine: mi trovo anche bene a scambiare qualche battuta con me, a perdermi nei ricordi, o in insensate fantasie.

Però stamattina no: sono invasa da quella fastidiosa sensazione che mi porta a pensare che non starei bene in nessun luogo.

Mi manca un amico fidato a cui parlare, a cui dire che oggi no, non va tutto bene e piangere come una bambina; senza aver paura di mettere angosce e carichi sulle spalle.

 
 
 

Piccolo mondo!

Post n°15 pubblicato il 26 Gennaio 2012 da principessa_143

Ho deciso che voglio diventare un'estimatrice di musica orientale: sopratutto dopo stamattina, in cui penso di aver sentito la versione cinese di un cantante neomelodico napoletano di cui non voglio scrivere il nome per esteso; ma vi ho già fornito diversi indizi.

Ma questo negozietto di detersivi, oltre che per la sua terribile colonna sonora, mi ha sorpreso per un altro motivo: arrivo alla cassa, e mentre cerco il portafogli in borsa, sento parlare il dialetto della mia città in modo ineccepibile. Nulla di strano, se non fosse che erano due signore cinesi a parlare il dialetto meglio di me.

Anzi, a dirla tutta, mio padre mi prendeva in giro perché, eccetto poche parole, io il dialetto non lo capisco affatto.

 

 
 
 

La ragazza sull'albero?

Post n°14 pubblicato il 24 Gennaio 2012 da principessa_143

Era da molto che non scrivevo sul blog.

Ormai le mie prolungate assenze sono abitudine. Però, ho avuto un simpatico rientro: pensate, mi è giunta la richiesta d'amicizia da parte di un utente, il quale sostiene di aver visitato il mio profilo e di trovarmi molto bella.

 

Lo penso anch'io: la ragazza appollaiata sull'albero è davvero incantevole!

 

Saluti a tutti, amici e non!

 
 
 

Sere d'estate, dimenticate.

Post n°13 pubblicato il 17 Dicembre 2011 da principessa_143

Stralci di vecchie canzoni volteggiano nelle orecchie, nella testa. Ed è come se un'energia sconosciuta spingesse le mie dita sulla tastiera, per scrivere di un tuffo al cuore, dato da ricordi lontani, di estati passate, di amicizie intense, di pomeriggi assolati e di serate fresche e frizzanti, che sapevano di adolescenza e di gloss alla fragola; di un amore forte e stroncato, morto e rinato troppe volte, vissuto, maltrattato, sognato e desiderato. Uno di quegli amori troppo impetuosi, e per questo troppo fragile, fatto di cartapesta; un amore che riusciva a sovrastare voci e presenze, che creava il deserto intorno. Un amore che aveva bisogno di coraggio, da chi coraggio non ne aveva.

Ecco a cosa porta, pescare un vecchio cd da una scatola dimenticata. Dopo averli accarezzati, certi ricordi, occorre riporli...di nuovo sul fondo della scatola.

 

 
 
 

Ore 5.30

Post n°12 pubblicato il 30 Novembre 2011 da principessa_143

Di buon'ora, questa mattina, mi rigiravo nel letto e ripensavo a ieri sera.

Ero andata in un negozietto dove si può reperire tutto il necessario per lavori manuali, quali decoupage, pittura su vetro; ci sono andata per la prima volta, e credo che non sarà l'ultima. Ho trovato una ragazza gentilissima, pronta a prepararmi all'approccio a queste tecniche, fornendomi qualche nozione elementare, e la base per qualche creazione piuttosto semplice da cui partire, per sperimentarmi. La conversazione proseguiva amabilmente, tanto che le ho detto che vorrei provare a creare con le mie mani i segnaposto ed il tableau de mariage per il mio matrimonio; si è dimostrata subito entusiasta e si è prodigata nel lanciarmi idee nuove o già impiegate per altri matrimoni. Fin quando mi ha detto "Possiamo sviluppare un tema che è di tuo gradimento. Cosa ti piace?": ecco, stavo per rispondere "non lo so", e mi sono limitata a farfugliare qualcosa, promettendo di pensarci. Ieri sera i miei pensieri sono poi scivolati altrove, rapiti dalla voglia di cominciare a usare ciò che avevo comprato.

La domanda di questa ragazza però, è tornata a far capolino questa mattina, quando mi rigiravo nel letto, incapace di sprofondare di nuovo nel sonno e mi sono detta: "Da quanto non mi chiedo più cosa mi piace? A prescindere da quelle che sono state le mie scelte sempre ampiamente condivise da chi mi circonda?". La verità è che non lo so. Certo, le cose e le persone fondamentali delle quali mi circondo sono fuori discussione; il punto è che credo che per me sia questa una fase di rottura, di ribellione e di prova.

Poi, guardo chi è al punto in cui dovrei essere io in questo momento (professionalmente parlando): apprendo di una mia compagna di liceo che ha superato l'esame di stato per diventare avvocato. La invidio? Non per la professione che si accinge a svolgere, ma per il fatto di aver raggiunto una certezza, si; per il motivo più importante, no.

Preferisco pensare che si tratti di una fase di crescita, faticosa, ma utile.Magari scopro che sono molto più di quel che penso di essere.

 
 
 
Successivi »
 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Dicembre 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 3
 

ULTIME VISITE AL BLOG

je_est_un_autremia.euridiceMaselluzzoprincipessa_143ninokenya1falco58dglincisionerupestreEddie_Cranei.quelinPerturbabileprincipessinaannapabela84esperiMenter.sabi
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom