Community
 
lilith.luna...
   
 

NON PORTO SFORTUNA!

FINALMENTE HO UN BLOG TUTTO MIO...! ERO STUFA D'ESSERE OSPITATA NEL BLOG DELLA MIA MAMMA ADOTTIVA, HO BISOGNO DEI MIEI SPAZII, DI PARLARE IN PRIMA PERSONA, DI FAR NCONOSCERE TUTTO IL MIO DISAPPUNTO SULLE DISCRIMINAZIONI CHE SUBIAMO NOI GATTI, SOPRATTUTTO QUELLI ERI, FIN DAI TEMPI BUI DEL MEDIOEVO, QUANDO VENIVAMO BRUCIATI SUI ROGHI CON DELLE CREATURE CHE AVEVANO IL SOLO TORTO DI VOLERCI BENE ED APPREZZARE LA NOSTRA COMPAGNIA.

 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: lilith.lunanera
Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
Età: 10
Prov: NA
 

AREA PERSONALE

 

I MIEI A-MICI

POLDINO

ROCCOCO'

BOBO E ZARA

NERINA

MARI' MARI'

CAOS

E TUTTI I GATTI DEL MONDO

 

FACEBOOK

 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

FAIREMPlumil_0ele2308parabgruppomicotorinomlucia53cbalice1508enzo.libertynewtentations1971Rosa_Tufanoterryravapolito_paolasara3ggiuliocrugliano32Marisa_Casagranda
 

ULTIMI COMMENTI

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

TAG

 
Citazioni nei Blog Amici: 23
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo i membri di questo Blog possono pubblicare messaggi e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Settembre 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30          
 
 

 

LA VERA STORIA DELLA BEFANA

Post n°79 pubblicato il 05 Gennaio 2009 da lilith.lunanera
 

MICIA-BEFANA

carbone per tutti


W LA BEFANA



La Befana è una vecchia brutta e gobba, con il naso adunco e il mento aguzzo, vestita di stracci e coperta di fuliggine, perché entra nelle case attraverso la cappa del camino.

Infatti, la notte tra il 5 e il 6 gennaio, mentre tutti dormono infila doni e dolcetti nelle calze dei bambini appese al caminetto.

Ai bambini buoni lascia caramelle e dolcetti, a quelli cattivi lascia pezzi di carbone.

La Befana si festeggia nel giorno dell'Epifania, che di solito chiude le vacanze natalizie.

Il termine “Befana” deriva dal greco “Epifania” che significa “apparizione, manifestazione”.

Avvenne nella notte tra il 5 ed il 6 gennaio che i Re Magi fecero visita a Gesù per offrirgli oro, incenso e mirra.

Anche la Befana apparve nei cieli, a cavallo della sua scopa, ad elargire doni o carbone, a seconda che i bambini siano stati buoni o cattivi.

Una leggenda spiega la coincidenza così:

Una sera di un inverno freddissimo, bussarono alla porticina della casa della Befana tre personaggi elegantemente vestiti: erano i Re Magi che, da molto lontano, si erano messi in cammino per rendere omaggio al bambino Gesù.

Le chiesero dov’era la strada per Betlemme e la vecchietta indicò loro il cammino ma, nonostante le loro insistenze lei non si unì a loro perché aveva troppe faccende da sbrigare.

Dopo che i Re Magi se ne furono andati sentì che aveva sbagliato a rifiutare il loro invito e decise di raggiungerli.

Uscì a cercarli ma non riusciva a trovarli.

Così bussò ad ogni porta lasciando un dono ad ogni bambino nella speranza che uno di loro fosse Gesù.

Così, da allora ha continuato per millenni, nella notte tra il 5 ed il 6 gennaio a cavallo della sua scopa…

 

 
 
 

IL PRESEPE DI MAMMA'

Post n°78 pubblicato il 31 Dicembre 2008 da lilith.lunanera
 

QUESTO BELLISSIMO PRESEPE E' STATO REALIZZATO DAL NONNINO ALFREDO PIU' DI 40 ANNI FA, L'ULTIMO NATALE PRIMA CHE VOLASSE IN CIELO. E' UN RICORDO BELLISSIMO PER MAMMA ROSY,UN DOLCISSIMO DONO CHE LE HA LASCIATO IL SUO PAPA'.

QUESTI SONO I SUOI BABBO NATALE, SONO DAVVERO BELLISSIMI...VERO?

 

IL DONO DI MIO PADRE

Per il Santo Natale allestirò un presepe che risale a 40 anni fa. Fu costruito da mio padre, il Natale precedente la sua scomparsa. Sarà un’evocazione di tantissimi ricordi, gli anni della mia giovinezza, quando il Natale era vissuto con magia, gioia e felicità infinite, di cui allora non sapevo neppure misurare la loro fatuità egli anni a venire. 
La preparazione avveniva, canonicamente, alla metà del mese di novembre, perché il presepio non era imballato alla fine delle festività natalizie, ma smontato totalmente, mio padre conservava soltanto
la base di legno, i pezzi più grossi di sughero etutto quello che faceva parte della scenografia. Il ricordo degli odori è ancora persistente…uno de tanti, quello della colla di pesce, che mio padre faceva sciogliere a bagnomaria, in un barattolo di pomodori, immerso in un vecchio pentolino. Allora non si usava attack o vinavil ed ogni opera d’incollaggio era effettuata con la colla di pesce. Ogni anno papà aggiungeva dei nuovi particolari, e restaurava quello demolito dalle incursioni di noi bambini. Altro passo importante era rappresentato dalla cernita dei pastori, perché inevitabilmente, qualcuno usciva malconcio dal lungo sonno nella scatola che li aveva ospitati un anno intero. Si doveva provvedere sempre all’incollatura di un braccino o una gamba, o addirittura di una testa. Noi ragazzi conoscevamo a memoria la posizione d’ogni singolo personaggio, ed ognuno assumeva doverosamente la sua sistemazione ad eccezione del Bambinello che era deposto nella grotta alla mezzanotte del 24 dicembre, con una piccola cerimonia, da mio fratello che era il piccolo di casa, mentre cantavamo “Tu scendi dalle stelle”. Provo una stretta al cuore nel rievocare questi ricordi, perché dalla morte di mio padre è svanito tutto l’incanto di questa magica notte…. Papà aveva un vero culto per il presepio, un amore grandissimo che ha trasmesso ad entrambi. Negli anni successivi alla sua scomparsa, il presepio era collocato al suo “solito” posto, poi con gli anni e la mancanza di spazio, questo piccolo capolavoro è stato sostituito da una grotta, costruita da me e che ospitava solo i personaggi principali e qualche pastore in adorazione.

Un altro ricordo che è rimasto vivo nella mia memoria, è il dolce suono delle zampogne. Nelle strade cittadine, non ancora invase dal traffico e dal frastuono dei clacson, si potevano sentire, già negli ultimi giorni di novembre, le dolci sinfonie che creavano l’atmosfera della festa più magica dell’anno. Nelle case napoletane vigeva l’abitudine, nel periodo natalizio, di fare suonare la novena innanzi al presepio dai numerosi zampognari che scendevano, già da metà novembre, dai paesini montani della Campania, dell’Abruzzo ed il Molise. Gli zampognari arrivavano a casa di mattina, ed io e mio fratello, al calduccio sotto le coperte, eravamo svegliati dal dolce “concerto” che avveniva innanzi al presepio allestito nella nostra stanza. 
Domenica toglierò dal suo involucro di carta e plastica “il mio presepio”, tornerò a rivedere, dopo diversi anni, la sua struttura, le casette che occhieggiano tra le montagne costruite col sughero, la grotta che ospita la Natività, posta al centro della scena. Nell’angolo sinistro è sistemata la facciata dell’osteria, ricavata da una scatola di scarpe, dove mio padre aveva ritagliato due finestrelle con le relative imposte ed il grosso portone da dove s’intravede il focolare, fatto anch’esso di cartone.
All’esterno della locanda sarà sistemata una tavola imbandita e ai quattro lati gli avventori intenti a banchettare. Non distante ci sarà un fuoco fatto di fascine e una Lucina simulerà la fiamma. Accanto a questo Presepe, opera d’amore di un uomo semplice e buono, che troppo presto ha lasciato la famiglia, vigilerà costante la sua anima e rievocherò quei momenti sereni, mi sembrerà di respirare l’odore d’incenso che Lui bruciava al momento della deposizione del Bambino Gesù, ed intonerò, a bassa voce, il bellissimo canto del “Tu scendi dalle stelle” come atto d’amore e di riconoscenza per Mio Padre che mi ha lasciato questo bellissimo dono.
Ti voglio bene, PAPA’……

BY ROSANNA

 

 
 
 

I MIEI A-MICI BOBO E ZARA

Post n°77 pubblicato il 29 Dicembre 2008 da lilith.lunanera

MIAO-AUGURI PER I MIEI A-MICI BOBO, ZARA E LA LORO MAMMINA GIUSY

ZARA

BOBO



 
 
 

I MIEI AMICI UNBLOGAQUATTROZAMPE

Post n°76 pubblicato il 29 Dicembre 2008 da lilith.lunanera

UN PICCOLO PENSIERO PER LA CARISSIMA MARIELLA

quattrozampe


quattrozampe




 
 
 

IL MIO A-MICIO ROCCOCO'

Post n°75 pubblicato il 07 Dicembre 2008 da lilith.lunanera
 

MAMMA ROSY HA PREPARATO UN REGALINO PER IL NOSTRO A-MICIO ROCCOCO',SPERIAMO CHE GLI PIACCIA

MIAOOOOOO

SPINNY LUNA NERA


IL MIO AMICO ROCCOCO'


 
 
 

Post N° 74

Post n°74 pubblicato il 05 Novembre 2008 da lilith.lunanera
 

E' NERO COME ME E NON PORTA SFORTUNA...!

E' NERO...E NON PORTA SFORTUNA!

 
 
 

CIAO CAOS

Post n°73 pubblicato il 30 Ottobre 2008 da lilith.lunanera
 

Ieri sera mamma Rosy era molto triste, aveva appena letto sul blog del nostro carissimo amico Roccocò una bruttissima notizia: il dolcissimo Caos è volato per sempre sul ponte dell'arcobaleno. Ci ha stretti forte forte, baciandoci a lungo sulle nostre testine, sussurrando parole dolcissime, abbiamo capito che si sentiva triste ed abbiamo cercato di consolarla - noi sappiamo farlo molto bene -
Ci ha chiesto di mandare con il pensiero un dolce messaggio al carissimo Caos..... e ci ha raccontato una storia bellissima...

LEGGENDA DEL PONTE DELL'ARCOBALENO

¤¤°.¸¸.·´¯`»¤°♥♥"Lassù nel cielo c'è un luogo chiamato Ponte Dell'Arcobaleno. ღღღღ ღღღღ Quando muore un'amico peloso che è stato amato da qualcuno, questi sale su fino al Ponte dell'Arcobaleno, dove ci sono prati e colline a disposizione dei nostri amici, i quali possono correre e giocare assieme. C'è tanto cibo, tanta acqua, c'è tanta luce solare, ed i nostri amici sono al calduccio e a proprio agio. Tutti gli animali che si sono ammalati ritrovano la salute ed il vigore, quelli che sono stati feriti tornano intatti e forti, proprio come ce li ricordiamo quando li sogniamo ricordando i bei giorni passati assieme. Gli animali sono felici e contenti, salvo per una cosa: manca loro qualcuno che è stato veramente speciale per loro, dal quale hanno dovuto separarsi. Tutti loro corrono e giocano insieme, ma per ognuno di loro arriva un giorno in cui si fermano e guardano lontano all'orizzonte. I loro occhi lucenti sono all'erta, i loro corpi palpitanti. Allora si staccheranno dal gruppo, volando sull'erba verde, con le zampe che li condurranno sempre più velocemente. Vi hanno avvistato, vi hanno riconosciuto. Voi ed il vostro amico del cuore vi ritroverete, per non separarvi mai più. Una pioggia di baci vi ricoprirà il viso, la vostra mano potrà accarezzare di nuovo l'adorata testolina, e potrete guardare di nuovo negli occhi il vostro amico del cuore, che è stato fisicamente lontano da voi ma non è mai stato lontano dal vostro cuore. E allora attraverserete insieme il Ponte dell'Arcobaleno..." - ღღღღ ღღღღ 

Leggenda Indiana ¤Autore Ignoto ¤

 
 
 

ANCHE LUI HA PAURA...

Post n°72 pubblicato il 29 Ottobre 2008 da lilith.lunanera
 

DEI FANTASMI.....!!!!!

IL TERRORE DEL ...MORTO VIVENTE..!

 
 
 

PAPPAGALLI...!

Post n°71 pubblicato il 27 Ottobre 2008 da lilith.lunanera

Mamma Rosy mi ha detto che non sa esattamente di che razza sono,

 ma erano così simpatici...!

Per il mio a-micio Roccocò

CENERINOROCK

 
 
 

IN VACANZA

Post n°70 pubblicato il 28 Settembre 2008 da lilith.lunanera

SIAMO IN VACANZA, CI RISENTIAMO DOPO IL 15 OTTOBRE

UN CARO SALUTO DA SPINNY, NERONE, CICCIO,

CARLOTTINA E DA MAMMA ROSY

 
 
 
Successivi »
 
 
 

INFO


Un blog di: lilith.lunanera
Data di creazione: 10/04/2007
 

CARLOTTINA CRESCE

CARLOTTINA

 

PEDOFILIA

 

PREMI DAGLI AMICI DEL BLOG

Regali dell'a-micio Poldino

Regalo degli amici di
un Blog a Quattrozampe

  Regalo dell'a-micia DADA56

 

GLITTER

 

POL

 

LE STELLINE....

 

CAT

 

NO AI MALTRATTAMENTI AGLI ANIMALI

 

I MIEI FRATELLI

Carlottina, ultimo arrivo in casa

Questo è Ciccio

mio fratello Nerone, una "pasta di gatto"

 

DICONO DI NOI...

immagine

Mi era stato detto che l' addomesticamento con i gatti è molto difficile. Non è vero. Il mio mi ha addomesticato in un paio di giorni.
(Bill Dana)

immagine

Prendono, meditano, i nobili atteggiamenti delle grandi sfingi allungate in fondo a solitudini, che sembrano addormentarsi in un sogno senza fine.
( C. Baudelaire )

Ai gatti riesce senza fatica ciò che resta negato all'uomo: attraversare la vita senza fare rumore.
(Ernest Hemingway)


Come quell' enormi sfingi distese per l'eternità in nobile posa nel deserto sabbioso, essi scrutano il nulla senza curiosità, calmi e saggi.
( Charles Baudelaire )

 

STOP AI SITI PEDOFILI

 

...POETI E SCRITTORI

Ai gatti non dispiace condividere il letto con altri gatti, basta che lo spazio sia equamente diviso fra di loro. Di solito c'è spazio per tutti...e lo spazio che rimane è per il padrone. ( Stephen Baker )

Un gatto è un gentiluomo: elegante nell'atteggiamento, dalle maniere squisite e con una passione per i combattimenti corpo a corpo, sfrenate storie d'amore, duelli al chiar di luna e canti di gioia.
( Pam Brown )

immagine

Vieni sul mio cuore innamorato, mio bel gatto: trattieni gli artigli e lasciami sprofondare nei tuoi occhi belli, misti d'agata e metallo.
( C.Baudelaire )