Un blog creato da il_parresiasta il 12/01/2010

Una voce sussurrata

Pensieri, Emozioni, Commenti e altro

 
 
 
 
 
 

AREA PERSONALE

 
 
 
 
 
 
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Settembre 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30          
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

FACEBOOK

 
 
 
 
 
 
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 24
 
 
 
 
 
 
 

 

 

E' successo pure a me...

Post n°298 pubblicato il 16 Settembre 2014 da il_parresiasta

Tornando a casa sono stato fermato dai Carabinieri e non mi hanno sparato, sarà perché non sono scappato, mi sono fermato all'alt ho salutato, consegnato i documenti richiesti e ho aspettato che facessero i loro controlli? Quando hanno finito mi hanno salutato con

 

 

 

 

Tornando a casa, sono stato fermato dai Carabinieri e NON mi hanno sparato.

Sarà perché NON sono scappato, mi sono fermato all'alt, ho salutato, consegnato i documenti richiesti e ho aspettato che facessero i loro controlli?

Quando hanno finito mi hanno salutato con: "Buona giornata e scusi il disturbo".

 
 
 

Donarsi...

Post n°297 pubblicato il 12 Settembre 2014 da il_parresiasta

Storia dell'amore cieco

Foto: storia dell'amore cieco..

E' una bellissima imitazione dell'Amore di Dio che ha immolato il suo unico Figlio per salvarci ; e noi.....

 

 
 
 

Un amore antiaderente...

Post n°295 pubblicato il 29 Luglio 2014 da il_parresiasta

Io non so voi, ma quando si tratta di lavare i piatti e ti arrivano certe padelle con del cibo attaccato e bruciacchiato sopra che non viene mai via, a volte mi verrebbe voglia di usare il trapano con la spazzola di ferro per pulirle. Non occorre essere un mago dei fornelli per capire che è molto meglio cucinare su una padella fatta con un materiale anti-aderente dove il cibo non si attacca, perché è come se scivolasse via.

Molte comunità... molti gruppi... molte famiglie... molti ambienti di lavoro dovrebbero usare più spesso materiale antiaderente, non ti sembra? Sto parlando di persone che non permettono che il negativo si attacchi a loro, lasciano che scivoli via. Spero che tu sia uno di loro o che voglia diventarlo!

L'apostolo Pietro parla proprio di questo tipo di persone e di come vivono le loro relazioni in 1 Pietro 4,8. Lo dice con grande semplicità: «Soprattutto conservate tra voi una grande carità, perché la carità copre una moltitudine di peccati». Pietro sta parlando a della gente che è sotto pressione e sta soffrendo a causa della loro fede in Gesù. L'ultima cosa di cui hanno bisogno è farsi del male l'uno con l'altro! Così raccomanda che ci siano tra loro delle relazioni del tipo antiaderente, amare le persone quel tanto che basta da essere in grado di guardare oltre i loro errori.

Un amore che sa guardare oltre, questo è l'amore antiaderente! Il contrario è "attaccaticcio e bruciacchiato", una mancanza di amore che tiene conto di tutti gli sbagli... che se la lega al dito per ogni offesa o ferita... che cova risentimento e non dimentica mai un torto. Se sei una persona che vive questo tipo di relazioni, allora quando qualcuno ti attraversa la strada, non lo lasci più andare, diventi "attaccaticcio e bruciacchiato". Una padella così rovina ogni cibo che cucina.

Invece lo stile di amore di Gesù è completamente diverso. Se ami come Lui ti ha insegnato, allora ti rifiuti semplicemente di conservare sentimenti o pensieri negativi sugli altri o contro gli altri. Sei antiaderente, e il negativo non ti si attacca addosso. Scivola via.

In questo periodo stai permettendo che dei sentimenti negativi verso qualcuno stiano crescendo in te? Hai permesso che del risentimento, della rabbia, della freddezza si siano attaccate alla tua anima contro qualcuno della tua famiglia, forse persino il tuo coniuge o uno dei tuoi figli o dei tuoi genitori? O forse stai diventando duro verso qualcuno della tua comunità parrocchiale... o dove lavori? La Bibbia chiama questa durezza «radice velenosa» e dice cosa capiterà se le permetti di svilupparsi: «molti ne saranno infettati» (Ebrei 12,15). Faresti il lavoro del diavolo.

Se c'è qualche mancanza di perdono in cuore, ascolta che cosa ti dice Dio: «[vivete] sopportandovi a vicenda e perdonandovi scambievolmente, se qualcuno abbia di che lamentarsi nei riguardi degli altri». Magari pensi: "Sì, ma non hai visto come mi hanno trattato?". Dio demolisce i tuoi "sì... ma..." con la frase successiva: «Come il Signore vi ha perdonato, così fate anche voi» (Colossesi 3,13). Tu non tratti le persone come loro hanno trattato te, tu le tratti come Gesù sta trattando te!

Allora chiedi con costanza al Signore nella preghiera quella dose del Suo amore quotidiano che ti fa guardare oltre al male che gli altri ti fanno. Un amore che copre non solo qualche loro peccato, ma una moltitudine di peccati. Il negativo non si attacca a coloro che hanno l'amore antiaderente di Dio, scivola via!

Vi accompagno con la preghiera, sempre con riconoscenza e affetto

don Lucian
o

 

 
 
 

Tagli indispensabili...

Post n°294 pubblicato il 10 Luglio 2014 da il_parresiasta

Ormai sono diventate espressioni di tutti i giorni, sentiamo sempre più spesso quelle parole: «riduzione»... «ridimensionamento»... «tagli». Li fanno tutte le imprese, ma li fanno soprattutto le famiglie, adesso che circolano pochi soldi. Per aumentare (o perlomeno mantenere) gli utili bisogna fare dei tagli. Altrimenti è lo sfascio. Così si taglia... per avere la possibilità di poter andare avanti con successo.


Anche Dio crede nei tagli, nelle riduzioni, perché è la Sua strana maniera di fare le cose grandi. Magari è quello che sta facendo con la tua vita in questo periodo.

 Di sicuro è quello che ha fatto con Gedeone, sta scritto nel libro dei Giudici, capitolo 7, a partire dal versetto 2. C'era questa situazione: i Madianiti invadevano Israele anno dopo anno durante il tempo del raccolto e se lo portavano via, senza che nessuno fosse in grado di fermarli. Dio chiama Gedeone a farlo, sebbene Gedeone risponda di essere la persona meno qualificata per portare a compimento un compito del genere. Ovvio, questa obiezione la sentiamo molto spesso nella Bibbia e anche oggigiorno.

Gedeone comanda un esercito di 32mila uomini per combattere l'armata madianita che ne ha 132mila! E «il Signore disse a Gedeone: "La gente che è con te è troppo numerosa, perché io metta Madian nelle sue mani"». Sono sicuro che Gedeone non si è messo a ridere. Inferiori al nemico di 4 a 1, e Dio li considera troppo numerosi? Così Dio gli ordina di lasciar tornare a casa chiunque ha paura di combattere e improvvisamente Gedeone si ritrova con 22mila uomini in meno. Ora gli Israeliti sono inferiori al nemico di 6 a 1. Ma Dio vuole fare ulteriori tagli, una drastica riduzione delle forze, e Gedeone finisce per ritrovarsi con un esercito di 300 uomini. Ora sono inferiori di 40 a 1! Ma, miracolosamente, quella «forza» vince la battaglia, e i Madianiti non metteranno più piede in Israele!

Perché Dio segue strade così strane per vincere, riducendo, tagliando, portando via, rendendo le cose piccole e deboli? Dio lo spiega a Gedeone: «Israele potrebbe vantarsi dinanzi a me e dire: La mia mano mi ha salvato». E' una costante in tutta la Bibbia, Dio ama vincere grandi battaglie con forze inadeguate. Permette che ci siano contrattempi e situazioni impossibili in modo che possiamo vedere con chiarezza quanto Lui è grande e che solo a Lui va la gloria!

Dio sa che noi abbiamo problemi col nostro orgoglio... che tendiamo a controllare le persone... che ci fidiamo dei metodi che ci danno sicurezza. Così Lui permette situazioni dove, come Gedeone, non ci rimane altro da dire: "Se qui c'è una vittoria, questa non è certo per merito mio!" Quindi se ora stai attraversando un periodo in cui ti ritrovi fuori posto, senza munizioni, con zero risorse - se ti sembra che Dio ti abbia lasciato da solo e pieno di problemi, sappi che spesso questo prelude a una vittoria sorprendente!

Dio sta compiendo quella meravigliosa addizione e sottrazione che Gli è tipica; Giovanni il Battezzatore la mette in questo modo: «Lui deve crescere e io diminuire». Così Dio sottrae la quantità di te che c'è, per aumentare la quantità di Lui che c'è in quella situazione. Sta riducendo te in modo che ci possa essere più Lui, in modo da poterti mostrare una vittoria ben più grande di quella che ti saresti persino aspettato. Dio non sta facendo dei tagli per farti perdere, ti sta ridimensionando per una vittoria così grande che alla fine la si può attribuire solo a Lui!

Vi accompagno con la preghiera, sempre con riconoscenza e affetto

 don Luciano

 
 
 

Fiorire in posti nascosti...

Post n°293 pubblicato il 02 Luglio 2014 da il_parresiasta

Sono al camposcuola con i ragazzi. Mi sono preso qualche decina di minuti per starmene da solo – oltre la salita della ripida strada di accesso. Il vento e la pioggia di ieri hanno spazzato l'aria e il panorama è vertiginosamente bello. Prati coperti di erba rotolano giù per i pendii... tutto intorno a me vive... è la creazione in tutta la sua gloria. E mi dico che gli alberi di questa macchia in cui mi sono nascosto sono proprio belli – ma in un angolo del creato dove pochi li vedranno.

Dio non riserva la Sua bellezza solo per i posti dove un mucchio di gente la può apprezzare. Lui pianta cose meravigliose anche in posti nascosti. Forse tu sei uno di quelli. Non sono molti quelli che riescono a vedere la bellezza in posti dove non sembra esserci o in luoghi poco conosciuti – ma non per questo essi sono meno belli.

Quando Gesù fa la verifica di ciascuna delle sette Chiese nel libro dell'Apocalisse (capitoli 2 e 3), sembra essere poco impressionato dalla Chiesa che agli occhi di tutti sembra la più bella. Per esempio alla Chiesa di Sardi che ha la reputazione di essere bella (“ti si crede vivo”), Gesù dice invece: “Sei morto” (Ap 3,1). E quelli che sono i ricchi e potenti cristiani di Laodicèa, agli occhi di Gesù sono davvero malmessi: «Tu dici: “Sono ricco, mi sono arricchito; non ho bisogno di nulla”, ma non sai di essere un infelice, un miserabile, un povero, cieco e nudo» (Ap 3,17).

Ma poi c'è quella Chiesa – quella nascosta, piccola e sconosciuta – che Gesù invece pensa sia bellissima. Lo dice in Apocalisse 3, a partire dal versetto 8. Gesù dice: “Conosco le tue opere... Per quanto tu abbia poca forza, pure hai osservato la mia parola e non hai rinnegato il mio nome”. Poi Gesù promette qualcosa che non ha offerto a nessuna di quelle altre, ben visibili Chiese – “Ho aperto davanti a te una porta che nessuno può chiudere”. Ossia darà a loro delle benedizioni speciali e delle opportunità particolari proprio a causa della loro umile fedeltà.

Questo è quello che Dio prova oggi per te. Ti hanno chiesto di servirLo, di esserGli fedele in un posto oscuro, forse in un posto difficile, o in un posto dove non ricevi alcuna soddisfazione o ringraziamento. Forse lavori o vivi in una situazione dove nessuno apprezza la bellezza di Cristo che c'è in te. Ma Dio oggi vuole dirti che Lui ama guardarti – Lui pensa che tu sia bellissimo!

Prova a pensare ad Anna nell'Antico Testamento – una donna sterile che continuava a fidarsi del Signore. Era di una bellezza che nessun altro vedeva – eccetto Dio. E Lui l'ha fatta diventare la madre di Samuele, la più grande guida spirituale del suo tempo. E Maria, la sconosciuta ragazz di un villaggio ridicolizzato e disprezzato chiamato Nazareth – ma Dio sapeva tutto di lei e l'ha scelta come madre e educatrice di Suo figlio. Dio sembra avere delle attenzioni speciali per l'umile, nascosta fedeltà.

E' facile scoraggiarsi e avvilirsi quando Dio ti chiede di fiorire in posti dove pochi possono vederti, dove raramente si apprezza il tuo servizio o il tuo sacrificio. Ma Dio ti vede. Tu sei “la Sua bellezza” in un posto nascosto. E sebbene là siano in pochi a notare la tua fioritura, come quei meravigliosi alberi nascosti in quel pendio dei Lessini, la tua vita non è meno bella e preziosa!

Vi accompagno con la preghiera, sempre con riconoscenza e affetto

don Luciano (*)

 

(*) Missionario in Africa.

 

 
 
 
Successivi »
 
 
 
 
 
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 
 
 
 
 
 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

HeavenGreycaterina.meccarielloil_parresiastavaniloquioLita890dgl0Elyshabethdanielapirososemplicementeio130UffyCheStressPAOLA11Otrastevere1956dinobariliipazia.0DJ_Ponhzidaniela19712011
 
 
 
 
 
 
 

ULTIMI COMMENTI

Buona serata….un pensiero dal Vangelo…. Di null'altro...
Inviato da: PAOLA11O
il 13/09/2014 alle 21:57
 
Un sorriso dal cuore .... Dany (click)
Inviato da: daniela19712011
il 13/09/2014 alle 11:02
 
Buon pomeriggo.....Una riflessione.....Se guardiamo solo...
Inviato da: PAOLA11O
il 11/09/2014 alle 16:56
 
Amen
Inviato da: il_parresiasta
il 10/09/2014 alle 14:08
 
Buon pomeriggio con la benedizione del Signore.
Inviato da: PAOLA11O
il 10/09/2014 alle 14:05
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.3.2001. Parte del materiale pubblicato può essere stato prelevato da Internet, quindi valutato di pubblico dominio. Qualora i soggetti interessati o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo al gestore del blog che provvederà prontamente alla rimozione dei testi e delle immagini utilizzate. Si sottolinea inoltre che ciò che è pubblicato sul blog è a scopo di discussione, approfondimento, studio e comunque non di lucro.